Aiutiamo i tossicodipendenti
e le loro famiglie

Cliniche

La pielonefrite è pericolosa perché è spesso asintomatica, senza compromettere il benessere del paziente.

Di conseguenza, molti pazienti trattano questa malattia con leggerezza. Ecco perché la pielonefrite è la più comune di tutte le malattie infiammatorie delle vie urinarie.

Antibiotici in caso di nefrite

Cause di pielonefrite

La malattia può infettare una persona di qualsiasi età, anche se soffre soprattutto:

  • bambini piccoli - a causa delle caratteristiche anatomiche del loro sviluppo;
  • le donne di età compresa tra 18 e 30 anni: hanno la comparsa di pielonefrite è direttamente correlata alla comparsa di attività sessuale, parto o gravidanza;
  • uomini in pensione a causa della loro propensione a sviluppare l'adenoma prostatico.

Inoltre, lo sviluppo della malattia è promosso dai seguenti fattori: ridotta immunità, elevati livelli di zucchero nel sangue, malattie infiammatorie croniche e frequente ipotermia.

Segni di Pyelonephritis

La forma acuta della malattia inizia spesso in modo imprevisto. L'urina aumenta il contenuto di proteine, globuli rossi e pus. I principali sintomi di questa malattia sono:

  • alta temperatura (fino a 40 ° C);
  • sudorazione intensa;
  • vomito e nausea;
  • dolore nella parte bassa della schiena.

Nella pielonefrite bilaterale acuta si riscontrano spesso sintomi di insufficienza renale. La malattia può anche essere complicata dallo sviluppo di paranfrite e dalla formazione di ulcere nei reni.

Pyelonephritis cronico qualche volta si alza da forma affilata prima trasferita, che non è guarita fino alla fine. La malattia si nota solitamente quando si esamina l'urina o quando si misura la pressione sanguigna.

I segni della pielonefrite cronica non sono così pronunciati come nelle forme complesse. Il più comune di questi sintomi sono:

  • sensazione di debolezza e mal di testa;
  • diminuzione o mancanza di appetito;
  • minzione frequente;
  • pelle pallida e secca.

Come curare la pielonefrite

Secondo i test delle urine, i medici determinano la presenza di batteri intestinali nel corpo, e si scopre anche che i livelli di proteine ​​e leucociti nel sangue sono aumentati.

La diagnosi aiuta a identificare l'infiammazione purulenta acuta precedentemente trasferita e la presenza di malattie croniche. Le immagini a raggi X dei medici prestano particolare attenzione all'esame dei reni e delle loro dimensioni.

  1. Nella forma primaria acuta, un trattamento conservativo viene selezionato quando il paziente viene ricoverato in ospedale. Gli antibiotici per la pielonefrite sono considerati il ​​modo migliore per trattare le infezioni e le infiammazioni, ma non è possibile in ogni caso scegliere quali antibiotici siano meglio con questa malattia.
  2. In caso di una malattia secondaria, inizia il trattamento, cercando di rimuovere l'urina dal rene il più rapidamente possibile. Gli antibiotici per la pielonefrite e la cistite vengono prescritti tenendo conto della sensibilità della microflora dell'urina ai farmaci battericidi.

Sulla base dei test, i medici scelgono individualmente farmaci antibatterici per i pazienti con una vasta gamma di effetti sul corpo.

Quale antibiotico è meglio per la pielonefrite?

Il trattamento della pielonefrite con antibiotici dovrebbe avvenire sotto la costante supervisione dei medici. Spesso i medici optano per antibiotici selezionati empiricamente, come per la pielonefrite e la cistite, il primo trattamento con farmaci comuni dà un buon risultato.

Sulla base di test eseguiti in laboratorio, i medici determineranno con maggiore precisione il tipo di antibiotici per la pielonefrite e la cistite dovrà essere scaricata nel paziente.

  • I principali tipi di antibiotici per questa malattia - Amoxicillina e penicillina - antibiotici del gruppo aminopenicillina, che, grazie alla loro eccellente tollerabilità, sono utilizzati con successo per trattare la pielonefrite, anche nelle donne in gravidanza.
  • Preparati di cefalosporine - Cefalexina, Cefaclor (iniezioni intramuscolari di ampia esposizione). Tali farmaci hanno una bassa tossicità. Effetti collaterali con la loro corretta applicazione - una rarità. La possibilità di un ciclo di trattamento continuo di 2 settimane è il principale vantaggio delle cefalosporine.
  • Antibiotici aminoglicosidici - Amikacina, gentamicina. A causa della loro elevata nefrotossicità, che danneggia l'udito, non sono prescritti alle persone in età avanzata. Questo è un potente agente antimicrobico ed è usato in forme complicate della malattia. L'intervallo tra l'assunzione di amikacina deve essere superiore a un anno.
  • Fluoroquinoloni - Levoflonsacin, Ofloxacin. Nominato sotto forma di iniezioni nelle forme acute della malattia. È possibile applicare fino a due volte al giorno, che accelera il trattamento della pielonefrite. Le donne in gravidanza e in allattamento per prescrivere farmaci in questo gruppo sono vietate, e i bambini sotto i 16 anni - in rari casi.

Trattamento speciale per pielonefrite

Il trattamento della pielonefrite dovrebbe essere complesso, solo allora darà il massimo effetto.

È consigliabile seguire una dieta e un regime speciale, e quindi la malattia si ritirerà molto più velocemente.

  • Non raffreddare troppo.
  • 30-40 minuti al giorno per dedicare l'ora di pranzo in posizione supina.
  • Svuota la vescica il più spesso possibile.
  • Cerca di essere costantemente caldo.

In caso di malattia renale cronica, visitare un medico ogni trimestre e sottoporsi a un esame preventivo. Quando compaiono i minimi segni di malattia, reagisci con un appello immediato al medico, e sarai protetto al massimo, e le malattie e i problemi saranno presto dimenticati.

per favore parlaci di noi

Questa comune malattia renale è un processo infettivo-infiammatorio nella parte del rene della coppa-lochana. Distinguere.

Antibiotici per malattie renali

Lascia un commento 21,937

Le malattie degli organi interni del bacino sono accompagnate da sensazioni spiacevoli nell'addome inferiore. Solo un urologo è in grado di prescrivere antibiotici efficaci per le malattie renali, che aiuteranno efficacemente ogni singolo paziente. Pertanto, se si riscontrano sintomi di infiammazione, non ritardare il viaggio dal medico. Infatti, durante i periodi di raffreddamento stagionale nel corpo, le malattie e i processi infiammatori negli organi pelvici diventano più acuti. Le malattie più comuni considerano:

  • pielonefrite (infiammazione dei reni);
  • cistite (infiammazione della vescica);
  • uretrite (malattia del tratto urinario).

È pericoloso assumere antibiotici per curare le malattie renali?

L'auto-trattamento per questi problemi non è desiderabile, sono in grado di progredire e svilupparsi in forme croniche, o causare ogni sorta di complicazioni nei reni o nella vescica (ad esempio, l'enuresi). Quando vengono rilevati i sintomi caratteristici, vale la pena consultare immediatamente un urologo. Dirige il paziente alla diagnosi e, sulla base dei risultati, scrive un efficace corso di trattamento. Sempre i medici ricorrono all'uso di agenti antibatterici. Nonostante l'effetto negativo degli antibiotici sul corpo (violazione della microflora, insufficienza renale), sono in grado di curare l'infiammazione in breve tempo.

Dopo gli antibiotici, il lavoro della microflora intestinale viene interrotto, quindi, dopo la fine della terapia, gli urologi consigliano di condurre un ciclo di recupero del corpo con probiotici (prodotti a base di componenti vegetali).

Vale la pena notare che gli agenti antibatterici non sono una panacea per il dolore nei reni, per il trattamento con compresse nel complesso. La medicina moderna fornisce una vasta gamma di farmaci dai reni, la cui azione è volta a combattere i sintomi e l'agente patogeno individuale. Per eliminare i sintomi, vengono presi gli spasmolitici, per alleviare l'infiammazione - anti-infiammatori, per abbassare la temperatura - i farmaci antipiretici.

Quali antibiotici per le malattie renali sono più spesso prescritti dai medici? Esistono diversi gruppi di farmaci la cui azione è concentrata sulla soppressione di un particolare batterio. In totale ci sono 6 gruppi:

  • antibiotici del gruppo aminopenicillina;
  • cefalosporine;
  • fluorochinoloni;
  • aminoglikozady;
  • carbamazepina;
  • macrolidi.
Torna al sommario

Gruppi antibiotici noti

Gruppo aminopenicillina

Prima di tutto, i medici si riferiscono al gruppo aminopenicillina. I preparati di questo gruppo eliminano qualitativamente E. coli e enterococchi, che sono spesso gli agenti responsabili dell'infiammazione negli organi del sistema genito-urinario (in particolare cistite e pielonefrite). Efficace nella fase mid-progressiva della malattia. Permesso di nominare donne durante la gravidanza e le madri che allattano, sono leggermente assorbite nel latte. Antibiotici noti: amoxicillina, penicillina, amoxiclav e ampicillina.

Iniezioni di ampicillina

L'ampicillina è disponibile sotto forma di granuli, capsule e polveri. Appartiene al gruppo di aminopenicilline con un ampio spettro di azione. Le iniezioni di ampillicina sono prescritte per le malattie dei reni e della vescica, il farmaco è efficace solo nel caso del decorso della malattia durante la moderata severità, in altri casi è inefficace.

Gruppo di cefalosporine

Questo gruppo è solitamente prescritto per complicazioni. La sostanza di trattamento è l'acido 7-ACC, che impedisce la transizione della forma acuta alla forma purulenta della pielonefrite. I farmaci in questo gruppo sono molto efficaci e il paziente si sentirà meglio in pochi giorni. Sono a bassa tossicità e non rappresentano alcun pericolo per il corpo. La medicina moderna è conosciuta con 4 generazioni di antibiotici di questo gruppo, hanno indicazioni diverse per lo scopo:

  • 1a, 2a generazione è prescritta per trattare un'infezione che causa infiammazione (l'azione è simile all'effetto dei farmaci del gruppo aminopenicillina);
  • La 3a generazione è un farmaco più forte con proprietà farmacocinetiche migliorate; lottando con forme più gravi di malattia;
  • La quarta generazione ha una vasta gamma di azioni e viene utilizzata per i pazienti con il grado più grave di malattia.
Farmaci gruppo cefalosporina prescritti per complicanze.

