Malattia del rene policistico

Cistite

Malattia del rene policistico - una trasformazione cistica congenita del parenchima renale, che porta a un progressivo declino della funzione renale. La malattia renale policistica può manifestarsi come ipertensione arteriosa, dolore nella regione lombare e nell'addome, ematuria, disuria, sviluppo di infezioni e calcoli renali, insufficienza renale. La diagnosi di malattia del rene policistico comprende uno studio della storia familiare, esami di laboratorio, ecografia dei reni, urografia, angiografia, risonanza magnetica e TC. Il trattamento per la malattia del rene policistico è conservativo, sintomatico.

Malattia del rene policistico

La malattia policistica (rene policistico) è una malformazione dello sviluppo embrionale dei tubuli renali, caratterizzata dalla formazione di cisti multiple multiple nel parenchima renale. La malattia del rene policistico è sempre bilaterale. Le cisti possono avere le dimensioni di una testa di fiammifero per una grande ciliegia e di più, contengono un segreto simile alla gelatina chiaro o color cioccolato. L'aumento delle cisti nel tempo porta a una riduzione del volume di funzionamento del parenchima e allo sviluppo di insufficienza renale.

Di regola, la policistica non si limita al danno renale; la formazione di cisti nel pancreas, milza, fegato, vescicole seminali, polmoni e altri organi si riferisce alle forme extrarenali di cisti policistiche.

Malattia del rene policistico

In urologia, si distinguono i reni policistici con un tipo di trasmissione autosomica recessiva, che si manifesta nei neonati, e la malattia del rene policistico, trasmessa da un tipo autosomico dominante, che si riscontra nei bambini più grandi e negli adulti. Nei reni policistici possono verificarsi cisti di tipo chiuso e aperto. Le cisti chiuse sono chiuse, motivo per cui non hanno un messaggio con un lume dei tubuli e non forniscono una funzione escretoria. Tali cisti si trovano nella malattia del rene policistico nei neonati e hanno una prognosi sfavorevole.

Le cisti aperte sono rappresentate da estensioni tubolari diverticolari che hanno una connessione con il calice e il bacino. Con questo tipo di cisti, la funzione escretoria del rene rimane a lungo relativamente intatta. Questa forma di malattia del rene policistico dopo un periodo di decorso latente è rilevata negli adulti e nei bambini del gruppo di età precoce e di età avanzata. La malattia renale policistica negli adulti è 10 volte più comune della malattia policistica neonatale.

Cause della malattia del rene policistico

La malattia del rene policistico nella maggior parte dei casi è una patologia ereditata in modo autosomico dominante. Lo sviluppo di malattia renale policistica autosomica dominante può verificarsi se una malattia simile è presente in uno dei genitori; questa forma di ereditarietà determina l'85-90% dei casi di malattia renale policistica. I sintomi della malattia in questo caso più spesso si sviluppano a 30-40 anni, meno spesso nell'infanzia.

Per lo sviluppo di una policistosi autosomica recessiva dei reni, è necessario il trasferimento di geni mutanti che causano il difetto di entrambi i genitori. Questa è una forma meno comune della malattia che si sviluppa nei neonati. In assenza di una storia familiare di ereditarietà del rene policistico, è prevista una nuova mutazione nella cellula genitale di uno dei genitori.

Nella patogenesi della malattia del rene policistico, il ruolo principale è svolto dalla rottura della confluenza della secrezione e delle strutture escretorie del nefrone nella fase di sviluppo del rene secondario. Questo complica l'allocazione dell'urina primaria, aumenta la pressione nei tubuli renali, che porta alla deformazione del loro lume e alla formazione di cavità cistiche dilatate. Nei casi policistici, vi è un aumento significativo delle dimensioni e della massa dei reni, che presentano macroscopicamente una superficie irregolare ruvida a causa di più cisti sporgenti.

Le pareti delle cisti sono rappresentate da tessuto connettivo, la cavità è rivestita con epitelio piatto o cubico, all'interno contiene un liquido giallastro o marrone, simile nella composizione all'urina. Tra le singole cisti ci sono aree del parenchima che, a causa della pressione delle cisti, possono subire cambiamenti distrofici, atrofia o ischemia. Coppe e bacino con malattia renale policistica sono significativamente deformati e ingranditi.

I sintomi della malattia del rene policistico

La malattia renale policistica nei neonati di solito procede in modo estremamente sfavorevole e termina presto con la morte del bambino dall'uremia. Negli adulti, la malattia del rene policistico si sviluppa lentamente, attraversando fasi compensate, subcompensate e scompensate.

Nella fase di compensazione, le manifestazioni di malattia renale policistica sono assenti da molto tempo. Nel tempo, c'è una sensazione di pressione nella schiena, dolore addominale non specificato, disuria, dovuta allo stiramento dei reni. Si notano affaticamento, mal di testa e talvolta ematuria di genesi poco chiara. La funzione dei reni nella malattia policistica compensata rimane inalterata.

Nella fase di sottocompensazione, i segni di insufficienza renale aumentano, manifestati da nausea, secchezza delle fauci, sete, attacchi di emicrania, ipertensione arteriosa persistente e alta. La funzionalità renale compromessa in questa fase del policistico è caratterizzata da poliuria con isostenuria, eritrocituria, tsilinuriya, in caso di pielonefrite - leucocituria. In caso di suppurazione di cisti di febbre, intossicazione, brividi si uniscono; con calcoli renali, si sviluppano periodi di colica renale.

Nello stadio scompensato della malattia del rene policistico, si sviluppa l'uremia cronica. Ipertensione, trauma, chirurgia, gravidanza, sanguinamento possono contribuire alla progressione della malattia del rene policistico. L'adesione di un'infezione secondaria (influenza, SARS, polmonite, ecc.) Può causare un forte deterioramento fino alla morte del paziente; a suppurazione di cisti l'urosepsis abbastanza spesso si sviluppa.

Il persistente aumento della pressione arteriosa nella malattia del rene policistico nel tempo può essere complicato da ipertrofia ventricolare sinistra, prolasso della valvola mitrale e insufficienza cardiaca, aneurisma cerebrale del cervello e ictus emorragico.

La malattia renale policistica può causare lo sviluppo di tossicosi tardive in gravidanza: preeclampsia ed eclampsia. Nel gruppo di particolare rischio - donne che soffrono di ipertensione prima della gravidanza. Nei pazienti con malattia del rene policistico, è aumentata la probabilità di formazione di cisti epatiche, malattia del colon diverticolare.

Diagnosi della malattia del rene policistico

I dati di anamnesi in alcuni casi permettono di identificare casi familiari di malattia renale policistica in parenti della stessa linea. Non è sempre possibile palpare i reni ingrossati e cisti alterati, e quindi le tecniche strumentali sono cruciali nella diagnostica (ecografia dei reni, urografia escretoria, nefrosistigrafia, risonanza magnetica e TC dei reni, angiografia selettiva, ecc.).

Con l'aiuto dell'urografia endovenosa, si riscontra un significativo aumento bilaterale dei reni e della deformità dei complessi pelvi-pelvi. Le cisti multiple sono determinate dagli ultrasuoni nei reni ingranditi. In casi non chiari, ricorrere a pielografia retrograda, angiografia renale, che consente anche di rilevare la degenerazione cistica dei reni.

Per determinare il grado di compensazione della funzione renale, vengono eseguiti i test delle urine (analisi generale, test Zimnitsky e Reberg) e esami del sangue biochimici. Con lo sviluppo della pielonefrite, l'urina viene sottoposta a coltura batteriologica. Al fine di stabilire forme familiari di malattia del rene policistico, viene mostrata la ricerca genetica.

