Infiammazione dei reni nei bambini: cause, segni e trattamento

Cliniche

Infiammazione dei reni in un bambino a causa di anomalie congenite si manifesta nei primi anni di vita, nel caso di microbi che entrano nel tratto urinario - molto più tardi. I sintomi della malattia saranno significativamente più luminosi nel processo acuto di infiammazione. Se la malattia diventa cronica, le manifestazioni sono minime. Il trattamento per i bambini è sempre selezionato individualmente: il compito dei genitori è quello di soddisfare accuratamente e accuratamente tutte le raccomandazioni del medico.

Cause dello sviluppo

L'infezione è un importante fattore patologico che porta a problemi infiammatori nel tratto urinario. Tuttavia, la presenza di microbi non è sufficiente: sono necessarie condizioni predisponenti in base alle quali l'infiammazione dei reni nei bambini porta a malattie gravi con sintomi forti. I fattori che causano processi infiammatori includono:

  • anomalie fetali degli organi urogenitali, nei confronti dei quali vi sono problemi di congestione o reflusso urinario (difetti congeniti, reflusso, assenza di un rene);
  • varie varianti della patologia del tratto digerente con un'infezione nell'intestino (disbacteriosi, colite, diarrea);
  • infezione acuta nell'uretra e nella vescica;
  • malattie infettive comuni con decorso grave (ARVI, mal di gola, influenza);
  • violazione o condotta impropria delle procedure igieniche nel bambino.

Indipendentemente dai fattori causali, un'infezione nel rene provoca infiammazione con manifestazioni tipiche e richiede un trattamento qualificato da un pediatra.

Sintomi principali

L'infiammazione acuta dei reni nei bambini si manifesta con i seguenti sintomi:

  • Reazione alla temperatura Quando la temperatura corporea aumenta improvvisamente in assenza di sintomi respiratori.
  • Qualsiasi problema associato alla minzione, che indica dolore.
  • Cambiamenti nella quantità e qualità dell'urina (il bambino malato urina un po 'e il colore cambia drasticamente).

Con un processo infiammatorio cronico, i sintomi potrebbero non essere: niente disturba il bambino. Tuttavia, durante un esame di routine, un medico delle urine determinerà la presenza della malattia.

Metodi di trattamento

Il trattamento dell'infiammazione dei reni nei bambini si basa sull'uso di farmaci antimicrobici, che dovrebbero essere utilizzati secondo i seguenti principi:

  • puoi prendere solo quegli antibiotici che sono consentiti per i bambini;
  • la dose della medicina dipende dall'età e dal peso del bambino;
  • la frequenza di assunzione delle pillole e la durata del ciclo di trattamento prescritto dal medico.

I genitori dovrebbero seguire rigorosamente i consigli e le raccomandazioni del pediatra. Questo è particolarmente importante quando si usano farmaci antibatterici.

Di grande importanza nel trattamento dell'infiammazione dei reni nei bambini è la terapia sintomatica. Per abbattere il caldo, è necessario usare farmaci antipiretici. L'effetto eccellente darà farmaci anti-infiammatori. Per eliminare i problemi con la minzione, è necessario utilizzare speciali rimedi a base di erbe, uroseptiki sotto forma di decotti di erbe o medicinali. Il trattamento del corso prescritto dal pediatra deve essere completato per intero, nel rispetto dei principi della terapia antibiotica.

Possibili complicazioni

Se un bambino ha avuto un'infiammazione renale acuta con una terapia scorretta durante l'infanzia, in futuro potrebbero insorgere le seguenti complicanze:

  • pielonefrite cronica ricorrente;
  • nefrite interstiziale;
  • malattia renale;
  • idronefrosi;
  • glomerulonefrite.

Misure preventive

Per prevenire l'infiammazione nei reni del bambino, la madre deve osservare rigorosamente l'igiene. È necessario cambiare i pannolini in modo tempestivo, per lavare adeguatamente il bambino, per controllare la regolarità dello svuotamento della vescica e dell'intestino.

Con l'età, dovrebbe essere data grande importanza al regime e alla nutrizione del bambino. È consigliabile escludere dal cibo amaro, piccante, salato, grasso e cibi in scatola. È necessario abbandonare le bevande gassate, preferendo acqua pura o minerale. Devi seguire la dieta prescritta dal medico.

Le malattie del sistema urinario nei bambini devono essere tempestive e adeguatamente trattate. I genitori attenti possono sempre notare segni di infiammazione nella vescica e nei reni. Quando contatti un pediatra per assistenza, devi seguire attentamente e completamente le raccomandazioni del medico. Particolarmente accuratamente è necessario trattare la terapia antibatterica. Tutto ciò rappresenterà la migliore prevenzione delle complicazioni future. Inoltre, per prevenire l'infiammazione dei reni, è necessario osservare rigorosamente le misure igieniche necessarie per i bambini.

Malattia renale nei bambini

Lascia un commento 7.058

Se la minzione di un bambino viene disturbata, la temperatura aumenta e si verifica dolore alla schiena, quindi questi possono essere i primi segni di malattia renale nei bambini. Poiché i neonati, i neonati e i bambini di età avanzata, il sistema immunitario non è sufficientemente stabilito, il loro corpo è facilmente suscettibile a varie malattie infettive. A questo proposito, la patologia è percepita in modo più acuto ed è più complicata. Il più spesso, la patologia renale in bambini all'inizio non appare, quindi le complicazioni si alzano. Si dovrebbe monitorare attentamente la salute del bambino, controllare la quantità di uscita delle urine ed evitare l'ipotermia. È importante identificare tempestivamente la patologia dei reni e intraprendere un trattamento adeguato.

Quando è più probabile che si verifichi una malattia?

La formazione dei reni nei bambini si verifica durante lo sviluppo fetale e continua dopo la nascita. In contrasto con l'organismo adulto, la superficie dell'organo dei bambini, che funge da filtro, è molto più piccola. Solo all'età di sei mesi la superficie aumenta, diventa normale e la struttura dei reni nei bambini diventa identica all'organo adulto.

Quando il feto è nell'utero, i reni non funzionano ancora correttamente, ma si verifica ancora una piccola produzione di urina. Inizialmente, il liquido si accumula nella pelvi renale, che porta alla sua espansione. Dopo un anno, il bambino ritorna alla normalità. Nella maggior parte dei casi, il problema dei reni è causato dal loro sviluppo anormale o dalla ridotta funzione degli organi nei primi anni di vita. Spesso, le malattie renali vengono diagnosticate nei bambini sotto i 7 anni o già nell'adolescenza, quando un grande carico cade sull'organo.

Ragioni principali

Una condizione patologica è preceduta da vari fattori che sono di natura innata o acquisita. Le fonti congenite sono solitamente colpite da difetti che si formano durante il periodo di sviluppo prenatale. Lo stile di vita sbagliato della madre o le malattie infettive durante la gravidanza portano a interruzioni nella formazione degli organi interni.

Le cause della malattia renale sono spesso radicate nell'infezione batterica o virale del bambino. Spesso un mal di gola o tonsillite provoca una deviazione nell'organo.

L'infiammazione renale è spesso associata a diabete mellito cronico. A causa della mancanza di una corretta alimentazione nel bambino e della mancanza di acqua nel corpo, si osservano le malattie dell'organo interno. È molto importante monitorare la quantità giornaliera di acqua, perché bere frequentemente non regola le infezioni nei dotti urinari.

Malattie renali si verificano anche nei casi in cui il bambino ha un sistema immunitario debole che non protegge contro l'infezione. I genitori dovrebbero abituare il bambino alla corretta igiene personale, perché i batteri penetrano rapidamente nei reni attraverso i genitali e si verifica un processo infiammatorio. L'ipotermia è un'altra fonte che ha sviluppato una malattia renale. Con una diminuzione del flusso sanguigno negli organi durante il raffreddamento, l'infezione del corpo del bambino è provocata. Molto spesso le ragazze sono soggette a malattie a causa della struttura individuale del sistema urinario.

Tipi e classificazione della malattia renale nei bambini

Malattie congenite

Se viene diagnosticata una disfunzione dei reni e delle vie urinarie, nella maggior parte dei casi la loro fonte sono anomalie congenite. Quando la madre quando portava un bambino conduceva uno stile di vita sbagliato, era suscettibile alle infezioni o all'ipotermia, questi fattori potevano influenzare lo sviluppo degli organi interni del feto. Tali disturbi successivamente servono allo sviluppo dell'infiammazione. In alcuni casi, la malattia renale è ereditata dal bambino.

idronefrosi

L'idronefrosi è chiamata malattia renale nei bambini, in cui vi è ristagno di urina nelle coppe dell'organo. La malattia si sviluppa a causa del lume sottosviluppato o ristretto della parte inferiore dell'uretere. Questo aumenta le dimensioni della struttura in cui viene raccolta l'urina. Avviso di deviazione anche durante la gravidanza nel secondo trimestre. Se c'è una sconfitta moderata o grave, allora nei primi mesi di vita, il bambino viene operato e quindi nulla minaccia la sua salute.

megauretere

La fonte di questa lesione è il reflusso vescico-ureterale, in cui l'urina dell'uretere viene rigettata nel sistema. C'è una violazione nel caso in cui l'uretra della valvola è debole o sottosviluppata. In alcuni casi, il megaureter è associato all'immaturità del sistema nervoso nei neonati. Il più delle volte, la malattia richiede un intervento chirurgico e, se è controindicato, vengono utilizzati i gel correttivi.

