Quanto dura l'operazione di rimozione dei reni?

Test

La nefrectomia è un'operazione per rimuovere un rene. Viene effettuato secondo gravi indicazioni, quando non è più possibile salvare l'organo. La rimozione del rene è un'operazione difficile con una riabilitazione a lungo termine. Nonostante le moderne tecniche e attrezzature, il rischio di complicanze è ancora piuttosto elevato.

Indicazioni per nephroethcomcomy

La chirurgia per rimuovere il rene viene eseguita nei seguenti casi:

  • Tumori maligni che colpiscono un rene con la conservazione o la conservazione parziale del secondo.
  • Lesioni al rene, in cui non è possibile il suo recupero e il successivo funzionamento.
  • Urolitiasi con necrosi sviluppata a seguito di un ampio processo purulento.
  • Malattia del rene policistico, accompagnata da insufficienza renale. L'operazione è prescritta per l'inefficacia della terapia conservativa. La scelta migliore non è un trapianto di rene, ma un trapianto di rene.
  • Anomalie nello sviluppo dell'organo nell'infanzia, che in futuro sono piene di gravi conseguenze.
  • Idronefrosi. Questa malattia è associata ad un alterato deflusso di urina dal rene. Di conseguenza, aumenta di dimensioni, si verifica atrofia dei suoi tessuti. L'operazione è prescritta per la crescita del rene di oltre il 20% e l'inefficacia dei metodi conservativi di stimolare il flusso delle urine.

Preparazione per la chirurgia

Poiché l'operazione viene eseguita più spesso in anestesia generale, il paziente viene attentamente esaminato prima dell'intervento. Sono necessari i seguenti tipi di ricerca:

  1. Lo studio della funzione respiratoria. I polmoni dovrebbero funzionare bene, poiché l'anestesia generale inibisce la loro attività.
  2. Urografia: ottenimento di raggi X accurati di tutti gli organi del sistema urogenitale. Ti consentono di valutare correttamente le sue condizioni e pianificare l'operazione.
  3. Determinazione del livello di cretinina nel siero. È l'anello finale del metabolismo delle proteine, viene rilasciato nel sangue, dopo che la filtrazione entra nelle urine. Il suo alto contenuto indica insufficienza renale. Livelli bassi possono indicare una bassa quantità di proteine ​​nella dieta.
  4. CT (tomografia computerizzata) e / o MRI (risonanza magnetica) del rene da rimuovere.
  5. Ultrasuoni, TC o RM di vasi addominali. Questo viene fatto secondo le indicazioni per rilevare la presenza di un coagulo di sangue nelle vene associate al rene interessato.

Inoltre, possono essere prescritti esami generali del sangue e delle urine, la fluorografia, la ricerca di alcune infezioni (di solito l'HIV, la sifilide, l'epatite). Potrebbe anche essere necessario un elettroencefalogramma e un parere di esperti sullo stato di salute in presenza di malattie croniche.

Il giorno prima dell'operazione in ospedale, al paziente viene somministrato un clistere purificante, i capelli vengono rasati nel sito dell'intervento previsto.

È importante! Alla vigilia della necessità di abbandonare l'assunzione di cibo e, se possibile, di acqua o ridurre il suo consumo.

Tipi di operazioni e loro attuazione

La rimozione del rene viene eseguita in due modi possibili: nefrectomia aperta (chirurgia addominale) e laparoscopia. Nel primo caso, il chirurgo esegue un'incisione sufficiente per la visualizzazione di tutte le manipolazioni eseguite. Durante la laparoscopia, si forma un foro di piccole dimensioni nei tessuti in cui possono entrare solo gli strumenti, oltre a una sonda con una telecamera per l'osservazione.

Con la nefrectomia, l'incisione viene eseguita in modo classico fino a 12 cm, con laparoscopia - solo 2 cm. La chirurgia mini-invasiva riduce significativamente il rischio di complicazioni e facilita il periodo di recupero.

Grave danno bilaterale è un'indicazione per il trapianto di organi. In questo caso, due reni vengono rimossi come operazione intermedia (nefrectomia). Di solito è effettuato costantemente con un intervallo di parecchi mesi. Dopo l'ultima operazione, il paziente deve sottoporsi a un trattamento di emodialisi ogni due giorni, in attesa che l'organo donatore sia collegato a un rene artificiale.

Non ci sono grandi differenze tra le operazioni sul lato destro o sinistro. In caso di danno bilaterale, la nefrectomia dell'organo più danneggiato viene eseguita per la prima volta, lasciando che vi sia un pericolo per l'intero organismo. Tuttavia, è necessario assicurarsi che la mappa sia stata correttamente indicata se è stata eseguita la rimozione del rene destro o sinistro.