La malattia del rene policistico deve essere differenziata da glomerulonefrite cronica e pielonefrite cronica, tumori renali. Se si sospetta un aneurisma vascolare cerebrale, viene eseguita un'angiografia dei vasi cerebrali, USDG, angiografia con risonanza magnetica.

Trattamento e prognosi della malattia del rene policistico

Quando la malattia del rene policistico è la terapia sintomatica. Le raccomandazioni generali includono l'eliminazione di uno sforzo eccessivo e prolungato, la prevenzione di infezioni croniche (carie, infezioni virali respiratorie acute, tonsilliti, sinusiti, ecc.), L'aderenza a una dieta ricca di calorie ricca di vitamine con proteine ​​e sale limitati. Con lo sviluppo della pielonefrite viene prescritta la terapia del corso con antibiotici e uroantisettici. In caso di ematuria macroscopica, viene eseguita la terapia emostatica; con una diminuzione della diuresi, è indicata la somministrazione diuretica; con ipertensione - antipertensivi.

Nella fase compensata della policistosi dei reni, è possibile eseguire l'apertura e lo svuotamento di grandi cisti. Ciò porta ad una diminuzione delle dimensioni dei reni, miglioramento della circolazione sanguigna e delle funzioni. Nelle fasi terminali, in caso di insufficienza renale, viene sollevata la questione dell'emodialisi cronica e del trapianto di rene.

In caso di malattia renale policistica, è necessario monitorare costantemente il paziente da un urologo (nefrologo). La correzione tempestiva dell'ipertensione e l'eliminazione delle infezioni del tratto urinario possono rallentare la progressione della malattia del rene policistico. Tuttavia, nella maggior parte dei pazienti con malattia del rene policistico, l'insufficienza renale si sviluppa in momenti diversi dalla diagnosi della malattia. In caso di forme familiari di malattia renale policistica, è necessario consultare un genetista per determinare i rischi di avere un bambino con un'anomalia renale simile.

Trattamento della malattia del rene policistico

Le cause della malattia del rene policistico

Malattia del rene policistico - una condizione patologica dei reni, in cui vi è una formazione multipla di cisti nella struttura del parenchima di entrambi i reni. Questa malattia si estende esclusivamente a entrambi i reni, i casi di lesioni policistiche di un rene mentre si mantiene tessuto renale normale nell'altro è sconosciuto. Spesso, la degenerazione del tessuto si estende agli organi vicini, come il fegato. La malattia è ereditaria e il gene portatore si trova sul sedicesimo cromosoma, che non è sessuale. Le mutazioni genetiche sono considerate la causa della malattia del rene policistico.

Esistono due forme di malattia del rene policistico:

  • autosomica recessiva - caratteristica dell'infanzia, è determinata da una mutazione del gene PKHD1, che è responsabile della produzione di proteina fibrocistica
  • autosomica dominante - più comune, caratteristica dell'età adulta, manifestata nel periodo di 30-40 anni; L'85% dei casi è dovuto alla mutazione del gene PKD1, che è responsabile della produzione della proteina policistina-1 e il 15% dei casi si verifica a causa della mutazione del gene PKD2 e della produzione compromessa della proteina policistina-2; ogni decimo caso di una malattia policistica autosomica dominante si sviluppa a causa di una mutazione genetica spontanea, non ereditata dai genitori.

La natura ereditaria del policistico significa che si manifesta in ogni caso, tranne quando la persona semplicemente non vive fino all'età in cui la malattia potrebbe verificarsi. Con lo sviluppo prenatale della policistosi, possono verificarsi aborti spontanei o parto di feti morti, ma può già manifestarsi durante l'infanzia, tuttavia, per lo più, l'immagine completa della malattia viene praticata da 45 a 65 anni. È nell'età adulta che più estensioni piene di liquido si formano nelle persone nei tessuti del rene. Il meccanismo dello sviluppo della malattia è innescato da una violazione dello sviluppo delle membrane glomerulari (la struttura in cui si forma l'urina), sviluppato da una maggiore formazione cellulare e da una ridotta attività delle membrane dei tubuli (strutture in cui avviene la ricaptazione di sostanze benefiche dall'urina). Le osservazioni mostrano che, contemporaneamente alle cisti nei reni, la policistosi si sviluppa anche in altri organi - questo si chiama manifestazioni extrarenali della malattia, cioè quelle che non sono associate al rene. Più spesso queste sono le cisti del pancreas, delle ovaie, della tiroide, delle vescicole seminali. Lo stesso policistico può essere combinato con il prolasso della valvola mitrale, la diverticolosi del colon e gli aneurismi cerebrali del cervello.

Il quadro clinico della malattia del rene policistico è vario. Ovvio è il dolore nella parte bassa della schiena e nel lato, e con il passaggio della patologia, le seguenti manifestazioni stanno guadagnando slancio:

  • sanguinamento ed escrezione di urina mescolata con sangue (ematuria);
  • la formazione di calcoli renali (nefrolitiasi);
  • ipertensione arteriosa (ipertensione);
  • lesioni infettive delle vie urinarie.

L'esame ecografico consente di vedere un aumento delle dimensioni dei reni e dei cambiamenti nella loro struttura. I reni ingranditi possono spesso essere palpati attraverso la parete addominale anteriore. Tale procedura sarà dolorosa per il paziente.

Il dolore si spiega con lo stiramento dei tessuti da parte di numerose cisti, se il sanguinamento si sviluppa al loro interno, prima o poi si manifesterà per ematuria.

Il tessuto renale danneggiato interferisce con il normale flusso di urina, motivo per cui, oltre al metabolismo compromesso, si verifica la formazione di calcoli. Le pietre, quando si spostano, possono causare coliche renali e portare allo stesso ematuria.

A causa della violazione del deflusso dell'urina crea le condizioni favorevoli per la diffusione di infezioni del tratto urogenitale, perché i germi possono diffondersi verso l'alto e ha colpito le cisti renali pyelocaliceal stessi del sistema. L'infezione delle cisti è irta di suppurazione.

Le cisti formate nei reni stringono i tessuti, dove normalmente c'è una sintesi di sostanze che controllano la pressione, c'è un loro rilascio eccessivo, che influenza la pressione sanguigna. Un aumento di pressione causa mal di testa e mal di testa, perdita di capacità lavorativa e debolezza generale.

L'estrema conseguenza della malattia del rene policistico è la loro insufficienza cronica.

Il tessuto renale normale viene gradualmente eroso da più cisti e la funzione di escrezione dei prodotti metabolici dal corpo non può essere pienamente implementata. Le sostanze azotate si accumulano gradualmente nel sangue e nei tessuti, causando intossicazione del corpo e danni agli organi. Ciò significa la necessità di purificare il sangue artificiale attraverso la dialisi regolare.

Come trattare la malattia del rene policistico?

Il trattamento della malattia del rene policistico è un processo complesso perché contiene meccanismi geneticamente determinati. Poiché la medicina moderna non ha la capacità di invertire la patologia ereditaria, tutti i metodi sono finalizzati esclusivamente a contrastare le complicanze in via di sviluppo.

La terapia nella fase iniziale comporta l'implementazione dell'effetto analgesico. I farmaci dimostrano il loro effetto nei processi infettivi, il cui sviluppo è probabile con la diagnosi stabilita. Con l'aumento della pressione sanguigna, i farmaci vengono utilizzati per ridurlo.

Se la terapia antidolorifica è inutile e le cisti grandi sono la causa della sindrome del dolore pronunciata, è indicato l'intervento chirurgico per rimuovere il contenuto della cisti. Aspirazione percutanea del contenuto cisti è sufficiente per controllare una grave sindrome di dolore, causato da emorragia o compressione, ma non ha alcun effetto significativo sulla prognosi a lungo termine.