Multikistoz

Con il tessuto renale multicistico viene modificato. La malattia si verifica sullo sfondo di anomalie genetiche o nel caso dell'influenza sulla donna incinta di sostanze tossiche nocive. Quando si verifica una malattia multicistica, parte della funzione renale viene persa. In assenza del suo aumento, se la formazione non esercita pressione, l'organo viene lasciato, ei medici controllano regolarmente il bambino. Se la cisti cresce, allora l'intervento chirurgico è indicato con la successiva rimozione dell'organo.

policistico

La formazione policistica è di natura genetica, in cui la funzionalità renale non è compromessa. Con reni malati, un bambino può vivere fino a 20 anni, quindi la malattia diventa cronica con lo sviluppo di carenza. Considerando il grado di compromissione, è indicato il trapianto di un organo donatore o lo spurgo dell'organo attraverso la dialisi. Se conduci uno stile di vita sano, il policistico non è pericoloso.

Anomalie della struttura dei reni

La formazione del rene si verifica nel processo di sviluppo prenatale, quindi, con eventi anomali dopo la nascita, sorgono problemi che riguardano la salute. Le anomalie anatomiche includono il raddoppio dell'organo, la struttura a forma di ferro di cavallo del rene. Spesso a un bambino viene diagnosticato un doppio rene e un uretere. Con tali problemi, i medici prescrivono un'operazione che viene eseguita su un bambino di età inferiore a un anno.

acquisita

pielonefrite

Quando pielonefrite si verifica un processo infiammatorio nel corpo, che è associato a malattie o ipotermia. Spesso il problema sorge a seguito di un intervento chirurgico sugli organi delle vie urinarie. In assenza di terapia, la malattia diventa cronica. Se la pielonefrite viene rilevata in tempo, il suo trattamento non è difficile. La malattia viene eliminata con l'aiuto di agenti antibatterici.

glomerulonefrite

Quando i reni danneggiano la glomerulonefrite, c'è una violazione delle loro funzioni. La malattia si manifesta in forme acute, subacute e croniche, con una rottura a due vie del glomerulo dell'organo interno, responsabile del filtraggio. Le malattie prevalenti sono diverse malattie che il bambino ha sofferto. Spesso la malattia è associata ad angina, scarlattina o malattia da streptococco.

Cisti renali

Le formazioni cistiche nei reni sono di natura benigna, ma è importante controllare la situazione, poiché esiste una possibilità di transizione verso un tumore maligno. Nei bambini, la malattia è associata ad un aumento della crescita delle cellule epiteliali che costituiscono la superficie dei canali renali. È necessario prendere sul serio questa deviazione, e se la cisti comincia a crescere, allora si dovrebbe eseguire un'operazione e rimuovere la formazione.

Espansione pelvi

L'espansione della pelvi renale in un bambino non comporta pericolo ed è una caratteristica fisiologica. Ma in alcuni casi l'espansione è associata al processo patologico. Il problema si osserva in presenza di reflusso, che si manifesta sullo sfondo del rilascio di urina dalla vescica all'organo associato. L'espansione si verifica a causa di anomalie vascolari nel corpo, a causa delle quali la struttura del tessuto sta cambiando, il che è pericoloso per i reni.

I medici raccomandano dopo la nascita di fare un esame ecografico dell'organo interno del bambino, al fine di escludere la presenza di ingrossamento pelvico. Fino a un anno si consiglia di eseguire un'ecografia con un intervallo di 3 mesi. Ciò consentirà il tempo per identificare la deviazione e adottare misure per prevenire un ulteriore sviluppo della malattia e l'insorgenza di complicanze.

Insufficienza renale

In caso di insufficienza renale, gli organi non funzionano o non funzionano completamente. L'insufficienza renale comporta conseguenze pericolose che possono essere fatali. Tale deviazione nel bambino richiede l'intervento immediato dei medici per ripristinare la funzione dell'organo. L'insufficienza renale porta a interruzioni dell'equilibrio elettrolitico, che provoca un accumulo di acido urico nel sangue.

Le fonti della malattia dipendono dalla forma della malattia: cronica o acuta. Il primo si verifica quando il diabete, la pielonefrite o a causa di anomalie fetali del sistema urinario. Insufficienza acuta si verifica a causa dell'influenza di sostanze chimiche e altri agenti nocivi. Spesso, questo tipo di malattia deriva dall'uso eccessivo del farmaco da parte del bambino.

Nephroptosis

La deviazione è dovuta alla mobilità del rene quando non è riparato a causa di una struttura impropria. Nel caso di abbassamento dell'organo, il bambino ha il rischio di girarlo attorno all'asse. Allo stesso tempo, si osservano stiramento e flessione nei vasi dell'organo. La malattia è pericolosa per la funzionalità dei reni, spesso porta a una ridotta circolazione del sangue in loro.

malattia di pietra urinaria

L'emergere della malattia è il bilancio idrico sbagliato, in cui c'è una carenza di acqua nel corpo. È fondamentale che i bambini bevano quantità significative di liquidi per tutto il giorno. Questo serve per rimuovere i sali dal corpo e prevenire le pietre. Spesso, l'urolitiasi si verifica sullo sfondo di insufficienza renale, in cui il parenchima non è in grado di metabolismo minerale. Il trattamento prevede lo schiacciamento delle pietre con gli ultrasuoni. Nella formazione di grosse pietre viene prescritto l'intervento chirurgico con la successiva rimozione delle formazioni.

Sintomi e segni nei neonati

A seconda della malattia e del grado di impatto, si osservano diversi sintomi. Se la malattia è stata preceduta da uno sviluppo anormale del feto, i sintomi possono manifestarsi fin dai primi giorni di vita del bambino. Se ci sono malattie renali nei bambini di neonati, si osservano i seguenti sintomi:

  • la pancia aumenta;
  • il colore delle urine cambia;
  • la pressione del getto diminuisce durante la minzione (nei ragazzi).

Spesso, le anomalie renali nei neonati provocano l'ingiallimento della pelle, che è associato a metabolismo compromesso. La briciola può essere disturbata da una costante sedia liquida e vomito. A causa del conseguente processo infiammatorio negli organi del sistema genito-urinario, la temperatura corporea aumenta. È importante monitorare il bambino con particolare attenzione nei primi giorni della sua vita, e se c'è una mancanza di urina, uno stato convulsivo o un'ansia durante la minzione, dovresti immediatamente cercare aiuto da un pediatra.

Segni della malattia nei bambini più grandi

A volte è difficile identificare il processo infiammatorio negli organi interni di un bambino, dal momento che molte malattie non si manifestano immediatamente e si sviluppano in una forma latente. Il dolore ai reni nei bambini piccoli e negli anziani è un segno accurato di un processo patologico negli organi. Ci sono anche questi sintomi:

  • cambiamento nel numero di escrezione di urina;
  • cambiamento di colore e consistenza del fluido rilasciato;
  • la presenza di corpi estranei nelle urine;
  • la schiena e lo stomaco fanno male male;
  • odore sgradevole di urina, che si sente ammoniaca o acetone.

Se il bambino ha problemi ai reni, si osserva minzione dolorosa, nei neonati, il processo di escrezione urinaria può essere accompagnato da pianto.

Insieme ai sintomi di cui sopra, ci sono anche sintomi generali, in cui la temperatura corporea del bambino aumenta a causa dell'infezione nel corpo. I genitori possono trovare il bambino a mangiare male o rifiutarsi di mangiare affatto. Spesso c'è l'essiccazione della mucosa orale, che è associata ad una quantità insufficiente di liquido nel corpo. Al mattino, il bambino ha gonfiore sul viso. È estremamente importante che i genitori prestino attenzione in tempo ai problemi che sono sorti nel bambino, in particolare fino a un anno di età, perché a questa età il bambino non è in grado di indicare un punto dolente e sintomi di disturbo.

diagnostica

Prima di iniziare il trattamento, è necessario scoprire la fonte della malattia e rivelare il quadro completo del processo patologico. Il medico di solito prescrive una diagnosi ecografica dell'organo interno per determinare come funzionano i reni. Le misure diagnostiche includono la consegna di un'analisi generale di urina e sangue. I risultati indicheranno la presenza di infiammazione e infezione negli organi del sistema urogenitale.

Come trattare: i metodi principali e chi tratta?

Prima di tutto, se un bambino ha una malattia renale, dovrebbe consultare un pediatra e un urologo. A seconda del processo patologico che si è verificato nel bambino e dei risultati dei test, il medico prescriverà il trattamento necessario. Se si sono sviluppate anomalie minori, al bambino viene prescritto un trattamento conservativo. Di regola, consiste in farmaci che riducono la pressione sanguigna e hanno un effetto diuretico. Se c'è un'infezione, vengono prescritti agenti antibatterici, che sono consentiti per i bambini della loro età.

