Analisi delle urine per la pielonefrite

Cliniche

Il quadro clinico della pielonefrite o dell'infiammazione del parenchima renale e del sistema pelvico renale è determinato dall'intensità dei cambiamenti patologici nell'organo. La formazione di focolai di infiltrazione, necrosi e indurimento nella patologia acuta o cronica si manifesta a ritmi diversi, colpendo uno o entrambi i reni, nonché i tessuti circostanti (perinefrite). Pertanto, il complesso di segni patologici, che manifesta pielonefrite, anche se lo stesso in sostanza, ma in diversi pazienti ha le sue caratteristiche.

Inoltre, c'è una tendenza ad aumentare il numero di casi clinici quando la malattia viene cancellata, lenta, con sintomi minimi o senza di essa. In queste situazioni, il decorso avanzato e il rilevamento tardivo della pielonefrite sono molto pericolosi e persino minacciosi per la salute del paziente. Dopo tutto, il processo di indurimento o di ascesa (formazione di focolai purulenti) nei reni avviene ancora, nonostante l'assenza di sintomi evidenti della malattia. E la mancata fornitura di assistenza medica porta ad una perdita della sua funzionalità da parte dei reni e alla formazione di pericolose complicanze.

La pielonefrite in questi casi può essere rilevata per caso, durante eventi medici o durante l'esame di una persona per altre malattie. Il ruolo principale in questo appartiene all'esame di laboratorio, in particolare lo studio dei parametri del sangue e delle urine. Lo studio delle urine può fornire informazioni particolarmente significative, quindi l'analisi delle urine per la pielonefrite può essere definita la fase più importante della diagnosi.

Come cambiare la prestazione di laboratorio in pyelonephritis

I cambiamenti caratteristici di urina e sangue avvengono indipendentemente dall'intensità con cui il processo patologico è espresso clinicamente. Certamente, esiste una correlazione diretta tra la gravità della pielonefrite e il grado di cambiamento nei parametri di laboratorio. Ma nei casi in cui la patologia è asintomatica, lo studio dei media biologici consente sempre di estrarre informazioni preziose.

Il sangue umano, di regola, reagisce molto rapidamente a qualsiasi processo patologico nel corpo, che si verifica, incluso e nel sistema urinario. Per determinare la presenza di cambiamenti, sono prescritti esami clinici (o più generali semplificati) e biochimici del sangue.

Il processo infiammatorio nella pielonefrite, come in tutti gli altri organi, manifesta cambiamenti non specifici nel sangue. Questo è un aumento del numero totale di leucociti, la comparsa di forme giovani di leucociti, aumento della VES. Tali parametri non possono indicare chiaramente la pielonefrite, ma la loro associazione con una diminuzione dell'emoglobina e una diminuzione del livello dei globuli rossi (segni di anemia) contribuiranno ancora a sospettare questa malattia. Gli esami del sangue biochimici possono anche fornire alcune informazioni sulla possibile presenza di infiammazione nei reni. Si tratta di un aumento del livello delle gammaglobuline, dell'acido urico e delle globuline alfa riducendo al tempo stesso la quantità di proteine ​​totali.

Tuttavia, le informazioni più complete possono fornire uno studio sull'urina. Qualsiasi processo patologico nei reni, nella vescica o in altre parti del tratto urinario influisce naturalmente sullo stato delle urine e si manifesta in un cambiamento nei suoi parametri. Pertanto, l'analisi delle urine per la pielonefrite, eseguita in modo tempestivo e in conformità con tutte le regole per la raccolta di questo fluido biologico, può influenzare direttamente il processo della terapia.

Quali cambiamenti si verificano nelle urine nella pielonefrite acuta

La pielonefrite può essere a uno o due lati, avere varie forme e gravità del corso. Pertanto, è impossibile fornire indicatori chiari o una serie di parametri dell'urina che confermerebbero la patologia con una precisione del 100%. È più facile costruire su un esame generale delle urine, che, nella pielonefrite acuta e cronica, non soddisfa gli standard generalmente accettati.

Durante la diagnostica di laboratorio vengono valutati molti parametri: colore, trasparenza, densità, reazione, componenti del sedimento urinario, presenza di proteine ​​e zucchero. Se la patologia del sistema urinario non esiste, allora gli indicatori dell'analisi generale delle urine sono i seguenti:

Oltre all'analisi generale dell'urina nella pielonefrite, che è anche la più frequentemente prescritta nella diagnosi della sindrome urinaria e di altre patologie renali, i seguenti metodi per lo studio delle urine sono considerati piuttosto informativi:

  • secondo Zimnitsky;
  • secondo Nechiporenko;
  • sample Amburge;
  • secondo Addis-Kakovsky;
  • Metodo Gedholt;
  • Test al nitrito nitrico.

Tutti questi metodi completano e chiariscono i dati ottenuti nell'analisi generale dell'urina con la pielonefrite, i loro indicatori possono essere particolarmente utili in situazioni in cui la malattia è latente o asintomatica.

Nella pielonefrite acuta è caratteristico un aumento della produzione giornaliera di urina (poliuria). Ciò è dovuto a un fallimento nell'ultima fase della formazione di urina, vale a dire il processo di riassorbimento nei tubuli renali distali. A sua volta, la formazione di edema e focolai di infiltrazione cellulare nel sistema canalicolare porta a un insufficiente riassorbimento. Il risultato è un cattivo riassorbimento di acqua e, di conseguenza, poliuria. Questo è il motivo per cui nella maggior parte dei casi il colore dell'urina nella pielonefrite è più chiaro o incolore e il peso specifico diminuisce a causa di una diminuzione della concentrazione di urina (un sintomo di ipostenuria).

Anche la reazione, o il pH delle urine, diminuisce, cioè diventa più acido. Ciò è dovuto alla presenza di batteri in esso, principalmente E. coli, che forniscono una reazione acida.

Il sangue nelle urine nella pielonefrite viene rilevato, ma non in una quantità significativa, pertanto l'ematuria non è accertata visivamente (gli eritrociti superano il massimo due volte). Se c'è molto pus nelle urine, perde la trasparenza e diventa torbido e il sedimento urinario diventa purulento. Inoltre, le proteine ​​nelle urine sono determinate in quantità non superiore a 1 g / l.

Un'importante informazione diagnostica è fornita anche dall'esame del sedimento urinario. Indipendentemente dalla forma di pielonefrite, il numero di leucociti viene aumentato, con la microscopia, possono coprire completamente il campo visivo, stabilendosi più spesso in gruppi. Tuttavia, se il processo infiammatorio ha colpito solo un rene, allora all'altezza dei leucociti intossicazione può essere piccolo. Al contrario, con una diminuzione dell'intensità dell'infiammazione, viene diagnosticata una piuria significativa. Si scopre un fenomeno interessante caratteristico dell'analisi delle urine con pielonefrite unilaterale: il paziente si sente meglio, ma i parametri di laboratorio peggiorano.

Il numero di epitelio, principalmente transitorio e renale, cambia anche in diversi stadi della malattia. Sarà sicuramente più di 10 in vista, ma un aumento particolarmente acuto si osserva all'inizio dell'infiammazione. Nel mezzo della pielonefrite, quando il pus riempie il calice e il bacino, si trovano meno cellule epiteliali. Oltre all'epitelio, nelle analisi delle urine ci sono i cilindri granulari e ialini, i sali di acido urico.