Il gruppo ha una serie di controindicazioni ed è proibito per i pazienti con insufficienza renale, reazione allergica alla sostanza trattante, così come per le donne in gravidanza e in allattamento. I nomi di noti farmaci: Cefalexina, Cefalotina, Zinnat, Claforan, Tamycin, Supraks, Ceforal, Tsiprolet. Quando le complicazioni prescrivono iniezioni della 2a e 3a generazione - "Cefatoksim", "Cefazolin".

fluorochinoloni

La nuova generazione di farmaci antibatterici:

  • La prima generazione di farmaci prescritti in caso di emergenza, quando esiste una probabilità di morte. Ha una serie di controindicazioni - è altamente sensibile ai componenti del trattamento, insufficienza renale ed epatica, epilessia, aterosclerosi, scarsa circolazione del sangue del cervello, vecchiaia. Sono noti i seguenti farmaci: "Ciprofloxacina", "Cifran", "Fleroxacin", "Ofloxacin", "Pefloxacin".
  • La seconda generazione viene utilizzata per la forma cronica di infiammazione o quando si verifica una transizione verso la forma di esacerbazione. Efficacemente alle prese con gli pneumococchi. Le controindicazioni sono le stesse con la 1a generazione di farmaci. Questi includono "Levofloxacina" e "Sparfloxacina".
Torna al sommario

"Digran" come un noto rappresentante di questo gruppo

La droga più popolare di questo gruppo. Ha ridotto la tossicità ed è efficace contro i batteri gram-positivi. Scaricato nel caso in cui la maggior parte dei farmaci del gruppo di aminoglicosidi, penicilline, cefalosporine siano già prive di potere (è stata sviluppata la resistenza dei batteri alla sostanza trattante).

aminoglicosidi

Scaricato con forme complicate di pielonefrite o nel caso in cui la malattia sia causata dal bacillo pio-purulento (bacilli gram-negativi). Gli aminoglicosidi sono farmaci con un effetto antibatterico locale. Ammissione vietata durante la gravidanza, insufficienza renale. Dopo aver usato questi antibiotici, ci sono problemi di udito e lo sviluppo di insufficienza renale. Questo gruppo include i seguenti nomi: "Amikacin", "Gentamicin", "Tobramycin", "Sizomycin" (l'Amikatsin è considerato il più comune).

carbamazepina

I farmaci ad ampio spettro, le loro sostanze curative fanno fronte attivamente a molti tipi di batteri (anche con microrganismi anaerobici). È prescritto per forme generalizzate con complicanze (la sconfitta di diversi organi da parte di batteri). Rack in relazione agli enzimi renali. Farmaci noti: Imipenem, Meropenem.

macrolidi

Agire efficacemente contro un gran numero di batteri gram-negativi e gram-positivi. Bassa tossicità e secondo il metodo di azione sui batteri sono simili alle penicilline. Spesso Sumamed (Azithromycin), Vilparen (Josamycin), Erythromycin, Eracin, Azithromycin, Kitamycin, Spiramicina, Roxithromycin, Midecamycin, Clacid, Oleandomicina, Oleetrina, Tetraoleana.

"Sumamed" o "Azithromycin"

Questo è un nuovo macrolide. È necessario assegnarlo a causa della capacità di raggiungere rapidamente il luogo infetto, grazie al quale il trattamento procede più velocemente. Questa capacità è condizionata dal fatto che dopo aver preso la sostanza curativa è ben assorbita nelle pareti del tratto gastrointestinale, viene rapidamente distribuita nei tessuti, penetra nelle cellule e si accumula nei leucociti (che contribuisce alla sua rapida penetrazione nel centro dell'infiammazione).

5 farmaci più famosi

Separatamente, seleziona l'elenco dei 5 farmaci più usati che trattano con successo le infiammazioni degli organi pelvici. Per molti anni, sono stati efficacemente usati in casi di cistite, pielonefrite, uretrite:

  • "Levofloxacina";
  • "Ciprofloxacina";
  • "Pefloksatsina";
  • "Ampicillina";
  • "Cefalotina".

"Ciprofloxacina" è un farmaco antibatterico ad ampio spettro del gruppo fluorochinolone di prima generazione. Assegnare per ricevere per via orale (somministrazione orale) o per via endovenosa. Il dosaggio è prescritto singolarmente (di solito 250 g 2 volte al giorno per via orale, fino a 400 g per via endovenosa). Controindicato in presenza di epilessia, insufficienza renale e altri disturbi gravi.

"Pefloxacina" è un farmaco antimicrobico del gruppo dei fluorochinoloni di prima generazione. Il dosaggio del farmaco è prescritto singolarmente a seconda della posizione dell'infiammazione e della gravità della malattia. Poiché la sostanza trattante ha un sapore amaro, si consiglia di prenderlo a stomaco vuoto, senza masticarlo, inghiottendolo con abbondante acqua.

"Levofloxacina" è una medicina dello stesso gruppo di fluorochinoloni, solo la 2a generazione. La forma di rilascio sotto forma di compresse e iniezioni (colpi). Il medico prescrive una dose di 200-700 mg, a seconda della gravità della forma della malattia. Gli effetti collaterali sono vertigini, diarrea, la probabilità di sviluppare candidosi. Controindicato nei pazienti con intolleranza ai componenti e in gravidanza.

"Cefalotina" - il nome del gruppo di cefalosporine farmaco. È prescritto per la pielonefrite, poiché la sostanza trattante combatte attivamente contro l'agente infettivo (E. coli, Klebsiella, enterococco). Per iniezioni "Cefalotina" ha prescritto un dosaggio fino a 2 g ogni 6 ore. Forse la nomina del farmaco in donne in gravidanza e insufficienza renale (piccole dosi).

Farmaci efficaci per trattare l'infiammazione dei reni

L'infiammazione dei reni si verifica spesso in modo imprevisto. Tale malattia colpisce altrettanto spesso i pazienti di entrambi i sessi, e questa malattia si riscontra spesso tra i bambini. La causa delle lesioni infiammatorie renali sono di solito agenti patogeni opportunisti che vivono nel corpo umano. Se le misure terapeutiche non vengono eseguite in tempo, l'infiammazione è piena di varie complicazioni. Pertanto, quando compaiono segni di infiammazione renale, è necessario consultare immediatamente uno specialista.

Farmaci per l'infiammazione dei reni

L'infiammazione renale è una patologia che è una lesione infettiva che si sviluppa nel parenchima e nelle strutture pelvi e pelvi. Tipicamente, l'infiammazione è accompagnata da manifestazioni ipertermiche, brividi e dolore lombare pronunciato. I bambini hanno spesso un'infiammazione cronica primaria, che inizialmente si manifesta senza alcuna manifestazione acuta.

L'infiammazione dei tessuti renali può manifestarsi come nefrite, glomerulonefrite o pielonefrite. Spesso, la nefrite viene diagnosticata nelle donne in gravidanza, perché in tale stato aumenta il carico sulle strutture del fegato e la difesa immunitaria è significativamente ridotta.

La terapia di tali condizioni si mira ad eliminare il dolore e la distruzione di infiammazione patogeni, renale pulito dalla sabbia e frantumazione concrezioni grandi, e il ripristino della funzionalità renale.

In generale, ai pazienti vengono prescritti farmaci con farmaci di vari gruppi:

  • diuretici;
  • antibatterico;
  • Preparati di calcio;
  • glucocorticosteroidi;
  • Agenti immunostimolanti;
  • Complessi vitaminici;
  • Gli antistaminici;
  • Droghe citostatiche;
  • Il mezzo per normalizzare la circolazione del sangue renale;
  • Farmaci antiipertensivi.

popolare

I rimedi popolari nel trattamento delle infiammazioni renali sono abbastanza popolari ed efficaci. Persino i medici credono che alcuni rimedi a base di erbe abbiano un effetto antinfiammatorio curativo sui reni. Attraverso l'uso di tali erbe può eliminare l'infiammazione e normalizzare l'attività delle strutture urinarie, che accelererà in modo significativo il recupero.

Tra le erbe medicinali più conosciute per le gemme si possono identificare Calendula e Altea, equiseto e spinoso, betulla, camomilla e ginepro. Le erbe sono preparate e prendono come il tè. E l'uso di stimmi di mais contribuisce al ritiro di liquidi in eccesso, sabbia e pietre più piccole. Un eccellente effetto antinfiammatorio e analgesico ha l'uva ursina, ampiamente utilizzata nell'infiammazione renale.

Ecco le ricette più comuni:

  • Un grande cucchiaio di uva ursina + un bicchiere di acqua bollente. L'impasto viene insinuato per mezz'ora, preso in un cucchiaio grande dopo aver mangiato per circa 30 minuti.Questo trattamento è controindicato per le donne in gravidanza e per coloro che soffrono di glomerulonefrite;
  • La stessa quantità di ginepro, liquirizia, stalnik e levistico si mescolano accuratamente. Prendi un cucchiaio abbondante di questa miscela in un bicchiere di acqua bollente. Coprire con un coperchio, insistere per 6 ore, quindi far bollire per 15 minuti. Bevanda per infusione per più volte. È raccomandato per le infiammazioni croniche. La gravidanza e l'infiammazione acuta sono una controindicazione per l'infusione;
  • Mescolare una parte della coda di cavallo e il sottaceto con 2 parti del poligono. Quindi un grande cucchiaio della miscela viene versato con 250 ml di acqua e incubato per 6 ore. Quindi è necessario far bollire la miscela per non più di 5 minuti, filtrare e bere un bicchiere al giorno.

Eccellenti proprietà curative per i reni hanno lo stigma di mais e le gemme di betulla. Esse sono prodotte come tè e prendere mezzo bicchiere di almeno 4-5 p. per il giorno. E 'anche il mezzo più efficace, secondo il parere di persone con problemi renali, è dieta vegetale basato sull'utilizzo di colture come zucca, anguria, albicocche e patate con la buccia.
Nel video, rimedi popolari per l'infiammazione dei reni:

farmaci

Poiché le lesioni infettive sono il principale fattore infiammatorio, gli antibiotici sono i farmaci più comuni usati per curarli. Sono attivamente utilizzati nel trattamento della cistite e della pielonefrite, della tubercolosi renale e della glomerulonefrite.

Inoltre, nominato:

  1. Diuretici a base di materiali vegetali, che hanno un effetto benefico sulla condizione dei reni e sul benessere generale del paziente.
  2. Preparazioni con principio attivo attivo sotto forma di acido pipemidinovy. Questi farmaci comprendono Pimidel, Urotractin o Palin. Questi farmaci sono i più efficaci nel trattamento dell'infiammazione urinaria nella popolazione maschile, che si è verificato sullo sfondo dell'adenoma prostatico. Prendere tali farmaci dovrebbe essere due volte al giorno dopo un pasto, una pillola. Ma per donne incinte e bambini, tali farmaci sono controindicati.
  3. Medicinali di origine vegetale ad azione antisettica. Solitamente nominato Canephron, che è prodotto in forma di pillola e sotto forma di gocce. Prendilo per 50 gocce o 2 pillole tre volte al giorno. La fitolisi, che è fatta sotto forma di pasta, può anche essere somministrata. Un cucchiaino di pasta si scioglie in mezzo bicchiere di acqua calda e dolcificata.

