Dolore nei calcoli renali, perché compaiono i sintomi / segni nei calcoli renali - come identificarli

Sintomi

Nefrolitiasi o calcoli renali sono pietre che si formano nei reni, ripetendo la loro forma e sono composte da acidi e sali minerali. Ci sono molte ragioni per l'aspetto dei calcoli renali, mentre le sensazioni dolorose sono insopportabili. I calcoli renali iniziano a formarsi quando l'urina diventa molto concentrata, causando l'adesione e la cristallizzazione dei concimi dei sali. Dolore nei calcoli renali - perché si verificano? Segni di calcoli renali, come identificarli sono un altro argomento sollevato in questo articolo.

Dolore ai calcoli renali: perché si verificano?

L'urolitiasi è al secondo posto dopo malattia renale infiammatoria non specifica. Questa malattia si verifica a qualsiasi età, ma più spesso nel periodo da 25 a 50 anni. Le pietre possono essere localizzate sia nel rene sinistro che nel rene destro, le pietre in entrambi i reni si trovano nel 15-30% dei pazienti. Una tipica manifestazione di questa malattia è un cambiamento nella funzione renale a causa di un processo infiammatorio nel tratto urinario. I sintomi più comuni di urolitiasi sono dolore, ematuria, piuria, anuria.

Le pietre possono causare dolore durante lo spostamento. Il dolore nei calcoli renali è solitamente localizzato nella parte posteriore o laterale, il dolore può manifestarsi anche nell'addome inferiore e nella zona inguinale. Il dolore, a seconda del movimento della pietra attraverso il tratto urinario, può cambiare il suo carattere.

I calcoli renali, di regola, non causano danni. A volte, l'unica cura necessaria è un'adeguata assunzione di liquidi e l'assunzione di farmaci antidolorifici durante i periodi di malattia acuta.

Segni di calcoli renali

Una pietra nel rene non può causare alcun segno e sintomi finché non si sposta nell'uretere e poi nel tubo che collega il rene alla vescica. Quando lo si sposta, possono verificarsi sintomi:

dolore durante la minzione;

forte dolore sotto le costole, nella parte posteriore, nel lato;

dolore che si diffonde all'inguine e all'addome inferiore;

cambiare il colore delle urine: rosa, marrone, rosso;

nausea e vomito;

febbre e brividi con l'infezione;

desiderio costante di urinare.

Dolore ai calcoli renali: quando devo vedere un dottore?

Dovresti contattare il tuo medico se hai qualche sintomo che ti disturba molto, in particolare:

forte dolore che rende difficile muoversi e sedersi;

dolore accompagnato da nausea e poi vomito;

dolore accompagnato da brividi e febbre.

Segni di calcoli renali - come identificarli

Sono visibili nelle urine, e sono come segue: se l'urina è densa prima, e poi inizia a trasformarsi in liquido, poi schiarire a causa della ritenzione nei reni di torbidità, questo suggerisce la nascita di una pietra. Ma spesso il paziente non nota i cambiamenti.

A volte quando si urina c'è un sedimento pesante che è simile al sedimento osservato nella malattia delle parti superiori del fegato. Pertanto, l'urina è più leggera e rimane più lunga e più leggera ha meno sedimenti, più precisa è l'indicazione che c'è una grossa pietra dura nei reni. Si dice che se una persona urina con o senza dolore con l'urina nera, questo indica che ha una pietra nella sua vescica. La malattia in tutti questi casi è confermata se nelle urine si trova un precipitato sotto forma di sabbia e questa sabbia è giallastra o rossastra.

Segni di calcoli renali sono rinforzati se il paziente avverte dolore e pesantezza nella regione lombare, come se qualcosa interferisse e si facesse sentire durante il movimento. Il dolore più duro si fa sentire a causa della pietra nei reni all'inizio del suo inizio, quando la pietra rompe il tessuto da stabilire lì. E anche il dolore è grave quando si sposta la pietra attraverso i canali, soprattutto quando passa nella vescica. Talvolta la pietra causa dolore anche quando si muove nella bolla stessa. Quando una pietra si è già formata ed è a riposo, il paziente di solito sente solo una sensazione di pesantezza.

La pietra causa più dolore quando lo stomaco trabocca di cibo, specialmente quando il cibo viene abbassato nell'intestino, ma quando il corpo viene rilasciato e il cibo in eccesso esce dall'intestino, il dolore si attenua. Bene, per quanto riguarda i segni di una pietra, cioè il suo movimento, i dolori si muovono verso il basso e aumentano leggermente. Le pietre scendono dalla vita agli ureteri e all'inguine, ed ecco la pietra e porta il dolore al limite. Tuttavia, se il dolore si riduce, è un segno che la pietra è nella vescica.

Perché i dolori si verificano nei calcoli renali?

La colica renale è uno dei sintomi del sistema urinario, cioè i calcoli renali.

La malattia renale è una malattia in cui le rocce si formano nei reni. Consistono di sali minerali e vari acidi.

La malattia è al secondo posto nella prevalenza della malattia renale non specifica infiammatoria. I calcoli renali possono apparire a qualsiasi età. Molto spesso, e questo è nel 30% dei casi, sono formati sia a destra che a sinistra.

Perché si formano i calcoli renali?

Le ragioni per la formazione di calcoli renali sono molte. Uno dei segni evidenti è un cambiamento nella composizione dell'urina. Questo accade in aree epidemiche dove l'acqua del rubinetto è troppo dura.

Forse i calcoli renali si sviluppano a causa di una malattia infettiva o restringimento dell'uretere. La sua stenosi può verificarsi con il blocco dell'epitelio morto, un coagulo di sangue o batteri. Nei climi caldi, la malattia si sviluppa più velocemente mentre una persona consuma una grande quantità di acqua.

Le pietre, che consistono in sali e acido urico, sono più spesso formate da persone che consumano un gran numero di piatti a base di carne. I fosfati, al contrario, si trovano nelle persone impegnate nel vegetarianismo e nei cibi che sono ricchi di calcio. I calcoli di cistina si formano in violazione del fegato.

Distinguere anche le pietre xantina, ossalato e carbonato. Un altro distingue un gruppo come misto. Queste pietre si sviluppano da diversi tipi di sali e si sovrappongono gradualmente.

I fattori di rischio per calcoli renali includono:

1. predisposizione ereditaria;

2. Insufficiente esposizione al sole;

3. Disidratazione, avvelenamento o malattie infettive;

4. lesioni ossee;

5. Mancanza di vitamina D nel corpo;

6. Abuso di cibi salati, piccanti e acidi;

7. Malattie croniche del tratto gastrointestinale e del sistema urinario.

Il dolore nei calcoli renali si verifica quando si sposta lungo il tratto urinario. Molto spesso sono localizzati nella parte laterale e posteriore, ma a volte possono essere consegnati all'inguine e all'addome inferiore.

Cosa sono i calcoli renali?

La malattia si manifesta con la presenza di dolore di natura opaca, derivante dal blocco dell'uretere con calcoli o pelvi renale. Se anche l'infezione si unisce a questa, l'urina diventa torbida di colore con striature di sangue.

Il dolore può essere espresso nella parte posteriore e laterale, spesso si verificano durante la minzione.

All'atto di accessione di un'infezione l'alta temperatura aumenta, il vomito si apre. La nausea può accompagnare il paziente tutto il tempo, specialmente quando c'è un attacco di colica renale. La colica renale può essere innescata da diversi fattori, come guidare una macchina, scuotere, sollevare pesi o esercitare.

Inoltre, i pazienti spesso soffrono di pressione alta e minzione frequente, che può essere accompagnata da dolore. Se il bilancio idrico è disturbato, compaiono edemi.

Tra gli attacchi possibili dolore nell'area di uno dei reni. Ma in alcuni casi, la malattia non si manifesta. Ed è rilevato per caso, quando esaminato dagli ultrasuoni, dall'analisi delle urine o da una radiografia.

Il benessere del paziente può dipendere dalla posizione, dal tipo e dalla dimensione della pietra. Ad esempio, gli ossalati hanno spigoli vivi, quindi, quando si muove lungo il tratto urinario, la membrana mucosa viene ferita. Pertanto, l'infezione può successivamente seguire. Ma i fosfati danneggiano molto meno.

Quali tipi di calcoli renali ci sono?

Per composizione chimica si distinguono fosfati, ossalati, urati e carbonati. In rari casi si possono trovare calcoli di cistina, proteine ​​e xantina.

Esistono 5 tipi di calcoli renali:

1. Le pietre di acido urico sono urati che si trovano nelle persone anziane.

2. I composti di calcio inorganici sono fosfati e ossalati, che si trovano nell'80% dei casi.

3. Le pietre contenenti magnesio spesso compaiono con l'aggiunta dell'infezione.

4. Le pietre proteiche sono molto rare e indicano una violazione dello scambio di aminoacidi.

5. I tipi misti di pietre si formano in quasi il 50% dei casi.

Come vengono diagnosticati i calcoli renali?

I dolori durante gli attacchi di colica renale sono così gravi che al paziente non importa, prima o poi chiedere l'assistenza medica di un medico. Studierà attentamente la storia della malattia, localizzerà il dolore e invierà un esame ecografico o radiologico dei reni, oltre a dare indicazioni su un esame generale delle urine.