Analisi delle urine nella pielonefrite cronica

L'esacerbazione o la recidiva della forma cronica di infiammazione dei reni si manifesta morfologicamente con una combinazione di infiltrazione, sclerosi, formazione di ascessi e focolai sani del parenchima. In contrasto con la pielonefrite acuta, il decorso prolungato del processo infiammatorio causa l'indurimento delle arteriole renali, che è un ulteriore fattore che porta all'atrofia dell'organo. Nel frattempo, il graduale aumento dei cambiamenti patologici nei reni spiega il fatto che il paziente può persistere per lungo tempo diuresi invariata con normale densità urinaria. Solo con un danno significativo al parenchima e al sistema glomerulare-canalicolare, le analisi delle urine avranno determinati parametri diagnostici.

I cambiamenti più tipici nelle urine durante l'esacerbazione della pielonefrite cronica possono essere rappresentati come segue:

  • poliuria con ipostenuria (molta urina con un peso specifico basso, da 1,0 a 1,012);
  • colore pallido;
  • pH acido (molto inferiore a 7,0);
  • urina torbida, un sacco di sedimenti sfusi;
  • la comparsa di proteine;
  • nel sedimento un sacco di leucociti, globuli rossi, epitelio, batteri.

In generale, l'analisi delle urine per la pielonefrite cronica allo stadio acuto dà gli stessi risultati della forma acuta della malattia. Nel periodo tra esacerbazioni, cioè nella fase latente, la pielonefrite cronica presenta parametri di laboratorio più esigui nelle urine che possono aiutare nella diagnosi. I leucociti possono solo superare leggermente la norma, ci sono singoli globuli rossi, cilindri, epitelio transitorio. In alcuni casi, i test possono essere buoni, senza cambiamenti patologici.

Per confermare la diagnosi, sono prescritti ulteriori studi sull'urina. Pertanto, il metodo Addis-Kakovsky fornisce dati sul contenuto di leucociti, cilindri e globuli rossi nell'urina quotidiana, Nechyporenko in 1 ml di urina, Amburz in un volume minuto di urina. Il metodo di Gedholt ti consente di riconoscere le leucociti nascoste. Il test di Gryss, o test al nitrito, aiuta non solo a rilevare la presenza di batteri, ma anche a farsi un'idea della loro quantità. Se il test è positivo, significa che ci sono 100 mila e più corpi microbici in 1 ml di urina.

La diagnosi di laboratorio di pyelonephritis può aiutare a riconoscere qualsiasi forma di questa patologia. I risultati ottenuti sono rivisti dal medico curante in combinazione con il quadro clinico, l'anamnesi e i dati di altri studi aggiuntivi.

Esame delle urine e del sangue per la pielonefrite

Gli indicatori di analisi delle urine nella pielonefrite svolgono un ruolo importante, poiché questa malattia spesso procede senza sintomi gravi. E per determinare la gravità del processo, oltre a scoprire quanto sia difficile la patologia, è possibile solo ottenendo i risultati dell'urina.

Tipi di ricerca

Quando il medico sospetta che il paziente abbia la pielonefrite, i test del sangue e delle urine devono essere eseguiti lo stesso giorno. Ma gli studi una tantum di solito non sono sufficienti, e tutti i risultati dovrebbero essere considerati solo in dinamica.

Di norma vengono utilizzati diversi tipi di analisi:

  1. Nel complesso. Aiuta a determinare la presenza di un processo infiammatorio attivo.
  2. Secondo Nechyporenko. Viene effettuato in assenza di marcati cambiamenti nelle urine e consente di determinare la predominanza dei leucociti rispetto ad altri elementi.
  3. Secondo Zimnitsky. La raccolta viene effettuata per la diagnosi differenziale di patologia dei reni. Permette di vedere il volume della diuresi giornaliera, la presenza di insufficienza renale, per scoprire la densità specifica di urina. Spesso effettuato in caso di sospetta infezione del tratto urinario nei bambini.
  4. Sulla sterilità Aiuta nel trattamento della malattia. Con il suo aiuto, viene determinata una varietà di flora patogena e la sua sensibilità agli agenti antibatterici.
  5. Per la presenza di infezioni urogenitali. Ciò consente di confermare o escludere la presenza di flora specifica.

Quale tipo di analisi delle urine per la pielonefrite è il più importante. Per rispondere, è necessario considerare più in dettaglio qual è il significato di ciascuno dei metodi e il grado della sua informatività in una data malattia.

Studio generale

L'analisi generale è effettuata in quasi tutte le malattie. Durante la pielonefrite, dovrebbe essere controllato il più spesso possibile. Senz'altro, dovrebbe essere assunto il primo giorno di visita da un medico, poi dopo una settimana, e poi dopo due settimane. A seconda delle caratteristiche del decorso della malattia, il medico può raccomandare di prenderlo in altri giorni.

L'analisi generale delle urine nella pielonefrite acuta mostrerà un gran numero di leucociti (da 15 in vista), con grave infiammazione, che possono essere osservati in tutto il campo. Tracce marcate di proteine ​​(circa il 2%). Per confermare la diagnosi aiuta la presenza di cilindri ialini. I cilindri granulosi indicano condizioni gravi. Può essere marcato micro (e meno comunemente ematuria macroscopica). L'aspetto delle urine diventa torbido, acquista un odore sgradevole.

L'analisi delle urine in forma cronica della malattia in fase di remissione può essere entro i limiti normali. Pertanto, per identificarlo utilizzando ulteriori ricerche.

Indicatori nello studio delle urine

Gli indicatori principali che ci permettono di parlare del processo infiammatorio nei reni sono:

  1. La presenza di leucociti. Leucocitie possono raggiungere fino a 100 milioni / giorno nel periodo acuto, una certa diminuzione si osserva dopo l'inizio del trattamento fino a 10 milioni / giorno. Nelle donne, il numero normale di leucociti è 0-6, e negli uomini, 0-3.
  2. Batteriuria. Si riferisce ai segni patognomonici della pielonefrite. La batteriuria vera è considerata quando si trovano 100.000 mila microbi in ml di urina e altro ancora. Se viene trovato da 50.000 a 100.000, è considerato possibile. Con un punteggio inferiore a 10.000, la malattia può essere esclusa.
  3. Ematuria. Non ha alcun significato clinico particolare e non è un segno di infiammazione dei reni, specialmente quando si tratta di ematuria macroscopica. Ma la combinazione di un gran numero di leucociti in combinazione con leucociti è un sintomo di pielonefrite. Il numero di globuli rossi negli uomini varia normalmente da 0 a 1, e nelle donne - 1-3. L'aumento di questi indicatori indica più spesso la presenza di sabbia e pietre.
  4. L'albuminuria non è sempre rilevata in questa malattia. La presenza di un aumento delle proteine ​​nelle urine può aiutare con la diagnosi differenziale tra pielonefrite e glomerulonefrite.
  5. La densità di urina in questa patologia è generalmente ridotta e l'acidità è alta.

