Cos'è la litotripsia?

Cistite

La litotripsia è il metodo più efficace utilizzato per frantumare pietre nel tratto urinario. Una delle più comuni malattie urologiche è l'urolitiasi. Questa malattia nell'uomo di solito si verifica tra i 20 ei 50 anni. Le cause dell'apparenza possono essere diverse, ad esempio, condizioni di vita, predisposizione genetica (ereditarietà), disordini metabolici, condizioni di lavoro, infezioni.

Indicazioni per la procedura

  1. L'emergere di un dolore ondulatorio nella parte laterale o inferiore dell'addome. Cioè, il dolore a volte è molto debole, quindi insopportabilmente forte.
  2. Il cambiamento del colore delle urine a rosa o rossastro, che indica l'aspetto del sangue nel liquido. In alcuni casi, il sangue nelle urine può essere trovato solo con l'aiuto di test speciali.
  3. Nell'urina del paziente ci sono minuscole particelle di pietre, come la sabbia.
  4. La manifestazione di nausea o vomito.
  5. Dolore quando si va in bagno a causa di un piccolo bisogno.

La rimozione di calcoli dalla vescica in uomini e donne è una procedura molto complicata, poiché le pietre, di regola, sono associate a malattie come l'adenoma prostatico. Si raccomanda di condurre un esame approfondito e di eseguire non solo la rimozione delle pietre, ma anche il trattamento a lungo termine della malattia stessa, che ha contribuito alle formazioni.

Il trattamento dell'urolitiasi dipende da un numero di fattori diversi. La dimensione delle pietre, l'età e il sesso del paziente e le condizioni generali del corpo sono prese in considerazione. Esistono 2 metodi di trattamento: conservativo e chirurgico. Il metodo conservativo prevede la nomina di un numero di farmaci e di diete speciali. Il trattamento chirurgico è di tre tipi. La prima vista è la rimozione delle pietre usando un endoscopio. Il secondo tipo è la macinazione con un cistoscopio. Il terzo tipo - chirurgia aperta, l'uso di un bisturi. Il miglior metodo di trattamento riconosciuto per la litotripsia.

Caratteristiche speciali

Esistono diversi metodi di litotripsia:

La litotrissia remota è un'onda d'urto finalizzata alla distruzione di pietre. La litotrissia remota è di tre tipi: piezoelettrico, elettroidraulico, elettromagnetico. La guida accurata dell'onda d'urto avviene con l'aiuto di raggi X o ultrasuoni. Con questo metodo, le pietre vengono schiacciate con un diametro fino a 2 cm. Esistono numerose limitazioni per l'utilizzo di questo metodo. Questo metodo è quasi impossibile da distruggere pietre ad alta densità (più di 1000 unità sulla scala di Hounsfield). Potrebbero verificarsi danni a tessuti sani. La litotrissia a onde d'urto remote viene eseguita in anestesia generale, l'anestesia locale non viene utilizzata a causa dell'alto rischio di dolore. La litotripsia extracorporea ad onde d'urto è un metodo di trattamento che viene eseguito senza intervento chirurgico.

La litotripsia da contatto è un metodo di trattamento in cui vengono utilizzati strumenti speciali che inviano un impulso che distrugge le pietre (transuretrale o laser litotrissia). Per l'impulso utilizzare diversi tipi di energia (pneumatico, laser, ultrasonico).

Questo metodo di trattamento non viene eseguito nei casi in cui il paziente ha la febbre o un processo infiammatorio acuto.

Inoltre le controindicazioni a questo metodo di trattamento comprendono: gravidanza, aritmia, pace-maker e scarsa coagulazione del sangue. Il contatto ureterolitotripsia è usato per distruggere le pietre di grandi dimensioni in quelle più piccole e non implica un serio intervento chirurgico. Con ureterolithotripsy retrograda, non ci sono cicatrici sul corpo del paziente. La conduzione di ureterolitotripsia nel tempo aiuta a salvare il paziente da un rene, evitando così l'invalidità.

La litotripsia percutanea è un metodo chirurgico di trattamento che coinvolge l'intervento chirurgico e l'anestesia generale. Con questo metodo di trattamento, viene praticata una puntura nella parte bassa della schiena, dopo di che rimane una cicatrice. La litotripsia percutanea è buona perché consente di rimuovere anche i tipi più complessi di calcoli dal corpo del paziente.

Contatto litotrissia della pietra ureterale

L'urolitiasi viene trattata in diversi modi: farmaco e chirurgia. Una direzione importante nella fornitura di assistenza è la distruzione delle pietre che sono comparse e la normalizzazione dei disturbi metabolici. Al momento, è ampiamente utilizzata la litotripsia con calcoli renali e il telecomando.

In tutto il mondo, la tecnologia di frantumazione delle pietre è diventata molto popolare. Grazie a lei, il 25% dei pazienti si è liberato della necessità di chirurgia addominale ed endoscopica per rimuovere le pietre. Così come le complicazioni che possono essere associate con esso.

Cos'è la litotripsia

La litotripsia è la procedura per frantumare il calcolo senza interrompere l'integrità della pelle del paziente. Questa tecnica cominciò ad essere utilizzata negli anni '70 del secolo scorso, ed è ancora popolare poiché sono a basso impatto ed efficaci.

La base della litotripsia è l'uso delle onde che raggiungono la pietra e la distruggono nelle più piccole formazioni o sabbia. Dopo di ciò, possono tranquillamente uscire naturalmente attraverso il tratto urinario. Questo metodo non richiede un'operazione di corsia, che è considerata un metodo invasivo, ed è accompagnata da un lungo periodo di recupero. La litotripsia è contatto e remoto.

Le indicazioni per una tale operazione sono le dimensioni delle pietre non inferiori a 0,5 cm, ma non superiori a 2,5 cm L'efficacia della conduzione dipende in larga misura dalla composizione qualitativa della formazione, ed è leggermente inferiore al suo volume. La procedura viene eseguita con successo non solo negli adulti, ma anche nei bambini piccoli.

Un paziente che ha subito la litotripsia può iniziare le normali attività entro pochi giorni dopo il trattamento. Il dolore durante e dopo la procedura è ridotto di circa due volte rispetto ad altri tipi di intervento.

Prima di eseguire la litotripsia, il medico deve spiegare al paziente tutti i vantaggi e le possibili complicazioni di questo metodo di trattamento, scrivere un elenco degli studi necessari e la preparazione passo passo.

Per sottoporsi a litotripsia, il paziente deve superare tutti i test, sottoporsi a un esame a raggi X, un'ecografia, un ECG e un sistema di coagulazione del sangue. Prima della procedura dovrebbe essere una pulizia dell'intestino con un clistere. Con l'uso costante di farmaci per il diradamento del sangue, il paziente deve avvertire il medico in anticipo, quindi smettere di prenderlo due settimane prima della procedura di macinazione o passare temporaneamente ad altri tipi di farmaci.

