Calcoli renali litotrissosi

Pielonefrite

La litotrissia a distanza di calcoli renali è un metodo per schiacciare calcoli renali senza danneggiare la pelle. Questa procedura consente loro di uscire dal tratto urinario. Considera le caratteristiche di questa procedura, le sue indicazioni, le controindicazioni.

Cos'è la litotripsia?

La litotrissia a distanza (DLT) è uno dei metodi non chirurgici per trattare l'urolitiasi negli esseri umani. L'essenza di questa frammentazione dei calcoli renali è che sono macinati senza contatto diretto.

L'effetto desiderato si ottiene applicando un'onda d'urto. A sua volta, la litotripsia da contatto comporta la macinazione diretta delle pietre usando un raggio laser, aria compressa, ultrasuoni.

Per la frantumazione o la frantumazione è stato utilizzato un generatore speciale di onde d'urto. Crea onde d'urto, ripetendo con una certa frequenza.

Le onde nel corso della DLT si riuniscono in un punto, il che rende possibile la macinazione delle pietre a uno stato di sabbia. Poi, indipendentemente, va con una corrente di sangue.

Per determinare il punto in cui convergono le onde d'urto (messa a fuoco), viene utilizzato il metodo della diagnostica ultrasonica. Ciò consente di migliorare significativamente l'efficacia di ESWL.

Questa operazione si riferisce a interventi di tipo chiuso, ad eccezione dello schiacciamento delle cosiddette pietre di tipo corallo. Il paziente è necessariamente osservato da uno specialista e, se necessario, può rimanere in ospedale per diversi giorni.

Tipi di litotripsia

In condizioni moderne vengono eseguiti questi tipi di litotripsia:

Litotripsia extracorporea: la macinazione dei calcoli renali avviene in questo modo con un'onda d'urto ad alta energia. La pietra è deformata da questo.

Per ottenere l'effetto desiderato, lo schiacciamento viene eseguito per circa 1 ora. La litotripsia extracorporea non viene eseguita durante la gravidanza, quando il peso del paziente devia, specialmente se ci sono pietre nel bacino.

Quando la pietra litotripsia a contatto viene distrutta da un raggio laser o da ultrasuoni. Usando l'uretroscopio, i frammenti vengono rimossi dal tratto urinario. Dopo la litotripsia, un paziente viene inserito nello stent ureterale.

Alcuni giorni dopo viene rimosso. Questa procedura viene eseguita solo con l'uso dell'anestesia (il più delle volte comune). Il paziente può sbarazzarsi della pietra in poche sedute.

La litotripsia a distanza viene effettuata, come già indicato, con l'aiuto degli ultrasuoni, che si concentra sull'area del calcolo renale. Solitamente la frantumazione viene utilizzata nei casi in cui sono di piccole dimensioni (ovvero non superano i 25 mm di diametro).

A volte può essere usato come opzione per il trattamento di emergenza della colica renale. Quando la dimensione della pietra è fino a 5 mm, la litotripsia non è solitamente prescritta.

Questo metodo di frammentazione deve essere eseguito, soggetto allo sviluppo delle vie urinarie di infiammazioni frequenti e gravi. La litotrissia è sicura, può essere prescritta ai bambini.

Caratteristiche di

Per l'ESD, il paziente sta subendo l'anestesia (più spesso endovenosa). A volte un medico può applicare un'anestesia generale (tutto dipende dalla salute, dall'età e da altri fattori del paziente).

Successivamente, un dispositivo viene applicato all'addome (di solito è posizionato sulla regione lombare, dove è più probabile che si verifichi il calcolo renale). La durata dell'impatto delle onde sulle pietre può essere diversa: dipende dal numero e dalla loro dimensione.

In una sessione d'onda, il numero di colpi raggiunge 5.000. Durante la procedura, il medico modifica l'intensità della radiazione dell'onda, che consente di gestire efficacemente il processo di rimozione della pietra.

Durante tale operazione, un endoscopio viene inserito attraverso il canale uretrale, la vescica e la cavità ureterale direttamente al calcolo. Dopo di ciò, viene indirizzato un raggio laser.

Questo metodo di frantumazione consente di macinare il calcolo in polvere. Ciò significa che scompare nei reni senza lasciare traccia.

Dopo la litotripsia laser, non sono rimasti frammenti nei reni e nel tratto urinario. Quindi questa polvere viene completamente rimossa dal rene e dalle vie urinarie in modo naturale.

I vantaggi di tale frantumazione sono i seguenti:

  • la rimozione laser è più adatta se ci sono concrezioni di natura chimica complessa;
  • in una sola procedura è possibile eseguire l'espulsione completa del calcolo renale;
  • il paziente non sente dolore durante la distruzione;
  • nella localizzazione specificata è possibile ottenere l'espulsione completa dei reincantesimi;
  • la rimozione laser è quasi completamente adatta per pietre piccole;
  • A causa del fatto che durante la procedura viene utilizzato un laser al olmio, non influisce sui tessuti circostanti.

Nella maggior parte dei casi, questa procedura è efficace. Spesso, che ha avuto successo, possiamo parlare subito dopo la fine della procedura (quando la radiografia mostra che il metodo di rimozione dello shock riduce l'ombra). Tuttavia, potrebbe essere necessario del tempo per valutare lo stato del corpo dopo tale procedura.

In alcuni casi, il medico prescrive la litotripsia ripetuta al suo paziente. Se più sessioni sono inefficaci o inefficaci, viene utilizzata la litotripsia percutanea.

Come si prepara?

Come con qualsiasi procedura, la distruzione della pietra nel rene deve essere preparata. Si consiglia una consultazione preventiva.

Durante la consultazione iniziale, il medico raccoglie e esamina attentamente la storia. Prima della frammentazione, è necessario eseguire una radiografia, in alcuni casi una risonanza magnetica.

Prima di frantumare è necessario passare tali analisi:

  • analisi clinica generale delle urine (è necessario eseguire la determinazione del numero di piastrine);
  • esame generale di urina, sempre con bacposal;
  • analisi del sangue biochimica (eseguita secondo una procedura standard);
  • coagulogramma di sangue;
  • la radiografia del torace deve essere eseguita non più di un anno prima che le pietre vengano rimosse in questo modo;
  • tutti i pazienti che hanno raggiunto l'età di quaranta dovrebbero avere un elettrocardiogramma.

Una settimana prima della distruzione dell'onda, è necessario interrompere l'uso di tutti i farmaci contenenti acido acetilsalicilico.

Ci sono delle complicazioni dopo la litotripsia?

Nonostante il fatto che la litotripsia abbia un alto effetto di trattamento, come l'altra procedura, può portare a complicanze. In primo luogo, la pielonefrite acuta, il blocco del tratto urinario superiore e persino la colica renale possono svilupparsi durante lo scarico intensivo di calcoli.

