Come trattare i reni durante la gravidanza

Cistite

Le malattie renali nelle donne in gravidanza determinano la frequenza di insorgenza. I processi patologici sono associati alla spremitura degli ureteri da parte dell'utero in aumento, all'ostruzione del deflusso di urina dai reni, che crea condizioni favorevoli per la riproduzione dei batteri. Il trattamento dei reni durante la gravidanza è un must.

Le malattie comportano il rischio di complicazioni durante la gravidanza, fino alla sua interruzione involontaria. I metodi di trattamento dei reni durante la gravidanza sono selezionati e monitorati da un nefrologo in stretta collaborazione con un ginecologo.

Quale malattia renale dovrebbe essere curata in attesa di mamma

Il periodo più pericoloso di esacerbazione dei reni durante la gravidanza è di 22-28 e 38-40 settimane. Le patologie più comuni dei reni durante la gravidanza sono:

  • batteriuria asintomatica;
  • pielonefrite;
  • glomerulonefrite;
  • urolitiasi.

Batteriuria asintomatica

Patologia del rene si verifica senza un quadro clinico di infezione, viene rilevata solo in studi di laboratorio di urina. La conferma di una malattia asintomatica è la rilevazione in due campioni prelevati nell'intervallo di 2-7 giorni, 100.000 batteri in 1 ml di urina.

I seguenti fattori predispongono allo sviluppo di batteriuria asintomatica:

  • La velocità di rimozione dell'urina dai reni diminuisce.
  • Bacinella renale ingrandita.
  • Il volume di urina residua aumenta, il che porta al reflusso ureterale, che apre la strada a batteri nel tratto urinario superiore.
  • L'urina cambia le sue proprietà fisico-chimiche, che promuove la crescita dei batteri.

trattamento

Spesso i pazienti rifiutano il trattamento con antibiotici, credendo di sapere come trattare la malattia per non danneggiare il bambino prenatale. Nessun metodo di trattamento popolare può salvare una donna incinta dagli effetti del danno renale batterico. Il trattamento per il rene della batteriuria durante la gravidanza è obbligatorio per tutti i trimestri.

Quando si sceglie un farmaco usato per il trattamento di una donna incinta, il medico curante prende in considerazione le condizioni della futura madre, considerando come il farmaco influenzerà il corpo del bambino intrauterino.

Farmaci per il trattamento della malattia in gravidanza:

  • amoxicillina,
  • cefuroxima,
  • ceftibuten,
  • cefalexina,
  • Nitrofurantoin.

Se durante l'esame del paziente risulta che la malattia renale è in uno stato trascurato, la fosfomicina viene prescritta per una singola dose. È meno pericoloso assumere cefalosporine, nitrofurani o ampicillina per diversi giorni se prescritto da un medico.

Insieme al trattamento farmacologico durante la gravidanza, ridurre l'acidità delle urine e aumentare il suo passaggio. Per fare questo, il menu in corso include prodotti che contribuiscono a questo processo. Particolarmente utile per il trattamento delle donne in gravidanza con malattia renale è considerato succo di mirtillo.

pielonefrite

La malattia è causata da batteri che hanno invaso i reni. Con lo sviluppo della patologia del rene durante la gravidanza, parlare di pielonefrite gestazionale. La forma acuta della patologia è accompagnata da sintomi:

  • Forte mal di testa
  • Un dolore che copre tutto il corpo sta crescendo.
  • Il paziente è malato e vomita.
  • Respirazione rapida
  • La temperatura corporea aumenta.
  • C'è sudorazione significativa.

Durante la gravidanza, pielonefrite cronica si verifica con alternanze di esacerbazioni e cedimento delle manifestazioni dolorose. Spesso, la donna incinta non manifesta alcuna manifestazione dolorosa, ma i test delle urine mostrano cambiamenti significativi nel rene. Durante il periodo di attenuazione delle manifestazioni dolorose, il ricovero in ospedale di una donna che si aspetta un bambino non è obbligatorio.

trattamento

Se incinta, diagnosticata con pielonefrite, il trattamento antibiotico viene immediatamente attivato. In questo caso, nessun peso dei benefici per la madre e il possibile danno per il bambino dovrebbero influenzare la decisione sul trattamento con antibiotici - la situazione è estremamente pericolosa per entrambi.

Terapia antibiotica

Senza la terapia farmacologica per curare la pielonefrite durante la gravidanza non è possibile. Il gruppo più efficace di farmaci per il trattamento di una malattia sono gli antibiotici. Quando la pielonefrite in donne in gravidanza prescrive i seguenti farmaci:

Farmaci supplementari

Indipendentemente dal grado di patologia, alle donne incinte vengono prescritti antispastici e antidolorifici. Nel trattamento della pielonefrite in donne in gravidanza, gli uroantitici sono usati in caso di necessità di cateterizzazione degli ureteri.

I pazienti ricevono anche una terapia di disintossicazione. Per il rafforzamento generale del corpo, le vitamine sono prescritte alle donne in gravidanza. Phytopreparation Canephron è considerato molto efficace.

Tecniche di trattamento posizionale

Il trattamento della futura madre si riduce al ripristino del passaggio dell'urina. A tale scopo, utilizzare il metodo della terapia posizionale:

  • Il paziente si trova sul lato, dove il rene non affetto.
  • Le braccia sono piegate ai gomiti, le gambe sono alle ginocchia.
  • Il letto è sollevato su un lato in modo che le gambe salgano sopra la testa.