Eppure il metodo migliore per confermare una diagnosi, i calcoli renali, è la radiografia. Dopo tutto, le immagini panoramiche mostrano bene la posizione delle pietre e il loro numero.

Per gli ultrasuoni, sfortunatamente, le pietre possono essere viste solo quando hanno un diametro di 3 mm. Solo i dispositivi più moderni possono vedere pietre più piccole.

L'urografia escretoria è importante nella diagnosi dei calcoli renali. Aiuta a determinare le prestazioni dei reni e delle vie urinarie e identifica le funzioni compromesse.

La tomografia computerizzata è il modo più moderno per identificare le pietre.

Ma, sfortunatamente, non tutte le città hanno uno scanner, e anche se lo fosse, l'esame a volte è molto costoso. E molti non possono permetterselo.

Come sbarazzarsi di calcoli renali?

Esistono diversi tipi di operazioni per rimuovere le pietre dai reni. Ad esempio, litotripsia o litolisi. Per il dolore severo vengono usati antidolorifici e al paziente viene prescritta una dieta.

Litolisi - dissoluzione di pietre

La dissoluzione dei calcoli renali è un passo avanti nella medicina moderna. È effettuato attraverso l'uso di una miscela di citrato di sodio, acido citrico e potassio. Questi farmaci sono presi per via orale. Per determinare la dose del farmaco e il periodo del suo utilizzo, il medico può prescrivere una misurazione settimanale del pH delle urine, che aiuterà a stilare un programma.

Litotripsia - calcinacci

Litotripsia - questa procedura viene eseguita in acqua in posizione semi-seduta. Un apparato speciale viene inviato nell'area specificata dal medico. La procedura è molto sgradevole, ma tollerabile. Per schiacciare pietre ricorrere a frequenti attacchi di coliche renali e alla presenza di grosse pietre.

Pietre più piccole possono uscire da sole, dopo la terapia farmacologica o una grande quantità di acqua consumata.

Antidolorifici per calcoli renali

Per il dolore acuto, è possibile utilizzare le compresse Baralgin, Fortran, Trigan o Maxigan. Questi farmaci aiutano ad alleviare lo spasmo e ridurre il dolore.

Con la diagnosi stabilita, un buon anestetico per calcoli renali è l'uso di una bottiglia di acqua calda sulla regione lombare o bagno, con una temperatura dell'acqua non superiore a 45 gradi.

Se non riesci a fermare il dolore e la produzione di urina diminuisce drasticamente, dovresti chiamare immediatamente un'ambulanza!

Dieta con calcoli renali

La dieta dipende da quali pietre sono state trovate nel paziente.

La dieta per i calcoli di urati comprende l'uso di cereali, prodotti a base di pane, funghi, frutta, verdura, erbe, prodotti caseari. Non puoi mangiare cibo in scatola, zuppe di carne, paté, sottaceti, salsicce di fegato e interiora.

La dieta con pietre fosfatiche comprende: carne, cibo in scatola, pasta, cereali, grassi vegetali, burro, tintura di rosa canina, miele, dolciumi. Non è possibile utilizzare: latticini, alcol, uova, sottaceti, noci, bacche, frutta, verdura e tè e caffè forti.

I calcoli di ossalato si formano con una maggiore concentrazione di acido ossalico, pertanto, le carni grasse, il pollame, le carni affumicate, i brodi di carne, i brodi di pesce, le verdure e i funghi devono essere esclusi dalla dieta. Puoi mangiare carne e pesce bolliti, bere succhi, pane, macedonia di frutta.

Prevenzione del dolore nella urolitiasi

1. Seguire il regime di bere. È molto importante bere acqua purificata fino a 3 litri al giorno per facilitare lo scarico di piccole pietre e sabbia. Non usare acqua minerale, potrebbe contenere sali che contribuiscono alla formazione di calcoli.

2. Seguire la dieta prescritta dal medico.

3. Trattare le malattie del sistema genito-urinario. Chiama il tuo medico al primo segno di malattia. Non ritardare, riferendosi al loro impiego, la salute è la più costosa!

Quali sono i pericolosi calcoli renali?

L'urolitiasi è una malattia abbastanza pericolosa che può portare a idronefrosi, insufficienza renale cronica e persino alla perdita di uno o entrambi i reni.

Come alleviare il dolore in un attacco di urolitiasi

L'urolitiasi è una patologia comune ed estremamente insidiosa. Il suo corso cronico è spesso complicato da attacchi di colica renale, che fornisce intenso dolore lancinante al paziente. Proviamo a capire cosa causa dolore ai calcoli renali e quali conseguenze portano in se stessi. Per le cause, le caratteristiche e le misure di emergenza durante un attacco di colica renale, vedere la nostra recensione.

Cause del dolore nella urolitiasi

L'urolitiasi (urolitiasi, ICD) è una malattia che è accompagnata dalla formazione di calcoli nel lume delle coppe renali e del bacino. I calcoli renali sono il risultato di processi biochimici piuttosto complessi. La loro formazione è associata alla cristallizzazione e alla successiva deposizione di sali che fanno parte dell'urina sulle pareti di CLS.

Allo stesso tempo, una pietra può avere varie dimensioni - da 0,5-1 mm (in questo caso parlano di sabbia nei reni) a decine di centimetri. Pietre enormi causano un significativo indebolimento dei reni, ma le piccole pietre possono causare molto disagio al paziente.

Il dolore è un frequente satellite di urolitiasi e con questa patologia ci sono diverse opzioni per il suo sviluppo. È importante capire che l'intensità e la frequenza di insorgenza di sensazioni spiacevoli dipende da:

  • localizzazione;
  • forme;
  • la natura della superficie;
  • dimensioni;
  • quantità;
  • mobilità della pietra.

Piccoli calcoli con una superficie liscia, che sono fissati sulla parete del CLS e non interferiscono con il flusso di urina, possono non causare disagio al paziente per un lungo periodo di tempo. Le grandi pietre che schiacciano il tessuto renale causano dolore doloroso e costante nella parte bassa della schiena.

Spesso l'urolitiasi è complicata da un attacco di colica renale - dolore lombare intenso acuto. Questa condizione è associata all'avanzamento di piccole pietre, con spigoli vivi, dal rene all'uretere.

L'irritazione meccanica e chimica della parete dell'organo cavo muscolare causa il suo spasmo riflesso e una violenta violazione del deflusso delle urine. Ciò porta ad un aumento della pressione all'interno del rene, a un eccessivo allungamento delle pareti del bacino e delle coppe, e quindi alla capsula fibrosa dell'organo. L'irritazione delle terminazioni nervose localizzate nell'area perirenale fa sì che il paziente manifesti un attacco di dolore severo, spesso intollerabile, atroce.

I sintomi della colica renale

Secondo le statistiche, l'incidenza di urolitiasi tra la popolazione adulta del pianeta varia dallo 0,5 al 5,3%. Tra tutte le patologie degli organi del sistema escretore, l'urolitiasi occupa il terzo posto in prevalenza.

Oltre al dolore intenso, che è crampi in natura e localizzato nella regione lombare nell'area della proiezione dei reni con la diffusione nell'inguine, genitali esterni e fianchi, un attacco di colica renale è accompagnato da:

  • nausea e vomito, che non portano sollievo;
  • tensione dei muscoli della parete addominale dal lato della lesione;
  • un forte aumento della temperatura corporea a 40 ° C, febbre, brividi tremanti;
  • violazione (a volte - una cessazione completa) della minzione;
  • torbidità, decolorazione delle urine: può comparire una miscela di sangue rosso vivo;
  • aumento della pressione sanguigna.

Durante la colica renale, i pazienti si comportano irrequieti, urlano di dolore, si precipitano a letto, cercando di accettare una posizione che allevia la loro sofferenza. L'attacco continuerà finché il calcolo non viene espulso naturalmente dal corpo o rimosso chirurgicamente.

Assistenza di emergenza durante un attacco

La domanda principale che preoccupa una persona affetta da colica renale, "Come rimuovere il dolore?". Un sequestro iniziato è un'indicazione per una chiamata di emergenza immediata. Indipendentemente far fronte a una pericolosa complicazione è quasi impossibile.

Cosa si può fare a casa

Mentre l'ambulanza è in viaggio, puoi provare ad alleviare le condizioni del paziente. Il primo aiuto medico per la malattia include l'assunzione di antidolorifici e antispastici che sono nel kit di pronto soccorso domestico:

  • analgesici (Ketanol, Nimesil);
  • antipiretico dal gruppo di FANS (ibuprofene, paracetamolo);
  • antispastici (no-shpy, papaverina).

Allevia la tensione muscolare e riduce il dolore, il calore secco. Tuttavia, l'uso di termofori o altri agenti riscaldanti deve essere effettuato con cautela, solo dopo aver consultato un medico.

Assistenza medica per pazienti con colica renale

Dopo l'arrivo dei medici e la valutazione delle condizioni generali del paziente da parte di uno specialista, vengono prese misure urgenti per ridurre il dolore e ripristinare il deflusso delle urine alterato.

Iniezioni usate con:

  • analgesici narcotici / non narcotici - Pantopon, Promedol;
  • antispastici - But-spoy, Platyfillin.

