Pyelonephritis - sintomi e manifestazioni in donne e uomini. Segni di infiammazione acuta e cronica dei reni

Pielonefrite

I reni sono straordinariamente efficienti. Il corpo pulisce al giorno fino a 2000 litri di sangue. Il processo di escrezione delle tossine nelle urine inizia nel parenchima - tessuto con 300.000 nefroni coinvolti (unità strutturali dei reni), nelle coppe e nelle estremità del bacino. Se questo sistema complesso si infiamma, si sviluppa la pielonefrite. Come riconoscere la malattia?

Segni clinici di pielonefrite acuta

L'infiammazione infettiva dei reni si presenta in forma acuta o cronica. Quando viene diagnosticata la pielonefrite acuta, i sintomi della malattia sono divisi in due gruppi. Ognuno ha le sue caratteristiche. I primi segni di pyelonephritis generale:

  • brividi, febbre;
  • sudorazione profusa;
  • sete dovuta alla disidratazione;
  • perdita di appetito;
  • mal di testa;
  • mancanza di energia;
  • a volte diarrea, nausea, vomito.

Sintomi di natura locale:

  • dolori lombari opachi che sono aggravati da movimenti attivi;
  • dolore quando si tocca l'area dei reni (sintomo di Pasternatsky);
  • tensione dei muscoli addominali;
  • comparsa in 3-4 giorni dal momento della malattia nella zona del rene infiammato infiltrato, dolente al tatto.

I sintomi di pyelonephritis affilato sono più spesso osservati:

  • nei bambini piccoli a causa delle imperfezioni anatomiche del sistema urinario;
  • nelle ragazze e nelle donne di età compresa tra 18 e 35 anni in connessione con l'inizio della vita intima, la gravidanza, il parto;
  • negli uomini più anziani a causa dell'infiammazione di altri organi.

Sintomi di pyelonephritis cronico

Un decorso prolungato della malattia è solitamente il risultato di un trattamento inadeguato della malattia in forma acuta. I sintomi della pielonefrite cronica sono vari e simili ai sintomi di altri disturbi. Ci sono 5 varietà di questa malattia e ognuna si manifesta a modo suo:

  1. Latente (latente) - affaticamento, mal di testa minori, bassa temperatura.
  2. Azotemico - insufficienza renale cronica. Questo può essere in esecuzione pielonefrite latente, non rilevata al momento.
  3. Iperteso: aumento della pressione, crisi, frequenti capogiri, insonnia. I disturbi delle minzioni sono minimi.
  4. Anemica: pelle pallida, debolezza generale, formicolio al cuore, mancanza di respiro.
  5. Ricorrente - alternanza di calma relativa con periodi di minzione frequente, disagio nella regione lombare, bassa temperatura, brividi facili.

Segni di infiammazione dei reni nei pazienti cronici durante i periodi di esacerbazioni sono quasi identici ai sintomi della pielonefrite nella forma acuta. Nel corso del tempo, con la progressione della patologia, la sindrome ipertensiva, che può manifestarsi, di solito viene alla ribalta:

  • frequenti capogiri;
  • mal di testa, nausea;
  • visione offuscata;
  • dolori del cuore di cucitura;
  • insufficienza renale acuta.

Sintomi di pyelonephritis in uomini

Negli uomini anziani, questo disturbo non è raro ed è spesso una complicazione di prostatite cronica, adenoma prostatico, urolitiasi. Il segnale principale di un grave guasto del sistema è il problema dell'uscita dall'urina. Con l'uso a lungo termine del catetere per la sua rimozione, la malattia può verificarsi a seguito di infezione della vescica.

Come si manifesta la pielonefrite negli uomini, provocata dall'urolitiasi? La causa principale della patologia è una pietra che è entrata in movimento. Se si blocca nell'uretere, bloccando il percorso dell'urina, il processo infiammatorio si sviluppa rapidamente. Oltre al dolore severo, la febbre alta con pielonefrite negli uomini può raggiungere un punto critico di 40 ° C.

I sintomi generali e locali della malattia si sviluppano virtualmente in modo sincrono. Ci sono:

  • sensazione di pesantezza nella parte bassa della schiena;
  • dolore, aggravato dalla respirazione profonda, tosse;
  • tensione degli addominali;
  • frequente improvvisa voglia di urinare con una vescica semivuota - per lo più di notte;
  • a volte enuresi (incontinenza urinaria);
  • stato di estrema debolezza.

Sintomi nelle donne con pielonefrite

Le manifestazioni iniziali della forma acuta della malattia sono simili ai segni di cistite (infiammazione della vescica). Queste sono le stesse minzioni notturne frequenti, aumento della temperatura nelle sere, dolori lombari opachi e in presenza di pietre che si muovono, molto forti. Tali sintomi si manifestano e esacerbazione della pielonefrite cronica. Tuttavia, durante i periodi di calma, la malattia non infastidisce quasi le donne.

Se la pielonefrite acuta si verifica durante la gravidanza, i sintomi della malattia, soprattutto nelle prime fasi, possono essere pronunciati. Spesso, il benessere si deteriora rapidamente a causa di:

  • febbre alta, brividi;
  • sudorazione profusa;
  • nausea e vomito;
  • minzione dolorosa;
  • dolori muscolari, articolari.

Sintomi di pyelonephritis in un bambino

Febbre alta, sudorazione eccessiva può suggerire che si tratta di un raffreddore. I sintomi della pielonefrite nei bambini spesso confondono i genitori. Tuttavia, per il bambino è caratterizzato dal giallo della pelle, e per un bambino più grande - minzione frequente. Inoltre, la nausea o il vomito non sono esclusi. Il bambino può lamentarsi di dolore sotto le costole o sopra il pube.

Segni di pyelonephritis secondo i risultati di diagnostics

Questa malattia è importante per distinguere tra glomerulonefrite e glomerulosclerosi, amiloidosi (violazione del metabolismo delle proteine), danno renale ipertensivo. Quando l'urografia con l'uso di un mezzo di contrasto, la passività funzionale degli organi, restringimento del tratto urinario vengono rilevati. Ultrasuoni, tomografia dei reni mostrano un aumento delle loro dimensioni, ispessimento delle coppe e del bacino - spesso con pietre.

L'importanza primaria è attribuita a questi test di laboratorio, sulla base dei quali è possibile determinare una diagnosi preliminare:

  • Urina con pielonefrite, soprattutto negli adulti - di colore scuro, nuvoloso, con scaglie, un forte odore sgradevole. Il processo infiammatorio è indicato dalla presenza di proteine, un gran numero di leucociti, epitelio.
  • Nel test di Nechiporenko, i leucociti sono anche significativamente più grandi degli eritrociti.
  • L'esame batteriologico di urina rivela in 1 millilitro più di 100 mila agenti patogeni.
  • Le analisi del sangue mostrano livelli eccessivi di leucociti, neutrofili, ESR, urea e creatinina.