Tutti i pazienti devono essere consapevoli della possibilità di sviluppare tali complicazioni pericolose al fine di rispondere in tempo al loro verificarsi. Quando compare la colica renale, dovresti chiamare immediatamente un'ambulanza.

La chiusura dell'uretere è una condizione piuttosto pericolosa. È altrimenti chiamato la passerella di pietra. " Manifestato sotto forma di mal di schiena come un tipo di colica renale.

In alcuni casi, è necessario rimuovere urgentemente la pietra con un urotroscopio. La conseguenza della pielonefrite è l'urosepsis con emorragia nel tessuto renale.

Altre complicazioni della procedura di rimozione:

  • ematuria (di solito dovrebbe passare dopo alcuni giorni);
  • forte dolore spasmodico (fermato da analgesici);
  • emorragia interna (si riferisce alle condizioni di emergenza);
  • danno all'uretra.

Se c'è un dolore molto forte, sangue nelle urine, un forte bisogno di urinare, anche se la vescica è stata recentemente svuotata, dovresti chiamare immediatamente un'ambulanza.

Quando non fare la litotripsia?

Questa procedura non viene eseguita in caso di presenza di tali malattie e fenomeni:

  • prostatite;
  • infiammazione polmonare;
  • mestruazioni;
  • complicazioni dopo litotripsia;
  • pietre di origine uratica;
  • scarsa coagulazione del sangue;
  • aneurisma;
  • obesità, aumento della produzione di gas;
  • deformità vertebrali;
  • processo tubercolare delle cavità renali;
  • varie esacerbazioni e disturbi nel tratto gastrointestinale;
  • la presenza nel cuore di un pacemaker artificiale, la fibrillazione atriale;
  • insufficienza cardiaca e polmonare;
  • disfunzione renale;
  • un restringimento acuto dell'uretere (se si restringe al di sotto della localizzazione del calcolo, in tali casi vi è il rischio di sviluppare il blocco delle vie urinarie e di altre complicanze avverse);
  • gravidanza (indipendentemente dal periodo).

Quindi, le pietre litotripsy sono una procedura efficace e sicura per sbarazzarsi di pietre. Questo è uno dei modi più efficaci per trattare l'urolitiasi e le sue complicanze.

I pazienti riportano un miglioramento delle loro condizioni dopo la litotripsia. Le complicazioni dopo questo metodo di frantumazione sono rare. Se, tuttavia, dopo la rimozione, ci sono sintomi spiacevoli, quindi un urgente bisogno di chiamare un medico per cure di emergenza.

Calcoli renali litotrissosi

La litotrissia dei calcoli renali è uno dei metodi per rimuovere le pietre nella urolitiasi. Le concrezioni sono schiacciate con metodo remoto o di contatto. Le onde ultrasoniche vengono inviate alla zona di comparsa delle pietre, che schiaccia le formazioni solide. Allo stesso tempo, i tessuti attraverso i quali le onde penetrano non sono danneggiati. Successivamente, piccole particelle frantumate scorreranno liberamente insieme all'urina umana.

L'essenza della procedura

La litotripsia è la frammentazione delle pietre per mezzo di onde ultrasoniche senza lesioni alla pelle. Questo metodo è stato utilizzato negli anni '70 del XX secolo. Fino ad oggi, non perde la sua popolarità, in quanto è meno traumatico e più efficace. Le pietre sono schiacciate allo stato di piccole formazioni e persino sabbia, dopo di che escono naturalmente attraverso il tratto urinario. Non esegue chirurgia addominale, che richiede un lungo recupero. La litotripsia può essere eseguita in 2 modi: a contatto o remoto.

Un'indicazione per questa tecnica è la dimensione delle pietre, che ha raggiunto 0,5 cm e non supera i 2,5 cm La procedura di litotripsia viene eseguita con successo anche nei bambini piccoli.

Il periodo di riabilitazione dopo l'intervento è molto breve: in pochi giorni il paziente può tornare alle sue attività quotidiane. Se confrontato con altri metodi di rimozione delle pietre, questa procedura è la più indolore di tutti. Non dovresti sperare che il dolore non sia affatto, ma il disagio non è così evidente.

Prima di una litotripsia, il medico racconta i vantaggi del metodo, i suoi svantaggi e le possibili complicazioni. Ulteriori studi preliminari vengono eseguiti e vengono illustrate le fasi di preparazione della procedura.

Prima della litotripsia dei calcoli renali, vengono prese le seguenti misure:

  • test generali vengono eseguiti su prescrizione;
  • una radiografia è presa;
  • un ultrasuono del corpo;
  • il cardiogramma è fatto;
  • la coagulazione del sangue è controllata;
  • immediatamente prima della procedura è un clistere per pulire gli intestini.

Se una persona prima della procedura si è drogata per assottigliare il sangue, avvisa il medico in anticipo. È necessario rifiutare di assumere farmaci per fluidificare il sangue 14 giorni prima della procedura.

Indicazioni e controindicazioni

Questa procedura è mostrata nei seguenti casi:

  1. La dimensione della pietra va da 0,5 cm a 2,5 cm.
  2. Il componente chimico della pietra deve garantire che possa essere rotto utilizzando un laser.

Ci sono anche controindicazioni alla procedura, vale a dire:

  1. La presenza nel corpo di infiammazione o educazione purulenta. Ad esempio, polmonite, prostatite, ecc.
  2. Complicazioni dopo litotripsia precedente.
  3. Il periodo di trasporto di un bambino.
  4. Scarsa coagulazione del sangue
  5. Aneurisma aortico.
  6. Urate l'istruzione.
  7. Giornate critiche per una donna.
  8. Sovrappeso, in quale fase dell'obesità raggiunge 3 o 4 gradi.
  9. Frequente gonfiore
  10. La presenza di un tumore nella malattia del rene o della tubercolosi.
  11. Malattia della colonna vertebrale.
  12. Disturbi cardiovascolari, manifestati da aritmia, ecc.

Questa non è una serie completa di controindicazioni, ma in ogni caso è il medico che deciderà sulla procedura di litotripsia.

Varietà di procedura

Esistono diversi tipi di litotripsia, tutto dipende dalla generazione di onde distruttive. I principali tipi di procedura sono remoti, a contatto e percutanei.

Litotripsia a distanza

La litotrissia remota dei calcoli renali (DLT) può includere tutti i metodi di frantumazione senza intervento chirurgico. Sono distrutti dalle onde d'urto, che sorgono attraverso un dispositivo speciale: un litotritore.

