Dove una persona ha i reni?

Diete

L'area in cui si trovano i reni nell'uomo si trova nella cavità addominale. Esamina la posizione e la struttura dell'anatomia del rene. Le persone sono interessate alla sua posizione per una buona ragione: i reni sono l'organo del sistema urinario, che è responsabile del filtraggio del sangue, separando i prodotti metabolici da esso, formando l'urina, mantenendo l'omeostasi nel corpo.

Il compito principale del corpo

Non è difficile rispondere alla domanda di quanti reni ha una persona: il rene è un organo appaiato, cioè c'è un rene destro e uno sinistro. I reni nel corpo umano si trovano a destra e a sinistra della colonna vertebrale e sono di colore rosso-marrone.

La funzione principale dei reni nel corpo umano è quella di filtrare e rimuovere i rifiuti dal sangue. Il filtro renale è anche responsabile di quanta acqua sarà nel sangue e per l'equilibrio degli elettroliti nel corpo. Lo spreco di metabolismo del rene viene convertito in forma di urina, che viene trasportata attraverso gli ureteri alla vescica.

L'urina lascia il corpo attraverso l'uretra che ha un foro nel perineo. In una persona sana, il colore dell'urina diluita è quasi impercettibile. Il colore dell'urina concentrata è giallo scuro, a seconda della quantità di urina diluita con acqua. Un colore diverso dal giallo indica qualsiasi deviazione. Inoltre, il colore dell'urina può dipendere anche dall'uso di farmaci che possono causare un diverso colore delle urine: marrone, nero, blu, verde, arancione o rosso.

Dove si trova l'organo

L'anatomia dei reni afferma che i reni si trovano nella parte posteriore della cavità addominale dietro il peritoneo. Il cosiddetto guscio sottile, che copre gli organi interni, ma i reni non catturano. Si trovano sui lati della colonna vertebrale.

I reni si trovano solitamente nella parte superiore a livello della vertebra toracica più bassa T12, a cui è attaccata la dodicesima coppia di costole più bassa. Nella sua parte inferiore, i reni sono al livello della vertebra lombare media, L3 (ci sono solo cinque vertebre lombari). Ma per la maggior parte delle persone, il rene destro è leggermente più basso, mentre quello sinistro è più alto, perché il rene destro deve condividere lo spazio con il fegato.

La tabella mostra la topografia dei reni, o la posizione dei reni rispetto ad altri organi:

I fatti interessanti sul rene umano includono il fatto che nei neonati il ​​peso relativo è tre volte maggiore rispetto agli adulti. Dopo quarant'anni, il numero di nefroni inizia a diminuire dell'1% all'anno. Se succede che una persona nasce con un rene, si sviluppa e inizia a pesare come due.

Lo sviluppo renale nell'embrione comprende fasi come:

  • pronephros;
  • mesonefro (reni pelvici);
  • metanephric.

Ogni rene adulto ha un'altezza di circa tre vertebre (10-12 cm), 5-7 cm di larghezza e 2-3 cm di spessore. Il corpo pesa in media 150 g per gli uomini e 135 g per le donne.

Struttura del rene

La parte esterna del rene è formata da una capsula. Nell'anatomia del rene umano, è indicato che questo organo è sigillato in una capsula complessa costituita da diversi strati di fascia e grasso che formano le membrane del rene. Sono disposti come segue (dal profondo al superficiale):

  • Una capsula renale o una membrana renale è una forte capsula fibrosa.
  • Il grasso vicino al rene è una raccolta di tessuto adiposo nell'area esterna al peritoneo.
  • Fascia renale - circondano i reni e le ghiandole surrenali.
  • Lo strato di grasso superiore è concentrato principalmente nelle parti posteriori-laterali dell'area renale.

Oltre allo strato esterno, il corpo ha una struttura interna complessa. La struttura interna del rene forma il parenchima, che consiste in due zone principali: la corteccia del rene e il midollo. La corteccia renale si estende nel midollo allungandolo, dividendolo in aree di forma triangolare - le piramidi renali.

La struttura dei reni nella parte superiore di ogni piramide nel rene termina con la papilla renale. I capezzoli sono associati a una struttura chiamata piccolo calice renale, che raccoglie l'urina dalle piramidi. Diverse tazze piccole si fondono in un'unica grande.

L'urina passa attraverso il grande calice nella pelvi renale, che contiene il seno renale o il seno renale, una struttura con una forma a imbuto piatta. Dal bacino, l'urina entra nell'uretere associato alla vescica, che viene inviato alla vescica per la conservazione.

Nel luogo in cui si trova il seno del rene, possono formarsi pietre, tumori e cisti. Il peduncolo renale è costituito da nervi, vasi sanguigni e vasi linfatici. A volte nelle urine con malattie infettive, quando può esserci un aumento o diminuzione della temperatura, si forma una certa quantità di muco. Non è assegnato nei reni e nelle mucose della vescica e dell'uretra.

Il margine medio di ciascun rene è contrassegnato da una piega profonda chiamata porta del rene. Questo nome riflette la funzione di questa parte dell'organo, in cui le arterie, le vene e gli ureteri entrano ed escono.

Organo di rifornimento di sangue

I reni umani sono riforniti di sangue dalle arterie renali, che sono rami dell'aorta addominale. A causa della posizione anatomica dell'aorta addominale (leggermente a sinistra della linea mediana), l'arteria renale destra è più lunga della sinistra e si avvicina alla vena cava alle spalle. Ogni arteria renale entra nel rene attraverso la porta renale, ramificandosi in diversi processi. Questi processi si espandono ulteriormente, rendendo l'afflusso di sangue al parenchima renale:

  • Ogni segmento dell'arteria è diviso in arterie interlobari, con le quali vengono forniti ogni lobo renale o segmenti dei reni situati su ciascun lato delle piramidi renali.
  • Le arterie interlobari sono ulteriormente suddivise in arterie d'arco.
  • A 90 ° rispetto alle arterie arcuate sono le arterie interlobari.
  • Le arterie interlobari passano attraverso il midollo, essendo divise in arteriole afferenti.
  • Le arteriole afferenti formano una rete capillare nei glomeruli, dove il sangue viene filtrato. Dopo di ciò, i capillari sono collegati e formano arteriole efferenti.

Nei 2/3 esterni della sostanza corticale, le arteriole efferenti formano una rete peritubolare, che è anche chiamata la rete capillare secondaria. Fornisce ossigeno ai tubuli dei nefroni con ossigeno e sostanze nutritive.

Il flusso di sangue dalle vene avviene attraverso le vene renali destra e sinistra, che vanno dalle porte del rene di fronte alle arterie renali e portano il sangue alla vena cava inferiore. Poiché questa vena si trova leggermente a destra della cresta, la vena renale sinistra è più lunga e passa davanti all'aorta addominale. L'uscita linfatica scorre lungo i nodi aortici laterali situati all'inizio delle arterie renali.

Percorso delle urine

Ogni rene contiene circa 1 milione di nefroni, unità funzionali microscopiche che filtrano il sangue e producono urina. Ogni nefrone è costituito da due parti principali, i globuli renali e il tubulo.

I corpuscoli renali sono formati dai capillari dei glomeruli renali e dalla capsula renale di Bowman. Il glomerulo è una rete di capillari assemblati in un unico luogo. A causa di questa struttura dei reni umani, è possibile aumentare la superficie del sangue filtrante molte volte. I capillari dei glomeruli renali sono circondati dalla capsula glomerulare di Bowman, che ha la forma di una coppa e si compone di due strati di epitelio squamoso con uno spazio vuoto tra gli strati.