Video: sintomi di Pyelonephritis

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

pielonefrite

La pielonefrite è una malattia infettiva non specifica dei reni causata da vari batteri. I pazienti affetti da pielonefrite acuta e cronica, rappresentano circa i 2/3 di tutti i pazienti urologici. La pielonefrite può verificarsi in forma acuta o cronica, interessando uno o entrambi i reni. malattia asintomatica o sintomi lievi in ​​pielonefrite cronica spesso offusca i pazienti di vigilanza che sottovalutano la gravità della malattia e sono abbastanza gravi da curare. La pielonefrite viene diagnosticata e curata da un nefrologo. In assenza di un trattamento tempestivo della pielonefrite, può portare a complicazioni così gravi come insufficienza renale, ascesso di carbuncolo o rene, sepsi e shock batterico.

pielonefrite

La pielonefrite è una malattia infettiva non specifica dei reni causata da vari batteri. I pazienti affetti da pielonefrite acuta e cronica, rappresentano circa i 2/3 di tutti i pazienti urologici. La pielonefrite può verificarsi in forma acuta o cronica, interessando uno o entrambi i reni. malattia asintomatica o sintomi lievi in ​​pielonefrite cronica spesso offusca i pazienti di vigilanza che sottovalutano la gravità della malattia e sono abbastanza gravi da curare. La pielonefrite viene diagnosticata e curata da un nefrologo. In assenza di un trattamento tempestivo della pielonefrite, può portare a complicazioni così gravi come insufficienza renale, ascesso di carbuncolo o rene, sepsi e shock batterico.

Cause di pielonefrite

La malattia può verificarsi a qualsiasi età. Più spesso si sviluppa la pielonefrite:

  • nei bambini di età inferiore ai 7 anni (la probabilità di comparsa di pielonefrite aumenta a causa della natura dello sviluppo anatomico);
  • giovani donne di età compresa tra 18 e 30 anni (l'insorgenza di pielonefrite è associata con l'inizio dell'attività sessuale, la gravidanza e il parto);
  • negli uomini anziani (con ostruzione delle vie urinarie dovuta allo sviluppo dell'adenoma prostatico).

Qualsiasi motivo organico o funzionale che impedisca il normale flusso di urina, aumenta la probabilità di sviluppare la malattia. Spesso la pielonefrite compare nei pazienti con urolitiasi.

I fattori avversi che contribuiscono all'insorgenza della pielonefrite includono il diabete, i disordini immunitari, le malattie infiammatorie croniche e l'ipotermia frequente. In alcuni casi (di solito nelle donne) la pielonefrite si sviluppa dopo aver sofferto di cistite acuta.

Il decorso asintomatico della malattia è la causa della diagnosi tardiva della pielonefrite cronica. I pazienti iniziano a ricevere un trattamento quando la funzione renale è già compromessa. Poiché la malattia spesso si verifica in pazienti con urolitiasi, tali pazienti necessitano di un trattamento speciale anche in assenza di sintomi di pielonefrite.

Sintomi di pyelonephritis

La pielonefrite acuta è caratterizzata da un improvviso insorgere con un forte aumento della temperatura a 39-40 ° C. L'ipertermia è accompagnata da abbondante sudorazione, perdita di appetito, grave debolezza, mal di testa e talvolta nausea e vomito. Il dolore sordo nella regione lombare (l'intensità del dolore può variare), spesso unilaterale, appare contemporaneamente ad un aumento della temperatura. L'esame fisico rivela dolore quando si tocca nella regione lombare (sintomo positivo di Pasticcio). La forma semplice di pielonefrite acuta non causa disturbi della minzione. L'urina diventa torbida o diventa rossastra. Nell'esame di laboratorio della batteriuria delle urine, sono stati rilevati proteinuria e microembruria insignificanti. Per l'analisi del sangue generale è caratterizzata da leucocitosi e aumento della VES. In circa il 30% dei casi nell'analisi biochimica del sangue si osserva un aumento delle scorie azotate.

La pielonefrite cronica spesso diventa il risultato di un processo acuto sottotracciato. Forse lo sviluppo di pyelonephritis cronico primario, con pyelonephritis affilato nella storia del paziente è assente. Qualche volta la pielonefrite cronica viene rilevata per caso nello studio delle urine. I pazienti con pielonefrite cronica lamentano debolezza, perdita di appetito, mal di testa e minzione frequente. Alcuni pazienti soffrono di dolori lancinanti nella regione lombare, aggravati dal freddo intenso. Con la progressione della pielonefrite bilaterale cronica, la funzione renale viene gradualmente ridotta, portando ad una diminuzione della proporzione di urina, ipertensione e sviluppo dell'insufficienza renale. I sintomi che indicano una esacerbazione della pielonefrite cronica, coincidono con il quadro clinico del processo acuto.

Complicazioni di pielonefrite

La pielonefrite acuta bilaterale può causare insufficienza renale acuta. Tra le più terribili complicazioni vi sono la sepsi e lo shock batterico.

In alcuni casi, pyelonephritis affilato è complicato da paranephritis. Forse lo sviluppo apostenomatoznogo pielonefrite (formando più piccole pustole sulla superficie reni e nella sua corteccia), carbonchio renale (spesso si verifica a causa di pustole fusione, caratterizzati da purulenta e processi infiammatori, necrotiche e ischemici) ascesso renale (fusione parenchima renale) e necrosi papilla renale. Con la comparsa di alterazioni purulento-distruttive nel rene, è indicato un intervento chirurgico ai reni.

Se il trattamento non è effettuato, la fase terminale di pyelonephritis purulento-distruttivo comincia. Si sviluppa la pironefrosi, in cui il rene è completamente sottoposto a fusione purulenta ed è un focolaio costituito da cavità riempite con prodotti di decomposizione di urina, pus e tessuto.

Diagnosi di pielonefrite

La diagnosi di pielonefrite acuta di solito non è difficile per un nefrologo a causa della presenza di sintomi clinici pronunciati.

Spesso si nota una storia di malattie croniche o processi purulenti acuti trasferiti di recente. Il quadro clinico è formato dalla combinazione di ipertermia pronunciata con dolore lombare (di solito unilaterale), minzione dolorosa e alterazioni delle caratteristiche urinarie della pielonefrite. Urina torbida o con una sfumatura rossastra, ha un pronunciato odore fetido.

La conferma di laboratorio della diagnosi è la rilevazione di batteri nelle urine e piccole quantità di proteine. Per determinare l'agente patogeno spendere l'urina bakposiv. La presenza di infiammazione acuta è indicata dalla leucocitosi e da un aumento della VES nel numero totale dei globuli rossi. Con l'aiuto di kit di test speciali, viene identificata la microflora infiammatoria.

Quando si eseguiva una revisione, l'urografia rivelava un aumento del volume di un rene. L'urografia escretoria indica una forte restrizione della mobilità del rene durante l'ortopropia. Nella pielonefrite apostematica, vi è una diminuzione della funzione escretoria sul lato colpito (l'ombra del tratto urinario appare tardiva o assente). Con un carbonchio o un ascesso sull'urogramma escretore, vengono rilevati un rigonfiamento del contorno del rene, compressione e deformità delle coppe e del bacino.