Questi rimedi a base di erbe devono necessariamente essere combinati con la terapia antibatterica antimicrobica, effettuata da farmaci come:

  • Ofloxacina o ciprofloxacina, in forma di compresse che assumono una compressa due volte al giorno, in forma iniettabile viene somministrato per via endovenosa in un dosaggio di 200-400 mg del farmaco. I bambini e le donne in gravidanza usano controindicato.
  • Norfloxacina, che viene assunta anche due volte al giorno, a 400 mg per un corso di 1-1,5 settimane. Controindicato anche nei bambini e nelle donne in gravidanza.
  • Aminopenicilline come la penicillina o l'amoxicillina. La penicillina è comunemente usata per trattare l'infiammazione dei reni in pazienti in una posizione.
  • Antibiotici cefalosporine come cefalexina, cefalotina, zinnat, claforano. Piuttosto farmaci efficaci che migliorano significativamente la condizione dei pazienti il ​​terzo giorno di terapia.
  • Aminoglycosides, particolarmente in pyelonephritis complicato. Assegna Amikatsin, Gentamicin, Netilmitsin e così via.

L'elenco dei farmaci per l'infiammazione dei reni è il seguente:

  • Diuretici come l'idroclorotiazide, che devono essere assunti in 1-2 pillole al giorno dopo la colazione;
  • Farmaci battericidi, per esempio, Meropenem, che è tenuto a prendere 500 mg per via endovenosa ogni 8 ore;
  • Normalizzazione della circolazione sanguigna renale - Trenpental. Di solito il farmaco viene somministrato per via endovenosa come parte di una infusione. Controindicato nei bambini;
  • Farmaci antipertensivi come Verapamil, che dovrebbe essere bevuto una pillola due volte al giorno mentre si mangia cibo. Le donne incinte non sono prescritte.

Molto spesso, quando l'infiammazione dei reni in entrambi gli uomini e le donne nominate iniezioni destinate ad eliminare i processi infettivi nei reni e sistema urinario. I più comuni sono iniezioni TSifran, Tsiprobay e così via. Ma questi strumenti possono assegnare solo un nefrologo o di altro specialista trattamento, indipendentemente dal loro uso di pericoloso.

iniezioni di potenti che riducono l'infiammazione dei reni, hanno un effetto terapeutico rapida, ma non sono generalmente raccomandate per l'uso durante l'infanzia o l'ospitare bambini. Tale terapia iniettiva viene eseguita in condizioni stazionarie sotto stretto controllo medico.
Nella recensione video dei farmaci per il trattamento dell'infiammazione dei reni:

Farmaci per la gravidanza

Quando si trasportano molte malattie possono essere esacerbate, perché il sistema immunitario è indebolito. Pertanto, le donne incinte con problemi renali sono raccomandate dieta priva di sale, assunzione limitata di liquidi, più movimento e alcune restrizioni nel cibo. Se fosse impossibile evitare complicazioni, allora è prescritto un farmaco.

Quali droghe bere per l'infiammazione dei reni, una domanda complicata dal fatto che la maggior parte dei farmaci non è adatta alle donne in gravidanza. Ma è necessario trattare l'infiammazione, dal momento che la malattia può essere seriamente complicata, che danneggia solo il bambino, causando parto prematuro, prematurità del feto, ecc. Se la mamma è andata in ospedale con pielonefrite, le viene somministrata una terapia antibiotica iniettabile con farmaci come Ceftriaxone o Cefazolin. Quest'ultimo non è prescritto per le donne incinte nei periodi di gestazione precoce, e nei mesi finali vengono utilizzati solo se c'è un bisogno speciale.

I pazienti di qualsiasi età e sesso sono assolutamente inaccettabili per prendere l'auto-medicazione per l'infiammazione dei reni. Qualsiasi farmaco, sia esso un farmaco farmaceutico o una prescrizione di medicina tradizionale, deve essere necessariamente coordinato con il nefrologo, e anche le donne in gravidanza devono essere risolte con la possibilità di riceverlo con un ostetrico-ginecologo. Le infiammazioni renali possono essere trattate, solo l'approccio ad esso deve essere professionale, quindi sarà possibile evitare la cronicità della patologia renale e altre complicazioni causate da un trattamento improprio.

Regole generali per l'assunzione di antidolorifici per colica renale

Per la colica renale, il trattamento del dolore è una componente indispensabile del trattamento. Questo tipo di dolore è considerato il più difficile per una persona, poiché le sensazioni sono equiparate a molto forti o quasi insopportabili. Un paziente già consapevole della colica renale cerca di prendere i farmaci necessari il più presto possibile per evitare la sofferenza. È importante conoscere le regole generali per l'uso di antidolorifici, i segni di overdose. È obbligatorio consultare un medico, poiché le sensazioni caratteristiche possono essere non solo in caso di colica renale, ma anche in altre patologie. È necessario non solo eliminare il dolore, ma anche pianificare il trattamento in modo che la colica renale non si ripeta.

Antidolorifici per il trattamento della colica renale a casa

Anche nel più piccolo kit di pronto soccorso a casa, ci sono sempre antidolorifici. Tra i permessi di libera vendita noti 2 grandi gruppi.

  • diclofenac;
  • ketorol;
  • ibuprofene;
  • meloxicam;
  • rofecoxib.
  • papaverina;
  • Nospanum;
  • platifillin;
  • Baralgin.

Ciascuno dei gruppi farmacologici sopra menzionati ha i suoi vantaggi e svantaggi, così come le controindicazioni all'uso. Qualsiasi rimedio può essere preso solo da una raccomandazione medica.

Antinfiammatorio non steroideo

Il Diclofenac sodico è considerato il "gold standard" per forza e durata. Il ketorolo e l'ibuprofene sono paragonabili a lui nella loro efficacia, ma possono provocare effetti collaterali piuttosto gravi. Il meloxicam e il rofecoxib sono considerati mezzi più sicuri, ma la loro azione potrebbe non avvenire così rapidamente.

Tutti i FANS sono caratterizzati da tali caratteristiche:

  • effetti combinati analgesici ed antipiretici;
  • mancanza di influenza sul sistema nervoso centrale;
  • nessuna sindrome da dipendenza e cancellazione dopo la fine dell'azione;
  • può essere nominato indefinitamente, poiché non è richiesto l'aggiustamento della dose (aumento).

Un importante vantaggio dei FANS è il fatto che la maggior parte di questi vengono escreti attraverso i reni. Pertanto, il composto farmacologico continua ad avere un effetto analgesico, essendo già presente nelle urine.

I FANS devono essere assunti se la sindrome del dolore è un sintomo di malattie infiammatorie, ad esempio la pielonefrite, la glomerulonefrite. Bere questo medicinale per lesioni traumatiche, calcoli renali è quasi inutile.

Convenientemente, la maggior parte dei FANS sono disponibili in varie forme di dosaggio. Le compresse possono essere assunte con te e bevute tranquillamente con l'inizio della colica renale. Le iniezioni per somministrazione intramuscolare e endovenosa sono un mezzo di riserva quando le condizioni di una persona continuano a deteriorarsi.

Antispasmodici miotropi

Goditi la meritata popolarità tra pazienti e medici. Il loro effetto principale è quello di ridurre il tono della muscolatura liscia degli organi interni e dei vasi di varie dimensioni, cioè l'eliminazione dello spasmo.

Un farmaco di questo gruppo farmacologico può alleviare la sofferenza di un paziente con urolitiasi, disturbi ischemici e processi spastici delle vie urinarie.

Il sollievo dal dolore con antispastici è relativamente sicuro, in quanto questi farmaci non influenzano il sistema nervoso centrale e non causano dipendenza.

La papaverina - l'alcaloide, che si trova in piccole quantità in oppio, può essere ottenuto sinteticamente. Compresse e iniezioni di papaverina disponibili per la somministrazione intradermica e intramuscolare. Può essere bevuto più volte al giorno secondo necessità. Il trattamento con papaverina può essere combinato con la terapia con altri antidolorifici. Questo principio attivo è generalmente ben tollerato, ma è controindicato per le persone con compromissione della conduzione cardiaca.

No-shpa (chiamato anche drotaverin) è chimicamente simile alla papaverina, ma il suo effetto analgesico è più pronunciato. Disponibile sotto forma di compresse e soluzioni iniettabili. La drotaverina può essere bevuta più volte al giorno, senza superare il dosaggio giornaliero. Bisogna fare attenzione quando si applica no-shpa a persone che hanno avuto reazioni allergiche ai farmaci.

Platyfillin è un alcaloide di vari tipi di yogurt. Ha un effetto bloccante su alcuni recettori (recettori M-colinergici), che elimina il dolore. Utilizzato in pillole e iniezioni sottocutanee. Controindicato nelle persone con glaucoma, gravi violazioni del fegato. Excreted nelle urine, quindi è consigliabile l'uso nelle malattie del sistema urinario.

Baralgin - medicina con una composizione combinata. Ha effetto analgesico e anti-infiammatorio. Sia la compressa che la forma di iniezione iniziano ad agire abbastanza velocemente. Si deve usare cautela nei pazienti con una storia di allergie e disturbi del sangue.

Antidolorifici folcloristici per coliche renali

Molti pazienti preferiscono alleviare se stessi con l'aiuto di ricette di medicina tradizionale e mezzi improvvisati della famiglia. Il primo soccorso per una persona che soffre di dolore con colica renale è limitare il movimento e mettere un riscaldatore caldo sulla regione lombare. Ciò contribuisce al flusso di sangue nell'area specificata, cioè diminuisce lo spasmo e migliora il flusso sanguigno nei reni.

Se non ci sono controindicazioni alle procedure idriche (malattie della pelle, ipertensione, difetti cardiaci), allora puoi fare un bagno caldo. Il suo effetto analgesico è anche associato a un miglioramento del flusso sanguigno renale.

Non dovresti sederti in un bagno caldo per ore, aumentando la temperatura dell'acqua all'interno. Se non si riscontrano miglioramenti nel corso di 30-40 minuti o altri sintomi spiacevoli (mal di testa, vertigini, dolore all'interno dei bulbi oculari), è necessario interrompere immediatamente le procedure idriche e utilizzare altri antidolorifici.

Tasse di erbe

Le spese mediche di erbe e frutti possono e devono essere assunte come agente profilattico per la colica renale. Ma è improbabile che tale trattamento sia efficace quando la pietra passa attraverso il tratto urinario o la glomerulonefrite acuta.

Tali tasse sono meritatamente popolari:

  • una miscela di pinoli, mandorle, datteri e zafferano;
  • decotto di radice di asparagi, semi di carota selvatica, menta, cavallo matto, rosa canina e cicoria;
  • semi di lino in combinazione con semi di adrenalina.

I preparati medicinali a base di erbe sono l'ideale per i pazienti che assumono altri farmaci, poiché tali approcci al trattamento sono perfettamente combinati.

Uso di antidolorifici

Gli antidolorifici iniettabili per colica renale sono un farmaco di riserva quando le forme preformate e gli strumenti domestici non sono più validi. Abbastanza rapidamente aiuta con l'iniezione di coliche renali:

  • baralgina;
  • Drotaverina (cioè, shpy);
  • papaverina;
  • platifillina.

Si deve sempre ricordare che il medico dovrebbe raccomandare i preparativi per la somministrazione intramuscolare (endovenosa, intradermica) e che un operatore sanitario qualificato dovrebbe eseguirlo direttamente.

Antidolorifici in ospedale

In un ambiente ospedaliero, i medici possono prescrivere farmaci che non sono disponibili per l'acquisto in una farmacia normale. Stiamo parlando di stoccaggio rigoroso dei farmaci, cioè analgesici narcotici. I più usati sono promedol, morfina e omnopon.