Quando viene diagnosticata un'insufficienza renale, una formazione oncologica o gravi complicanze, il bambino è sottoposto a una procedura chirurgica per ripristinare la funzione dell'organo. La chirurgia urgente viene eseguita se i reni falliscono. Spesso usato medicina tradizionale, soprattutto quando ci sono gonfiore. Le erbe curative hanno un effetto diuretico e puliscono i reni dalla sabbia e dal sale, prevenendo la formazione di calcoli.

prevenzione

La prevenzione della malattia renale nei bambini include diverse semplici regole che dovrebbero essere seguite rigorosamente. Prima di tutto, i genitori dovrebbero bilanciare il cibo per bambini, e se si tratta di un bambino che viene allattato al seno, allora anche una donna che allatta deve aderire alla corretta alimentazione. L'ipotermia non dovrebbe essere consentita, poiché la circolazione del sangue è disturbata, specialmente nei reni.

Se c'è una malattia infettiva, allora è importante iniziare a trattarla in tempo. Come misura preventiva, si raccomanda che i bambini assumano complessi vitaminici e farmaci che supportano il sistema immunitario in condizioni normali. Un bambino più grande dovrebbe essere moderato, il che ha un effetto benefico su tutto il corpo. I genitori dovrebbero insegnare al bambino a monitorare correttamente l'igiene personale. Se segui tutte le raccomandazioni, il rischio di malattie renali è significativamente ridotto.

Sintomi di infiammazione renale in un bambino

Alexander Myasnikov nel programma "About the Most Important" racconta come trattare le MALATTIE DEL RENO e cosa prendere.

L'infiammazione renale è una malattia abbastanza comune in un bambino, che può essere causata da ereditarietà appesantita, debolezza del sistema immunitario o dalla solita ipotermia. A causa della loro fisiologia, le ragazze hanno maggiori probabilità di avere una malattia infiammatoria, dal momento che la loro uretra è più breve e più ampia, che è una condizione favorevole per l'ingresso di batteri patogeni.

La malattia è divisa in diversi tipi:

  • primario e secondario;
  • unilaterale e bilaterale;
  • acuta o cronica.

Nella pratica medica, sono indicate diverse forme di infiammazione del rene:

cause di

Il processo infiammatorio del sistema urinario (nefrite) può svilupparsi per una serie di motivi. Il gruppo di rischio comprende i bambini nella fascia di età da 3 a 7 anni. La nefrite può agire come una malattia primaria o concomitante. Molto spesso si sviluppa sullo sfondo di ipotermia o come una malattia concomitante con infezioni respiratorie acute, mal di gola e varie infezioni. Il rischio di sviluppare un'infiammazione aumenta se il bambino soffre di malattie croniche (diabete o tonsillite).

Le ragioni principali per lo sviluppo della giada:

  • predisposizione genetica;
  • debolezza del sistema immunitario;
  • la presenza di processi infettivi concomitanti;
  • disturbi autoimmuni;
  • ipotermia;
  • le allergie;
  • complicazioni dopo infezioni virali respiratorie acute, tonsillite e altre malattie delle prime vie respiratorie;
  • trasferito malattie della pelle;
  • trasferito la scarlattina;
  • la presenza di un'infezione batterica che colpisce i reni attraverso le vie urinarie (infezione coccal, E. coli, ecc.).

Molto spesso, l'infiammazione dei reni è una conseguenza dell'infezione, cioè una specie di reazione del corpo all'attività della microflora patogena. A causa di questo processo, la funzione renale è disturbata, la natura e il processo delle alterazioni dell'uscita delle urine. I principali fattori per lo sviluppo della giada possono essere chiamati:

  • la presenza di malattie croniche;
  • diminuzione del normale apporto di sangue ai reni;
  • anomalie fisiologiche del sistema urinario;
  • inosservanza delle norme di igiene personale (in particolare per le ragazze);
  • nutrizione casuale

Quadro clinico

La giada può soffrire bambini di qualsiasi età. Spesso il processo infiammatorio è asintomatico, la sfocatura del quadro clinico e la differenza dei sintomi manifestanti rendono difficile la diagnosi.

Sintomi comuni di giada:

  • dolore lombare;
  • un forte aumento della temperatura a valori elevati;
  • violazione del processo di minzione.

Con lo sviluppo dell'infiammazione, possono comparire i seguenti segni:

  • pesantezza ai lati e alla schiena;
  • cambiamento nel carattere dell'urina (opacità);
  • gonfiore della pelle, che è più pronunciato dopo il sonno;
  • debolezza, apatia;
  • intossicazione del corpo;
  • pallore e cianosi della pelle e delle mucose;
  • disturbo del sonno;
  • mancanza di appetito.

I neonati sono anche suscettibili allo sviluppo di una malattia infiammatoria, perché, a causa della loro età, non possono indicare un'indisposizione dolorosa. I genitori dovrebbero essere allertati dai seguenti cambiamenti comportamentali in un bambino:

  • pianto;
  • rifiuto di andare in bagno, perché quando urinare un bambino soffre di dolore;
  • grugnito o rossore durante la minzione;
  • frequente rigurgito;
  • un significativo aumento dei segni di temperatura;
  • disturbo del sonno;
  • l'aspetto nelle urine di schiuma, coaguli o altre sostanze estranee.

Sintomi separati possono indicare la presenza di una certa forma del processo infiammatorio. Ad esempio, in caso di pielonefrite, i bambini spesso soffrono di rigurgito, nausea e spesso vomito, dolore acuto e parossistico. Quando la glomerulonefrite appare gonfiore, la pressione sanguigna aumenta, durante i test di laboratorio delle urine viene rilevata la presenza di proteine ​​e sangue.

L'aspetto del bambino almeno uno dei sintomi di cui sopra è una ragione convincente per un appello di emergenza al medico. L'automedicazione o il trattamento inadeguato del processo infiammatorio possono portare a gravi complicazioni.

diagnostica

Un numero di metodi diagnostici è usato per confermare la diagnosi:

  • ispezione visiva di un piccolo paziente;
  • raccogliere la storia necessaria (sangue, urina);
  • misurazione delle condizioni della temperatura corporea;
  • misurazione della pressione sanguigna;
  • palpazione nell'area renale.

Per una diagnosi più accurata viene effettuata:

Dopo aver ricevuto i risultati dello studio, il medico determina il metodo di terapia.

trattamento

A casa, è consentito il trattamento di forme lievi di giada, in tutte le altre opzioni il bambino viene posto in ospedale. L'obiettivo principale della terapia è eliminare il processo infiammatorio, normalizzare la funzione dei reni, stimolare i processi rigenerativi e prevenire possibili complicazioni.

Terapia farmacologica

Le medicine sono prescritte dal dottore in ogni caso singolarmente. La base della terapia include l'uso dei seguenti farmaci:

  1. Farmaci antibatterici (Augmentin, Ceftriaxone) - soppressione dell'attività dei batteri e trattamento dell'infezione, che ha provocato il processo infiammatorio.
  2. Diuretici (Furosemide) - normalizzazione della funzionalità dei reni, lisciviazione di agenti infettivi. Con l'edema aumentato, i farmaci diuretici non sono raccomandati.
  3. Farmaci anti-infiammatori (Ibuprofen, Nurofen) - rimozione dei sintomi comuni della malattia - febbre, mal di testa acuto, brividi, ecc.
  4. Antistaminici (Suprastin) - rimozione o riduzione delle manifestazioni allergiche nel trattamento dei farmaci essenziali.
  5. Farmaci immunostimolanti (Viferon) - aumentando l'efficacia della terapia prescritta.

Corretta alimentazione

Uno dei segni del processo infiammatorio è un deterioramento dell'appetito, oltre a nausea e vomito. Per non aggravare la situazione dolorosa, la dieta abituale del bambino dovrebbe essere cambiata.

  1. Limitare strettamente l'assunzione di cibi salati, piatti grassi e affumicati.
  2. Limitare il consumo di cibi in scatola, spezie, spezie.
  3. Aumentare l'assunzione di liquidi (acqua pulita). Se non ci sono reazioni allergiche, il succo di mirtillo può essere aggiunto alla dieta. La bacca ha un certo numero di proprietà medicinali - battericida, antinfiammatoria, immunostimolante.

prevenzione

La durata della terapia dura più di 2 settimane. Dopo aver sofferto della malattia, è necessario continuare a seguire una dieta, oltre a garantire uno stile di vita limitato per il bambino:

  • evitare l'ipotermia;
  • limitare lo stress fisico ed emotivo.

Stanco di combattere la malattia renale?

Gonfiore del viso e delle gambe, dolore nella parte bassa della schiena, costante debolezza e affaticamento veloce, minzione dolorosa? Se si hanno questi sintomi, la probabilità di malattia renale è del 95%.

Se non ti frega niente della tua salute, leggi l'opinione dell'urologo con 24 anni di esperienza. Nel suo articolo, parla di capsule RENON DUO.

Si tratta di un agente di riparazione renale tedesco ad alta velocità che è stato utilizzato in tutto il mondo per molti anni. L'unicità del farmaco è:

  • Elimina la causa del dolore e porta allo stato originale dei reni.
  • Le capsule tedesche eliminano il dolore già al primo utilizzo e aiutano a curare completamente la malattia.
  • Non ci sono effetti collaterali e nessuna reazione allergica.