Metodo di contatto

Rispetto alla litotrissia remota e ad altri metodi di rimozione delle pietre, il metodo di contatto presenta diversi vantaggi:

  • percentuale minima di possibili complicazioni;
  • periodo di riabilitazione molto breve;
  • nessun dolore dopo il;
  • l'introduzione di strumenti attraverso percorsi naturali, che elimina la necessità di incisioni e complicazioni ad essi associate;
  • costo accessibile.

Litotripsia da contatto condotta in anestesia generale. Il suo aspetto è scelto da uno specialista, a seconda dell'età e delle condizioni del paziente. Può essere usata l'anestesia endotracheale, endovenosa ed epidurale. Per la prevenzione delle complicanze infettive, è possibile la somministrazione parenterale di un antibiotico ad ampio spettro.

Uno speciale endoscopio sottile viene tenuto attraverso la vescica e l'uretere nella pelvi renale. Ciò consente di mantenere integri intatti e di rimuovere tutto il calcolo e la stessa procedura eseguita. Ultrasuoni o laser possono essere usati per rompere pietre.

Con l'aiuto degli ultrasuoni, una pietra di piccola densità può essere divisa in piccoli componenti, che vengono poi rimossi per aspirazione. Ma questo metodo non è adatto per le pietre dense.

Il laser può trasformare qualsiasi pietra in polvere, quindi è considerato più conveniente. L'intera procedura è sotto controllo, l'immagine del campo viene visualizzata sullo schermo.

La litotripsia della pietra ureterale aiuta a liberarla dal calcolo in qualsiasi sua parte. Allo stesso tempo, gli altri organi rimangono intatti. È dimostrato che tale procedura viene eseguita con una lunga permanenza di un calcolo o la sua densa posizione nel lume dell'organo.

La litotripsia della pietra vescicale viene effettuata secondo lo stesso schema delle altre strutture del tratto urinario.

Le indicazioni per la conduzione sono:

  1. Controindicazioni alla forma remota di litotripsia.
  1. La mancanza di un risultato positivo dall'assunzione di farmaci e una seconda sessione di distruzione remota di pietre.
  1. L'emergere di "tracce" dopo lo scarico di una pietra con una violazione del deflusso di urina.
  1. La presenza di più pietre nell'uretere e nella vescica.

Impatto a distanza

L'esposizione a distanza alla pietra viene eseguita mediante ultrasuoni. In questo caso, gli strumenti non sono inseriti all'interno. L'onda d'urto è focalizzata utilizzando un generatore speciale -

litotritore. Prima di questo, i parametri del calcolo sono impostati. L'istruzione si divide in piccoli pezzi, che vengono poi facilmente ricavati.

La litotrissia a distanza di calcoli renali a volte richiede diverse sedute. Inoltre, non consente di rimuovere formazioni ad alta densità. Il punto negativo di tale procedura è il fatto che l'onda agisce non solo sul calcolo, ma anche su altri tessuti o organi nelle vicinanze, incluso il rene stesso.

A volte i pezzi di pietra possono essere di grandi dimensioni e quando escono dall'uretere provocano un attacco di forte dolore. Per questo motivo, in particolare, non è consigliabile schiacciare in particolare formazioni di grandi dimensioni.

Controindicazioni

Come tutti i metodi di cura, la litotrissia ha le sue controindicazioni, non è raccomandata nei seguenti casi:

  • obesità (con peso del paziente superiore a 130 kg);
  • deformità delle ossa e della colonna vertebrale;
  • esacerbazione di malattie gastrointestinali;
  • la gravidanza;
  • anomalie nel sistema di coagulazione del sangue;
  • altezza del paziente superiore a 2 metri e inferiore a 1 metro;
  • neoplasma nel rene;
  • insufficienza renale;
  • aritmia;
  • la presenza di un restringimento del lume del tratto urinario, localizzato distalmente al calcolo;
  • malattie infiammatorie acute, nonché croniche nella fase acuta;
  • condizione grave del paziente, indipendentemente dalla malattia.

Complicazioni di litotripsia

Con la disponibilità di attrezzature moderne e l'alta qualifica del chirurgo e del personale, non ci sono praticamente complicazioni durante lo schiacciamento della pietra, ma in alcuni casi è possibile:

  • la litotripsia da contatto endoscopica di pietre nell'uretere può portare alla sua piccola perforazione con strumenti in fibra;
  • pielonefrite da reflusso;
  • ricorrenza della colica renale;
  • stenosi ureterale.

Alcuni fenomeni possono essere osservati dopo la litotripsia, ma passano nel tempo:

  • sangue nelle urine;
  • dolore addominale, gonfiore, stitichezza;
  • aumento della pressione;
  • ritenzione urinaria;
  • aumento della temperatura;
  • nausea e vomito.

Tali sintomi si verificano anche quando i calcoli renali escono naturalmente. Se dopo un mese questi segni persistono, diventa necessario consultare un medico e condurre un esame completo. È possibile che lo specialista nominerà una seconda sessione di frantumazione. Se hai dolore, dovresti prendere un antispasmodico o un anestetico.

Due settimane dopo la procedura, il medico consiglia di passare uno studio di controllo utilizzando la diagnostica a raggi X o l'ecografia.

Ma è necessario capire che anche una procedura di successo non può garantire la formazione di nuove pietre, quindi è necessario seguire una dieta, bere molti liquidi e seguire il lavoro degli organi endocrini. Solo con l'osservanza di tutte le raccomandazioni del medico, la lotta contro l'urolitiasi può avere successo.

Litotripsia: indicazioni, metodi e comportamenti, risultati e complicazioni

L'urolitiasi è considerata una delle più frequenti malattie urologiche, che colpisce fino al 40% dei pazienti con questo profilo. Le operazioni di estrazione delle pietre sono molto traumatiche, quindi sono state sostituite da un nuovo metodo di trattamento: la litotripsia, che non richiede tagli grandi e una lunga permanenza in ospedale.

Al giorno d'oggi, l'urolitiasi sta diventando più comune, i pazienti sono di solito persone di età media e matura. Le influenze negative dell'ambiente esterno, il modo di vivere e la natura del cibo di una persona moderna predispongono a una violazione dell'urodinamica, della composizione delle urine e, di conseguenza, della formazione di calcoli. Le concrezioni possono essere diverse, in uno o entrambi i reni. Le pietre hanno una grande varietà di dimensioni, da quelle piccole fino a 2-3 cm e più, la loro composizione è diversa, la forma varia da reni tondi a bizzarri, a corallo che riempiono il bacino e le sezioni iniziali delle tazze.