L'operazione sarà efficace quando sanguinano le cisti. La rimozione del rene viene eseguita in casi eccezionali, ad esempio con pronunciata suppurazione e purché le funzioni del rene secondo (anche interessate) in un volume sufficiente. La nefrectomia è possibile in presenza di sintomi pronunciati a causa di un aumento significativo del rene e di una IVU ricorrente.

Il trattamento dell'insufficienza renale cronica, a sua volta, ha lo scopo di eliminare i fattori che riducono la funzione dei nefroni, nell'ambito di tale terapia oggi si applicano i seguenti passaggi:

  • ridurre il carico sui nefroni ancora funzionanti;
  • la previsione di condizioni per l'inclusione di meccanismi di protezione interni in grado di rimuovere i prodotti del metabolismo dell'azoto;
  • implementazione della correzione farmacologica di squilibri elettrolitici, minerali, vitaminici;
  • pulizia del sangue attraverso metodi efferenti come la dialisi peritoneale o l'emodialisi;
  • trattamento sostitutivo, trapianto renale.

In dialisi, i pazienti con malattia del rene policistico hanno una maggiore concentrazione di emoglobina rispetto ad altri gruppi di pazienti con insufficienza renale.

Quali malattie possono essere associate

Aneurismi dei vasi cerebrali - una protrusione delle pareti arteriose (meno vene) del cervello a causa del loro assottigliamento o stiramento. La patologia è spesso associata a malattia renale policistica. La conseguenza della rottura dell'aneurisma è subaracnoidea vascolare cerebrale o emorragia intracerebrale, ed è disturbi neurologici pericolosi di varia gravità e anche mortali.

L'ematuria è la presenza di impurità non caratteristiche nelle urine, in questo caso il sangue, che può essere evidente all'occhio umano (ematuria macroscopica) o rilevato in uno studio al microscopio (micro ematuria).

L'ipertensione è un aumento persistente della pressione arteriosa, causato dalla spremitura dell'arteria renale, che successivamente influisce sulla circolazione generale. Esiste un'eccessiva produzione di sostanze che regolano la pressione.

La diverticolosi del colon è un'espansione piccola ma multipla della parete intestinale, che influisce sulla sua elasticità ed è associata con la comparsa di stitichezza. La patologia può spesso essere concomitante con la malattia del rene policistico.

Le cisti pancreatiche sono cavità formate in modo anomalo nel tessuto pancreatico, dove sono contenute le secrezioni pancreatiche e i detriti tissutali. La patologia può spesso essere concomitante con la malattia del rene policistico.

I disordini metabolici sono il risultato della degenerazione del tessuto renale, che impedisce il normale metabolismo, in particolare, il corpo è sazio di sostanze azotate e si verifica l'intossicazione.

Disturbi ereditari - riconosciuti come la causa principale dello sviluppo della malattia del rene policistico.

La pielonefrite è un'infiammazione prevalentemente di origine batterica, che colpisce i glomeruli del sistema renale, caratterizzata da lesioni della pelvi renale, delle coppe e del parenchima renale. È altamente probabile che si sviluppi in pazienti con malattia del rene policistico, dal momento che più cisti modificano la struttura dei reni e li rendono più suscettibili agli effetti batterici.

Il prolasso della valvola mitrale è una malattia manifestata dalla disfunzione della valvola situata tra l'atrio sinistro e il ventricolo. Spesso si tratta di una concomitante malattia renale policistica.

sindrome dell'ovaio policistico - una sindrome endocrina multipla combinando stessi disturbi della funzione ovarica (mancanza o ovulazione irregolare, aumento della secrezione di androgeni ed estrogeni), pancreatico (insulina ipersecrezione), corteccia surrenale (ipersecrezione di androgeni surrenali), la pituitaria.

L'insufficienza renale cronica è una malattia renale lentamente progressiva, che è pericolosa a causa di intossicazione generale del corpo a causa di anni di sviluppo di squilibrio di scambi di sali d'acqua e acido-base. È lo stadio finale della malattia del rene policistico.

Trattamento della malattia del rene policistico a casa

Il trattamento della malattia del rene policistico in generale può essere implementato a casa, ma il paziente con una certa regolarità dovrebbe essere esaminato in un istituto medico. Nel caso dello sviluppo di complicanze complesse - cisti sanguinanti, insufficienza renale cronica

Come parte della terapia di policistezia a casa, il paziente ha bisogno di controllo rigoroso della pressione sanguigna e dieta:

  • assunzione limitata di liquidi, cibi salati e proteine;
  • l'esclusione di cibi ovviamente grassi e piccanti, condimenti e spezie, cibi fritti;
  • osservanza di cibi ipercalorici con un alto contenuto di oligoelementi e vitamine.

Oltre al trattamento principale prescritto dal medico e l'uso di rimedi popolari per sbarazzarsi delle manifestazioni della malattia, si raccomanda di osservare le seguenti regole:

  • evitare qualsiasi malattia infettiva e catarrale, cioè rafforzare il sistema immunitario ed effettuare la prevenzione delle malattie alla vigilia della loro diffusione stagionale;
  • non sollevare pesi elevati, né abbandonare qualsiasi lavoro che richieda sforzi fisici;
  • minimizzare i periodi di lunghe camminate e soprattutto di corsa;
  • se possibile, evitare di viaggiare su strade accidentate per evitare di scuotere;
  • aderire a una dieta povera di proteine ​​(non più di 0,6-0,7 g / kg al giorno) con un basso contenuto di sale;
  • il rilevamento del sangue nelle urine indica la necessità di disporre il riposo a letto per i prossimi giorni.

Che tipo di farmaci per trattare la malattia del rene policistico?

Il trattamento della malattia del rene policistico è prevalentemente sintomatico e pertanto la prescrizione dei farmaci è estremamente individuale, a seconda del caso specifico e delle caratteristiche dei sintomi specifici. Dei farmaci utilizzati principalmente analgesici, uroantiseptiki e antibiotici (per esempio, lo sviluppo sullo sfondo pielonefrite policistico), e diuretici (ad esempio, sotto ridotta diuresi), tra quest'ultimo Gipotiazit, Lasik, aldactone. Il dosaggio è determinato individualmente.

Trattamento dei metodi popolari della malattia del rene policistico

Malattia del rene policistico - una malattia che è difficile da trattare tradizionale solo perché la medicina moderna non ha un arsenale esauriente di strumenti. Tuttavia, questo non è un motivo per passare all'autotrattamento, che può aggravare e accelerare le complicanze della malattia policistica.

Rivolgendosi a un istituto medico per assistenza e seguendo tutte le raccomandazioni dei professionisti medici professionisti, è consigliabile combinarli con il trattamento della malattia del rene policistico con rimedi popolari. Prenderli senza discussione con il medico è indesiderabile.