Manifestazioni di malattie renali nei bambini

Sfortunatamente, durante l'infanzia la malattia renale nei bambini è molto comune. Spesso, tutte le patologie del lavoro sui reni nei bambini non presentano sintomi pronunciati e talvolta i metodi di ricerca di laboratorio non rivelano segni di anomalie. Questa caratteristica è minacciata dal fatto che non è sempre possibile determinare il danno renale nei bambini nelle fasi iniziali, quando il trattamento non è molto complicato. Più della metà delle malattie renali in età adulta si verificano dopo un trattamento improprio nei bambini, pertanto è necessaria una diagnosi tempestiva e il trattamento delle malattie.

Caratteristiche strutturali

I reni svolgono un ruolo molto importante nel corpo umano, filtrano il sangue e rimuovono dal corpo sostanze nocive di natura tossica. L'urina non è solo un eccesso di liquidi, ma anche elementi tossici nel corpo. Gli organi sono situati su entrambi i lati della colonna vertebrale vicino alla regione lombare.

I reni hanno diversi strati protettivi. Il primo è il tessuto adiposo che avvolge gli organi, il secondo è la capsula fibrosa, lo protegge come una guaina. Tutti i processi di pulizia e filtrazione sono effettuati nel parenchima. È in questo dipartimento che si trovano i nefroni, che vengono filtrati nei glomeruli, e l'urina viene scaricata attraverso speciali canali nei calici renali. Le tazze entrano nel bacino, da cui l'urina passa attraverso la vescica attraverso l'uretere. La produzione di urina avviene attraverso l'uretra.

La struttura dei reni dei bambini è molto diversa da quegli organi, ma già nell'età adulta. I reni stessi sono arrotondati e il rapporto tra le dimensioni e le dimensioni degli altri organi nell'infanzia è molto più grande. Quando il bambino ha circa un anno, i reni diventano a forma di fagiolo.

La forma e la dimensione corretta e finale del rene è formata dall'età di 13-14 anni, dall'età di tre anni inizia a avvolgere lo strato di grasso, la capsula fibrosa è rafforzata a cinque. Di conseguenza, la dimensione dei reni dovrebbe essere una volta e mezza più grande di quella del neonato.

I nefroni nell'infanzia non funzionano abbastanza: a circa 7 anni, i reni di un bambino assumono l'aspetto di un rene adulto e iniziano a svolgere pienamente le loro funzioni. Così come la dimensione della vescica è piccola.

Le funzioni del rene di un bambino non differiscono da quelle di un adulto umano, cioè rimuovono i prodotti finali di decadimento dal corpo attraverso l'urina. Inoltre, i reni sono uno degli organi importanti nel processo di regolazione del metabolismo dell'acqua salata, dell'equilibrio acido-base, della normalizzazione della pressione sanguigna, della rottura di proteine, grassi, carboidrati.

Poiché i reni dei bambini non sono completamente formati, sono facilmente suscettibili agli effetti negativi dell'ambiente, in particolare, gli effetti tossici dei farmaci, la rottura dell'equilibrio del sale, l'infezione e anche la mancanza di liquidi. Sia patologie congenite e acquisite, neoplasie e lesioni alla nascita possono provocare la comparsa di malattie renali nei bambini. La causa più comune di malattia renale è il danno batterico.

Sintomi di pyelonephritis

La pielonefrite è caratteristica di entrambe le ragazze e ragazzi di età inferiore ai tre anni. Si verifica un'infiammazione batterica del sistema pelvico renale. Nell'infanzia provocano infiammazione batterica di E. coli, in rari casi, batterio di Pseudomonas, Staphylococcus aureus, Streptococco.

Un'infezione può diffondersi attraverso il sangue da qualsiasi parte del corpo, dall'intestino attraverso il retto o attraverso i genitali esterni.

Le cause principali di:

  1. Infiammazione degli organi genitali, come vulvovaginite, fimosi.
  2. Invasioni verme.
  3. Infezioni batteriche acute o croniche in qualsiasi area. I bambini sono caratterizzati da frequenti malattie respiratorie e complicanze dei processi infiammatori di organi ENT, mal di gola, otite media, ecc.
  4. Reflusso dell'uretere, in cui l'urina dell'uretere non viene espulsa, ma ritorna ai reni.

La pielonefrite si sviluppa con il deterioramento dell'immunità generale, disturbi metabolici, ipotermia, SARS. I sintomi della malattia nei bambini non implicano sensazioni dolorose. Tuttavia, un aumento della temperatura corporea si manifesta spesso, spesso fino a 40 gradi, l'urina è torbida, il bambino si sente debole, sonnolento, pelle pallida, senza appetito, gonfiore di varie aree.

È possibile diagnosticare la malattia dopo un esame del sangue e delle urine, in cui aumenta il valore dei leucociti e appaiono i batteri. L'ecografia mostra deviazioni di sviluppo e funzionamento, così come le dimensioni degli organi del sistema urinario. Il medico curante prescrive l'urina bakposiv per determinare la resistenza a determinati antibiotici.

Il trattamento è quello di distruggere la localizzazione della fonte di infiammazione batteriologica con farmaci antibatterici. Per i bambini trattamento raccomandato in ospedale. Per una maggiore età adulta la dose di farmaci viene accuratamente selezionata, poiché negli antibiotici infantili si verifica la reazione allergica più forte.

Sfortunatamente, nelle prime fasi del trattamento, potrebbe non essere sufficientemente efficace, perché il tempo è necessario per i test sui bacposi, che non dovrebbero essere sprecati, quindi il medico prescrive farmaci standard basati sull'esperienza e altre ricerche. Se non c'è alcun miglioramento dopo l'antibiotico prescritto, il paziente viene sostituito con un altro farmaco.

Sviluppo di glomerulonefrite

Nella glomerulonefrite, il sistema di nefrone tubolare soffre. Provoca l'insorgenza di questa malattia streptococchi e stafilococco. La malattia secondo le statistiche il più spesso succede in bambini circa 6 anni. La glomerulonefrite può farsi sentire, dopo aver eliminato l'attenzione dell'infezione batterica. Questo può accadere dopo tre settimane.

Le cause di tale infiammazione dei reni possono essere infezioni del tratto respiratorio, patogeni batterici, attraverso i quali il sangue viene consegnato ai reni.

I principali sintomi della malattia glomerulonefrite.

  1. Sensazione di debolezza, sonnolenza, emicrania.
  2. Nausea, vomito.
  3. Dolore nella regione lombare.
  4. Secchezza delle fauci, sete.
  5. Puffiness di varie aree.
  6. Aumento della pressione sanguigna
  7. Ridotta frequenza urinaria
  8. Scolorimento delle urine a marrone.

Un'analisi delle urine rivela un aumento dei globuli rossi, dei globuli bianchi e delle proteine. Nell'analisi del sangue ha rivelato l'anemia. È necessario condurre una diagnosi ecografica e una biopsia del tessuto renale. Con questa malattia, l'ospedalizzazione è necessaria a qualsiasi età. Inoltre, la terapia anti-batterica viene effettuata per migliorare la circolazione sanguigna nei reni, ridurre l'area di edema, normalizzare la pressione sanguigna.

Specie ereditarie

La malattia infiammatoria che colpisce qualsiasi area del corpo deve essere eliminata in modo tempestivo e il trattamento viene eseguito fino a completa guarigione del paziente, al fine di evitare la transizione da acuta a cronica. Il bambino non deve essere esposto a correnti d'aria, a sovraraffreddamento e si raccomanda di eseguire misure generali di rafforzamento, ad esempio l'indurimento.

Nefropatia e tubulopatia sono malattie ereditarie. Le malattie ereditarie sono caratterizzate da manifestazioni tardive di patologie. La nefropatia è caratterizzata da deficit uditivo, visione e ritardo dello sviluppo. I glomeruli di Nephron perdono le loro funzioni principali. I primi sintomi possono comparire dopo cinque anni.

Nel rilevare le malattie ereditarie dei reni nell'analisi delle urine è aumentato notevolmente il valore dei leucociti, mentre non è stata rilevata la presenza di batteri. In questo caso, viene applicata la diagnosi differenziale, utilizzando metodi di ricerca genetica.

La malattia renale ereditaria non è curabile. I principi di base del trattamento sono di mantenere il lavoro dei reni e la salute generale del bambino. Se le complicazioni sono particolarmente pericolose per la salute, sarà richiesto un trapianto di un rene donatore.

La malattia metabolica congenita porta alla tubulopatia, che distrugge il lavoro dei tubuli nefronici. I sintomi si verificano in un neonato e si manifestano in nausea, vomito, stitichezza e convulsioni. Quando allattare al seno tali sintomi non sono evidenti, tuttavia, con l'abbandono delle manifestazioni del latte materno diventano pronunciati.

Anche la malattia non è suscettibile di trattamento, tuttavia è possibile, in base alla dieta e alla terapia regolare, normalizzare le condizioni del paziente.

Per prevenire l'insorgenza di malattie renali nei bambini, è necessario osservare un'igiene corretta. I genitori dei neonati sono tenuti a monitorare attentamente le condizioni del bambino ea prendersi cura di lui in modo tale che non si verifichino malattie renali nei neonati. La formazione di fimosi nei ragazzi sotto il prepuzio, che può portare al danno renale batterico, è caratteristica.