La diagnosi di cambiamenti strutturali in pyelonephritis è effettuata usando ultrasuoni dei reni. La capacità di concentrazione dei reni viene valutata utilizzando il test di Zimntsky. Per escludere l'urolitiasi e le anomalie anatomiche, viene eseguita la TC dei reni.

Trattamento della pielonefrite

La pielonefrite acuta non complicata è trattata in modo conservativo nel reparto di urologia dell'ospedale. La terapia antibatterica è effettuata. Le medicine sono selezionate in base alla sensibilità dei batteri presenti nelle urine. Al fine di eliminare rapidamente l'infiammazione, non permettendo la transizione della pielonefrite nella forma purulenta-distruttiva, il trattamento inizia con il farmaco più efficace.

Terapia di disintossicazione, correzione dell'immunità. Quando la febbre viene prescritta una dieta a basso contenuto proteico, dopo la normalizzazione della temperatura del paziente viene trasferito a una buona dieta con un elevato contenuto di liquidi. Al primo stadio di trattamento della pielonefrite acuta secondaria, devono essere rimossi gli ostacoli che impediscono il normale flusso di urina. La prescrizione di farmaci antibatterici in caso di passaggio alterato di urina non dà l'effetto desiderato e può portare allo sviluppo di gravi complicanze.

Il trattamento della pielonefrite cronica viene eseguito secondo gli stessi principi della terapia del processo acuto, ma è più duraturo e più laborioso. La terapia della pielonefrite cronica comprende le seguenti misure terapeutiche:

  • eliminazione dei motivi che hanno portato all'ostruzione del deflusso delle urine o alla compromissione della circolazione renale;
  • terapia antibatterica (il trattamento è prescritto tenendo conto della sensibilità dei microrganismi);
  • normalizzazione dell'immunità generale.

Se ci sono ostacoli, è necessario ripristinare il normale passaggio delle urine. Ripristinando il deflusso dell'urina è fatto prontamente (nephropexy a Nephroptosis, rimozione delle pietre dalle reni e delle vie urinarie, la rimozione di adenomi prostatici e t. D.). L'eliminazione degli ostacoli che interferiscono con il passaggio dell'urina, in molti casi, consente di ottenere una remissione stabile a lungo termine.

I farmaci antibatterici nel trattamento della pielonefrite cronica sono prescritti sulla base di dati da antibiogrammi. Prima di determinare la sensibilità dei microrganismi, viene somministrato un farmaco antibatterico ad ampio spettro.

I pazienti con pielonefrite cronica richiedono una terapia sistematica a lungo termine per almeno un anno. Il trattamento inizia con un ciclo continuo di terapia antibiotica della durata di 6-8 settimane. Questa tecnica consente di eliminare il processo purulento nel rene senza lo sviluppo di complicazioni e la formazione di tessuto cicatriziale. Se la funzionalità renale è compromessa, è necessario un monitoraggio costante della farmacocinetica dei farmaci antibatterici nefrotossici. Se necessario, vengono utilizzati immunostimolanti e immunomodulatori per correggere l'immunità. Dopo aver raggiunto la remissione, al paziente vengono somministrati cicli intermittenti di terapia antibiotica.

I pazienti con pyelonephritis cronico durante remissione sono mostrati il ​​trattamento spa (Jermuk, Zheleznovodsk, Truskavets, eccetera). È necessario ricordare la successione obbligatoria di terapia. Il trattamento antibatterico iniziato in ospedale deve essere continuato su base ambulatoriale. Il regime di trattamento prescritto dal medico del sanatorio dovrebbe includere l'uso di farmaci antibatterici raccomandati dal medico che monitora costantemente il paziente. La medicina a base di erbe viene utilizzata come ulteriore metodo di trattamento.

pielonefrite

La pielonefrite è un'infiammazione del tessuto renale.

Primaria (sviluppata in un rene sano senza disturbare il flusso di urina)

Secondario (sviluppato sullo sfondo della malattia renale, sviluppo anormale o violazione del deflusso delle urine: restringimento dell'uretere, iperplasia prostatica benigna, urolitiasi, atonia delle vie urinarie, discinesia da reflusso).

Fasi: esacerbazione (pielonefrite attiva), remissione (pielonefrite inattiva).

Localizzazione: a senso unico (raramente), a due vie.

Complicazioni: semplice, complicata - con ascesso, sepsi.

Funzione renale - intatta, funzione alterata, insufficienza renale.

Le donne soffrono 2-5 volte più spesso degli uomini, le ragazze 6 volte più spesso dei ragazzi. Negli uomini più anziani con iperplasia prostatica benigna, la pielonefrite si verifica più frequentemente che negli uomini più giovani.

motivi

La causa della pielonefrite è sempre un'infezione. Fattori che contribuiscono allo sviluppo di un processo infettivo nel rene:

  • Violazioni del deflusso delle urine (restringimento dell'uretere, anomalie dello sviluppo renale, idronefrosi, reflusso, tumore, calcoli, ecc.);
  • Malattia renale pregressa, in particolare nefrite interstiziale;
  • Stati di immunodeficienza (trattamento con citostatici e / o prednisone, diabete mellito, difetti immunitari);
  • Squilibrio ormonale (gravidanza, menopausa, uso a lungo termine di contraccettivi).

Sintomi di pyelonephritis

  • Più spesso procede con un quadro clinico luminoso;
  • Febbre con brividi, versando sudore;
  • Dolore nella regione lombare;
  • Sindrome urinaria: abbondanza di minzione (più spesso) o un ridotto volume di minzione (meno frequente) con perdita di liquidi attraverso i polmoni e la pelle, minzione frequente e dolorosa;
  • Sindrome da intossicazione - mal di testa, nausea, vomito;

La pielonefrite cronica nella maggior parte dei pazienti (50-60%) ha un corso nascosto. Si manifesta

  • Bassa febbre, sudorazione, agghiacciante, dolore doloroso o sensazione di pesantezza nella regione lombare.
  • Sindrome urinaria: aumento del volume di minzione, principalmente di notte, minzione meno frequente e dolorosa.

Sintomi di intossicazione - mal di testa, nausea. Ipertensione arteriosa (oltre il 70% dei casi). Anemia (in alcuni pazienti).

diagnostica

  • Esame del sangue;
  • Analisi delle urine;
  • La coltura urologica batteriologica è obbligatoria;
  • Ultrasuoni dei reni;
  • Radiografia del sondaggio: aumento o diminuzione di uno dei reni nel volume, rugosità dei contorni, a volte - ombra della pietra;
  • Urografia escretoria (controindicata in fase attiva);
  • Renografia radioisotopica e scintigrafia.

Trattamento della pielonefrite

Consumo di liquidi fino a 2-2,5 l / giorno.

Terapia antibatterica per almeno 2 settimane, cicli di 7-10 giorni, empirica (prima della semina del patogeno) e mirata (dopo aver determinato la sensibilità della microflora agli antibiotici).

Pyelonephritis affilato

- il trattamento inizia con penicilline semisintetiche (amoxicillina, farmaci alternativi - penicilline protette come amoxicillina + acido clavulanico, ampicillina + sulbactam) o cefalosporine (cefalexina, cefuroxima, cefaclor).