Con l'inefficacia delle attività o le gravi condizioni generali del paziente, viene ricoverato nel reparto urologico o chirurgico dell'ospedale. L'assistenza specializzata in questo caso viene fornita per fasi:

Diagnosi Per confermare la diagnosi e determinare la localizzazione del calcolo, viene eseguito un esame - un'ecografia dei reni e delle vie urinarie, radiografia della cavità addominale. Scopo dei blocchi

Per facilitare il movimento della pietra lungo l'uretere e la sua evacuazione, i blocchi sono prescritti in modo naturale:

  • secondo Larin-Epstein (introduzione di una soluzione allo 0,5% di novocaina nel legamento rotondo dell'utero nelle femmine e nel cordone spermatico - maschio);
  • secondo Shkolnikov (iniezione pelvica intra del farmaco).
Cateterismo dell'uretere per ripristinare il passaggio dell'urina

Se queste misure sono inefficaci, la colica renale può essere fermata solo con l'aiuto di un'operazione chirurgica - rimozione chirurgica della pietra e drenaggio delle vie urinarie.

Ulteriore trattamento stazionario è volto a prevenire complicazioni infettive, escrezione di sali dai reni e altre pietre. Ai pazienti con ICD viene prescritta una dieta che limita gli alimenti a elevato contenuto proteico e il sale, si consiglia di bere abbastanza liquidi per tutto il giorno.

Con lo scopo preventivo sono nominati:

  • Fitopreparati a base di coda di cavallo, uva ursina, foglie di mirtillo;
  • uroseptics (Canephron, Urolesan, Fitolysin).

Cambiamenti infiammatori concomitanti nel tessuto renale (ad esempio, pielonefrite) - un'indicazione per un ciclo di terapia antibiotica, l'uso di antispastici per ristabilire il deflusso di urina e prevenire la deposizione di sali urinari nella cavità di CLS.

Misure di prevenzione: come prevenire lo sviluppo di un attacco in futuro

La principale misura preventiva per lo sviluppo di attacchi ripetuti di coliche renali è di mantenere una dieta fortificata, utilizzare 1,5-2 litri di acqua pura al giorno, esami regolari dei reni. Non è necessario posticipare la visita al medico anche se periodicamente si è disturbati da dolore a bassa intensità sordo o dolente nella parte bassa della schiena. Forse questa è una conseguenza della formazione di nuove pietre nei reni. Questo processo aumenta notevolmente il rischio di coliche renali ricorrenti.

Calcoli renali - sintomi, dieta e trattamento

La presenza di calcoli renali in donne e uomini è chiamata urolitiasi in medicina, o indicata come "urolitiasi". Le pietre possono formare non solo nei reni, ma anche in altri organi del sistema urinario di un adulto.

Le pietre formate nei reni hanno l'aspetto di una massa solida, cristallina, che consiste in sali che costituiscono l'urina umana in piccole quantità.

Possono variare per forma e dimensioni. Le pietre sono sotto forma di piccoli grani, che passano indolore nelle urine, o una grande formazione di forma complessa, che raggiunge i 5 cm.

Motivi per l'educazione

Perché si formano i calcoli renali e che cos'è? Non ci sono ragioni assolute per cui si possano formare calcoli renali. Ma i medici possono dire esattamente quali fattori sono in grado di provocare una patologia simile:

  • l'uso di acqua dura saturata con sali;
  • predisposizione genetica;
  • interruzione del lavoro delle ghiandole paratiroidi;
  • consumo frequente di alimenti che possono aumentare l'acidità delle urine (acido, piccante, salato, piccante);
  • mancanza di raggi ultravioletti;
  • mancanza di vitamine, specialmente gruppo D;
  • fattore geografico (i residenti dei paesi caldi costituiscono la parte principale del gruppo a rischio);
  • lesioni e malattie del sistema scheletrico (le cause dei calcoli renali sono l'osteoporosi e l'osteomielite);
  • disidratazione prolungata a causa di avvelenamento o malattie infettive passate;
  • malattie croniche del tratto gastrointestinale e vari organi del sistema urogenitale (le cause dei calcoli renali qui possono essere gastrite, ulcera peptica, colite, adenoma, pielonefrite, cistite, ecc.).

I calcoli renali hanno dimensioni diverse, si formano su qualsiasi parte del sistema urogenitale e, a seconda della vera causa della loro formazione, hanno una composizione diversa.

Suddividi il calcolo in:

  1. Fosfato - composto da sali di acido fosforico. Si verificano con infezioni del tratto urinario, crescono abbastanza rapidamente con l'urina alcalina;
  2. Il colesterolo - sono dovuti all'alto contenuto di colesterolo.
  3. Ossalato - sono formati da acido ossalico di calcio con urina alcalina o acida;
  4. Urate sono sali di acido urico. Sono una delle specie più comuni;
  5. Cistina - composta da composti di amminoacido cistina.

La conoscenza della composizione della pietra offre al medico l'opportunità di condurre correttamente un corso di trattamento e il paziente - per comprendere il significato delle sue raccomandazioni, la loro serietà e importanza.

Pietre ossaliche di calcio

Il nero o grigio scuro, quando si muove all'interno del corpo, causa forti dolori dovuti alla superficie dotata di punte acuminate. La mucosa è danneggiata e questo si traduce in sangue nelle urine. Di norma, devono essere rimossi da un'operazione. Altri trattamenti possono eliminare solo la sabbia ossalica.

Una causa comune di educazione è l'assunzione eccessiva di acido ossalico con il cibo. L'uso regolare di grandi quantità di succhi, carote, barbabietole e vitamina C ne causa la formazione e la crescita.

Sintomi di calcoli renali

In presenza di calcoli renali, i sintomi caratteristici sono dovuti a disturbi urodinamici, cambiamenti nella funzionalità renale e insorgenza di un processo infiammatorio nel tratto urinario.

L'urolitiasi si manifesta negli uomini e nelle donne. Nonostante il fatto che i rappresentanti del sesso forte siano più comuni nei calcoli renali, i sintomi della malattia sono più gravi e più gravi nelle donne. Come dicono gli esperti, ciò è dovuto principalmente alle caratteristiche strutturali del corpo femminile. Fino a quando la pietra inizia a muoversi dal suo posto, la persona non sente alcun segno di calcoli renali. Tuttavia, se il movimento della pietra inizia, i sintomi sono così luminosi che la persona soffre di forti dolori.

I principali sintomi della presenza di urolitiasi includono:

  • dolori acuti o puntiformi nella zona lombare o laterale, dolore nella zona renale (colica renale);
  • dolore da irradiazione nel rene, che si estende agli organi vicini;
  • dolore nell'addome;
  • periodi di nausea e vomito;
  • minzione disturbata (ritardata o frequente);
  • minzione frequente;
  • dolore e bruciore durante la minzione;
  • scarico di sabbia o ghiaia
  • febbre;
  • sudore freddo;
  • flatulenza;
  • aumento della pressione.

Il principale sintomo di urolitiasi è la colica renale. Si verifica durante l'ostruzione dell'uretere con una pietra ed è caratterizzata da improvvisi dolori crampi. Il dolore è causato dall'aumentata peristalsi e dallo spasmo delle vie urinarie. Il dolore è così forte che una persona malata non riesce a trovare una posizione comoda, va da un angolo all'altro.

La sindrome del dolore può svilupparsi con frequenza variabile: da diverse volte al mese a 1 volta in pochi anni. Di solito la colica dura circa 1-2 ore, ma a volte può durare fino a un giorno o più con brevi pause. Spesso, dopo aver placato il dolore, la cosiddetta sabbia o piccole pietre vengono separate con l'urina.

Sangue nelle urine con calcoli renali

Il progresso della pietra provoca danni alle pareti delle vie urinarie, che è accompagnato dalla comparsa di un sintomo come il sangue nelle urine. A volte è visibile ad occhio nudo, questo sintomo è chiamato ematuria macroscopica.

In altri casi, il sangue nelle urine viene rilevato solo da un esame al microscopio, questo si chiama microembruria. Nell'85% dei casi di calcoli nel sangue delle urine appare. Tuttavia, l'assenza di questo sintomo non esclude la presenza di calcolo.

diagnostica

Prima di capire come trattare i calcoli renali in donne o uomini, devi diagnosticare correttamente. I moderni metodi diagnostici ci aiuteranno in questo modo:

  • esame ecografico dell'organo malato;
  • analisi di laboratorio di urina e sangue;
  • urografia (revisione e / o escrezione).

Come un ulteriore sondaggio prescritto:

  • tomografia computerizzata di tipo multispirale: questo metodo consente di determinare la dimensione e il tipo;
  • Nefroscintigrafia: viene rilevato il livello di compromissione funzionale renale;
  • determinazione della sensibilità agli antibiotici - si scopre il livello di sviluppo del processo infiammatorio.

Naturalmente, il paziente viene esaminato e interrogato - è necessario scoprire le possibili cause che hanno provocato un disordine metabolico prima della formazione di calcoli renali. Tale diagnosi è basilare: sulla base dei risultati ottenuti, possiamo concludere e prescrivere il trattamento.

Trattamento dei calcoli renali

"Ho avuto calcoli renali. Cosa fare? "- questa domanda viene posta da molte persone che si trovano di fronte a questa malattia. La via d'uscita in questa situazione è liberarsi delle pietre. Questo può essere fatto chirurgicamente o in modo conservativo, in quest'ultimo caso vengono prescritte pietre frantumate. Possono essere portati a casa.