Infezioni del sistema urinario nei bambini. Cause, sintomi, trattamento e prevenzione

Uno dei problemi più seri e una causa comune di ospedalizzazione durante l'infanzia è l'infezione del tratto urinario. Perché sorge, come si manifesta e cosa dovrebbero intraprendere i genitori in questo caso, imparerai in questo articolo.

L'infezione del tratto urinario si sviluppa nei bambini a qualsiasi età, ma è più comune nei bambini sotto i 3 anni di età. Questo predispone caratteristiche della struttura e del lavoro del sistema urinario del bambino. Mi soffermerò su di loro in modo più dettagliato, poiché lo considero importante.

Gli organi del sistema urinario sono i reni, gli ureteri, la vescica e l'uretra (uretra). I reni funzionano come un filtro naturale che rimuove le tossine e l'eccesso di liquidi dal corpo e assicura anche l'equilibrio dell'ambiente interno del corpo. La vescica è il principale serbatoio di stoccaggio delle urine. Si riempie gradualmente di urina e quando il suo volume è riempito per oltre la metà, la persona ha la voglia di urinare, cioè c'è il desiderio di urinare e l'urina dalla vescica lungo l'uretra viene espulsa.

Quando un bambino nasce, ogni rene contiene almeno un milione di glomeruli e tubuli renali. Dopo la nascita, nuove palle possono essere formate solo in bambini prematuri. Poiché lo sviluppo intrauterino e extrauterino dei reni tende a scendere.

In un neonato, la maturazione dei reni non è ancora completa. I reni nei bambini piccoli sono relativamente più grandi che negli adulti, si trovano sotto la cresta iliaca (fino a 2 anni), la loro struttura nei primi anni è lobata e la capsula grassa è debole, quindi i reni sono più mobili e palpabili prima dei 2 anni (cioè, il medico può sondarli), specialmente quello giusto.

Lo strato corticale dei reni è sottosviluppato, le piramidi del midollo allungato raggiungono quindi quasi la capsula. Il numero di nefroni nei bambini piccoli è lo stesso degli adulti (1 milione in ciascun rene), ma sono più piccoli, il loro grado di sviluppo non è lo stesso: quelli iuxtamedollari sono meglio sviluppati, quelli corticali e isocorticali sono peggiori. L'epitelio della membrana basale del glomerulo è alto, cilindrico, che porta ad una diminuzione della superficie di filtrazione e una resistenza più elevata in questo caso. I canalicoli nei bambini piccoli, specialmente nei neonati, sono stretti, corti, il cappio di Henle è anche più corto e la distanza tra le ginocchia discendente e ascendente è più lunga.

La differenziazione dell'epitelio dei tubuli, del cappio di Henle e dei tubi di raccolta non è ancora completa. L'apparato juxtaglomerulare nei bambini piccoli non è ancora stato formato. La maturazione morfologica del rene nel suo complesso termina per età scolastica (3-6 anni). La pelvi renale è relativamente ben sviluppata, nei bambini piccoli è per lo più intrarenale e il tessuto muscolare ed elastico in essi è poco sviluppato. Una caratteristica speciale è la stretta connessione dei vasi linfatici dei reni con vasi simili dell'intestino, il che spiega la facilità del trasferimento dell'infezione dall'intestino alla pelvi renale e lo sviluppo della pielonefrite.

I reni sono l'organo più importante per il mantenimento dell'equilibrio e della relativa costanza dell'ambiente interno del corpo (omeostasi). Ciò è ottenuto mediante filtrazione nei glomeruli di acqua e prodotti residui del metabolismo dell'azoto, elettroliti, trasporto attivo di un certo numero di sostanze nei tubuli. I reni svolgono anche un'importante funzione secretoria, producendo l'eritropoietina (questa sostanza aiuta a sintetizzare i globuli rossi), la renina (mantiene la pressione sanguigna), l'urokinasi e gli ormoni tissutali locali (prostaglandine, chinine) e trasforma anche la vitamina D nella sua attività forma. Sebbene gli ureteri nei bambini piccoli siano relativamente più larghi che negli adulti, sono più tortuosi, ipotonici a causa del debole sviluppo delle fibre muscolari ed elastiche, che predispongono all'urina stagnante e allo sviluppo del processo infiammatorio microbico nei reni.
La vescica nei bambini piccoli è più alta che negli adulti, quindi può essere facilmente palpata sopra il pube, che nella lunga assenza di minzione rende possibile differenziare il suo ritardo riflesso dalla cessazione della formazione delle urine. La mucosa è ben sviluppata nella vescica, tessuto debolmente elastico e muscolare. La capacità della vescica di un neonato è fino a 50 ml, in un bambino di un anno è fino a 100-150 ml.

L'uretra nei neonati è lunga 5-6 cm, la sua crescita è irregolare: rallenta leggermente nella prima infanzia e accelera significativamente durante la pubertà (aumenta fino a 14-18 cm). Nelle neonate, la sua lunghezza è di 1-1,5 cm, e a 16 anni - 3-3,3 cm, il suo diametro è più ampio che nei maschi. Nelle ragazze, a causa di queste caratteristiche dell'uretra e della vicinanza all'ano, l'infezione può essere più facile, che deve essere presa in considerazione quando si organizzano le loro cure. La mucosa dell'uretra nei bambini è sottile, tenera, facilmente tagliata, la sua piegatura è scarsamente espressa.
L'urinazione è un atto riflesso che viene eseguito dai riflessi spinali congeniti. La formazione di un riflesso condizionato e abilità di pulizia deve iniziare all'età di 5-6 mesi, e entro l'anno il bambino dovrebbe già chiedere il piatto. Tuttavia, nei bambini sotto i 3 anni di età, si può osservare la minzione involontaria durante il sonno, giochi eccitanti, eccitazione. Il numero di urinazioni nei bambini nel periodo neonatale - 20-25, nei neonati - almeno 15 al giorno. La quantità di urina al giorno nei bambini aumenta con l'età. Nei bambini di età superiore a un anno, può essere calcolato utilizzando la formula: 600+ 100 (x-1), dove x è il numero di anni, 600 è la diuresi giornaliera di un bambino di un anno.

L'infezione urinaria è un processo microinfiammatorio in qualsiasi parte della membrana mucosa delle vie urinarie per tutta la sua lunghezza (nell'uretra, nella vescica, nel bacino, nelle coppe), che impegna anche il tessuto renale stesso.
Nonostante il fatto che non dia un'idea esatta della localizzazione del fuoco infiammatorio, il termine è ampiamente usato dai pediatri, perché corrisponde al punto di vista moderno sulla diffusione (prevalenza) del processo patologico nel sistema urinario. Ciò si spiega con il fatto che nei bambini, specialmente i più giovani, a causa della scarsa maturità del tessuto renale e della ridotta immunità rispetto agli adulti, l'uretrite quasi mai isolata (infiammazione dell'uretra), pielite (infiammazione del calice del rene) e persino cistite ( infiammazione della vescica).

Il termine "infezione del sistema urinario" unisce tutte le malattie infettive e infiammatorie del sistema urinario (OMC) e comprende pielonefrite (PN), cistite, uretrite e batteriuria asintomatica.
I primi segni di malattie infiammatorie OMI sono di solito rilevati in fase preclinica (servizio ambulatoriale, primo soccorso), quando, nella maggior parte dei casi, non è possibile stabilire l'esatta localizzazione del processo. Pertanto, la diagnosi di un'infezione del tratto urinario o del sistema urinario è valida. Inoltre, in un ospedale specializzato, la diagnosi è chiarita.

L'infezione urinaria è particolarmente comune nei neonati e nei bambini sotto i 3 anni di età, e quindi il numero di pazienti diminuisce gradualmente. Il suo secondo picco cade su persone di età superiore ai 20 anni. Tra neonati e bambini nei primi mesi di vita, i ragazzi e le ragazze soffrono con la stessa frequenza e, successivamente, l'incidenza si osserva principalmente nelle ragazze.

Cause di infezione

Molto spesso, il processo infiammatorio nel sistema urinario è causato da Escherichia coli, si riferisce alla normale flora saprofitica dell'intestino crasso, ma quando viene trasportato nei reni (dove non dovrebbe essere) può causare un processo patologico.

Meno comunemente, la causa del processo patologico può essere vari ceppi di Proteus, Pseudomonas aeruginosa e altri microrganismi gram-negativi, a volte anche microbi gram-positivi. Tra questi ultimi, si trova più spesso lo Staphylococcus aureus, che entra nel flusso sanguigno dal fuoco infiammatorio in alcuni organi e da lì nel rene. Tale fonte nei neonati può essere onfalite purulenta (infiammazione dell'ombelico), polmonite ascesso, ulcere sulla pelle. Le invasioni di vermi e le malattie infiammatorie degli organi genitali esterni contribuiscono all'emergenza e all'ulteriore sviluppo dell'infezione.

Il meccanismo di sviluppo.