Per tutti gli analgesici narcotici sono caratterizzati da tali caratteristiche:

  • grave attività analgesica;
  • effetto speciale sul sistema nervoso centrale;
  • sviluppo della dipendenza e dipendenza con l'uso regolare;
  • la necessità di utilizzare antidoti specifici per il sovradosaggio.

La morfina è il principale rappresentante del gruppo di analgesici narcotici. Provoca euforia pronunciata, è a lui si verifica la più rapida dipendenza. L'effetto iniziale si avverte entro 15 minuti dalla somministrazione e dura fino a 5 ore. Controindicato negli anziani.

Promedol è un derivato sintetico di uno dei componenti della morfina. Ha la più forte capacità analgesica, può essere somministrato per via orale o parenterale. Valido per 3-4 ore.

Omnopon sopprime tutti i tipi di sensibilità, incluso il dolore. Disponibile sotto forma di polveri e soluzione iniettabile. Controindicato nell'insufficienza respiratoria e negli anziani.

Il trattamento con analgesici narcotici è indicato solo con l'inefficacia di altri farmaci, dovrebbe avere una durata minima.

Overdose di antidolorifici per colica renale

I farmaci antidolorifici per colica renale devono essere usati in accordo con i dosaggi standard e il regime di somministrazione. Ci sono casi in cui queste regole vengono ignorate e il paziente riceve significativamente più sostanza attiva di quanto dovrebbe.

La comparsa di tali sintomi può indicare un'overdose di antidolorifici:

  • forte mal di testa;
  • disturbo della coscienza (delirio, confusione, allucinazioni);
  • vomito, particolarmente ripetuto;
  • dolore addominale;
  • decolorazione delle urine.

Va ricordato che il sovradosaggio da farmaci è una condizione pericolosa per la vita. Nessun rimedio casalingo dovrebbe essere applicato. La situazione può essere modificata solo in ospedale: viene eseguita una terapia antidotica specifica, massicce iniezioni di infusione, a volte emodialisi.

Controindicazioni all'uso di antidolorifici per colica renale

I farmaci antidolorifici sono controindicati per le persone con gravi patologie epatiche, cardiache e polmonari. Situazioni specifiche sono elencate nelle istruzioni per ciascun farmaco. Ma la principale controindicazione è una diagnosi imprecisa. Il dolore severo non è necessariamente colica renale. Le stesse sensazioni possono verificarsi con "addome acuto", gravidanza ectopica, apoplessia ovarica e torsione della formazione cistica. Pertanto, il dolore grave è un pretesto per consultare un medico, non per il trattamento domiciliare.

Iniezioni renali

Le malattie degli organi interni del bacino sono accompagnate da sensazioni spiacevoli nell'addome inferiore. Solo un urologo è in grado di prescrivere antibiotici efficaci per le malattie renali, che aiuteranno efficacemente ogni singolo paziente. Pertanto, se si riscontrano sintomi di infiammazione, non ritardare il viaggio dal medico. Infatti, durante i periodi di raffreddamento stagionale nel corpo, le malattie e i processi infiammatori negli organi pelvici diventano più acuti. Le malattie più comuni considerano:

pielonefrite (infiammazione dei reni), cistite (infiammazione della vescica), uretrite (malattia del tratto urinario).

È pericoloso assumere antibiotici per curare le malattie renali?

L'auto-trattamento per questi problemi non è desiderabile, sono in grado di progredire e svilupparsi in forme croniche, o causare ogni sorta di complicazioni nei reni o nella vescica (ad esempio, l'enuresi). Quando vengono rilevati i sintomi caratteristici, vale la pena consultare immediatamente un urologo. Dirige il paziente alla diagnosi e, sulla base dei risultati, scrive un efficace corso di trattamento. Sempre i medici ricorrono all'uso di agenti antibatterici. Nonostante l'effetto negativo degli antibiotici sul corpo (violazione della microflora, insufficienza renale), sono in grado di curare l'infiammazione in breve tempo.

Dopo gli antibiotici, il lavoro della microflora intestinale viene interrotto, quindi, dopo la fine della terapia, gli urologi consigliano di condurre un ciclo di recupero del corpo con probiotici (prodotti a base di componenti vegetali).

Vale la pena notare che gli agenti antibatterici non sono una panacea per il dolore nei reni, per il trattamento con compresse nel complesso. La medicina moderna fornisce una vasta gamma di farmaci dai reni, la cui azione è volta a combattere i sintomi e l'agente patogeno individuale. Per eliminare i sintomi, vengono presi gli spasmolitici, per alleviare l'infiammazione - anti-infiammatori, per abbassare la temperatura - i farmaci antipiretici.

Quali antibiotici per le malattie renali sono più spesso prescritti dai medici? Esistono diversi gruppi di farmaci la cui azione è concentrata sulla soppressione di un particolare batterio. In totale ci sono 6 gruppi:

antibiotici di gruppo aminopenicillina; cefalosporine; fluorochinoloni; aminoglicosidi; carbamazepine; macrolidi. Torna all'indice

Gruppi antibiotici noti

Gruppo aminopenicillina

I preparati del gruppo aminopenicillina eliminano qualitativamente E. coli e enterococchi.

Prima di tutto, i medici si riferiscono al gruppo aminopenicillina. I preparati di questo gruppo eliminano qualitativamente E. coli e enterococchi, che sono spesso gli agenti responsabili dell'infiammazione negli organi del sistema genito-urinario (in particolare cistite e pielonefrite). Efficace nella fase mid-progressiva della malattia. Permesso di nominare donne durante la gravidanza e le madri che allattano, sono leggermente assorbite nel latte. Antibiotici noti: amoxicillina, penicillina, amoxiclav e ampicillina.

Torna al sommario

Iniezioni di ampicillina

L'ampicillina è disponibile sotto forma di granuli, capsule e polveri. Appartiene al gruppo di aminopenicilline con un ampio spettro di azione. Le iniezioni di ampillicina sono prescritte per le malattie dei reni e della vescica, il farmaco è efficace solo nel caso del decorso della malattia durante la moderata severità, in altri casi è inefficace.

Torna al sommario

Gruppo di cefalosporine

Questo gruppo è solitamente prescritto per complicazioni. La sostanza di trattamento è l'acido 7-ACC, che impedisce la transizione della forma acuta alla forma purulenta della pielonefrite. I farmaci in questo gruppo sono molto efficaci e il paziente si sentirà meglio in pochi giorni. Sono a bassa tossicità e non rappresentano alcun pericolo per il corpo. La medicina moderna è conosciuta con 4 generazioni di antibiotici di questo gruppo, hanno indicazioni diverse per lo scopo:

1a, 2a generazione prescritta per il trattamento di infezioni che causano infiammazione (l'azione è simile all'azione dei farmaci aminopenicillina), 3a generazione - si tratta di farmaci più potenti con migliori proprietà farmacocinetiche; lottando con forme più gravi della malattia, la quarta generazione ha una vasta gamma di azioni e viene utilizzata per i pazienti con il grado più grave della malattia. Farmaci gruppo cefalosporina prescritti per complicanze.

Il gruppo ha una serie di controindicazioni ed è proibito per i pazienti con insufficienza renale, reazione allergica alla sostanza trattante, così come per le donne in gravidanza e in allattamento. I nomi di noti farmaci: Cefalexina, Cefalotina, Zinnat, Claforan, Tamycin, Supraks, Ceforal, Tsiprolet. Quando le complicazioni prescrivono iniezioni della 2a e 3a generazione - "Cefatoksim", "Cefazolin".

Torna al sommario

fluorochinoloni

La nuova generazione di farmaci antibatterici:

La prima generazione di farmaci prescritti in caso di emergenza, quando esiste una probabilità di morte. Ha una serie di controindicazioni - è altamente sensibile ai componenti del trattamento, insufficienza renale ed epatica, epilessia, aterosclerosi, scarsa circolazione del sangue del cervello, vecchiaia. Sono noti i seguenti farmaci: "Ciprofloxacina", "Cifran", "Flossacina", "Ofloxacina", "Pefloxacina" La seconda generazione è utilizzata per l'infiammazione cronica o quando si osserva una transizione verso una riacutizzazione. Efficacemente alle prese con gli pneumococchi. Le controindicazioni sono le stesse con la 1a generazione di farmaci. Questi includono "Levofloxacina" e "Sparfloxacina". Ritorna al sommario

"Digran" come un noto rappresentante di questo gruppo

I fluorochinoloni sono prescritti in caso di emergenza.

La droga più popolare di questo gruppo. Ha ridotto la tossicità ed è efficace contro i batteri gram-positivi. Scaricato nel caso in cui la maggior parte dei farmaci del gruppo di aminoglicosidi, penicilline, cefalosporine siano già prive di potere (è stata sviluppata la resistenza dei batteri alla sostanza trattante).

Torna al sommario

aminoglicosidi

Scaricato con forme complicate di pielonefrite o nel caso in cui la malattia sia causata dal bacillo pio-purulento (bacilli gram-negativi). Gli aminoglicosidi sono farmaci con un effetto antibatterico locale. Ammissione vietata durante la gravidanza, insufficienza renale. Dopo aver usato questi antibiotici, ci sono problemi di udito e lo sviluppo di insufficienza renale. Questo gruppo include i seguenti nomi: "Amikacin", "Gentamicin", "Tobramycin", "Sizomycin" (l'Amikatsin è considerato il più comune).

Torna al sommario

carbamazepina

I farmaci ad ampio spettro, le loro sostanze curative fanno fronte attivamente a molti tipi di batteri (anche con microrganismi anaerobici). È prescritto per forme generalizzate con complicanze (la sconfitta di diversi organi da parte di batteri). Rack in relazione agli enzimi renali. Farmaci noti: Imipenem, Meropenem.

Torna al sommario

macrolidi

Agire efficacemente contro un gran numero di batteri gram-negativi e gram-positivi. Bassa tossicità e secondo il metodo di azione sui batteri sono simili alle penicilline. Spesso Sumamed (Azithromycin), Vilparen (Josamycin), Erythromycin, Eracin, Azithromycin, Kitamycin, Spiramicina, Roxithromycin, Midecamycin, Clacid, Oleandomicina, Oleetrina, Tetraoleana.

Torna al sommario

"Sumamed" o "Azithromycin"

I macrolidi raggiungono rapidamente il luogo infetto, il che accelera il processo di trattamento.

Questo è un nuovo macrolide. È necessario assegnarlo a causa della capacità di raggiungere rapidamente il luogo infetto, grazie al quale il trattamento procede più velocemente. Questa capacità è condizionata dal fatto che dopo aver preso la sostanza curativa è ben assorbita nelle pareti del tratto gastrointestinale, viene rapidamente distribuita nei tessuti, penetra nelle cellule e si accumula nei leucociti (che contribuisce alla sua rapida penetrazione nel centro dell'infiammazione).