Esacerbazione della pielonefrite cronica

- Inizia con penicilline protette, farmaci di scelta - fluorochinoloni, co-trimossazolo, cefalosporine (tutti i farmaci per somministrazione orale).

La terapia anti-recidiva viene eseguita per 3-12 mesi. 7-10 giorni di ogni mese, con pielonefrite purulenta - antibiotici (vedi sopra), con siero - uroantisettici, alternativamente: acido nalidixico, 0,5-1 g, 4 p. / Giorno, nitrofurantoina, 0,15 g, 3- 4 p. / Giorno., Nitroxolina a 0,1-0,2 g 4 p. / Giorno.

Effettivamente anche la nomina di uroantiseptikov 1 volta a notte: co-trimossazolo, trimetoprim o nitrofurantoina 100 mg per notte o 3 p. / Settimana. (Profilassi).

  • Immunoterapia.
  • Con anemia - preparazioni di ferro, trasfusioni di sangue, globuli rossi.
  • Trattamento chirurgico In caso di pielonefrite purulenta in caso di fallimento della terapia conservativa - decapulazione renale, pielonefrostomia e drenaggio della pelvi renale.

Una parte essenziale del trattamento con pielonefrite è la dieta.

Corrente e previsione

La prognosi peggiora con l'aumentare della durata della pielonefrite, con la pielonefrite nosocomiale, la resistenza microbica agli agenti antibatterici, il blocco delle vie urinarie, la presenza di complicanze purulente, stati di immunodeficienza, frequenti recidive.

Il pieno recupero nella pielonefrite acuta è possibile con diagnosi precoce, terapia antibiotica razionale e assenza di fattori aggravanti.

Il 10-20% di pazienti con pyelonephritis cronico sviluppa l'insufficienza renale cronica. Nel 10% dei pazienti con ipertensione arteriosa, diventa maligna.

Diagnosi dei sintomi

Scopri le tue possibili malattie e quale dottore dovresti visitare.

Come si manifesta la pielonefrite: il quadro clinico

La pielonefrite è uno dei processi infiammatori più comuni dei reni: sono malati oggi o circa il 10% delle persone ne ha avuto in passato. Più spesso si trovano solo malattie infettive delle parti superiore e inferiore del sistema respiratorio. Questo disturbo può apparire non solo come una complicazione di qualsiasi patologia, ma anche come un fenomeno infiammatorio indipendente.

Cos'è la pielonefrite

La pielonefrite è un processo infiammatorio causato da microrganismi patogeni, a seguito del quale il bacino, le coppe e il parenchima renale, in particolare il tessuto connettivo di quest'ultimo, sono simultaneamente o sequenzialmente influenzati. La nefrite pura (solo infiammazione dei glomeruli) e la pielite isolata (affezione del sistema locale-calyx) non sono praticamente mai incontrati nella vita. Il processo di infezione passa molto rapidamente dal tessuto connettivo (interstiziale) alla parete del bacino e da lì al parenchima. Pertanto, è corretto parlare della loro malattia articolare - pielonefrite.

La sostanza cerebrale e la corteccia costituiscono il parenchima renale; è lei che, insieme alle tazze e al bacino, si infiamma di pielonefrite

La malattia può essere acuta o cronica. Questo tipo di infiammazione renale batterica colpisce il 35-45% di tutti i pazienti urologici. Le donne soffrono di pielonefrite cinque volte più spesso del maschio, che è associata alla struttura anatomica della loro uretra: è corta e larga, a causa della quale l'infezione penetra facilmente nella vescica e poi sale nei reni. Nella maggior parte dei pazienti, la patologia inizia a svilupparsi in giovane età, spesso contemporaneamente con l'inizio dell'attività sessuale, durante la gravidanza o dopo il parto.

Innanzitutto, negli esseri umani, viene colpito il tessuto connettivo dell'organo che forma l'urina e in seguito i tubuli dei nefroni e, infine, i glomeruli. La malattia in esame dovrebbe essere distinta dall'infiammazione renale interstiziale di natura diversa, in particolare allergica, in cui non vi sono cambiamenti patologici negli elementi dell'organo.

Tipi di pyelonephritis affilato

Il quadro clinico della malattia infiammatoria acuta del rene dipende dalla forma del suo corso. Quindi, se la pielonefrite non è preceduta da alcuna malattia degli organi urinari, allora è primaria. Di regola, tali pazienti indicano che l'influenza, infezioni virali respiratorie acute, tonsillite, che è stata trasferita nel recente passato. Oppure, al momento di andare da un medico, hanno processi infettivi cronici (infiammazione dell'orecchio, della gola o del naso, problemi ginecologici o malattie degli organi dell'apparato digerente).

Nel caso in cui la pielonefrite si sia sviluppata sullo sfondo di qualsiasi patologia urologica, è chiamata secondaria. Ad esempio, questa infiammazione dei reni contribuisce a:

  • formazioni estranee nel tratto urinario (pietre, tumori);
  • malformazioni congenite degli organi urinari;
  • difficoltà di passaggio di urina causata da un'ostruzione nell'uretra, ureteri o reni;
  • neoplasie della prostata;
  • il fenomeno in cui un fluido biologico scorre dalla vescica all'uretere (chiamato in medicina reflusso vescico-ureterale);
  • stenosi (restringimento degli ureteri e dell'uretra), ecc.
La violazione del passaggio dell'urina da parte del tipo di reflusso vescico-ureterale ha 5 gradi di gravità e contribuisce allo sviluppo della pielonefrite secondaria

Quindi, la pielonefrite primaria inizia a svilupparsi in un rene sano, e quella secondaria si verifica quando il sistema urinario viene dolorosamente cambiato. I sintomi del processo in ciascun caso differiranno notevolmente: la pielonefrite secondaria è caratterizzata da manifestazioni locali più pronunciate, che facilita notevolmente la diagnosi.

L'infiammazione primaria e secondaria dei reni può avvenire in forma semplice (sierosa) o purulenta. Quest'ultima è spesso una complicazione della prima e include nefrite apostematica, carbonchio renale e ascesso. Approssimativamente ogni secondo paziente ha una combinazione di questi fenomeni purulenti.

L'esito della forma acuta di pielonefrite con un trattamento adeguato e tempestivo è il completo recupero e, in assenza o inadeguatezza della terapia, la malattia segue un decorso cronico.

I principali segni clinici di pielonefrite sierosa acuta

Per la clinica di pyelonephritis affilato, la triade classica di sintomi è presente, che è presente in tipi sia serous sia purulent:

  1. Manifestazioni di intossicazione generale.
  2. Sensazioni di dolore.
  3. Disturbi del sistema urinario.

I segni clinici di questa patologia possono variare a seconda dello stato del sistema immunitario umano, della sua età, del sesso e della presenza di malattie concomitanti. Pielonefrite acuta primaria è caratterizzata da una predominanza di manifestazioni comuni e secondaria - locale.

