urolitiasi

Cliniche

L'urolitiasi (urolitiasi) è una malattia risultante da un disturbo metabolico, in cui un precipitato insolubile sotto forma di sabbia (fino a 1 mm di diametro) o di calcoli (da 1 mm a 25 mm e più) si forma nelle urine. Le pietre si insediano nel tratto urinario, che interrompe il normale flusso di urina ed è la causa della colica e dell'infiammazione renale.

Qual è la causa della urolitiasi, quali sono i primi segni e sintomi negli adulti, e ciò che è prescritto come trattamento, considerare dopo.

Cos'è l'urolitiasi?

L'urolitiasi è una malattia caratterizzata dalla comparsa di lesioni dure come la pietra negli organi urinari (reni, ureteri, vescica). Nel loro nucleo, i calcoli urinari sono cristalli che provengono da sali disciolti nelle urine.

I calcoli nella urolitiasi possono essere localizzati nel rene destro e sinistro. Le pietre bilaterali sono osservate nel 15-30% dei pazienti. La clinica di urolitiasi è determinata dalla presenza o dall'assenza di disturbi urodinamici, alterazioni delle funzioni renali e dal processo infettivo di adesione nell'area del tratto urinario.

Tipi di calcoli urinari:

  • Gli uri sono pietre costituite da sali di acido urico, di colore giallo-bruno, a volte color mattone, con una superficie liscia o leggermente ruvida, piuttosto densa. Formato da urina acida.
  • Fosfati - pietre, costituite da sali di acido fosforico, grigiastre o bianche, fragili, facilmente spezzate, spesso combinate con l'infezione. Formato in urina alcalina.
  • Ossalati - costituiti da sali di calcio di acido ossalico, di regola, di colore scuro, quasi nero con una superficie pungente, molto denso. Formato in urina alcalina.
  • Cistina, xantina, concrementi di colesterolo si trovano raramente.
  • Pietre miste: il tipo più comune di pietre.

cause di

Questa malattia è polietiologica, cioè diversi fattori portano al suo sviluppo. Molto spesso, l'urolitiasi si sviluppa nelle persone di età compresa tra 20 e 45 anni e gli uomini ne soffrono 2,5-3 volte più spesso delle donne.

L'urolitiasi si sviluppa, molto spesso, a causa di disordini metabolici. Ma qui è necessario tener conto del fatto che l'urolitiasi non si svilupperà se non ci sono fattori predisponenti per questo.

Le cause della urolitiasi sono le seguenti:

  • malattie dei reni e del sistema urinario;
  • disordini metabolici e malattie ad esso associati;
  • processi patologici del tessuto osseo;
  • la disidratazione;
  • malattie croniche del tubo digerente;
  • dieta malsana, consumo eccessivo di cibi malsani - cibi piccanti, salati, acidi, fast food;
  • carenza acuta di vitamine e minerali.

Le pietre con urolitiasi possono formare in qualsiasi parte del tratto urinario. A seconda di dove si trovano, si distinguono le seguenti forme di malattia:

  • Nefrolitiasi nei reni;
  • Ureterolitiasi - negli ureteri;
  • Cistolithiasi - nella vescica.

Sintomi di urolitiasi

I primi segni di urolitiasi vengono rilevati per caso, durante l'esame o durante l'insorgenza improvvisa di colica renale. La colica renale è un grave attacco doloroso, spesso il sintomo principale della urolitiasi, e talvolta l'unico, derivante da uno spasmo del dotto urinario, o dalla sua ostruzione con una pietra.

Principali sintomi dell'urolitiasi o di quali pazienti si lamentano:

  • bruciore e pungente sul pube e nell'uretra durante la minzione - a causa del rilascio spontaneo di piccoli ciottoli, la cosiddetta "sabbia";
  • lombalgia associata a un brusco cambiamento della posizione corporea, una forte scossa e abbondanti bevute (specialmente dopo aver bevuto liquidi come birra e acqua salata). I dolori sono dovuti al leggero spostamento delle pietre;
  • ipertermia (alta temperatura) - indica una pronunciata reazione infiammatoria alla pietra al posto del suo contatto con le membrane mucose, nonché l'aggiunta di complicanze infettive;
  • Colica renale Quando l'uretere viene bloccato con la pietra, la pressione nella pelvi renale aumenta bruscamente. Lo stretching del bacino, nel cui muro è presente un gran numero di recettori del dolore, causa un forte dolore. Pietre di dimensioni inferiori a 0,6 cm, di regola, partono da sole. Quando si restringe il tratto urinario e l'ostruzione di grandi pietre non scompare spontaneamente e può causare danni e la morte del rene.
  • Ematuria. Nel 92% dei pazienti con urolitiasi dopo colica renale, si osserva microematuria, che si verifica a seguito di danni alle vene del plesso fornikal e viene rilevata durante gli studi di laboratorio.

Inoltre, la dimensione del calcolo non è sempre paragonabile alla gravità dei reclami: i calcoli più grandi (pietra corallina) non possono disturbare una persona per un lungo periodo, mentre un calcolo relativamente piccolo nell'uretere porta a colica renale con dolore severo.

Le manifestazioni cliniche dipendono principalmente dalla posizione della pietra e dalla presenza o assenza del processo infiammatorio.

Malattia renale urolitiasi

Urolitiasi (altri nomi - nefrolitiasi, nefropatia, urolitiasi) è una malattia che, una volta sviluppata, si formano calcoli nei reni di una persona o in altri organi del sistema urinario. I sintomi dell'urolitiasi possono comparire per la prima volta nell'uomo a quasi tutte le età. Come dimostra la diagnosi, la malattia può svilupparsi nei neonati e negli anziani. Ma a seconda dell'età della persona malata, il tipo di pietra è diverso. Pertanto, nei pazienti anziani, i calcoli di acido urico sono più spesso formati. Allo stesso tempo, le pietre proteiche si trovano in pazienti che hanno bisogno di un trattamento per l'urolitiasi, molto meno spesso. Il più delle volte, quando le pietre urolitiasi si formano con una composizione mista. La dimensione delle pietre può essere diversa. Quindi, se stiamo parlando di pietre fino a 3 mm di diametro, non sono le pietre a essere determinate, ma la sabbia nei reni. A volte le pietre di grandi dimensioni possono raggiungere fino a 15 cm. Ci sono anche descrizioni di casi in cui le pietre pesavano più di 1 kg.

Cause di urolitiasi

Prima di prescrivere il trattamento della malattia o praticare il trattamento con rimedi popolari, se possibile, è necessario determinare le cause presuntive, a causa delle quali una persona ha segni di urolitiasi. Il motivo principale per la comparsa di calcoli renali è un grave disturbo nel processo del metabolismo, in particolare i cambiamenti nel bilancio chimico e salinico del sangue. Ma mentre un ruolo importante nello sviluppo della malattia è la presenza di alcuni fattori che favoriscono la formazione di calcoli. Prima di tutto, questo è lo sviluppo delle malattie umane del tratto gastrointestinale, così come le malattie degli organi del sistema urogenitale, le malattie delle ossa, la funzione alterata delle ghiandole paratiroidi. La carenza di vitamine può anche provocare la comparsa di calcoli. È particolarmente importante compensare la mancanza di vitamine del gruppo D, quindi anche la prevenzione della malattia prevede il loro ricevimento.

Nutrizione: non meno importante fattore. Le pietre appaiono spesso in quelle persone che consumano prodotti che possono aumentare significativamente l'acidità delle urine. Ecco perché una dieta per l'urolitiasi elimina i cibi salati, aspri e troppo piccanti. Un altro punto importante: l'acqua che consuma sistematicamente le persone. Se è troppo duro e nella sua composizione ci sono più sali, aumenta la probabilità di comparsa di calcoli. Più spesso si trovano pietre nelle persone che vivono costantemente in un clima molto caldo. Ma la mancanza di esposizione ai raggi ultravioletti può provocare urolitiasi. Nel processo di diagnosi, il medico non solo prescrive i metodi di ricerca necessari, ma scopre anche cosa esattamente potrebbe scatenare l'insorgenza della malattia. Sia il trattamento medico che il trattamento popolare dovrebbero essere effettuati per questi motivi.

sintomi

Nella maggior parte dei casi, la malattia renale si manifesta con segni che una persona non può ignorare. Ma a volte la malattia è nascosta e i calcoli renali possono essere rilevati solo per caso, quando vengono diagnosticate e trattate altre malattie.