Torna al sommario

5 farmaci più famosi

Separatamente, seleziona l'elenco dei 5 farmaci più usati che trattano con successo le infiammazioni degli organi pelvici. Per molti anni, sono stati efficacemente usati in casi di cistite, pielonefrite, uretrite:

"Ciprofloxacina" è un farmaco antibatterico ad ampio spettro del gruppo fluorochinolone di prima generazione. Assegnare per ricevere per via orale (somministrazione orale) o per via endovenosa. Il dosaggio è prescritto singolarmente (di solito 250 g 2 volte al giorno per via orale, fino a 400 g per via endovenosa). Controindicato in presenza di epilessia, insufficienza renale e altri disturbi gravi.

"Pefloxacina" è un farmaco antimicrobico del gruppo dei fluorochinoloni di prima generazione. Il dosaggio del farmaco è prescritto singolarmente a seconda della posizione dell'infiammazione e della gravità della malattia. Poiché la sostanza trattante ha un sapore amaro, si consiglia di prenderlo a stomaco vuoto, senza masticarlo, inghiottendolo con abbondante acqua.

"Levofloxacina" è una medicina dello stesso gruppo di fluorochinoloni, solo la 2a generazione. La forma di rilascio sotto forma di compresse e iniezioni (colpi). Il medico prescrive una dose di 200-700 mg, a seconda della gravità della forma della malattia. Gli effetti collaterali sono vertigini, diarrea, la probabilità di sviluppare candidosi. Controindicato nei pazienti con intolleranza ai componenti e in gravidanza.

"Cefalotina" - il nome del gruppo di cefalosporine farmaco. È prescritto per la pielonefrite, poiché la sostanza trattante combatte attivamente contro l'agente infettivo (E. coli, Klebsiella, enterococco). Per iniezioni "Cefalotina" ha prescritto un dosaggio fino a 2 g ogni 6 ore. Forse la nomina del farmaco in donne in gravidanza e insufficienza renale (piccole dosi).

Trattamento dell'infiammazione dei rimedi popolari dei reni

I rimedi popolari sono un ottimo modo per combattere l'infiammazione dei reni. Brodi, tinture di erbe medicinali aiutano i reni a funzionare normalmente. Se una persona è preoccupata per la cistite o la nefrite, l'infusione di fiori secchi di fiordaliso blu ridurrà l'infiammazione e accelererà il trattamento dell'infiammazione dei reni. La stessa proprietà curativa non ha erbe meno popolari e utili, come l'equiseto di campo. Se lo fai, dopo un'ora il paziente sarà in grado di bere una bevanda davvero utile che guarisce la sua malattia.

Molti medici che basano il loro trattamento su metodi collaudati popolari, consigliano foglie d'uva ursina, influendo positivamente sul corpo umano. In questo modo, puoi alleviare l'infiammazione e il dolore. Di solito questo corso dura un mese, dopo di che si consiglia di sospendere per almeno due settimane. Ma prendere le erbe senza consultare un medico non vale la pena. Ognuno di loro ha le sue controindicazioni che devono essere considerate solo in combinazione.

I rimedi popolari influenzano l'infiammazione dei reni delicatamente, impercettibilmente. L'unica regola è che è importante prendere le erbe o qualsiasi tinture prima di mangiare. In nessun caso non interrompere l'ordine, in modo da non ridurre le prestazioni generali.

Ecco alcuni trattamenti che aiuteranno una persona a riportare i reni a una vita piena.

Con la nefrite acuta e cronica, con l'espansione dei reni, vi verrà prescritto il trattamento dell'infiammazione dei reni con rimedi popolari. Per questo avrai bisogno di:

1 tazza di acqua bollente e 1 cucchiaio. l. uva ursina. Questa miscela viene infusa in calore per 30 minuti. È necessario utilizzare la tintura un paio di volte al giorno per 1 cucchiaio. l. in 30 minuti dopo aver mangiato cibo. Glomerulonefrite e gravidanza - controindicazioni nell'uso di questo metodo. 3 tazze di acqua fredda e 1 cucchiaio. l. uva ursina. Portare tutto a ebollizione e poi far bollire a fuoco basso fino a che 1/3 del decotto evapora. Successivamente, utilizzare il decotto risultante per l'intera giornata in più fasi.

Per la nefrite cronica, è necessario mescolare:

lovystock root, la radice di stalnik, la radice di liquirizia ei frutti di ginepro sono interconnessi in parti uguali. 1 tazza di acqua bollente versare 1 cucchiaio. l. mescolare, quindi lasciare riposare per 6 ore e 15 minuti. bollire e filtrare. Questa infusione può essere bevuta in diversi ricevimenti. Durante la gravidanza e l'infiammazione acuta dei reni, non è consigliabile berlo. 25 g di pikulnik di erba mescolati con 25 g di coda di cavallo di erba e aggiungono 50 g di poligono. Versare 1 bicchiere di acqua fredda 1 cucchiaio. l. la miscela Va infuso per 6 ore, quindi bollire per 5 minuti. e decantare. Bevi 1-2 bicchieri al giorno.

Trattamento dell'infiammazione dei reni con le erbe

Con l'aiuto di una dieta di frutta e verdura, con una quantità limitata di sale, spezie, proteine, malattie renali possono essere curate. I principali nemici nel trattamento dell'infiammazione dei reni sono l'uso di tabacco e alcol. Se il liquido nel corpo viene ritardato, il gonfiore è chiaramente visibile sul viso e sulle gambe, il tè diuretico farmaceutico può essere un buon modo per sbarazzarsene.

Se il caso è in esecuzione, sarebbe bello aggiungere la seta di mais, boccioli di betulla. Hanno bisogno di bere mezza tazza 4-5 volte al giorno. In questo caso, è importante che la quantità di urina escreta sia molto più grande del volume di liquido assorbito all'interno. Dalla quantità di urina escreta, il risultato del trattamento a base di erbe è visibile.

Una dieta di frutta e verdura aiuta anche a eliminare i liquidi dal corpo. Il sale, al contrario, contiene acqua. Pertanto, anguria - la bacca che aiuterà a normalizzare i reni. Può essere mangiato tutto il giorno, più volte. La crosta di anguria, che è rimasta dopo la fine, viene essiccata e utilizzata per preparare le infusioni, che sarà un meraviglioso diuretico, che presto libererà i reni. Il trattamento dell'infiammazione del rene con le erbe aiuta a migliorare la funzionalità renale.

Le persone con i reni non sani, la medicina tradizionale consiglia di utilizzare il più possibile le patate bollite "in uniforme", che dovrebbe mantenere il suo calore fino all'uso.

100-150 g di albicocche secche trattano malattie croniche ed edemi. La sabbia e le piccole pietre sono avena ordinaria ben derivata. 0,5 l di lattine di avena non raffinata vengono riempite con 1 litro di acqua bollente e fatte bollire per un'ora. Quindi filtrato e preso 1/2 tazza 3 volte al giorno. La seta di mais è usata come coleretica, leggermente diuretica.

Nel trattamento dell'infiammazione dei reni, della vescica e delle vie urinarie, così come dell'edema di origine cardiaca, l'equiseto funge da diuretico. Questo rimedio popolare rimuove il piombo dal corpo. Per questo, viene preparato un decotto (10 g per 200 g). Tuttavia, l'equiseto di campo è dannoso per qualsiasi giada. Più spesso è usato nel trattamento della cistite, l'uretrite.

La zucca è indispensabile. Ripristina i processi metabolici nel corpo e pulisce perfettamente i reni. Ciò richiederà succo di zucca fresco, che viene consumato 3/4 tazza 3 volte al giorno o 500 g di polpa grattugiata.

Trattamento farmacologico dell'infiammazione dei reni

L'acido ascorbico, la rutina e i diuretici, la vitamina B e gli integratori di calcio possono essere considerati come trattamento farmacologico dell'infiammazione del rene. Con l'esacerbazione della malattia o il raggiungimento dell'effetto della terapia complessa, si utilizzano emosorbimento e plasmaferesi. Trattamento con citostatici:

ciclofosfamide, che deve essere assunto sotto forma di compresse o sotto forma di polvere sciolta in acqua nelle prime ore del mattino, bevendo immediatamente una grande quantità di acqua bollita. La gravidanza, l'allattamento al seno, il cancro alla vescica sono correlati alle controindicazioni di questo farmaco; L'azatioprina inizia con una dose considerevole di 5 mg / kg per bocca. Le principali controindicazioni sono: ipersensibilità, insufficienza epatica, gravidanza.

Tutti questi farmaci contribuiscono al miglioramento delle condizioni fisiche. Tuttavia, è importante condurre tale terapia esclusivamente sotto la stretta supervisione di uno specialista con la prescrizione obbligatoria di studi medici e di laboratorio necessari e urgenti in dinamica. Nel complesso la terapia può essere inclusa e il trattamento di salute resort. In assenza di insufficienza renale, il trattamento di ricovero è prescritto in Truskavets, Essentuki, Zheleznovodsk. Nella località turistica della Repubblica Ceca, precisamente a Marianske Lazne, viene trattata l'infiammazione dei reni e delle vie urinarie. Ma le indicazioni e le controindicazioni dipendono dalla malattia stessa, che è causata dall'infiammazione dei reni.

Si raccomanda di trattare l'infiammazione acuta dei reni. Il paziente viene solitamente ricoverato in ospedale, assegnandogli riposo a letto, dieta e alcolismo. Senza antibiotici o altri farmaci antibatterici chimici non si può fare. In quel momento, quando uno specialista prescrive un trattamento, si orienta sul risultato di un'analisi della sensibilità dei microrganismi trovati nelle urine agli antibiotici. Il trattamento inizia con il farmaco più veloce. Gli antibiotici di vari gruppi aiutano a trattare la pielonefrite: i preparati di fluorochinolone e nitrofurano sono molto utili in questo caso (questo gruppo di farmaci comprende furadonina, furagina, furazolidone e neri, che sono moderatamente utili per le infezioni croniche del tratto urinario a bassa intensità negli anziani. restrizioni sul loro uso.La durata media del trattamento con questi agenti è da 7 a 10 giorni.), acido nitrossilico. In modo che pyelonephritis non entri in terapia cronica di antibiotico di prescrizione fino a 6 settimane, né meno. Inoltre, usano anche immunostimolanti (decaris, prodigeosan). Con un normale decorso della malattia e un trattamento strutturato, i risultati del trattamento migliorano dopo una settimana e per quattro settimane ci sarà un recupero completo. Il trattamento farmacologico dell'infiammazione dei reni è un effetto piuttosto fruttuoso sul corpo umano.

Trattamento dell'infiammazione dei reni con farmaci

Se il paziente ha i primi sintomi di infiammazione dei reni, è necessario consultare immediatamente un medico che determinerà se è necessario prescrivere un trattamento di infiammazione dei reni con farmaci o si può solo fermarsi alle ricette della medicina tradizionale. Ma in ogni caso, la pielonefrite, se presente, dovrebbe essere trattata in modo completo. Il primo passo è distruggere l'infezione che causa l'infiammazione dei reni. Parallelamente, viene prescritto un trattamento con preparati antisettici per alleviare l'infiammazione del rene. Se si tenta di rifiutare il trattamento della malattia, l'insufficienza renale potrebbe presto svilupparsi.