Intossicazione generale

Quando pielonefrite si verifica inevitabilmente la penetrazione nel corpo di tossine secrete da reni infetti. Il paziente è preoccupato per questi fenomeni:

  • la debolezza;
  • feci di nausea, vomito e talvolta sciolto;
  • Impulso "rampante";
  • sete costante;
  • secchezza della mucosa orale;
  • febbre ad alta temperatura (39-40 ° C), accompagnata da brividi tremanti e sudore versato;
  • dolori alla testa, muscoli e articolazioni;
  • perdita di appetito.

Va notato che la gravità dei sintomi di intossicazione generale non è necessariamente e non sempre direttamente proporzionale al grado di alterazioni infiammatorie nei reni. Nei bambini piccoli e negli anziani che sono indeboliti da qualsiasi altra patologia degli individui, quando la loro immunità non è sufficiente, le manifestazioni cliniche della pielonefrite possono essere lievi, distorte o del tutto assenti. In questi pazienti, l'infiammazione dei reni si presenta a immagine e somiglianza di una comune malattia infettiva grave o addirittura della sepsi. Importante: nell'infiammazione sierosa acuta dei reni non c'è gonfiore e aumento della pressione sanguigna, che lo distingue dall'ipertensione.

La natura del dolore ai reni

Il dolore del carattere opaco o opaco nella regione della parte bassa della schiena può apparire insieme al primo aumento di temperatura o pochi giorni dopo di esso. Sul lato del rene infiammato c'è un forte dolore nell'angolo della costola vertebrale; la parete addominale anteriore è tesa. Un sintomo di Pasternatsky è generalmente positivo: picchiettare sul dorso del paziente a livello della 12a costola provoca disagio nel paziente.

Il sintomo di Pasternack nella maggior parte dei tipi di pielonefrite è positivo - la percussione del rene interessato è fortemente dolorosa

La sindrome di dolore aumenta con camminare o altri movimenti, è caratterizzata da intensità diversa, è osservata costantemente o nella forma di attacchi. Per la pielonefrite secondaria, innescata dall'ostruzione della rimozione di urina dal rene, è tipica la colica estremamente dolorosa. Gli attacchi di grave dolore acuto nella regione lombare sono sostituiti da periodi di calma e di calo della temperatura. Ma se l'ostacolo al deflusso delle urine persiste, dopo poche ore, l'apparente sollievo della persona inizia ad attaccare di nuovo la malattia.

In alcune forme complicate di pielonefrite acuta, i coaguli di pus possono ostruire l'uretere; in questi casi, la natura delle sensazioni può imitare la colica renale. A volte il dolore è così grave che costringe il paziente a prendere una posizione sul lato con le ginocchia premute sullo stomaco - il cosiddetto sintomo psoas causato da uno spasmo dei muscoli della vita.

Talvolta la colica renale fa sì che una persona si sdraia su un fianco con le gambe piegate allo stomaco; qualsiasi cambiamento in questa posizione del corpo provoca grande sofferenza

La pielonefrite sierosa acuta estremamente rara passa senza dolore nei reni, una persona sente solo una pesantezza nella parte bassa della schiena. Di regola, tali pazienti soffrono di diabete o di disturbi neuropsichiatrici.

Disturbi urinari

Turbid a causa del gran numero di leucociti, batteri o pus urine è il principale sintomo di tutti i tipi di pielonefrite acuta. Poiché la cistite è un compagno molto frequente dell'infiammazione secondaria dei reni, i seguenti sintomi si uniscono al quadro della malattia:

  • dolore e dolore durante la minzione - disuria;
  • minzione frequente, pollachiuria;
  • scarico abbondante di urina durante la notte - nicturia;
  • la presenza di sangue nelle urine è ematuria.
La comparsa di impurità nel sangue nelle urine - una ragione per il trattamento immediato per l'urologo

A causa del fatto che in pyelonephritis affilato il paziente suda pesantemente, il volume quotidiano totale di urina è ridotto rispetto alla norma (oliguria). Nel tipo secondario della malattia predominano i segni di patologia urinaria che provocano l'infiammazione dei reni.

Come si manifesta la pielonefrite purulenta acuta

Tutti i tipi di lesioni purulente dei reni presentano sintomi clinici più vividi e un decorso grave. Sono in pericolo di vita a causa delle loro possibili complicazioni, richiedono l'immediata ospedalizzazione del paziente in un ospedale urologico e in terapia intensiva. Queste forme hanno le loro caratteristiche sintomatiche che differiscono da quelle con la pielonefrite sierosa.

Nefrite apostematica

La nefrite apostematica è chiamata infiammazione purulenta nel parenchima del rene con la formazione di numerosi piccoli ascessi (apostema) in essa.

Con la nefrite apostematosa, molti pustole compaiono nel parenchima renale.

Il decorso di questo tipo di malattia è ondulatorio. Contemporaneamente all'intensificazione dei sintomi più gravi di intossicazione generale, viene attivato il dolore nella regione lombare; questa condizione dura 15-50 minuti. Poi la temperatura diminuisce, la persona suda abbondantemente e il dolore nel rene si attenua. Gli attacchi possono attaccare un paziente più volte al giorno.

L'urina contenente batteri e pus, che si accumula periodicamente nella pelvi, entra dal rene nella circolazione generale. I salti di temperatura e pulsazioni non sono altro che una violenta reazione del corpo alla penetrazione nel sangue delle scorie. Il periodo di miglioramento temporaneo del benessere segna la neutralizzazione delle tossine. Quindi il ciclo si ripete; questo spiega la natura ondulatoria della nefrite apostematosi.

Rene di carbonchio: i segni principali

Il carbonchio è un processo infiammatorio purulento-necrotico nello strato corticale del rene, caratterizzato dalla formazione di un infiltrato - un accumulo locale di particelle di sangue cellulare.

Il carbonchio del rene è pericoloso aprendo un ascesso e lo sviluppo di gravi complicanze.

Un ascesso può aprirsi all'interno dell'organo, nella pelvi o fuori, nel tessuto perirepalo. L'ultima situazione è piena di complicazioni serie - purulenta paranfrite e peritonite diffusa.

Esistono due tipi di decorso clinico del carbonchio renale:

  1. L'immagine della malattia assomiglia a quella della apostematosi nefrite. Questo tipo è anche caratterizzato da un flusso ondulato: alternanza di aumento e diminuzione della temperatura con un corrispondente aumento e diminuzione del dolore nel rene interessato.
  2. I sintomi locali sono quasi invisibili, il rene quasi non fa male. Ma i segni pronunciati di intossicazione generale sopra elencati, incoraggiano i medici a ricoverare erroneamente questi pazienti nella malattia infettiva o nel reparto chirurgico con sospetta polmonite, influenza o qualche malattia infiammatoria della cavità addominale.

Ascesso renale

L'ascesso renale è la forma più dura e più rara di pielonefrite acuta. Con una tale malattia, si forma un limitato scioglimento del tessuto dell'organo, nel luogo del quale viene successivamente formata una cavità piena di pus. È caratterizzato dagli stessi sintomi che sono presenti con la giada apostematica e il carbonchio del rene - intossicazione generale e dolore nella parte bassa della schiena.