Esistono 3 modi conosciuti di infezione nel rene: ematogena (attraverso il sangue), urinogenica (verso l'alto dall'uretra attraverso il tratto urinario) e linfogena, in cui il patogeno viene introdotto nel rene attraverso vasi linfatici provenienti dalla vescica lungo gli ureteri (molti autori rifiutano questo percorso). La via ematogena è più comune nei neonati e nei bambini nei primi mesi di vita. Nei bambini più grandi, il percorso ascendente (urinogenico) è di primaria importanza quando l'infezione si verifica dal tratto urinario inferiore. Il tasso di prevalenza di morbilità tra le ragazze è una conseguenza della più facile risalita dell'infezione lungo l'uretra, dal momento che è relativamente più ampia e più corta in esse. Questo è importante per l'igiene dei bambini. Particolarmente facilmente e spesso l'infezione penetra insieme con l'urina dalla vescica ai reparti e reni sovrastanti in presenza di reflusso vescico-ureterale (reflusso urinario di ritorno), che è un fenomeno patologico derivante dall'insufficienza del meccanismo valvolare degli ureteri o dell'anastomosi vescicolare-ossea. Anche la disfunzione vescicale neurogena può essere importante. La presenza di reflusso, così come altri ostacoli al deflusso di urina a causa di malformazioni congenite del sistema urinario o dei calcoli risultanti, contribuisce allo sviluppo della pielonefrite. Sopra l'ostacolo c'è un ritardo meccanico dei batteri nelle urine.

Nei neonati, lo sviluppo della malattia è favorito dall'immaturità strutturale e funzionale delle vie urinarie e del nefrone tubulare. Altrettanto importanti sono il processo infettivo nella madre durante la gravidanza, la gestazione tardiva (contribuisce a disordini metabolici nel bambino nel primo periodo postnatale), l'asfissia del bambino durante il parto, la sepsi nel periodo neonatale.

Nei bambini dei primi anni di vita, gravi disturbi gastrointestinali con disidratazione, lesioni infiammatorie degli organi genitali esterni (vulvite, vulvovaginite), polmonite, malnutrizione, rachitismo, ipervitaminosi D. predispongono allo sviluppo della pielonefrite.

In età prescolare, le invasioni elmintiche e la presenza di focolai cronici di infezione contribuiscono allo sviluppo delle infezioni del tratto urinario.
Un ruolo importante è assegnato ai disordini metabolici ereditari, alle enzimopatie. Le condizioni favorevoli per lo sviluppo della malattia sono create con disordini metabolici, accompagnati da un'aumentata escrezione urinaria di ossalati, urati, fosfati, cistina e calcio. Insieme con i fattori elencati nello sviluppo della pielonefrite, la reattività immunologica del corpo, i fattori di protezione cellulare locale sono di grande importanza.

La cistite è un processo microinfiammatorio nella parete della vescica (di solito nello strato mucoso e sottomucoso).

La batteriuria asintomatica è una condizione in cui, in completa assenza di manifestazioni cliniche della malattia, la batteriuria viene rilevata con uno dei seguenti metodi:
- 10 o più cellule microbiche in 1 ml di urina;
- o più di 105 colonie di microrganismi della stessa specie che crescevano seminando 1 ml di urina prelevata dalla corrente centrale;
- o 103 o più colonie della stessa specie di microrganismi durante la semina di 1 ml di urina prelevata con un catetere;
- o qualsiasi numero di colonie di microrganismi durante la semina di 1 ml di urina ottenuta per puntura sovrapubica della vescica. La presenza di batteri nell'analisi generale delle urine non è un criterio affidabile per la batteriuria.

Fattori predisponenti e gruppi a rischio.

Lo sviluppo di un processo infettivo-infiammatorio nel sistema urinario, di regola, si verifica quando vi sono fattori predisponenti alla parte del corpo del bambino, il principale dei quali è l'ostruzione del flusso urinario a qualsiasi livello.

Questo ci permette di distinguere i gruppi di rischio condizionale per lo sviluppo di un'infezione degli organi del sistema urinario:
- bambini con disturbi urodinamici (ostruzione urinaria): anomalie del sistema urinario, reflusso vescico-ureterale, nefroptosi, urolitiasi, ecc.;
- bambini con disturbi metabolici nel sistema urinario: glucosuria, iperuricemia, nefropatia dismetabolica, ecc.;
- disturbi della motilità delle vie urinarie (disfunzioni neurogeniche);
- bambini con ridotta resistenza generale e locale: bambini prematuri, bambini spesso malati, bambini con malattie sistemiche o immunitarie, ecc.;
- bambini con una possibile predisposizione genetica: infezione dell'OMC, anomalie dell'OMC, reflusso vescico-ureterale, ecc. nei parenti, infezione dell'OMC nella storia del bambino stesso;
- bambini con stitichezza e malattia cronica intestinale;
- bambini di sesso femminile, bambini con gruppi sanguigni III (B0) o IV (AB).

Nel periodo prenatale come organo, l'escrezione del rene non funziona - questo ruolo è giocato dalla placenta. Tuttavia, la quantità minima di urina è ancora formata e si accumula nella pelvi renale (una specie di imbuto collegato a ciascun rene, dove vengono raccolte piccole porzioni di urina). Di conseguenza, prima della nascita del bambino, il bacino si espande. Tali cambiamenti sono rilevati durante la gravidanza all'ecografia o nei primi mesi di vita di un bambino. Nella maggior parte dei casi, la dimensione della pelvi torna alla normalità di 1 - 1,5 anni. A volte l'ingrandimento del bacino si verifica a causa della re-iniezione di urina in essi dalla vescica chiamata reflusso vescico-ureterale. Questa è una patologia grave che può portare a cambiamenti nel tessuto renale. Pertanto, tutti i bambini nei primi mesi di vita dovrebbero essere eseguiti con ultrasuoni dei reni e delle vie urinarie. Se viene rilevata un'espansione del bacino, è necessario monitorare costantemente le loro dimensioni e monitorare i test delle urine.

Le nefropatie dismetaboliche sono chiamate varie malattie metaboliche caratterizzate da una maggiore quantità di sali nelle urine. Più spesso nei sali delle urine di ossalati, fosfati e urati si trovano. Il loro aspetto nella maggior parte dei casi è dovuto alle caratteristiche nutrizionali del bambino e all'incapacità dei suoi reni di sciogliere grandi quantità di sali. La predominanza nella dieta di alimenti ricchi di acido ossalico e vitamina C (cacao, cioccolato, spinaci, sedano, barbabietole, prezzemolo, ribes, ravanelli, mele acide, bruschette, fiocchi di latte, ecc.) Può aumentare la quantità di ossalati nelle urine. Gli alimenti ricchi di purine (tè forte, cacao, caffè, cioccolato, sardine, fegato, maiale, frattaglie, brodi, pesce grasso, pomodori, acque minerali acide) possono causare un aumento del numero di urati. Gli alimenti ricchi di fosforo (fegato di manzo, formaggio, fiocchi di latte, caviale, pesce, fagioli, piselli, cioccolato, farina d'avena, orzo, grano saraceno e miglio, acqua minerale alcalina, ecc.) Aumentano il livello di fosfati nelle urine, ma alcuni bambini hanno disturbi dismetabolici causato da ragioni più profonde, a volte ereditarie e dipendenti dalla natura del cibo in misura minore. I cristalli di sale sono pericolosi perché possono danneggiare il tessuto renale, causando l'infiammazione del rene; inoltre, possono fungere da sfondo per lo sviluppo di un'infezione del sistema urinario e accumularsi nel rene e nel bacino, formando calcoli. La base per la correzione dei disturbi dismetabolici è una dieta specifica con l'eccezione di cibi ricchi di sali appropriati e l'assunzione di grandi quantità di liquidi.

I disturbi della vescica nei bambini piccoli sono principalmente associati all'immaturità della sua regolazione da parte del sistema nervoso. Di regola, passano mentre il bambino cresce. Tuttavia, il deterioramento funzionale può servire da sfondo per lo sviluppo di disfunzioni organiche più profonde; inoltre, portano al bambino disagio psico-emotivo, contribuiscono a un umore negativo. Molto spesso i bambini hanno enuresi, incontinenza diurna, incontinenza, vescica neurogena.

L'incontinenza urinaria è una minzione involontaria senza bisogno; l'enuresi è l'enuresi notturna. Dall'incontinenza si dovrebbe distinguere l'incontinenza urinaria, in cui c'è la voglia di urinare, ma il bambino non può trattenere l'urina, "raggiungere il bagno". Spesso, l'incontinenza urinaria si manifesta sotto forma di sindrome da "lasciare entrare i pantaloni" o "pantaloni bagnati", quando inizialmente una piccola quantità di urina viene versata nei pantaloni, e quindi lo sfintere della vescica viene attivato e la minzione si ferma. Nei bambini piccoli, un chiaro riflesso di urinare non è ancora completamente formato, quindi facilmente "dimenticano" l'impulso, spostano l'attenzione, "giocano". Il bambino deve essere periodicamente offerto di urinare. Altrimenti, ci possono essere disturbi della minzione e stiramento eccessivo della vescica, che possono portare alla comparsa di reflusso vescico-ureterale (reflusso urinario di ritorno dalla vescica agli ureteri).