L'utero è spostato e la sua pressione sul rene si indebolisce, il che consente il flusso di urina. Suggerimenti per la terapia posizionale dovrebbero essere utilizzati durante la gravidanza ogni giorno. In caso di inefficacia delle misure prese durante il giorno, è necessario eseguire un cateterismo dell'uretere dal rene. In casi particolari, l'urina può essere rimossa eseguendo un catetere speciale direttamente nel rene interessato.

dieta

I cibi salati, piccanti e grassi sono esclusi dalla dieta di una donna incinta. Non puoi mangiare: acetosa, spinaci, cavoli. Non è permesso usare condimenti e spezie. I reni colpiti hanno bisogno di vampate di calore. Durante il giorno, è necessario bere 2,5 litri - 3 litri di liquido (se non c'è edema). Una donna che sta aspettando un bambino dovrebbe monitorare il corretto funzionamento degli intestini.

Ricette della medicina tradizionale

Nel trattamento di pielonefrite rimedi popolari per la terapia adiuvante utilizzando le piante:

  • piantaggine;
  • foglia di fragola;
  • madre e matrigna;
  • camomilla;
  • equiseto.

Il timo occupa un posto speciale nei metodi di trattamento popolare. La ricetta per il suo utilizzo è semplice: 1 cucchiaio. un cucchiaio di piante secche versare 200 ml di acqua bollente. Insistere in un thermos per 2 ore. Prendi ogni 6 ore un cucchiaio. I mirtilli, che sono preferibilmente consumati freschi con zucchero o miele, sono stati a lungo considerati un trattamento efficace per i reni.

glomerulonefrite

Patologia infettiva-allergica in cui è interessato l'apparato glomerulare dei reni. I sintomi della patologia sono molto simili ai segni di pielonefrite. Caratteristici della malattia sono minzione frequente, gonfiore del viso, gambe, parete addominale, un aumento critico della pressione sanguigna. Se i sintomi della malattia si manifestano nelle fasi iniziali, la donna che aspetta il bambino viene sottoposta a un esame approfondito per decidere se è possibile continuare la gravidanza.

Trattamento della glomerulonefrite cronica

Le future madri affette da glomerulonefrite dovrebbero essere costantemente monitorate da un nefrologo, da un medico generico e da un ginecologo. Con uno stato di salute soddisfacente, la donna incinta ha bisogno di venire ad un appuntamento con il medico curante una volta ogni 2 settimane, dopo aver passato la sua urina per lo studio.

Il rispetto del regime del giorno - per una donna incinta è uno dei requisiti principali. Sonno di 8 ore con una finestra aperta, mancanza di esercizio fisico, una situazione psico-emotiva favorevole, una buona alimentazione - aiutare la futura mamma ad evitare l'esacerbazione della malattia. La dieta dovrebbe contenere non solo una maggiore quantità di frutta e verdura, ma anche cibi proteici.

Le restrizioni si applicano al sale (3 g al giorno) e al liquido (non più di 1 l). Farmaci che stimolano il sistema immunitario e inibiscono lo sviluppo della malattia non possono essere prescritti alle donne in gravidanza, hanno un effetto dannoso sul bambino fetale.

Il trattamento sintomatico è usato per alleviare la condizione della donna incinta: tisane con un effetto diuretico, succo di mirtillo, ribes, mirtilli rossi. Se il gonfiore è molto forte, usare farmaci diuretici sintetici.

Trattamento farmacologico

La riduzione della pressione arteriosa nei pazienti con glomerulonefrite avviene con l'aiuto di farmaci sicuri prescritti dal terapeuta. Con la malattia c'è una vera minaccia per il feto, che è associato con alterata circolazione del sangue nella placenta.

Per il normale sviluppo del bambino, alla futura mamma vengono prescritti farmaci che migliorano il flusso sanguigno uteroplacentare. Il trattamento avviene sotto costante monitoraggio ecografico del bambino intrauterino. A partire dalla settimana 35, viene eseguito il CTG (cardiotocografia) per contare il numero di battiti cardiaci fetali.

urolitiasi

La patologia si manifesta con la formazione di calcoli renali e altri organi urinari sono colpiti. Provoca lo sviluppo dell'infezione della malattia. I metodi di trattamento chirurgico sono applicati:

  • Se non riesci a rimuovere gli attacchi di colica renale.
  • Se il deflusso di urina è bloccato.

Il trattamento della urolitiasi durante la gravidanza è antidolorifico con antispastici. Le malattie del rene durante la gravidanza sono una seria minaccia per la salute e la vita della madre e del bambino fetale. La diagnosi tempestiva, il trattamento adeguato, l'attuazione rigorosa del parere del medico, l'amore e il sostegno di parenti e amici aiuteranno a mantenere la gravidanza e completarla con un bambino sano.

Malattia renale durante la gravidanza: i principali sintomi della malattia

Perché ferire i reni durante la gravidanza

Il dolore ai reni durante la gravidanza lo suggerisce

In gravidanza, la malattia renale è abbastanza comune. Questo periodo è caratterizzato da cambiamenti fisiologici che si verificano nel sistema urinario.