I principali sintomi di urolitiasi - una manifestazione di dolore nella regione lombare. Una persona può essere disturbata dal dolore da una parte o da entrambi. Le sensazioni di dolore sono noiose, ma estenuanti, aumentano con lo sforzo fisico o nel momento in cui il paziente cerca di cambiare la posizione del corpo. Se il calcolo renale è nell'uretere, il dolore diventa più intenso e copre il basso addome, l'inguine e i genitali. A volte lei si arrende. Un attacco doloroso molto forte finisce spesso con lo scarico di pietre con l'urina.

I pazienti con urolitiasi periodicamente soffrono di colica renale. Questa è una condizione in cui si sviluppa un dolore incredibilmente grave nella regione lombare. La colica può durare anche pochi giorni, mentre il dolore si attenua leggermente, quindi riprende di nuovo con una nuova forza. L'attacco si ferma quando la pietra cambia posizione o entra nella vescica.

In presenza di calcoli renali, una persona può sentire dolore durante la minzione e la minzione è troppo frequente. In questo caso, possiamo supporre che le pietre siano nell'uretere o nella vescica. Nel processo di minzione, il flusso di urina è a volte interrotto, e allo stesso tempo il paziente non sente il pieno svuotamento della vescica. I medici definiscono un sintomo come la sindrome della "posa". Se una persona cambia la posizione del corpo, la minzione continua.

Dopo un attacco doloroso o uno sforzo fisico, il sangue può essere rilevato nell'urina del paziente. Anche per la malattia della pietra urinaria è caratterizzata da torbidità delle urine, ipertensione intermittente. Se la pielonefrite si unisce alla malattia, la temperatura corporea del paziente può aumentare fino a 38-40 gradi.

A volte durante la vita sono presenti sassi o sabbia nei reni e non compaiono sintomi. Di conseguenza, il paziente potrebbe non essere nemmeno a conoscenza della sua malattia. In generale, i sintomi dipendono direttamente da quale dimensione e tipo di pietra il paziente ha, dove si trova esattamente la pietra e quali violazioni sono osservate nel sistema urogenitale. Anche il trattamento della sabbia nei reni e le pietre negli organi del sistema genito-urinario viene effettuato tenendo conto di questi fattori.

Pertanto, il principale sintomo obiettivo della urolitiasi sono i calcoli renali. I sintomi dei calcoli renali sono, prima di tutto, torbidità delle urine, presenza di sedimenti in esso, un cambiamento di carattere (l'urina scura e densa appare all'inizio della minzione).

Quali pietre si formano in una persona nei reni, in grado di determinare lo studio aggiuntivo. Possono avere una composizione diversa. Assegni calcoli renali di fosfato, calcio e ossalato. Ma tuttavia, la diagnosi mostra che il più spesso nei reni di pazienti formano pietre di tipo misto.

La rimozione dei calcoli renali è il principale punto di trattamento. Ma inizialmente il medico deve determinare tutte le caratteristiche della malattia e solo allora decidere cosa fare. È importante notare che all'inizio della malattia le pietre potrebbero non manifestarsi affatto. In questo caso, stiamo parlando del cosiddetto kamnosenistvo. Ma in questo caso è importante identificare la malattia e determinare come rimuovere le pietre, perché in qualsiasi momento possono provocare coliche renali. Le cause che influenzano la manifestazione dei sintomi sono varie: questo è un forte stress, una dieta rotta e un intenso sforzo fisico. A proposito, nella maggior parte dei casi, piccole pietre causano coliche renali. Ma la presenza di grandi pietre nei reni, le cui foto sono particolarmente impressionanti, non è meno pericolosa, poiché si tratta di un percorso diretto allo sviluppo dell'insufficienza renale e alla morte del rene. Pertanto, è estremamente importante condurre una diagnosi qualitativa con tutta la ricerca, in cui il medico può conoscere le caratteristiche del decorso della malattia e il successivo trattamento. La prevenzione della malattia tra coloro che sono inclini alla formazione di calcoli merita particolare attenzione.

diagnostica

Esistono numerosi metodi diagnostici in base ai quali le malattie del sistema urinario vengono rilevate dagli specialisti nelle prime fasi. Ma qui è la coscienza dei pazienti. Ogni persona, quando i primi sintomi delle patologie del sistema urogenitale si manifestano, dovrebbe consultare un medico, poiché non può capire da solo se ha calcoli renali, un uretere o una vescica di calcoli.

Dopo che il paziente è stato intervistato, l'urologo prescrive l'esame necessario. Prima di tutto, viene effettuata un'analisi di laboratorio delle urine, che consente di determinare la presenza di infezione microbica, la presenza di sangue nelle urine e anche di conoscere la natura delle impurità saline. Con l'aiuto di un esame del sangue generale, vengono rilevati processi infiammatori. Inoltre, vengono eseguiti esami del sangue biochimici. Uno degli studi più importanti per i calcoli renali sospetti è l'ecografia dei reni. Tuttavia, in alcuni casi, l'ecografia non consente di determinare la presenza di calcoli nell'uretere, poiché possono essere localizzati in profondità dietro il peritoneo.

L'urografia escretoria viene spesso prescritta allo scopo di individuare le pietre. Per fare questo, un mezzo di contrasto viene iniettato nella vena, dopo di che vengono prese le radiografie. Lo studio della panoramica generale del sistema urinario consente al medico di identificare esattamente dove si trovano le pietre, per scoprire quale forma e dimensione hanno. Ma allo stesso tempo, lo specialista tiene conto che alcune pietre sono in grado di saltare i raggi X. Di conseguenza, le loro immagini non sono visibili.

Un altro metodo di ricerca è la radioisotopo nephroscintigraphy. La procedura inizia con l'introduzione di uno speciale radiofarmaco nella vena. Si accumula nei reni e poi espulso attraverso di loro. In questo momento, i reni vengono scansionati, il che consente di determinare la violazione delle loro funzioni. Lo studio è informativo per lo specialista.

complicazioni

Se il trattamento della urolitiasi non è stato effettuato in modo tempestivo, allora la pielonefrite, sia acuta che cronica, potrebbe presto svilupparsi come complicanze. Se il paziente non richiede aiuto, allora è possibile una fusione purulenta del rene. In questo caso, il paziente perde un rene.

Se le pietre sono nella vescica, allora la persona può soffrire di attacchi acuti costanti e molto dolorosi di cistite. Anche le complicanze della nefrolitiasi spesso diventano uretrite, insufficienza renale cronica.

trattamento

La nefrolitiasi dei reni deve essere trattata in più fasi. Nei pazienti con dolore acuto, è necessario, prima di tutto, alleviare un attacco di colica acuta. Ulteriore trattamento comprende la rimozione della pietra, la terapia del processo infettivo e la prevenzione dello sviluppo di pietre in futuro.

Il trattamento dei calcoli renali viene effettuato con metodi conservativi e chirurgici. Il metodo di trattamento conservativo include il trattamento farmacologico, una dieta rigorosa e un certo regime di consumo. Tuttavia, la terapia con la pillola, così come alcuni rimedi popolari, può essere efficace se il paziente ha solo pietre molto piccole o sabbia nei reni. Farmaci prescritti dal medico in questi casi, contribuiscono alla dissoluzione di calcoli renali e sabbia. Tuttavia, in ogni caso è impossibile utilizzare tali farmaci senza il controllo di uno specialista. Deve decidere come trattare l'urolitiasi e come sciogliere le pietre. Quando si pratica il trattamento popolare, il paziente deve anche prima consultare il medico, poiché qualsiasi medicina popolare può influire negativamente sulla salute del paziente.

Se, in presenza di calcoli renali, la persona ha iniziato un processo infiammatorio, è necessario un trattamento antibatterico. Dopo questo, il medico decide come rimuovere le pietre.

Nella medicina moderna si pratica la frantumazione di pietre con un laser. Il trattamento laser comporta una combinazione di endoscopia e l'uso del laser stesso.

L'endoscopio viene inserito nel canale uretrale, dopodiché l'ugello laser viene schiacciato. Il metodo non è doloroso e talvolta ti permette di rimuovere le pietre in una sola procedura. Inoltre, può essere utilizzato per sbarazzarsi di pietre di varie forme e dimensioni.