Nonostante i numerosi vantaggi del metodo di eliminazione dei calcoli renali, il metodo ha i suoi svantaggi:

  1. Durante lo schiacciamento delle pietre, anche i tessuti vicini sono danneggiati, in particolare i tessuti renali.
  2. Se le formazioni sono troppo dense, non saranno in grado di rompere attraverso il contatto remoto.
  3. In alcuni casi, quando vengono escreti nelle urine, frammenti frantumati possono provocare coliche renali. Pertanto, le formazioni troppo grandi non vengono schiacciate in questo modo, perché a volte è troppo pericoloso.
  4. Per rimuovere completamente le pietre dal corpo, avrai bisogno di diverse di queste procedure.

Nonostante tutte queste carenze, il metodo DLT si adatta bene alle piccole pietre, le cui dimensioni non superano i 2 cm, situate nella coppa del bacino e del rene. E la formazione di mochetochnik non deve superare 0,5 cm.

Contatto con il metodo litotrissia

È anche un metodo minimamente invasivo per eliminare le pietre, essendo il più giovane. Il medico usa un endoscopio sottile, che viene inserito attraverso l'uretra nella vescica, e da lì raggiunge l'uretere, in alcuni casi, anche la pelvi renale, se necessario. Il principale vantaggio della litotrissia a contatto è la visualizzazione completa dell'intero processo di rimozione delle pietre e la loro eliminazione immediata. La pelle del paziente non è ferita.

A sua volta, la litotripsia da contatto è suddivisa nelle seguenti sottospecie:

  1. Ultrasuoni. Se una pietra non è più di 1 cm, viene scomposta nei componenti più piccoli, che vengono successivamente evacuati usando l'aspirazione. Ma la pietra non dovrebbe essere troppo densa.
  2. Vista pneumatica La pietra nell'uretere è schiacciata in piccoli pezzi. Sono estratti endoscopicamente con l'aiuto di cappi o pinze. Calcoli renali e formazioni dense non vengono eliminate con questo metodo.
  3. Metodo laser di litotripsia da contatto. Pietre schiacciate con un laser, mentre il medico esegue costantemente il monitoraggio visivo della procedura. In questo modo puoi garantire la completa eliminazione anche di piccoli frammenti. Al momento, questo metodo è usato più spesso.

Molto spesso, la densità delle pietre in questo caso non ha importanza, i tessuti circostanti non sono praticamente danneggiati e il periodo di recupero è piuttosto breve. Questi sono i vantaggi del metodo.

Controindicazioni alla procedura possono essere le seguenti patologie e caratteristiche del corpo:

  • stenosi dietro la pietra;
  • uretere intramurale ristretto;
  • stenosi uretrale estesa;
  • violazioni della struttura del segmento vesicoureteral;
  • precedentemente eseguito un intervento di chirurgia plastica sul lontano uretere;
  • prostatite in forma acuta;
  • pielonefrite natura purulenta;
  • condizione seria del paziente per qualsiasi motivo.

La litotripsia da contatto è indicata per i pazienti con calcoli nell'uretere che sono presenti da molto tempo, anche se la DLT è controindicata, le pietre sono presenti nell'uretere e nella vescica; se dopo la DLT ci sono percorsi di pietra che non vengono eliminati e se dopo due sessioni del DLT il paziente non vede miglioramenti.

Litotripsia percutanea

Un altro nome per la procedura è la litotripsia percutanea. Questo metodo schiaccia grandi formazioni o pietre coralline. Si trovano nella coppa del bacino o del rene. La puntura avviene nella regione lombare nella posizione del rene. Attraverso di esso, viene inserito un endoscopio, che è dotato di un litotritore ad ultrasuoni. Questo ti permette di schiacciare finemente l'educazione. Un paziente con esito positivo della procedura per 2-3 giorni può essere dimesso a casa.

Le controindicazioni alla litotripsia percutanea possono essere le seguenti circostanze:

  1. Cambiamenti patologici nei reni di varia origine.
  2. Mobilità dei reni.

In presenza di pietre di corallo nel rene, la terapia percutanea è combinata con un metodo di frantumazione remoto.

I vantaggi di questa tecnica sono:

  • mancanza di complicazioni;
  • buona portabilità della procedura;
  • recupero postoperatorio rapido.

Preparazione per la procedura

In qualsiasi metodo di litotripsia, il paziente deve superare un esame del sangue generale e biochimico, un'analisi delle urine, un'ecografia e una radiografia degli organi necessari.

Tomografia computerizzata attualmente ampiamente utilizzata, consente di determinare con precisione la posizione delle pietre e il valore delle pietre. E questo rende possibile scegliere il metodo di trattamento appropriato. Una persona prima della procedura è vietata bere alcolici e sottoporre a sforzi fisici il corpo. Le stesse proibizioni sono efficaci dopo la litotripsia.

Il medico può prescrivere l'uso di antibiotici e altri farmaci per migliorare la circolazione del sangue, arricchire il corpo con vitamine, ecc. Non è possibile farlo da soli e assumere sedativi. Questo può portare a reazioni allergiche durante la procedura di frantumazione della pietra, fino allo shock anafilattico. 2 giorni prima dell'operazione, non è consigliabile mangiare cibo spazzatura e prendere alcuni farmaci, che il medico curante racconterà.

Quali complicazioni possono verificarsi?

Le complicazioni dopo queste procedure non si verificano spesso, sono trasferite molto più facilmente rispetto all'intervento chirurgico. Vale la pena ricordare che la litotripsia non cura l'urolitiasi, è solo un modo per rimuovere le pietre dal corpo.

La litotripsia del contatto può causare le seguenti complicazioni:

  • pielonefrite da reflusso;
  • pielonefrite acuta purulenta o ostruttiva.
  • stenosi ureterale;
  • colica renale ricorrente

Le complicazioni comuni includono quanto segue:

  • comparsa di formazioni di sangue nelle urine;
  • gonfiore;
  • dolore all'addome e ai reni;
  • comparsa di problemi con il movimento intestinale;
  • guasti alla pressione sanguigna;
  • febbre;
  • nausea e vomito.

Le complicazioni possono anche verificarsi durante l'intervento chirurgico. Ma in generale, vale la pena notare che questi casi sono estremamente rari nella pratica di curare i medici. La cosa principale è trovare uno specialista competente e scoprire le operazioni che ha già fatto.

Malattia renale - Articoli

ha avuto successo Le condizioni favorevoli per lo scarico spontaneo dei frammenti di pietra dopo la litotripsia a distanza sono moderatamente ridotte o il tono basso della parete dell'uretere, indipendentemente dalla sua attività contrattile. Inoltre, l'ostruzione dell'uretere con frammenti di pietra dopo litotripsia a distanza è stata più spesso osservata in pazienti con dilatazione più pronunciata delle alte vie urinarie.