Pietre relativamente piccole possono uscire dal flusso delle urine, mentre le pietre più grosse incontrano un ostacolo in spazi ristretti del sistema urinario, fermarsi lì, portando al paziente un dolore lancinante e insopportabile. La manifestazione negativa della urolitiasi è la riformazione delle pietre e il decorso recidivante, che provoca il ripetersi delle convulsioni della colica.

La violazione del deflusso di urina è irto di cambiamenti irreversibili nel rene sotto forma di rughe, processi infiammatori, idronefrosi. Oltre alle complicazioni pericolose, l'urolitiasi ha un quadro clinico caratteristico sotto forma di colica renale. Il dolore severo durante il movimento della pietra attraverso l'uretere o l'uretra spesso non viene eliminato anche da analgesici molto forti, ei pazienti sono costretti a sottoporsi a trattamento ospedaliero di volta in volta.

Relativamente recente, la chirurgia è stata il trattamento principale per l'urolitiasi. Data la posizione dei reni nello spazio retroperitoneale, era accompagnato da un grande trauma operativo, le complicazioni non erano rare. La questione è stata aggravata dal fatto che il processo di formazione di pietra non si è fermato dopo l'operazione. La ricerca di altri metodi di estrazione delle pietre, che sono più sicuri e, allo stesso tempo, molto efficaci, ha portato allo sviluppo di un metodo di litotripsia, quando le pietre frammentate escono naturalmente con l'urina.

Tipi di litotripsia

La schiacciamento dei calcoli renali durante la procedura di litotripsia avviene con l'aiuto di vari tipi di energia: laser, ultrasuoni, ecc. A seconda della via di esposizione alla pietra, si distinguono diversi tipi di procedura:

  • a distanza;
  • transuretrale;
  • Litotripsia percutanea (percutanea).

La scelta di una tecnica specifica è determinata dai parametri delle pietre: dimensione, composizione, posizione. Anche i desideri del paziente vengono presi in considerazione. L'indicazione principale per la litotripsia è la presenza di calcoli nel tratto urinario. Con pietre fino a 2,5 cm, la distruzione remota è possibile, le formazioni ad alta densità, le configurazioni complesse e le posizioni elevate vengono rimosse endoscopicamente mediante ultrasuoni o energia laser, ed è più sicuro estrarre grandi pietre a forma di corallo fantasia utilizzando un'operazione percutanea mini-invasiva.

La preparazione per la frantumazione delle pietre dipende dal metodo scelto. Gli effetti non invasivi non richiedono alcuna misura preparatoria significativa, mentre le operazioni minimamente invasive richiederanno un esame preliminare e il trattamento delle comorbidità, che potrebbe essere la ragione per limitare l'anestesia.

Tutti i pazienti sottoposti a litotripsia sottoposti a esami generali del sangue e delle urine, vengono esaminati per le infezioni, obbligatorio - coagulogramma, ECG, radiografia polmonare. Per determinare la posizione di pietre e cambiamenti nel rene, vengono mostrati l'ecografia, l'urografia escretoria e la TC.

Per la prevenzione delle complicazioni infettive, gli antibiotici sono quasi sempre prescritti, il medico consiglia un regime di assunzione di bevande, che è particolarmente importante nel periodo di rilascio di piccoli frammenti all'esterno.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla scelta della clinica, perché il successo del trattamento dipende dalla qualità delle attrezzature utilizzate e dalle qualifiche del medico. Non è un segreto che la maggior parte delle complicazioni e degli effetti avversi della litotripsia siano associati proprio a un basso livello di allenamento del medico e ad un'esperienza insufficiente nell'esecuzione di manipolazioni endoscopiche. Negligenza medica o errore in qualsiasi momento possono compromettere seriamente la salute e la vita del paziente.

Litotrissia a onde d'urto a distanza

La litotripsia a distanza è riconosciuta come il metodo standard per il trattamento della urolitiasi, ci sono dispositivi per la sua implementazione nella maggior parte degli ospedali urologici e gli urologi hanno accumulato una quantità sufficiente di informazioni riguardo alle indicazioni e alle possibili complicanze di questo tipo di litotripsia.

La base della frantumazione remota delle pietre è l'impatto di un'onda d'urto dall'esterno con l'aiuto di un apparato litotritore. Sotto il controllo dell'ecografia o della radiazione a raggi X, il medico concentra l'onda d'urto sull'area della pietra, che poi collassa in frammenti più piccoli che lasciano il tratto urinario per conto proprio. Non sono necessarie incisioni cutanee, la procedura può essere eseguita senza anestesia generale.

La limitazione all'uso della litotripsia da shock a distanza dei calcoli renali può essere la densità eccessiva e le loro dimensioni. In precedenza, gli urologi non schiacciavano pietre più di un centimetro e mezzo, ma i dispositivi moderni possono distruggere pietre più grandi - fino a 2-2,5 cm.

I vantaggi della litotrissia remota:

  • La possibilità non solo di un trattamento pianificato, ma anche di cure di emergenza per la colica renale;
  • Non c'è bisogno di incisioni cutanee;
  • La possibilità di utilizzo nella pratica pediatrica;
  • La procedura può essere eseguita senza anestesia generale;
  • Un breve periodo di riabilitazione, che non comporta una lunga degenza in ospedale;
  • Il metodo è più economico di circa un terzo;
  • La probabilità di complicanze è inferiore rispetto ai metodi operativi e minimamente invasivi di frantumazione delle pietre.

Come la maggior parte dei metodi di trattamento, lo schiacciamento a distanza dei calcoli renali non è privo di difetti, tra cui:

  1. La possibilità di danni al parenchima renale e ai tessuti circostanti, che si manifesta con ematuria (sangue nelle urine) in 9 pazienti su 10;
  2. La probabilità di ricorrenza con più pietre di grandi dimensioni;
  3. Bassa efficienza con pietre molto dense, pericolo di complicazioni se il loro diametro supera i 2-2,5 cm.

La litotrissia remota ha diverse controindicazioni:

  • Patologia dell'emostasi, che aumenta il rischio di sanguinamento, prendendo anticoagulanti;
  • mestruazioni;
  • L'incapacità di focalizzare accuratamente l'onda d'urto sul calcolo, che è probabile nell'obesità, scoliosi e altri disturbi del sistema muscolo-scheletrico;
  • Processi suppurativi in ​​altri organi, malattie infettive infiammatorie e infettive, compresa la tubercolosi;
  • Neoplasia del rene;
  • Esacerbazione delle malattie croniche dell'apparato digerente, in cui l'onda d'urto può danneggiare la parete intestinale già sofferente e causare sanguinamento abbondante.