Per quanto riguarda la probabilità di auto-scarica di una pietra, tutto dipende dalla sua dimensione e forma, dalle caratteristiche individuali della struttura del sistema urinario di una persona.

I volumi fino a 5 mm lasciano il sistema urinario indipendentemente nel 67-80% dei casi, con una dimensione da 5 a 10 mm, questa cifra è solo del 20-47%.

Spesso, anomalie nella struttura del sistema urinario del paziente, ad esempio il restringimento dell'uretere, rendono impossibile per una piccola pietra separarsi autonomamente. I concrementi superiori a 10 mm di diametro richiedono un intervento medico.

Il complesso delle misure terapeutiche conservative include:

  • terapia dietetica;
  • correzione del bilancio idrico ed elettrolitico;
  • esercizio terapeutico;
  • terapia antibatterica;
  • medicina di erbe;
  • fisioterapia;
  • trattamento balneologico e termale.

In tutte le forme di nefrolitiasi, vengono utilizzati farmaci antinfiammatori, diuretici, espellenti, anestetici e antispastici. Viene anche effettuata una terapia antibatterica, si raccomandano antiaggreganti, angioprotettori e preparati a base di erbe. Il trattamento è effettuato da corsi, sotto controllo medico severo.

Inoltre, la dieta è uno dei componenti principali del trattamento conservativo. In base alla composizione delle pietre e alle caratteristiche della loro struttura, viene determinato quali prodotti devono essere esclusi.

Preparativi per la dissoluzione dei calcoli renali

Per combattere i calcoli renali vengono utilizzati numerosi farmaci, la maggior parte dei quali a base di erbe, che aiutano a rallentare la crescita, a sciogliere o rimuovere i calcoli renali.

  1. Canephron H - preparazione a base di erbe di un'azione complessa. È usato con urato e calcoli di ossalato di calcio.
  2. Cystone è una preparazione a base di erbe complessa. È usato per tutti i tipi di pietre.
  3. Blemarin, Uralit U - preparati per sciogliere pietre e urina alcalinizzante. Efficace contro l'urato e le pietre miste.
  4. Fitolizin, Fitolit - preparati a base di estratti di erbe. Promuovere la rimozione di piccole pietre e prevenire la crescita e la formazione di nuove pietre.

Nel caso della natura infettiva della malattia (pietre di corallo), oltre a tutto, è necessario un ciclo di trattamento con farmaci antimicrobici per neutralizzare l'infezione.

Sminuzzare i calcoli renali

Frantumazione a distanza di pietre - litotripsia ad onde d'urto. Questo metodo è molto diffuso a causa del fatto che è il più benigno. Nessuna foratura, taglio, ecc. Le pietre vengono distrutte dall'azione delle onde remote e quindi espulse dal corpo in modo naturale.

La litotrissia a onde d'urto remota è abbastanza efficace quando i calcoli renali non hanno più di 2 cm di diametro. Un apparato che distrugge le pietre è chiamato un litotritore remoto. Esistono litotritori elettro-idraulici, ultrasonici, laser, piezoelettrici, pneumatici. Non tutto è così buono - ci sono controindicazioni, non tutte le pietre sono adatte per la litotripsia, ecc.

Rimozione chirurgica di pietre

La scelta del metodo di trattamento chirurgico dell'ICD dipende dalla dimensione e dalla posizione della pietra, dalle condizioni del tratto urinario, dall'attività dell'infezione, dalla carnagione del paziente, dall'esperienza del medico e dai fattori individuali.

  1. La chirurgia aperta è il metodo più antico, più affidabile, ma allo stesso tempo il più traumatico e quindi pericoloso. La pietra viene rimossa meccanicamente mediante incisione del rene o della vescica. Utilizzato quando è impossibile applicare la tecnica ESWL o endoscopica.
  2. Tecnica endouretrica: l'attrezzatura endoscopica viene inserita nella pelvi renale attraverso l'uretra o attraverso una puntura nella pelle. Il dispositivo viene portato sulla pietra, che viene rimosso o distrutto in uno dei modi: meccanicamente, da un'onda ultrasonica di contatto, da un raggio laser.

Prima dell'operazione vengono prescritti farmaci che forniscono una migliore microcircolazione del sangue, inoltre vengono prescritti antibiotici e antiossidanti. In situazioni in cui l'uretere è bloccato da una pietra, il trattamento associato al movimento della pietra inizia con la rimozione dell'urina dal rene. Questo effetto appartiene ad un tipo di intervento chirurgico, viene eseguito in anestesia locale, non esclude la possibilità di una significativa perdita di sangue, così come lo sviluppo di complicanze.

Dieta con calcoli renali

Se le sono stati diagnosticati calcoli renali di ossalato, il trattamento deve essere combinato con una dieta specifica.

  • Il primo è limitare il consumo di cibi ricchi di acido ossalico: spinaci, acetosella, patate, lattuga, arance e latte. La dieta dovrebbe includere mele, pere, uva, albicocche secche e piatti ad alto contenuto di magnesio, che lega i sali di acido ossalico.

La dieta per la determinazione delle pietre fosfatiche dovrebbe essere finalizzata all'acidificazione delle urine.

  • Per questo è utile bere più succo di mirtillo o di mirtillo rosso. Il trattamento delle formazioni nei reni di questa specie contribuisce alla dieta della carne, all'assunzione di una quantità sufficiente di pesce e proteine ​​della carne. Questo dovrebbe essere la base della nutrizione. Verdi, verdure, latte e latticini dovrebbero essere esclusi.

Per quanto riguarda le pietre uratnyh, qui la dieta non dovrebbe contenere carne e altri prodotti a base di carne, cioccolato, limoni e altri prodotti. La dieta dovrebbe includere frutta fresca e succhi di verdura. Meloni e cocomeri danno un buon effetto curativo. Di grande importanza nel trattamento della malattia renale ha una dieta potabile. Hai bisogno di bere più liquidi. L'acqua non dovrebbe essere difficile.

Per tutti i tipi di calcoli nutrizionali, è necessario attenersi alle seguenti raccomandazioni:

  1. Aumentare il volume di assunzione di liquidi a 2,5 litri al giorno;
  2. Se necessario, assumere infusi diuretici a base di erbe;
  3. Non mangiare troppo, nella dieta evitare cibi grassi, fritti, affumicati e sale in eccesso.

Ci sono anche una serie di ricette di metodi popolari che possono essere utilizzati per rimuovere piccole pietre di qualsiasi tipo, così come la sabbia.

Come trattare i calcoli renali con rimedi popolari

Oltre ai farmaci per i calcoli renali, vengono usati rimedi popolari. I seguenti possono essere considerati i rimedi popolari più efficaci che aiuteranno a rimuovere le pietre dai reni di casa:

  1. Per la frantumazione delle pietre, la radice di dogrose è perfetta. 35 grammi di materia prima in polvere secca vengono versati con due tazze di acqua bollente e cotti a bagnomaria per circa un quarto d'ora, quindi avvolti e insistiti per altre 6 ore. Brodo filtrato bere su ½ tazza per mezz'ora prima dei pasti 4 volte al giorno. Lo strumento è potente, quindi la durata della ricezione, che di solito va da 1 a 4 settimane, e il dosaggio esatto devono essere prescritti da un erborista o da un urologo.
  2. Quando gli ossalati e gli urata devono prendere un rimedio popolare. Mescolare gli ingredienti presi 200 millilitri: miele, vodka, olio d'oliva, succo di limone. Tutto è completamente miscelato e messo da parte per due settimane, in una bottiglia ben chiusa, in un luogo buio e fresco. Usalo per scopi medicinali tre volte al giorno per un cucchiaio. Due settimane dopo, si prendono una pausa per 5 giorni e poi ripetono il trattamento.
  3. Tritare 10 limoni senza pietre con la pelle, mettere in un barattolo da 3 litri e versare 2 litri di acqua bollita, aggiungere 2 cucchiai. l. glicerina medica. Insistere per mezz'ora, filtrare. Bere un liquido per 2 ore a intervalli di 10 minuti: assumere 1 bicchiere ogni 10 minuti. Metti un termoforo caldo sull'area del rene malato. Dopo un po 'di tempo, il dolore si intensificherà, la sabbia comincerà a uscire. Quando si prepara un farmaco, si deve ricordare che il succo di limone si decompone rapidamente, quindi per ogni assunzione è necessario spremere il succo fresco.
  4. Buccia di anguria Per la terapia, sono adatte solo le materie prime dei cocomeri coltivati ​​nel loro stesso giardino, poiché una grande quantità di nitrati viene utilizzata per coltivare i frutti destinati alla vendita, per lo più accumulati nella buccia delle bacche. Essiccati in un forno o in un asciugabiancheria elettrico, pre-tagliati in pezzi di cotenna di anguria vengono versati con acqua (1: 1) e fatti bollire a fuoco basso per circa mezz'ora, filtrati e presi un bicchiere 3-5 volte al giorno prima dei pasti.
  5. Un rimedio abbastanza semplice è il tè alla buccia di mela. Bevi il tè costantemente dalla buccia delle mele e aiuterà a liberarsi dei calcoli renali, della formazione della sabbia, della urolitiasi. La cosa più importante è che devi essere trattato costantemente e non perdere i giorni. E puoi preparare la buccia secca e fresca. Sarà meglio se si asciuga la buccia, poi macinare in uno stato di polvere e versare acqua bollente. La polvere dovrebbe essere di due cucchiaini, versare per venti minuti e poi solo bere come il tè.