In molte donne, la gravidanza è accompagnata da un aumento della pelvi renale, alterazioni del flusso di urina e una diminuzione del tono della vescica. Di conseguenza, la probabilità di sviluppare malattie renali aumenta in modo significativo.

Per rilevare tempestivamente l'infiammazione, le pietre e altri processi patologici nei reni, è necessario sottoporsi periodicamente a test delle urine e tenere sotto controllo la pressione sanguigna.

Cause della malattia renale

Durante il periodo di trasporto di un bambino, i reni sono doloranti per i seguenti motivi:

pielonefrite

Questa è la più comune malattia renale infettiva che si verifica durante la gravidanza. Questo disturbo è caratterizzato da infiammazione delle vie urinarie e dei tessuti. Con lo sviluppo di questa malattia microbi di piombo che si riproducono attivamente nel corpo.

Infiammazione renale

Le cause principali dello sviluppo della pielonefrite dei reni sono l'indebolimento del sistema immunitario, i disturbi ormonali, la compressione degli ureteri dell'utero. Se non si inizia il trattamento in tempo, l'infiammazione dei reni può provocare complicanze - in particolare, processo cronico, sviluppo di glomerulonefrite o insufficienza renale.

cistite

Durante la gravidanza, questa patologia si verifica in molte donne. La cistite è caratterizzata da infiammazione della mucosa della vescica. Se non si inizia il trattamento in tempo, c'è il rischio di sviluppare complicazioni pericolose nei reni.

urolitiasi

Le pietre sono il risultato del metabolismo compromesso del fosforo e del calcio. Anche la patologia provoca una situazione ambientale sfavorevole e un eccesso di purine negli alimenti. Le pietre non sono pericolose per il feto, ma in questa violazione i reni sono piuttosto doloranti.

glomerulonefrite

È una patologia immunologica dei tessuti dei reni, che è caratterizzata da un decorso acuto o cronico. Può essere dovuto a un'infezione, ipotermia o tossine. Inoltre, questa violazione è il risultato dell'angina trasferita.

Durante la gravidanza, la glomerulonefrite può essere una complicazione della pielonefrite. Questa violazione è abbastanza pericolosa per il feto e pertanto il trattamento del rene dovrebbe iniziare immediatamente.

Sintomi di malattia renale in donne in gravidanza

Può essere abbastanza difficile determinare che sono i reni a fare male, perché anche la colonna vertebrale di una donna durante la gravidanza è sottoposta a uno stress serio.

Pertanto, è importante prestare attenzione ai seguenti sintomi:

  • dolore acuto o fastidio durante la minzione;
  • l'aspetto di proteine, microrganismi batterici, leucociti o eritrociti nelle urine;
  • forte gonfiore;
  • sensazione di svuotamento incompleto della vescica;
  • aumento della pressione per un lungo periodo di tempo;
  • forte dolore leggermente sopra la vita;
  • dolore nel lato o nell'addome inferiore, che aumenta gradualmente e diventa dolorante in natura;
  • la presenza di dolore quando si cambia la posizione del corpo;
  • dolore e ipersensibilità, anche con un tocco attento.

Inoltre, questi sintomi possono essere accompagnati da un aumento della temperatura, perdita di appetito, nausea e vomito. In ogni caso, è necessario consultare un medico che farà una diagnosi accurata e selezionare un trattamento efficace per i reni.

Metodi di trattamento del rene durante la gravidanza

Se i reni sono feriti durante la gravidanza, in primo luogo è necessario contattare il proprio ginecologo, che può quindi indirizzare il paziente per un esame più dettagliato all'urologo. Il trattamento è prescritto in base alla causa della malattia.

Con lo sviluppo della pielonefrite e di altri processi infiammatori, uno specialista raccomanderà i seguenti metodi:

Il suo scopo è quello di ridurre la spremitura degli ureteri e normalizzare il flusso delle urine. Le donne incinte non dovrebbero dormire sulla schiena. Molto meglio scegliere la posizione sul lato sinistro. Inoltre durante il giorno, dovresti prendere una posizione al ginocchio-gomito, rimanendo in questa posizione per un quarto d'ora.

Se una donna non ha gonfiore o pressione elevata, si consiglia di aumentare la quantità di liquido a 2-3 litri al giorno. In questo caso, il tè o il caffè dovrebbero essere evitati. Si raccomanda di dare acqua pulita, composte, kissel.

Molte erbe diuretiche durante la gravidanza sono controindicate. Non dovresti prendere fondi a base di uva ursina, prezzemolo, liquirizia, ginepro. Le donne incinte dovrebbero mangiare bevande alla frutta mirtillo e mirtillo, foglie di betulla, ortiche. Un buon strumento è il decotto di farina d'avena, che non aumenta il tono dell'utero e ha un pronunciato effetto anti-infiammatorio.

Puoi anche scegliere un farmaco a base di ingredienti vegetali - canephron. Questo strumento è abbastanza accettabile da applicare nel periodo di trasporto di un bambino.

  • Terapia farmacologica renale.

Nel primo trimet non è auspicabile eseguire il trattamento con farmaci, poiché la placenta non può ancora svolgere pienamente le sue funzioni.

Se il processo infiammatorio dei reni è pronunciato, vi è la necessità di una terapia antibatterica. In questa fase, è consentito l'uso di antibiotici di penicillina, ad esempio amoxicillina.