La popolarità e l'effetto tangibile hanno le seguenti ricette:

  • giovani foglie giovani di bardana tritate attraverso un tritacarne, dalla risultante pappa spremere il succo in un contenitore di vetro ben chiuso, conservare in frigorifero; prendere rigorosamente secondo lo schema per 30 giorni - 1 ° e 2 ° giorno per 1 cucchiaino. due volte al giorno, 3 ° e 4 ° giorno, 1 cucchiaino. tre volte al giorno, nei giorni successivi, 1 cucchiaio. tre volte al giorno; dopo una pausa di tre settimane, il corso può essere ripetuto;
  • riempire il contenitore di vetro con infiorescenze di mulleet essiccate, senza prenderle, versare la calendula essiccata nello spazio rimanente; riempire l'erba di vodka, tappo e lasciare per due settimane in un luogo buio; dopo il tempo assegnato, filtrare e assumere come segue: i primi 5 giorni a 1 cucchiaino. tre volte al giorno, mezz'ora prima dei pasti, quindi 1 cucchiaio. tre volte al giorno, mezz'ora prima dei pasti;
  • un chilogrammo di aglio per pulire e saltare attraverso un tritacarne, metterlo in un contenitore opaco e versare un litro di acqua calda bollita, mettere il contenitore in un luogo buio per un mese; periodicamente la miscela deve essere agitata; in seguito, l'infusione viene filtrata e conservata in un luogo fresco, ma non freddo; applicare 2 cucchiai. tre volte al giorno mezz'ora prima dei pasti, bevendo ½ cucchiaio. latte bollito caldo; dopo un mese di pausa di tre mesi e ripetizione;
  • Una foglia di un aloe adulto (non meno di tre anni) per macinare e lasciare in frigorifero per una settimana; 1 cucchiaino unire l'aloe con carta vetrata tritata e pepe rosso amaro e 1 cucchiaino. boccioli di betulla, aggiungere ½ cucchiaio. erbe tritate di assenzio, versare ½ l di vodka, lasciare in un contenitore di vetro tappato per 10 giorni (agitazione giornaliera); filtrare 1 cucchiaio tintura diluita 3 cucchiai. acqua bollita e prendere tre volte al giorno mezz'ora prima dei pasti; un ciclo di trattamento richiederà 1½ litri di tintura;
  • 150 grammi della radice schiacciata del devyasila posto in un barattolo da tre litri, aggiungere 1 cucchiaio. lievito e 2 cucchiai. zucchero, versare acqua bollita, mescolare, chiudere e insistere in un luogo buio per due giorni; ceppo di infusione, assumere ½ cucchiaio. 30 minuti dopo i pasti tre volte al giorno; quando la quantità di infuso cotto è finita, prenditi una pausa di 20 giorni e ripeti la stessa procedura;
  • unire in uguali proporzioni noci tritate verdi e miele di fiori, mettere il composto in un barattolo di vetro, chiudere il coperchio e lasciare per un mese in un luogo buio; prendere 1 cucchiaio. tre volte al giorno, indipendentemente dai pasti; il trattamento può essere completato da una assunzione parallela di tintura di echinacea della farmacia (15 gocce tre volte al giorno); continuare il trattamento fino a sei mesi.

Trattamento della malattia del rene policistico durante la gravidanza

La malattia renale policistica può portare a complicanze della gravidanza. In un numero significativo di casi, le donne con questa malattia possono avere una sola gravidanza, poiché quelle successive possono portare allo sviluppo di una complicanza che può essere identificata come in pericolo di vita. Il più alto rischio di sviluppare complicazioni è nelle donne che hanno già avuto la pressione alta prima della gravidanza.

Una donna la cui malattia policistica al rene è stata diagnosticata per la prima volta durante la gravidanza verrà raccomandata l'ospedalizzazione, che può rifiutare se si sente bene. Tuttavia, si raccomanda vivamente di effettuare visite relativamente frequenti a specialisti pertinenti con un esame appropriato del necessario (esame batteriologico delle urine, coltura delle urine in modo pianificato).

Dopo il parto, una donna con questa diagnosi viene regolarmente inviata per un consulto con un urologo per decidere sulla fattibilità della risonanza magnetica e della scintigrafia renale dinamica.

Per quanto riguarda le previsioni a lungo termine, è molto incerto. È ottimizzato dal corso dei processi finora favorevole. tuttavia, la gravidanza e il parto possono cambiarli. Pertanto, un'attenzione particolare è richiesta a una donna di questo tipo in futuro, osservazione dinamica da parte di un nefrologo, aderenza a una dieta e una serie di attività di regime.

Quali medici contattare se si dispone di malattia del rene policistico

La diagnosi di malattia del rene policistico inizia con la familiarizzazione con le lamentele e l'anamnesi del paziente. Già esaminando il paziente e sondando il rene attraverso l'area lombare o peritoneale è possibile fare le prime conclusioni. In futuro, il paziente avrà bisogno di esami più approfonditi:

  • esame ecografico;
  • urografia endovenosa - esame dei reni e delle vie urinarie mediante studi a raggi x con l'uso di un mezzo di contrasto;
  • tomografia computerizzata - è il metodo di ricerca più prezioso per la policistica.

Ognuno di questi metodi consente di rilevare un aumento delle dimensioni dei reni, nonché la loro degenerazione cistica. L'urografia endovenosa mostra anche una riduzione della funzionalità renale. L'ecografia o la TC di solito mostrano pronunciati cambiamenti cistici nel parenchima dei reni, nella loro apparenza "lacera", nello spostamento del parenchima funzionante. Sono richiesti anche test di laboratorio, in particolare urina, che rivelano una lieve proteinuria, micro o macroematuria. Inizialmente, la concentrazione di urea e creatinina è normale o leggermente sovrastimata e l'aumento delle prestazioni si verifica lentamente, ma costantemente, soprattutto quando si unisce all'ipertensione arteriosa. Un esame del sangue dettagliato può rivelare policitemia.

Malattia del rene policistico: cause, trattamento

Contenuto dell'articolo

  • Malattia del rene policistico: cause, trattamento
  • Perché i reni crescono di dimensioni
  • Cause e sintomi di insufficienza renale cronica (CRF) nei gatti.

Perché è policistico

Questa è una malattia ereditaria. Ci sono casi in cui vengono a conoscenza della loro malattia nel periodo dei cambiamenti genetici. Questa età va dai 40 ai 65 anni.

Cos'è un rene policistico?

In apparenza, assomiglia a un grappolo d'uva. Le cisti possono avere un diametro compreso tra 6 e 8 cm. Sistema bacino-bacino deformato. Il peso di un rene può raggiungere fino a 2 kg.

Quando la cisti renale policistica può essere formata in tutto il corpo, ad esempio nel fegato, nelle ovaie, nella tiroide e nel pancreas, le vescicole seminali.

Come funziona il policistico

1. Dolore nella parte bassa della schiena;

2. I reni aumentano;

3. Le pietre si formano nei reni;

4. Il sangue è osservato nelle urine;

5. Nell'infezione del tratto urinario appare;

6. Aumenta la pressione sanguigna;

7. Si sviluppa insufficienza renale cronica.

I reni ingranditi sono facilmente palpabili attraverso la parete addominale. All'esame, il paziente si lamenta di tenerezza nel sito di sondaggio.

In caso di sanguinamento grave, il paziente richiede un intervento chirurgico immediato.

A causa del metabolismo compromesso, le pietre si formano spesso nei reni.

Con un costante aumento della pressione, i pazienti lamentano mal di testa, diminuzione delle prestazioni e dolore al petto.

All'atto di violazione di deflusso di urina, e questo processo si sviluppa a causa di grandi cisti, l'infezione si unisce. Abbastanza spesso le cisti suppongono. La sostituzione graduale del tessuto renale con le cisti è una diminuzione della funzionalità renale. I composti azotati si accumulano nel sangue, che successivamente intasa il corpo e conduce all'intossicazione.

Come viene diagnosticata la policistosi

1. esame a raggi X;

2. Urografia escretoria;

3. pielografia retrograda;

4. Analizzare i reni;

5. La renografia isotopica;

6. tomografia computerizzata;

Come trattare la malattia del rene policistico

Sfortunatamente, la policistosi tradizionale non è trattata. L'obiettivo del trattamento è ridurre le complicanze. Di regola, eseguire la correzione sintomatica.

Per il dolore severo vengono prescritti antidolorifici e, una volta aggiunta l'infezione, vengono prescritti antibiotici. Con la pressione alta - farmaci per ridurlo.

Abbastanza spesso, con enormi cisti, è richiesto un trattamento chirurgico. Durante l'operazione, il liquido extra viene pompato fuori dalle cisti. Sfortunatamente, un'operazione del genere non porta effetti duraturi. Nel corso del tempo, le cisti crescono di nuovo. Se si verifica un'infezione cistica o renale, una tale complicazione può essere trattata solo mediante rimozione chirurgica dell'organo. Rimuovere il rene solo se il secondo funziona bene.