Opzioni per il decorso dell'infezione del tratto urinario

I bambini possono essere divisi in tre varianti del suo corso.
Opzione uno. Manifestazioni cliniche della malattia sono assenti. Nello studio delle urine vengono rilevati: leucocitosi batterica, leucocituria batterica, batteriuria isolata. Possibili cause: una lesione infettiva a qualsiasi livello del sistema urogenitale - batteriuria asintomatica, infezione latente delle basse vie urinarie, PN latente, vulvite, balanite, fimosi, ecc.

Opzione due. Manifestazioni cliniche sotto forma di disuria (dolore durante la minzione, pollachiuria, incontinenza o incontinenza delle urine, ecc.); dolore o fastidio nell'area suprapubica. Sindrome urinaria sotto forma di leucocita batterica (possibilmente in associazione con ematuria di diversa gravità) o leucocituria batterica. Possibili cause: cistite, uretrite, prostatite.

Opzione tre. Manifestazioni cliniche sotto forma di febbre, sintomi di intossicazione; dolore nella parte bassa della schiena, lato, addome, irradiato all'inguine, la superficie interna della coscia. Sindrome urinaria in forma di leucocita batterica o leucocituria batterica, a volte moderata ematuria. Cambiamenti nel sangue: leucocitosi, neutrofilia con uno spostamento a sinistra, accelerazione della VES. Possibili cause: pielonefrite, pielonefrite con cistite (con disuria).

Peculiarità di pyelonephritis.

Nella clinica della pielonefrite nei bambini piccoli prevalgono i sintomi dell'intossicazione. Forse lo sviluppo di neurotossicosi, la comparsa di sintomi meningei, il rigurgito frequente e il vomito al culmine dell'intossicazione. Spesso, i bambini del primo anno di vita possono essere completamente abbandonati con lo sviluppo della malnutrizione. All'esame, il pallore della pelle, la cianosi periorbitale, il pelo delle palpebre è degno di nota.

Spesso, la pielonefrite in età precoce si verifica sotto una varietà di "maschere": disturbi dispeptici, addome acuto, pilorospasmo, sindrome intestinale, processo settico, ecc. Se compaiono questi sintomi, è necessario escludere la presenza di infezione urinaria.

Nei bambini più grandi, i sintomi "infettivi generali" appaiono meno bruscamente, e gli aumenti di temperatura "irragionevoli" sono spesso possibili sullo sfondo del normale benessere. Sono caratterizzati da febbre con brividi, sintomi di intossicazione, dolore persistente o ricorrente nell'addome e nella regione lombare, un sintomo positivo del battito. Forse il corso di pyelonephritis sotto la maschera d'influenza o appendicite acuta.

Caratteristiche del corso di cistite.

Nei bambini più grandi e negli adulti, la cistite si verifica più spesso come "sofferenza locale", senza sintomi di febbre o intossicazione. In cistite emorragica, ematuria, a volte ematuria macroscopica (urina del colore della brodaglia) porta alla sindrome urinaria. Nei neonati e nei bambini piccoli, la cistite si presenta spesso con sintomi di intossicazione generale e febbre. Sono caratterizzati da frequenti sviluppi di stranguria (ritenzione urinaria).

La malattia renale della pietra nei bambini si sviluppa meno frequentemente rispetto agli adulti. Le pietre sono formate da cristalli di sale che si sciolgono nell'urina normale; possono essere localizzati nel tessuto renale, nella pelvi renale e nelle loro coppe, nella vescica. La formazione di calcoli è associata ad un metabolismo compromesso (in particolare minerale), alla non conformità con la dieta, così come al deflusso ostruito di urina in varie malformazioni del sistema urinario. Spesso la malattia renale è associata a pielonefrite, poiché la pietra crea le condizioni per lo sviluppo dell'infezione. La malattia si manifesta solitamente con attacchi di mal di schiena acuto, che si estendono fino al basso ventre.

Gli attacchi di colica renale sono spesso accompagnati da vomito, febbre, ritenzione di gas e feci e disturbi urinari. Il sangue viene rilevato nelle urine (questo è dovuto al fatto che durante il passaggio della pietra attraverso il tratto urinario la loro membrana mucosa è danneggiata). Trattamento nella maggior parte dei casi, chirurgico.

Diagnosi di infezione

Spesso, le malattie del sistema urinario si verificano nascoste, quindi tutti i sintomi insoliti che sono comparsi nel bambino, devono allertare i genitori e il medico curante. Fortunatamente, questi sintomi sono facili da notare.
Sintomi della malattia renale:
· Febbre immotivata (senza sintomi di ARVI);
· Dolore ricorrente nell'addome inferiore o nella regione lombare;
· "Ammissione urinaria giornaliera";
· Enuresi notturna e diurna;
· Minzione frequente o rara.

Per la diagnosi di infezione del sistema urinario vengono utilizzati metodi strumentali di ricerca di laboratorio.

Identificare l'attività e la localizzazione del processo infiammatorio microbico. È necessario condurre test di laboratorio obbligatori, come un esame del sangue clinico e un esame del sangue biochimico (proteine ​​totali, frazioni proteiche, creatinina, urea, fibrinogeno, CRP). Analisi delle urine; test quantitativi di urina (secondo Nechyporenko); coltura delle urine sulla flora con una valutazione quantitativa del grado di batteriuria; antibiogramma delle urine (sensibilità antibiotica); esame biochimico delle urine (escrezione giornaliera di proteine, ossalato, urato, cistina, sali di calcio, indicatori di instabilità della membrana - perossidi, lipidi, capacità anti-cristallina delle urine).

In alcuni casi, saranno necessari ulteriori test di laboratorio, come l'analisi delle urine quantitative (secondo Amburge, Addis-Kakowski); morfologia del sedimento urinario; test delle urine per clamidia, micoplasma, ureaplasma (PCR, coltura, citologia, metodi sierologici), funghi, virus, micobatterio tubercolosi (colture di urina, diagnosi rapida); studio dello stato immunologico (sIgA, fagocitosi).

Studi obbligatori e strumentali, come la misurazione della pressione sanguigna; Ultrasuoni del sistema urinario; Studi di contrasto a raggi X (cistoscopia vaginale, urografia escretoria) - con ripetuti episodi di IC e solo nella fase di minima attività o remissione.

Inoltre, il nefrologo può prescrivere la sonografia Doppler a ultrasuoni (UZDG) del flusso ematico renale; urografia escretoria, cistouretroscopia; studi sul radionuclide (scintigrafia); metodi funzionali di esame della vescica (uroflussimetria, cistometria); elettroencefalografia; echoencephalography; tomografia computerizzata; imaging a risonanza magnetica.
La consultazione di specialisti è obbligatoria: ginecologo o urologo di bambini. Se necessario: un neurologo, un otorinolaringoiatra, un oculista, un cardiologo, un dentista, un chirurgo.

Principi di trattamento delle malattie infettive del sistema urinario.

Nel periodo acuto o durante l'esacerbazione, il bambino deve essere curato in ospedale oa casa sotto la supervisione di un medico. Dopo la dimissione dall'ospedale, un nefrologo o urologo viene periodicamente monitorato per un certo periodo di tempo, i cui appuntamenti devono essere rigorosamente seguiti. L'esacerbazione della malattia può causare qualsiasi infezione, quindi cerca di proteggere il bambino dal contatto con pazienti con influenza, mal di gola, malattie respiratorie acute. Molta attenzione dovrebbe essere prestata all'eliminazione dei focolai cronici di infezione (trattare tempestivamente i denti, eliminare i focolai nella gola, i seni paranasali). I bambini che hanno una malattia renale, dovrebbero evitare il superlavoro e l'ipotermia, uno sforzo fisico significativo. Dopo la dimissione dall'ospedale, il bambino può fare fisioterapia, ma le lezioni nelle sezioni sportive e la partecipazione alle competizioni sono proibite. Queste restrizioni sono infine revocate. La prevenzione delle malattie renali e le relative complicazioni aiuteranno le misure volte a rafforzare il corpo, un uso ragionevole dei fattori naturali della natura: il sole, l'aria e l'acqua. Per prevenire la diffusione dell'infezione dalle basse vie urinarie, specialmente nelle ragazze, è necessario osservare strettamente l'igiene degli organi genitali esterni. Di grande importanza è l'eliminazione degli ostacoli che violano il normale flusso di urina.

La questione dell'ospedalizzazione viene decisa in base alla gravità della condizione del bambino, al rischio di complicanze e alle condizioni sociali della famiglia - più il minore è il bambino, maggiore è la probabilità di trattamento in ospedale. Durante la fase attiva della malattia in presenza di febbre e dolore, il riposo a letto è prescritto per 5-7 giorni. Con la cistite e la batteriuria asintomatica, il ricovero in genere non è richiesto. Nel periodo acuto si utilizza la tabella Pevzner n. 5: senza restrizione di sale, ma con un regime di assunzione maggiore, il 50% in più rispetto alla norma di età. La quantità di sale e liquido è limitata solo quando la funzionalità renale è compromessa. Si raccomanda di alternare proteine ​​e alimenti vegetali. Prodotti esclusi contenenti sostanze estrattive e oli essenziali, cibi fritti, piccanti e grassi. Disturbi metabolici rilevabili richiedono speciali diete correttive.
La terapia farmacologica IMS comprende farmaci antibatterici, terapia antinfiammatoria, desensibilizzante e antiossidante.