Nel secondo trimestre è possibile utilizzare le cefalosporine di 2a e 3a generazione, tra cui il suprax e la cefazolina.

Se viene trovata una pietra renale in una donna incinta, viene mostrata una terapia farmacologica e una dieta speciale.

Se i reni sono dolenti, il disagio viene bloccato iniettando no-shpy, papaverina o baralgin.

In situazioni difficili, mostra l'uso di analgesici narcotici. Se i calcoli renali provocano una sindrome del dolore pronunciata, viene eseguito un blocco novocainico per i legamenti uterini e l'urina viene rimossa con l'aiuto di un catetere.

Oggi i calcoli renali vengono rimossi in vari modi, ma si consiglia di farlo prima della gravidanza. In caso contrario, la chirurgia può influire negativamente sullo sviluppo del feto. L'operazione viene eseguita solo in caso di insufficienza renale o lo sviluppo di complicazioni purulente.

Inoltre, il medico può prescrivere farmaci a base di erbe, come kanefron o urolesan. Contribuiscono alla frammentazione delle pietre e alla loro rimozione dal corpo. Le erbe medicinali vanno bevute solo dopo aver consultato un medico per non danneggiare il nascituro. È importante ricordare che alcune piante medicinali possono causare aborto o provocare un parto prematuro.

Per rendere più efficace la terapia farmacologica, applicare una dieta speciale.

La dieta è selezionata in base alla forma di urolitiasi:

  • pietre di urato - è necessario consumare prodotti lattiero-caseari e vegetali, mentre la carne è meglio limitare;
  • pietre sotto forma di sali di calcio - la quantità di cereali, frutta, prodotti a base di carne dovrebbe aumentare nella dieta, mentre è necessario limitare l'uso di patate, latte, uova sono anche controindicati;
  • acido ossalico - è necessario escludere uova, pomodori, legumi, latte.

Prevenzione della malattia renale durante la gravidanza

Al fine di prevenire la comparsa di dolore ai reni durante il periodo della gravidanza, è importante seguire semplici regole:

  • bere abbastanza liquido - circa 1,5-2 litri al giorno;
  • mangiare bene - rinunciare a prodotti affumicati, cibi grassi e piccanti;
  • andare in bagno in tempo per evitare il trabocco della vescica;
  • seguire le regole dell'igiene personale;
  • rifiutare di indossare biancheria intima stretta, che porta alla contrazione dell'addome;
  • scegliere le cose da materiali naturali;
  • fare una doccia e abbandonare il bagno;
  • eseguire esercizi speciali che ridurranno la pressione sulla schiena e sulla colonna vertebrale.

Nella fase di pianificazione della gravidanza dovrebbe essere sottoposto a un approfondito esame medico. Nell'individuare patologie croniche del sistema urogenitale, è necessario sottoporsi a un trattamento adeguato.

Le malattie renali durante il parto sono molto comuni. Ciò è dovuto ai cambiamenti che si verificano nel corpo femminile durante questo periodo.

In ogni caso, se i reni sono dolenti, dovresti informare immediatamente il tuo ginecologo. Ciò consentirà di identificare il problema nel tempo e trovare il trattamento giusto. Grazie ad una terapia adeguata, è possibile evitare conseguenze negative.

Suggerimento 1: come trattare i reni durante la gravidanza

  • come trattare i problemi ai reni durante la gravidanza

  1. Sdraiati sulla schiena, piegare leggermente le gambe. Cerca di inalare più aria possibile, trattieni il respiro per un po ', quindi espira la massima quantità d'aria. Ripeti il ​​ciclo da cinque a dieci volte.
  2. Continua anche a sdraiarti sulla schiena, con l'inalazione, alza le gambe dritte, mentre esali, torna alla posizione di partenza. Il ciclo viene ripetuto nello stesso modo da cinque a dieci volte.
  3. Sdraiato sulla schiena, alza le gambe, tieni le ginocchia unite. Quando inspiri, allarga le gambe e quando espiri riduci. Il ciclo di questo esercizio - 6 volte.
  4. Metti un cuscino con un diametro di 10-15 centimetri sotto la schiena, un cuscino può anche essere piegato a metà. Quando inspiri, piega la gamba destra, espira, piega la gamba destra, inspira, piega la gamba sinistra e, quando espiri, piega la gamba. Questo ciclo viene ripetuto 10 volte.
  5. Continuando a sdraiarsi con un rullo sotto il lombo, quando inspiri, solleva la gamba sinistra verso l'alto, lasciando il diritto di sdraiarsi, mentre espiri, abbassa la gamba sinistra, iniziando a sollevare la gamba destra. Si consiglia di fare 20 volte.



  1. La soluzione di uva ursina ha proprietà distintive per il trattamento dei reni, preparare l'erba in acqua e assumere a stomaco vuoto.
  2. L'infusione della buccia di cipolla è anche molto efficace nelle seguenti malattie: nefrite, cistite, pielofite. Per prepararlo occorrono 3 cucchiaini di buccia fine per preparare 2 tazze di acqua bollente, lasciare fermentare per 30 minuti e filtrare. L'assunzione viene effettuata su 1 cucchiaio, tre o quattro volte al giorno.