Trattare i rimedi popolari di urolitiasi è meglio combinato con i preparati di medicina tradizionale. È necessario selezionare un metodo di trattamento popolare secondo il trattamento che le è stato prescritto da un medico.

Buono a sapersi:

Ti consigliamo di leggere:

Calcoli biliari - cause, sintomi e trattamento

11 commenti

Calcoli renali, torturato per 8 anni. Tre anni fa, il farmaco Biliurin mi ha aiutato molto. C'erano già pietre piuttosto grandi di 14 mm e 16 mm nel rene destro + 12 mm nel rene sinistro. Lei gli ha preso circa sei mesi. Quindi, le pietre si sono completamente dissolte. Una settimana fa, ho fatto un esame (lavoro richiesto), un'ecografia ha trovato sabbia in entrambi i reni fino a 2 mm. Quindi penso, è possibile per me, diuretici, espellere questa sabbia (perché è ancora piccola)? O lo stesso per prendere il farmaco che ho già testato?

A volte urino con un solo sangue. I dottori dicono pietre, ma mi disturba: è stato trattato per due settimane e niente aiuta, forse qualcuno l'ha provato, dimmi cosa fare.

Ho avuto e molto. Una volta ho preso Monural 3g, e ho appena spremuto succo di mirtillo diluito a metà con acqua, 400-500 ml al giorno (e ho aggiunto un po 'di zucchero in modo che non fosse molto acido). Immediatamente è diventato migliore.

Trova su Internet un collaudato rimedio popolare indonesiano per la dissoluzione indolore dei calcoli renali, dell'uretere e della vescica - il farmaco "Batunir" e cura per la salute!

Da sole, le pietre non mi hanno infastidito prima, e ora, come si suol dire, contro il loro background, la pielonefrite è in continua evoluzione, quindi cistite, devi già bere forti droghe come monural per rimuovere gli aggravamenti... Allo stesso tempo, mi è stata offerta una operazione risparmiante, e ora dicono che le dimensioni sono grandi, è necessario o schiacciare o rendere cavitario. Avrei saputo che sarebbe stato così, avrei operato molto tempo fa.

Ho avuto calcoli renali in ospedale, sono stato preso con crisi per 7 giorni e sono stato dimesso, sono stati inviati ad una sorta di analisi per determinare dove si trovano le pietre.L'analisi si chiama KT, che ha fatto questa analisi.

Ha fatto ct diverse volte con e senza contrasto. Per determinare la posizione delle pietre, bevo periodicamente tsiston. Dobbiamo abbandonare tutto il salato

IO SONO INTERESSANTE, perché trattare le pietre nei reni ?, Non sarebbe meglio sbarazzarsi delle pietre?

bevuto canephron, ciston, blemarin, phytolysin dopo aver rimosso 12mm di pietra nel rene e ancora una pietra di 9mm è stata formata in questo rene senza merda non aiuta

NON PUBBLICITÀ - ESPERIENZA PERSONALE:
Calcoli renali misti fosfato-ossalato 5 mm, ho sciolto la "tintura dell'erba" e cioè il pacchetto verde chiaro radice di erba (non pillole), è piuttosto pesante da acquistare nelle farmacie ordinarie.
Madder è piuttosto cattivo, ha un sapore bagnato, beh, la radice è normale. Non bere a stomaco vuoto e poi guadagnarti altre piaghe perché Questa radice è una forte tinta. Dopo aver preso l'urina arrossire un po ', questo è normale. Ho bevuto per circa un mese, poi l'erba si è conclusa con me e non è stato possibile acquistare. Ho pensato che non c'era alcun effetto da parte sua ed ero molto turbato, ma no... Una settimana dopo il corso dell'erba, c'era un carico fisico medio, ho indossato qualcosa in casa e fatto altre cose quella stessa notte, ho avuto un attacco (colica renale, ho capito che era fisicamente preso d'assalto e spostato e che la pietra si muoveva), ero in ospedale, c'erano iniezioni, ecografia, non andavo a letto, andavo a casa. Tre antidolorifici perforarono la giornata, poi il dolore si placò. Dopo un altro paio di tre giorni, il dolore al rene era periodico, non era tollerabile alle iniezioni, era con la testa che la pietra del rene si muoveva, toccando leggermente i tessuti molli, causando così disagio. I dolori periodici mi hanno disturbato per altri 5 giorni, ho sentito che si trovava nella zona del bacino e stava cercando di scendere con l'urina nel canale urinario in direzione della vescica, ma a quanto pare non voleva andarci. Dopo un altro paio di giorni, sentii una colica nel canale urinario e mi resi conto che era lui, e si stava già dirigendo verso la vescica nel canale.
Il flusso di urina dal rene nella vescica rallentò un po ', era evidente dall'intervallo di tempo tra l'assunzione di acqua e il bagno. I dolori nel canale dell'urina scomparvero e allora pensai che sarebbe uscito adesso, ma no. Per altri 3-4 giorni ho guardato, non c'era alcun dolore, pensavo che fosse uscito e non l'avevo notato, o non era una pietra, ma perché Ho già avuto un rifiuto di pietra, ho capito che molto probabilmente era in una bolla. Dopo 4-5 giorni, i dolori iniziarono nell'urinario, vale a dire: rez colic alla fine della minzione, colica all'inguine in diversi momenti della giornata, noiosa acuta, pensai che se la pietra nella vescica, avrebbe dovuto uscire, e se non lo fosse, allora è un'infezione. Alla fine, c'erano frequenti desideri semivuoti in bagno, la colica era diventata più frequente, era già stata testata per infezioni / uretrite, perché a un certo punto è uscito un ciottolo di 1-1,5 mm, non è stato possibile catturarlo. Il giorno dopo è venuto lo stesso residuo (4 mm). In apparenza, era chiaro che dopo una tale pausa, mentre il matto terminava in me, la pietra era ancora sciolta dall'erba (una parte della pietra era di un colore rosso scuro, a quanto pareva la parte più folle della pietra, quella fosfatica o ossalata che non conosco, ma una parte della pietra è allentata e la pietra è divisa in più piccoli).
Come ho fatto:
Facendo bollire l'acqua e lasciandola riposare per almeno 15 minuti, a volte me ne sono andato per la notte - la consistenza era molto forte, sempre durante il CIBO o dopo!
È necessario bere al mattino e alla sera 200 ml (durante un pasto, attraverso un tubo, altrimenti si rovinerà lo smalto dei denti). Io stesso avevo una pietra nel mio rene sinistro di 5 mm, perché era "fosfato-ossalato", ma poiché avevo già lasciato una pietra e sono riuscito a prenderla, ho fatto un'analisi della composizione della pietra, la pietra era 6040% di fosfato-ossalato o viceversa, non ricordo.
Se sei sicuro che la pietra è nel canale delle urine e vuoi alleviare le coliche, puoi fare un bagno caldo + noshpu secondo le istruzioni (espande i canali). Le controindicazioni sembrano necessariamente! Bath può essere chi non soffre di pressione!
Spero che qualcuno ti aiuti.

Calcoli renali: sintomi e trattamento

I calcoli renali sono i sintomi principali:

  • Lombalgia
  • temperatura elevata
  • Minzione frequente
  • Sangue nelle urine
  • Minzione dolorosa
  • Diffondere dolore ad altre aree
  • Ipertensione arteriosa
  • Dolore ai testicoli
  • Colica renale
  • La produzione di pietre durante la minzione
  • Esca dalla sabbia quando urina
  • Dolore al pene
  • Dolore alle labbra

I calcoli renali sono una delle manifestazioni più comuni di urolitiasi, in cui le pietre del sale, le pietre reali, si formano nei reni. I calcoli renali, i cui sintomi si manifestano sotto forma di attacchi di colica renale, piuria (pus nelle urine), ematuria (sangue nelle urine) e mal di schiena, possono essere eliminati sia con una terapia conservativa, il cui effetto consente loro di dissolversi, sia intervento chirurgico in cui le pietre vengono rimosse dal metodo operativo.

Descrizione generale

I calcoli renali sono il risultato di processi fisico-chimici abbastanza complessi, in breve l'essenza del loro aspetto può essere determinata in modo che si basino sulla cristallizzazione graduale dei sali nella composizione delle urine e sulla loro successiva precipitazione. Le dimensioni dei calcoli renali possono essere molto diverse, vanno da pochi millimetri, che li definisce come sabbia nei reni, fino a una dozzina di centimetri. La forma può anche differire: le varianti tradizionali denotano pietre piatte nei reni, angolari o arrotondate, anche se ci sono anche i cosiddetti tipi "speciali" di pietre, di cui parleremo più dettagliatamente in seguito. La massa della pietra può raggiungere un peso di un chilogrammo.

In media, la urolitiasi (come definizione generale per le malattie in cui le pietre si formano nel sistema urinario) viene diagnosticata nella popolazione adulta di circa 0,5-5,3% (a seconda della specifica posizione geografica e di alcuni altri fattori). Tra tutte le malattie che generalmente colpiscono il tratto urogenitale, l'urolitiasi viene rilevata in 1/3 dei casi.