La frantumazione dei calcoli renali viene effettuata anche utilizzando le capacità ecografiche. In questo caso viene applicato il principio dell'onda d'urto dello schiacciamento, che è assicurato da un apparecchio speciale. La frammentazione mediante ultrasuoni consente di portare pietre il cui diametro non superi i 2 cm. Il paziente viene anestetizzato e le pietre vengono schiacciate in misura tale da poter passare facilmente attraverso l'uretere. Quando si frantumano grosse pietre richiede diverse di queste procedure. Gli effetti negativi sul corpo nel suo complesso non hanno l'ecografia.

Se una persona ha sassi di grandi dimensioni e ci sono alcune complicazioni, allora si pratica un trattamento chirurgico eseguendo un intervento chirurgico addominale. Questo è il metodo più traumatico.

dieta

Pazienti con diagnosi di urolitiasi, è molto importante seguire costantemente una dieta speciale. La dieta del paziente si sviluppa a seconda della composizione delle pietre e di ciò che causa lo sviluppo della urolitiasi. La nutrizione è organizzata in modo tale che nella dieta vi sia un minimo di alimenti che contribuiscono alla formazione e alla crescita delle pietre.

Se a una persona viene diagnosticata una urolitiasi da fosfato, si nota una reazione urinaria alcalina. Pertanto, deve essere acidificato. Non è raccomandato per questi pazienti consumare molta frutta e verdura, i prodotti lattiero-caseari non dovrebbero essere inclusi nella dieta. Si consigliano carne, pesce, olio vegetale, farina. Bisogno di bere un po 'meno di quando si rilevano pietre ossalate e uratnyh.

Se si riscontrano calcoli di carbonato, è importante che il paziente limiti l'uso di alimenti ricchi di calcio. L'urina aumenta l'acidità consumando pesce, carne, uova, olio e farina.

In presenza di calcoli di urati, è necessario utilizzare il minor numero possibile di prodotti che provochino la formazione di acido urico. Questi sono reni, fegato, brodi di carne. Anche limitato a pesce, carne, grassi vegetali. Questi pazienti hanno bisogno di bere succo fresco dal limone, ma il succo di pompelmo non è raccomandato.

Quando si individuano calcoli di ossalato, i prodotti contenenti acido ossalico e calcio devono essere rimossi dalla dieta. Questa acetosa, patate, spinaci, arance, latticini.

Ci sono anche una serie di raccomandazioni generali per i pazienti con urolitiasi. Ogni giorno devi bere almeno due litri di liquido, e nella stagione calda devi usare così tanto liquido in modo da non provare mai sete. Positivamente sul corpo influisce l'assunzione di infusi e decotti di erbe diuretiche. È importante limitare i cibi acidi, piccanti e salati ed evitare l'eccesso di cibo. Non bere bevande alcoliche. Inoltre, i medici raccomandano che i pazienti con le pietre conducano una vita attiva, ma allo stesso tempo evitano i carichi pesanti. Non possiamo permettere forti stress, supercool.

Se la colica renale inizia improvvisamente in una persona, allora un bagno caldo o una bottiglia di acqua calda, che deve essere applicata alla regione lombare, può alleviare l'attacco di dolore.

prevenzione

Come misura di prevenzione della urolitiasi, è necessario bilanciare la dieta per renderla il più sana possibile. Dovresti bere almeno due litri di liquidi al giorno e in ogni caso non permettere l'ipotermia della regione lombare. Vale anche la pena di fare attenzione a perdere peso. Se una persona sente che il disagio o il dolore è apparso nella regione lombare, allora è impossibile ritardare una visita all'urologo in ogni caso.

Urolitiasi: cause, caratteristiche del corso, diagnosi e metodi di trattamento della malattia

L'urolitiasi è una malattia caratterizzata dalla comparsa negli organi urinari (reni, ureteri, vescica) di formazioni solide simili a pietre. Nel loro nucleo, i calcoli urinari sono cristalli che provengono da sali disciolti nelle urine.

L'apparizione di corpi estranei nelle vie urinarie porta a danneggiare la mucosa e l'infiammazione, causando un tipico quadro clinico della malattia.

Cause di urolitiasi

Questa malattia è polietiologica, cioè diversi fattori portano al suo sviluppo. Molto spesso, l'urolitiasi si sviluppa nelle persone di età compresa tra 20 e 45 anni e gli uomini ne soffrono 2,5-3 volte più spesso delle donne.

I fattori che contribuiscono alla formazione di calcoli renali includono:

  • predisposizione genetica;
  • acqua potabile ricca di alcuni sali minerali;
  • regime idrico insufficiente - consumo di una piccola quantità di liquido;
  • stile di vita sedentario;
  • mangiare cibi ricchi di composti purinici (carne, verdure - spinaci, fagioli).

Un posto speciale tra le cause della urolitiasi è occupato da malattie di vari organi:

  1. Malattie infettive e infiammatorie delle vie urinarie: pielonefrite, cistite, uretrite.
  2. Malattie dello stomaco e altri organi del tubo digerente: epatite, gastrite, pancreatite e altri.
  3. Anomalie congenite e acquisite dei reni e degli ureteri.
  4. Malattie metaboliche: gotta, iperparatiroidismo.

Tutte queste condizioni portano a cambiamenti nell'equilibrio acido-base nel corpo, che porta alla formazione di calcoli renali.

Urolitiasi: sintomi della malattia

Segni di urolitiasi differiscono nella loro diversità - da una completa mancanza di sintomi clinici a fenomeni gravi come la colica renale e il blocco dei reni.

Principali sintomi dell'urolitiasi o di quali pazienti si lamentano:

  • bruciore e pungente sul pube e nell'uretra durante la minzione - a causa del rilascio spontaneo di piccoli ciottoli, la cosiddetta "sabbia";
  • lombalgia associata a un brusco cambiamento della posizione corporea, una forte scossa e abbondanti bevute (specialmente dopo aver bevuto liquidi come birra e acqua salata). I dolori sono dovuti al leggero spostamento delle pietre;
  • ipertermia (alta temperatura) - indica una pronunciata reazione infiammatoria alla pietra al posto del suo contatto con le membrane mucose, nonché l'aggiunta di complicanze infettive;
  • la colica renale è la complicazione più spiacevole della urolitiasi, manifestata da dolore lombare acuto con irradiazione (diffusione) lungo l'uretere, può esserci un'irradiazione del dolore alla gamba, nello stomaco;
  • I pazienti spesso notano la torbidità delle urine e l'aspetto del sangue (tipico della colica renale).

La natura dei dolori e la loro posizione possono dare al medico informazioni sulla posizione delle pietre: nel rene stesso, nell'uretere o nella vescica. Per confermare questa ipotesi aiutare la radiografia e gli ultrasuoni.

Al più presto, la malattia potrebbe non manifestarsi - i calcoli renali sono spesso trovati casualmente durante un esame fisico. A volte anche le grandi pietre non si presentano fino a quando il paziente non sperimenta un attacco di colica renale.

Trattamento della urolitiasi

Nel trattamento della urolitiasi vengono utilizzati entrambi i metodi conservativi, con l'aiuto di compresse e iniezioni, e le operazioni chirurgiche vengono eseguite per rimuovere le pietre.

Trattamento conservativo della urolitiasi

Per alleviare il dolore, vengono utilizzati analgesici, anche gli stupefacenti possono essere utilizzati in ambulanza e in ospedale. Il dolore è anche alleviato da farmaci antispastici - sullo sfondo di una buona terapia antispasmodica, la pietra può uscire in modo indipendente.

Per la dissoluzione del calcolo usando farmaci che cambiano l'equilibrio acido-base del sangue e cambiando l'acidità delle urine. Il farmaco viene selezionato in base al tipo di pietre, che sono costituite da diversi tipi: cistina, ossalato, fosfato.

Per sciogliere le pietre di cistina, si può usare la tiapramina e l'urralite; fuoriuscite di ossalato, reni n. 7 e 8; fosfato - Marilin.

Importante: il farmaco viene selezionato da un urologo o nefrologo sulla base delle analisi del sangue e delle urine del paziente!

Dei metodi di trattamento conservativi, viene utilizzata anche la fisioterapia: ai pazienti vengono prescritti terapia magnetica, terapia con amplifulses, induttotermia e altri metodi.

Urolitiasi: trattamento domiciliare

A casa, in assenza di dolore, così come per la prevenzione della ricorrenza, è possibile utilizzare metodi tradizionali. Con le pietre fosfatiche, l'effetto si osserva con il consumo regolare di brodi di rosa selvatica o di crespino. Vengono utilizzati anche preparati a base di erbe combinati, composti da diverse erbe con moderata azione diuretica, antispasmodica e urosettica.