Con lo sviluppo di insufficienza renale cronica, è necessaria l'emodialisi.

prospettiva

La malattia progredisce piuttosto lentamente. Con lo sviluppo dell'insufficienza renale, i pazienti possono vivere ancora per diversi anni. La prognosi è bruscamente aggravata dall'aggiunta di ipertensione arteriosa e pielonefrite cronica. A volte il policistico non si manifesta e può essere rilevato casualmente.

Misure preventive

Per i pazienti policistici viene prescritta una dieta che aiuta a ridurre il tasso di progressione della malattia. La dieta include:

1. Restrizione di sale;

2. Riduzione di proteine ​​e cibi grassi;

3. Assunzione di acqua sufficiente;

4. Non prendere prodotti contenenti caffeina.

Si raccomanda di smettere completamente di fumare e bevande alcoliche.

Malattia del rene policistico - sintomi. Trattamento di prodotti popolari e medici

Dolore nella parte bassa della schiena, malessere generale - i sintomi frequenti di persone non solo più anziane, ma anche giovani. Questa condizione può essere la prima sveglia, che indica che i reni hanno bisogno di aiuto e trattamenti qualificati.

Malattia del rene policistico - che cos'è?

L'emergere di cisti di dimensioni diverse indica una diagnosi seria, nota come malattia renale policistica (codice ICD). È caratteristico che entrambi i reni siano colpiti contemporaneamente e che le cisti possano svilupparsi gradualmente, il che porta a frequenti casi di rilevamento tardivo della malattia. Questa malattia è una forma di displasia cistica ed è ereditaria.

La malattia policistica è un difetto nello sviluppo embrionale dei tubuli renali e la prognosi della malattia è deludente se non si prendono misure efficaci in tempo. Con un aumento delle cisti, il volume del parenchima funzionante diminuisce e si sviluppa insufficienza renale, che è difficile da trattare. La malattia policistica colpisce anche i tessuti di altri organi: milza, pancreas, fegato, polmoni.

motivi

Le cause principali sono chiamate trasformazione cistica congenita del parenchima renale. 85-90% dei casi di patologia sono rilevati in presenza di tali violazioni nei genitori. L'ereditarietà della malattia può essere di tipo autosomico dominante (quando uno dei genitori soffre della malattia), e meno spesso con un tipo autosomico resistivo, quando entrambi i genitori sono portatori della malattia. Si manifesta lo sviluppo della malattia causata dall'assunzione di farmaci con effetto nefrotossico, se assunti durante la gravidanza.

Nei bambini

Se le cisti vengono trovate in tenera età, la malattia del rene policistico autosomico recessivo viene diagnosticata nei bambini (codice ICD), che è un'anomalia congenita. Questo difetto si verifica in un neonato per 250-1000 bambini. È importante iniziare il trattamento in tempo perché gli organi si sviluppino normalmente. Casi di diagnosi tardiva della malattia non sono infrequenti, quindi vale la pena fare attenzione alle famiglie con una storia di tali patologie.

feto

La diagnosi perinatale rivela molto presto una malattia renale policistica nel feto (codice ICD). La causa della malattia è la compromissione della formazione di reni fetali nel grembo materno, insufficienti cellule organiche. Le cisti compaiono se non ci sono connessioni dei tubuli renali con i glomeruli dei reni, con la loro degenerazione. Il trattamento inizia immediatamente, fin dai primi giorni di vita, per fermare lo sviluppo della malattia. La patologia può essere rilevata in utero dalla 30a settimana di gravidanza durante un'ecografia dei reni del feto.

sintomi

I sintomi principali sono dolore lombare, affaticamento, perdita di appetito, prurito della pelle, disturbi del ritmo cardiaco. Possibile violazione della sedia - diarrea, stitichezza, perdita di appetito, nausea, perdita di peso. Segni di pielonefrite si manifestano anche - abbondanti minzioni, sangue nelle urine. Nei casi difficili, l'insufficienza renale si manifesta, che è aggravata da un significativo aumento della pressione sanguigna.

trattamento

Prima di iniziare il trattamento, è necessario sottoporsi ad un esame completo: ecografia pelvica, tomografia computerizzata, angiografia, escrezione, urografia, scintigrafia. Quando si esaminano e identificano i cambiamenti nelle dimensioni dell'organo sinistro, destro, i loro contorni, la posizione, la deformazione della capsula del rene, del bacino e delle coppe, si diagnostica il possibile sviluppo della malattia policistica. Viene eseguita un'analisi delle urine generale per scoprire il grado di compensazione per la funzionalità renale, la coltura delle urine, i campioni di Zimnitsky e Reberg e l'analisi del sangue clinica.

Solo un'attenta analisi clinica aiuterà a prescrivere tempestivamente il trattamento. Ci sono varie complicanze - ematuria, urolitiasi, anemia, fibrosi epatica, quindi è anche necessario condurre un'ecografia del fegato, ECG, analisi biochimica del sangue. Questo è un processo lungo che include una dieta rigorosa, corsi di terapia farmacologica e, se necessario, un intervento chirurgico.

Come trattare i farmaci

Quanto prima si inizia il trattamento della malattia con dispositivi medici, tanto più favorevoli sono le prognosi. È importante scegliere la giusta terapia antipertensiva, che include beta-bloccanti, ACE-inibitori, calcio-antagonisti e talvolta diuretici in diverse combinazioni: il corso è prescritto sia da un nefrologo (urologo) che da un cardiologo. In presenza di infezione, viene prescritta una terapia antibiotica (fluorochinoloni, cefalosporine). Gli antibiotici sono prescritti quando viene rilevata un'infiammazione, dopo il corso del trattamento si possono assumere tisane.

Per il trattamento delle carenze di proteine ​​ed energia, è efficace assumere tali preparati di aminoacidi come Supro o Ketosteril, che aiutano a reintegrare le riserve proteiche del corpo. Se il livello di emoglobina è basso, l'anemia viene trattata con ferro ed eritropoietina. È importante prestare attenzione al trattamento dei disturbi del calcio e del fosforo con preparati alfa-calcidolici o di calcio.

Quando si verifica un'insufficienza renale terminale, inizia l'emodialisi. Questa procedura viene eseguita 3 volte a settimana, con il suo aiuto viene pulito il sangue dall'acqua in eccesso e dai prodotti metabolici. Il metodo più lento e più accessibile è la dialisi peritoneale. Con attenta osservanza delle prescrizioni del medico, la prognosi per il trattamento è favorevole. In caso di complicanze - dolore severo, perdita di capacità lavorativa, suppurazione nella cavità, rottura di una cisti, intervento chirurgico. Potrebbe essere necessario un trapianto di rene e l'uso costante di farmaci immunosoppressori.

dieta

Il cibo dietetico provvede una restrizione rigorosa di sale, è necessario escludere bevande alcoliche e caffeina. Il nemico dei reni policistici è un prodotto proteico, è necessario consumare non più di 1 g di proteine ​​per 1 kg di peso del paziente. Il liquido in quantità sufficiente, anche per i bambini, aiuterà il corpo a rimuovere le sostanze nocive. Gli alimenti ricchi di fosforo e potassio dovrebbero essere eliminati, gli organi policistici non possono far fronte a grandi quantità di cibi piccanti e grassi.