Le persone con aritmie cardiache, scompenso cardiaco e insufficienza respiratoria, impiantate con un pacemaker non saranno in grado di ricevere la litotripsia da onde d'urto a causa dell'aumentato rischio di complicanze cardiache e polmonari. Questa controindicazione può essere considerata relativa, poiché i litotritori moderni, che consentono la frantumazione senza dolore e senza anestesia, possono essere applicati anche in questa categoria di pazienti.

Le donne incinte a causa del rischio di danni all'onda d'urto dell'utero e del feto in via di sviluppo, questo tipo di schiacciamento delle pietre è strettamente controindicato.

La litotrissia remota non richiede una preparazione specifica, ma, tenendo conto dei possibili processi infiammatori, antibiotici, terapia infusionale e vitamine, vengono prescritti prima del trattamento.

La durata della litotripsia da onde d'urto è di circa un'ora, durante la quale il paziente riceve fino a 8mila "colpi". Per ridurre il dolore, la frammentazione inizia con ondate di minore intensità ea grandi intervalli, quindi aumentano la forza e la frequenza delle onde. I moderni dispositivi consentono di frantumare le pietre quasi senza dolore, ma molti sperimentano ancora disagio quando esposti a un'onda d'urto sui tessuti molli e, soprattutto, sulle ossa. In alcuni casi, la terapia può essere eseguita in anestesia generale.

Le pietre schiacciate entrano nell'uretere e escono dall'uretra. Per facilitare il processo del loro movimento ed evitare forti dolori, è possibile installare uno stent nell'uretere, un tubo cavo che espande il lume e facilita il movimento dei calcoli.

La litotrissia a onde d'urto remota viene utilizzata ovunque e in modo abbastanza ampio, mostra risultati eccellenti di trattamento ed è ben tollerata da pazienti di età diverse, ma si verificano complicanze. I più frequenti sono:

  1. Emorragie nel tessuto renale - sotto l'azione dell'onda d'urto, si formano i vasi della rottura del parenchima e un ematoma renale, e i disordini della coagulazione del sangue, le mestruazioni e i processi infiammatori nel rene sono i prerequisiti per questa complicazione;
  2. L'aspetto del sangue nelle urine è piuttosto una manifestazione, piuttosto che una complicazione della procedura, che si osserva in quasi tutti i pazienti. La corretta tecnica di manipolazione riduce al minimo l'ematuria e il rilascio di sangue è limitato a una coppia di prima minzione;
  3. Blocco delle vie urinarie - frammenti di calcoli più piccoli si muovono lungo gli ureteri e possono causare ostruzione con l'arresto del flusso di urina. Il fenomeno più pericoloso è considerato il "sentiero di pietra" quando piccole pietre si accumulano nell'uretere e bloccano il passaggio dell'urina;
  4. Pietre residue nel rene, che non scompaiono dopo la litotripsia e possono essere una fonte di recidiva della malattia.

Schiacciamento di pietra transuretrale

La posizione della pietra e le proprietà fisiche non sempre consentono di essere frammentata da remoto, quindi vi è la necessità di metodi di trattamento minimamente invasivi, tra cui la litotripsia transuretrale, che viene anche chiamata contatto, poiché il dispositivo viene alimentato direttamente nella posizione del calcolo.

La tecnica endoscopica viene utilizzata per la litotripsia da contatto, che viene iniettata attraverso l'uretra, ma la tecnica non implica ulteriori tagli. La procedura è dolorosa, quindi richiede un'anestesia generale o spinale. Per facilitare lo scarico di frammenti di pietre negli ureteri installare gli stent per un massimo di una settimana.

La distruzione diretta dei calcoli renali avviene attraverso l'ureteroscopio, che porta una fonte di azione distruttiva: radiazione laser o ultrasonica. Usando strumenti endoscopici, il medico ha l'opportunità di avvicinarsi il più possibile al calcolo, ispezionarne la posizione, la forma e le dimensioni, distruggerlo in qualsiasi parte del tratto urinario, compresi i bacini pelvi e renali, ed estrarre i frammenti all'esterno.

Il vantaggio di schiacciare calcoli renali con un laser o con ultrasuoni è l'assenza di un effetto dannoso sui reni, sugli ureteri e sulle strutture circostanti, come nel caso della terapia ad onde d'urto. Inoltre, il metodo può essere applicato con qualsiasi proprietà delle pietre - la densità e le dimensioni non giocano un ruolo significativo, poiché l'energia potente agisce direttamente su di esse.

I calcoli renali con ultrasuoni sono un metodo di trattamento relativamente nuovo, in cui le pietre si rompono con un'onda ultrasonica a frammenti di circa 1 mm, e quindi vengono estratti frammenti. Lo svantaggio del metodo può essere considerato un potere di radiazione relativamente basso per pietre molto dense, nel qual caso rimarranno sul posto. Inoltre, la procedura può richiedere un lungo periodo di tempo con calcoli grandi e multipli. Allo stesso tempo, la litotripsia ad ultrasuoni è relativamente sicura, praticamente non traumatizza il tessuto circostante e consente di rimuovere immediatamente i frammenti attraverso un endoscopio.

I calcoli renali schiaccianti con un laser sono uno dei metodi più recenti utilizzati in urologia per l'urolitiasi. Il laser, fornito al calcolo da un endoscopio, lo distrugge letteralmente "in polvere". Il trattamento laser ha i suoi vantaggi rispetto alla frantumazione ad ultrasuoni:

  • Di regola, una sessione è sufficiente per rimuovere le pietre;
  • I concrementi anche della forma più bizzarra e dell'alta densità vengono distrutti, cosa che non è sempre possibile fare con gli ultrasuoni;
  • Indolore e non causa cicatrici;
  • Le piccole schegge non sono praticamente formate, il che può essere una fonte di ricaduta.

La preparazione per la frantumazione laser consiste nella prescrizione di farmaci antibatterici per la prevenzione delle complicanze infettive. Dopo il trattamento non è necessario rimanere in ospedale, quindi il paziente può lasciare la clinica il giorno successivo.

Rimozione della pietra percutanea

Con grandi pietre di corallo che riempiono la cavità della pelvi renale, i metodi sopra descritti possono essere inefficaci e persino pericolosi a causa del rischio di complicanze, quindi i medici ricorrono ai più radicali metodi di trattamento minimamente invasivi: la litotripsia percutanea.

L'accesso al calcolo viene effettuato attraverso una puntura cutanea nella regione lombare, attraverso la quale il chirurgo raggiunge la pietra con l'aiuto di strumenti endoscopici e la rimuove. Questa manipolazione ha sostituito con successo gli interventi aperti ed è oggi riconosciuta come "gold standard" nel trattamento chirurgico delle pietre di corallo.