I calcoli renali negli uomini sono rilevati quasi tre volte più spesso dei calcoli renali nelle donne. Tuttavia, è in quest'ultimo caso che le pietre si formano più spesso in una forma particolarmente complessa, in cui le pietre ricoprono l'intera area del sistema renale pelvico nel rene, questa patologia ha una definizione specifica - la nefrolitiasi dei coralli.

Per quanto riguarda la predisposizione all'età, i calcoli renali sono rilevati in pazienti di qualsiasi età, perché i calcoli renali nei bambini non sono una diagnosi rara, come lo sono i calcoli renali negli adulti. Nei bambini, tuttavia, le pietre compaiono meno frequentemente, principalmente questa malattia di persone in età lavorativa - pazienti da 20 a 60 anni. Fondamentalmente, urolitiasi e calcoli renali in particolare, si manifesta in una forma grave e persistente del corso, spesso la condizione dei pazienti è esacerbata.

Fondamentalmente, un rene è interessato, anche se le statistiche indicano che, in media, nel 15-30% dei casi, le pietre si formano contemporaneamente in entrambi i reni, il che determina una patologia tale da urolitiasi bilaterale. Le pietre possono essere singole o multiple e, in quest'ultimo caso, il loro numero in generale può arrivare anche a 5000.

Calcoli renali: cause

Non c'è una sola ragione per spiegare l'insorgenza di urolitiasi e calcoli renali in particolare, ma questo, come con altre malattie, non esclude la possibilità di isolare i fattori predisponenti per lo sviluppo di questo tipo di patologia.

Come meccanismo principale che provoca lo sviluppo della malattia, è possibile designare congenita. La sua essenza sta nel fatto che, con un disturbo inizialmente insignificante nei processi metabolici, iniziano a formarsi sali insolubili, ed è proprio questo che, come è chiaro, diventa la base per la successiva formazione di pietre. La struttura chimica delle pietre può differire, ma data l'urgenza della suscettibilità congenita allo sviluppo di urolitiasi e calcoli renali, queste malattie possono svilupparsi anche in assenza di fattori predisponenti sotto forma di basi specifiche che formano le pietre. Descriveremo le basi di tali pietre nella sezione sui tipi di pietre sottostanti.

Ci sono alcuni disturbi metabolici che contribuiscono alla formazione di calcoli renali (calcoli urinari), questi includono i seguenti:

  • elevati livelli ematici di acido urico - iperuricemia;
  • acido urico urinario elevato - iperuricuria;
  • livelli elevati nelle urine di sali di fosfato - iperfosfaturia;
  • elevati livelli di sali di calcio nelle urine - ipercalciuria;
  • sali di ossalato di urina elevati.

I cambiamenti elencati nei processi metabolici sono attribuiti da molti autori all'influenza di fattori esogeni (cioè fattori influenzati dall'ambiente esterno), ma l'influenza dei fattori endogeni (l'ambiente interno dell'organismo) non è esclusa, in casi frequenti entrambi i tipi di fattori sono correlati.

Selezionare fattori esogeni che provocano lo sviluppo di urolitiasi:

  • condizioni climatiche;
  • caratteristiche del bere e dei regimi alimentari;
  • caratteristiche del suolo (la sua struttura geologica);
  • caratteristiche della flora, composizione chimica dell'acqua;
  • caratteristiche delle condizioni di vita (inattività dello stile di vita, monotonia in esso);
  • caratteristiche delle condizioni di lavoro (ad esempio lavoro in condizioni di officine calde, produzione pericolosa, duro lavoro fisico).

Cerchiamo di individuare il fattore indicato separatamente riguardo al regime alimentare e al consumo. In particolare, significano l'apporto calorico del cibo, una quantità eccessiva nella dieta di cibo saturo di acido ascorbico e ossalico, calcio, sali, proteine. Ciò include anche una deficienza nel corpo delle vitamine A e B.

Le cause endogene di urolitiasi e calcoli renali includono quanto segue:

  • predisposizione genetica;
  • iperattività di alcuni enzimi nel corpo, la loro mancanza o assenza;
  • malattie infettive delle vie urinarie;
  • malattie infettive di tipo generale (foruncolosi, salpingo-ooforite, osteomielite, tonsillite, ecc.);
  • malattie del fegato, malattie delle vie biliari e del tratto gastrointestinale;
  • trasferimento di malattie o gravi lesioni che causano un lungo periodo di immobilizzazione (riposo a letto, mobilità limitata).

Il ruolo indiscutibile è giocato da cambiamenti nella scala locale che interessano il tratto urinario, che possono essere associati a reali anomalie dello sviluppo e altre caratteristiche che violano la loro funzionalità.

Calcoli renali: tipi di pietre, caratteristiche della loro formazione

Andando in particolare al processo di formazione del calcare, che, come già osservato, si basa su complessi processi fisici e chimici, si può notare che questo è accompagnato dallo sviluppo di disturbi nell'equilibrio colloidale, nonché da cambiamenti patologici che interessano il parenchima renale (superficie esterna dei reni).

La combinazione di un certo tipo di condizioni porta al fatto che un gruppo di molecole inizia a trasformarsi in una cellula elementare. Tale cellula è chiamata micella e diventa il nucleo per la successiva formazione di un calcolo. Fili di fibrina, corpi estranei nella composizione di urina, detriti cellulari, sedimenti amorfi agiscono come il materiale a causa del quale il nucleo si accumula in seguito. Il processo di formazione del calcare è direttamente determinato dal grado di proporzione e concentrazione nell'urina dei sali, nonché dal grado di pH in esso contenuto, dalla composizione quantitativa e qualitativa dei colloidi urinari.

Fondamentalmente, il processo di formazione di calcoli colpisce le papille renali. Inizialmente, i microliti si formano nei dotti collettori, ma la maggior parte di essi non indugia nei reni, perché sono naturalmente lavati con le urine. Tuttavia, se nelle urine sotto l'influenza di determinati fattori, le proprietà chimiche cambiano, ad esempio, in cui si verifica uno spostamento del livello di pH, ecc., Ciò porta all'attivazione dei processi di cristallizzazione. A causa loro, i microliti nei tubuli iniziano a indugiare, il che, a sua volta, è accompagnato dall'intarsio del capezzolo. In futuro, la pietra può crescere nel rene o scendere al tratto urinario.

A seconda delle caratteristiche della composizione chimica delle pietre, i loro tipi sono distinti. Quindi, i calcoli renali possono essere cistina, fosfato, ossalato, proteine, xantina, carbonato, colesterolo, urato.

I calcoli di cistina contengono fondamentalmente composti di zolfo di aminoacido cistina. Queste pietre hanno una consistenza morbida, hanno una forma arrotondata e una superficie liscia, il colore è giallo-bianco.

Le pietre fosfatiche contengono fondamentalmente sali di calcio che fanno parte dell'acido fosforico. Tali pietre hanno una consistenza morbida, superficiale o piuttosto ruvida, o liscia, si sbriciolano facilmente, il colore è bianco-grigiastro. La formazione di tali pietre è causata dalla composizione alcalina delle urine, la loro crescita avviene abbastanza rapidamente, soprattutto se c'è una co-infezione - pielonefrite.

Le pietre di ossalato contengono sali di calcio che fanno parte dell'acido ossalico. Le pietre di ossalato hanno una struttura densa, una superficie irregolare e, si può dire, pungente. La formazione di tali pietre è accompagnata da urina alcalina o acida.

Le pietre proteiche si formano principalmente a causa di fibrina, sali e impurità dei batteri. Le pietre proteiche nei reni hanno una forma piatta e una consistenza morbida, sono di piccole dimensioni, il colore è bianco.

Le pietre di carbonato si formano precipitando i sali di calcio nella composizione dell'acido carbonato. Tali pietre possono avere una forma diversa, sono morbide e lisce, il colore è leggero.

I calcoli di colesterolo si formano raramente nei reni, la base della loro composizione è il colesterolo. Secondo la consistenza di tali pietre sono morbidi, facili da sminuzzare, il colore è nero.

Le pietre urotiche sono formate dai cristalli di sale che costituiscono l'acido urico. Secondo la struttura, sono piuttosto densi, la loro superficie è o poco punteggiata o liscia, la reazione acida nelle urine porta alla formazione di tali pietre.

Una composizione mista di calcoli renali, in contrasto con le varianti considerate del tipo omogeneo, si formano di rado (come una variante di tali pietre, si formano pietre simili a corallo (nefrolitiasi corallina).

Calcoli renali: sintomi

Come abbiamo già notato, i calcoli renali in ogni caso differiscono per forma, dimensioni e composizione. Alcune pietre sono paragonabili per dimensioni alla sabbia, che, di fatto, le definisce come sabbia nei reni, la presenza di tali pietre non è sentita, mentre altre pietre, al contrario, possono avere dimensioni significative, raggiungendo circa 5 centimetri di diametro e più, che si manifesta nella corrispondente inconveniente e sintomatologia. Nella maggior parte dei casi, la persona non è consapevole della presenza della malattia e dura fino a quando le pietre iniziano a cambiare la propria posizione, muovendosi lungo il tratto urinario. Anche in questo caso, anche se la pietra è piccola, il dolore che accompagna il cambiamento nella sua posizione diventa molto forte.

Ci sono alcuni segni che indicano calcoli renali, identificandoli nelle fasi iniziali consente di iniziare il trattamento in una fase più efficace. Considera le caratteristiche delle principali manifestazioni che accompagnano la malattia che ci interessa.