Trattamento di rimedi popolari

Con la giusta terapia farmacologica, puoi trattare la malattia del rene policistico con rimedi popolari. Puoi essere trattato con rimedi popolari che aiuteranno a curare ed evitare la chirurgia. Le tasse sui reni aiutano il corpo a lavorare più agevolmente e a far fronte ai carichi. I rimedi popolari che includono foglie di mirtillo rosso, radice di bardana, foglie di betulla sono molto popolari, sono necessariamente presenti nei tè ai reni.

odori

L'uso di erbe migliora l'azione dei farmaci e in alcuni casi li sostituisce. Tintura della ricetta popolare, che viene preparata come segue:

  1. Un foglio di risciacquo scarlatto di tre anni, tritare e conservare in frigorifero per 7 giorni, misurare 1 cucchiaino. materie prime e posto in un barattolo di vetro.
  2. Aggiungere il peperoncino piccante sbucciato e tritato.
  3. I boccioli di betulla e l'assenzio secco (1 cucchiaino ciascuno) si mescolano e si aggiungono al barattolo.
  4. Versare 0,5 litri di vodka nel barattolo, insistere per 10 giorni in un luogo buio. Prendere 3 volte al giorno per 1 cucchiaio. l., diluire con 3 cucchiai. l. acqua calda bollita

l'aspettativa di vita

I pazienti sono principalmente interessati alla domanda: qual è l'aspettativa di vita per la malattia del rene policistico? Per i neonati, le previsioni sono deludenti: l'80% dei pazienti non vive fino a 4 settimane e il resto fino a un anno. In questa malattia, le cisti coprono il 90% dell'organo. In età avanzata, con lo sviluppo della malattia, le probabilità sono molto più elevate, perché le cisti crescono del 20-60% della superficie dei reni e nell'adolescenza del 10%. Se le patologie policistiche si sviluppano nell'età adulta, ci sono alcuni metodi per arrestarne lo sviluppo, da quelli conservativi a quelli operativi.

video

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

Malattia del rene policistico negli adulti: sintomi, trattamento

La maggior parte delle malattie renali sono causate da patologie congenite del sistema urinario. La malattia più comune (16% dei casi) e grave è la malattia del rene policistico, che negli adulti si presenta in forma latente, ma è la causa principale dell'insufficienza renale cronica. Con tale anomalia, il tessuto parenchimale dei reni viene sostituito dalle cisti, ma ci sono aree invariate che sono sufficienti per il normale funzionamento dell'organo per molti anni fino a quando la malattia non inizia a progredire. E qui la cosa più importante è prestare attenzione ai sintomi di questa malattia per iniziare un trattamento adeguato, altrimenti sarà richiesto un trapianto di rene, o non sarà necessario nulla, dal momento che tutto sarà fatale.

Sintomi della malattia renale policistica negli adulti

Questa anomalia dello sviluppo è sempre bilaterale. Con un decorso maligno (grado 3) può portare alla morte del paziente nella prima infanzia. Rene policistico negli adulti (1, 2 gradi della malattia), procede in modo latente. A volte non sono colpiti solo i reni, ma anche il fegato, il pancreas (questo è dovuto alle peculiarità dello sviluppo embrionale).

La malattia di 1 grado viene talvolta rilevata per caso, nella diagnosi di rene nella pielonefrite, sospetta urolitiasi. E poi, senza fallo, tutti i parenti del paziente vengono inviati per un esame, perché questa è una malattia ereditaria.

Se questa è una patologia congenita di grado 2, allora la malattia policistica viene rilevata mentre progredisce. La malattia per lungo tempo procede di nascosto, spesso accompagnata da una forma latente di pielonefrite. Quindi, si verifica un'insufficienza renale acuta. Ciò contribuisce a:

  • violazione del passaggio di urina;
  • linfa anormale, circolazione del sangue nei reni;
  • stasi venosa.

La manifestazione clinica della policistosi dipende dalla gravità della malattia, dal numero e dalla dimensione delle cisti, dalla sicurezza del parenchima. I sintomi più comuni di policistico sono:

  • mal di schiena, regione epigastrica;
  • la sete;
  • poliuria;
  • disturbi cardiovascolari;
  • ematuria macroscopica.

Il 40-70% dei pazienti lamenta dolore alla schiena. Quando il policistico non è costante. Se l'urodinamica non si rompe, la pielonefrite non è molto pronunciata, quindi il dolore sarà debole. Con la progressione della malattia, aumenta. Nella regione epigastrica, il dolore nasce dal fatto che i reni ingrossati esercitano pressione su altri organi. In questo caso, i sintomi della malattia del rene policistico sono simili alle malattie gastrointestinali acute.

La poliuria e la sete sono sintomi di insufficienza renale cronica. Appaiono a causa della ridotta funzione di concentrazione dei reni. In questo caso, i pazienti nella stagione calda bevono fino a 4 litri di liquido ed emettono 2-2,5 litri al giorno.

La patologia congenita è accompagnata da disturbi del sistema cardiovascolare:

Ipertensione arteriosa nei pazienti con malattia renale policistica è maligna, pressione diastolica oltre 110 mm Hg. Art. Dipende dal grado di ischemia del tessuto renale e si pone perché, a causa della sostituzione del parenchima del rene, gli agenti di regolazione della pressione cessano di sintetizzare (il sistema renina-angiotensina-aldosterone è compromesso).

Nel 30-50% dei pazienti si osserva ematuria macroscopica. Spesso non è permanente, a breve termine, si verifica a causa di sanguinamento all'interno delle cisti. Per sanguinamento grave, è necessario un intervento chirurgico urgente. Quando si forma un policistico a causa di un disturbo metabolico, possono anche causare ematuria.

Con la malattia del rene policistico, il deflusso delle urine è disturbato e ciò porta allo sviluppo di malattie infettive. Di conseguenza, la suppurazione si verifica in cisti e tessuto renale.

La gravità dei sintomi dipende dallo stadio della malattia:

  1. Subclinico (compensato). La malattia è nascosta, i pazienti si lamentano di dolore alla schiena opaco, stanchezza dopo l'esercizio. Nessuna grave ipertensione, la funzionalità renale non è compromessa.
  2. Subcompensated. La pressione sanguigna aumenta, l'insufficienza renale inizia a svilupparsi. I pazienti lamentano secchezza delle fauci, sete, nausea, prestazioni alterate.
  3. Scompensata. In questa fase, i pazienti sono disabilitati. L'ipertensione arteriosa è maligna, l'anemia persistente appare. A causa delle alterate funzioni di filtrazione e concentrazione dei reni nel sangue, viene rilevato un aumento del livello di urea, la creatinina e questo è accompagnato da sintomi persistenti di intossicazione.

Di solito la malattia si manifesta pienamente entro 45-60 anni. A quest'età, la maggior parte del parenchima viene rimpiazzata da cisti e questo porta a serie complicazioni:

  • urologica (urolitiasi, pielonefrite, insufficienza renale);
  • neurologico (emorragia intracerebrale);
  • ipertensione nefrogenica.

A causa di un disordine metabolico, una mancanza di calcio e un aumento del livello di azoto residuo nel sangue, i pazienti hanno convulsioni e la malattia porta a gravi intossicazioni. Tuttavia, per fare una diagnosi corretta, i soli reclami dei pazienti non sono sufficienti. Dopotutto, anche il dolore alla schiena opaco non è solo caratteristico della malattia renale, si verifica a causa di patologia spinale, è spesso il caso di tumori del tratto gastrointestinale. Assicurati di:

  • raccogliere l'anamnesi (per scoprire se i parenti avevano una malattia policistica);
  • esame fisico (palpazione palpabile ingrossamento dei reni);
  • analisi delle urine (peso ridotto, forse ematuria);
  • analisi del sangue biochimica (aumento di urea e creatinina);
  • Ultrasuoni, TC, raggi X, risonanza magnetica (reni ingranditi, molte cisti di diverse dimensioni);
  • esame angiologico (rivelare il grado di conservazione del flusso sanguigno dei reni);
  • urografia escretoria (bacino allungato, deformato).