Uno strato di speciali cellule epiteliali dei podociti forma uno strato della capsula glomerulare che circonda i capillari. I podociti lavorano insieme all'endotelio capillare, formando un filtro sottile per separare l'urina dal sangue che scorre attraverso i glomeruli.

Lo strato esterno di glomeruli trattiene l'urina in uno stato separato dal sangue all'interno della capsula. All'estremità della capsula glomerulare si trova l'apertura del tubulo renale. Il sistema tubulare renale raccoglie l'urina e restituisce sostanze benefiche dall'urina al sangue. Inoltre, i tubuli trasportano l'urina nella pelvi renale.

Succede come segue. Inizialmente, la sezione curva del tubulo renale più vicino alla capsula è chiamata tubulo curvo prossimale. Le cellule di questa parte del tubulo aspirano acqua e sostanze nutritive dall'urina inizialmente filtrata.

Inoltre, l'urina scorre attraverso l'ansa di Henle, un tubulo lungo e dritto che trasporta l'urina nel midollo del rene, dopo di che gira di 180 ° e riporta l'urina alla corteccia. Dopo il cappio di Henle, il tubulo si torce all'estremità distale.

All'ultimo stadio, l'urina di diversi tubuli curvi di una coppia di nefroni entra nel canale comune attraverso il quale l'urina passa attraverso il midollo nella pelvi renale. Dalla pelvi renale, l'urina raccolta da diversi canali comuni si mescola e fluisce dai reni attraverso gli ureteri.

Controlla il processo di minzione del nervo renale, che è un ramo del ganglio mesenterico superiore. Questo nervo entra nel cancello di ciascun rene. I nervi renali seguono l'arteria renale e raggiungono ogni nefrone. Questi nervi consistono principalmente di fibre simpatiche e regolano il flusso di sangue da / a ciascun nefrone. Pertanto, i nervi renali controllano la filtrazione e la produzione di urina. Quando la pressione sanguigna cala, i nervi renali stimolano i nefroni a produrre renina, il che aumenta la pressione sanguigna.

Cosa stanno setacciando i reni

La fisiologia dei reni è che la loro funzione primaria è la separazione dei prodotti metabolici come risultato del metabolismo delle proteine ​​e della contrazione muscolare. Nel fegato, le proteine ​​derivate dal cibo vengono processate per produrre energia, durante la quale l'ammoniaca tossica viene prodotta come prodotto di degradazione. La fisiologia del fegato è che è in grado di elaborare la maggior parte dell'ammoniaca in acido urico e urea, che è meno tossico per il corpo dell'ammoniaca.

Allo stesso tempo, i muscoli del corpo usano la creatina come fonte di energia e nel processo del suo scambio si produce la creatinina. L'ammoniaca, l'acido urico, l'urea e la creatinina, mentre si accumulano nel sangue, devono essere rimossi per mantenere l'omeostasi.

La fisiologia dei glomeruli renali è che filtrano tutti questi quattro prodotti metabolici dal sangue, espirando con l'urina. Il cinquanta percento dell'urea nel sangue viene risucchiato dalle cellule dei nefroni e ritorna al plasma. L'urea nel sangue aiuta a concentrare altri prodotti tossici di decomposizione nelle urine, mantenendo un equilibrio osmotico tra urina e sangue nel midollo.

Filtro e evidenziazione

I reni filtrano il sangue mentre passa attraverso i glomeruli, secondo la loro fisiologia. La pressione sanguigna sposta il plasma dirigendo attraverso le membrane nell'epitelio dei capillari. Quindi, una certa quantità di plasma rimane nei capillari. Il sangue filtrato, chiamato fluido tubulare, inizia a fluire dalla capsula del glomerulo renale lungo il primo tubulo curvo.

Allo stesso tempo, il sangue concentrato che rimane nei capillari dei glomeruli, secondo le leggi della fisiologia, si muove lungo le arteriole efferenti e più avanti lungo la rete peritubolare che circonda il primo tubulo curvo. Allo stesso tempo, le cellule epiteliali che rivestono la superficie interna del tubulo assorbono attivamente preziose molecole di glucosio, amminoacidi e ioni dal filtrato e le rimettono nel sangue.

Le cellule epiteliali assorbono anche tutto il residuo metabolico rimasto dopo la filtrazione dai glomeruli (ammoniaca, creatinina) e le ha iniettate nuovamente nel filtrato. Lo scambio di liquidi tra i capillari e i tubuli continua lungo il tubulo. Lo scambio osmotico di liquidi si verifica tra di loro, mentre la pressione sposta l'acqua dal tubulo, in cui viene ridotta la pressione, in un capillare, dove viene aumentata la pressione del fluido.

Dal tubulo curvo più vicino al tubulo, il fluido entra nel circuito di Henle, dove l'acqua e gli ioni vengono risucchiati nel sangue. Il ramo discendente dell'ansa di Henle, che penetra nel midollo, è permeabile all'acqua e trasporta il filtrato in profondità nel centro del rene. Nel midollo che circonda il tubulo, vi è un'alta concentrazione di ioni e relativamente poca acqua, rispetto al contenuto di acqua nei tubuli.

La pressione osmotica tra il filtrato ipotonico e le cellule ipertoniche del midollo allunga l'acqua dal filtrato nelle cellule del midollo. Da lì, l'acqua entra nei vicini capillari e ritorna al sistema circolatorio.

Il filtrato passa ulteriormente lungo il canale attraverso la parte ascendente del cappio di Henle e lascia il midollo. Il tessuto renale attorno all'ansa ascendente dell'ansa di Henle è impermeabile all'acqua, ma permeabile agli ioni. Dopo il collegamento discendente, il filtrato è molto saturo a causa della perdita di liquido, il che significa che è molto più facile per gli ioni uscire attraverso le cellule permeabili del collegamento ascendente. Questi ioni sono restituiti alla circolazione del sangue attraverso il midollo allungato e i capillari vicini situati nel midollo.

Il fluido canalico esce dall'ansa di Henle e passa nel tubulo contorto distale e nel passaggio comune del nefrone. In questi tubuli, l'assorbimento di piccole quantità di acqua e ioni che rimangono nel filtrato continua. I tessuti che circondano il passaggio comune assorbono attivamente l'eccesso di potassio e idrogeno dal filtrato.

Fase finale

Quando il filtrato raggiunge l'ultimo punto del canale comune, quasi tutti i preziosi nutrienti, gli ioni e l'acqua sono già restituiti al sangue, e lo spreco metabolico e una piccola quantità di acqua rimangono sotto forma di urina. Dopo di ciò, l'urina lascia il canale di raccolta e si raccoglie nella pelvi renale.

Per le sostanze che vengono assorbite attraverso le pareti dei tubuli nel sangue, è il glucosio. Ma se la quantità di glucosio nel sangue supera 160-180 mg / dl (questa quantità è chiamata soglia renale), il glucosio entra nelle urine (glicosuria). Questo è tipico del diabete. Ma la soglia renale può essere abbassata, ad esempio, nei bambini o nelle donne in gravidanza.