Il dolore nella natura della manifestazione è noioso, con la progressiva progressione della malattia, diventa estenuante. Tale dolore può manifestarsi sia da un lato che da entrambi i lati. Come segno che consente di distinguere il dolore nella urolitiasi, si può distinguere che il dolore aumenta quando si cambia la posizione del corpo da uno all'altro, così come durante l'esercizio.

  • La diffusione del dolore agli organi vicini

Il cambiamento del dolore si nota quando la pietra, dopo aver lasciato il rene, si trova nell'uretere. In questo caso, la localizzazione del dolore si nota nell'inguine, nei genitali e generalmente nell'addome inferiore. Questo dolore è spiegato dal fatto che l'impatto delle pareti muscolari è così intenso quando si spinge un sasso, che la pietra, nel processo di costringerlo a spingere con i propri angoli acuti, ferisce le pareti, motivo per cui le sensazioni del dolore sono integrate dalle aree di localizzazione indicate.

  • Colica renale (convulsioni)

Attacchi di colica renale - un satellite di urolitiasi con calcoli renali. Caratterizzato dall'apparizione di un fortissimo dolore da crampo, segnato dalla parte bassa della schiena. Questo dolore, che ora si attenua, ora appare di nuovo, può durare per un periodo di diversi giorni. Il dolore è causato dal fatto che la peristalsi del tratto urinario aumenta, che è accompagnato dal loro spasmo. La ragione che ha provocato questo fenomeno è il blocco dell'uretere con una pietra. Tra i fattori che possono causare un attacco di colica renale, può essere identificata una lunga camminata, vari tipi di attività fisica (incluso il sollevamento pesi), la guida con agitazione, ecc.

Inizialmente, il dolore appare dalla parte bassa della schiena, appena sotto le costole, e poi gradualmente si diffonde alle parti laterali dell'addome e all'area inguinale. La diffusione del dolore negli uomini con colica renale è spesso accompagnata dalla sua localizzazione nei testicoli e nel pene, mentre la colica renale nelle donne è accompagnata dalla comparsa di un sintomo come il dolore alle labbra.

Un attacco di colica renale è accompagnato dal fatto che una persona non riesce a trovare una posizione che è conveniente per se stesso, può camminare da un angolo all'altro. La selezione di una tale caratteristica del dolore non è casuale - tale sua specificità consente di eliminare l'errore nel determinare le condizioni del paziente, che, quando appaiono dolori simili, può essere confuso, ad esempio, con appendicite, in cui, al contrario, c'è una tendenza a impegnarsi in una posizione fissa. In casi frequenti, un attacco di colica renale è accompagnato da sintomi come nausea e vomito, sudorazione, febbre, gonfiore, dolore e aumento della minzione. Il completamento della colica renale diventa il completamento del processo patologico stesso, in cui la pietra raggiunge la vescica.

L'immagine considerata di colica caratterizza la manifestazione della malattia con piccole pietre. Se le pietre sono di dimensioni maggiori, a causa delle quali la pelvi renale è bloccata, allora gli attacchi di colica hanno una specificità leggermente diversa. In questo caso, il dolore si manifesta in una forma debole, la natura è dolente e opaca, si concentra, di nuovo, nella regione lombare.

La durata dell'attacco è di circa alcune ore, anche se è possibile e tale immagine della sua manifestazione, in cui ci sono pause, estendendo l'attacco fino a un giorno. La frequenza di occorrenza di un attacco in questo caso può essere più volte al mese o una volta per diversi anni. Il completamento di un attacco è spesso accompagnato dall'apparizione di sabbia o piccoli sassi nelle urine, l'urina stessa viene escreta nel sangue (che è causato dalla lesione delle pareti del tratto urinario con una pietra).

  • Frequenza urinaria

La malattia renale è accompagnata dalla comparsa di differenze in parte della minzione rispetto alle sue caratteristiche in una persona sana, in particolare, come indica il nome dell'articolo, si tratta della frequenza della sua manifestazione. L'urgenza di urinare quando la pietra è concentrata sul lato della porzione inferiore dell'uretere in alcuni casi può persino essere irragionevole. Il rapido movimento della pietra lungo l'uretere porta alla comparsa di forti e frequenti impulsi di urinare, questi impulsi sono sempre associati al dolore.

  • Dolore da urina

Il dolore durante la minzione è un sintomo specifico, la cui comparsa suggerisce la presenza di calcoli nella vescica urinaria o nell'uretere. In alcuni casi, la minzione può essere accompagnata da un getto discontinuo. Il rilascio di pietre durante la minzione, insieme al dolore, è accompagnato da una sensazione di bruciore. La presenza di pietre particolarmente grandi con gravi manifestazioni della malattia porta al fatto che i pazienti possono urinare solo in posizione prona.

L'urina, anche quando si tratta di confrontare le sue specificità tra una persona sana e una persona malata, è comunque caratterizzata dalla presenza di una certa torbidità, che è causata dalla presenza di muco e cellule epiteliali. Nel frattempo, in una persona malata, la torbidità delle urine si verifica sotto l'influenza di una maggiore quantità di epitelio, sale, leucociti e globuli rossi. I calcoli renali sono caratterizzati dalla comparsa di urina scura e densa all'inizio dell'atto di minzione, possono anche contenere sedimenti e miscele di sangue, a causa dei quali l'urina diventa rossastra.

Il sangue nelle urine di solito è marcato dopo aver sofferto di gravi attacchi di dolore o quando esposto a fattori esterni che giocano un ruolo nella comparsa dei sintomi nei calcoli renali (esercizio fisico, ecc.). Questo sintomo indica che il movimento della pietra ha causato danni alle vie urinarie. In ogni caso, questo sintomo non può essere ignorato: il suo aspetto, insieme agli altri sintomi, richiede un esame appropriato.

  • temperatura elevata

Una temperatura elevata è la prova di una complicazione della calcolosi urinaria con calcoli renali, la pielonefrite può essere indicata come una delle opzioni - lo sviluppo di questa complicazione è caratterizzato dalla temperatura (38-39 ° C). Inoltre, la temperatura elevata è anche un satellite dello stato di colica renale.

La pressione alta anche abbastanza spesso accompagna la patologia sotto forma di calcoli renali. Il cambiamento di pressione è associato allo sviluppo di complicanze, principalmente la pielonefrite calcificata. Simile ad altri sintomi, l'aumento della pressione accompagna anche gli attacchi di colica renale.

Questo sintomo può essere indicato senza esagerazione come pericolosa manifestazione di calcoli renali, il suo aspetto indica il blocco delle pietre del tratto urinario. La ritenzione di urina per un periodo di diversi giorni diventa la causa dello sviluppo di uremia, che, a sua volta, diventa la causa della morte. Sotto uremia, in particolare, si intende lo stato di autoavvelenamento acuto (in questo caso, in altri possibilmente cronico) del corpo sullo sfondo dell'insufficienza renale, accompagnato dall'accumulo di prodotti tossici che si verificano nel sangue a causa del metabolismo dell'azoto, nonché a causa di una violazione dell'equilibrio osmotico e acido-base. Le principali manifestazioni di uremia includono mal di testa, diarrea, pelle pruriginosa, vomito, convulsioni, coma, ecc.

Ritornando al sintomo della ritenzione urinaria, può essere indicato che è accompagnato dal dolore nell'addome inferiore (dalla natura della manifestazione che tale dolore è inarcato). Inoltre, vi è un urgente bisogno di urinare - impulsi, un tipo di evento irresistibile e improvviso, caratterizzato dall'incapacità di controllare il processo di svuotamento. L'auto svuotamento della vescica in questo caso è escluso. Inoltre, i pazienti possono apparire brividi, febbre. La respirazione diventa superficiale, può apparire sudore freddo. Il modo principale per eliminare questa manifestazione è installare un catetere.

Nefrolitiasi dei coralli (calcoli renali di corallo): sintomi

Le pietre a forma di corallo sono designate da noi come una forma separata e, si può dire, speciale, che è causata da alcune differenze in termini di formazione e meccanismo di sviluppo e manifestazioni successive. Naturalmente, la differenza di calcoli renali di questo tipo dagli altri richiede l'uso di altri metodi di trattamento. Prima di tutto, è importante designare che le pietre a forma di corallo si formino sullo sfondo dell'inferiorità delle funzioni dei reni, della loro precedente apparizione, e anche sullo sfondo delle violazioni della costanza delle condizioni dell'ambiente interno rilevanti per il corpo.

Come si può supporre anche per nome, le pietre a forma di corallo sono caratterizzate dalla loro forma speciale, che ha somiglianze con il sistema di placche a coppa-bacino. Tali pietre occupano completamente lo spazio del bacino, inoltre i processi di pietre penetrano nelle coppe, dalle loro estremità si formano degli ispessimenti. Per quanto riguarda la composizione delle pietre a forma di corallo, esse contengono, di norma, apatiti carbonatici.

Le pietre simili ai coralli si formano sia nei bambini che negli adulti, mentre negli uomini sono meno comuni che nelle donne. Come uno dei motivi che causano questo tipo di formazione di calcoli, l'aumento dell'attività è caratteristica delle ghiandole paratiroidi. È possibile determinare tale attività a causa dell'escrezione di segni tipici per esso, che consiste in un aumento del contenuto di calcio nel sangue, un livello ridotto di fosforo in esso, così come una maggiore escrezione di calcio nelle urine. Ciò che è notevole, è l'ultimo fattore che contribuisce alla rapida formazione di calcoli renali, spesso sotto forma di danno bilaterale, seguito da una predisposizione a riapparire.