Se non soffri di malattie renali, segui le semplici regole:



  1. Fin dall'infanzia, osserva la tua postura, non dovrebbe essere rotto.
  2. Se hai un fisico astenico, non fare esercizi di forza;
  3. Nella scelta di una professione, assicurarsi che non vi sia un duro lavoro fisico, lunghi tempi di inattività in un unico luogo, perché tutto ciò influenza lo stato del corpo;
  4. In caso di gravidanza, indossare una fascia prenatale speciale;
  5. In nessun caso non smettere di mangiare o non mangiare troppo - un brusco cambiamento di fisico è pericoloso;
  6. Cerca di non farti male.

Di conseguenza, se segui queste semplici regole, escludi la possibilità di danni ai reni per il resto della tua vita.

Malattia renale durante la gravidanza

contenuto:

Patologia del rene si trova spesso nel periodo di trasporto di un bambino, perché La gravidanza stessa predispone allo sviluppo di queste malattie o all'esacerbazione di processi cronici preesistenti.

Le principali cause di cambiamenti nel sistema urinario durante la gravidanza:

  1. Cambiamenti nei livelli ormonali (aumento della sintesi di progesterone, estrogeni, glucocorticoidi, gonadotropina corionica umana);
  2. L'indebolimento dell'apparato legamentoso del rene, che porta allo sviluppo della sua mobilità patologica;
  3. Cambiamenti nelle relazioni topografiche-anatomiche a causa di un aumento delle dimensioni dell'utero e della sua deviazione sul lato destro. A questo proposito, c'è molta pressione sull'area del rene destro;
  4. Ridurre il tono e le contrazioni degli ureteri dal secondo trimestre di gravidanza.

Le più comuni malattie del sistema urinario durante la gravidanza includono:

  1. pielonefrite;
  2. glomerulonefrite;
  3. urolitiasi;
  4. Batteriuria asintomatica.

Complicazioni di malattie del sistema urinario

Pericolo Le malattie del sistema urinario durante la gravidanza sono molto pericolose sia per lo sviluppo del bambino che per la salute della donna e portano a una serie di gravi complicazioni.

  1. Grave gestosi;
  2. Aborto spontaneo;
  3. Lavoro precoce;
  4. Distacco prematuro di una placenta normalmente localizzata;
  5. Ipossia fetale cronica;
  6. Ritardo della crescita intrauterina;
  7. Infezione intrauterina del feto;
  8. Morte fetale del feto

pielonefrite

La pielonefrite è una malattia infettiva dei reni che colpisce il sistema pielocaliceale. L'infezione può essere diffusa per via ematogena (dalla cistifellea, denti cariati, tonsille faringee) o via ascendente (dall'uretra e dalla vescica). Gli agenti responsabili di questa malattia sono Pseudomonas aeruginosa, Proteus, Escherichia coli, Staphylococcus, Candida funghi.

Quadro clinico

La pielonefrite durante la gravidanza può apparire per la prima volta (forma acuta) o essere una esacerbazione di un processo cronico precedentemente esistente. Molto spesso, la malattia compare nel periodo di 12-14, 24-28, 32-34 e 39-40 settimane, spesso si sviluppa nei primi giorni dopo la nascita.

Sintomi di pyelonephritis affilato:

  1. Inizio improvviso di malattia;
  2. Aumento della temperatura elevata (fino a 39-40 gradi Celsius);
  3. Marcato deterioramento della salute;
  4. Forte mal di testa;
  5. Freddo mozzafiato, alternato a sudore freddo;
  6. Grave dolore nella regione lombare, diminuendo quando si assume una posizione forzata (sul lato con le gambe premute sullo stomaco).

Nel decorso cronico della malattia, i sintomi non sono praticamente espressi, occasionalmente possono esserci dolori fastidiosi nella regione lombare. Con l'esacerbazione della malattia, il quadro clinico è simile ai segni della forma acuta di pielonefrite.

Misure diagnostiche per sospetta pielonefrite

  1. Emocromo completo (caratterizzato da un aumento del numero di leucociti, ESR, forme di banda, diminuzione del livello di emoglobina);
  2. Analisi biochimica del sangue (possibilmente nei casi più gravi, aumento del livello di urea e creatinina);
  3. L'analisi generale delle urine (caratterizzata da un aumento dei livelli dei globuli bianchi, dall'aspetto di proteine ​​e batteri, può aumentare il numero di globuli rossi);
  4. Analisi delle urine secondo Nechiporenko (aumento del numero di leucociti);
  5. Analisi delle urine secondo Zimnitsky (violazione caratteristica della concentrazione dei reni);
  6. Ultrasuoni dei reni.

Trattamento della pielonefrite durante la gravidanza

Per determinare la tattica del trattamento della pielonefrite, è importante determinare il grado di rischio per una donna:

  1. Primo grado (pielonefrite per la prima volta senza complicazioni);
  2. Secondo grado (forma cronica di pielonefrite non complicata);
  3. Terzo grado (pielonefrite complicata o pielonefrite da rene singolo).

Al terzo livello di rischio, l'ulteriore conservazione della gravidanza è severamente vietata, dal momento che c'è un alto rischio per la vita di una donna.