Tuttavia, è ovviamente impossibile collegare l'efficacia della litotripsia a distanza solo con lo stato iniziale di urodinamica delle alte vie urinarie. Insieme a questo, è anche necessario prendere in considerazione altri fattori che influenzano il successo della frammentazione e dello scarico dei suoi frammenti: la composizione chimica della pietra, la dimensione dei frammenti, la durata della malattia, le caratteristiche metodologiche della litotripsia e lo stato funzionale del rene.

Fig. 3. Ureteromiogramma dell'impedenza multicanale, su cui

riduzione retrograda (anti-peristaltica) nel terzo superiore dell'uretere durante la DLT

Identificato nel processo di litotripsia distante imponendo ciascuno su

altre onde peristaltiche anterograde e retrograde (fino al bacino di Fig. 3.) spiegano il fatto della migrazione di frammenti di pietra al rene durante la sua frammentazione

nel terzo medio o superiore dell'uretere e può spiegare uno dei meccanismi di sviluppo di pyelonephritis affilato durante la frammentazione di pietre di questa localizzazione.

Espulsione di piccoli frammenti di pietra dal sistema coppa e bacino

"Frammenti residuali clinicamente insignificanti" (rimanendo dopo la lontana litotripsia nel sistema pelvi-pelvi, frammenti di 4 mm o meno nelle dimensioni) lasciano scarsamente le coppe inferiori e creano il rischio di una falsa ricorrenza della malattia. Pertanto, dopo la litotripsia a distanza, è necessario sforzarsi per la massima purificazione del rene da frammenti di pietrisco.

Al fine di studiare la possibilità di rimozione completa di "frammenti residui clinicamente insignificanti" dai calici, abbiamo condotto uno studio su 60 pazienti divisi in due gruppi (30 pazienti ciascuno). I pazienti del gruppo principale usavano un complesso di metodi di fisioterapia in combinazione con bagni di iodio-bromo per rimuovere piccoli frammenti dalle tazze inferiori e prescritto bere acqua minerale. Allo stesso tempo, il paziente era sdraiato su un lato sano durante le procedure fisiche e termali, gli esercizi di fisioterapia, inclusi gli elementi della terapia posturale sullo sfondo del bere pesante, la fitoterapia e la terapia farmacologica. Nel gruppo di controllo è stata eseguita solo la terapia farmacologica e, se possibile, esercizi di fisioterapia.

Al follow-up nel gruppo principale, è stata osservata una scarica completa dei frammenti di pietra dalle coppe inferiori in 26 pazienti (86,7%), parziale - in 1 (3,3%), in 3 (10%) - la scarica di frammenti di pietra non è stata osservata; nel gruppo di controllo, rispettivamente in 10 (33,3%), 3 (10%) e 17 (56,7%) pazienti.

Successivamente, in 12 (60%) dei 20 pazienti del gruppo di controllo, che avevano frammenti di pietra residui nel sistema di placenta della coppa del bacino, un regime di trattamento è stato utilizzato per i pazienti del gruppo principale, ma

a causa dello stato di salute non potevano applicare completamente gli esercizi di fisioterapia e la terapia posturale. Al follow-up dopo la fine del ciclo di trattamento, la completa scarica di frammenti è stata rilevata in 5 (41,7%) pazienti, parziale - in 2 (16,6%) e 5 (41,7%) - sono stati sottoposti a osservazione dinamica, così come i restanti 8 pazienti del gruppo di controllo e 4 pazienti del gruppo principale.

Tenendo conto dell'elevata efficienza della tecnica di applicazione complessa di fisioterapia e fisioterapia, compresi elementi di terapia posturale, fitoterapia e farmacoterapia nell'espulsione di frammenti di pietra distrutti dalla litotripsia lontana, può essere utilizzata per prevenire le sue complicanze ostruttive.

Complicazioni di litotrissia remota

Complicanze precoci di litotripsia a distanza (ematoma renale, ematuria, ostruzione uretrerica, pielonefrite acuta) che si sono verificate nel periodo postoperatorio immediatamente dopo 4311 sessioni di litotripsia sono state osservate in 346 pazienti (8,1%). In 22 (1,8%) pazienti con calcoli renali e 57 (4,3%) con calcoli ureterali, la litotripsia era inefficace, cioè le pietre non erano frammentate.

L'analisi dei risultati del trattamento di 15 casi di ematomi renali (3-intraparenchimale, 12 - sottocapsulare) dopo la litotripsia a distanza ha dimostrato che tutti erano stati diagnosticati con ultrasuoni.

Le ragioni per la formazione di ematomi nei pazienti che abbiamo osservato sono stati i seguenti fattori:

- violazione del sistema di coagulazione del sangue a causa dell'ammissione di pazienti affetti da malattia coronarica, acido acetilsalicilico -3 persone;

- litotripsia a distanza in 1-2 giorni e durante il mensi in 2 donne;

- messa a fuoco inadeguata della pietra per motivi tecnici - in 6 casi;

- l'uso di un gran numero di impulsi ad alta energia (più di 2-2,5 mila) con litotripsia delle pietre del dipartimento dell'uretere prilochane in pazienti con pielonefrite cronica con una marcata riduzione della funzionalità renale (30-50%) e cambiamenti sclerotici nel suo parenchima in 2 pazienti.

Le cause di ematoma sono rimaste poco chiare in 2 pazienti.

La terapia conservativa condotta in pazienti con ematoma renale dopo litotripsia a distanza è risultata efficace in 14 casi (93,3%). Solo un paziente, a causa di un progressivo aumento dell'ematoma a 400 ml e trasformandolo in ematoma perirenale, ha effettuato una revisione del rene, la rimozione dei coaguli di sangue e la nefrostomia.

La seconda complicanza traumatica della litotripsia a distanza è l'ematuria pronunciata e prolungata, che è stata osservata in 5 pazienti. Il monitoraggio ecografico ha eliminato la formazione di ematoma renale in questi pazienti. La terapia conservativa condotta è stata efficace in tutti i pazienti con ematuria.

L'onda d'urto durante la litotripsia provoca il verificarsi di aritmie cardiache (extrasistoli atriali e / o ventricolari), che sono state ripetutamente registrate da noi, specialmente durante la litotrissia a distanza sull'apparato Urat P. In 4 pazienti, l'insorgenza di extrasistoli ventricolari frequenti, fino a bigemenia, non ha permesso di completare la sessione di litotrissia. In 12 casi, la presenza di battiti prematuri ventricolari ha impedito di condurre la litotripsia per preparare i pazienti in modo più approfondito alla procedura.

La Tabella 5 presenta una sintesi delle principali complicanze iniziali della litotripsia a distanza, in base alla localizzazione iniziale della pietra e alla natura della nefrolitiasi.