Il sangue conta

Un esame del sangue può essere solo un metodo aggiuntivo che conferma la correttezza della diagnosi, a condizione che non vi siano altri processi infettivi o infiammatori nel corpo.

Nella forma acuta della malattia, si verifica la leucocitosi, la formula del sangue bianco viene spostata a sinistra. ESR accelera. Cambiamenti cronici nei reni possono causare una diminuzione dell'emoglobina.

Nel caso dell'analisi delle urine nella pielonefrite nei bambini, gli indicatori sono approssimativamente gli stessi degli adulti. Durante l'infiammazione, il suo peso specifico diminuisce, si verifica leucocituria (normalmente, non più di 7-10 per campo visivo), vengono determinati i cilindri e i batteri.

Il risultato dello studio indica la gravità e la gravità del processo patologico. Inoltre, consente di determinare il grado di efficacia del trattamento antibiotico.

Quanti leucociti nelle urine con pielonefrite

Gli indicatori di analisi delle urine nella pielonefrite svolgono un ruolo importante, poiché questa malattia spesso procede senza sintomi gravi. E per determinare la gravità del processo, oltre a scoprire quanto sia difficile la patologia, è possibile solo ottenendo i risultati dell'urina.

Tipi di ricerca

Quando il medico sospetta che il paziente abbia la pielonefrite, i test del sangue e delle urine devono essere eseguiti lo stesso giorno. Ma gli studi una tantum di solito non sono sufficienti, e tutti i risultati dovrebbero essere considerati solo in dinamica.

Di norma vengono utilizzati diversi tipi di analisi:

Nel complesso. Aiuta a determinare la presenza di un processo infiammatorio attivo. Secondo Nechyporenko. Viene effettuato in assenza di marcati cambiamenti nelle urine e consente di determinare la predominanza dei leucociti rispetto ad altri elementi. Secondo Zimnitsky. La raccolta viene effettuata per la diagnosi differenziale di patologia dei reni. Permette di vedere il volume della diuresi giornaliera, la presenza di insufficienza renale, per scoprire la densità specifica di urina. Spesso effettuato in caso di sospetta infezione del tratto urinario nei bambini. Sulla sterilità Aiuta nel trattamento della malattia. Con il suo aiuto, viene determinata una varietà di flora patogena e la sua sensibilità agli agenti antibatterici. Per la presenza di infezioni urogenitali. Ciò consente di confermare o escludere la presenza di flora specifica.

Quale tipo di analisi delle urine per la pielonefrite è il più importante. Per rispondere, è necessario considerare più in dettaglio qual è il significato di ciascuno dei metodi e il grado della sua informatività in una data malattia.

Studio generale

L'analisi generale è effettuata in quasi tutte le malattie. Durante la pielonefrite, dovrebbe essere controllato il più spesso possibile. Senz'altro, dovrebbe essere assunto il primo giorno di visita da un medico, poi dopo una settimana, e poi dopo due settimane. A seconda delle caratteristiche del decorso della malattia, il medico può raccomandare di prenderlo in altri giorni.

L'analisi generale delle urine nella pielonefrite acuta mostrerà un gran numero di leucociti (da 15 in vista), con grave infiammazione, che possono essere osservati in tutto il campo. Tracce marcate di proteine ​​(circa il 2%). Per confermare la diagnosi aiuta la presenza di cilindri ialini. I cilindri granulosi indicano condizioni gravi. Può essere marcato micro (e meno comunemente ematuria macroscopica). L'aspetto delle urine diventa torbido, acquista un odore sgradevole.

L'analisi delle urine in forma cronica della malattia in fase di remissione può essere entro i limiti normali. Pertanto, per identificarlo utilizzando ulteriori ricerche.

Indicatori nello studio delle urine

Gli indicatori principali che ci permettono di parlare del processo infiammatorio nei reni sono:

La presenza di leucociti. Leucocitie possono raggiungere fino a 100 milioni / giorno nel periodo acuto, una certa diminuzione si osserva dopo l'inizio del trattamento fino a 10 milioni / giorno. Nelle donne, il numero normale di leucociti è 0-6, e negli uomini, 0-3. Batteriuria. Si riferisce ai segni patognomonici della pielonefrite. La batteriuria vera è considerata quando si trovano 100.000 mila microbi in ml di urina e altro ancora. Se viene trovato da 50.000 a 100.000, è considerato possibile. Con un punteggio inferiore a 10.000, la malattia può essere esclusa. Ematuria. Non ha alcun significato clinico particolare e non è un segno di infiammazione dei reni, specialmente quando si tratta di ematuria macroscopica. Ma la combinazione di un gran numero di leucociti in combinazione con leucociti è un sintomo di pielonefrite. Il numero di globuli rossi negli uomini varia normalmente da 0 a 1, e nelle donne - 1-3. L'aumento di questi indicatori indica più spesso la presenza di sabbia e pietre. L'albuminuria non è sempre rilevata in questa malattia. La presenza di un aumento delle proteine ​​nelle urine può aiutare con la diagnosi differenziale tra pielonefrite e glomerulonefrite. La densità di urina in questa patologia è generalmente ridotta e l'acidità è alta.

Il sangue conta

Un esame del sangue può essere solo un metodo aggiuntivo che conferma la correttezza della diagnosi, a condizione che non vi siano altri processi infettivi o infiammatori nel corpo.

Nella forma acuta della malattia, si verifica la leucocitosi, la formula del sangue bianco viene spostata a sinistra. ESR accelera. Cambiamenti cronici nei reni possono causare una diminuzione dell'emoglobina.

Nel caso dell'analisi delle urine nella pielonefrite nei bambini, gli indicatori sono approssimativamente gli stessi degli adulti. Durante l'infiammazione, il suo peso specifico diminuisce, si verifica leucocituria (normalmente, non più di 7-10 per campo visivo), vengono determinati i cilindri e i batteri.

Il risultato dello studio indica la gravità e la gravità del processo patologico. Inoltre, consente di determinare il grado di efficacia del trattamento antibiotico.

Lo studio di questo indicatore è uno dei metodi storicamente più antichi di diagnosi delle malattie. Ha mantenuto la sua importanza e il suo valore nella diagnosi di pielonefrite al presente, anche per la sua disponibilità e alta sensibilità.

Caratteristiche generali

Con l'occlusione completa (blocco delle urine dall'area interessata) i parametri di laboratorio non corrispondono alle condizioni cliniche Lo studio viene condotto come diagnosi di screening (rilevazione di segni della malattia in un numero significativo della popolazione, anche in assenza di un quadro dettagliato della malattia), nonché per monitorare l'efficacia degli interventi terapeutici. diversi tipi di analisi: analisi delle urine generale (la più frequente), esame batteriologico, analisi dei campioni "Nechiporenko, Zimnitsky, Kakovskyi - Addis", tre bicchieri I test, lo studio delle urine giornaliere per le proteine.L'analisi delle urine è un metodo sensibile, ma non specifico per la diagnosi di pielonefrite. Cambiamenti patologici possono verificarsi con infezioni degli organi sottostanti dello stesso sistema (vescica, uretra) o organi genitali. Per chiarire la diagnosi, è necessario effettuare ulteriori metodi diagnostici e spesso non è possibile giudicare in modo univoco il tipo di pielonefrite. Ad esempio, per stabilire la natura primaria o secondaria della malattia, l'interpretazione dei risultati e la necessità di un trattamento o di un ulteriore esame dovrebbero essere effettuati da uno specialista in questo campo.