La principale differenza è la reazione di temperatura: l'ipertermia con ascesso si mantiene costantemente, sono permesse solo piccole oscillazioni entro un grado durante il giorno. I dolori sono intensi, incessanti; una persona ha un sintomo psoas. L'estensione della gamba è impossibile a causa del dolore più acuto nella zona lombare sul lato interessato.

Ascesso di reni - il tipo più pericoloso di pyelonephritis purulento

Pielonefrite cronica

La pielonefrite cronica, oltre che acuta, è di origine primaria e secondaria. Si presenta sotto forma di un cambiamento dei periodi di riacutizzazioni e remissioni e può essere di due tipi:

  1. Avanzamento veloce. La malattia è spesso e a lungo aggravata, i periodi di remissione sono di breve durata e quasi non visibili. La pielonefrite sta progredendo rapidamente, di conseguenza, l'insufficienza renale cronica (CRF) sta rapidamente accadendo.
  2. Ricorrente. La malattia si sviluppa molto lentamente. Brevi fasi di esacerbazione si alternano a remissioni piuttosto lunghe. Con questa natura della malattia, non ci sono segni clinici durante una pausa e la pielonefrite procede senza sintomi. A volte la patologia ha un corso così cancellato che viene scoperto per caso durante l'esame del paziente per qualche altra ragione.

Pyelonephritis - quello che è, sintomi, primi segni, trattamento e conseguenze

Una delle più comuni malattie urologiche di natura infettiva, che colpisce il sistema a coppa-bacino e il parenchima renale, è la pielonefrite. Questa patologia piuttosto pericolosa in assenza di un trattamento tempestivo e competente può portare a una violazione delle funzioni escretorie e di filtraggio dell'organo.

Che tipo di malattia renale è, perché è così importante conoscere i primi sintomi e consultare un medico in tempo, e anche a che cosa inizia il trattamento delle diverse forme di pielonefrite, sarà discusso ulteriormente nell'articolo.

Cos'è la pielonefrite?

La pielonefrite è una malattia infiammatoria del rene, caratterizzata da danni al parenchima renale, alle coppe e alla pelvi renale.

Nella maggior parte dei casi, la pielonefrite è causata dalla diffusione di infezioni dalla vescica. I batteri entrano nel corpo dalla pelle attorno all'uretra. Poi si sollevano dall'uretra nella vescica e poi entrano nei reni, dove si sviluppa la pielonefrite.

La pielonefrite può essere una malattia indipendente, ma più spesso complica il decorso di varie malattie (urolitiasi, adenoma prostatico, malattie degli organi genitali femminili, tumori del sistema urogenitale, diabete mellito) o si presenta come una complicanza postoperatoria.

classificazione

La pielonefrite renale è classificata:

  1. A causa dello sviluppo - primario (acuto o non ostruttivo) e secondario (cronico o ostruttivo). La prima forma è il risultato di infezioni e virus in altri organi, e la seconda è l'anomalia dei reni.
  2. Nella posizione dell'infiammazione - bilaterale e unilaterale. Nel primo caso, entrambi i reni sono affetti, nel secondo - solo uno, la malattia può essere lasciata o destra.
  3. La forma di infiammazione del rene - sierosa, purulenta e necrotica.
  • La pielonefrite acuta è causata dall'ingestione di un gran numero di microrganismi nei reni, nonché dall'indebolimento delle proprietà protettive dell'organismo (debole immunità, raffreddore, affaticamento, stress, cattiva alimentazione). Il processo infiammatorio è pronunciato brillante. Il più delle volte, viene diagnosticato in donne in gravidanza, il cui corpo è particolarmente vulnerabile.
  • Qual è la pielonefrite cronica? Questa è la stessa infiammazione dei reni, caratterizzata solo da un decorso latente. A causa di cambiamenti nel sistema urinario, il deflusso delle urine viene disturbato, in conseguenza del quale l'infezione raggiunge i reni in modo ascendente.

Secondo le fasi del flusso:

  • L'infiammazione attiva è caratterizzata da sintomi: febbre, pressione, dolore all'addome e bassa schiena, minzione frequente, edema;
  • L'infiammazione latente è caratterizzata dall'assenza di qualsiasi sintomo e, di conseguenza, dalle lamentele del paziente. Tuttavia, la patologia è visibile nell'analisi delle urine;
  • Remissione - non ci sono patologie nelle urine e nei sintomi.

cause di

Nella pielonefrite, come abbiamo già indicato, i reni sono colpiti e fondamentalmente l'effetto dei batteri porta a questo risultato. I microrganismi, che sono comparsi nella pelvi renale o in essa in maniera urogenogenica o ematogena, sono depositati nel tessuto interstiziale del rene, così come nel tessuto del seno renale.

La malattia può verificarsi a qualsiasi età. Più spesso si sviluppa la pielonefrite:

  • nei bambini di età inferiore ai 7 anni (la probabilità di comparsa di pielonefrite aumenta a causa della natura dello sviluppo anatomico);
  • giovani donne di età compresa tra 18 e 30 anni (l'insorgenza di pielonefrite è associata con l'inizio dell'attività sessuale, la gravidanza e il parto);
  • negli uomini anziani (con ostruzione delle vie urinarie dovuta allo sviluppo dell'adenoma prostatico).

Qualsiasi motivo organico o funzionale che impedisca il normale flusso di urina, aumenta la probabilità di sviluppare la malattia. Spesso la pielonefrite compare nei pazienti con urolitiasi.

La causa più comune di infiammazione delle vie urinarie è:

  1. Batterio Kolya (E. coli), stafilococco o enterococco.
  2. Altri batteri gram-negativi hanno meno probabilità di provocare un processo infiammatorio aspecifico.
  3. Spesso i pazienti presentano forme combinate o multiresistenti di infezione (queste ultime sono il risultato di un trattamento antibatterico incontrollato e non sistematico).

Modi di infezione:

  • Ascendente (dal retto o dai fuochi dell'infiammazione cronica, situato negli organi urogenitali);
  • Ematogena (realizzata attraverso il sangue). In questa situazione, la fonte dell'infezione può essere qualsiasi lesione distante situata al di fuori del tratto urinario.

Per il verificarsi di pielonefrite non è sufficiente una penetrazione della microflora nel rene. Per questo, inoltre, sono necessari fattori predisponenti, tra i quali i principali sono:

  1. violazione del deflusso di urina dal rene;
  2. disturbi della circolazione sanguigna e linfatica nell'organo.

Tuttavia, si ritiene che in alcuni casi, microrganismi altamente patogeni possono causare pielonefrite acuta nei reni intatti in assenza di cause predisponenti.

Fattori che aiuteranno i batteri a svilupparsi negli organi appaiati:

  • Mancanza di vitamine;
  • Immunità ridotta;
  • Stress cronico e superlavoro;
  • la debolezza;
  • Malattia renale o predisposizione genetica alla rapida sconfitta degli organi appaiati.