L'attività funzionale del rene è misurata da un concetto come la clearance renale. Il concetto di clearance renale è abbastanza confuso e gli studenti non lo capiscono immediatamente. La definizione esatta di clearance renale sarà il volume di plasma da cui la sostanza viene completamente rimossa dai reni in un dato momento (di solito al minuto). Ad esempio, se la clearance renale dell'urea è di 65 ml / min, ciò significa che i reni eliminano completamente 65 ml di urea dal plasma in un minuto. Ciò significa che solo una parte dell'urea in 65 ml viene rimossa e parte di essa rimane. Ma un malinteso molto comune è che la clearance renale avviene quando la sostanza viene prima completamente filtrata, e quindi il nefrone viene risucchiato.

Posizione e struttura del rene umano: le funzioni e le malattie principali

Alexander Myasnikov nel programma "About the Most Important" racconta come trattare le MALATTIE DEL RENO e cosa prendere.

I reni umani sono un organo escretore associato. Sono responsabili dell'escrezione urinaria e producono alcune sostanze necessarie per il corpo. Questo organo è organizzato secondo le sue funzioni, la sua anatomia ci consente di fornire molti processi vitali.

posizione

L'organo si trova all'interno della cavità addominale sulla parete posteriore dietro il peritoneo. Le parti destra e sinistra si trovano su entrambi i lati della colonna vertebrale. Il livello della loro posizione è normale a circa 12 spigoli. Il rene destro è di solito leggermente più basso di quello di sinistra, circa 1,5 cm, a causa della posizione del fegato e della pressione che esercita.

struttura

Nella sua struttura esterna, ogni parte del corpo assomiglia a un fagiolo. I punti estremi dei reni sono chiamati pali e hanno una forma arrotondata. La superficie dell'organo è liscia, coperta da una membrana fibrosa piuttosto densa. Nella parte concava si trovano le cosiddette porte dei reni, attraverso le quali passano i vasi, le strutture nervose e gli ureteri.

La struttura interna del corpo grazie alla sua fisiologia e permette a una persona di filtrare il sangue e liberarsi delle sostanze nocive, rimuovendole dalle urine. Ogni rene si compone di due strati principali aventi le proprie caratteristiche e funzioni:

  • sostanza corticale;
  • midollare.

La sostanza corticale è più vicina alla superficie, ha un colore scuro. Consiste di Nefroni, che sono l'unità funzionale principale. È nei nefroni che il sangue viene filtrato. La struttura del nefrone è piuttosto complessa, le sue parti principali sono il tubulo e il corpo, che sono collegati con i vasi. Nel nostro corpo ci possono essere da uno a due milioni di nefroni e l'80% di essi si trova nello strato superiore del rene, cioè nella corteccia.

Un numero così grande di nefroni è necessario per fornire una riserva in caso di morte di alcune di queste strutture durante alcune malattie.

I reni possono normalmente far fronte alla loro funzione anche con solo il 50% dei nefroni. Con l'età, queste unità funzionali muoiono, quindi con la vecchiaia questo corpo sta facendo sempre peggio con il suo lavoro.

La sostanza cerebrale è sotto la corticale, ha un colore più chiaro. Si compone di strutture chiamate piramidi, le cui sommità, una volta fuse, formano le papille, passando nelle coppe renali collegate alla pelvi renale.

Questo corpo ha diverse funzioni che ci danno l'opportunità di sbarazzarci dei prodotti di scarto e di supportare altri processi vitali. I principali sono:

  • formazione di urina;
  • regolazione della pressione arteriosa;
  • formazione del sangue;
  • mantenere la stabilità dell'ambiente interno.

Come si forma l'urina

L'urina si ottiene purificando il sangue. In primo luogo, subisce la filtrazione glomerulare, quindi il riassorbimento tubulare, dopo il quale si verifica la concentrazione osmotica. Inizialmente, si forma l'urina primaria, che viene alimentata a ulteriore filtrazione e concentrazione, trasformandosi in urina secondaria.

Lavoro quotidiano dei reni in numeri:

  • Tutto il sangue passa attraverso i reni circa 300 volte.
  • Il totale ha filtrato circa 1500 litri di sangue.
  • Formati 150-170 litri di urina primaria.
  • Il risultato è 1,5-2,5 litri di urina secondaria.

Regolazione della pressione sanguigna

All'interno dello strato corticale sono specifiche cellule la cui funzione è la produzione di renina. Questo è un ormone che controlla il tono vascolare e quindi il livello di pressione sanguigna.

Funzione ematopoietica

Un altro ormone è prodotto dai reni. Questa è eritropoietina, è responsabile della formazione di globuli rossi nel midollo osseo. Il livello di questo ormone è un tipo di segnale per l'intensità del midollo osseo.

Come è regolata la costanza dell'ambiente interno

I reni supportano l'equilibrio acido-base, cioè un rapporto stabile e ottimale di sostanze acide e alcaline per l'attività vitale di tutti gli organi. Ciò è dovuto alla regolazione del livello di ioni idrogeno e bicarbonato. Mantenendo l'equilibrio di varie proteine ​​contenute nel sangue, la pressione oncotica è regolata.

Possibili problemi

Molto spesso questo organo soffre di processi infiammatori. Possono essere infettivi o non infettivi. Tra tali malattie, pielonefrite e glomerulonefrite sono più comuni. Un altro problema comune è la urolitiasi. Con la ritenzione urinaria, i reni soffrono di idronefrosi. Inoltre, questo corpo è soggetto a anomalie dello sviluppo e processi tumorali.

La pielonefrite è una malattia infiammatoria, il più delle volte causata dall'infezione. L'ipotermia "aiuta" l'infezione a prendere piede. Un sintomo caratteristico di questa malattia è il mal di schiena, inoltre, possono esserci edemi, un generale peggioramento della salute, accompagnato da febbre e cambiamenti nelle analisi delle urine e del sangue.

Quando la glomerulonefrite colpisce i glomeruli, che porta rapidamente a un deterioramento delle capacità funzionali dei reni. La causa più comune della glomerulonefrite è l'infezione da streptococco, quindi è importante trattare l'angina e altre malattie respiratorie nel tempo.

L'urolitiasi è causata da disturbi nei processi metabolici, in conseguenza dei quali alcune sostanze nelle urine sono in eccesso o si trasformano in composti insolubili. In tali casi, precipitano e cristallizzano. Le concrezioni si formano, da molto piccole (sabbia) a grandi (pietre).

Con il ristagno di urina, si accumula gradualmente nel sistema pelvico renale. Se una tale patologia si prolunga nel tempo, a causa dell'aumentata pressione sul parenchima dei reni, i suoi tessuti diventano più sottili, il rene stesso cresce di dimensioni e non riesce a far fronte pienamente alle sue funzioni.

Le malattie renali sono pericolose a causa delle loro complicanze che si sviluppano a causa di danni ai tessuti. Danni significativi portano ad una significativa riduzione della funzionalità renale. Se la patologia progredisce, è possibile lo sviluppo dell'insufficienza renale.

Questa è una condizione pericolosa, poiché a causa della filtrazione incompleta del sangue, le tossine e le scorie rimangono nel corpo e si verifica un'intossicazione.

La vita è possibile senza un rene?

Ogni organo è richiesto da una persona, tuttavia, in certe patologie o lesioni, può perdere uno di essi. Un rene è un organo associato, il che significa che la natura prevede che per una vita piena, abbiamo bisogno esattamente di due reni. Tuttavia, ci sono molti casi in cui una persona è nata con un solo rene e vive bene. In linea di principio, in un normale modo di vita, una parte di un organo può far fronte pienamente a tutte le funzioni, perché ha una scorta di unità funzionali. Pertanto, come trattamento per le malattie in cui una significativa quantità di tessuto renale ha sofferto o si è formato un tumore maligno, viene applicato il metodo di rimozione.