Regole per la raccolta e la valutazione delle analisi

La porzione mattutina di urina viene raccolta dopo 10 ore di digiuno (si può bere acqua) e viene consegnata in un contenitore sterile (pulito) appositamente preparato.La pelle degli organi genitali esterni viene prelavata.La prima porzione di 10 ml del materiale ottenuto è il lavaggio dall'uretra, poi l'urina da vescica.

Tutte le parti del materiale sono rilevanti, ma per lo screening è sufficiente stimare la porzione totale. Di grande valore nello specificare la diagnosi è la porzione media di urina durante la minzione libera.

Leucocituria e batteriuria sono considerate i primi segni di laboratorio di pielonefrite acuta (pur mantenendo il deflusso delle urine sul lato colpito). Altre caratteristiche patologiche (oliguria, aumento o diminuzione della densità relativa, livello proteico) sono determinate da vari indicatori: livello di temperatura, diminuzione della funzione urinaria dei reni.

La proteinuria per malattie lievi senza complicanze è generalmente di piccole dimensioni. È possibile rilevare i globuli rossi nelle urine (ematuria macroscopica e macroscopica). Significativamente aumentato dopo colica renale o con forma papilonecrotica di pielonefrite.

La cilindrouria è un'osservazione al microscopio di tubuli renali costituiti da cellule ialine o di globuli bianchi al microscopio.

Indicatori di analisi delle urine

OAM (analisi delle urine)

La conoscenza di tali caratteristiche consente il loro uso nel trattamento della diatesi urolitiasi e urolitiasi.

Analisi batteriologiche delle urine

Uno dei metodi del "gold standard", in questo caso per identificare l'agente eziologico della malattia. Il principale svantaggio è che i risultati sono ritardati nel tempo.

Quando si diagnostica o si sospetta la pielonefrite, il materiale viene raccolto e quindi seminato su terreni nutritivi con antibiotici applicati. Nel tempo, il numero di colonie del microrganismo è stimato. Un titolo microbico di 104 CFU / ml è considerato diagnosticamente significativo (in uno studio diagnostico per l'individuazione di una diagnosi di pielonefrite acuta non complicata nelle donne).

È necessario studiare ripetutamente la natura dell'agente patogeno, poiché durante lo studio "cultura" dei test delle urine, l'identificazione dell'agente infettivo si verifica solo nel 30% dei casi. Nel 20% dei casi, il numero di batteri nel campione in esame è inferiore a 105 CFU / ml.

Durante il trattamento, dopo 5 giorni, dopo 2 settimane e 3 mesi, viene condotto un esame sistematico delle urine, volto a rilevare la ricorrenza della malattia (rilevamento di batteriuria e leucocituria) prima dello sviluppo di manifestazioni cliniche pronunciate.

Ulteriori test delle urine

Per stimare il numero limite di leucociti ed eritrociti rilevati da un'analisi generale delle urine, vengono eseguiti metodi di valutazione quantitativa (campioni Kakowski-Addis, Nechyporenko, con monitoraggio giornaliero delle leucocitie) e metodi per valutare l'acidità, il rilevamento di leucociti attivi e cellule di Steinhingermer-Malbine, livelli di densità e contenuto di proteine ​​nelle urine.

La pielonefrite è un'infiammazione infettiva della pelvi renale, che si manifesta in forma acuta o cronica. Il principale metodo diagnostico è l'analisi delle urine, perché i leucociti con pielonefrite superano sempre la norma. Molto spesso, la malattia si manifesta con sintomi lievi o asintomatici, il che complica gravemente la diagnosi.

Le forme acute e croniche della malattia sono segni caratteristici del processo infiammatorio. La pielonefrite acuta si sviluppa improvvisamente ed è caratterizzata da:

• nausea o vomito;

• dolore nella zona lombare e articolare;

• sudorazione, o viceversa, grave secchezza e pallore della pelle;

• debolezza e mal di testa;

• Si possono vedere pus o fiocchi biancastri nelle urine.

La pielonefrite cronica diventa dovuta a un trattamento prematuro o inefficace della forma acuta della malattia. L'esacerbazione della forma cronica si verifica dopo l'ipotermia o malattie infettive e virali. Nella pielonefrite cronica, i sintomi possono essere permanenti o temporanei, comparsi durante le esacerbazioni e scomparire durante una pausa.

la diagnosi

Se sospetti l'insorgenza della malattia, ti consigliamo di contattare il nostro centro medico a Mosca, dove gli urologi esperti e altamente professionali conducono l'ammissione dei pazienti e c'è un moderno laboratorio e attrezzature di ricerca. Di grande importanza è la possibilità di ottenere risultati accurati nella diagnosi, poiché la correttezza della diagnosi e la tempestività di un trattamento adeguato e altamente efficace dipendono da essa.

I metodi diagnostici più comuni sono l'esame delle urine e del sangue e l'ecografia dei reni. I risultati delle analisi ci permettono di trarre conclusioni sul decorso della malattia e l'ecografia viene utilizzata per determinare con precisione la forma, la dimensione dei reni, la loro posizione e la presenza di sabbia, pietre o tumori in essi. Considerando i dati dell'analisi clinica, il medico considera vari valori, tra cui la presenza di globuli rossi è di grande importanza. La norma del loro contenuto nelle urine non dovrebbe eccedere per le donne 0-3, e per gli uomini 0-1, un indicatore più alto indica un possibile danno renale e un esame dettagliato è richiesto senza fallo.

I leucociti con pielonefrite sono la conferma più vivida della malattia. Se la loro norma per gli uomini è 0-3, e per le donne 0-6, allora all'inizio della malattia il loro numero nel campo visivo può raggiungere 10, e compaiono non oltre il terzo giorno della malattia, aumentando con la progressione della malattia. Un aumento del loro numero indica sicuramente un'infezione infiammatoria nei reni. Il contenuto di leucociti aumenta con altre malattie urogenitali, ma con la pielonefrite il loro numero sarà maggiore all'inizio della malattia rispetto ad altre malattie. Armonizzando i conteggi dei leucociti con i dati di altri esami, l'urologo può determinare con precisione la pielonefrite.

trattamento

Il trattamento del decorso acuto della malattia viene effettuato in ospedale con l'aiuto di farmaci antibatterici, il cui scopo dipende dal tipo di patogeno e tenendo conto dei loro effetti. Al paziente viene prescritto un riposo a letto e una dieta appropriata, e le analisi devono essere eseguite ogni settimana, in quanto è necessario monitorare l'efficacia del trattamento e la sensibilità dei batteri agli antibiotici. La febbre e il dolore passano attraverso tre giorni, e il miglioramento delle urine e dei valori ematici si verifica un mese dopo l'inizio del trattamento. Il paziente ha bisogno di supervisione medica, in cui i test dovranno essere testati ogni 3 mesi. La pielonefrite è considerata completamente guarita se entro 2 anni i test delle urine sono normali.