  1. Completa il cibo fortificato con la limitazione di cibi salati, speziati, affumicati e grassi;
  2. Bere acqua minerale;
  3. Terapia antibatterica, tenendo conto del possibile rischio per il feto;
  4. Farmaci antispastici (baralgin, no-spa, papaverina);
  5. Droghe diuretiche (uva ursina, tè del rene);
  6. Antistaminici (suprastin, difenidrammina);
  7. Terapia di disintossicazione (reopoliglukine, albumina);
  8. fisioterapia;
  9. Cateterismo degli ureteri in assenza dell'effetto del trattamento.

glomerulonefrite

La glomerulonefrite è una malattia infettiva-allergica che provoca danni all'apparato glomerulare dei reni. L'agente eziologico della malattia è lo streptococco emolitico. La glomerulonefrite si verifica più spesso 2-3 settimane dopo un mal di gola, scarlattina, erisipela.

Quadro clinico

La glomerulonefrite può anche presentarsi in forma acuta e cronica.

I principali sintomi della forma acuta e esacerbazione della forma cronica:

  1. Forte dolore alla schiena;
  2. Deterioramento del benessere, mal di testa;
  3. Alta pressione sanguigna;
  4. Minzione frequente;
  5. Gonfiore del viso, delle gambe, della parete addominale anteriore.

Misure diagnostiche per glomerulonefrite sospetta

  1. Emocromo completo (caratterizzato da un aumento del numero di leucociti, eosinofili, diminuzione delle piastrine);
  2. Analisi biochimica del sangue (caratterizzata da un aumento del livello di urea, creatinina, gamma globuline);
  3. Coagulogramma del sangue venoso (riduzione del tempo di protrombina, aumento dell'indice di protrombina);
  4. Analisi generale dell'urina (caratterizzata da una diminuzione del volume di urina, un aumento della densità relativa, l'aspetto di proteine, tracce di sangue, un cambiamento del colore dell'urina al rosso o il colore della "brodatura della carne");
  5. Analisi immunologiche (aumento dei livelli di immunoglobuline M e A, complessi immunitari circolanti, alto titolo di anticorpi contro antigeni di streptococco emolitici).

Trattamento della glomerulonefrite durante la gravidanza

All'inizio della malattia nelle prime fasi della gravidanza è necessario un esame approfondito della donna e la decisione sulla possibilità di preservare la gravidanza.

pericoloso Nella glomerulonefrite acuta, la cessazione della gravidanza è indicata indipendentemente dal periodo di gestazione. L'esacerbazione della forma cronica con un pronunciato aumento della pressione sanguigna e una compromissione della funzionalità renale è anche una controindicazione per la conservazione della gravidanza.

Misure terapeutiche per glomerulonefrite:

  1. Terapia antibatterica;
  2. Farmaci antiipertensivi (calcio antagonisti, alfa e beta-bloccanti);
  3. Farmaci diuretici;
  4. Completa il cibo fortificato con la limitazione di cibi salati, speziati, affumicati e grassi;
  5. fisioterapia;
  6. Agenti antipiastrinici (trental, carillon);
  7. Somministrazione endovenosa di farmaci proteici (albumina, plasma secco, proteine).

urolitiasi

L'urolitiasi è una malattia manifestata dalla formazione di calcoli nei reni e in altri organi del sistema urinario. Le infezioni svolgono un ruolo importante nello sviluppo di questa patologia, ad esempio, circa l'80% dei casi di pielonefrite è complicato dallo sviluppo della urolitiasi. Anche i cambiamenti nell'urodinamica durante la gravidanza durante un turno contribuiscono allo sviluppo della malattia.

Quadro clinico

Il quadro clinico della urolitiasi è rappresentato da tre segni classici:

  1. Esordio improvviso di mal di schiena all'inguine, labbra, gamba;
  2. Sangue nelle urine;
  3. La separazione delle pietre.

La colica renale è caratterizzata da un forte dolore, quindi i pazienti assumono una postura forzata che allevia leggermente la condizione (sul lato, posizione del ginocchio-gomito).

Misure diagnostiche

Durante la gravidanza, una diagnosi dettagliata di urolitiasi può essere difficile a causa della mancanza di un esame completo: ad esempio, l'esame a raggi X è controindicato nel portare un bambino.

La diagnosi si basa sui seguenti sintomi:

  1. Quadro clinico;
  2. Un sintomo positivo di Pasternack (indolenzimento quando si tocca nella regione lombare, seguito da ematuria);
  3. Analisi generale dell'urina (caratterizzata dalla presenza di globuli rossi, leucociti, cristalli);
  4. Ultrasuoni del sistema urinario.

Trattamento della urolitiasi

Il trattamento chirurgico durante la gravidanza viene eseguito solo in casi di emergenza:

  1. Colica a lungo termine non raffreddata;
  2. Mancanza di flusso di urina;
  3. Segni di pyelonephritis affilato.

Informazioni Nella maggior parte dei casi, il trattamento consiste nell'alleviare un attacco di colica renale e alleviare il dolore prescrivendo farmaci antispastici (no-spa, papaverina, baralina).

Batteriuria asintomatica

La batteriuria asintomatica è una condizione in cui un certo numero di microrganismi in eccesso rispetto ai livelli normali si trova nell'urina di una donna, senza alcun sintomo clinico. Il numero di microrganismi dovrebbe superare i 100.000 in 1 ml di urina in due successivi test delle urine.

Quando diagnostichi questa condizione, è necessario condurre un esame completo della donna per escludere le malattie del sistema urinario:

  1. Emocromo completo;
  2. Analisi delle urine;
  3. Cultura delle urine sulla flora;
  4. Analisi delle urine secondo Nechyporenko;
  5. Analisi delle urine secondo Zimnitsky;
  6. Ultrasuoni del sistema urinario.