Teoricamente, la vita senza un rene è possibile in caso di esecuzione regolare della procedura di purificazione del sangue - emodialisi. Tuttavia, anche quando il paziente riceve la dialisi, l'aspettativa di vita delle persone senza reni è molto ridotta e in media 6-12 anni. Anche se oggi ci sono già molti pazienti che conducono una vita piena, essendo in emodialisi da circa 20 anni. Oggi la medicina può purificare il sangue in modo artificiale, ma non compensa ancora le altre funzioni renali. In particolare, questo organo svolge un ruolo importante nel mantenimento dell'immunità e una persona privata anche di uno dei reni diventa dieci volte più suscettibile a qualsiasi infezione.

Stanco di combattere la malattia renale?

Gonfiore del viso e delle gambe, dolore nella parte bassa della schiena, costante debolezza e affaticamento veloce, minzione dolorosa? Se si hanno questi sintomi, la probabilità di malattia renale è del 95%.

Se non ti frega niente della tua salute, leggi l'opinione dell'urologo con 24 anni di esperienza. Nel suo articolo, parla di capsule RENON DUO.

Si tratta di un agente di riparazione renale tedesco ad alta velocità che è stato utilizzato in tutto il mondo per molti anni. L'unicità del farmaco è:

  • Elimina la causa del dolore e porta allo stato originale dei reni.
  • Le capsule tedesche eliminano il dolore già al primo utilizzo e aiutano a curare completamente la malattia.
  • Non ci sono effetti collaterali e nessuna reazione allergica.

Dove sono i reni nel corpo?

Non tutti possono con certezza indicare un luogo sulla superficie del corpo, a cui sono proiettati dall'interno, e ancora di più per immaginare dove si trovano all'interno rispetto ad altri organi. Spesso, le persone che non sono mai state tormentate dalla colica renale non rappresentano nemmeno approssimativamente la posizione dei reni nel corpo umano.

Nel frattempo, tutti hanno bisogno di conoscere almeno approssimativamente la posizione di questi organi al fine di riconoscere i problemi iniziali nel loro lavoro nel tempo e contattare immediatamente il medico per prendere misure per fermare la malattia all'inizio.

Posizione nel corpo

Se è semplicistico determinare dove si trovano i reni in una persona, allora possiamo dire che si trovano all'interno della cavità addominale più vicino alla schiena, approssimativamente a livello della vita o leggermente più in alto, ai lati della colonna vertebrale. Si trovano al livello di 2 lombare superiore e 2 vertebre toraciche inferiori. Se vai nei dettagli, la posizione e le caratteristiche principali dei reni sono le seguenti:

  • i reni maschili sono localizzati rispetto alla colonna vertebrale a circa il livello tra la terza lombare e l'11a vertebra toracica;
  • in un maschio adulto fisicamente sviluppato, possono essere localizzati verso il basso a partire da 10 vertebre;
  • nelle donne questo organo accoppiato è leggermente più basso: se consideriamo la dislocazione rispetto alla spina dorsale, nel corpo femminile i reni si trovano all'incirca a metà chiamata rispetto a quella maschile;
  • il rene sinistro dall'alto tocca leggermente il diaframma ed è 1-3 cm più alto di quello destro, che è spostato leggermente verso il basso dal fegato sopra e si trova approssimativamente al livello della 12a costola, che corre approssimativamente al centro dietro e leggermente obliquamente;
  • se guardi da dietro, i reni assomigliano a 2 grani o 2 fagioli, situati in parti concave (bordi interni) tra loro;
  • la distanza tra i piani superiori (superiori) è di circa 8 cm, mentre i poli inferiori si allontanano di circa 11 cm;
  • dimensioni di un chicco: spessore - 3-4 cm, larghezza - 5-6 cm e lunghezza - 10-12 cm;
  • il peso degli organi varia tra 120-200 g, ma è distribuito in modo non uniforme - il rene destro è leggermente più piccolo e, di conseguenza, più leggero di quello sinistro;
  • in un neonato i reni sono leggermente sottostimati, ma man mano che il bambino cresce, i reni si spostano verso l'alto e raggiungono il livello della terza vertebra lombare di 10 anni.

Avendo un'idea di dove si trovano i reni, dovrebbe essere chiaro che questo organo appaiato ha un certo livello di mobilità fisiologica, quindi, quando una persona si sdraia, i reni sono spostati un po 'più in alto, ma non più di 5 cm. Nella nefroptosi, lo spostamento è superiore a 5 cm, e il medico All'esame, rileva quando mette il paziente sul divano. Un cambiamento così forte provoca la spremitura degli organi del sistema di irrorazione attraverso i reni, così come gli ureteri.

È possibile determinare dove in una persona che ha applicato al centro medico, i reni si trovano, è possibile non solo per la palpazione, ma anche con l'aiuto di una macchina a raggi X o ad ultrasuoni. I medici che esaminano il corpo devono affrontare il fatto che la dislocazione dei reni nella cavità addominale dipende fortemente dalle caratteristiche dell'organismo, dalla presenza di grasso viscerale (interno) nel corpo e dallo stato dei muscoli. Una persona che è troppo grassa può avere un rene sollevato a causa del cuscino interno grasso su cui si trovano. Se una persona perde drammaticamente e drammaticamente il peso, allora potrebbe esserci una caduta nei reni. In alcuni casi, potrebbero persino torcersi. E se lo strato grasso è troppo sottile, si verifica la patologia "rene errante".

Struttura e struttura

L'anatomia dei reni, che lavora incessantemente per mantenere la costanza dell'ambiente interno del corpo, è difficile da descrivere. La struttura interna del corpo di ogni rene contiene circa 1 milione di nefroni, ognuno dei quali è costituito da una cavità con un glomerulo di vasi sanguigni, vari tubuli e coppe. Gli organi producono il principale lavoro di minzione. Ogni nefrone pulisce il sangue che scorre attraverso le arterie verso i reni sotto alta pressione (più di 1 litro al minuto). Tutti i composti tossici vengono puliti dal sangue e si forma l'urina primaria, la maggior parte dei quali viene restituita al flusso sanguigno e una più piccola (circa lo 0,9%) viene escreta dal corpo.

Ai poli superiori dei fagioli si trovano le ghiandole surrenali: piccole ghiandole endocrine triangolari che producono ormoni che regolano gli scambi di carboidrati, grassi e sali d'acqua e le funzioni del sistema circolatorio.
All'esterno, ogni organo è circondato da una membrana fibrosa e uno strato grasso che protegge dall'ipotermia leggera e dal danno. In cima allo strato di grasso c'è un altro strato di tessuto connettivo, che rafforza ulteriormente il corpo e lo attacca alla cavità addominale.

Per conoscere la struttura del corpo dall'interno è necessario capire come comportarsi nello sviluppo di qualsiasi patologia.

Quando il dolore si verifica, molti sono persi, non sanno cosa fare e spesso si fanno del male da soli con azioni sconsiderate o inazione. La patologia renale è una malattia che potrebbe non manifestarsi esternamente per un lungo periodo. Ma se essere attento, è possibile notare in una prima fase manifestazioni deboli della patologia in cui i reni fanno male.

Come si manifestano i reni malati?