Il tradizionale trattamento medico dell'infiammazione del rene può essere attribuito all'uso di vari farmaci, tra cui:

antisettici a base di erbe (kanefron consigliato per eliminare un'infezione del tratto urinario, 2 compresse o 50 gocce del farmaco 3 volte al giorno. Controindicazioni: ipersensibilità ai componenti del farmaco; phytolysin assumere 1 cucchiaino in 1/2 tazza di acqua tiepida e leggermente dolce 3 volte al giorno dopo i pasti. Le controindicazioni di questo farmaco sono anche malattie infiammatorie acute dei reni, nefrosi (malattia renale), litiasi fosfatica (calcoli renali di fosfato), preparazioni di acido pimemidinico (palin, urotractin, pimid abete rosso), che sono abbastanza efficaci negli uomini che sono preoccupati per le infezioni del tratto urinario sullo sfondo dell'adenoma prostatico, di solito vengono scaricati 1 capsula 2 volte al giorno dopo i pasti Controindicazioni comprendono malattie del sistema nervoso centrale, grave insufficienza renale, cirrosi epatica, bambini e l'adolescenza a 14 anni, il periodo di gravidanza e allattamento. Diuretici a base di rimedi popolari che hanno un effetto benefico sulla malattia renale.

Tutto ciò deve necessariamente essere combinato con una terapia di supporto e antimicrobica per ridurre la quantità di effetti nocivi sul sistema urinario. Molto spesso, il trattamento principale è volto a migliorare il lavoro dell'intero apparato urinario, eliminando tali complicazioni e conseguenze come l'urolitiasi, l'adenoma prostatico, ecc.

Farmaci per l'infiammazione dei reni

Il trattamento per l'infiammazione dei reni è meglio non farlo a casa, ma in ospedale. Solo lì specialisti esperti saranno in grado di fornire assistenza qualificata tempestiva e adeguata. Con l'aiuto della terapia antibatterica, disintossicante e immunostimolante, il benessere può essere presto migliorato.

Se non si dispone di edema, il medico può consentire di bere 2-3 litri di liquidi al giorno. Può includere acqua minerale, succhi, gelatine, composte. Succhi di mirtillo e mirtillo rosso, le bevande alla frutta sono più efficaci in questo momento, perché possono ridurre l'infiammazione. Cucinare il sale è meglio non usare quando si mangia affatto. Massimo 5 g al giorno. Diuretico: anguria, melone, zucca, che puliscono le vie urinarie da germi e muco possono essere inclusi nella dieta del paziente.

I primi 3 giorni sono i migliori per sedersi sul cibo acidificante (pane e prodotti a base di farina, carne, uova). Dopodiché, per altri 3 giorni, segui una dieta alcalinizzante (verdure, frutta, latte).

Se questo non è abbastanza, il medico sarà obbligato a prescrivere i farmaci del paziente per l'infiammazione dei reni. Può essere agenti antibatterici di diversi gruppi con un ampio spettro di azione. I più efficaci sono il fluorochinolone:

Norfloxacina (Dosaggio e modalità di somministrazione: per bocca 400 mg 2 volte al giorno Con infezioni del tratto urinario non complicate - per 7-10 giorni, con cistite non complicata - 3-7 giorni Controindicazioni: ipersensibilità ad alcuni farmaci, bambini e adolescenti, gravidanza, periodo di allattamento al seno. Dovremmo fare attenzione se una persona ha aterosclerosi dei vasi cerebrali, alterata circolazione cerebrale, sindrome epilettica e insufficienza renale / epatica), ofloxacina e ciproflox qing (Il dosaggio è individuale per ciascun paziente e viene assunto per via orale - 250-750 mg 2 volte / die. E per la somministrazione ev, una dose singola deve essere di 200-400 mg, non più di 2 volte al giorno. portare la stessa ipersensibilità, uso simultaneo con tizanidina, età infantile, gravidanza, periodo di allattamento, ecc. Tutti questi farmaci hanno una bassa tossicità, che consente di portarli fino a 2 volte al giorno e possono essere usati da pazienti di qualsiasi età).

Con un corso adeguatamente dettagliato, l'assunzione di farmaci aiuterà il paziente a sentirsi meglio in una settimana. Dopo quattro settimane, il paziente può riprendersi completamente. Tuttavia, gli antibiotici dovrebbero essere presi per altre 2-3 settimane, perché il trattamento deve essere effettuato fino a quando i germi non sono completamente rimossi dalle urine. Ma se l'infiammazione è trascurata, trasformata in purulenta, non si può far fronte qui senza un intervento chirurgico. È necessario ricorrere ad esso in presenza di pietre nei reni, se la pietra non è in grado di allontanarsi da sola, e non può essere eliminata con strumenti speciali.

Vale la pena notare che a mezzi efficaci contro l'infiammazione renale, è possibile aggiungere i seguenti mezzi:

battericida: meropenem (Dosaggio: adulti con polmonite, infezioni del tratto urinario, malattie infettive e infiammatorie degli organi pelvici, infezioni della pelle e dei tessuti molli sono raccomandati 500 mg Metodo di somministrazione: IV ogni 8 ore Controindicazioni: ipersensibilità, età dei bambini (fino a 3 mesi: abbassamento della pressione arteriosa: verapamil (dosaggio: la dose giornaliera per l'ipertensione è fino a 480 mg. (1 compressa al mattino e alla sera, con un intervallo di circa 12 ore tra le dosi) Per abbassare lentamente la pressione sanguigna, la prima dose deve essere di 120 m g 1 volta al giorno al mattino Metodo di somministrazione: è meglio farlo durante o dopo un pasto.Non c'è bisogno di sciogliersi, si può bere con il liquido, senza masticare Controindicazioni: shock cardiogeno, ipotensione, infarto miocardico acuto, gravidanza, allattamento al seno); diuretici: idroclorotiazide (dosaggio: 1-2 compresse al giorno Modalità di somministrazione: presa dopo che il paziente ha fatto colazione, di solito al mattino Controindicazioni: non indicato per i pazienti con ipersensibilità individuale, nonché per le persone che ne sono interessate aktozemiya, deficit di lattasi. Non raccomandato per i pazienti che soffrono di grave compromissione della funzione renale, una forma complessa di diabete mellito e gotta, nonché una disfunzione epatica); per migliorare la circolazione sanguigna nei reni: trenpentali (dosaggio: iniettato per via endovenosa lentamente iniettato a una dose di 0,1 g in 250-500 ml di soluzione di cloruro di sodio isotonico o in soluzione di glucosio al 5% (tempo di somministrazione - 90-180 minuti). (a e b / c) (è preferibile che il paziente si trovi in ​​posizione "sdraiata"), intramuscolare, verso l'interno Controindicazioni: alta sensibilità, infarto miocardico acuto, sanguinamento eccessivo, emorragia cerebrale, retina, aterosclerosi coronarica o cerebrale, disturbi del ritmo cuore, età da bambini fino a 18 anni).

L'uso e le controindicazioni dei suddetti farmaci devono essere esaminati sulla confezione, così come OBBLIGATORIO dal proprio medico.

Non automedicare! Possono solo danneggiare la loro salute. Il trattamento può essere osservato solo sotto la supervisione completa di un medico.

Iniezioni per infiammazione dei reni

Oltre al trattamento medico, il medico prescrive di solito le iniezioni per la prevenzione della grave malattia renale durante l'infiammazione dei reni. Ma questo succede solo in caso di emergenza. Di solito, il medico raramente ricorre a questo: gli basta prescrivere antibiotici. Le iniezioni nel trattamento dell'infiammazione dei reni possono essere veloci, perché, a differenza delle droghe, passano rapidamente nel corpo. Colpi abbastanza forti colpi forti sono prescritti per le infezioni del tratto urinario. Questi includono il digitale, che si consiglia di assumere 500 mg ogni 12 ore Nei pazienti con insufficienza renale grave, è meglio ridurre la dose totale giornaliera della metà. Questi scatti sono controindicati nei pazienti con ipersensibilità alla ciprofloxacina o ad altri fluorochinoloni. Non può essere battuto per i bambini di età inferiore ai 16 anni, così come le donne in gravidanza e in allattamento. Su prescrizione, è possibile effettuare iniezioni del farmaco, che si chiama cyprobay. Con infezioni non complicate del tratto urinario inferiore e superiore, dosi singole per via endovenosa possono raggiungere 2x100 mg. al giorno e con infezioni del tratto urinario complicate (a seconda della gravità), la dose giornaliera può essere 2x200 mg. Le controindicazioni sono ipersensibilità alla ciprofloxacina o ad altri farmaci. Il farmaco non è raccomandato durante la gravidanza e l'allattamento. Ma tutte queste iniezioni non sono così popolari come la medicina alternativa, che molte persone amano tanto nel nostro tempo.

Al fine di selezionare correttamente i farmaci, nonché di nominare un trattamento competente per l'infiammazione dei reni, i pazienti devono essere testati e sottoposti a un esame appropriato. Compresse moderne per l'infiammazione dei reni sono ben percepite e assorbite da tutti i gruppi di pazienti. Tuttavia, ci sono casi in cui i farmaci da soli non sono sufficienti. Quindi, al fine di ridurre l'infiammazione dei reni, il medico scrive una prescrizione per le iniezioni potenti, che hanno un effetto rapido. Di solito il trattamento viene effettuato in un ospedale sotto la supervisione di medici saggi. La terapia complessa della malattia include un trattamento profilattico e di cura in località climatiche.

Trattamento dell'infiammazione del rene con antibiotici

Se la medicina tradizionale non aiuta e il medico prescrive antibiotici, la situazione non cambia. Quando il dolore aumenta, puoi rimanere a letto a riposo. Tuttavia, i medici consigliano di condurre uno stile di vita mobile, saturo, muoversi di più, più spesso è all'aria aperta. La migliore prevenzione è una giornata di digiuno, basata su una dieta a base di cocomeri.

Se c'è un processo infiammatorio nei reni o nel sistema urogenitale, il medico prescrive immediatamente un ciclo di trattamento con antibiotici. Da un lato, gli antibiotici per loro natura batterica giustificano le prescrizioni del medico, ma d'altra parte, il trattamento dell'infiammazione del rene con antibiotici può avere conseguenze disastrose per tutti gli organi interni, compresi i reni indeboliti. Le donne incinte, in virtù della loro posizione, per esempio, e dei bambini, in virtù della loro età e dell'organismo ancora fragile, ricorrono piuttosto alla medicina alternativa.

Gli antibiotici fanno parte dello schema, anche se il più grave per il corpo, gli effetti sul corpo. Senza un dottore non è abbastanza. È obbligato a stabilire una terapia di mantenimento, se necessario, combinare la medicina tradizionale e quella alternativa. Ma non da solo, per non peggiorare una data condizione umana.