Nefrotomia aperta

Chirurgia primaria

Dopo la posa sul tavolo operatorio, il paziente viene fissato con bende elastiche o nastro adesivo in due punti per prevenire spostamenti involontari del corpo.

L'incisione può essere fatta nella parte anteriore sotto le costole o sul lato tra la decima e l'undicesima costola. Nella seconda forma di realizzazione, il paziente dovrebbe giacere sul lato opposto del funzionamento, piegando la gamba al ginocchio. E anche se questo metodo è meno traumatico - l'accesso è effettuato direttamente al rene, bypassando altri organi e riducendo al minimo il danno tissutale, non è utilizzato per le persone in sovrappeso, le persone con funzioni respiratorie compromesse e i bambini sotto i 14-15 anni.

Dopo l'incisione, il chirurgo inserisce un riavvolgitore e mobilita (fissa) il pancreas e il duodeno per prevenirne lo spostamento o il danno. Grasso e fascia (guaine del tessuto connettivo) vengono delicatamente staccate dal rene. I vasi sanguigni possono passare attraverso i tessuti pelabili, nel qual caso vengono tirati con delle clip. Le vene separate si coagulano (sigillate, causando un cambiamento nella struttura della proteina).

L'uretere è bloccato da due lati. Tra i morsetti, viene tagliato e suturato con suture riassorbibili. Con la diffusione del processo del tumore in basso effettuare la rimozione dell'uretere per tutta la sua lunghezza. Prima che il rene sia rimosso, il peduncolo renale è legato (cucito). Questo è il punto di ingresso in essa delle arterie, delle vene, dell'uretere. Per prevenire il sanguinamento, le navi vengono suturate. Il rene viene rimosso dalla cavità del corpo.

Durante il processo tumorale, è possibile rimuovere ulteriormente i linfonodi e la ghiandola surrenale per prevenire la diffusione delle metastasi. In caso di danno accidentale parziale alla ghiandola surrenale durante l'operazione, viene suturata, collegando i bordi del tessuto con una sovrapposizione.

Dopo la rimozione del rene destro o sinistro, tutti gli organi interessati, la cavità corporea è piena di soluzione fisiologica. Questo è necessario per determinare se la pleura (una delle membrane del rivestimento) è stata ferita accidentalmente durante l'operazione. Se questo è il caso, il medico vedrà delle bolle d'aria nella soluzione e agirà. Un catetere viene lasciato nella ferita per almeno un giorno. Intorno ad esso, il tessuto è cucito a strati.

Caratteristiche della nefrectomia nelle operazioni renali precedentemente trasferite

L'incisione deve essere fatta lontano dalla cicatrice esistente. Il principale pericolo in tali operazioni è il sanguinamento dalle grandi navi, pertanto è necessario preparare una quantità sufficiente di sangue per le trasfusioni di emergenza.

Durante la dissezione, la necessità di resezione (troncamento) dell'intestino può diventare chiara. Con una forte adesione del rene con tessuto adiposo per ridurre il trauma, la separazione dell'organo dalla capsula non viene eseguita, ma rimossa insieme.

Possibili complicazioni

Dopo l'intervento può verificarsi:

  • Bleeding. La causa potrebbe essere una nave che non è stata notata dal chirurgo o una legatura insufficiente di una grande arteria o vena.
  • Ostruzione intestinale Per prevenire questa condizione, il paziente non è autorizzato a mangiare fino a quando la presenza di peristalsi non viene accuratamente registrata.
  • Insufficienza cardiaca. Può verificarsi a causa di un dosaggio improprio di anestetici o come conseguenza della predisposizione. Anche con il verificarsi di questa complicazione nella maggior parte dei casi, il paziente è stato resuscitato con successo.
  • La formazione di coaguli di sangue nei grandi vasi sanguigni. Per evitare un tale risultato, è necessaria una ginnastica speciale subito dopo l'operazione, i cui principi il medico lo dirà. Nonostante le cattive condizioni, è importante concentrarsi, raccogliere forza e portare a termine la sua prescrizione.
  • Violazione di rifornimento di sangue cerebrale. Ciò può essere dovuto a sanguinamento o coagulo di sangue.
  • Insufficienza respiratoria Questa è anche una conseguenza dell'anestesia generale. Si sviluppa quando i rilassanti muscolari (sostanze che rilassano tutti i muscoli, incluso il respiro) agiscono più a lungo dei mezzi che disattivano la coscienza. Il fallimento temporaneo non rappresenta una minaccia per la vita e la salute.

laparoscopia

Corso di operazione

L'operazione viene eseguita in anestesia generale. Un catetere con un palloncino è installato nell'uretere, che consente di fissare il lume e stabilire un certo grado di espansione della pelvi renale.