Complicazioni di litotripsia a distanza in base alla localizzazione della pietra e alla natura della nefrolitiasi

Sminuzzare i calcoli renali. Operazione. Dopo l'intervento

La litotrissia dei calcoli renali è una procedura in cui l'esposizione viene effettuata utilizzando onde elettromagnetiche o ultrasoniche. La frantumazione dei calcoli renali avviene per contatto o metodo senza contatto, a seconda delle prove e delle condizioni del paziente. Litotripsia: che cos'è, come viene eseguita e cosa fare dopo l'operazione - continua a leggere.

Tipi e caratteristiche della litotripsia

Cos'è la litotripsia? Questo è un modo per schiacciare la pietra nel rene o nel tratto urinario in modo che possano essere rimossi naturalmente (con l'urina) o con un intervento mini-invasivo.

La litotrissia senza contatto dei calcoli renali comporta un metodo non invasivo di esposizione al corpo umano. Nel processo, l'apparato è posto sopra un calcolo (pietra). Frantumazione utilizzando onde d'urto, dopo di che le particelle della pietra vengono espulse con le urine in modo naturale per un certo tempo dopo la procedura.

Lo schiacciamento da contatto dei calcoli renali si riferisce a tipi di procedure minimamente invasivi. L'endoscopio viene inserito attraverso l'uretra attraverso l'uretere e la vescica. Lì, con l'aiuto di una videocamera all'estremità del tubo dell'apparecchio, il medico vede la pietra e inizia ad avere già un impatto con un laser o un'ecografia.

La litotripsia percutanea dei reni è rara. Si riferisce a interventi chirurgici minimamente invasivi che richiedono un'incisione minima. In base ad esso, viene inserito un endoscopio, che in conseguenza del quale vengono effettuate tutte le manipolazioni. Dopo la frantumazione, i pezzi di pietra vengono rimossi da un medico attraverso un'incisione, dopo di che viene applicata una cucitura.

Tutte le procedure proposte sono eseguite da apparecchiature ad alta tecnologia, per le quali il rischio di complicanze è minimo. Ma allo stesso tempo, ce n'è ancora uno. L'evento è probabile:

  • Ematomi nell'area del rene;
  • "Sentieri" creati dai frammenti di calcoli - può causare un nuovo blocco dell'uretere o della colica renale;
  • Esacerbazione dell'infiammazione dei reni, se il paziente ha una forma cronica (pielonefrite, glomerulonefrite).

Il rischio di sviluppare tali complicazioni è minimo, specialmente se si segue correttamente il processo di preparazione della procedura, la diagnosi delle controindicazioni e il periodo di riabilitazione.

Laser a contatto e litotripsia ad ultrasuoni

Questo intervento viene eseguito in anestesia generale, il cui tipo è determinato individualmente. Possono usare l'anestesia spinale, l'anestesia endovenosa o endotracheale. Mezz'ora prima dell'inizio della procedura o durante il parenterale (per iniezione), vengono somministrati antibiotici ad ampio spettro.

L'endoscopio viene inserito attraverso percorsi fisiologici, cioè l'uretra, la vescica e l'uretere. Ciò consente di evitare l'intervento chirurgico nel processo della procedura e ridurre i rischi di complicazioni che si verificano spesso dopo i metodi operativi di rimozione delle pietre.

Sotto l'influenza del laser o degli ultrasuoni, le pietre vengono schiacciate nei reni o nel tratto urinario in uno stato di piccole particelle. La litotripsia da contatto non causa danni alle cellule viventi. Successivamente, vengono rimossi dall'aspirazione. Tale cetrolitotripsia non è adatta a dense pietre ureterali.

Durante la procedura, viene utilizzata una delle energie che contribuisce alla frammentazione del calcolo: pneumotomica, ultrasuoni, laser litotrissia. Le procedure a ultrasuoni e laser sono più popolari a causa del fatto che causano effetti collaterali minimi.

Frantumazione a distanza di pietre

La litotripsia a distanza per rimuovere le pietre nell'uretere e nel rene viene effettuata dopo un addestramento speciale e un ulteriore esame da parte di un terapeuta. Prima della procedura, al paziente vengono iniettati sedativi e antidolorifici. Il paziente si toglie i vestiti e si sdraia sul tavolo operatorio. Con l'aiuto degli ultrasuoni, il medico determina la posizione della pietra. Una proiezione di un cuscino riempito d'acqua e un apparato che produrrà onde di una certa frequenza sono alimentati nella proiezione del neoplasma.

Nel processo di frantumazione dei calcoli renali, la litotripsia distante comporta la presenza di alcune piccole sensazioni di disagio, formicolio, picchiettamento o lieve dolore. Quando si frantuma dalla pietra, le particelle più piccole vengono scheggiate. Quando viene schiacciato a tal punto che può passare attraverso l'uretere, la procedura viene terminata.

Quando è stata eseguita la litotripsia con onde d'urto a distanza, al paziente vengono somministrati farmaci mirati alla rimozione di calcoli renali, nonché a spasmolitici anestetici, diuretici, agenti antibatterici. Questo aiuta non solo a rimuovere il calculus schiacciato dall'organo, ma anche a prevenire l'infezione e l'infiammazione delle vie fisiologiche. Inoltre, le condizioni del paziente vengono monitorate per diverse ore dopo l'esecuzione di una litotripsia ad ultrasuoni. Se non ci sono complicazioni ed effetti collaterali, vengono inviati a casa per la riabilitazione.

Cosa succede dopo la procedura

Sia a distanza o laser litotrissia, le sensazioni dopo la procedura possono persistere per qualche tempo. Questi sono i sintomi dell'effetto successivo delle manipolazioni eseguite, collegate sia direttamente con l'intervento stesso sia con il processo di rimozione delle pietre sotto l'influenza di farmaci:

  • L'urinazione si accelera e passa con un po 'di dolore e acutezza;
  • Alcuni giorni dopo la procedura, una piccola quantità di sangue può essere presente nelle urine;
  • Le pietre che possono essere visivamente distinte sono derivate dall'urina;
  • I sintomi della colica renale si manifestano, ma viene presto fermato dagli antispastici;
  • La temperatura sale leggermente a 37-37,5 gradi.

Questo è un tipico sintomo manifestato dopo la procedura di uno dei tipi e dei metodi sopra descritti. Prima di dimettersi dall'ospedale, i medici avvertono di tali manifestazioni e parlano di come comportarsi durante il periodo di riabilitazione.

Ho bisogno di un ospedale?

Molti chiedono se è necessario essere monitorati in modo permanente per un periodo dopo la procedura. Come accennato in precedenza, i metodi non invasivi comportano l'osservazione dei medici in ospedale per diverse ore. Se la frantumazione laser dei calcoli renali (contatto con la litotripsia) è passata senza complicazioni, il paziente viene portato fuori dall'anestesia e osservato mentre si sente, non vi sono emorragie o altri effetti collaterali che possono influire in modo significativo sulla salute umana. Un massimo di un giorno a questi pazienti è permesso di andare a casa.