Per prevenire possibili complicazioni infettive, è necessario trattare con farmaci antibatterici, tenendo conto del possibile rischio per il feto.

Perché i reni si feriscono durante la gravidanza?

  • Periodo di gestazione e reni
  • Come fai a scoprire che sono i reni a fare male?
  • Come viene diagnosticata la malattia ai reni?
  • Malattia renale in donne in gravidanza
  • Trattamento della malattia renale durante la gravidanza

Perché i reni si feriscono durante la gravidanza? La medicina presta particolare attenzione alla salute di una donna incinta. La donna incinta dovrebbe monitorare la sua salute. Se hai problemi con i reni durante la gravidanza, allora la donna dovrebbe certamente consultare un medico. Egli prescriverà un trattamento tempestivo ed efficace che non danneggerà il feto.

Periodo di gestazione e reni

Durante il periodo di gravidanza nelle donne sono tossicosi, malessere, debolezza, affaticamento. In questo momento, varie malattie possono peggiorare o svilupparsi. Se una donna avverte dolore ai reni durante la gravidanza, è necessario prestare seria attenzione a questo.

Se, prima della gravidanza, la donna non ha avuto problemi con i reni, allora quando il dolore è apparso non poteva sempre capire che erano i reni a ferire. Questi dolori possono essere scambiati per il solito, in questo stato, il mal di schiena da esercizio.

A volte la sindrome del dolore può essere simile a un attacco di appendicite, colica intestinale, disfunzione della cistifellea. I reni sono un organo umano vitale. Qualsiasi violazione nel loro lavoro può essere pericolosa per la salute, soprattutto durante la gravidanza. Se la malattia viene rilevata nelle prime fasi del suo sviluppo, sarà più facile effettuare il trattamento.

I reni sono organi accoppiati. Negli umani, sono due. Si trovano su entrambi i lati della colonna tra le regioni toracica e lombare. La destra si trova sotto la sinistra. Questi organi hanno una forma di fagioli. Le loro dimensioni sono di circa 12x6 cm e lo spessore è di circa 3 cm. Il peso di un rene è di circa 130 g.

L'organo è costituito da una capsula abbastanza forte, tessuto d'organo e un sistema per rimuovere l'urina dal corpo. Dalla pelvi renale, l'urina scorre attraverso l'uretere nella vescica. L'accumulo e l'escrezione delle urine è la funzione principale dei reni, attraverso la quale viene mantenuto l'equilibrio dell'ambiente interno nel corpo.

Come fai a scoprire che sono i reni a fare male?

Se una donna incinta ha dolore nella regione lombare, i seguenti sintomi aiuteranno a determinare che sono causati da disfunzione renale:

  • dolore durante la minzione;
  • sensazione di svuotamento incompleto della vescica;
  • gonfiore alle gambe;
  • ipertensione;
  • dolore ai reni durante la palpazione.

Per loro natura, il dolore può essere doloroso, costante o intensificante. La sindrome del dolore può essere completata da nausea, vomito, febbre, febbre. Se una donna incinta ha questi sintomi, allora deve consultare immediatamente un medico.

Come viene diagnosticata la malattia ai reni?

Se una donna ha problemi con i suoi reni durante la gravidanza, i seguenti tipi di test aiuteranno a stabilire la diagnosi:

  • ultrasuoni;
  • effettuando prove di laboratorio.

Per quanto riguarda gli ultrasuoni, dovrebbe essere effettuato a tutte le donne in gravidanza, anche in assenza dei sintomi di cui sopra. A volte l'insufficienza renale si manifesta senza sintomi caratteristici. Pertanto, un'ecografia consentirà il rilevamento tempestivo di eventuali anomalie e prescriverà il trattamento in una fase precoce della malattia.

Se l'analisi ha rivelato la presenza di proteine ​​nelle urine, allora questo sintomo è cruciale per un'ulteriore scoperta della malattia.

Malattia renale in donne in gravidanza

Cosa ferisce i reni durante la gravidanza? Una delle malattie più comuni che possono verificarsi nelle donne in gravidanza è la pielonefrite. La malattia si manifesta il più delle volte nella seconda metà della gravidanza. Quando ciò si verifica, questi sintomi:

  • deterioramento della condizione generale;
  • la debolezza;
  • febbre;
  • mal di schiena;
  • dolore durante la minzione;
  • minzione frequente per urinare.

Questa malattia può minacciare l'aborto spontaneo del feto, l'infezione del bambino.

Un'altra malattia comune è la glomerulonefrite. Quando ciò si verifica, questi sintomi:

  • gonfiore del viso, specialmente sotto le orbite;
  • gonfiore alle gambe;
  • mal di schiena;
  • dolore ai reni;
  • la debolezza;
  • mal di testa;
  • minzione frequente per urinare.

La malattia può svilupparsi dopo aver sofferto un raffreddore.

Durante questo periodo, l'urolitiasi può svilupparsi o peggiorare. I motivi che contribuiscono allo sviluppo della malattia sono:

  • disordini metabolici;
  • squilibrio nel metabolismo degli acidi urico e ossalico;
  • cambiamento nell'equilibrio di fosforo e calcio nel corpo.