Il paziente è posto sulla schiena, le sue gambe sono sostenute da un rullo a forma di fagiolo, che facilita un colpo di stato. Il corpo del paziente è fissato con bende elastiche. La cavità addominale è piena di gas. Un trocar è inserito nell'ombelico - un tubo con uno stiletto a cui è attaccata la camera. Con il suo aiuto, controlla l'introduzione di tutti gli altri trocars. Il paziente è girato su un fianco, soffiando il cuscino a forma di fagiolo. Il corpo è ancora una volta riparato.

Tutte le manipolazioni sono eseguite da cesoie elettriche. I vasi e l'uretere sono fissati singolarmente con staffe utilizzando una speciale pinzatrice laparoscopica. Prima della rimozione del rene, vengono troncati. L'organo stesso viene rimosso dal trocar più grande (11 mm) dopo il colpo di stato del paziente sulla schiena. I bordi del sacchetto di plastica e lo strumento di rimozione, il laparoscopio, sono posizionati in questo canale. Dopo l'estrazione del rene, viene inviato per esame istologico.

Tutti i trocar vengono rimossi. La ferita e le ferite vengono suturate con un filo autoassorbibile. I cateteri vengono rimossi nel reparto il giorno dell'intervento. Il giorno dopo il paziente può mangiare. Le bende sulle gambe rimangono fino a quando il medico non permette al paziente di alzarsi dal letto.

complicazioni

Il rischio di conseguenze indesiderate durante la nefrectomia laparoscopica è del 16%. I più frequenti sono:

  1. Ematoma durante l'intervento chirurgico. È una raccolta limitata di sangue e di solito non è pericolosa. La maggior parte degli ematomi si risolve da sola.
  2. Ostruzione gastrointestinale Si verifica a seguito di peristalsi a causa dell'azione dei rilassanti muscolari o del serraggio dell'intestino durante l'operazione. Nel tempo, il lavoro del tratto gastrointestinale viene ripristinato, ma quando si diagnostica un'ostruzione, il paziente deve sottoporsi a diverse procedure spiacevoli.
  3. Ernia nella posizione del trocar. Questa malattia è la perdita di un organo dalla cavità del corpo. Il rischio di questa complicazione è alto nelle persone obese e nelle persone che si sottopongono a laparoscopia in caso di emergenza.
  4. Polmonite. Questo termine si riferisce alla polmonite di natura non infettiva. Spesso la causa è una iperreattività del sistema immunitario, che è abbastanza facilmente interrotta.
  5. Embolia polmonare La nave è ostruita da un coagulo di sangue o gas. Una causa comune è il danneggiamento dell'arteria durante l'intervento chirurgico. Il tromboembolismo viene rimosso mediante misure di rianimazione (se necessario) e prendendo farmaci anti-coagulanti.
  6. Paralisi a causa di danni al nervo brachiale. I sintomi possono variare a seconda del grado di danno: da un leggero pizzicore all'incapacità di muovere una mano. Il recupero dipende dal tipo di danno, nella maggior parte dei casi la paralisi passa.

Come conseguenza del sanguinamento durante l'intervento chirurgico, potrebbe essere necessario passare a un intervento chirurgico aperto per la legatura dei vasi. La probabilità di un tale cambiamento di eventi è 1-5%.

Periodo di recupero

Il primo giorno il paziente non deve fare movimenti improvvisi e sdraiarsi sulla schiena. Questo è necessario per evitare che i punti scivolino via dalla gamba di un rene remoto. Il medico determina quando puoi iniziare a girare dalla sua parte e alzarsi in piedi. Questo di solito si verifica per 2-3 giorni.

Per prevenire la formazione di coaguli di sangue, si consiglia al paziente di eseguire esercizi di respirazione, movimenti precisi e regolari degli arti. Dopo l'intervento, il paziente può bere una quantità limitata di acqua e sciacquarsi la bocca. Il pasto è possibile solo il secondo giorno. In assenza o peristalsi pigra, vengono prescritti un clistere e farmaci speciali.

Dopo la dimissione dall'ospedale, potrebbero essere necessari fino a 1,5 anni per completare la riabilitazione. Durante questo periodo di tempo è necessario evitare forti sforzi fisici, sollevamento pesi. Nel primo mese devi indossare una speciale benda di supporto. Dopo 4-6 settimane, puoi riprendere il lavoro, se non è legato al lavoro fisico, per fare sesso.

Il paziente deve essere consapevole che il rene rimanente dovrà eseguire il doppio lavoro ed è fondamentale aderire alla dieta corretta. Una dieta esatta deve essere fatta dal medico curante individualmente. Il rene rimanente può aumentare di dimensioni, a causa del quale il paziente sarà periodicamente disturbato da un leggero dolore sordo, che passerà col tempo.