Rimozione della pietra percutanea

La litotripsia percutanea viene eseguita in anestesia generale, è necessario prescrivere antibiotici e follow-up. Le controindicazioni sono le stesse della frantumazione remota. Un'ostruzione può essere un alto grado di obesità, malattie concomitanti che complicano la condotta dell'anestesia generale.

Per ottenere il miglior risultato dopo la frantumazione delle pietre, gli urologi raccomandano di bere regime, bagni caldi ed esercizi che contribuiscono alla rapida uscita dei frammenti di calcolo. I liquidi possono essere consumati circa 2 litri al giorno, può essere linfa di betulla, composta o acqua normale, a causa del rischio di ricaduta, le bevande acide dovranno essere abbandonate.

Molti pazienti che stanno per avere litotrissia vogliono sapere come questa procedura ha avuto luogo negli altri. Le recensioni dei pazienti sono ambigue. La frantumazione di qualcuno non ha causato alcun disagio e una sessione è stata sufficiente, altri hanno sentito dolore, ma abbastanza tollerabile, e altri ancora hanno notato un aumento della pressione arteriosa dopo il trattamento.

Quasi tutte le recensioni hanno consigli urgenti per scegliere un medico altamente qualificato ed esperto e seguire i suoi consigli per rimuovere i resti di pietre. Quando decidi se andare per una procedura o rifiutare, non devi fare affidamento sulle opinioni degli altri, tutti individualmente, le pietre sono diverse, e anche i risultati del trattamento non possono essere assolutamente identici.

La procedura per frantumare le pietre può essere eseguita gratuitamente come parte della fornitura di cure ad alta tecnologia in molte cliniche governative. Per fare questo, è necessario contattare l'istituto medico dove è previsto il trattamento, fornire i risultati disponibili degli esami e iscriversi alla procedura. Potrebbe essere necessario attendere un po 'di tempo per il tuo turno.

È anche possibile un trattamento a pagamento. Il costo della litotripsia dipende dal numero e dalla dimensione delle pietre, dalla lista degli esami necessaria. In media, lo schiacciamento di una pietra costa 25-30 mila rubli, fino a 50 mila dovranno pagare per la rimozione di una grossa pietra di 1,5-2,5 cm, cioè più grande è il calcolo - più alto è il prezzo. Stenting concomitante degli ureteri costa circa 10 mila rubli.

La litotripsia è un metodo efficace ma non sicuro, le complicanze sono possibili, quindi vale la pena di prestare molta attenzione alla prevenzione della formazione di pietra, seguendo una dieta e visitando regolarmente un medico.

Litotripsia dei reni - è tutto così liscio?

La litotripsia renale è una procedura per schiacciare le pietre senza danneggiare la pelle. Distrugge pietre che non possono uscire da sole. Ci si sente bene, ma...

Sono abbastanza scettico riguardo questa procedura. Ciò è dovuto principalmente a medici inesperti e negligenti che non sanno come gestire i litotritori. Tuttavia, va notato che questo metodo per liberarsi delle pietre ha aiutato molte persone.

Esistono numerose sfumature e controindicazioni e spesso, anche se usati correttamente, i dispositivi non sono efficaci. I medici tacciono sempre su questo.

Diamo un'occhiata più da vicino a quale tipo di metodo è la litotrissia, che tipi è, in quali casi può essere usato e in cui non può.

Litotripsia renale - un modo per distruggere le pietre

La litotripsia come metodo per rimuovere le pietre è stata utilizzata per un certo periodo di tempo dagli anni '80. Questo metodo consente di distruggere le pietre del tratto urinario senza intervento nel corpo umano con l'aiuto di strumenti.

Le onde d'urto sono rivolte alla pietra e con l'aiuto di brevi impulsi di energia la distruggono passo dopo passo fino a quando rimangono piccole pietre dalla pietra.

Tipi di litotripsia per tipo di generazione di onde d'urto:

  • elettromagnetico
  • piezoelettrico
  • elettroidraulico

Qualunque sia il tipo di generazione di onde d'urto non esiste, una cosa è importante - sono tutte finalizzate a distruggere la pietra in tale stato quando le parti distrutte sono in grado di uscire da sole. Puntare sulla pietra consente la scansione a raggi X della macchina o dell'ecografia.

I tedeschi cominciarono a usare la litotripsia dei reni, che scoprirono rapidamente che questo metodo era il più sicuro e aveva meno complicazioni rispetto ad altri tipi di smaltimento delle pietre.

Quali sono i benefici della litotripsia

  • Meno complicazioni
  • Più economico di altri ambulatori di calcoli renali
  • Periodo di dolore ridotto dopo la procedura
  • Periodo di recupero più breve

Tipi di litotripsia a seconda della distanza delle onde d'urto

Litotrissia remota: le onde d'urto si formano e vengono inviate al calcolo usando uno strumento fuori dal corpo del paziente. È ampiamente usato in tutti i casi di urolitiasi, tranne quando ci sono controindicazioni.

Contatto litotrissia: uno strumento viene introdotto nel corpo per mezzo del quale si verifica un effetto d'urto su una pietra direttamente nella sua posizione. Viene principalmente utilizzato per frantumare pietre nella vescica e nell'uretere. In questi casi, la sua efficacia è superiore a quella remota.

Indicazioni per la litotripsia

  • Dimensione della pietra da 0,5 a 2,5 cm.
  • Proprietà chimiche della pietra

Controindicazioni alla litotripsia

  • Processi infiammatori e purulenti - prostatite, polmonite, ecc.
  • Complicazioni da precedenti procedure di litotripsia
  • gravidanza
  • Coagulazione del sangue insufficiente
  • Pietre uratny
  • Aneurisma aortico
  • Obesità e aumento della formazione di gas
  • mestruazione
  • Deformità spinale
  • Tubercolosi renale cavernosa
  • Esacerbazioni nel tratto gastrointestinale
  • Tumore al rene
  • Anomalie cardiache - pacemaker artificiale, fibrillazione atriale, cardiopatia polmonare
  • Disfunzione renale

Ci sono altre controindicazioni. In ogni caso, il medico deve decidere sulla possibilità di assegnare la procedura individualmente.

Questo metodo di rimozione delle pietre è efficace?

La frantumazione con i litotritori non è sempre efficace. Molto spesso su Internet trovo recensioni che sono sorte complicazioni dopo la procedura, e che la litotripsia non ha aiutato.

Soprattutto, questo è dovuto al fatto che la pietra non è divisa nel modo desiderato. Va tenuto presente che la pietra attraverserà ancora l'uretere, la vescica e l'uretra fino all'uscita. E le parti fratturate non sono sempre abbastanza piccole da lasciare, e molto affilate, il che causa una colica renale con forte dolore.

Spesso, schiacciare in questo modo non aiuta la prima volta e c'è bisogno di procedure ripetute e possono essere eseguite in un numero limitato. Secondo numerose recensioni, le procedure di litotripsia dei reni sono molto dolorose.