Solo dopo aver condotto un sondaggio, il nefrologo rileverà la presenza di patologia congenita e prescriverà il trattamento appropriato.

Come viene trattata la malattia del rene policistico negli adulti

Purtroppo, le patologie ereditarie e congenite non possono essere trattate. Tuttavia, grazie ai moderni metodi terapeutici, è possibile affrontare le complicazioni e salvare il paziente non solo la vita, ma anche l'efficienza. La cosa principale è aderire a tutti gli appuntamenti medici.

Sono necessari periodici corsi periodici di terapia farmacologica e dieta. Nella dieta vengono introdotti ulteriori prodotti proteici, mentre viene ridotto il consumo di sale da cucina, grassi animali e carboidrati semplici.

Il trattamento farmacologico include:

  1. Terapia antibiotica Il policistico è complicato dalla pielonefrite, derivante dalla violazione del deflusso delle urine. I preparati vengono selezionati in base al ceppo identificato di microrganismi, ma tenendo conto della loro nefrotossicità.
  2. L'ipertensione è trattata nel modo usuale, sono raccomandati principalmente diuretici.
  3. Antidolorifico prescritto per il dolore intenso.

Se si verificano gravi complicanze, si raccomanda l'intervento chirurgico. La maggior parte degli esperti ritiene che le operazioni per l'escissione delle cisti dovrebbero essere eseguite nella fase subcompensata, senza attendere il verificarsi di gravi complicanze. Prima di questo, è necessario assicurarsi (utilizzando l'angiografia, l'ecografia) che la maggior parte del parenchima e della rete vascolare renale non sia rotta.

Inoltre, il trattamento chirurgico è raccomandato per:

  • dolori intensi;
  • suppurazione delle cisti;
  • sanguinamento grave;
  • ipertensione che non può essere trattata con farmaci antipertensivi;
  • spremitura di grandi vasi;
  • la presenza di grandi pietre.

A seconda del grado della malattia, le complicanze ricorrono a vari metodi chirurgici:

  1. La decompressione chirurgica (ignipuncture) è raccomandata per i pazienti di età compresa tra 30 e 50 anni con stadio compensato policistico. Riduce le dimensioni delle cisti, e questo porta ad una riduzione del dolore, un miglioramento della microcircolazione nel rene e, di conseguenza, previene lo sviluppo di complicanze.
  2. Puntura percutanea Un metodo più semplice, effettuato sotto il controllo della tomografia computerizzata, l'ultrasonografia. Eseguilo ogni 4-6 mesi. Con il suo aiuto, è possibile mantenere il paziente per lungo tempo in uno stato di compensazione.

In caso di sanguinamento, tutte le cisti sono necessariamente aperte, questo permette di ridurre la pressione intrarenale, migliorare il deflusso venoso, che è disturbato a causa della pressione dei vasi.

A causa della suppurazione, è anche necessario aprire tutte le cisti, e non solo quelle infettive, al fine di prevenire ulteriori infezioni.

L'ignipuntura, la puntura percutanea viene utilizzata quando la maggior parte del parenchima non viene modificata, poiché consente di salvare la funzione renale, altrimenti non c'è semplicemente nulla da salvare e il trapianto è richiesto.

Con livelli ematici elevati di creatinina, urea, i pazienti hanno bisogno di emodialisi per tutta la vita o di trapianto di rene.

conclusione

Il policistico è una malattia estremamente grave. Questa è una patologia congenita, e purtroppo, ma ora non ci sono modi per sconfiggere completamente le malattie che si presentano a livello genetico. Tutto il trattamento è volto a prevenire il verificarsi di complicazioni e la progressione della malattia. Rendilo difficile, perché il policistico negli adulti è latente. Molti dei primi sintomi della malattia stanno cercando di far fronte da soli, e questo è inefficace. Se, se ci sono segni di malattia renale, contattare un nefrologo, un urologo, allora questa patologia congenita verrà rilevata nel tempo non solo dalla persona che ha fatto richiesta di aiuto medico, ma anche da parenti, perché il policistico è ereditato.

Informazioni sulla malattia renale policistica nel programma "Live Healthy!" Con Elena Malysheva (vedi 34:45 min.):

Malattia del rene policistico: sintomi e trattamento

Malattia del rene policistico - i sintomi principali:

  • mal di testa
  • Dolore addominale
  • temperatura elevata
  • nausea
  • Bocca secca
  • Stanchezza aumentata
  • Sangue nelle urine
  • Imbavagliare
  • intossicazione
  • Ipertensione arteriosa
  • Sete intensa
  • Disturbi urinari
  • Pressione nell'area dei reni

La malattia del rene policistico o malattia policistica è un difetto nello sviluppo embrionale dei tubuli renali, che è caratterizzato dalla formazione di cisti di varie dimensioni nel parenchima dell'organo. Il processo patologico interessa contemporaneamente due reni. Le dimensioni delle formazioni patologiche sono diverse: da una capocchia di spillo a una grande ciliegia. All'interno delle cisti è essudato chiaro o marrone (simile alla gelatina).

Con il progredire della malattia, le formazioni patologiche aumentano di dimensioni e diventano la causa della disfunzione d'organo. Di solito, i pazienti con questa diagnosi sviluppano insufficienza renale. Il trattamento è effettuato sia con tecniche conservative che operative. A volte, per ridurre l'intensità dei sintomi, i medici possono prescrivere alcuni rimedi popolari.

Una caratteristica della patologia è che spesso colpisce altri organi vitali, come il pancreas, il fegato, il cervello, le ovaie, la tiroide e così via. La malattia renale policistica è una malattia ereditaria che non ha restrizioni sul sesso - si sviluppa con la stessa frequenza sia nelle donne che negli uomini. Tipicamente, la patologia viene diagnosticata nelle persone di età superiore a 30 anni o nei neonati nelle prime settimane di vita. Vale la pena notare che il policistico negli adulti è 10 volte più comune rispetto ai neonati.

eziologia

Come accennato in precedenza, malattia del rene policistico - una malattia che viene trasmessa a livello genetico. A seconda del tipo di ereditarietà, i medici distinguono le seguenti forme di patologia:

  • autosomico recessivo. Caratteristico per i bambini. La malattia del rene policistico nei bambini progredisce a causa di una mutazione del gene responsabile della codifica della proteina fibrocistica. Di conseguenza, crescite anomale piene di forma essudata nel parenchima renale. Il volume del corpo aumenta, i canali sono compressi dalle cisti e i reni non svolgono più completamente la loro funzione principale, il filtraggio. Di regola, diagnostico questo modulo nei neonati;
  • autosomica dominante. Questa forma inizia a progredire in persone di età superiore ai 30 anni. Vale la pena notare che questa è una delle patologie genetiche più comuni. Le statistiche mediche sono tali da colpire circa 12 milioni di persone nel mondo. La ragione principale della progressione di questa forma di malattia del rene policistico è la mutazione dei geni che codificano per le proteine ​​policistina-1 e policistina-2.

Forme di cisti

Nei reni affetti da policistica si formano 2 tipi di cisti:

  • chiuso. Tali cisti sono chiuse e non comunicano con il lume dei tubuli, quindi non forniscono una funzione escretoria. Questo tipo di formazione è più comune nei neonati;
  • aperto. Questo tipo di formazione è rappresentata da estensioni diverticolari dei canalicoli, che hanno una connessione con il bacino e le coppe. Se tali formazioni si sono formate, allora per un lungo periodo di tempo viene preservata la funzione escretoria dell'organo.

sintomatologia

La malattia renale policistica nei neonati è molto sfavorevole e spesso porta alla morte. La ragione principale di ciò è l'uremia. Se il policistico ha iniziato a progredire attivamente nel periodo prenatale, diventa la causa della natimortalità.