Un sacco di persone affrontano disfunzioni renali. L'ipotermia del corpo o un'infezione nel corpo può provocare infiammazione, i cui segni saranno:

  • stanchezza;
  • minzione frequente;
  • il colore cambiato dell'urina, il contenuto di scaglie o sangue in esso;
  • febbre;
  • nausea o vomito;
  • tirando dolori nella regione lombare;
  • mal di testa;
  • aumentare la pressione sanguigna.

A volte la malattia procede di nascosto, ma anche se i reni non fanno male, il colore e la consistenza delle urine cambiano. È molto importante ascoltare le tue condizioni, sensazioni ed essere in grado di interpretarle. Sapendo da che parte si trovano i reni umani, è possibile determinare nel tempo la dolenza della loro zona di proiezione sulla superficie corporea, e se questo è accompagnato da cambiamenti nella minzione, dovreste immediatamente andare dal medico, non aspettando che la malattia assuma una forma grave.

Rene

Al fine di fornire al corpo una composizione costante di sangue, è necessario rilasciare sostanze di scarto (scorie) da esso. Questo processo coinvolge i reni con organi urinari, intestino, polmoni e pelle. La struttura del rene umano è adattata al massimo per rimuovere il liquido in eccesso, rifiutando sostanze nocive indesiderate e preservando componenti del sangue utili.

Piccola anatomia

Rene - un paio di organi a forma di fagiolo. Ciascuno pesa 150-200 g Situato su entrambi i lati della colonna vertebrale, nella zona dalla terza vertebra lombare al dodicesimo toracico. I limiti superiore e inferiore sono chiamati "poli". Verticalmente, i poli superiori sono leggermente più vicini alle vertebre. Il livello orizzontale dell'organo destro è 2 cm sotto la sinistra.

All'interno, la superficie concava forma un "cancello" attraverso il quale entra il rene:

All'esterno, una densa capsula di tessuto fibroso copre il rene, seguito da uno strato e una fascia grassa. Fascia di due fogli collegata al bordo esterno. Protegge il corpo come le squame nei boccioli della pianta, lo attacca alla parete addominale, crea un ricettacolo fisso per vasi, nervi.

La macrostruttura d'organo è visibile sulla sezione. Ci sono 2 strati che formano insieme il parenchima renale:

  • esterno, più scuro - corticale;
  • interno, luce - cervello.

In questo caso, la sostanza della corteccia si incunea nel tessuto sottostante. Queste aree sono indicate come "pilastri" e le piramidi renali si formano tra di loro dal midollo. Ogni piramide nella parte stretta ha una papilla con piccoli fori, che è collegata con la struttura iniziale di escrezione di urina - il calice renale.

Da qui l'urina penetra negli organi urinari inferiori: la vescica e il canale uretrale.

Posizione del rene

Una sezione speciale - anatomia topografica - definisce la posizione degli organi rispetto a formazioni, muscoli, vasi, ossa, rami nervosi vicini. Chiameremo questo tipo di immagine 3D.

È particolarmente importante conoscere la correlazione dei reni con gli organi vicini ai chirurghi urologi operanti. Queste sono persone che, con l'intervento chirurgico, sono responsabili della sicurezza del paziente, un approccio attento all'organo modificato e un trauma minimo.

I reni sono localizzati in modo extraperitoneale, sebbene siano in contatto con essi sulle superfici anteriore e posteriore. Davanti all'organo destro sono:

  • fegato;
  • duodenale e colon.

Prima del rene sinistro ci sono:

  • stomaco;
  • pancreas;
  • milza;
  • parte dell'intestino tenue;
  • la sezione discendente dell'intestino trasversale.

Ghiandole surrenali ricoperte di tessuto adiposo aderiscono strettamente ai poli superiori. Più alti sono i densi muscoli diaframmatici che separano le cavità addominale e toracica. Dietro i reni la parete addominale è rinforzata da grandi muscoli dorsali (lombari e quadrati).

Rifornimento di sangue

L'apporto di sangue al rene da parte del sangue arterioso origina dall'aorta addominale. Attraverso l'arteria renale per 4-5 minuti passa l'intero volume di sangue del corpo umano. Da esso partono per entrambi gli organi alle arterie renali sinistra e destra.

Quindi si dividono in una rete di filiali:

  • le navi della prima fila sono divise in 5 segmenti;
  • la seconda fila è rappresentata da arterie interlobari;
  • la terza fila è costituita da rami arcuati;
  • il quarto è interlobulare.

Dopo la fusione, le navi in ​​uscita formano le venule. Nello strato corticale del rene in una persona ci sono vene stellate. Raccolgono il sangue dal midollo allungato nei vasi interlobulari, quindi arcuati, con lo stesso nome delle arterie. Il flusso sanguigno passa nella vena renale, con esso scorre nella vena cava inferiore. In relazione alla stessa massa, lo strato corticale riceve 20-40 volte più sangue arterioso rispetto al cervello.

I vasi linfatici escono dai cancelli renali e vengono inviati ai linfonodi regionali:

  • rene;
  • retrocaval (così chiamato perché giacciono dietro la vena cava);
  • preaortico (situato di fronte all'aorta addominale);
  • paraaortal (situato lungo la nave).

Caratteristiche di innervazione

I nervi renali formano il plesso renale. Ricevono "informazioni" dalle divisioni centrali attraverso i rami del nervo vago e dei nodi paravertebrali. Nel tessuto c'è un numero significativo di recettori. La loro stimolazione invia impulsi lungo le fibre afferenti (andando dalla periferia al centro) al midollo spinale. Fanno parte dei simpatici nervi celiaci.

Le fibre inverse (efferenti) sono dirette con rami di nervi simpatici e parasimpatici:

  1. L'innervazione simpatica proviene dai neuroni situati nelle corna laterali del midollo spinale, nei segmenti toracico inferiore e superiore lombare.
  2. Parasimpatico - è di minore importanza, è effettuato da rami dei nervi vago e del plesso pelvico comune.

La rete più sviluppata di fibre nervose nelle cellule della zona iuxtaglomerulare.

Microstruttura renale

Il lavoro ininterrotto sulla rimozione delle tossine nelle urine è fornito dalle unità strutturali del rene - i nefroni. Ogni rene ha circa un milione di queste formazioni. In caso di diminuzione dell'efficienza di una parte dei nefroni, il resto assume un carico funzionale aumentato. Pertanto, la patologia dei reni a lungo procede segretamente e asintomaticamente.

Ogni nefrone è composto da:

  • glomeruli capillari, ricevono sangue dall'arteria additiva;
  • membrana basale;
  • capsule di due petali con una cavità all'interno, che circondano i glomeruli (Shumlyansky-Bowman);
  • sistema tubulo (dritto, contorto), accompagnato da vasi arteriosi abducenti.

La membrana basale sul lato esterno della parete del capillare è ricoperta da cellule speciali. Si chiamano "podociti", hanno caratteristiche sporgenze e lacune (gli spazi tra di loro). Dall'interno del vaso si trovano le cellule endoteliali, che formano tra loro piccoli spazi vuoti, "crepe". Tale struttura è simile a una spugna e fornisce una filtrazione dell'acqua dalla composizione del plasma.

Come funzionano i nefroni?

Il nefrone, come principale unità strutturale funzionale del rene, riceve sangue dall'arteria renale sotto alta pressione e con un'alta concentrazione di sostanze disciolte in esso. All'interno del glomerulo, queste cifre sono significativamente inferiori. A causa del differenziale, vi è una transizione di fluido e molecole di piccole e medie dimensioni attraverso la membrana basale formata dalle cellule endoteliali vascolari e dall'epitelio renale.