Il costo della litotripsia nel nostro tempo capitalista varia da 10 a 80 mila rubli. Dipende dal tipo di litotripsia effettuata - senza contatto o contatto, dal tipo e dalla dimensione della pietra e da altri fattori che influenzano la complessità della procedura.

Come potete vedere, il prezzo della litotripsia come una sorta di smaltimento della pietra può essere veramente draconiano. È meglio stare attenti e non iniziare la malattia...

In conclusione, voglio dire che il metodo di litotripsia dei reni non elimina e non combatte l'urolitiasi. Rimuove solo le pietre, che verranno formate ancora e ancora, se non si prendono misure per il trattamento. E il trattamento è prevenzione - è necessario seguire una dieta, un regime alimentare e uno stile di vita sano.

Se il tuo medico ti prescrive la litotripsia, non fare affidamento sul caso e non affrettarti a concordare. Pensare prima e provare a raccogliere feedback su questa procedura e su come è fatto in un particolare ospedale.

Propongo di lasciare recensioni qui su questo sito dedicato alla lotta contro la urolitiasi. Quindi molte persone saranno in grado di leggerli e imparare molte informazioni utili. Sentiti libero di scrivere commenti.

Spesso i dottori abbandonano le persone solo per complicazioni e per i nostri soldi. Se tutti voi avete pesato, ripensato e accettato un simile tipo di rimozione della pietra come litotripsia, vi auguro buona fortuna a sbarazzarci delle pietre!

Cos'è la litotripsia

Cos'è la litotripsia? Con lo sviluppo dell'umanità, compaiono non solo nuovi accessori di uso quotidiano, ma anche varie malattie e metodi di trattamento.

Ora c'è un numero enorme di dispositivi e metodi che aiutano a proteggere la salute e mantenerla in buona forma.

Con l'aiuto di varie tecniche, è possibile trattare molte malattie, anche senza chirurgia (anche se recentemente sono state trattate solo in questo modo).

Uno di questi metodi è la litotripsia. Che cos'è e come funziona? Ora proviamo a capirlo.

La litotripsia è una procedura di trattamento, ovvero lo schiacciamento, di calcoli renali in piccoli pezzi senza intervento chirurgico. È usato nel caso in cui la dimensione delle pietre non consente loro di uscire.

L'intera procedura è che i calcoli renali sono schiacciati in quelli più piccoli utilizzando onde d'urto ad ultrasuoni. Alla fine, questo permette alle pietre di passare attraverso i canali urinari.

I primi usi di questo trattamento iniziarono ad essere applicati alla fine del ventesimo secolo e accadde solo in acqua. La persona che ha richiesto il trattamento è stata posta in una piscina o in un bagno speciale.

Un dispositivo era collegato al serbatoio dell'acqua, che distribuiva le onde necessarie. Oggi, questo particolare metodo non viene quasi mai trovato. I dispositivi sono stati a lungo migliorati e fanno a meno dell'acqua.

La litotripsia, insieme ad altri metodi di trattamento dei calcoli renali, ha i suoi vantaggi.

1.) Non richiede un intervento chirurgico, motivo per cui il più basso rischio di complicanze.

2) Un po 'più economico di altre operazioni che ti permettono di rimuovere le pietre.

3) Nel momento in cui è più breve di tutte le altre procedure simili, quindi anche la durata della sensazione di dolore è minore.

4) Recuperare dopo litotripsia è molto più facile e più veloce rispetto a operazioni simili con calcoli renali.

Esistono due tipi di litotripsia.

La litotripsia senza contatto o remota schiaccia calcoli renali a distanza, senza toccare il paziente. Con l'aiuto di uno speciale raggio ultrasonico, viene individuata la posizione della pietra e già le onde d'urto la rompono in particelle più piccole.

La litotripsia da contatto viene effettuata come segue: uno strumento speciale viene introdotto nel corpo, che schiaccia la pietra direttamente nel suo sito di dislocazione. Questo metodo è un po 'più efficace perché si verifica un contatto diretto, che consente di eseguire il trattamento più qualitativamente.

Ci sono molte ragioni per cui un medico prescrive un metodo di litotripsia. Ma prima di tutto, è la dimensione dei calcoli renali. Quando diventano più di mezzo millimetro e loro stessi non possono passare attraverso i canali.

Allo stesso tempo, le pietre creano anche dolori sgradevoli, possono portare a infiammazioni e persino bloccare il flusso di urina.

La seconda ragione è la composizione chimica dei calcoli renali. Ma il metodo di litotripsia in molti casi non può essere applicato a determinate categorie di persone.

Controindicazioni a questo metodo di trattamento.

1. Complicazioni derivanti da altre procedure simili.

2. Processi infiammatori.

3. Aumento della formazione di gas.

4. Dipendenza dall'obesità.

5. Insufficiente coagulazione del sangue.

6. Problemi con la colonna vertebrale.

7. Problemi con il tratto gastrointestinale.

8. Lavoro sbagliato dei reni stessi, tumori in loro.

9. Violazioni del sistema cardiovascolare.

11. Giorni critici.

Prima della litotripsia, è necessario sottoporsi a una serie di esami per scoprire se ci si trova nella categoria di persone che non sono raccomandate per questo metodo di trattamento.

Dopo di ciò, prescrivono un complesso di vitamine che preparerà il rene per le procedure future e ridurrà il rischio di possibili complicanze, oltre a ridurre il periodo di recupero postoperatorio.

Durante la procedura, al paziente può essere prescritto un antidolorifico. Ma questo è fatto solo in rari casi (quando il percorso dell'onda d'urto ostruisce l'osso). Nella maggior parte dei casi, quando si esegue la litotripsia, il dolore è debole.

La procedura stessa richiede circa un'ora. Durante questo periodo, il paziente riceve prima una piccola quantità di onde deboli, che nel tempo si amplificano e diventano sempre più frequenti.

Sebbene la litotripsia sia eseguita senza intervento chirurgico, presenta anche complicanze. A causa delle peculiarità del corpo del paziente, il sanguinamento pararenale può iniziare durante la procedura. Questo distrugge il tessuto renale.

Dopo la litotripsia, il paziente ha sangue nelle urine. Se tutte le procedure sono state eseguite correttamente, tutto il sangue uscirà dopo due o tre atti di minzione.

Un'altra complicazione è che la pietra schiacciata può depositarsi nel tratto urinario e bloccarli. All'inizio, questo renderà la toilette semplicemente dolorosa, e quindi può portare a varie infezioni.

Un paziente che è stato trattato con la litotrissia, durante il periodo di riabilitazione, dovrebbe prestare attenzione ad alcuni fattori e assicurarsi di consultare un medico.