I farmaci più frequentemente usati per l'infiammazione degli antibiotici dei reni includono:

Aminopenicilline: amoxicillina, penicillina, che hanno una maggiore attività contro gli enterococchi e l'Escherichia coli. Il principale svantaggio di tali farmaci è che sono esposti agli enzimi principali, che sono prodotti dalla maggior parte dei patogeni della pielonefrite. La penicillina viene solitamente prescritta per il trattamento dell'infiammazione renale in donne in gravidanza. Si ritiene che questo farmaco non sia controindicato durante l'allattamento. Penetra in modo sicuro nel latte in piccole quantità, quindi la loro tossicità per il bambino è bassa. Ma nonostante questo, la penicillina può causare nausea nelle donne che allattano, lo sviluppo di candidosi e diarrea. Con infezioni di moderata gravità e alta sensibilità della microflora - 1-2 milioni di U / die in 4 iniezioni di v / m. In altri casi, tali farmaci sono poco pratici. Gli antibiotici di cefalosporina possono essere attribuiti al gruppo di preparati semi-sintetici e naturali a bassa tossicità. Alla base del gruppo c'è un acido speciale 7-ACC, che, con un trattamento tempestivo, impedisce il passaggio della pielonefrite acuta alla forma purulenta della malattia. Cefalexina (Per gli adulti può essere consumata ogni giorno 1-4 g ogni 6 ore Controindicazioni comprendono: intolleranza a cefalosporine tipo penicillina e antibiotici, ecc.) Cefalotina (viene iniettata in a / m (profondità) e in / in. bere 0,5-2 g ogni 6 ore Se la funzionalità renale è anormale dopo la dose iniziale di carico, una dose di 1-2 g è ridotta a seconda del controllo di qualità Le controindicazioni includono tutte la stessa ipersensibilità Si deve stare attenti al farmaco per insufficienza renale, gravidanza, periodo di allattamento), zi Nnat (Nel trattamento delle infezioni del sistema urogenitale, si consiglia agli adulti di bere il farmaco durante i pasti o immediatamente dopo che è stato assunto in 125 mg 2 volte al giorno e in pielonefrite 250 mg 2 volte al giorno); klaforan (Adulti e bambini di peso pari o superiore a 50 kg con infezioni non complicate, nonché infezioni del tratto urinario - in / me / / in, 1 g ogni 8-12 ore. Controindicazioni: ipersensibilità, gravidanza, età infantile ( introduzione w / m - fino a 2,5 anni), ecc.); - I principali rappresentanti di questo gruppo di droghe (e ce ne sono circa 40). Dal terzo giorno in poi, aiutano la maggior parte dei pazienti a migliorare le loro condizioni generali. Il paziente ha bisogno di aminoglycosides quando ha una forma complicata di pyelonephritis. A causa del forte effetto battericida sui batteri patogeni, la malattia scompare. Ciò è facilitato da farmaci come l'amikacina (regime di dosaggio: intramuscolare, in / in (getto, per 2 minuti o flebo) 5 mg / kg ogni 8 ore. Le controindicazioni comprendono neurite del nervo uditivo, grave insufficienza renale con azotemia e uraemia, gravidanza, iperesensibilità), gentamicina (questo farmaco deve essere installato individualmente, tenendo conto della gravità del decorso e della localizzazione dell'infezione, nonché della sensibilità dell'agente patogeno.Iniezione endovenosa o intramuscolare per gli adulti, una singola dose può essere 1-1,7 mg / kg. al giorno, neurite del nervo uditivo, grave insufficienza renale, uremia e gravidanza, ecc., è severamente vietato l'uso) una storia di antibiotici aminoglicosidici non dovrebbe essere usata).

Oltre alle loro funzioni utili, hanno anche i loro svantaggi. Ci sono, di regola, la perdita dell'udito, lo sviluppo di insufficienza renale reversibile. Tali antibiotici non dovrebbero essere prescritti per le persone anziane, così come per il trattamento secondario (intervallo di tempo inferiore a un anno). Questi includono:

eritromicina (per via endovenosa, è necessario somministrare lentamente entro 3-5 minuti. Per gli adulti e gli adolescenti sopra i 14 anni, una dose singola non deve essere superiore a 0,25-0,5 ge 1-2 g al giorno. Non assumere con ipersensibilità, significativa perdita dell'udito, oltre all'assunzione di terfenadina o astemizolo, viene usato con cautela nell'insufficienza renale, durante l'allattamento); ciprofloxacina (regime di dosaggio, come in ogni altro singolo farmaco.E 'importante usare per via orale - 250-750 mg 2 volte / die., e la singola dose per via endovenosa è di 200-400 mg.Puoi usarlo non più di 2 volte al giorno. Con ipersensibilità, durante l'assunzione di tizanidina, gravidanza, allattamento, bere questo farmaco non è raccomandato. Usare cautela con epilessia, sindrome epilettica, grave insufficienza renale e / o epatica, vecchiaia, ecc.).

I fluorochinoloni di prima generazione (pefloxacina, ofloxacina, ciprofloxacina) sono prescritti per il trattamento di una forma pericolosa di pielonefrite.

Pefloxacina (Il dosaggio è selezionato individualmente per ciascun paziente a seconda della posizione e della gravità dell'infezione, nonché della sensibilità dei microrganismi Se le infezioni non sono complicate, assumere 0,4 g 2 volte al giorno, la dose media è di 0,8 g in 2 dosi. a stomaco vuoto, le compresse devono essere deglutite senza masticare e lavate con abbondante acqua. Quando l'ipersensibilità, l'anemia emolitica, la gravidanza, l'allattamento, di età inferiore ai 18 anni vengono prese con molta cautela. Non è raccomandato per l'aterosclerosi circolazione cerebrale, accidente cerebrovascolare, ecc. Per quanto riguarda un farmaco come l'ofloxacina, è prescritto per gli adulti di bere 1-2 pillole per via orale 2 volte al giorno.Se le funzioni renali sono compromesse, le prime dosi vengono somministrate per prime e poi con ciascuna controindicato per coloro che soffrono di ipersensibilità ai chinoloni, l'epilessia, i medici non prescrivono alle madri in gravidanza e in allattamento.

I fluorochinoloni di seconda generazione (levofloxacina, sparfloxacina), che di solito mostrano attività contro gli pneumococchi, sono spesso usati per curare la forma cronica della malattia durante le esacerbazioni. In caso di una esacerbazione infettiva, possono essere assunti su 200-500 - 750 mg., 1-2 volte al giorno, a seconda della malattia. Possono anche essere somministrati per via endovenosa, dopo questo metodo, dopo un paio di giorni, si può andare all'interno nella stessa dose. Questi farmaci non sono raccomandati per coloro che non possono portare i singoli componenti del farmaco, così come le donne incinte e le giovani madri che allattano al seno un bambino. Gli effetti collaterali di questo gruppo di farmaci sono: diarrea, nausea, vertigini, sviluppo di candidosi.

La scelta degli antibiotici dipende dal tipo di microrganismo che ha causato la malattia e dalla sua sensibilità ai farmaci antibatterici. In caso di infiammazione dei reni, il dosaggio del farmaco viene selezionato singolarmente, tenendo conto dello stato generale della funzione renale del paziente. Prima di iniziare il trattamento di reni con antibiotici, è necessario passare test, ultrasuoni e tomografia computerizzata.

Trattamento dell'infiammazione dei reni durante la gravidanza

Durante la gravidanza e le donne, le patologie renali sono esacerbate. Il periodo più pericoloso per questo è 22-28, 38-40 settimane. Per evitare ciò, è importante osservare tutti gli stessi segni di quelli delle donne non gravide. Dieta, uso limitato di sale e liquidi, aderenza al giorno, maggiore movimento, assenza di ipotermia, igiene personale: queste sono regole semplici che devono essere seguite per evitare complicazioni.

Se, tuttavia, le conseguenze non potrebbero essere evitate, sarà necessaria una terapia medica. Dovrebbe essere selezionato solo quando si prescrive un medico generico con supervisione costante con un ginecologo. La cistite di solito si verifica nelle donne in gravidanza, cioè la mucosa della vescica si infiamma. Questo accade perché durante la gravidanza, l'utero in crescita esercita una pressione sulla vescica e sugli ureteri che passano dai reni alla vescica. Di conseguenza, a volte si verifica il ristagno delle urine, che porta a infezioni del tratto urinario che possono colpire la vescica e i reni.

Dai risultati di alcuni studi è chiaro che il 10% di tutte le donne incinte ha cistite in un certo periodo. Di norma, questo gruppo comprende donne incinte che hanno precedentemente dovuto affrontare questa malattia. In questa malattia, il trattamento dell'infiammazione dei reni durante la gravidanza non può essere ignorato, proprio come l'auto-trattamento. Va tenuto presente che un'infezione che non è curata al momento può provocare lo sviluppo di malattie più pericolose. Questo può includere un travaglio precoce ostruito o la nascita di un bambino con un peso ridotto. Pertanto, il trattamento deve essere affrontato in modo adeguato e tempestivo. Tracycline e farmaci sulfa sono vietati durante questo periodo. Nell'arsenale dei medici ci sono molti altri metodi assolutamente innocui per le donne in gravidanza:

bevi molta acqua Succo di mirtillo particolarmente utile in grandi quantità; una dieta limitata a cibi salati, piccanti e salati.

Un'altra tecnica utile per il trattamento della malattia renale è l'instillazione della vescica. Oltre a questa malattia, l'1-2% delle donne incinte sono preoccupate per la pielonefrite. I sintomi di infiammazione della vescica sono che la temperatura aumenta, brividi e mal di schiena appaiono. Sfortunatamente, a seguito di ciò, le future giovani madri devono recarsi in ospedale, dove verranno prescritti antibiotici, che verranno somministrati per via endovenosa o intramuscolare:

ceftriaxone (viene somministrato per via endovenosa e intramuscolare agli adulti e ai bambini di età superiore a 12 anni.La dose raccomandata è di 1-2 g una volta al giorno Durante il giorno la quantità di farmaco non deve essere superiore a 4 g) Le controindicazioni sono in ipersensibilità ad alcuni farmaci); Cefazolina (Sebbene questo farmaco abbia un effetto tossico sul feto durante l'inizio della gravidanza, ma con infezioni gravi e potenzialmente letali, può essere utilizzata l'infezione urinaria, che può essere somministrata per via intramuscolare o endovenosa.Per gli adulti, si consiglia di somministrarlo 1 g. 2 volte al giorno: l'ipersensibilità ai farmaci del gruppo delle cefalosporine e ad altri antibiotici beta-lattamici lo preverrà in ogni modo possibile, è vietato dare ai neonati e durante la gravidanza il farmaco può essere somministrato, ma solo in situazioni di emergenza).

Un'altra malattia sgradevole durante la gravidanza nelle donne è una malattia delle vie urinarie. L'urolitiasi è rara. In questa malattia, puoi assumere antidolorifici e assorbire più liquidi possibili. Come risultato di questo trattamento, le pietre possono uscire indipendentemente, il che significa che non sarà necessario alcun intervento chirurgico. Per non parlare della litotomia (frantumazione con ultrasuoni).