Importante: i consigli accurati possono essere forniti solo dal medico curante!

Per i calcoli di urea, è possibile utilizzare il brodo di farina d'avena. Con calcoli di cistina e struvite, i metodi tradizionali nel trattamento della urolitiasi sono inefficaci, così come il trattamento conservativo, poiché queste pietre quasi non si dissolvono.

Metodi chirurgici

Le grandi pietre urinarie, che non sono suscettibili alla dissoluzione, vengono scomposte in piccoli frammenti, che possono uscire o essere rimossi chirurgicamente. Distruggi le pietre con la litotripsia, agendo su di esse con un'onda d'urto. Esistono diversi tipi di litotripsia:

  1. ESWL - la litotrissia a onde d'urto remota è un metodo non invasivo in cui gli effetti sul calcolo renale vengono effettuati senza incisioni nella pelle e altre tecniche invasive.
  2. Contattare la litotrissia - attraverso l'uretra e la vescica, un apparato endoscopico viene alimentato alla pietra, la cui parte attiva viene a contatto con il calcolo (quindi il metodo è chiamato contatto). Un'onda d'urto si forma nel punto di contatto.
  3. Litotripsia percutanea - con questa tecnica, il litotritore viene inserito nel rene attraverso un'incisione nella regione lombare. È usato per schiacciare pietre giganti e simili ai coralli.

Nel caso in cui la pietra non possa essere schiacciata, viene eseguita un'operazione chirurgica. A seconda del volume dell'operazione, si distinguono i seguenti tipi di operazioni per l'urolitiasi:

  1. pelviolithotomy - Un calcolo dal rene viene rimosso attraverso una piccola incisione della pelvi renale.
  2. nefrolitotomia - eseguire un taglio direttamente attraverso il rene. Questa operazione è mostrata con pietre che non possono essere rimosse con altri metodi e con l'inefficacia della litotripsia. È la chirurgia più difficile per il paziente.
  3. ureterolitotrissia - Chirurgia per rimuovere la pietra dall'uretere.

Prevenzione della urolitiasi

È più facile prevenire la formazione di calcoli renali che curarli in un secondo momento. Esiste tutta una serie di misure preventive volte a ridurre il tasso di formazione di pietre ea sbarazzarsene. Si raccomanda di attenersi a semplici consigli di prevenzione per tutti i pazienti che hanno avuto un attacco di colica renale almeno una volta.

Suggerimenti per la prevenzione:

  • Corretto regime di consumo. Il consumo di acqua al giorno dovrebbe essere al livello di due litri. In estate, è possibile aumentare questo volume a tre litri. Ma prima devi consultare un medico, poiché in alcune malattie del cuore una grande quantità di liquido è controindicata.
  • Prevenzione della disidratazione (Disidratazione). In condizioni estreme (al caldo, quando si praticano sport, durante malattie con alte temperature) si dovrebbe bere più liquido in piccole porzioni di 100-150 grammi ogni mezz'ora o ogni ora.
  • Dieta per urolitiasi. Una dieta equilibrata, in cui il rapporto tra diversi tipi di carne, prodotti lattiero-caseari e prodotti vegetali è selezionato individualmente, riduce il rischio di formazione di calcoli. Idealmente, il medico dovrebbe selezionare una dieta. Nel cibo è necessario un contenuto sufficiente di microelementi e vitamine di diversi gruppi. Se necessario, puoi assumere complessi multivitaminici e integratori alimentari.

Opzione dieta per urolitiasi:

  • Limitare l'assunzione di sale. È meglio non sovraccaricare il cibo piuttosto che esagerare. Un eccesso di sale dà il carico sui reni, causando urolitiasi.
  • Attività fisica. Il carico sui muscoli dell'addome e della schiena migliora il flusso sanguigno renale, che stimola i processi metabolici nei reni e migliora la loro funzione di disintossicazione.
  • Trattamento tempestivo delle malattie. Prestare attenzione al tratto gastrointestinale e al sistema endocrino - periodicamente è necessario esaminare questi sistemi di organi, dal momento che i disturbi nel loro lavoro sono uno dei fattori principali che predispongono all'urolitiasi.
  • Prevenzione delle malattie del sistema genito-urinario. La pielonefrite e l'uretrite possono causare una esacerbazione della urolitiasi, quindi è meglio non ammalarsi e quando si manifestano i sintomi di una malattia, iniziare il trattamento.
  • Trattamento termale. I pazienti con malattia renale in remissione 1-2 volte l'anno sono raccomandati per visitare le località, dove il trattamento delle acque minerali. Questo è uno dei metodi più efficaci di prevenzione. In Russia, i dispensari specializzati nel trattamento di questa malattia si trovano a Kislovodsk, Pyatigorsk e Zheleznovodsk. Un medico ti aiuterà a scegliere un sanatorio specifico, dato che alcune acque minerali sono adatte per ogni tipo di pietre.

Complicazioni di urolitiasi

L'accesso tardivo a un medico e l'abuso dei metodi tradizionali di trattamento della urolitiasi senza il consenso di un medico possono portare a gravi complicanze del sistema urinario.

Come spesso le complicazioni agiscono:

  1. Infezione del tratto urinario non solo può provocare l'urolitiasi, possono essere la sua complicazione. Spesso si verificano sullo sfondo della malattia: pielonefrite, cistite, uretrite.
  2. Blocco renale e idronefrosi - il blocco del calcolo ureterale rende impossibile il flusso di urina. Di conseguenza, si accumula nel rene, provocando un aumento. Questa condizione può portare all'insufficienza renale http://okeydoc.ru/ostraya-pochechnaya-nedostatochnost-simptomy-prichiny-neotlozhnaya-pomoshh/ e alla perdita dei reni.
  3. Ipertensione nefrogenica. Sullo sfondo della patologia renale, si osserva spesso un aumento incontrollato della pressione arteriosa - ipertensione sintomatica.
  4. nephrosclerosis - degenerazione del tessuto renale a causa della costante violazione del metabolismo delle urine. Questa è la causa più comune di insufficienza renale cronica.
  5. Complicanze purulente, che si alza in seguito a un rene di microrganismi patogeni (ascesso e pironefrosi). I calcoli renali aggravano il decorso di queste malattie e possono portare a shock settico e morte.

Per ulteriori informazioni sulle cause della urolitiasi, i suoi sintomi e i metodi di trattamento, è possibile visualizzare questa recensione video:

Gudkov Roman, rianimatore

21,988 visualizzazioni totali, 1 visualizzazioni oggi

urolitiasi

L'urolitiasi è un problema acuto dell'urologia moderna. Rilevanza dovuta all'elevata prevalenza e probabilità di complicanze. Negli ultimi anni, la frequenza della sua diagnosi è dal 25 al 40% nella struttura complessiva delle patologie urologiche, con un costante aumento dell'incidenza. Qual è la ragione per lo sviluppo di questa malattia? Quali sintomi provoca?

L'urolitiasi (altrimenti urolitiasi) è una patologia cronica causata da un disturbo metabolico ed è accompagnata dalla formazione di calcoli. Più spesso si verificano nei reni e nella vescica. Mentre la malattia progredisce, si verifica una violazione del flusso completo di urina, che è la causa dell'inizio del processo infiammatorio. La malattia può essere asintomatica. Di regola, si manifesta con dolori di varia intensità nella regione lombare. La malattia può manifestarsi a qualsiasi età, più spesso diagnosticata tra persone normodotate di 30-50 anni. Gli uomini si ammalano 3 volte più spesso delle donne.

La patologia è diffusa, e in alcuni stati c'è una tendenza all'incremento dell'incidenza. In molti paesi del nostro pianeta, inclusa la Russia, l'urolitiasi è confermata nel 40% dei casi. Gli esperti spiegano questa tendenza dalla crescente influenza di alcuni fattori ambientali. Oggi, le cause e il meccanismo della formazione della patologia non sono completamente compresi. L'urologia moderna ha molte teorie che spiegano le singole fasi della formazione delle pietre. Tuttavia, non è ancora possibile combinare tutte le ipotesi e riempire gli elementi mancanti nel quadro dello sviluppo della malattia.