L'ultimo liquido barriera si accumula tra i fogli della capsula. Si chiama urina primaria. Oltre all'acqua, contiene:

  • sostanze azotate (urea, creatinina);
  • sali disciolti;
  • altre scorie;
  • il glucosio;
  • amminoacidi;
  • vitamine;
  • componenti a basso peso molecolare.

Le proteine ​​a causa delle loro dimensioni considerevoli non passano normalmente attraverso la membrana basale. L'ulteriore processo di ri-aspirazione avviene nell'apparato tubolare. Il riassorbimento subisce:

  • più acqua;
  • amminoacidi;
  • il glucosio;
  • oligoelementi;
  • vitamine;
  • elettroliti.

L'urina primaria si muove attraverso i tubuli, l'epitelio renale di cui ha la capacità unica di determinare il valore e la concentrazione ottimale per il corpo di un soluto. Sono queste cellule che possono rimuovere dal plasma il glucosio in eccesso, l'urea, modificare la composizione dell'elettrolito eliminando componenti acidi o alcalini.

Queste formazioni sono le escrescenze più piccole, che consente di aumentare la superficie a contatto con l'urina primaria da 6 m 2 a 50 m 2. Le cellule della parete intestinale hanno un meccanismo simile.

L'urina secondaria viene diretta nei tubuli collettori e scaricata nelle aperture delle papille piramidali (12-15 ad ogni vertice). Quindi, raggiunge le tazze, da dove entra nel bacino e poi nell'uretere.

Il valore dei reni nel corpo

La fisiologia dei reni è strettamente correlata all'attività di tutto l'organismo, ciascun organo separatamente. In generale, fino al 10% delle riserve energetiche vengono spese per la formazione di urina e la rimozione delle scorie.

I reni sani sono autosufficienti. Sintetizzano l'energia con le proprie cellule da glucosio e vitamine, questo richiede ossigeno. In peso, entrambi i reni costituiscono circa lo 0,5% del peso corporeo totale. E sul consumo di ossigeno - 9%. È dimostrato che lo strato corticale consuma più ossigeno del cervello.

Lo studio dei processi di danno al tessuto renale in condizioni di carenza di ossigeno (ipossia) ha mostrato quanto sia sensibile l'apparato a qualsiasi interruzione dell'afflusso di sangue. L'ischemia dovuta alla trombosi, i cambiamenti aterosclerotici dell'arteria principale portano alla perdita dell'utilità funzionale delle strutture renali.

Prestando la massima attenzione allo sviluppo delle urine, non dobbiamo dimenticare il ruolo dei reni nel mantenere l'equilibrio acido-base del sangue. Dopotutto, il corretto metabolismo avviene solo in condizioni di ambiente interno ottimale.

Questo compito viene eseguito dalle cellule epiteliali dei tubuli, che sono in grado di:

  • analizzare la composizione del liquido;
  • deviazioni dello stato nella composizione chimica e nelle reazioni.

Il bilanciamento viene effettuato mediante l'accumulo o l'escrezione di idrogeno, ioni sodio e potassio, composti di ammoniaca. Quando i residui alcalini vengono escreti nelle urine, la reazione del sangue diventa più vicina all'acido e viceversa. Elettroliti ritardati sono anche associati a un'assunzione inadeguata dal cibo.

Con la loro attività, i reni hanno i seguenti scopi:

  • rimozione dal corpo di tossine, prodotti di scarto indesiderati di cellule, metabolismo;
  • escrezione di sostanze estranee con proprietà antigeniche;
  • conservazione della necessaria concentrazione di componenti biologicamente importanti per l'organismo entro i bisogni attuali;
  • regolazione intra - ed extracellulare del contenuto di elettroliti, acqua e sali;
  • supporto ottimale equilibrio acido-base per garantire tutti i tipi di metabolismo.

Come viene regolata l'attività renale?

Una delle caratteristiche della fisiologia dei reni è la produzione di sostanze simili agli ormoni, che assicurano la loro partecipazione all'attività generale di organi e sistemi.

La renina è un enzima proteolitico sintetizzato nelle cellule dei glomeruli renali situati nella zona juxtaglomerulare. Da qui entra nel flusso sanguigno e nella linfa. In realtà, non è considerato un ormone, dal momento che non ha cellule bersaglio sensibili. Tuttavia, contribuisce allo sviluppo di questa sostanza ormonale - angiotensina II.

Il suo effetto è:

  • vasocostrizione arteriosa;
  • aumento della pressione sanguigna (specialmente nei vasi degli organi interni e della pelle);
  • migliorando il processo di riassorbimento nei tubuli di ioni sodio.

Altri modi di regolazione sono le cellule del midollo allungato appartenenti all'ipotalamo. Producono l'ormone vasopressina (antidiuretico), che si accumula nel lobo posteriore della ghiandola pituitaria. Quando viene rilasciato nel tessuto renale, la vasopressina aumenta significativamente il riassorbimento di acqua nei tubuli contorti. Un tale meccanismo viene attivato quando grandi perdite di acqua nel calore, con sanguinamento, vomito.

Anche l'aldosterone, sintetizzato nelle ghiandole surrenali, ha una regolazione. Si distingue per la sua capacità di alterare il riassorbimento nei tubuli, intensifica la ritenzione di sodio e rimuove il potassio.

L'influenza del sistema nervoso è:

  • restringimento dei vasi renali e diminuzione della filtrazione sotto l'influenza di impulsi simpatici;
  • aumento del flusso sanguigno durante la stimolazione dei nervi parasimpatici.

Caratteristiche dei reni nei bambini

Dopo la nascita, il processo di formazione delle strutture necessarie affinché i reni eseguano tutte le funzioni è incompleto, sebbene il numero di nefroni sia già uguale a un organismo adulto. Morfologicamente, la struttura del rene di un bambino sarà completamente pronta a lavorare per 3-6 anni.

L'epitelio della membrana basale glomerulare consiste solo di alte cellule cilindriche. Cubic non è ancora disponibile. Pertanto, la superficie filtrante viene significativamente ridotta, mentre la resistenza aumenta.

L'apparato canalicolare nell'infanzia è rappresentato da formazioni strette e corte, l'epitelio non è ancora in grado di svolgere la funzione di secrezione, per espellere l'acqua in eccesso dal corpo.

L'escrezione di sostanze di scarto nei bambini è significativamente limitata. La funzione regolatrice dell'aldosterone e dell'ormone antidiuretico è ridotta. L'epitelio tubulare non risponde all'aspetto di queste sostanze.

Il lavoro dei reni dipende dal tipo di alimentazione del bambino:

  • I "bambini" praticamente non hanno bisogno del processo di riassorbimento, tutte le sostanze ottenute dal latte materno sono completamente assorbite;
  • Gli "artificiali" hanno bisogno di regolare l'equilibrio acido-base, perché sotto l'influenza di proteine ​​estranee di miscele di nutrienti, il sangue viene acidificato e deve essere pulito dalle scorie.

La secrezione di epitelio tubulare di componenti alcalini e acidi di urina nei bambini è sottosviluppata. Ciò causa un grave inconveniente: la tendenza all'aumento della formazione di sali. Fosfati e ossalati amorfi compaiono rapidamente nell'urina del bambino.

Poiché i componenti acidi sono meno che alcalini in 2 volte, il corpo dei bambini tende a reagire con l'acidosi in risposta a varie malattie. Nutrire prevalentemente cibi proteici aumenta solo questa possibilità.