La litotrissia senza contatto (frantumazione di calcoli renali con ultrasuoni) viene eseguita senza anestesia. Pertanto, l'osservazione in ospedale dura un massimo di 4 ore. Se non ci sono complicazioni o altre prescrizioni, al paziente è permesso di andare a casa. In generale, tutto dipende dalle dimensioni della pietra frantumata, dalla sua posizione nel sistema urinario.

Nel processo di permanenza in ospedale, al paziente vengono somministrati farmaci antibatterici, diuretici e antidolorifici. Questo accelererà il processo di rimozione del tartaro dai reni. I medici prescrivono ulteriori trattamenti e guarigioni, così come gli appuntamenti a cui il paziente è obbligato a partecipare.

Riabilitazione postoperatoria

La riabilitazione postoperatoria non richiederà molto tempo se è stato effettuato il contatto o lo schiacciamento ultrasonico dei calcoli renali. Al paziente viene prescritto un corso di antispastici e analgesici. Gli antibiotici sono più prescritti per la prevenzione. In questo caso, la preferenza è data alle droghe di una vasta gamma. Consigliato anche:

  • Consumare una certa quantità di acqua - 1,5 litri;
  • Bere tè che aiutano a urinare, ad esempio decotto di rosa canina, germogli di betulla, equiseto, mirtilli rossi. In generale, c'è una massa di erbe diuretiche, vendute in farmacia;
  • Scegli un tipo di dieta per prevenire la formazione di nuove pietre.

Le caratteristiche della riabilitazione dopo la procedura riguardano un maggior grado di nutrizione, di bere e di riposare con l'esercizio. Il paziente dovrebbe consumare mezzo litro d'acqua almeno ogni giorno. Ciò faciliterà la rimozione dei calcoli renali. La dieta viene scelta in generale, che consente di prevenire la formazione di nuove pietre e di alleviare la condizione umana nel processo di recupero, quando è stato effettuato solo il contatto o la frantumazione a distanza di calcoli renali. Il tipo di dieta dipende dalla composizione della pietra, cioè la categoria di prodotti che ha contribuito alla sua formazione è fortemente limitata nel cibo.

Il paziente deve rispettare rigorosamente il regime quotidiano, rinunciare a cattive abitudini che gravano pesantemente sul corpo. È necessario regolare il livello dei carichi al livello della norma. Si suppone anche che conduca ginnastica per rafforzare il corpo, ad esempio il sistema sanitario del Qigong, che non prevede movimenti bruschi, che sono controindicati all'inizio.

In breve, dopo l'operazione è necessario raggiungere determinati obiettivi: superare le conseguenze dopo l'intervento - prevenzione dell'infiammazione, sanguinamento, controllo dei processi di rigenerazione; rimuovere dal corpo il più presto possibile frammenti di pietre; ripristinare uno stile di vita normale, tra cui lo stress, la nutrizione, l'eliminazione del riposo delle cattive abitudini. Solo se queste condizioni sono soddisfatte, l'ecografia o la frantumazione laser dei calcoli renali saranno utili a lungo.

Litotripsia: indicazioni, metodi e comportamenti, risultati e complicazioni

L'urolitiasi è considerata una delle più frequenti malattie urologiche, che colpisce fino al 40% dei pazienti con questo profilo. Le operazioni di estrazione delle pietre sono molto traumatiche, quindi sono state sostituite da un nuovo metodo di trattamento: la litotripsia, che non richiede tagli grandi e una lunga permanenza in ospedale.

Al giorno d'oggi, l'urolitiasi sta diventando più comune, i pazienti sono di solito persone di età media e matura. Le influenze negative dell'ambiente esterno, il modo di vivere e la natura del cibo di una persona moderna predispongono a una violazione dell'urodinamica, della composizione delle urine e, di conseguenza, della formazione di calcoli. Le concrezioni possono essere diverse, in uno o entrambi i reni. Le pietre hanno una grande varietà di dimensioni, da quelle piccole fino a 2-3 cm e più, la loro composizione è diversa, la forma varia da reni tondi a bizzarri, a corallo che riempiono il bacino e le sezioni iniziali delle tazze.

Pietre relativamente piccole possono uscire dal flusso delle urine, mentre le pietre più grosse incontrano un ostacolo in spazi ristretti del sistema urinario, fermarsi lì, portando al paziente un dolore lancinante e insopportabile. La manifestazione negativa della urolitiasi è la riformazione delle pietre e il decorso recidivante, che provoca il ripetersi delle convulsioni della colica.

La violazione del deflusso di urina è irto di cambiamenti irreversibili nel rene sotto forma di rughe, processi infiammatori, idronefrosi. Oltre alle complicazioni pericolose, l'urolitiasi ha un quadro clinico caratteristico sotto forma di colica renale. Il dolore severo durante il movimento della pietra attraverso l'uretere o l'uretra spesso non viene eliminato anche da analgesici molto forti, ei pazienti sono costretti a sottoporsi a trattamento ospedaliero di volta in volta.

Relativamente recente, la chirurgia è stata il trattamento principale per l'urolitiasi. Data la posizione dei reni nello spazio retroperitoneale, era accompagnato da un grande trauma operativo, le complicazioni non erano rare. La questione è stata aggravata dal fatto che il processo di formazione di pietra non si è fermato dopo l'operazione. La ricerca di altri metodi di estrazione delle pietre, che sono più sicuri e, allo stesso tempo, molto efficaci, ha portato allo sviluppo di un metodo di litotripsia, quando le pietre frammentate escono naturalmente con l'urina.

Tipi di litotripsia

La schiacciamento dei calcoli renali durante la procedura di litotripsia avviene con l'aiuto di vari tipi di energia: laser, ultrasuoni, ecc. A seconda della via di esposizione alla pietra, si distinguono diversi tipi di procedura:

  • a distanza;
  • transuretrale;
  • Litotripsia percutanea (percutanea).

La scelta di una tecnica specifica è determinata dai parametri delle pietre: dimensione, composizione, posizione. Anche i desideri del paziente vengono presi in considerazione. L'indicazione principale per la litotripsia è la presenza di calcoli nel tratto urinario. Con pietre fino a 2,5 cm, la distruzione remota è possibile, le formazioni ad alta densità, le configurazioni complesse e le posizioni elevate vengono rimosse endoscopicamente mediante ultrasuoni o energia laser, ed è più sicuro estrarre grandi pietre a forma di corallo fantasia utilizzando un'operazione percutanea mini-invasiva.