Cause e meccanismo di sviluppo della urolitiasi

Non c'è una singola causa della malattia. Al centro del suo sviluppo c'è una combinazione di molti fattori. Sotto la loro influenza il deflusso dell'urina viene disturbato e la sua composizione cambia. Come risultato dell'aumento della concentrazione di certi sali, si forma un precipitato, che è una sospensione di cristalli microscopici.

La malattia inizia il suo sviluppo con la formazione del centro o nucleo. I sali gradualmente cadono su di esso. La situazione è aggravata da parassiti del sistema genitourinario, coaguli di sangue e impurità del sangue. Di conseguenza, inizia a formarsi una pietra microscopica, che successivamente può raggiungere dimensioni impressionanti. È spesso paragonato a una perla in un guscio di vongole. Le piccole pietre vengono solitamente rimosse da sole. Le particelle più grandi possono danneggiare le pareti dell'uretere, provocando uno spasmo muscolare riflesso. Si distinguono per la loro capacità di bloccare l'escrezione di urina. La patologia in questo caso è accompagnata da sindrome da dolore acuto di varia intensità e durata.

Fattori che portano allo sviluppo della malattia, è consuetudine dividere in esterno e interno.

Il gruppo esterno include:

  • Immobilizzazione ipodinamica e forzata a causa di lesioni.
  • Carenza di insolazione, di conseguenza, un cambiamento nel contenuto di vitamina D.
  • Caratteristiche delle regioni. In alcune aree, l'acqua potabile ha una maggiore concentrazione di sali, che vengono escreti nelle urine. Allo stesso tempo, la loro densità aumenta drammaticamente, il che contribuisce alla precipitazione delle particelle.
  • Errori nella dieta. Il consumo di cibi eccessivamente acidi o piccanti influisce sul pH delle urine e causa la formazione di calcoli. Questo gruppo può anche includere un trattamento prolungato con antibiotici e antiacidi.
  • Perdita sistematica di acqua e sudore durante l'intenso sforzo fisico.

Tra i fattori interni, i medici includono quanto segue:

  • Anomalie congenite nella struttura degli organi del sistema urinario (posizione errata dei reni, flessione dell'uretere, compressione da un tumore).
  • Predisposizione ereditaria I difetti degli enzimi renali, dovuti a caratteristiche genetiche, portano a cambiamenti nel processo di filtrazione e al riassorbimento di sostanze benefiche.
  • Disturbi metabolici dovuti a danno epatico.
  • Lesioni infiammatorie del sistema urogenitale (prostatite, cistite).
  • Calcio eccessivo nelle urine.
  • Malattie del tratto gastrointestinale, che portano ad alterato assorbimento e assorbimento delle proteine, alcuni sali minerali.

Il processo di formazione di urolitiasi è complesso e allo stesso tempo multi-stadio. Sullo sfondo dei disordini metabolici, grande importanza viene data a fattori predisponenti interni ed esterni.

Classificazione della malattia: i principali tipi di pietre

Le violazioni nel sistema dei processi metabolici contribuiscono alla formazione di calcoli che differiscono nella composizione chimica. Questo indicatore viene preso in considerazione quando si sceglie una tattica medica nel trattamento della malattia e della dieta per prevenire possibili ricadute. Nel tratto urinario si possono formare delle pietre sulle seguenti basi:

  • composti del calcio (fosfati, ossalati, carbonati);
  • sali di acido urico (urati);
  • Pietre proteiche (colesterolo, cistina);
  • sali di magnesio.

La maggior parte dei casi si verifica nei composti del calcio. Le pietre proteiche vengono diagnosticate raramente. Gli urats sono l'unica forma di formazioni che può essere dissolta indipendentemente. Tali pietre vengono solitamente diagnosticate nelle persone anziane.

Sintomi di urolitiasi

Il quadro clinico della patologia può variare. In alcuni pazienti, l'urolitiasi è un singolo episodio spiacevole. In altri, la malattia acquisisce una chiara natura ricorrente. Anche casi noti di una tendenza al decorso cronico. Le concrezioni possono essere non solo nella destra, ma anche nel rene sinistro. La lesione bilaterale viene diagnosticata nel 30% dei pazienti. Il quadro clinico è determinato dalla presenza di violazioni dell'urodinamica, dall'accesso al processo infettivo, dai cambiamenti nei reni. Nel 13% dei pazienti la malattia è asintomatica.

Il primo segno di urolitiasi è colica renale. Sullo sfondo del blocco dell'uretere con il calcolo, la pressione nella pelvi aumenta drammaticamente. Il suo allungamento provoca una forte sindrome del dolore. Piccole pietre (meno di 0,6 cm) di solito partono da sole. Con un forte restringimento del tratto urinario e formazioni di grandi dimensioni questo non è possibile. Un paziente con questa diagnosi ha una sindrome acuta del dolore nella regione lombare. Se il calcolo è nelle parti inferiori degli ureteri, il disagio appare nell'addome e si irradia all'inguine. Minzione frequente, vomito, nausea.

Nel 92% dei pazienti dopo colica renale si sviluppa microematuria (presenza di sangue nelle urine). Sorge sullo sfondo della sconfitta delle vene dei plessi fornikali. L'urolitiasi è spesso complicata da patologie infettive del sistema urinario. I seguenti batteri possono agire come agenti: streptococco, E. coli, stafilococco.

Urolitiasi nelle donne durante la gravidanza

Molte patologie nel periodo di trasporto di bambini tendono ad aggravarsi. A questo proposito, l'urolitiasi non è un'eccezione. Durante la gravidanza, l'utero in crescita inizia a esercitare pressione sui reni, rendendo difficile il completamento del flusso di urina. Un'altra causa di malattia può servire come pielonefrite.

La malattia è caratterizzata da forte dolore alla schiena, concentrato su un lato. Manifestazioni di colica renale assomigliano all'inizio del travaglio o aborto. Pertanto, se si verifica un disagio, è necessario chiamare immediatamente una squadra di operatori sanitari. Dopo la conferma della urolitiasi, viene prescritto il trattamento con preparati a base di erbe. La chirurgia è rigorosamente controindicata.

Cos'è l'urolitiasi pericolosa?

Sullo sfondo di questa patologia, possono verificarsi varie complicazioni, a causa della prolungata presenza di una pietra nella vescica. I principali sono:

  1. Isuria (ritenzione urinaria).
  2. La sconfitta della natura infiammatoria di qualsiasi organo del sistema urinario, dove il calcolo (pielonefrite, cistite, uretrite).
  3. Insufficienza renale cronica.
  4. Perinefrite - la diffusione dell'infiammazione dal rene alla fibra circostante.
  5. Anemia contro la perdita di sangue cronica.

Al fine di evitare tali complicazioni, i pazienti che hanno avuto urolitiasi dovrebbero essere esaminati ogni anno da un urologo.

diagnostica

I sintomi di urolitiasi possono assomigliare a segni di altre anomalie degli organi addominali. Pertanto, l'urologo deve prima di tutto eliminare tali manifestazioni dell'addome acuto come appendicite, ulcera, gravidanza ectopica, ecc. La diagnosi di urolitiasi è un processo complesso e lungo, che comprende tutta una serie di procedure:

  1. Collezionare la storia.
  2. Analisi biochimiche di sangue / urina.
  3. Ultrasuoni del sistema urinario (consente di valutare visivamente le dimensioni della pietra, localizzazione).
  4. Urografia del sondaggio (aiuta a determinare la composizione chimica del calcolo).
  5. Urografia escretoria. Durante questo studio, un agente di contrasto viene iniettato nella vena del paziente. Quindi penetra gli organi del sistema urinario, contribuendo a valutare la loro condizione.

Sulla base dei risultati del test, il medico può confermare la presenza della malattia, prescrivere un trattamento adeguato.

Terapia conservativa

Il trattamento conservativo completo della malattia è selezionato in base alla struttura chimica del calcolo. In presenza di urati, si raccomandano preparazioni a base di erbe ("Canephron") e preparazioni enzimatiche per sciogliere le basi organiche dell'educazione ("Festal", "Panzinorm"). Un ruolo speciale nella terapia appartiene ai farmaci che riducono la produzione di acido urico e ne promuovono la rimozione dal corpo. Questo è "Allomaron", "Allopurinol".

Le opzioni di trattamento per le pietre di calcio sono più limitate. I pazienti sono indicati prendendo vitamine dei gruppi B e D. I farmaci sono anche prescritti per accelerare l'escrezione di calcio in eccesso dal corpo (Cyston, Ksipifon). Per combattere il fosfato calcoli utilizzati farmaci con azione antifosforosa ("Almagel") e urina acidificante ("Metionina").