Questo dovrebbe essere fatto in questi casi:

  • se durante la minzione provi disagio, sensazione di bruciore;
  • aumento della temperatura corporea;
  • frequente necessità di urinare;
  • dolore nella regione lombare.

In alcuni casi, è necessario ripetere il trattamento. Il fatto è che non è sempre possibile schiacciare un calcolo renale alla volta delle particelle piccole desiderate.

E queste particelle possono rimanere bloccate già nel tratto urinario, il che richiederà ulteriore schiacciamento. Inoltre, molti pazienti che hanno già eseguito questa procedura, dicono che è piuttosto doloroso.

Scegliendo te stesso questo metodo di rimozione dei calcoli renali, vale la pena ricordare la cosa principale: la litotripsia solo schiaccia le pietre, ma non cura l'urolitiasi. Questo suggerisce che tutto possa riprendere in futuro.

Pertanto, dopo la litotripsia, è necessario rispettare tutti gli appuntamenti del medico e di volta in volta effettuare gli esami necessari.

Litotripsia: che cos'è e quanto sono efficaci i calcoli renali schiaccianti con ultrasuoni e laser

La litotripsia è un modo efficace per sbarazzarsi dei calcoli renali. Questa procedura è la rimozione di pietre mediante un'onda d'urto, laser o ultrasuoni.

Questo metodo è stato usato abbastanza efficace dagli anni '80. Ti permette di rimuovere le pietre nei reni e nella vescica senza l'intervento chirurgico con l'aiuto di speciali onde d'urto rivolte alla pietra, che vengono smembrate passo dopo passo con brevi impulsi fino a quando non vengono schiacciate in piccole pietre che possono lasciare gli organi in modo indipendente.

Tipi di procedura

La litotrissia può variare a seconda del tipo di generazione di onde d'urto (elettromagnetiche, elettro-idrauliche, piezoelettriche). Tutti mirano alla distruzione delle pietre e il targeting del calcolo avviene con l'aiuto di un'ecografia o di una macchina a raggi X. La litotripsia può essere remota (DLT), a contatto e percutanea.

Litotripsia a distanza

La DLT (o litotrissia remota) - iniziata alla fine del secolo scorso e costituiva la base delle moderne procedure di litotripsia.

Con questa tecnica, le pietre vengono schiacciate da onde d'urto, che vengono alimentate dall'esterno mediante un generatore speciale (chiamato litotritore).

La DLT è considerata il metodo meno invasivo, ma presenta numerosi effetti collaterali e controindicazioni:

  • l'onda d'urto non solo schiaccia le pietre, ma danneggia anche i tessuti sani che li circondano (il tessuto renale ne soffre);
  • la litotrissia remota non è in grado di schiacciare formazioni troppo dense;
  • lasciando l'urina, frammenti di pietrisco spesso provocano coliche renali, motivo per cui la DLT non è troppo efficace per la distruzione di grosse pietre (e in alcuni casi anche pericolose);
  • per schiacciare completamente e rimuovere la pietra, il paziente potrebbe aver bisogno di sottoporsi a diverse sedute.

Allo stesso tempo, la DLT affronta efficacemente pietre di medie dimensioni situate nella coppa del bacino e dei reni (se le loro dimensioni non superano i 2 cm), così come i calcoli ureterali se le loro dimensioni superano 0,5 cm.

Contattare la litotrissia

La litotripsia da contatto è un metodo abbastanza nuovo, che è anche minimamente invasivo. Per questa procedura, viene utilizzato uno speciale endoscopio sottile, prima viene inserito nella vescica e da lì nell'uretere del paziente (o nella pelvi renale, se c'è una tale necessità). I principali vantaggi di questa procedura sono la capacità di controllare visivamente il processo di frantumazione e rimuovere le pietre alla volta. La litotripsia da contatto viene eseguita esclusivamente endoscopicamente e non viola la pelle del paziente.

È diviso in tre sottospecie:

  1. Litotripsia ad ultrasuoni: il calcolo renale viene frantumato nei frammenti più piccoli (la cui dimensione non supera 1 mm), che vengono poi evacuati usando l'aspirazione. Questo metodo è efficace solo per pietre che non si distinguono per l'alta densità.
  2. Litotripsia pneumatica. Con questo metodo, la pietra ureterale viene frantumata in diverse piccole parti con un paio di impulsi precisi e quindi rimossa (per la quale vengono utilizzati speciali cappi e forcipe endoscopici). Questa procedura non può essere utilizzata per rimuovere calcoli renali e formazioni molto dense.
  3. Litotrissia laser. In questa procedura, lo schiacciamento dei calcoli renali con un laser viene effettuato con ispezione visiva continua (questo permette di eliminare quasi completamente i grossi residui). La litotripsia laser è il metodo più moderno al momento.

Con la litotripsia a contatto, la densità delle pietre non è importante e il tessuto che circonda la pietra non è danneggiato. Un altro vantaggio di questo metodo è il recupero veloce. Quasi tutti i pazienti vengono dimessi il primo o il secondo giorno dopo la procedura.

Tuttavia, questa procedura non è raccomandata se il paziente ha stenosi o restringimento dietro la pietra, vi è una ristrettezza dell'uretere intramurale, una stenosi estesa dell'uretra o anomalie nel segmento vescico-ureterale. Tale procedura è sconsigliata anche se il paziente ha già subito un intervento di chirurgia plastica nella parte più lontana dell'uretere.

Se il paziente soffre di una forma acuta di prostatite o di pielonefrite purulenta, o se le sue condizioni sono considerate gravi per qualsiasi altra ragione, la litotripsia da contatto è assolutamente controindicata per il paziente.

In questo caso, la litotripsia da contatto è raccomandata per i pazienti con:

  • "pietre" di vecchia data situate nell'uretere;
  • la presenza di controindicazioni alla DLT;
  • la presenza di pietre nell'uretere e nella vescica allo stesso tempo;
  • la presenza di "sentieri di pietra", che sono rimasti dopo la DLT e non partono;
  • l'assenza di cambiamenti positivi dopo due sessioni di DLT.

Litotripsia percutanea

La litotripsia percutanea (o percutanea) è un metodo utilizzato per schiacciare pietre molto grandi o a forma di corallo situate nella pelvi renale, così come nelle sue coppe.

Con questo metodo, il paziente viene perforato la pelle nella regione lombare (dove si trova la proiezione del rene), quindi attraverso una puntura viene alimentato alla pietra un endoscopio speciale dotato di un litotritore ad ultrasuoni. Schiacciare le pietre nei reni con gli ultrasuoni rapidamente le distrugge nei frammenti più piccoli, permettendo loro di essere rimossi dal rene. I pazienti vengono generalmente prescritti il ​​terzo o il quarto giorno dopo la procedura.