Il trattamento delle donne incinte in ospedale viene effettuato solo sotto la stretta attenzione di ostetrici-ginecologi e nefrologi. Il loro compito è il seguente: ripristinare il passaggio disturbato delle urine. Pertanto, prescrivere "terapia posizionale". È un esercizio speciale. La donna incinta giace sul lato opposto del rene malato nella posizione di ginocchia e gomiti piegati. Un'estremità del letto è sollevata in modo che le gambe fossero sopra la sua testa. In questa posizione, l'utero avanza e la pressione sull'uretere diventa molto meno. Se durante il giorno non si verificano cambiamenti, prescrivere la cateterizzazione dell'uretere del rene interessato. Questa procedura offre una garanzia al cento per cento per un rapido recupero. Anche se questo non aiuta la donna, allora l'urina del rene può essere drenata con un catetere, che viene inserito direttamente nell'organo che al momento disturba maggiormente il paziente.

L'infiammazione dei reni può essere curata e puoi renderli un problema per tutta la vita. Tutto dipende da come correttamente si seguono tutte le raccomandazioni del medico.

Varie malattie infiammatorie dei reni e del sistema urinario causano microrganismi patogeni, quindi, per far fronte a questa malattia, il medico prescrive un ciclo di terapia antibiotica. Senza antibiotici, il recupero può essere ritardato e la malattia stessa diventa molto spesso cronica. La stessa cosa può accadere con un agente antibatterico erroneamente scelto e una durata insufficiente del trattamento. Ecco perché gli antibiotici per l'infiammazione dei reni dovrebbero essere selezionati dal medico, sulla base dei risultati degli esami, dei sintomi della malattia e delle condizioni del paziente.

Selezione antibiotica

Attualmente utilizzato nell'infiammazione del gruppo dei farmaci renali aminopenicillina

Attualmente utilizzato i seguenti farmaci antibatterici per l'infiammazione dei reni:

Farmaci del gruppo aminopenicillina, vale a dire penicillina, amoxicillina. Hanno una maggiore attività contro l'Escherichia coli e gli enterococchi. Il loro principale svantaggio è che la maggior parte dei patogeni da pielonefrite produce enzimi che aumentano la loro resistenza ai farmaci di questo gruppo. Molto spesso, i farmaci del gruppo della penicillina sono prescritti per il trattamento delle malattie infiammatorie dei reni nelle future e madri che allattano. Tuttavia, sullo sfondo dell'uso di farmaci del gruppo della penicillina, si verificano spesso eruzioni cutanee, diarrea e candidosi. Le aminopenicilline sono prescritte per malattie di moderata gravità e confermati test di sensibilità di microrganismi patogeni. I seguenti farmaci per il trattamento dei reni sono antibiotici cefalosporinici. Appartengono a farmaci semi-sintetici a bassa tossicità. Nella composizione delle compresse e delle iniezioni c'è 7-ACC - questo è un acido speciale che non permette alla pielonefrite acuta di diventare cronica. Più spesso, Cephalexin e Cefalotin sono utilizzati per il trattamento di malattie infiammatorie renali. Questi farmaci sono disponibili solo come iniezione, quindi 1-2 p / die vengono iniettati per via intramuscolare. Le controindicazioni comprendono l'ipersensibilità alle cefalosporine. Essere prudenti nominati durante la gravidanza, l'insufficienza renale e l'allattamento. Anche tra i farmaci di questo gruppo usati per trattare le vie urinarie e i reni, Zinnat è degno di nota. Per il trattamento della sfera genitourinaria, è prescritto a un dosaggio di 125 mg, e per le malattie renali - 0,25 grammi 2 p / d. Anche in terapia con Claforan, ma può essere prescritto ai bambini solo da 2,5 anni. In generale, questo gruppo comprende circa 40 farmaci, molti dei quali danno un effetto positivo al giorno dopo l'inizio della ricezione. Le cefalosporine sono un antibiotico relativamente sicuro che viene spesso usato per curare i bambini. Il trattamento della forma complicata di pyelonephritis è effettuato con l'uso di aminoglycosides. Questi farmaci hanno un potente effetto antibatterico, che consente di far fronte rapidamente alla microflora patogena. L'amikatsin è degno di nota tra i preparativi medici di questo gruppo. Viene somministrato per via intramuscolare o endovenosa (flebo o getto). Tra le controindicazioni vale la pena menzionare la forma grave di insufficienza renale, neurite del nervo orecchio, ipersensibilità e gravidanza. La gentamicina è spesso usata nel trattamento delle malattie urogenitali. Controindicazioni al suo utilizzo sono le stesse del farmaco sopra. Se il paziente ha una storia di ipersensibilità agli antimicrobici del gruppo aminoglicosidico, allora è meglio rifiutarsi di usarli.

Il modo in cui l'antibiotico colpisce i reni dipende in larga misura dall'età del paziente, dalla nefrotossicità del farmaco e dall'intervallo tra i casi di terapia antibiotica. Quindi, c'è un gruppo di antibiotici che non sono prescritti a pazienti di vecchiaia e nel caso di trattamento di infezioni renali secondarie, se l'intervallo tra le malattie è inferiore a un anno. Questi farmaci dovrebbero includere quanto segue:

Eritromicina. Non è prescritto per l'ipersensibilità, così come per i problemi dell'udito. Il farmaco non deve essere assunto contemporaneamente a Astemizolo e Terfenadina. Si consiglia cautela durante l'allattamento e in presenza di insufficienza renale. La ciprofloxacina non viene utilizzata per l'ipersensibilità e contemporaneamente alla tizanidina. È controindicato durante la gravidanza e l'allattamento. Con estrema cautela usata per episindrome, epilessia. Controindicazioni grave insufficienza epatica e insufficienza renale. Anche per il trattamento delle malattie infiammatorie renali vengono utilizzati i fluorochinoloni di prima generazione.

Anche per il trattamento delle malattie infiammatorie renali vengono utilizzati i fluorochinoloni di prima generazione, vale a dire l'Ofloxacina, la Pefloxacina, la Ciprofloxacina. Solitamente sono usati per trattare forme pericolose gravi di pielonefrite:

La pefloxacina è disponibile in forma di compresse. A seconda della gravità della malattia, la terapia viene eseguita con l'uso di compresse con un dosaggio di 0,4 o 0,8 grammi 2 p / d. Con particolare cura, sono prescritti durante la gravidanza, con anemia emolitica, durante l'allattamento, con ipersensibilità, così come sotto i 18 anni. Controindicazioni - aterosclerosi, problemi con la circolazione cerebrale. Ofloxacin è anche disponibile in forma di pillola. Gli adulti sono prescritti 1-2 compresse un paio di volte al giorno. In caso di disturbi nell'attività renale, in primo luogo, la terapia viene eseguita utilizzando una dose completa del farmaco, dopo di che ogni giorno la dose viene ridotta o aggiustata tenendo conto degli indicatori di clearance della creatinina. Controindicazioni - epilessia, ipersensibilità ai farmaci di questo gruppo, epilessia, gravidanza e allattamento.

Per il trattamento della pielonefrite cronica nella fase di esacerbazione, i fluorochinoloni della 2a generazione sono molto usati. Questi includono Sparfloxacina e Levofloxacina. Questi farmaci sono altamente efficaci contro gli pneumococchi. Le medicine sono disponibili sotto forma di pillola e sotto forma di iniezioni. Tra gli effetti collaterali osservati vertigini, nausea, diarrea, lo sviluppo di candidosi.

Importante: la scelta dell'antibiotico si basa sui dati della coltura delle urine batteriche. Utilizzando questa analisi, è possibile identificare con precisione l'agente causale della malattia e valutare la sua sensibilità agli antibiotici.

Elenco di farmaci antibatterici per il trattamento dei reni

Gli antibiotici più comunemente prescritti per il trattamento delle malattie infiammatorie del rene oggi sono la levofloxacina

Gli antibiotici più comunemente prescritti per il trattamento delle malattie infiammatorie dei reni oggi sono i seguenti farmaci:

La levofloxacina è prescritta sotto forma di iniezioni o compresse. A seconda della gravità e della forma della malattia, per la terapia viene utilizzato un dosaggio di 0,2-0,7 grammi di 1-2 p / d. Il farmaco non viene utilizzato durante la gravidanza, così come con l'intolleranza individuale. La ciprofloxacina appartiene alla categoria dei fluorochinoloni di prima generazione. Il medico determina il dosaggio del farmaco individualmente, a seconda delle condizioni del paziente, della sua età. Per il trattamento degli adulti, le compresse vengono solitamente utilizzate in un dosaggio di 0,25-0,75 g 2 giri / die o iniezioni intramuscolari di 0,2-0,4 g con estrema cautela, prescritto per epilessia, insufficienza epatica e insufficienza renale. Ceftriaxone. Come suggerisce il nome, questo farmaco appartiene al gruppo delle cefalosporine. Il farmaco è disponibile solo come iniezione. In considerazione della sua relativa sicurezza, può essere utilizzato per il trattamento di malattie infiammatorie dei reni e delle vie urinarie nei bambini e nelle donne in gravidanza. Il dosaggio raccomandato per gli adulti è 1-2 grammi 1-2 p / d. La frequenza massima giornaliera - 4 g. Controindicazioni - alta sensibilità individuale ai componenti del farmaco. Cefazolin appartiene anche al gruppo dei farmaci cefalosporini. Nelle prime fasi della gravidanza, il farmaco può avere alcuni effetti tossici sul feto, pertanto è prescritto solo se il beneficio per la madre supera il rischio probabile per il feto. Il farmaco viene somministrato per via endovenosa o intramuscolare. Dose giornaliera per gli adulti 1-2 grammi 1-2 pg / d. Controindicazioni - alta sensibilità ai farmaci del gruppo delle cefalosporine e di altri antibiotici beta-lattamici. L'ampicillina è utilizzata solo per il trattamento di malattie infettive moderate. Nei casi più gravi, la medicina semplicemente non aiuterà. Il farmaco è disponibile in forma di compresse e iniezioni. Per il trattamento delle malattie renali vengono solitamente utilizzate iniezioni intramuscolari di 1-2 g, a cui vengono somministrati 2 p / d.

Regole antibiotiche

Spesso le cause della cistite sono microrganismi patogeni, quindi per il trattamento viene utilizzato Nolitsin

Per varie malattie infiammatorie delle vie urinarie e dei reni vengono utilizzati vari agenti antibatterici e antimicrobici:

Spesso le cause della cistite sono microrganismi patogeni, quindi i seguenti farmaci antimicrobici (urosettici) sono usati per il trattamento: Notsilina, Monural, Furagin, Palin, Levomicetina, Furadonina. Prima di procedere con il trattamento della pielonefrite, il medico esegue un esame per valutare le condizioni dell'organo, identificare l'agente patogeno e determinare il grado di violazione del deflusso delle urine. Per il trattamento di forme lievi di pielonefrite, vengono utilizzati cefaclor, gentamicina, ampicillina. Nei casi gravi di violazione del deflusso delle urine e dell'insufficienza renale grave, la terapia è integrata con Furagin, Furadonin, Furazolin. Nella glomerulonefrite sono indicati i farmaci del gruppo Erythromycin, Ampicillin o cefalosporina.

Oltre all'uso di agenti antibatterici nel complesso trattamento delle malattie infiammatorie dei reni, viene eseguita una terapia sintomatica. Il paziente deve seguire una dieta e un corretto regime di consumo.