La preparazione per la frantumazione delle pietre dipende dal metodo scelto. Gli effetti non invasivi non richiedono alcuna misura preparatoria significativa, mentre le operazioni minimamente invasive richiederanno un esame preliminare e il trattamento delle comorbidità, che potrebbe essere la ragione per limitare l'anestesia.

Tutti i pazienti sottoposti a litotripsia sottoposti a esami generali del sangue e delle urine, vengono esaminati per le infezioni, obbligatorio - coagulogramma, ECG, radiografia polmonare. Per determinare la posizione di pietre e cambiamenti nel rene, vengono mostrati l'ecografia, l'urografia escretoria e la TC.

Per la prevenzione delle complicazioni infettive, gli antibiotici sono quasi sempre prescritti, il medico consiglia un regime di assunzione di bevande, che è particolarmente importante nel periodo di rilascio di piccoli frammenti all'esterno.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla scelta della clinica, perché il successo del trattamento dipende dalla qualità delle attrezzature utilizzate e dalle qualifiche del medico. Non è un segreto che la maggior parte delle complicazioni e degli effetti avversi della litotripsia siano associati proprio a un basso livello di allenamento del medico e ad un'esperienza insufficiente nell'esecuzione di manipolazioni endoscopiche. Negligenza medica o errore in qualsiasi momento possono compromettere seriamente la salute e la vita del paziente.

Litotrissia a onde d'urto a distanza

La litotripsia a distanza è riconosciuta come il metodo standard per il trattamento della urolitiasi, ci sono dispositivi per la sua implementazione nella maggior parte degli ospedali urologici e gli urologi hanno accumulato una quantità sufficiente di informazioni riguardo alle indicazioni e alle possibili complicanze di questo tipo di litotripsia.

La base della frantumazione remota delle pietre è l'impatto di un'onda d'urto dall'esterno con l'aiuto di un apparato litotritore. Sotto il controllo dell'ecografia o della radiazione a raggi X, il medico concentra l'onda d'urto sull'area della pietra, che poi collassa in frammenti più piccoli che lasciano il tratto urinario per conto proprio. Non sono necessarie incisioni cutanee, la procedura può essere eseguita senza anestesia generale.

La limitazione all'uso della litotripsia da shock a distanza dei calcoli renali può essere la densità eccessiva e le loro dimensioni. In precedenza, gli urologi non schiacciavano pietre più di un centimetro e mezzo, ma i dispositivi moderni possono distruggere pietre più grandi - fino a 2-2,5 cm.

I vantaggi della litotrissia remota:

  • La possibilità non solo di un trattamento pianificato, ma anche di cure di emergenza per la colica renale;
  • Non c'è bisogno di incisioni cutanee;
  • La possibilità di utilizzo nella pratica pediatrica;
  • La procedura può essere eseguita senza anestesia generale;
  • Un breve periodo di riabilitazione, che non comporta una lunga degenza in ospedale;
  • Il metodo è più economico di circa un terzo;
  • La probabilità di complicanze è inferiore rispetto ai metodi operativi e minimamente invasivi di frantumazione delle pietre.

Come la maggior parte dei metodi di trattamento, lo schiacciamento a distanza dei calcoli renali non è privo di difetti, tra cui:

  1. La possibilità di danni al parenchima renale e ai tessuti circostanti, che si manifesta con ematuria (sangue nelle urine) in 9 pazienti su 10;
  2. La probabilità di ricorrenza con più pietre di grandi dimensioni;
  3. Bassa efficienza con pietre molto dense, pericolo di complicazioni se il loro diametro supera i 2-2,5 cm.

La litotrissia remota ha diverse controindicazioni:

  • Patologia dell'emostasi, che aumenta il rischio di sanguinamento, prendendo anticoagulanti;
  • mestruazioni;
  • L'incapacità di focalizzare accuratamente l'onda d'urto sul calcolo, che è probabile nell'obesità, scoliosi e altri disturbi del sistema muscolo-scheletrico;
  • Processi suppurativi in ​​altri organi, malattie infettive infiammatorie e infettive, compresa la tubercolosi;
  • Neoplasia del rene;
  • Esacerbazione delle malattie croniche dell'apparato digerente, in cui l'onda d'urto può danneggiare la parete intestinale già sofferente e causare sanguinamento abbondante.

Le persone con aritmie cardiache, scompenso cardiaco e insufficienza respiratoria, impiantate con un pacemaker non saranno in grado di ricevere la litotripsia da onde d'urto a causa dell'aumentato rischio di complicanze cardiache e polmonari. Questa controindicazione può essere considerata relativa, poiché i litotritori moderni, che consentono la frantumazione senza dolore e senza anestesia, possono essere applicati anche in questa categoria di pazienti.

Le donne incinte a causa del rischio di danni all'onda d'urto dell'utero e del feto in via di sviluppo, questo tipo di schiacciamento delle pietre è strettamente controindicato.

La litotrissia remota non richiede una preparazione specifica, ma, tenendo conto dei possibili processi infiammatori, antibiotici, terapia infusionale e vitamine, vengono prescritti prima del trattamento.

La durata della litotripsia da onde d'urto è di circa un'ora, durante la quale il paziente riceve fino a 8mila "colpi". Per ridurre il dolore, la frammentazione inizia con ondate di minore intensità ea grandi intervalli, quindi aumentano la forza e la frequenza delle onde. I moderni dispositivi consentono di frantumare le pietre quasi senza dolore, ma molti sperimentano ancora disagio quando esposti a un'onda d'urto sui tessuti molli e, soprattutto, sulle ossa. In alcuni casi, la terapia può essere eseguita in anestesia generale.

Le pietre schiacciate entrano nell'uretere e escono dall'uretra. Per facilitare il processo del loro movimento ed evitare forti dolori, è possibile installare uno stent nell'uretere, un tubo cavo che espande il lume e facilita il movimento dei calcoli.

La litotrissia a onde d'urto remota viene utilizzata ovunque e in modo abbastanza ampio, mostra risultati eccellenti di trattamento ed è ben tollerata da pazienti di età diverse, ma si verificano complicanze. I più frequenti sono:

  1. Emorragie nel tessuto renale - sotto l'azione dell'onda d'urto, si formano i vasi della rottura del parenchima e un ematoma renale, e i disordini della coagulazione del sangue, le mestruazioni e i processi infiammatori nel rene sono i prerequisiti per questa complicazione;
  2. L'aspetto del sangue nelle urine è piuttosto una manifestazione, piuttosto che una complicazione della procedura, che si osserva in quasi tutti i pazienti. La corretta tecnica di manipolazione riduce al minimo l'ematuria e il rilascio di sangue è limitato a una coppia di prima minzione;
  3. Blocco delle vie urinarie - frammenti di calcoli più piccoli si muovono lungo gli ureteri e possono causare ostruzione con l'arresto del flusso di urina. Il fenomeno più pericoloso è considerato il "sentiero di pietra" quando piccole pietre si accumulano nell'uretere e bloccano il passaggio dell'urina;
  4. Pietre residue nel rene, che non scompaiono dopo la litotripsia e possono essere una fonte di recidiva della malattia.