La litotripsia percutanea non può essere eseguita con:

  • la presenza di patologie di reni di varia natura (sia funzionale che anatomica);
  • mobilità dei reni.

Se un paziente viene diagnosticato con pietre di corallo, la procedura deve essere combinata con il loro schiacciamento remoto.

In generale, questa tecnica è efficace: con essa i pazienti non hanno quasi complicazioni, si osserva una buona tollerabilità e il corpo si riprende abbastanza rapidamente.

testimonianza

Questo metodo di frantumazione delle pietre è considerato il più sicuro, minimamente invasivo ed estremamente efficace. Inoltre, non ha praticamente ulteriori complicazioni, a differenza di altre tecniche e procedure conosciute.

La litotripsia è indicata per i pazienti con calcoli renali aventi le seguenti dimensioni: non più di 2-2,5 cm e non meno di 0,5 cm, tuttavia la sua efficacia dipende non solo dalla dimensione dei calcoli, ma dalle loro caratteristiche fisico-chimiche.

Questa procedura può essere somministrata indipendentemente dall'età del paziente: adulti e bambini.

Tuttavia, dovrebbe essere inteso che questo metodo è efficace solo per combattere gli effetti della malattia (cioè, consente di frantumare pietre), ma non combatte la vera causa dell'evento. Pertanto, per un'ulteriore prevenzione dell'emergenza di nuove formazioni, viene mostrata una dieta e un trattamento farmacologico efficace.

Controindicazioni

La litotripsia non è raccomandata quando:

  • scarsa coagulazione del sangue;
  • tumori del cancro;
  • insufficienza cardiaca grave;
  • aritmia;
  • grave compromissione funzionale dei reni;
  • la gravidanza;
  • malattie gastrointestinali acute;
  • peso eccessivo del paziente (se supera i 120 kg);
  • deformità spinali;
  • mestruazioni;
  • aumento della formazione di gas;
  • aneurisma aortico;
  • la presenza di pietre uratnyh;
  • polmonite, prostatite e altri processi di natura infiammatoria o purulenta;
  • complicanze che si sono verificate dopo precedenti interventi simili.

Alcune di queste controindicazioni (gravidanza e alterazione della coagulazione del sangue) sono assolute: è severamente vietato condurre la litotripsia quando è presente.

Tuttavia, ci sono anche controindicazioni relative:

  • tubercolosi attiva;
  • la presenza nell'ostruzione del tratto urinario, situata sopra il calcolo;
  • la presenza di infezione nel tratto urinario.

Ci sono anche fattori di rischio per i quali la procedura può essere eseguita, ma con cautela. Questi includono:

  • trattamento incluso farmaco anticoagulante;
  • l'obesità;
  • il paziente ha un rene singolo;
  • ipertensione arteriosa;
  • alta batteriuria.

Preparazione per la procedura

Alcuni giorni prima che il paziente abbia una ecografia o una frantumazione laser di calcoli renali, deve superare una serie di test. Questo è fatto al fine di garantire che il paziente sia pronto per questa procedura.

Queste analisi includono:

  • esame del sangue (generale e biochimico);
  • test di coagulazione del sangue;
  • analisi delle urine;
  • urografia (viene somministrata per via endovenosa)
  • Ultrasuoni del sistema genito-urinario (consente di determinare con precisione la dimensione e la posizione della pietra).

Prima della procedura, il paziente dovrà anche firmare un accordo, in cui sono elencate tutte le fasi e sono indicati i possibili rischi. Se il paziente non è d'accordo con qualsiasi punto, ha bisogno di discuterne con il medico al fine di evitare possibili spiacevoli conseguenze.

L'efficacia della procedura è direttamente influenzata dallo stile di vita del paziente. Prima che inizi, il paziente è categoricamente controindicato nell'uso di bevande alcoliche e pesante lavoro fisico, e pochi giorni prima della litotripsia è necessario limitare l'assunzione di cibo nocivo.

Benefici ed efficienza

Il contatto, la percutanea e la litotripsia laser hanno diversi vantaggi:

  • il numero di complicazioni dopo tali procedure è molto piccolo;
  • la litotrissia è molto più economica di altri metodi simili;
  • il periodo di recupero è piuttosto breve;
  • il dolore non dura a lungo

In generale, la litotripsia è un metodo abbastanza efficace per sbarazzarsi di pietre, tuttavia, non sempre ha successo. Dopo tale procedura, possono anche verificarsi varie complicanze, ma in generale sono più facilmente tollerabili rispetto alle complicanze dopo le operazioni addominali.

Inoltre, non dovremmo dimenticare che la litotripsia elimina direttamente le pietre, e non la causa principale del loro verificarsi - l'urolitiasi. Se il paziente non segue il regime di bere, dieta e stile di vita sano, le pietre possono riapparire.

Possibili complicazioni e periodo di recupero

Le complicazioni possono verificarsi direttamente durante la procedura. Potrebbe essere:

  • tachicardia;
  • il dolore;
  • ansia;
  • nausea e vomito;
  • gocce di pressione sanguigna;
  • colica renale.

Complicazioni che possono verificarsi il primo giorno dopo:

  1. Ematuria. Sangue nelle urine, che può apparire 1-2 volte il primo giorno (in questo caso il paziente non ha bisogno di un trattamento speciale), e per due o più giorni (in questo caso, al paziente viene prescritta una terapia).
  2. "Sentiero di pietra". È, infatti, una conseguenza della procedura. Le pietre devono essere rimosse il più rapidamente possibile per ridurre la degenza del paziente in ospedale.
  3. Colica renale Viene trattato con farmaci, ma se non vi è alcun effetto, al paziente viene prescritta una seconda sessione di litotripsia o viene installato un catetere per rimuovere l'urina.
  4. Infiammazione del rene Quando si verifica, è necessario rimuovere l'urina dal corpo del paziente e prescrivere il trattamento appropriato.
  5. Ematomi sottocapsulari dei reni Se aumentano di dimensioni e iniziano a marcire, i medici eseguono l'operazione.
  6. Anuria. Se l'urina del paziente è assente per più di un giorno, i medici fanno questa diagnosi e iniziano il trattamento.

Le condizioni sopra descritte possono verificarsi immediatamente dopo la procedura e nei tre mesi successivi.

Dopo la litotripsia, al paziente viene prescritta una varietà di preparati a base di erbe (ad esempio, Rovatinex, Prolit o Canephron). La durata del corso di presa e il dosaggio di preparazioni sono determinati dal medico generico essente presente.

Inoltre, il paziente è sotto osservazione dinamica e osserva misure di prevenzione delle ricadute: aggiusta la sua dieta e aderisce al regime alimentare, bevendo da 1,5 a 2,5 litri di acqua al giorno (a seconda della costituzione).