Tra le malattie renali, la pielonefrite è la malattia più comune e la sua forma acuta deve essere curata senza fallo, altrimenti potrebbe diventare cronica. Quando le riacutizzazioni della pielonefrite cronica sono trattate così come la malattia nella fase acuta, e durante la remissione è necessario:

• condurre un trattamento spa,

• assumere tè medicinali a base di erbe come misura preventiva.

Analisi delle urine per la pielonefrite: indicatori

Capiremo come determinare la pielonefrite mediante analisi delle urine.

Si crede negli specialisti che diagnosticare un disturbo sia più facile di altre malattie dei reni, della vescica e dell'uretere. La maggior parte delle manifestazioni sono note e ovvie durante l'esame, in cui i pazienti lamentano dolore lombare.

Perché abbiamo bisogno di analisi?

Lo scopo dello studio delle urine consente di identificare la causa immediata dell'infiammazione, cioè l'agente patogeno. È estremamente importante determinare il percorso del trattamento e la selezione dei farmaci. In questo articolo parleremo di cosa sia questa malattia e quanto sia importante l'analisi delle urine generale per la pielonefrite.

Descrizione della malattia

La pielonefrite è un processo infettivo-infiammatorio che colpisce per la prima volta il bacino, per poi passare direttamente al tessuto renale. Questo processo si sviluppa spesso sullo sfondo di malattie renali già esistenti, ad esempio, con urolitiasi o glomerulonefrite. Può essere acuto, cronico o purulento.

Gli indicatori di analisi di urina per pyelonephritis considerano sotto.

Perché esplorare l'urina?

Questa patologia viene diagnosticata utilizzando varie tecniche (ultrasuoni, radiografia, metodi diagnostici di laboratorio, ecc.), Tra cui un emocromo completo e l'analisi delle urine, che aiutano a tracciare la dinamica dei processi infiammatori e l'efficacia del trattamento prescritto. L'analisi delle urine in questo caso è considerata la più importante per la diagnosi precoce della pielonefrite, perché è più istruttiva per il medico. Sulla base dell'indagine, si distinguono tre possibili forme di flusso: acuto, cronico e cronico con esacerbazione.

leucocituria

Quando decifrare gli indicatori dell'analisi generale delle urine nella pielonefrite deve prestare attenzione alla leucocituria. Tali sintomi si sviluppano nei primi due o quattro giorni della malattia. Il processo infiammatorio è localizzato nello strato corticale del parenchima renale. Inoltre, la leucocitosi si manifesta anche nei processi ostruttivi nel tratto urinario durante lo sviluppo della pielonefrite. I sintomi principali di questa patologia sono di solito manifestazioni dolorose nella regione lombare, cioè dove si trovano i reni, e intossicazione sotto forma di brividi, febbre, perdita di appetito, debolezza generale, vomito e nausea frequente. I pazienti pediatrici possono avvertire dolore addominale. L'eritrocituria è anche un indicatore dell'insufficienza renale. È una conseguenza della papillite necrotica, della cistite acuta e delle alterazioni dell'apparato fornicoide.

Qual è il test delle urine per la pielonefrite prescritto?

Analisi generale in forma cronica

Come abbiamo detto, la pielonefrite ha un'origine infettiva-infiammatoria, che coinvolge il tessuto renale stesso nel processo della pelvi e del calice. Nella maggior parte dei casi, la malattia colpisce donne di età superiore ai cinquant'anni. Per la forma cronica della malattia è caratterizzata dall'alternanza di condizioni acute e remissioni. La pielonefrite è primaria (cioè la malattia non è associata ad altri problemi urologici) o secondaria (causata da malattie urologiche causate da infezioni del tratto urinario).

Che cosa causa la malattia?

Questi processi patologici sono causati da vari microrganismi: virus, funghi ed E. coli. In questo caso è necessario un esame emocromocitometrico completo per determinare a quale livello di emoglobina, globuli rossi, leucociti, ESR, e anche per tenere traccia dello spostamento del numero di leucociti sul lato sinistro. Inoltre, un importante indicatore è l'ipostenuria (contando la piccola proporzione di urina), oltre alla poliuria. Con l'esacerbazione della malattia, si osserva leucocituria, cioè l'aumento del numero di cellule leucocitarie a un valore di 20 * 103 e oltre, e i leucociti attivi circa il 30%. Durante la remissione, i leucociti potrebbero non mostrarsi in alcun modo nelle analisi. La fase latente del decorso di questa malattia è generalmente caratterizzata dalla povertà dei cambiamenti di laboratorio nei parametri. A volte i test possono non avere alcun cambiamento patologico, ma la malattia, tuttavia, non è scomparsa.

Analisi generale per pielonefrite acuta

La pielonefrite acuta è chiamata un processo infiammatorio acuto nei tessuti e nella pelvi renali, in cui le funzioni lavorative dei reni sono chiaramente compromesse. La causa più comune di questa patologia in forma acuta è l'E. coli ordinario. Alcuni cambiamenti tipici nell'analisi generale delle urine nella pielonefrite acuta sono i seguenti: il paziente ha minzione frequente e la proporzione sarà molto bassa, urina pallida, torbida, con alcuni sedimenti, con un pH basso (significativamente inferiore a 7,0), manifestazioni di proteine, aumento dei globuli bianchi, globuli rossi, epitelio e presenza di batteri.

Di seguito sono riportati i principali indicatori di analisi delle urine per la pielonefrite.

indicatori

Normalmente, una persona sana ha la seguente analisi: l'urina può essere di qualsiasi tonalità di giallo, trasparente, senza sedimenti, non ha un forte odore specifico, il valore del pH dovrebbe essere circa 7, il peso specifico è 1.018 o più, non ci dovrebbero essere proteine ​​nelle urine, glucosio, corpi chetonici, emoglobina e bilirubina. L'urina contiene un certo numero di eritrociti, leucociti ed epitelio, e il numero normativo è diverso negli uomini e nelle donne. La presenza di sali, batteri, funghi e parassiti nelle urine parla di patologia. Il cambiamento delle caratteristiche di urina e sangue avviene indipendentemente da quanto sia pronunciato clinicamente il processo patologico. Sebbene, ovviamente, sia impossibile negare l'esistenza di dipendenza diretta e il grado di cambiamenti negli indicatori di ricerca di laboratorio.

Viene anche eseguito un test delle urine per la pielonefrite nei bambini.

Tuttavia, se la malattia è asintomatica, un esame generale delle urine consente di valutare correttamente la situazione nel corpo del paziente. L'analisi generale dell'urina di per sé non può essere la base per l'affermazione della diagnosi. Complicano il quadro clinico della malattia, sepsi, endocardite settica subacuta, ecc. Creano alcune difficoltà nel rilevare questa patologia, di conseguenza, i medici prendono in considerazione diversi indicatori quando decifrano l'analisi generale delle urine e cercano di esaminare il quadro generale. Il primo gruppo è dati che indicano la presenza o l'assenza di precipitazioni nell'analisi. Con questo tipo di malattia, come la pielonefrite ematogena, le precipitazioni potrebbero non essere affatto presenti. Nel secondo gruppo ci sono indicatori collegati direttamente alla composizione dell'urina, se ci sono elementi patogeni. Tra gli indicatori che caratterizzano la natura acuta purulenta della malattia sono le proteine ​​e gli eritrociti.