Sintomi di pyelonephritis in adulti

I sintomi della pielonefrite possono variare a seconda dell'età della persona e possono includere quanto segue:

  • malessere generale;
  • Febbre e / o brividi, specialmente nel caso di pyelonephritis affilato;
  • Nausea e vomito;
  • Dolore al lato sotto le costole inferiori, nella parte posteriore, che irradia verso la fossa iliaca e l'area sovrapubica;
  • Confusione di coscienza;
  • Minzione frequente e dolorosa;
  • Sangue nelle urine (ematuria);
  • Urina torbida con un odore pungente.

La pielonefrite è spesso accompagnata da disturbi disurici, manifestati sotto forma di minzione frequente o dolorosa, separazione delle urine in piccole porzioni, predominanza della diuresi notturna durante il giorno.

Sintomi di pyelonephritis renale acuto

In questa forma, la pielonefrite si verifica in concomitanza con sintomi quali:

  • febbre alta, brividi. I pazienti hanno aumentato la sudorazione.
  • Il rene dal lato della lesione fa male.
  • A 3-5 giorni dalla manifestazione della malattia con la palpazione, si può determinare che il rene interessato è in uno stato ingrandito, inoltre, è ancora doloroso.
  • Inoltre dal terzo giorno il pus viene rilevato nelle urine (che è indicato dal termine medico piuria).
  • Brividi e febbre sono accompagnati da mal di testa, dolori alle articolazioni.
  • In parallelo a questi sintomi, c'è un aumento del dolore nella regione lombare, principalmente questo dolore si manifesta ancora dal lato con cui il rene è interessato.

Segni di Pyelonephritis cronico

I sintomi della forma cronica della malattia renale sono molto condizionati e il decorso non ha segni pronunciati. Spesso il processo infiammatorio nella vita di tutti i giorni viene percepito come un'infezione respiratoria:

  • debolezza muscolare e mal di testa;
  • temperatura febbrile

Tuttavia, oltre a questi segni caratteristici della malattia, il paziente ha una minzione frequente, con la comparsa di un odore sgradevole di urina. Nella regione lombare, una persona sente un dolore dolorante costante, sente il desiderio di urinare frequentemente.

I sintomi comuni tardivi della pielonefrite cronica sono:

  • secchezza della mucosa orale (inizialmente insignificante e incostante)
  • disagio nella regione surrenale
  • bruciore di stomaco
  • eruttazione
  • passività psicologica
  • gonfiore del viso
  • pallore della pelle.

Tutto questo può servire come manifestazione di insufficienza renale cronica e sono caratteristici del danno renale bilaterale, il rilascio di fino a 2-3 litri di urina al giorno o più.

complicazioni

Gravi complicanze della pielonefrite includono:

  • insufficienza renale;
  • paranephritis;
  • sepsi e shock batterico;
  • germogli di carbonchio.

Qualsiasi di queste malattie ha gravi conseguenze per il corpo.

Tutti i suddetti sintomi e segni di malattia urologica dovrebbero avere un'adeguata valutazione medica. Non dovresti tollerare e sperare che tutto si formi da solo, così come impegnarsi in un'autotrattamento senza un precedente esame di un medico.

diagnostica

La diagnosi di infiammazione della pelvi renale e del parenchima renale, come al solito, inizia con un esame generale dopo la raccolta dei reclami del paziente. Gli studi strumentali e di laboratorio che danno un quadro completo di ciò che sta accadendo stanno diventando obbligatori.

I metodi di laboratorio includono:

  1. Analisi delle urine generali: un aumento del numero di leucociti e batteri nel campo visivo viene rilevato durante la semina del sedimento urinario su un vetrino. L'urina normale dovrebbe essere di natura acida, con una patologia infettiva, diventa alcalina;
  2. Analisi del sangue clinico generale: tutti i segni di un processo infiammatorio compaiono nel sangue periferico, il tasso di sedimentazione degli eritrociti aumenta e il numero di leucociti nel campo visivo aumenta in modo significativo.
  • nel test del sangue è determinato dall'aumento dei leucociti con uno spostamento della formula a sinistra, accelerato ESR;
  • urina torbida con muco e scaglie, a volte ha un odore sgradevole. Rivela una piccola quantità di proteine, un numero significativo di globuli bianchi e globuli rossi isolati.
  • la vera batteriuria è determinata nelle colture di urina: il numero di corpi microbici per millilitro di urina è> 100 mila.
  • Il test di Nechiporenko rivela la predominanza dei leucociti nella porzione centrale dell'urina rispetto agli eritrociti.
  • in un processo cronico, si osservano cambiamenti nelle analisi biochimiche: un aumento della creatinina e dell'urea.

Tra i metodi di ricerca strumentale prescritti:

  • Ultrasuoni dei reni e dell'addome;
  • tomografia computerizzata o raggi X per rilevare i cambiamenti nella struttura del rene interessato.

Trattamento della pielonefrite renale

Il trattamento della pielonefrite renale deve essere completo, compresi i metodi di trattamento farmacologico e fisioterapico. Completamente trattato con malattia renale contribuisce al rapido recupero del paziente da una patologia infettiva.

di farmaci

L'obiettivo del trattamento farmacologico è mirato non solo a distruggere gli agenti infettivi e ad alleviare i sintomi sintomatici, ma anche a ripristinare le funzioni vitali del corpo mentre la pielonefrite è progredita.

  1. Antibiotici. Durante le esacerbazioni, non possono fare a meno di loro, ma è ottimale se sono prescritti da un medico, ancora meglio, se allo stesso tempo spiega come raccogliere e dove passare l'urina per la semina sulla microflora e la sensibilità agli antibiotici. Il più delle volte in pratica ambulatoriale sono utilizzati:
    • penicilline protette (Augmentin),
    • Cefalosporine di seconda generazione (Ceftibuten, Cefuroxime),
    • fluorochinoloni (ciprofloxacina, norfloxacina, ofloxacina)
    • nitrofurans (Furadonin, Furamag), così come Palin, Biseptol e Nitroxoline.
  2. Farmaci diuretici: prescritto per la pielonefrite cronica (per rimuovere l'eccesso di acqua dal corpo e possibile edema), con acuto non è prescritto. Furosemide 1 compressa 1 volta a settimana.
  3. Immunomodulatori: aumentano la reattività del corpo con la malattia e per prevenire l'esacerbazione della pielonefrite cronica.
    • Timalin, per via intramuscolare su 10-20 mg una volta al giorno, 5 giorni;
    • T-activin, per via intramuscolare, 100 mcg 1 volta al giorno, 5 giorni;
  4. Multivitaminici, (Duovit, 1 compressa 1 volta al giorno), la tintura di Ginseng - 30 gocce 3 volte al giorno, sono utilizzati anche per aumentare l'immunità.
  5. I farmaci antinfiammatori non steroidei (Voltaren) hanno effetti anti-infiammatori. Voltaren dentro, su 0,25 g 3 volte al giorno, dopo pasto.

Il trattamento della pielonefrite cronica viene eseguito secondo gli stessi principi della terapia del processo acuto, ma è più duraturo e più laborioso. La terapia della pielonefrite cronica comprende le seguenti misure terapeutiche:

  • eliminazione dei motivi che hanno portato all'ostruzione del deflusso delle urine o alla compromissione della circolazione renale;
  • terapia antibatterica (il trattamento è prescritto tenendo conto della sensibilità dei microrganismi);
  • normalizzazione dell'immunità generale.