Negli adulti, la malattia progredisce gradualmente e passa attraverso tre fasi:

  • compensato;
  • subcompensated;
  • scompensata.

compensata

In questa fase, i sintomi della patologia sono completamente assenti da molto tempo. Ma con il progredire della policistosi, appaiono questi segni:

  • sensazione di pressione al sito della proiezione dei reni;
  • dolore addominale, non avendo una chiara localizzazione;
  • disuria. Questo sintomo si manifesta quando le formazioni cistiche estendono il parenchima renale;
  • aumento della fatica;
  • ematuria senza una ragione apparente.

In questa fase, il funzionamento dei reni non è compromesso.

subcompensated

La malattia progredisce gradualmente e i sintomi dell'insufficienza renale si uniscono al quadro clinico indicato:

  • sete intensa;
  • attacchi di emicrania;
  • nausea e bavaglio;
  • aumento della pressione sanguigna a numeri elevati;
  • bocca secca

Sintomi di disfunzione d'organo:

  • eritrotsiturii;
  • cilindruria;
  • izostenuriya;
  • leucocyturia (in caso di pielonefrite).

Le cisti formate possono suppurare. In questo caso compaiono la sindrome da ipertermia e intossicazione. Le condizioni del paziente si stanno rapidamente deteriorando.

scompensata

In questa fase, il paziente sviluppa uremia cronica. Se durante questo periodo si unisce un'infezione secondaria (ad esempio, polmonite, infezioni virali respiratorie acute, ecc.), Le condizioni del paziente peggiorano drammaticamente e persino la morte è possibile. La pressione sanguigna è aumentata a numeri elevati. Questo può innescare la progressione di complicazioni pericolose:

diagnostica

In caso di sintomi di patologia indicati, è importante contattare immediatamente un nefrologo qualificato o un urologo. Se la malattia del rene policistico si è manifestata nei bambini, è necessario prima visitare un pediatra.

All'esame iniziale, il medico conduce un sondaggio del paziente. Particolare enfasi viene posta sulla scoperta della storia familiare - se il paziente ha parenti immediati con la stessa diagnosi. Inoltre, viene effettuato un sondaggio dei punti malati e la misurazione della pressione arteriosa in entrambe le mani (negli anziani misurano anche in posizione eretta). Per confermare la diagnosi utilizzando metodi di diagnosi strumentali e di laboratorio.

trattamento

A proposito di come trattare la malattia del rene policistico, può solo dire al medico curante, sulla base dei dati dell'esame iniziale e dei risultati dei test. Va notato che è impossibile curare completamente la patologia, quindi tutta la terapia effettuata è sintomatica.

Il trattamento terapeutico della malattia del rene policistico comprende:

  • terapia antibiotica;
  • trattamento antipertensivo;
  • liberarsi di anemia;
  • correzione delle violazioni che possono verificarsi a causa della mancanza di minerali, in particolare il fosforo;
  • sollievo dal dolore - prescrivere antispastici.

Tecniche chirurgiche per il trattamento della malattia del rene policistico:

  • trapianto di rene;
  • puntura di formazioni cistiche;
  • rimozione laparoscopica dell'essudato dalle formazioni cistiche.

Metodi popolari

Vale la pena notare immediatamente che i rimedi popolari non dovrebbero in alcun modo diventare predominanti. Puoi applicarli solo dopo aver ricevuto il permesso dal tuo medico, e in tandem con i metodi della medicina ufficiale. I rimedi popolari non possono curare la policistica. Con il loro aiuto, puoi solo supportare il lavoro degli organi ed eliminare alcuni dei sintomi, come ipertensione, gonfiore e così via.

I rimedi popolari per il trattamento di questa malattia sono preparati da:

  • foglie di bardana;
  • aglio;
  • verbasco;
  • calendula;
  • liquirizia;
  • cicoria;
  • ghiera;
  • noci;
  • fagioli.

La maggior parte dei medici non consente il trattamento di rimedi popolari policistici, poiché la loro ricezione incontrollata non solo può migliorare la condizione di una persona, ma anche peggiorarla. Alcuni rimedi popolari possono essere presi, ma solo nell'esatto dosaggio e sotto la supervisione costante di un medico.

dieta

È importante attenersi alla dieta con malattia renale policistica. Questo può aiutare non solo a rallentare la progressione della patologia, ma anche a normalizzare le condizioni del paziente. I principi di base della dieta del rene policistico:

  • bere abbastanza liquido;
  • limitare l'assunzione di sale, in quanto può aumentare la pressione sanguigna e quindi creare un carico aggiuntivo sui reni;
  • il cibo in caso di malattia renale policistica dovrebbe essere frazionario;
  • ridurre il consumo di cibi grassi e proteici;
  • aumentare il contenuto di vitamine nella dieta quotidiana;
  • necessariamente nella dieta includono cibi ricchi di fibre;
  • dal menu escludono completamente gli alimenti che contengono caffeina. Questa sostanza accelera la crescita delle formazioni cistiche.

Se pensi di avere la malattia del rene policistico e i sintomi caratteristici di questa malattia, i medici possono aiutarti: pediatra, nefrologo, urologo.

Suggeriamo inoltre di utilizzare il nostro servizio di diagnostica online delle malattie, che seleziona le possibili malattie in base ai sintomi inseriti.

L'amiloidosi renale è una patologia complessa e pericolosa in cui il metabolismo delle proteine-carboidrati è disturbato nei tessuti dei reni. Di conseguenza, si verifica la sintesi e l'accumulo di una sostanza specifica, l'amiloide. È un composto di proteina-polisaccaride, che nelle sue proprietà di base è simile all'amido. Normalmente, questa proteina non è prodotta nel corpo, quindi la sua formazione è anormale per gli esseri umani e comporta una violazione delle funzioni dei reni.

Un feocromocitoma è un tumore benigno o maligno che consiste nel tessuto cromatico extra-surrenalico e nella midollare surrenale. Più spesso, la formazione colpisce solo una ghiandola surrenale e ha un decorso benigno. Vale la pena notare che le ragioni esatte per la progressione degli scienziati della malattia non sono state ancora stabilite. In generale, il feocromocitoma della ghiandola surrenale è piuttosto raro. Di solito, il tumore inizia a progredire nelle persone di età compresa tra 25 e 50 anni. Ma è anche possibile la formazione di feocromocitoma nei bambini, specialmente nei ragazzi.

La pseudotubercolosi è una malattia infettiva acuta che colpisce il tratto gastrointestinale. L'agente eziologico della pseudotubercolosi sono i batteri intestinali. Penetrando nel corpo umano, influenzano la pelle, così come gli organi vitali. L'intero processo è accompagnato da una pronunciata sindrome da intossicazione. Le persone di tutte le età possono essere infettate, ma più spesso viene diagnosticata una pseudotubercolosi nei bambini.

Un mal di gola è una malattia di natura infettiva, a causa della progressione della quale si verifica l'infiammazione acuta delle tonsille e altre formazioni linfoidi della faringe. I seguenti agenti patogeni possono provocare lo sviluppo di patologie: virus, batteri e funghi. Nella letteratura medica, questa condizione è anche chiamata tonsillite acuta. Vale la pena notare che questa è una malattia abbastanza comune che può iniziare a progredire sia negli adulti che nei bambini.

Infiammazione del rene - una malattia caratterizzata dalla progressione dell'infiammazione nell'apparato pettorale-pelvico, glomeruli, tubuli e vasi dei reni. Questa malattia colpisce allo stesso modo sia le donne che i rappresentanti del sesso più forte. È possibile la comparsa di infiammazione dei reni e nei bambini di diverse fasce d'età. Come agente patogeno agiscono condizionatamente microrganismi patogeni che vivono nel corpo umano.

Con l'esercizio e la temperanza, la maggior parte delle persone può fare a meno della medicina.