Il loro numero conferma o nega che il paziente abbia la malattia in varie forme. Alcuni segni hanno una significativa somiglianza con i sintomi di altre patologie, il che complica notevolmente l'interpretazione delle manifestazioni cliniche della pielonefrite. Tuttavia, nei test delle urine ci possono essere differenze da altre malattie croniche degli organi interni. Se il paziente ha pielonefrite, allora la proporzione di urina sarà significativamente più alta, come confermato dall'analisi generale. La ragione in questo caso è il processo del catabolismo, così come la liberazione attiva del corpo dei fluidi da parte della pelle e dei polmoni. Se si utilizza un'analisi generale delle urine per la pielonefrite, il medico non riesce a vedere il quadro clinico olistico, quindi al paziente può essere prescritto uno studio come la leucocituria secondo il metodo Kakovsky - Addis, che consente di determinare la quantità di leucociti urinari.

Cambiamenti nelle prestazioni

Lo sviluppo di questa malattia modifica significativamente le solite caratteristiche delle urine: diventa opaco, potresti ricevere una colorazione leggermente rossastra, un odore sgradevole, che si avverte durante la minzione dolorosa.

I processi infiammatori non passano per la vescica e gli ureteri senza dolore: iniziano anche a sviluppare patologie di diversa natura. Con lo sviluppo della pielonefrite, l'analisi delle urine può contenere una certa quantità di proteine. Ciò significa che la membrana filtrante del rene non riesce a gestire i suoi compiti a causa del processo infiammatorio. Le malattie infiammatorie e infettive cambiano non solo il colore dell'urina, ma anche il livello del pH. Se il corpo sviluppa un'infezione urinaria, renale, l'urina produce una reazione acida. Nel decifrare i test, il medico terrà conto di questo fatto senza fallo, ma può essere considerato insieme ad altri indicatori, poiché una reazione acida può verificarsi durante la gravidanza, l'uremia e anche nella dieta vegetale del paziente.

formazione

La raccolta delle urine in diversi momenti della giornata può mostrare diverse concentrazioni delle sostanze che contiene. Per ottenere i risultati più accurati, è necessario raccogliere correttamente il materiale. L'urina viene raccolta al mattino, prima dei pasti. Prima di questo, è necessario escludere l'uso di bevande alcoliche. Quando si assumono antibiotici, alcuni giorni prima di raccogliere l'urina, è necessario smettere di usarli.

È considerato ottimale eseguire i test prima di assumere farmaci antibatterici. Prima di raccogliere l'urina, devi tenere la toilette del perineo e dei genitali con acqua calda senza usare il sapone. L'urina deve essere raccolta in uno speciale contenitore sterile (non può essere trattata con alcun disinfettante). Deve essere consegnato al laboratorio entro due ore dalla raccolta. Nel caso in cui non sia possibile fare una recinzione al mattino dopo il risveglio, può essere fatto quattro ore dopo l'ultima minzione, osservando tutte le regole sopra elencate.

Quindi, di sicuro, hai ottenuto buoni test delle urine. La pielonefrite è una malattia piuttosto grave con cui non dovresti scherzare.

Iscriviti agli aggiornamenti

Contatto con l'amministrazione

Questo è il trattamento della malattia sottostante che causa la comparsa di impurità nel sangue

Vecchio prezzo 20 000 ₽ da 10 000 ₽ offerta speciale

Esistono metodi conservativi e operativi di trattamento del varicocele, ma il trattamento chirurgico è considerato il più efficace.

Vecchio prezzo da 20 000 ₽ da 15 000 ₽ promozione

In assenza di un trattamento tempestivo della pielonefrite, può portare a complicazioni così gravi come insufficienza renale, ascesso di carbuncolo o rene, sepsi e shock batterico.

Vecchio prezzo da 15 000 ₽ da 10 000 ₽ promozione

trattamento efficace, prezzi accessibili, medici della più alta categoria

Vecchio prezzo da 30 000 ₽ da 20 000 ₽ promozione

trattamento moderno di tutte le malattie urologiche e andrologiche

Vecchio prezzo 1 500 ₽ 1 000 ₽ promozione

Consultazione con un urologo-andrologo (DMN) e prescrizione di trattamento

Complesso diagnostico complesso di terapia antibatterica

Massaggio della prostata e riscaldamento della prostata laser

Vecchio prezzo da 20 000 ₽ da 15 000 ₽ promozione

consultazione del complesso ospedaliero urologo-andrologo (chirurgo), emocromo completo, anestesia locale

Vecchio prezzo 18 000 ₽ da 6 000 ₽ offerta speciale

Leucociti con pielonefrite

La pielonefrite è un'infiammazione infettiva della pelvi renale, che si manifesta in forma acuta o cronica. Il principale metodo diagnostico è l'analisi delle urine, perché i leucociti con pielonefrite superano sempre la norma. Molto spesso, la malattia si manifesta con sintomi lievi o asintomatici, il che complica gravemente la diagnosi.

sintomi

Le forme acute e croniche della malattia sono segni caratteristici del processo infiammatorio. La pielonefrite acuta si sviluppa improvvisamente ed è caratterizzata da:

• febbre alta con brividi;


La pielonefrite cronica diventa dovuta a un trattamento prematuro o inefficace della forma acuta della malattia. L'esacerbazione della forma cronica si verifica dopo l'ipotermia o malattie infettive e virali. Nella pielonefrite cronica, i sintomi possono essere permanenti o temporanei, comparsi durante le esacerbazioni e scomparire durante una pausa.

la diagnosi

Se sospetti l'insorgenza della malattia, ti consigliamo di contattare il nostro centro medico a Mosca, dove gli urologi esperti e altamente professionali conducono l'ammissione dei pazienti e c'è un moderno laboratorio e attrezzature di ricerca. Di grande importanza è la possibilità di ottenere risultati accurati nella diagnosi, poiché la correttezza della diagnosi e la tempestività di un trattamento adeguato e altamente efficace dipendono da essa.

trattamento

Il trattamento del decorso acuto della malattia viene effettuato in ospedale con l'aiuto di farmaci antibatterici, il cui scopo dipende dal tipo di patogeno e tenendo conto dei loro effetti. Al paziente viene prescritto un riposo a letto e una dieta appropriata, e le analisi devono essere eseguite ogni settimana, in quanto è necessario monitorare l'efficacia del trattamento e la sensibilità dei batteri agli antibiotici. La febbre e il dolore passano attraverso tre giorni, e il miglioramento delle urine e dei valori ematici si verifica un mese dopo l'inizio del trattamento. Il paziente ha bisogno di supervisione medica, in cui i test dovranno essere testati ogni 3 mesi. La pielonefrite è considerata completamente guarita se entro 2 anni i test delle urine sono normali.

Analisi delle urine per la pielonefrite: indicatori e come determinare la malattia

Su base ambulatoriale, la pielonefrite viene di solito collocata sulla base di anamnesi, esame, indagine ed è supportata dai risultati delle analisi delle urine. Prima di tutto, è un'analisi microscopica dell'urina.