Il compito del trattamento nel periodo di esacerbazione è ottenere una remissione completa clinica e di laboratorio. A volte anche un trattamento di 6 settimane con antibiotici non dà il risultato desiderato. In questi casi, lo schema viene praticato, quando per sei mesi viene prescritto un farmaco antibatterico per 10 giorni al mese (ogni volta uno diverso, ma tenendo conto dello spettro di sensibilità) e le erbe diuretiche durante il resto del tempo.

Trattamento chirurgico

L'intervento chirurgico è prescritto nel caso in cui durante il trattamento conservativo le condizioni del paziente rimangano gravi o peggiorino. Di regola, la correzione chirurgica è effettuata quando un pyelonephritis purulento (apostemozny), un ascesso o un rene di carbonchio è rivelato.

Durante l'operazione, il chirurgo esegue il ripristino del lume dell'uretere, l'escissione del tessuto infiammatorio e la creazione di drenaggio per il deflusso di liquido purulento. Se il parenchima renale viene significativamente distrutto, viene eseguita un'operazione - nefrectomia.

Dieta e corretta alimentazione

L'obiettivo perseguito dalla dieta per la pielonefrite -

  • risparmiando la funzione renale, creando condizioni ottimali per il loro lavoro,
  • normalizzazione del metabolismo non solo nei reni, ma anche in altri organi interni,
  • abbassando la pressione sanguigna
  • riduzione dell'edema,
  • massima escrezione di sali, sostanze azotate e tossine dal corpo.

Secondo la tabella delle tabelle mediche secondo Pevzner, la dieta con pielonefrite corrisponde alla tabella n. 7.

La caratteristica generale del tavolo di trattamento n. 7 è una piccola restrizione delle proteine, mentre i grassi e i carboidrati corrispondono alle norme fisiologiche. Inoltre, la dieta dovrebbe essere fortificata.

Prodotti che devono essere limitati o, se possibile, esclusi per il periodo di trattamento:

  • brodi e zuppe di carne, brodo di pesce - si tratta dei cosiddetti "primi" brodi;
  • primi piatti di legumi;
  • pesce in forma salata e affumicata;
  • eventuali varietà grasse di pesce di fiume e di mare;
  • caviale di qualsiasi pesce;
  • frutti di mare,
  • carne grassa;
  • lardo e grasso;
  • pane con sale;
  • qualsiasi prodotto di farina con aggiunta di sale;
  • funghi di qualsiasi tipo e cucinati in qualsiasi modo;
  • tè e caffè forti;
  • cioccolato;
  • confetteria (torte e torte);
  • acetosa e spinaci;
  • ravanello e ravanello;
  • cipolle e aglio;
  • salsicce e salsicce - bollite, affumicate, fritte e al forno;
  • eventuali prodotti affumicati;
  • formaggi affettati e grassi;
  • carne e pesce in scatola;
  • sottaceti e sottaceti;
  • panna acida ad alto contenuto di grassi.

Alimenti ammessi:

  • Carni magre, pollame e pesce. Nonostante il fatto che i cibi fritti siano accettabili, si consiglia di bollire e cuocere a vapore, cuocere a fuoco lento e cuocere senza sale o spezie.
  • Le bevande sono consigliate per bere più tè verde, varie bevande alla frutta, composte, tisane e decotti.
  • Zuppe povere di grassi, preferibilmente su base vegetale vegetariana.
  • Le verdure più preferite per questa dieta - zucca, patate, zucchine.
  • I cereali dovrebbero essere evitati, ma il grano saraceno e l'avena sono accettabili e utili in questa malattia.
  • Si consiglia di mangiare il pane senza l'aggiunta di sale, non è consigliato immediatamente. Si consiglia di fare un toast di pane, asciugarlo nel forno. Sono ammessi anche pancakes, pancakes.
  • Quando pielonefrite è consentito prodotti lattiero-caseari, se sono senza grassi o a basso contenuto di grassi.
  • I frutti possono essere consumati in qualsiasi quantità, sono utili nel processo infiammatorio dei reni.

Dieta con pielonefrite facilita il lavoro dei reni malati e riduce il carico su tutti gli organi del sistema urinario.

Rimedi popolari

Prima di usare rimedi popolari per la pielonefrite, assicurati di consultare il tuo medico, perché Ci possono essere controindicazioni individuali da usare.

  1. 10 grammi di raccolta (preparati da foglie di mirtillo rosso, farfara, fragole, fiordaliso, erba veronica di bosco, ortica e seme di lino) versare acqua bollente (0,5 litri) e riporre in un thermos per 9 ore. È necessario consumare 1/2 tazza almeno 3 volte al giorno.
  2. Il succo di zucca è particolarmente richiesto, che ha un forte effetto anti-infiammatorio durante la cistite e la pielonefrite. Dal vegetale, puoi cucinare te stesso porridge medicinali per colazione o cucinarlo per una coppia, così come nel forno.
  3. Seta di mais - capelli di mais maturo - come diuretico con maggiore pressione. Inoltre, la pianta ha un effetto antispasmodico, che eliminerà la sindrome del dolore nel processo infiammatorio nei reni e in altre parti del corpo, tuttavia, se i coaguli di sangue si formano troppo spesso nel sangue del paziente, la seta di mais dovrà essere abbandonata.
    • Asciugare e macinare la pianta.
    • Versare 1 cucchiaio di pelo con 1 tazza di acqua bollente.
    • Cuocere per 20 minuti.
    • Insistere 40 minuti.
    • Prendi 2 cucchiai. decotto ogni 3 ore.
  4. Raccolta di pyelonephritis di rene: 50 g - coda di cavallo, fragole (bacche) e bacche di rosa canina; 30 g - ortica (foglie), piantaggine, mirtillo rosso e uva ursina; su 20 g - luppolo, ginepro e foglie di betulla. L'intera composizione medicinale mescola e riempie 500 ml di acqua. Porta a ebollizione tutta la massa medica. Dopo il filtraggio, utilizzare 0,5 tazze 3 volte al giorno.

prevenzione

Per la prevenzione della pielonefrite raccomandata:

  • visitare un urologo (una volta ogni 3-4 mesi);
  • tempo di trattare le malattie urologiche e ginecologiche;
  • consumare grandi quantità di liquidi per normalizzare il flusso di urina;
  • evitare l'ipotermia;
  • condurre uno stile di vita sano;
  • attenersi a una dieta equilibrata;
  • non abusare di alimenti proteici;
  • per gli uomini, per controllare lo stato del sistema urinario, soprattutto se in passato ci sono state trasferite malattie urologiche;
  • in presenza di urgenza di urinare per non ritardare il processo;
  • seguire le regole dell'igiene personale.

La pielonefrite renale è una malattia grave che deve essere trattata quando compaiono i primi segni in modo che non ci siano complicazioni. Assicurati di sottoporti a una diagnosi da un nefrologo o urologo, 1-2 volte l'anno.