Indipendentemente dalla struttura chimica della formazione, la terapia conservativa dovrebbe anche mirare a sradicare le cause secondarie della urolitiasi. Per questo, ai pazienti vengono prescritti antibiotici e agenti antipiastrinici.

Dieta e nutrizione nella urolitiasi

Una componente importante del trattamento della malattia è la terapia dietetica. La scelta della dieta dipende dalla composizione delle pietre. I principi generali della terapia dietetica includono:

  • dieta variata con cibi limitati;
  • regime di bere corretto per garantire la diuresi giornaliera nella quantità fino a 2 litri.

Nel caso di urolitiasi con calcoli di ossalato di calcio, il paziente deve ridurre il consumo di tè forte, latticini, cioccolato, agrumi, legumi, noci. Alla presenza di pietre uratny è consigliato abbandonare bevande alcoliche, caffè, cibi piccanti e grassi. Alla sera, dovresti limitare il consumo di cibo e sottoprodotti della carne. Formazioni di calcio-fosfato richiedono di escludere dalla dieta escludere latte, spezie, piatti piccanti. Formaggi, fiocchi di latte, fagioli e patate sono ammessi in quantità limitate.

Il processo di formazione di calcoli dipende dal pH delle urine. L'uso di determinati prodotti modifica il livello degli ioni idrogeno, che consente di controllare in modo indipendente l'acidità delle urine. Ad esempio, gli ortaggi e i latticini li alcalinizzano un po 'e le prelibatezze di carne vengono acidificate. Il pH delle urine può essere monitorato utilizzando speciali strisce indicatrici, che sono vendute in catene di farmacie.

Trattamento di urolitiasi a casa

Il trattamento con la medicina tradizionale a casa è efficace con una patologia come l'urolitiasi. Prima di iniziare un ciclo di terapia, è necessario consultare il proprio medico. Di seguito sono riportate alcune ricette popolari.

urolitiasi

L'urolitiasi è una malattia urologica comune, manifestata dalla formazione di calcoli in varie parti del sistema urinario, più spesso nei reni e nella vescica. Spesso c'è una tendenza alla grave urolitiasi ricorrente. L'urolitiasi viene diagnosticata secondo i sintomi clinici, i risultati dell'esame a raggi X, l'ecografia dei reni e della vescica. I principi di base del trattamento della urolitiasi sono: terapia conservativa di dissoluzione con miscele di citrato e, se non è efficace, litotripsia a distanza o rimozione chirurgica di calcoli.

urolitiasi

L'urolitiasi è una malattia urologica comune, manifestata dalla formazione di calcoli in varie parti del sistema urinario, più spesso nei reni e nella vescica. Spesso c'è una tendenza alla grave urolitiasi ricorrente.

L'urolitiasi può manifestarsi a qualsiasi età, ma il più delle volte colpisce persone di 25-50 anni. Nei bambini e negli anziani con urolitiasi, i calcoli alla vescica sono più comuni, mentre quelli di mezza età e giovani soffrono principalmente di calcoli renali e ureteri.

La malattia è diffusa. Vi è un aumento della frequenza della urolitiasi, che si ritiene sia associata ad un aumento dell'influenza di fattori ambientali avversi. Attualmente, le cause e il meccanismo dello sviluppo della urolitiasi non sono ancora stati completamente studiati. L'urologia moderna ha molte teorie che spiegano le singole fasi della formazione di calcoli, ma finora non è possibile combinare queste teorie e riempire gli spazi mancanti in una singola immagine dello sviluppo della urolitiasi.

Fattori predisponenti

Esistono tre gruppi di fattori predisponenti che aumentano il rischio di sviluppare urolitiasi.

La probabilità di sviluppare urolitiasi aumenta se una persona conduce uno stile di vita sedentario, con conseguente compromissione del metabolismo del calcio-fosforo. L'insorgenza di urolitiasi può essere provocata da abitudini alimentari (eccesso di proteine, cibi aspri e piccanti che aumentano l'acidità delle urine), proprietà dell'acqua (acqua con un alto contenuto di sali di calcio), mancanza di vitamine B e vitamina A, condizioni di lavoro dannose, assunzione di un certo numero di farmaci (grandi quantità acido ascorbico, sulfonamidi).

L'urolitiasi si presenta spesso quando ci sono anomalie nello sviluppo del sistema urinario (rene singolo, restringimento del tratto urinario, rene a ferro di cavallo), malattie infiammatorie delle vie urinarie.

Il rischio di urolitiasi aumenta con le malattie croniche del tratto gastrointestinale, l'immobilità prolungata dovuta a malattia o infortunio, la disidratazione da avvelenamenti e malattie infettive, i disordini metabolici dovuti alla mancanza di determinati enzimi.

Gli uomini hanno maggiori probabilità di avere una urolitiasi, ma le donne spesso sviluppano forme gravi di ICD con la formazione di pietre di corallo, che possono occupare l'intera cavità del rene.

Classificazione di pietre per urolitiasi

Pietre dello stesso tipo si formano in circa la metà dei pazienti con urolitiasi. Nel 70-80% dei casi si formano delle pietre costituite da composti di calcio inorganici (carbonati, fosfati, ossalati). Il 5-10% delle pietre contiene sali di magnesio. Circa il 15% delle pietre nella urolitiasi è formato da derivati ​​dell'acido urico. I calcoli proteici si formano nello 0,4-0,6% dei casi (in violazione dello scambio di alcuni aminoacidi nel corpo). I restanti pazienti con urolitiasi formano sassi polmineral.

Eziologia e patogenesi della urolitiasi

Finora, i ricercatori stanno studiando solo vari gruppi di fattori, la loro interazione e il loro ruolo nel verificarsi della urolitiasi. Si presume che vi siano numerosi fattori predisponenti permanenti. Ad un certo punto, ulteriori fattori si uniscono ai fattori costanti, diventando un impulso alla formazione delle pietre e allo sviluppo della urolitiasi. Avendo un impatto sul corpo del paziente, questo fattore può successivamente scomparire.

L'infezione urinaria aggrava il decorso della urolitiasi ed è uno dei più importanti fattori aggiuntivi che stimolano lo sviluppo e la recidiva dell'ICD, dal momento che un numero di agenti infettivi nel corso della vita influenzano la composizione delle urine, favorisce la sua alcalinità, la formazione di cristalli e la formazione di calcoli.

Sintomi di urolitiasi

La malattia è diversa In alcuni pazienti, l'urolitiasi rimane un singolo episodio spiacevole, in altri assume una natura ricorrente e consiste in una serie di esacerbazioni, nella terza c'è una tendenza a un prolungato decorso cronico di urolitiasi.

I calcoli nella urolitiasi possono essere localizzati nel rene destro e sinistro. Le pietre bilaterali sono osservate nel 15-30% dei pazienti. La clinica di urolitiasi è determinata dalla presenza o dall'assenza di disturbi urodinamici, alterazioni delle funzioni renali e dal processo infettivo di adesione nell'area del tratto urinario.

Quando compare il dolore urolitiasi, che può essere acuto o opaco, intermittente o permanente. La localizzazione del dolore dipende dalla posizione e dalle dimensioni della pietra. Sviluppa ematuria, piuria (con aggiunta di infezione), anuria (con ostruzione). Se non c'è ostruzione delle vie urinarie, l'urolitiasi a volte è asintomatica (13% dei pazienti). La prima manifestazione di urolitiasi è colica renale.

Quando l'uretere viene bloccato con la pietra, la pressione nella pelvi renale aumenta bruscamente. Lo stretching del bacino, nel cui muro è presente un gran numero di recettori del dolore, causa un forte dolore. Pietre di dimensioni inferiori a 0,6 cm, di regola, partono da sole. Quando si restringe il tratto urinario e l'ostruzione di grandi pietre non scompare spontaneamente e può causare danni e la morte del rene.

Un paziente con urolitiasi ha improvvisamente un forte dolore nella regione lombare, indipendente dalla posizione del corpo. Se la pietra è localizzata nelle parti inferiori degli ureteri, si verificano dolori nell'addome inferiore che si irradiano verso l'area inguinale. I pazienti sono irrequieti, cercando di trovare una posizione in cui il dolore sarà meno intenso. Minzione frequente, nausea, vomito, paresi intestinale, anuria riflessa.