La conduzione della terapia antibiotica si basa sui seguenti principi: prima dell'inizio del trattamento, la coltura delle urine deve essere eseguita (in seguito, il trattamento viene modificato in base ai risultati della coltura); eliminare e, se possibile, eliminare i fattori che contribuiscono all'infezione; un miglioramento delle condizioni non significa la scomparsa della batteriuria; i risultati del trattamento sono considerati come un fallimento se non vi è alcun miglioramento e / o conservazione della batteriuria.
Infezioni primarie del tratto urinario inferiore (cistite, uretrite), di regola, sono suscettibili a corsi brevi di terapia antimicrobica; infezioni del tratto urinario superiore (nefrite e pielonefrite) - richiedono una terapia a lungo termine.

Il trattamento della pielonefrite comprende diversi passaggi:
- sopprimendo il processo microbico-infiammatorio attivo usando antibiotici e urotettici (qui viene presa in considerazione la coltura delle urine per la sensibilità agli antibiotici).
- sullo sfondo del processo di subsidenza, vengono eseguite la stimolazione della protezione antiossidante e l'immunocorrection,
- fase di trattamento anti-ricaduta.
La terapia del processo acuto, di regola, è limitata ai primi due stadi, con la cronica tutte e tre le fasi del trattamento sono incluse.

L'inizio della terapia antibiotica è prescritto empiricamente (senza attendere la semina), in base agli agenti infettivi più probabili. In assenza di effetti clinici e di laboratorio, è necessario modificare l'antibiotico dopo 2-3 giorni. In caso di PN grave e moderata, i farmaci vengono somministrati principalmente per via parenterale (per via endovenosa o intramuscolare) in ambiente ospedaliero. In caso di PN lieve e in alcuni casi moderatamente grave, il trattamento ospedaliero non è richiesto, gli antibiotici vengono somministrati per via orale, il corso del trattamento va da 14 a 20 giorni.

Nei primi giorni della malattia, sullo sfondo dell'aumento del carico idrico, vengono utilizzati diuretici ad alta velocità, che contribuiscono al miglioramento del flusso sanguigno renale, assicurano l'eliminazione di microrganismi e prodotti infiammatori e riducono l'edema del tessuto renale interstiziale. La composizione e il volume della terapia per infusione dipendono dalla gravità della sindrome da intossicazione, dalle condizioni del paziente, dall'emostasi, dalla diuresi e da altre funzioni renali.
La combinazione con farmaci anti-infiammatori viene utilizzata per sopprimere l'attività di infiammazione e migliorare l'effetto della terapia antibatterica. Si raccomanda l'uso di farmaci anti-infiammatori non steroidei. Il corso del trattamento è di 10-14 giorni.

Gli agenti desensibilizzanti (Tavegil, Suprastin, Claritin, ecc.) Sono prescritti per la PN acuta o cronica al fine di alleviare la componente allergica del processo infettivo, nonché per lo sviluppo della sensibilizzazione del paziente agli antigeni batterici.
Nella complessa terapia della PN sono inclusi i farmaci con attività antiossidante e anti-radicale: Tocoferolo acetato, Unitiolo, Beta-carotene, ecc. Dei farmaci che migliorano la microcircolazione dei reni, sono prescritti Trental, Cinnarizin, Eufillin.

La terapia anti-ricaduta prevede il trattamento a lungo termine con farmaci antibatterici in piccole dosi e viene effettuata, di regola, in ambiente ambulatoriale. A tale scopo, utilizzare: Furagin per 2 settimane, quindi con i normali esami delle urine, la transizione a dosi di 1 / 2-1 / 3 per 4-8 settimane; la prescrizione di uno dei farmaci acido pipemidovoy, acido nalidixico o 8-idrossichinolina 10 giorni al mese in dosi usuali per 3-4 mesi.

Trattamento della cistite.

Il trattamento della cistite coinvolge effetti generali e locali. La terapia deve essere mirata alla normalizzazione dei disturbi urinari, all'eliminazione del patogeno e dell'infiammazione, all'eliminazione del dolore. Nella fase acuta della malattia, si raccomanda il riposo a letto fino a quando i fenomeni disurici non regrediscono. Mostra il riscaldamento generale del paziente. Il calore secco viene applicato all'area della vescica.

La terapia dietetica offre un trattamento delicato con l'eccezione di piatti speziati, speziati, spezie ed estratti. Mostrando prodotti lattiero-caseari, frutta, favorendo l'alcalinizzazione delle urine. Si raccomanda di bere molti liquidi (acque minerali debolmente alcaline senza gas, naturalmente bevande alla frutta e composte debolmente concentrate) dopo aver alleviato la sindrome del dolore. L'aumento della diuresi riduce l'effetto irritante dell'urina sulla mucosa infiammata, favorisce la lisciviazione dei prodotti di infiammazione dalla vescica. Il ricevimento di acqua minerale (Slavyanovskaya, Smirnovskaya, Essentuki) al tasso di 2-3 millilitri / kg 1 ora prima di pasti ha un effetto antinfiammatorio e antispasmodico debole, cambia il pH di urina. La terapia farmacologica per la cistite comprende l'uso di antispasmodici, urosepticheskikh e agenti antibatterici. Quando la sindrome del dolore mostra l'uso di dosi di età di No-shpy, Papaverina, Belladona, Baralgina.

Nella cistite acuta non complicata, è consigliabile utilizzare farmaci antimicrobici per via orale, principalmente escreti dai reni e creando la massima concentrazione nella vescica. Il corso minimo di trattamento è di 7 giorni. In assenza di riabilitazione delle urine sullo sfondo della terapia antibatterica, è necessario un ulteriore esame del bambino. La terapia urospica comprende l'uso di farmaci della serie nitrofuran (Furagin), chinoloni non fluorurati (farmaci di acidi nalidixici e pemididici, derivati ​​di 8-idrossichinolina).
Negli ultimi anni, la fosfomitsina (Monural), assunta una volta e ha un ampio spettro di azione antimicrobica, è stata ampiamente utilizzata per il trattamento della cistite. Nel periodo acuto della malattia, la fitoterapia viene effettuata con un effetto antimicrobico, abbronzante, rigenerante e antinfiammatorio. Come agente antinfiammatorio si utilizzano foglie di mirtillo e frutti, corteccia di quercia, erba di San Giovanni, calendula, ortica, farfara, piantaggine, camomilla, mirtillo, ecc. L'orzo, l'ortica, la foglia di mirtillo rosso hanno un effetto rigenerante.

Tattica di condurre bambini con batteriuria asintomatica.

La decisione di utilizzare la terapia antibiotica in batteriuria asintomatica è sempre difficile per il medico. Da un lato, l'assenza di una clinica e la sindrome urinaria pronunciata non giustificano l'uso di un ciclo di 7 giorni di antibiotici e uroseptics a causa di possibili effetti collaterali. Inoltre, il medico deve spesso superare il pregiudizio dei genitori contro l'uso di farmaci antibatterici.
D'altra parte, i corsi più brevi sono inefficaci, dal momento che riducono il periodo di batteriuria, creando "benessere immaginario", e non impediscono il successivo sviluppo dei sintomi clinici della malattia. Anche brevi corsi di antibiotici contribuiscono all'emergere di ceppi batterici resistenti. Nella maggior parte dei casi, la batteriuria asintomatica non richiede trattamento. Tale paziente ha bisogno di ulteriore esame e chiarimento della diagnosi.

La terapia antibiotica è necessaria nelle seguenti situazioni:
- nei neonati e nei neonati e nei bambini (fino a 3-4 anni), perché possono avere un rapido sviluppo della PN;
- nei bambini con anomalie strutturali del CHI;
- in presenza di prerequisiti per lo sviluppo di Mon o cistite;
- con PN cronica (cistite) o precedentemente trasferita;
- con la comparsa di sintomi clinici di IC.
Gli urotettici sono più comunemente usati per batteriuria asintomatica.

Osservazione dinamica di bambini che soffrono di infezioni del sistema urinario:

Il bambino deve essere monitorato da un pediatra insieme a un nefrologo.
Nel periodo di esacerbazione il nefrologo sembra - 1 volta in 10 giorni; remissione durante il trattamento - una volta al mese; la remissione dopo la fine del trattamento i primi 3 anni - 1 volta in 3 mesi; la remissione negli anni successivi all'età di 15 anni - 1-2 volte l'anno, quindi l'osservazione viene trasferita ai terapeuti.

Studi clinici e di laboratorio:
- analisi delle urine - almeno 1 volta al mese e contro ARVI;
- analisi biochimica delle urine - 1 volta in 3-6 mesi;
- Ultrasuoni dei reni - 1 volta in 6 mesi.

Secondo indicazioni - cistoscopia, cistografia e urografia endovenosa. Il ritiro dalla registrazione del dispensario di un bambino che ha avuto IMVS acuta è possibile, pur mantenendo la remissione clinica e di laboratorio senza misure terapeutiche (antibiotici e uroseptici) per più di 5 anni, dopo aver effettuato un esame clinico e di laboratorio completo. I pazienti con IMVS cronica sono monitorati prima di essere trasferiti alla rete per adulti.