Utile durante il recupero sarà:

  • Escursionismo, attività fisica limitata.
  • Indurimento del corpo, una doccia.
  • Mantenere l'igiene del sistema genito-urinario.
  • Prodotti alimentari cotti a vapore.
  • La modalità corretta del giorno, i periodi di dosaggio del lavoro e il riposo.
  • Visite puntuali a tutti i medici specialisti, in particolare l'urologo.
  • Trattamento delle infezioni emergenti, l'eccezione è lo sviluppo di processi cronici.

Dopo l'operazione, la persona sarà in grado di tornare al lavoro in 1,5 - 2 mesi in assenza di complicazioni e malattie associate. La rimozione di un rene non è un motivo di disabilità e il rifiuto di lavorare. Il medico può formulare raccomandazioni per limitare il lavoro in determinate aree. La decisione sulla disabilità viene rilasciata a una commissione speciale in presenza di malattie o fattori che rendono peggiore la condizione di un paziente con un rene.

Video: periodo di recupero dopo la rimozione di un rene

Previsione dell'operazione

La mortalità dei donatori sani di rene è un fenomeno raro, che si verifica nello 0,3% dei casi. Tuttavia, il più delle volte l'operazione viene eseguita a causa della presenza di una particolare malattia. Se fosse possibile eliminare completamente la sua causa, la vita dopo la rimozione del rene non sarà molto diversa dalla vita prima della nefrectomia. Una corretta alimentazione ridurrà il carico sull'organo rimanente e ne aumenterà l'efficienza.

L'aspettativa di vita dopo l'intervento chirurgico in questo caso può essere di 20-30 anni. In alcuni casi, dopo 10 o più anni dopo la nefrectomia, può insorgere insufficienza renale. È importante durante il processo diagnosticare, prendere le misure appropriate. Per fare questo, i pazienti devono passare esami delle urine e del sangue almeno una volta all'anno.

Le peggiori prognosi sono i pazienti con cancro che non si limita solo al rene, con danno bilaterale. La sopravvivenza dopo l'intervento chirurgico di un paziente con degenerazione maligna allo stadio IV è solo del 10%. Negli stadi successivi dello sviluppo della malattia, di solito viene utilizzata la cosiddetta nefrectomia palliativa, in cui viene rimosso solo l'organo stesso e le metastasi non sono interessate. Con l'azione congiunta di radiazioni o terapia chimica e chirurgia, è anche possibile raggiungere un'aspettativa di vita fino a 5 anni nella terza fase del processo tumorale.

Il costo della nefrectomia, condotto dall'MLA

È importante! Un'operazione di rimozione del rene aperta viene eseguita secondo le indicazioni fornite negli ospedali pubblici gratuitamente.

La laparoscopia viene eseguita in base alla quota. Ciò significa che una certa quantità di fondi viene assegnata annualmente per le operazioni, che di solito sono inferiori a quelle che necessitano di assistenza. La nefrectomia laparoscopica viene eseguita a sua volta, i primi della lista sono pazienti di determinati gruppi. Questo può essere il segmento socialmente svantaggiato della società (disabili, pensionati) e coloro la cui condotta di questa operazione sarà particolarmente efficace. La quota viene fornita dopo l'emissione della conclusione da parte della commissione medica.

Il costo della chirurgia in cliniche private è da 15.000 rubli per nefrectomia aperta e da 30.000 rubli per laparoscopia. Rimozione di routine del rene è raramente eseguita nei centri medici non statali. La maggior parte dei cittadini preferisce o laparoscopia o il funzionamento dell'OMS.

Recensioni dei pazienti

Su diversi portali, i pazienti e i loro parenti scambiano spesso le loro impressioni di nefrectomia. Le revisioni dei pazienti dopo l'intervento dipendono molto dalla loro salute e dalle loro condizioni. I pazienti giovani sono spesso soddisfatti, hanno complicazioni rare. Nella vecchiaia, il rischio di effetti avversi è più alto. La scelta delle tattiche di trattamento, le misure di rianimazione richiedono molta esperienza dal medico, sensibilità e attenzione alle condizioni del paziente.

Ci sono un gran numero di forum in cui i parenti scrivono sui candidati per un'operazione o sulle persone che ne hanno avuto, chiedono consigli, parlano dei loro sintomi. La consultazione, pronunciata in contumacia, si rivela raramente vera, ma può spaventare i parenti del paziente e minare di più la loro fiducia nel medico curante. Per evitare una situazione del genere, è meglio provare immediatamente a stabilire un contatto con il medico, per cercare di scoprire le cause di determinati compiti.

La nefrectomia, anche bilaterale, diventa per il paziente una possibilità per una vita normale. Con la cura della malattia di base, il paziente rimane sano, può tornare al lavoro. Tuttavia, per molti aspetti un esito positivo è determinato da una diagnosi tempestiva. Pertanto, non trascurare gli esami periodici e il trattamento dal medico in caso di problemi con il sistema urinario.