L'esame obiettivo ha rivelato un sintomo positivo di Pasternacki, dolore nella regione lombare e lungo l'uretere. Laboratorio determinato microematuria, leucocituria, lieve proteinuria, aumento della VES, leucocitosi con uno spostamento a sinistra.

Se si verifica il blocco simultaneo di due ureteri, un paziente con urolitiasi sviluppa insufficienza renale acuta.

Nel 92% dei pazienti con urolitiasi dopo colica renale, si osserva microematuria, che si verifica a seguito di danni alle vene del plesso fornikal e viene rilevata durante gli studi di laboratorio.

  • Urolitiasi e concomitante processo infettivo

L'urolitiasi è complicata da malattie infettive del sistema urinario nel 60-70% dei pazienti. Spesso c'è una storia di pielonefrite cronica, che si è verificata prima dell'inizio della urolitiasi.

Streptococco, Staphylococcus, Escherichia coli, Vulgar Proteus agisce come agente infettivo nello sviluppo di complicanze della urolitiasi. La piuria è caratteristica. La pielonefrite, una concomitante urolitiasi, è acuta o cronica.

La pielonefrite acuta nella colica renale può svilupparsi alla velocità della luce. Vi è una significativa ipertermia, intossicazione. Se non è disponibile un trattamento adeguato, è possibile lo shock batterico.

In alcuni pazienti con urolitiasi si formano grosse pietre che occupano quasi completamente il sistema di placche a bacino. Questa forma di urolitiasi è chiamata nefrolitiasi corallina (CN). La CN è soggetta a un decorso recidivante persistente, causa una grave compromissione delle funzioni renali e spesso diventa la causa dello sviluppo dell'insufficienza renale.

La colica renale per la nefrolitiasi del corallo non è tipica. Inizialmente, la malattia è quasi asintomatica. I pazienti possono presentare reclami non specifici (affaticamento, debolezza). Sono possibili dolori di contrasto nella regione lombare. In futuro, tutti i pazienti svilupperanno pielonefrite. A poco a poco, la funzione renale diminuisce, l'insufficienza renale progredisce.

Diagnosi di urolitiasi

La diagnosi di ICD si basa su dati anamnestici (colica renale), disturbi della minzione, dolore caratteristico, alterazioni dell'urina (piuria, ematuria), urine, ultrasuoni, raggi X e esami strumentali.

Nel processo di fare una diagnosi di urolitiasi, i metodi diagnostici a raggi X sono ampiamente utilizzati. La maggior parte delle pietre viene rilevata durante l'urografia della recensione. Si tenga presente che le proteine ​​morbide e le pietre di acido urico sono negative ai raggi X e non danno ombra nelle immagini del sondaggio.

Se si sospetta urolitiasi, indipendentemente dal fatto che siano state trovate ombre di calcolo sulle immagini del sondaggio, viene eseguita un'urografia escretoria, che viene utilizzata per determinare la localizzazione dei calcoli, viene valutata l'abilità funzionale dei reni e delle vie urinarie. Lo studio del contrasto ai raggi X per l'urolitiasi consente di identificare i calcoli negativi ai raggi X che appaiono come un difetto di riempimento.

Se l'urografia escretoria non consente di valutare le alterazioni anatomiche dei reni e il loro stato funzionale (con la poro- rofrosi, l'idronefrosi calcificata), viene eseguita la renografia isotopica o la pielografia retrograda (rigorosamente secondo le indicazioni). Prima dell'intervento chirurgico, l'angiografia renale viene utilizzata per valutare lo stato funzionale e l'angioarchitettura del rene nella neritiasi a forma di corallo.

L'uso degli ultrasuoni estende la diagnosi di urolitiasi. Con l'aiuto di questo metodo di ricerca, vengono rilevati tutti i calcoli negativi ai raggi X e ai raggi X, indipendentemente dalla loro dimensione e posizione. L'ecografia dei reni consente di valutare l'effetto della urolitiasi sullo stato del sistema pelvico renale. Per identificare le pietre nelle parti inferiori del sistema urinario consente l'ecografia della vescica. L'ultrasuono viene utilizzato dopo litotripsia a distanza per il monitoraggio dinamico del decorso della terapia litolitica della urolitiasi con calcoli negativi ai raggi X.

Diagnosi differenziale di urolitiasi

Le tecniche moderne consentono di identificare qualsiasi tipo di calcoli, quindi di solito non è necessario differenziare l'urolitiasi da altre malattie. La necessità di condurre una diagnosi differenziale può verificarsi in condizioni acute - colica renale.

Di solito, la diagnosi di colica renale non è difficile. In caso di corso atipico e localizzazione destra della pietra, che provoca l'ostruzione delle vie urinarie, a volte è necessario effettuare una diagnosi differenziale di colica renale nella colecisti con colecistite acuta o appendicite acuta. La diagnosi si basa sulla localizzazione caratteristica del dolore, sulla presenza di fenomeni disurici e sui cambiamenti nelle urine, sull'assenza di sintomi di irritazione peritoneale.

Ci possono essere serie difficoltà nel differenziare l'infarto renale e le coliche renali. In questo e in altri casi si nota l'ematuria e i dolori espressi nell'area lombare. Non dovremmo dimenticare che l'infarto renale è solitamente il risultato di malattie cardiovascolari caratterizzate da disturbi del ritmo (difetti cardiaci reumatici, aterosclerosi). Fenomeni disurici nell'infarto renale sono estremamente rari, dolore meno pronunciato e quasi mai raggiungere l'intensità che è caratteristica della colica renale nella urolitiasi.

Trattamento della urolitiasi

Principi generali di trattamento della urolitiasi

Vengono utilizzati sia metodi di trattamento operativo che terapia conservativa. La tattica del trattamento è determinata dall'urologo in base all'età e alle condizioni generali del paziente, alla localizzazione e alle dimensioni della pietra, al decorso clinico della urolitiasi, alla presenza di cambiamenti anatomici o fisiologici e allo stadio di insufficienza renale.

Di norma, è necessario un trattamento chirurgico per rimuovere le pietre per l'urolitiasi. Le eccezioni sono pietre formate da derivati ​​dell'acido urico. Tali pietre possono spesso essere dissolte conducendo un trattamento conservativo di urolitiasi con miscele di citrato per 2-3 mesi. Le pietre di una composizione diversa non possono essere sciolte.

Lo scarico di calcoli dalle vie urinarie o la rimozione chirurgica di calcoli dalla vescica o dal rene non esclude la possibilità di recidiva di urolitiasi, pertanto è necessario attuare misure preventive volte a prevenire le recidive. I pazienti con urolitiasi hanno dimostrato una complessa regolazione dei disturbi metabolici, inclusa la cura per il mantenimento del bilancio idrico, la terapia dietetica, la fitoterapia, la terapia farmacologica, la fisioterapia, le procedure balneologiche e fisioterapiche, il trattamento di sanatorio e spa.

La scelta della tattica di trattamento di nephrolithiasis di corallo, si concentra sulla violazione di funzioni renali. Se la funzione renale viene salvata dell'80% o più, viene eseguita una terapia conservativa, se la funzione viene ridotta del 20-50%, è necessaria la litotripsia distante. Con un'ulteriore perdita di funzionalità renale, la chirurgia renale è raccomandata per la rimozione chirurgica dei calcoli renali.

Terapia conservativa di urolitiasi

Terapia dietetica per urolitiasi

La scelta della dieta dipende dalla composizione delle pietre rilevate e rimosse. Principi generali della dietoterapia per l'urolitiasi:

  1. dieta variata con assunzione di cibo totale limitata;
  2. restrizione nella dieta di prodotti contenenti grandi quantità di sostanze che formano la pietra;
  3. assunzione di una quantità sufficiente di liquido (la diuresi giornaliera dovrebbe essere fornita nel volume di 1,5-2,5 l).

In caso di urolitiasi con calcoli di ossalato di calcio, è necessario ridurre il consumo di tè forte, caffè, latte, cioccolato, ricotta, formaggio, agrumi, legumi, noci, fragole, ribes, lattuga, spinaci e acetosa.

Quando urolitiasi con calcoli di urati, è necessario limitare l'assunzione di cibi proteici, alcool, caffè, cioccolato, piatti piccanti e grassi, ed escludere cibi e sottoprodotti di carne (salsicce di fegato, torte) la sera.