Schiacciamento di pietra transuretrale

La posizione della pietra e le proprietà fisiche non sempre consentono di essere frammentata da remoto, quindi vi è la necessità di metodi di trattamento minimamente invasivi, tra cui la litotripsia transuretrale, che viene anche chiamata contatto, poiché il dispositivo viene alimentato direttamente nella posizione del calcolo.

La tecnica endoscopica viene utilizzata per la litotripsia da contatto, che viene iniettata attraverso l'uretra, ma la tecnica non implica ulteriori tagli. La procedura è dolorosa, quindi richiede un'anestesia generale o spinale. Per facilitare lo scarico di frammenti di pietre negli ureteri installare gli stent per un massimo di una settimana.

La distruzione diretta dei calcoli renali avviene attraverso l'ureteroscopio, che porta una fonte di azione distruttiva: radiazione laser o ultrasonica. Usando strumenti endoscopici, il medico ha l'opportunità di avvicinarsi il più possibile al calcolo, ispezionarne la posizione, la forma e le dimensioni, distruggerlo in qualsiasi parte del tratto urinario, compresi i bacini pelvi e renali, ed estrarre i frammenti all'esterno.

Il vantaggio di schiacciare calcoli renali con un laser o con ultrasuoni è l'assenza di un effetto dannoso sui reni, sugli ureteri e sulle strutture circostanti, come nel caso della terapia ad onde d'urto. Inoltre, il metodo può essere applicato con qualsiasi proprietà delle pietre - la densità e le dimensioni non giocano un ruolo significativo, poiché l'energia potente agisce direttamente su di esse.

I calcoli renali con ultrasuoni sono un metodo di trattamento relativamente nuovo, in cui le pietre si rompono con un'onda ultrasonica a frammenti di circa 1 mm, e quindi vengono estratti frammenti. Lo svantaggio del metodo può essere considerato un potere di radiazione relativamente basso per pietre molto dense, nel qual caso rimarranno sul posto. Inoltre, la procedura può richiedere un lungo periodo di tempo con calcoli grandi e multipli. Allo stesso tempo, la litotripsia ad ultrasuoni è relativamente sicura, praticamente non traumatizza il tessuto circostante e consente di rimuovere immediatamente i frammenti attraverso un endoscopio.

I calcoli renali schiaccianti con un laser sono uno dei metodi più recenti utilizzati in urologia per l'urolitiasi. Il laser, fornito al calcolo da un endoscopio, lo distrugge letteralmente "in polvere". Il trattamento laser ha i suoi vantaggi rispetto alla frantumazione ad ultrasuoni:

  • Di regola, una sessione è sufficiente per rimuovere le pietre;
  • I concrementi anche della forma più bizzarra e dell'alta densità vengono distrutti, cosa che non è sempre possibile fare con gli ultrasuoni;
  • Indolore e non causa cicatrici;
  • Le piccole schegge non sono praticamente formate, il che può essere una fonte di ricaduta.

La preparazione per la frantumazione laser consiste nella prescrizione di farmaci antibatterici per la prevenzione delle complicanze infettive. Dopo il trattamento non è necessario rimanere in ospedale, quindi il paziente può lasciare la clinica il giorno successivo.

Rimozione della pietra percutanea

Con grandi pietre di corallo che riempiono la cavità della pelvi renale, i metodi sopra descritti possono essere inefficaci e persino pericolosi a causa del rischio di complicanze, quindi i medici ricorrono ai più radicali metodi di trattamento minimamente invasivi: la litotripsia percutanea.

L'accesso al calcolo viene effettuato attraverso una puntura cutanea nella regione lombare, attraverso la quale il chirurgo raggiunge la pietra con l'aiuto di strumenti endoscopici e la rimuove. Questa manipolazione ha sostituito con successo gli interventi aperti ed è oggi riconosciuta come "gold standard" nel trattamento chirurgico delle pietre di corallo.

Rimozione della pietra percutanea

La litotripsia percutanea viene eseguita in anestesia generale, è necessario prescrivere antibiotici e follow-up. Le controindicazioni sono le stesse della frantumazione remota. Un'ostruzione può essere un alto grado di obesità, malattie concomitanti che complicano la condotta dell'anestesia generale.

Per ottenere il miglior risultato dopo la frantumazione delle pietre, gli urologi raccomandano di bere regime, bagni caldi ed esercizi che contribuiscono alla rapida uscita dei frammenti di calcolo. I liquidi possono essere consumati circa 2 litri al giorno, può essere linfa di betulla, composta o acqua normale, a causa del rischio di ricaduta, le bevande acide dovranno essere abbandonate.

Molti pazienti che stanno per avere litotrissia vogliono sapere come questa procedura ha avuto luogo negli altri. Le recensioni dei pazienti sono ambigue. La frantumazione di qualcuno non ha causato alcun disagio e una sessione è stata sufficiente, altri hanno sentito dolore, ma abbastanza tollerabile, e altri ancora hanno notato un aumento della pressione arteriosa dopo il trattamento.

Quasi tutte le recensioni hanno consigli urgenti per scegliere un medico altamente qualificato ed esperto e seguire i suoi consigli per rimuovere i resti di pietre. Quando decidi se andare per una procedura o rifiutare, non devi fare affidamento sulle opinioni degli altri, tutti individualmente, le pietre sono diverse, e anche i risultati del trattamento non possono essere assolutamente identici.

La procedura per frantumare le pietre può essere eseguita gratuitamente come parte della fornitura di cure ad alta tecnologia in molte cliniche governative. Per fare questo, è necessario contattare l'istituto medico dove è previsto il trattamento, fornire i risultati disponibili degli esami e iscriversi alla procedura. Potrebbe essere necessario attendere un po 'di tempo per il tuo turno.

È anche possibile un trattamento a pagamento. Il costo della litotripsia dipende dal numero e dalla dimensione delle pietre, dalla lista degli esami necessaria. In media, lo schiacciamento di una pietra costa 25-30 mila rubli, fino a 50 mila dovranno pagare per la rimozione di una grossa pietra di 1,5-2,5 cm, cioè più grande è il calcolo - più alto è il prezzo. Stenting concomitante degli ureteri costa circa 10 mila rubli.

La litotripsia è un metodo efficace ma non sicuro, le complicanze sono possibili, quindi vale la pena di prestare molta attenzione alla prevenzione della formazione di pietra, seguendo una dieta e visitando regolarmente un medico.