Altri test di laboratorio sono utilizzati solo per identificare complicazioni e nella fornitura di cure mediche di emergenza, al fine di scoprire se una persona debba essere ricoverata in ospedale.

I casi facilmente diagnosticati si verificano più spesso nelle donne. Tuttavia, particolarmente pericoloso, la manifestazione di questa malattia si manifesta nella seguente categoria di persone:

  • Men.
  • Persone anziane
  • Pazienti con malattie concomitanti, inclusa malattia renale.
  • Bambini e neonati

In tutti i casi, il modo principale per diagnosticare la malattia è l'analisi delle urine, ma per la categoria di cui sopra, più spesso, viene utilizzato l'ecografia, poiché le manifestazioni possono essere nascoste.

Perché ho bisogno di un test delle urine per la pielonefrite

L'analisi delle urine per la pielonefrite è il metodo principale per rilevare una malattia. A tale scopo, un campione di urina viene raccolto in un contenitore sterile in conformità a tutte le regole e presentato al laboratorio per la diagnosi. Gli esperti lo esaminano al microscopio, svolgono varie reazioni e rilevano la presenza di batteri patogeni, virus o funghi.

Poiché l'infiammazione nei reni è una malattia causata da batteri patogeni, come risultato dello studio, è necessario scoprire quale tipo di infezione fosse per la nomina del trattamento corretto.

norme

La pielonefrite è immediatamente visibile da un'analisi generale, poiché molti indicatori non sono normali. Norma è come dovrebbero essere gli indicatori nelle persone sane, in assenza di infiammazione e altre malattie.

Considerare i principali indicatori dell'analisi delle urine in assenza della malattia:

  • Reazione o pH da 4 a 7.
  • Densità - 1.012 g / l - 1.022 g / l.
  • Proteine ​​- fino a 0,033 g / l.
  • Glucosio - fino a 0,8 mmol / l.
  • La bilirubina è assente.
  • Urobilinogeno - 5-10 mg / l.
  • Eritrociti: donne - fino a 3, uomini - fino a 1.
  • Leucociti: donne - fino a 6, uomini - fino a 3.
  • Cellule epiteliali - fino a 10.
  • I cilindri sono assenti, singoli ialini.
  • I sali sono assenti.
  • I batteri sono assenti.

Si può capire da questa norma, se eventuali cambiamenti nei risultati sono deviati da questi indicatori, questa è la ragione per consultare un medico.

indicatori

Uropatogeni che causano la maggior parte dei casi di infiammazione acuta dei reni. Può essere una varietà di batteri, funghi o lievito. Possono esistere tranquillamente in una persona e non causare sintomi, ma possono anche provocare infiammazioni così gravi come la pielonefrite.

Con l'infiammazione, quasi tutti gli indicatori cambiano sotto l'influenza di batteri o virus dannosi. La differenza dalla norma può essere insignificante con una leggera infiammazione e molto diversa nel caso di uno stadio avanzato della malattia. Ecco come la composizione dell'urina varia con la pielonefrite:

  • Reazione o pH - più di 8.
  • Densità: oltre 1.030 g / l.
  • Proteine ​​- da 0,5 a 1%.
  • Glucosio - più di 0.8 mmol / l.
  • La bilirubina è presente.
  • Urobilinogeno - più di 10 mg / l.
  • Globuli rossi: donne - da 3, uomini - da 1
  • Leucociti: donne - da 6, uomini - da 3.
  • Cellule epiteliali - più di 10.
  • Cilindri - presenza di granuli, presenza di ialina superiore a 20/1 ml
  • Sali - ossalati sono presenti.
  • Batteri - sono presenti varie specie.

Sono i batteri che causano la maggior parte della pielonefrite, che può causare varie complicanze, fino alla sepsi. I principali batteri che causano l'infiammazione nei reni sono:

  • E. coli - 70-95%
  • Stafilococco - 5-10%
  • Altri - meno dell'1%.

Come determinare la pielonefrite mediante analisi delle urine

Per scoprire se esiste o no pielonefrite, è necessario innanzitutto passare l'analisi delle urine in conformità con tutte le regole di consegna. Dopo che è esaminato da esperti e il risultato è dato alle mani o al medico curante. Se il risultato si rivelasse essere un medico, condurrà un sondaggio, esaminerà e confronterà i reclami con i risultati dell'analisi. Se il risultato è dato sulle mani, è anche necessario portarlo dal medico.

Tuttavia, puoi capirlo da solo. Per fare ciò, è necessario confrontare gli indicatori di prestazione e i risultati emessi. Ad esempio, se una persona sana non ha batteri nelle urine, allora il paziente sarà presente, come E. coli o stafilococco. La maggior parte degli indicatori supererà la norma, poiché l'infiammazione si diffonde in tutto il corpo, la bilirubina e i sali possono anche apparire nelle urine, che sono assenti in un corpo sano.

Colore delle urine nella pielonefrite

Normalmente, l'urina ha un colore giallo paglierino, con trasparenza e senza un forte odore. Nel caso della pielonefrite, il colore può essere rosso-marrone, opaco e con un odore pungente. Il colore è principalmente associato ai prodotti di decadimento di alcuni pigmenti.

Elevata bilirubina nelle urine causerà il colore della birra, e la tonalità rossa causerà elevati globuli rossi. Torbidità delle urine, più spesso causata dalla presenza di sali o livelli elevati di globuli bianchi e cilindri in essa contenuti.

KLA per pielonefrite

L'emocromo completo per la diagnosi di pielonefrite è meno importante per l'individuazione della malattia rispetto all'analisi delle urine. Ma è un indicatore importante per l'identificazione delle malattie associate e delle condizioni generali del paziente. UAC permette, prima di tutto, di scoprire se c'è un'infiammazione nel corpo, l'indicatore principale di questo sarà un aumento del livello di leucociti.

Indicatori come ESR, acido urico e contenuto di prodotti azotati aumentano, ed eritrociti, diminuzione totale di proteine ​​e emoglobina.

Quali cambiamenti si verificano nella pielonefrite e come calcolarlo mediante analisi

Quando pielonefrite si verifica più cambiamenti nel corpo umano. L'infiammazione, più spesso, è accompagnata da febbre, mal di schiena, nausea e vomito. Oltre ai sintomi principali, la pielonefrite si manifesta con cambiamenti di urina e sangue.

Nelle urine appare una maggiore quantità di alcuni indicatori, così come la presenza di sostanze, che normalmente non dovrebbero essere. Con i risultati del test del sangue, succede la stessa cosa, alcuni componenti aumentano, alcuni diminuiscono. È confrontando i risultati del test e i sintomi comuni che può essere calcolata la pielonefrite.

Test delle urine per la pielonefrite: informazioni dal punto di vista patologico

La malattia renale è attualmente un tipo comune di patologia riscontrata negli adulti e nei bambini. Infiammazione acuta e cronica - pielonefrite - un problema serio, con il trattamento tardivo porta a disabilità e disabilità. Un compito importante per il medico in questa situazione è riconoscere la malattia nel tempo e intraprendere le azioni appropriate. Test di laboratorio delle urine in varie modifiche portano molte informazioni utili.