Lo studio della struttura e delle funzioni dei reni ci permette di confrontare il lavoro di un organo sano e modificato, di selezionare un farmaco che supporta i processi naturali. Lo sviluppo del metodo di emodialisi, che consente di salvare molti pazienti, si basa sull'imitazione della filtrazione renale.

Anatomia, struttura e funzione del rene (infografica)

Rene, cos'è questo organo?

Il rene è un organo complesso sia per struttura che per funzione. Nel corpo umano, due reni: destra e sinistra. Entrambi gli organi si trovano nella cavità addominale, più vicino alla vita, a livello della seconda terza vertebra lombare, su entrambi i lati lungo la colonna vertebrale.

struttura

funzioni

  • Funzione escretoria (eliminazione di tossine, scorie e liquidi in eccesso dal corpo).
  • Funzione omeostatica (mantenimento di equilibrio salino e acido-base nel corpo).
  • Funzione endocrina (formazione di eritropoietina e calcitriolo, che partecipano alla formazione degli ormoni).
  • Partecipazione al metabolismo (metabolismo intermedio).

Cosa sono i reni umani e come funzionano

I boccioli umani hanno una forma concava simile a un fagiolo. Il peso medio di ciascun rene di un adulto varia da 140 a 180 grammi. La dimensione del corpo può anche variare, a seconda delle esigenze funzionali della persona. L'altezza di un corpo sano è 100-120 mm, diametro 30-35 mm. Dall'alto è ricoperto da tessuto fibroso liscio resistente con uno strato grasso - fascia. La fascia protegge l'organo da danni meccanici. Sul lato concavo c'è un buco - il cancello del rene. Attraverso questo buco nel rene entra nella vena renale, arteria, nervi e pelvi, che passa nei vasi linfatici e poi nell'uretere. Collettivamente, questo è chiamato "gamba renale".

Come funziona la minzione

Struttura di Nephron (clicca per ingrandire)

All'interno della fascia, il rene è diviso in una sostanza cerebrale e corteccia. La sostanza corticale ha una struttura eterogenea con aree coagulate (marrone scuro) e radianti (chiare). In molti punti, seziona il midollo allungando le piramidi renali. Esternamente, le piramidi renali assomigliano a lobuli (avvolti in una capsula di Bowman-Shumlyansky), che consistono di glomeruli (glomeruli) e tubuli di nefrone.

Circa un milione di nefroni - l'unità funzionale principale del rene, situata in ciascuno dei reni umani. Ogni nefrone ha una lunghezza di circa 25-30 mm.

I glomeruli sono vasi sanguigni tessuti nel glomerulo, che insieme filtrano l'intero volume del sangue nel corpo in 4-5 minuti. Inoltre formano il fluido primario (urina) per l'escrezione. Inoltre, questo fluido scorre attraverso i nefron canalicoli (tubi di raccolta nel midollo allungato), in cui si verifica il riassorbimento - l'assorbimento inverso di sostanze e acqua.

Nella parte superiore della piramide renale c'è una papilla con un foro, che porta l'urina nelle coppe renali, la cui combinazione forma la pelvi renale. E il bacino, a sua volta, passa nell'uretere. Il bacino, i calici e l'uretere formano insieme il sistema urinario.

Pertanto, i reni formano, filtrano ed espellono circa due litri di urina al giorno.

Come funziona la filtrazione del sangue?

Struttura di Nephron (clicca per ingrandire)

L'arteria attraverso cui il sangue entra nel rene viene chiamata renale. Dopo aver inserito l'organo, l'arteria si separa e il sangue si disperde lungo le arterie interlobari, quindi lungo le arterie interlobulari e arcuate. Dalle arterie dell'arteria, le arteriole si ramificano, che forniscono sangue ai glomeruli. Dal glomerulo, che è già stato ridotto, a causa della filtrazione del fluido, il volume del sangue passa attraverso le arteriole "esterne". Quindi, attraverso i capillari peritubulari (sostanza corticale), il sangue entra nei vasi renali diretti (sostanza cerebrale). L'intero processo è volto a filtrare e restituire il sangue purificato, che contiene sostanze utili per il corpo, al sistema circolatorio. A causa della differenza nei volumi ematici nei capillari peritubulari e nei vasi diretti, si crea una pressione osmotica, grazie alla quale si forma anche una composizione concentrata di urina.

Raccomandiamo di guardare un video molto informativo, in cui la struttura del rene viene analizzata in dettaglio:

La posizione degli organi nell'uomo (foto). Organi interni umani: layout

Conoscere la struttura e la posizione degli organi interni è estremamente importante. Anche se non studi approfonditamente questo problema, almeno una comprensione superficiale di dove e come questo o quell'organo si trova aiuterà a orientarsi più rapidamente in caso di dolore e allo stesso tempo reagire correttamente. Tra gli organi interni vi sono organi delle cavità toracica e pelvica e organi della cavità addominale umana. La loro posizione, i diagrammi e le informazioni generali sono presentati in questo articolo.

corpi

Il corpo umano è un meccanismo complesso costituito da un'enorme varietà di cellule che formano i tessuti. Dai loro gruppi individuali, si ottengono organi che sono comunemente chiamati interni, dal momento che la posizione degli organi in una persona è all'interno.

Molti di loro sono noti a quasi tutti. E nella maggior parte dei casi, mentre non si ammalano da qualche parte, la gente, di regola, non pensa a ciò che è dentro di loro. Tuttavia, anche se il layout degli organi umani è familiare solo superficialmente, nel caso di una malattia, questa conoscenza semplificherebbe notevolmente la spiegazione al medico. Inoltre, le raccomandazioni di quest'ultimo diventeranno più comprensibili.

Sistema di organi e apparati

Il concetto di un sistema indica uno specifico gruppo di organi con una relazione anatomica ed embriologica, oltre a svolgere una singola funzione.

A sua volta, l'apparato, i cui organi sono strettamente interconnessi, non ha alcuna relazione inerente al sistema.

Splancnologia

Lo studio e la disposizione degli organi nell'uomo sono considerati anatomia in una sezione speciale chiamata splancnologia, lo studio dei visceri. Stiamo parlando di strutture che si trovano nelle cavità del corpo.

Prima di tutto, questi sono gli organi della cavità addominale umana coinvolti nella digestione, la cui posizione è la seguente.

Il prossimo è il sistema urinario, urinario e genitale. La sezione studia anche le ghiandole endocrine situate accanto a questi sistemi.

Gli organi interni includono anche il cervello. La testa si trova nel cranio e nel canale spinale nel canale spinale. Ma entro i limiti della sezione considerata queste strutture non sono studiate.

Tutti gli organi appaiono sotto forma di sistemi che funzionano con la piena interazione con l'intero organismo. Esistono sistemi respiratori, urinari, digestivi, endocrini, riproduttivi, nervosi e altri.

La posizione degli organi negli umani

Sono in diverse cavità definite.

Quindi, nel petto, situato all'interno dei confini del torace e del diaframma superiore, ce ne sono altri tre. È una pelecard con un cuore e due pleurici su entrambi i lati con polmoni.

Nella cavità addominale sono i reni, lo stomaco, la maggior parte dell'intestino, il fegato, il pancreas e altri organi. È un torso situato sotto il diaframma. Comprende le cavità addominale e pelvica.

L'addominale è diviso in spazio retroperitoneale e cavità peritoneale. Il pelvico contiene i sistemi escretore e riproduttivo.