Quando l'urolitiasi con calcoli di calcio e fosforo esclude il latte, i piatti speziati, le spezie, le acque minerali alcaline, limitare l'uso di formaggio, formaggio, ricotta, verdure verdi, bacche, zucca, fagioli e patate. Si consigliano panna acida, kefir, mirtilli rossi ribes, crauti, grassi vegetali, prodotti a base di farina, strutto, pere, mele verdi, uva, prodotti a base di carne.

La formazione di calcoli nell'urolitiasi dipende in larga misura dal pH delle urine (normale - 5.8-6.2). L'accettazione di determinati tipi di alimenti modifica la concentrazione di ioni idrogeno nelle urine, che consente di regolare indipendentemente il pH delle urine. Gli ortaggi e i latticini alcalinizzano le urine e i prodotti acidificati di origine animale. Per controllare il livello di acidità delle urine, è possibile utilizzare speciali strisce indicatore di carta, vendute liberamente nelle farmacie.

Se non ci sono pietre sugli ultrasuoni (presenza di piccoli cristalli - i microliti sono consentiti), i colpi d'acqua possono essere utilizzati per lavare la cavità renale. Il paziente prende a stomaco vuoto 0,5-1 litri di liquido (acqua minerale a bassa mineralizzazione, tè con latte, decotto di frutta secca, birra fresca). In assenza di controindicazioni, la procedura viene ripetuta ogni 7-10 giorni. Nel caso in cui vi siano controindicazioni, i "colpi d'acqua" possono essere sostituiti assumendo un farmaco diuretico risparmiatore di potassio o decotto di erbe diuretiche.

Erboristeria per l'urolitiasi

Durante il trattamento della urolitiasi, vengono utilizzati numerosi medicinali a base di erbe. Le erbe medicinali sono utilizzate per accelerare lo scarico di sabbia e frammenti di pietra dopo la litotripsia a distanza, nonché un agente profilattico per migliorare le condizioni del sistema urinario e normalizzare i processi metabolici. Alcuni preparati a base di erbe aumentano la concentrazione di colloidi protettivi nelle urine, che interferiscono con la cristallizzazione dei sali e aiutano a prevenire il ripetersi della urolitiasi.

Trattamento di complicazioni infettive di urolitiasi

Quando concomitante la pielonefrite vengono prescritti farmaci antibatterici. Va ricordato che l'eliminazione completa dell'infezione urinaria nella urolitiasi è possibile solo dopo che la causa principale di questa infezione è stata eliminata - una pietra nel rene o nel tratto urinario. C'è un buon effetto nella nomina di norfloxacina. Quando si prescrivono farmaci a un paziente con urolitiasi, è necessario tenere conto dello stato funzionale dei reni e della gravità dell'insufficienza renale.

Normalizzazione dei processi metabolici nella urolitiasi

I disordini di scambio sono il fattore più importante che causa la ricorrenza della urolitiasi. Benzbromarone e allopurinolo sono usati per ridurre il livello di acido urico. Se l'acidità delle urine non può essere normalizzata con una dieta, i preparati elencati sono utilizzati in combinazione con miscele di citrato. Nella prevenzione dei calcoli di ossalato, le vitamine B1 e B6 vengono utilizzate per normalizzare il metabolismo degli ossalati e l'ossido di magnesio viene usato per prevenire la cristallizzazione dell'ossalato di calcio.

Gli antiossidanti che stabilizzano la funzione delle membrane cellulari sono ampiamente utilizzati - vitamine A ed E. Quando i livelli di calcio nelle urine aumentano, l'ipotiazide è prescritto in combinazione con preparati contenenti potassio (orotato di potassio). Con il metabolismo compromesso del fosforo e del calcio, è indicata una somministrazione a lungo termine di difosfonati. La dose e la durata della somministrazione di tutti i farmaci sono determinate individualmente.

Terapia della urolitiasi in presenza di calcoli renali

Se c'è una tendenza all'auto-scarica delle pietre, i pazienti con urolitiasi sono prescritti farmaci dal gruppo di terpeni (estratto dei frutti del dente di ammoniaca, ecc.), Che hanno un effetto batteriostatico, sedativo e antispasmodico.

Il sollievo della colica renale viene eseguito da antispastici (drotaverina, metamizolo sodico) in combinazione con procedure termiche (riscaldatore, bagno). Con l'inefficacia degli antispastici prescritti in combinazione con gli antidolorifici.

Trattamento chirurgico della urolitiasi

Se il calcolo dell'urolitiasi non avviene spontaneamente o in seguito a terapia conservativa, è necessario un intervento chirurgico. Le indicazioni per la chirurgia urolitiasi sono pronunciate sindrome del dolore, ematuria, attacchi di pielonefrite, trasformazione idronefrotica. Scegliendo il metodo di trattamento chirurgico della urolitiasi, si dovrebbe preferire il metodo meno traumatico.

Chirurgia a cielo aperto per urolitiasi

In passato, la chirurgia a cielo aperto era l'unico modo per rimuovere la pietra dal tratto urinario. Spesso, durante tale intervento, era necessario rimuovere il rene. Al giorno d'oggi, l'elenco delle indicazioni per chirurgia a cielo aperto per l'urolitiasi è stato significativamente ridotto e le tecniche chirurgiche migliorate e le nuove tecniche chirurgiche consentono quasi sempre di salvare il rene.

Indicazioni per la chirurgia a cielo aperto per l'urolitiasi:

  1. grandi pietre;
  2. sviluppare insufficienza renale nel caso in cui altri metodi di urolitiasi chirurgica sono controindicati o non disponibili;
  3. localizzazione della pietra nel rene e associata pielonefrite purulenta.

Il tipo di chirurgia a cielo aperto per l'urolitiasi è determinato dalla localizzazione della pietra.

  1. pyelolithotomy. Viene eseguito se il calcolo è nella pelvi. Ci sono diversi metodi di funzionamento. Di regola viene eseguita la pielolitotomia posteriore. A volte, a causa delle caratteristiche anatomiche di un paziente con urolitiasi, la pielolotomia anteriore o inferiore diventa l'opzione migliore.
  2. nefrolitotomia. L'operazione è mostrata con pietre particolarmente grandi che non possono essere rimosse attraverso un'incisione nel bacino. L'incisione è fatta attraverso il parenchima renale;
  3. ureterolithotomy. È effettuato se la pietra è localizzata nell'uretere. Al giorno d'oggi è usato raramente.
Chirurgia endoscopica a raggi X per urolitiasi

L'operazione viene eseguita utilizzando un cistoscopio. Le piccole pietre vengono rimosse completamente. In presenza di grosse pietre, l'operazione viene eseguita in due fasi: frantumazione della pietra (uretrolitotripsia transuretrale) e sua estrazione (litostrazione). La pietra viene distrutta mediante metodo pneumatico, elettro-idraulico, ultrasonico o laser.

Controindicazioni a questo intervento possono essere l'adenoma prostatico (a causa dell'incapacità di entrare nell'endoscopio), le infezioni del tratto urinario e un numero di malattie dell'apparato muscolo-scheletrico in cui un paziente con urolitiasi non può essere correttamente posizionato sul tavolo operatorio.

In alcuni casi (localizzazione del tartaro nel sistema del pancreas pelvico e presenza di controindicazioni ad altri metodi di trattamento) la litostrazione percutanea viene utilizzata per il trattamento dell'uritiasi.

Litotripsia a onde d'urto in urolitiasi

La frantumazione viene eseguita utilizzando un riflettore che emette onde elettro-idrauliche. La litotrissia a distanza può ridurre la percentuale di complicanze postoperatorie e ridurre il trauma di un paziente affetto da urolitiasi. Questo intervento è controindicato in gravidanza, disturbi della coagulazione del sangue, anomalie cardiache (insufficienza cardiopolmonare, pacemaker artificiale, fibrillazione atriale), pielonefrite attiva, paziente in sovrappeso (oltre 120 kg), incapacità di portare il tartaro al centro dell'onda d'urto.

Dopo la frantumazione, sabbia e frammenti di pietra vengono scartati con l'urina. In alcuni casi, il processo è accompagnato da colica renale facilmente intrattabile.

Nessun tipo di trattamento chirurgico preclude la recidiva della urolitiasi. Per prevenire la recidiva, è necessario condurre una terapia lunga e complessa. Dopo la rimozione delle pietre, i pazienti con urolitiasi devono essere osservati da un urologo per diversi anni.