Quello che devi sapere sulla pielonefrite

L'infiammazione è in realtà un processo patologico universale nel corpo umano. Spesso, il suo obiettivo sono le coppe tissutali e la pelvi renale, che è l'inizio del tratto urinario. Nella maggior parte dei casi, questa situazione è dovuta alla moltiplicazione dei patogeni.

Quando pielonefrite è infiammata pelvi del tessuto e tazze di rene

Durante la malattia nei reni, si verifica una lotta tra i batteri e il sistema immunitario del corpo. Allo stesso tempo, i microrganismi e le cellule del sangue speciali, i leucociti, muoiono in grandi quantità, dopo di che vengono escreti con le urine.

Inoltre, sullo sfondo dell'infiammazione, batteri e globuli bianchi aderiscono insieme, intasando il lume dei tubi speciali - i tubuli renali. Di conseguenza, la massa bloccata risultante chiamata "cilindro" viene escreta nelle urine. Quando pielonefrite aumenta la quantità di sostanze cristalline - sali di acido urico, ossalico e fosforico. Diventano il componente principale dei sedimenti urinari.

Infiammazione del rene - Video

Analisi delle urine: un metodo di conduzione

L'urina è un riflesso affidabile di tutti i processi che si verificano nel corpo, compresa l'infiammazione nei reni. La sua ricerca è il componente principale della diagnosi delle forme acute e croniche di pielonefrite. La semplicità e l'informatività sono i principali vantaggi delle analisi in questa situazione.

Il processo infiammatorio nei reni modifica in modo significativo le proprietà delle urine.

Per ottenere l'urina non è necessario perforare la pelle, come quando il sangue viene prelevato dal flusso sanguigno. Questa circostanza è estremamente comoda, dal momento che il paziente può raccogliere in modo indipendente il materiale per la ricerca e consegnarlo al laboratorio. Un bambino, anche un neonato, tollererà molto bene questa procedura.

Prepararsi allo studio dell'urina con la pielonefrite non richiede manipolazioni complesse. Per ottenere indicatori corretti, è sufficiente osservare le seguenti regole:

  • alla vigilia dello studio, eliminare i prodotti coloranti (barbabietole, carote, bevande con colori artificiali) dalla dieta;
  • non usare droghe per la colorazione delle urine: sulfonammidi (Biseptol), nitrofurantoine (Furadonin, Furazolidone); La droga Furazolidone dipinge l'urina in un colore giallo brillante.
  • procedure igieniche prima di raccogliere l'urina;
  • preparare un contenitore pulito e asciutto con tappo a vite (venduto nelle farmacie); I contenitori per la raccolta delle urine per l'analisi possono essere acquistati in farmacia
  • raccogliere nel serbatoio solo la parte centrale dell'urina mattutina accumulata nella vescica durante la notte;
  • il più rapidamente possibile per consegnare il materiale raccolto per la ricerca al laboratorio, poiché la conservazione a lungo termine modifica in modo significativo le proprietà dell'urina;
  • durante le mestruazioni, è meglio abbandonare lo studio pianificato.

Se per qualche motivo un paziente non può raccogliere materiale per la ricerca in modo indipendente a causa dell'età o delle condizioni di salute, il personale medico può farlo con un sottile tubo di silicone (catetere) inserito nella vescica attraverso l'uretra (uretra). Spesso questa tecnica viene applicata quando è necessario eseguire la semina su sterilità e sensibilità agli antibiotici.

Un catetere urinario viene utilizzato per raccogliere l'urina per l'analisi.

Metodi per valutare l'analisi delle urine

Un medico diagnostico di laboratorio che ha raccolto l'urina raccolta per la ricerca determina un numero di indicatori che sono di grande valore per la diagnosi di forme acute e croniche di pielonefrite.

Il colore dell'urina viene valutato per primo. L'infiammazione che si sviluppa nel tessuto delle coppe e nella pelvi renale ha un effetto significativo su questo parametro. Se l'urina normale è giallo paglierino a causa del contenuto di sostanze coloranti dell'urocromo, quindi con una malattia causata da microbi, assume un colore giallo intenso. La trasparenza delle urine nella pielonefrite è significativamente ridotta a causa dell'alto contenuto di batteri, leucociti e sali.

La gravità specifica delle urine è un parametro estremamente importante. Nell'analisi è presentato in forma digitale. In condizioni normali, non è molto diverso dall'unità: la densità dell'acqua pura. Nella porzione mattutina, il peso specifico varia solitamente da 1020 a 1030 unità. Con la pielonefrite, questa cifra può raggiungere 1040 o più a causa dell'alto contenuto di batteri, leucociti e sali.

La proporzione di urina in pyelonephritis aumenta in modo significativo

L'acidità delle urine è una proprietà importante. È determinato abbastanza semplicemente - cambiando il colore di una striscia reattiva speciale. Normalmente, la reazione dell'urina è leggermente acida, che si riflette nei numeri del pH da quattro a sette. Con pielonefrite, può essere debolmente alcalino o alcalino. L'indicatore dell'idrogeno in questo caso supera le sette unità.

L'acidità delle urine viene determinata utilizzando una striscia reattiva.

La proteina è un altro componente importante dell'analisi totale delle urine. In condizioni normali, la sua quantità è così piccola che non può essere determinata con alcun metodo. Tuttavia, il contenuto proteico ammissibile nelle urine non è superiore a 0,33 grammi per litro. Quando aumenta il contenuto proteico di pielonefrite, ma i numeri non raggiungono valori molto grandi.

Determinare il numero di leucociti nelle urine è una delle fasi principali dell'analisi. A questo scopo, l'urina viene esaminata al microscopio. In condizioni normali, non ci sono globuli bianchi nelle urine, o il loro numero è piccolo - circa 1-2 in un campo visivo. Quando i leucociti pielonefrite nelle urine contiene molto. Con la microscopia, possono occupare tutti i campi di vista e persino non cedere a un calcolo pezzo-saggio.

Il numero di leucociti nelle urine aumenta con pielonefrite

Quando si esamina l'urina al microscopio tra i globuli bianchi, uno specialista può notare la presenza di globuli rossi. Loro, come i leucociti, sono componenti del sangue. Nella pielonefrite, possono comparire in presenza di calcoli nei reni, graffiando la mucosa delle vie urinarie. L'infiammazione delle coppe e della pelvi renale non causa la comparsa di sangue nelle urine.

Eritrociti nelle urine - un segno caratteristico della presenza di calcoli renali

La presenza di cilindri nelle urine è un altro indicatore importante. Di norma, la microscopia può stabilire in modo affidabile il loro tipo. Quando esperti di pielonefrite notano la presenza nell'urina di cilindri costituiti da leucociti e batteri. Questi ultimi sono anche chiaramente visibili al microscopio e il medico può indicativamente indicarne il numero.

Quando esperti di pielonefrite notano la presenza nell'urina di cilindri costituiti da leucociti e batteri

Il sedimento urinario con pielonefrite contiene sali - sostanze che assomigliano a cristalli di microscopio di varie forme. Sono prodotti metabolici - proteine, grassi, bilirubina. Quest'ultimo è formato nel fegato da globuli rossi distrutti e parzialmente entra nelle urine. Quando l'infiammazione, in particolare si verificano sullo sfondo di pietre nel tratto urinario, la quantità di sale aumenta in modo significativo.