Per comprendere più dettagliatamente la posizione degli organi umani, la foto sotto serve come supplemento a quanto sopra. Da un lato ci sono delle cavità, e dall'altro - gli organi principali che sono in loro.

Struttura e disposizione degli organi umani

Sono disposti in due categorie: cavi o tubolari (ad esempio, l'intestino o lo stomaco) e parenchimali o densi (ad esempio, il pancreas o il fegato).

I primi nei loro tubi hanno diversi strati, che sono anche chiamati conchiglie. Dentro c'è una membrana mucosa foderata, che svolge principalmente funzione protettiva. La maggior parte degli organi su di esso ha pieghe con escrescenze e rientranze. Ma ci sono anche mucose completamente lisce.

Poi viene la sottomucosa, che consiste nel tessuto connettivo ed è mobile.

Oltre a loro, c'è uno strato muscolare con strati circolari e longitudinali separati dal tessuto connettivo.

Sul corpo umano sono muscoli lisci e striati. Liscio - prevale nel tubo respiratorio, organi urinari. Nel tubo digerente, i muscoli striati si trovano nella sezione superiore e inferiore.

In alcuni gruppi di organi, c'è un'altra busta in cui passano vasi e nervi.

Tutti i componenti del sistema digestivo e dei polmoni hanno una membrana sierosa, che è formata da tessuto connettivo. È liscio, grazie al quale c'è una leggera planata degli interni.

Gli organi parenchimali, a differenza dei precedenti, non hanno una cavità. Contengono tessuto funzionale (parenchima) e connettivo (stroma). Le cellule che svolgono i compiti principali formano il parenchima e lo scheletro morbido dell'organo è formato dallo stroma.

Organi maschili e femminili

Con l'eccezione dei genitali, la posizione degli organi umani - sia uomini che donne - è la stessa. Nel corpo femminile, ad esempio, ci sono la vagina, l'utero e le ovaie. Nel maschio - la ghiandola prostatica, le vescicole seminali e così via.

Inoltre, gli organi maschili, di norma, sono più grandi degli organi femminili e pesano, rispettivamente, di più. Anche se, naturalmente, è anche il contrario quando le donne sono grandi e gli uomini sono piccoli.

Dimensioni e funzioni

Poiché la posizione degli organi umani ha le sue caratteristiche e le loro dimensioni. Ad esempio, le ghiandole surrenaliche si distinguono da quelle piccole e gli intestini da quelli grandi.

Come è noto dall'anatomia e mostra la posizione della foto di organi umani, data sopra, il peso totale dei visceri può essere circa il venti percento del peso corporeo totale.

In presenza di diverse malattie, le dimensioni e il peso possono entrambi diminuire e aumentare.

Le funzioni degli organi sono diverse, ma sono strettamente correlate l'una con l'altra. Possono essere paragonati ai musicisti che suonano i loro strumenti sotto il controllo del conduttore - il cervello. Non ci sono musicisti non necessari nell'orchestra. Inoltre, tuttavia, non esiste una singola struttura e sistema superflui nel corpo umano.

Ad esempio, a causa della respirazione, dei sistemi digestivi ed escretori, si realizza uno scambio tra l'ambiente esterno e il corpo. I genitali forniscono la riproduzione.

Tutti questi sistemi sono vitali.

Sistemi e apparati

Considera le caratteristiche comuni dei singoli sistemi.

Lo scheletro è il sistema muscolo-scheletrico, che comprende tutte le ossa, i tendini, le articolazioni e i muscoli somatici. Colpisce sia la proporzione del corpo, sia il movimento e la locomozione.

La posizione degli organi nel sistema cardiovascolare umano assicura il movimento del sangue attraverso le vene e le arterie, saturando le cellule con ossigeno e sostanze nutritive, da un lato, e rimuovendo il biossido di carbonio da altre sostanze dal corpo, dall'altro. L'organo principale qui è il cuore, che pompa costantemente il sangue attraverso i vasi.

Il sistema linfatico è costituito da vasi, capillari, condotti, tronchi e nodi. Sotto linfatica a bassa pressione si muove attraverso i tubi, garantendo il ritiro dei rifiuti.

Tutti gli organi interni umani, la cui struttura è data sotto, sono regolati dal sistema nervoso, che consiste delle parti centrali e periferiche. Il principale include il midollo spinale e il cervello. Periferico costituito da nervi, plessi, radici, gangli e terminazioni nervose.

Le funzioni del sistema sono vegetative (responsabili della trasmissione di impulsi) e somatiche (collegando il cervello alla pelle e all'IDP).

Il sistema sensoriale svolge il ruolo principale nel fissare la reazione a stimoli esterni e cambiamenti. Include naso, lingua, orecchie, occhi e pelle. La sua presenza è il risultato del sistema nervoso.

Il sistema endocrino, insieme al sistema nervoso, regola le reazioni interne e le sensazioni dell'ambiente. È dal suo lavoro che dipendono le emozioni, l'attività mentale, lo sviluppo, la crescita, la pubertà.

Gli organi principali in esso sono la tiroide e il pancreas, i testicoli o le ovaie, le ghiandole surrenali, l'epifisi, la ghiandola pituitaria e il timo.

Il sistema riproduttivo è responsabile per la riproduzione.

Il sistema urinario è completamente nella cavità pelvica. Lei, come la precedente, differisce in base al sesso. Il bisogno del sistema consiste nella rimozione di composti tossici e estranei, l'eccesso di varie sostanze attraverso l'urina. Il sistema urinario è costituito da reni, uretra, ureteri e vescica.

L'apparato digerente è l'organo interno di una persona localizzata nella cavità addominale. Il layout è il seguente:

La sua funzione, logicamente derivata dal nome, è quella di estrarre e fornire sostanze nutritive alle cellule. La posizione degli organi addominali umani dà un'idea generale del processo di digestione. Consiste nella lavorazione meccanica e chimica del cibo, nell'assorbimento, nella scissione e nell'escrezione dei rifiuti dal corpo.

L'apparato respiratorio è costituito dai reparti superiore (nasofaringe) e inferiore (laringe, bronchi e trachea).

Il sistema immunitario è la difesa del corpo contro i tumori e gli agenti patogeni. Consiste di timo, tessuto linfoide, milza e linfonodi.

La pelle protegge il corpo dalle temperature estreme, dall'essiccamento, dal danneggiamento e dalla penetrazione di agenti patogeni e tossine. Consiste di pelle, unghie, capelli, ghiandole sebacee e sudoripare.

Organi interni - le basi della vita

Possiamo dire che sono la base della vita. È difficile vivere senza arti inferiori o superiori, ma è comunque possibile. Ma senza un cuore o un fegato, una persona non può vivere affatto.

Quindi, ci sono organi vitali, e se ci sono quelli senza i quali la vita è difficile, è comunque possibile.

Allo stesso tempo, alcuni dei primi componenti hanno una struttura accoppiata, e senza uno di essi, l'intera funzione trasferisce al resto (ad esempio, i reni).

Alcune strutture sono in grado di rigenerarsi (questo riguarda il fegato).

La natura ha dotato il corpo umano di un sistema complesso, al quale deve trattare e conservare con cura ciò che gli viene dato nel tempo assegnato.

Molte persone trascurano le cose più elementari che possono tenere il corpo in ordine. Per questo motivo, in anticipo, viene a mancare. Le malattie appaiono e una persona muore quando non ha fatto tutte le cose che avrebbe dovuto fare.