Quando si considerano altri casi, si può rintracciare l'effetto delle infezioni, in particolare i batteri, che hanno la capacità di produrre un tipo speciale di enzima, l'ureasi, a causa del quale l'urina è alcalinizzante. Il mezzo alcalino, a sua volta, è il mezzo ideale per la cristallizzazione dei fosfati. Dell'influenza marcata da parte dei batteri, in particolare, i batteri Proteus dovrebbero essere isolati, agendo spesso come l'agente eziologico di una malattia come la pielonefrite, specialmente nelle donne in gravidanza. Nel frattempo, anche quei batteri che, in linea di principio, non producono ureasi, possono anche causare la comparsa di calcoli renali, perché grazie al fatto che possono accumulare calcio, questa caratteristica determina la base per la formazione di calcoli.

La violazione della fuoriuscita di urina, così come l'infezione, nelle donne è solitamente causata dagli attuali cambiamenti fisiologici che il sistema urinario subisce durante la gravidanza. La relazione tra la forma gestazionale della pielonefrite (cioè la pielonefrite che si sviluppa durante la gravidanza) e i calcoli renali simili ai coralli è scientificamente fondata e provata.

Inoltre, il processo infiammatorio e l'infezione sono fattori predisponenti allo sviluppo di urina stagnante nelle condizioni del sistema di placcatura del calice e del bacino, influenzando anche il lavoro svolto dai nefroni. Per questo motivo, la funzione renale associata all'escrezione di alcune sostanze nelle urine (fosfati, urea, calcio, acido citrico) è compromessa e questo, di nuovo, porta alla formazione di calcoli.

A seguito della formazione di pietre coralline, a causa delle quali già esistenti disturbi associati ai processi di minzione e con il corso di pielonefrite, anche le forme grossolane di cambiamenti funzionali iniziano a svilupparsi nei tessuti dei reni. Sullo sfondo dell'attività di infezione, i tessuti renali iniziano a sciogliersi - si sviluppa la pironefrosi. A poco a poco, sulla base di cambiamenti patologici, ha fornito una variante favorevole del decorso della malattia e bassa attività della pielonefrite a causa della ridotta funzionalità del nefrone, l'insufficienza renale inizia a svilupparsi gradualmente.

In questa forma, la malattia nel suo complesso si sviluppa gradualmente, nel suo corso indicano il periodo latente e il periodo iniziale - i precursori del periodo durante il quale si manifestano le manifestazioni della malattia. Di conseguenza, il decorso del periodo di latenza è accompagnato da un corso in cui non vi sono segni particolari di calcoli renali, né vi sono processi patologici associati. Tuttavia, possono verificarsi tipi non specifici di sintomi che sono più rilevanti per la pielonefrite cronica, in particolare questo è affaticamento e debolezza, brividi di sera, mal di testa.

Nel periodo iniziale della malattia, entro il quale termina il processo di formazione dei calcoli, i sintomi possono manifestarsi sotto forma di un lieve dolore sordo localizzato nella regione lombare, in alcuni casi, quando si superano i test delle urine, possono verificarsi leggeri cambiamenti di tipo non specifico. Rilevamento di pietre di questo tipo nella fase iniziale, se si verifica, quindi per caso, sulla base dei risultati della radiografia a raggi X.

Per quanto riguarda il periodo di manifestazione pronunciata dei sintomi, è caratterizzato dalla persistenza del dolore nella regione lombare. Con le pietre di corallo, la colica renale è una manifestazione atipica, quindi si sviluppa raramente e solo se l'uretere è bloccato a causa dell'impatto di una piccola pietra. Nel quadro dello stadio attivo della pielonefrite, febbre, debolezza e affaticamento, e il malessere generale si manifestano periodicamente. Durante l'assunzione di test nelle urine, vengono rilevati i globuli rossi. Questo stadio è anche accompagnato dall'adesione al quadro generale della malattia del sintomo sotto forma di ipertensione. Se durante il periodo di manifestazione di questa fase per condurre una diagnosi dettagliata, è possibile determinare i segni iniziali che indicano l'insufficienza renale.

In futuro, i sintomi dello sviluppo della forma cronica di insufficienza renale diventano più distinti. Esiste già un periodo finale nel corso della malattia, in particolare i sintomi pronunciati sotto forma di secchezza delle fauci e di grande sete, stanchezza e debolezza, minzione ridotta, dolore nella regione lombare e lieve febbre.

Sintomi di calcoli renali

Allo stesso modo, la forma acuta della manifestazione della malattia, il rilascio di calcoli dai reni è provocato principalmente da uno sforzo fisico significativo e da qualsiasi azione in cui il corpo è in uno stato di agitazione a causa di fattori che lo influenzano (saltare, cavalcare, fare jogging, ecc.).

L'uretere è la bottiglia più stretta del sistema urinario, con un diametro di circa 5-8 millimetri. Tuttavia, a causa della sua elasticità intrinseca, vi è la possibilità che una pietra lo attraversi entro un diametro di 1 centimetro. Considerando che i calcoli renali hanno spesso una forma irregolare con spigoli vivi, un tentativo di passare attraverso il passaggio dell'uretere fa sì che sia danneggiato, che è accompagnato da un forte dolore che appare improvvisamente nella parte posteriore (sul lato da cui si trova il rene malato), dolore addominale, e dolore che si diffonde ai genitali e alle cosce.

Il rilascio di pietre è inoltre accompagnato da un aumento di tutti i sintomi che accompagnano l'intera malattia. C'è minzione frequente, accompagnata da sensazione di bruciore, nausea con vomito e, in alcuni casi, feci molli. Oltre a questi sintomi, puoi indicare l'apparenza di brividi, febbre. In tal caso, se la pietra diventa la causa del blocco del deflusso di urina, i problemi di minzione possono insorgere fino alla sua completa cessazione.

la diagnosi

Lo specialista può riconoscere i calcoli renali sulla base della storia generale del paziente (anamnesi), dei sintomi tipici della manifestazione della colica renale e anche sulla base di metodi di ricerca strumentali e di laboratorio.

Come metodo principale per determinare la presenza di pietre nei reni, serve la radiografia. La parte principale delle pietre viene rilevata nel corso di una procedura diagnostica come l'urografia di revisione. Tuttavia, questo metodo non è molto adatto per il rilevamento di calcoli di urati e proteine ​​dovuto al fatto che i raggi non indugiano con le pietre, che, di conseguenza, non creano ombre nell'ottenere urogrammi del sondaggio (questi risultati sono il principio della procedura, sulla base del quale risultato adeguato). In questo caso, le pietre vengono rilevate dalla pielografia e dall'urografia escretoria. L'urografia escretoria fornisce anche informazioni sui cambiamenti morfologici e funzionali relativi alla condizione delle vie urinarie e dei reni, questo metodo determina anche l'area di concentrazione delle pietre (uretere, calice o pelvi), la loro dimensione e forma.

Come metodi aggiuntivi utilizzati per la diagnosi di calcoli renali, è stato utilizzato il metodo della TC o della risonanza magnetica, la nefroscintigrafia del radioisotopo.

trattamento

Il trattamento dei calcoli renali può essere costruito su due principi fondamentali per influenzarli: è un trattamento conservativo o un trattamento chirurgico.

La terapia conservativa è usata solo nei casi in cui le pietre sono piccole. A questo scopo vengono usati i farmaci, a causa degli effetti dei quali le pietre si dissolvono semplicemente. Tuttavia, possono essere utilizzati solo sulla base di una raccomandazione del medico con un esame completo preliminare. Uno dei componenti principali del trattamento conservativo è la dieta. In base alla composizione delle pietre e alle caratteristiche della loro struttura, viene determinato quali prodotti devono essere esclusi. Il corso complicato della malattia (per esempio la pielonefrite concomitante) determina la necessità di antibiotici.

La terapia chirurgica è necessaria nei casi in cui la terapia conservativa non fornisce i risultati appropriati. Qualche tempo fa, questo tipo di impatto implicava un'operazione aperta, che in seguito si concluse con la rimozione dell'organo interessato stesso. Ora un intervento chirurgico aperto per rimuovere una pietra nel rene è un fenomeno raro, un tale effetto è usato solo quando la dimensione della pietra è significativa o quando si sviluppa un'insufficienza renale.

Prima dell'operazione vengono prescritti farmaci che forniscono una migliore microcircolazione del sangue, inoltre vengono prescritti antibiotici e antiossidanti. In situazioni in cui l'uretere è bloccato da una pietra, il trattamento associato al movimento della pietra inizia con la rimozione dell'urina dal rene. Questo effetto appartiene ad un tipo di intervento chirurgico, viene eseguito in anestesia locale, non esclude la possibilità di una significativa perdita di sangue, così come lo sviluppo di complicanze.

Se compaiono sintomi che indicano la possibile presenza di calcoli renali, dovresti consultare un nefrologo.

Se pensi di avere calcoli renali e sintomi caratteristici di questa malattia, allora il tuo nefrologo può aiutarti.

Suggeriamo inoltre di utilizzare il nostro servizio di diagnostica online delle malattie, che seleziona le possibili malattie in base ai sintomi inseriti.