Allo stesso tempo, la pelvi renale e l'uretere si dilatano, perdono il loro tono. Di conseguenza, i processi di accumulo ed escrezione dell'urina peggiorano e la mineralizzazione delle urine aumenta. Questo provoca la comparsa di calcoli renali.

Oltre alle infezioni che causano malattie renali, possono essere causate da uno squilibrio ormonale, un aumento delle dimensioni dell'utero e un aumento della pressione dell'utero sui reni.

Trattamento della malattia renale durante la gravidanza

I metodi di terapia dipendono dallo stadio della malattia. Se la malattia è stata rilevata nel primo trimestre di gravidanza, i farmaci non vengono utilizzati. Nelle fasi iniziali, il medico prescrive erbe curative che hanno un effetto diuretico, antinfiammatorio e antispasmodico.

I pazienti devono seguire una dieta speciale. Non è raccomandato mangiare cibi fritti, piccanti e grassi.

Quando i reni si danneggiano durante la gravidanza, il trattamento deve essere mirato a migliorare le condizioni generali del paziente. Deve essere eseguito con molta attenzione in modo da non danneggiare il feto.

In ogni caso, il medico prescrive un trattamento strettamente individuale.

  1. Devi seguire una dieta.
  2. Ogni giorno devi bere almeno 2 litri di liquido.
  3. Mangi il succo di mirtillo.
  4. È necessario svuotare la vescica più spesso.
  5. Osservare l'igiene Fare il bagno è desiderabile per sostituire la doccia.
  6. Indossare biancheria intima di lino naturale.

Se avverti dolore ai reni, puoi eseguire il seguente esercizio. Devi stare a quattro zampe per 10-15 minuti. Quando ciò accade, i muscoli della schiena vengono scaricati e il dolore nei reni è ridotto.

Durante la gravidanza, tutti gli organi e i sistemi del corpo funzionano in una modalità avanzata. La violazione delle funzioni di qualsiasi corpo durante questo periodo è del tutto possibile. Pertanto, è necessario prontamente prestare attenzione ai sintomi che si sono verificati, consultare il proprio medico, che stabilirà la diagnosi corretta e prescriverà un trattamento efficace, tenendo conto della presenza della gravidanza.

Malattia renale in donne in gravidanza

Cause e conseguenze

Negli ultimi anni, gli ostetrici sono sempre più attratti dalle infezioni del tratto urinario, che vengono spesso rilevate durante la gravidanza. Ciò è dovuto principalmente alla frequenza di insorgenza di questa patologia (tra malattie non correlate alla sfera sessuale, nelle donne in gravidanza, malattie dei reni e del tratto urinario al secondo posto dopo le malattie del sistema cardiovascolare), nonché con complicazioni durante la gravidanza, il parto e il postpartum periodo.

Irina Matevosyan
Ostetrico-ginecologo, Cand. miele. Sci., Assistente, Dipartimento di ostetricia e ginecologia, Accademia medica statale di San Pietroburgo

Le più comuni malattie infiammatorie del sistema urinario includono batteriuria asintomatica (rilevazione di una quantità significativa di batteri nelle urine), cistite (infiammazione della mucosa della vescica) e pielonefrite - un processo infettivo-infiammatorio, accompagnato da danni al tessuto renale e al bacino pelvico.

Batteriuria asintomatica

La diagnosi di batteriuria asintomatica viene stabilita quando 100.000 cellule microbiche vengono rilevate in 1 millilitro di urina e non vi sono sintomi di un'infezione del tratto urinario. Le donne in gravidanza con batteriuria asintomatica devono essere attentamente esaminate per identificare le forme nascoste della malattia del sistema urinario. Prima di tutto vengono utilizzati metodi di ricerca di laboratorio: esami del sangue e delle urine. Cambiamenti patologici sono stati osservati nello studio quantitativo del sedimento urinario (analisi delle urine secondo il metodo di Nechyporenko), così come negli studi sulla capacità escretoria e di filtrazione dei reni (analisi delle urine secondo Zemnitsky, Rehberg). Una parte integrante del complesso di misure per la diagnosi è diventata un'ecografia dei reni. Sullo sfondo della batteriuria asintomatica, la pielonefrite acuta si sviluppa in circa il 30% -40% dei casi, quindi è necessario che tali donne in gravidanza effettuino un trattamento preventivo tempestivo. L'efficacia del trattamento viene monitorata piantando l'urina sulla flora: l'urina viene posta su uno speciale mezzo nutritivo e cercano di vedere se le colonie di microrganismi crescono sul mezzo nutritivo.

Cistite incinta

La cistite accompagna una varietà di condizioni patologiche del tratto urinario e degli organi genitali. Potrebbe essere la prima manifestazione di pielonefrite o altre malattie urologiche.

La cistite acuta è caratterizzata da ridotta capacità di lavoro, debolezza, febbre fino a 37,5 ° C e sintomi locali che possono essere sospettati e, in molti casi, diagnosticati in modo inequivocabile. Questi includono: minzione dolorosa (taglio alla fine della minzione), dolore nella regione sovrapubica, aggravato dalla palpazione e il riempimento della vescica, minzione frequente (ogni 30 - 60 minuti).

La diagnosi deve essere confermata dai dati di laboratorio: in caso di malattia, la leucocitosi viene rilevata nell'analisi delle urine (presenza di un gran numero di leucociti), batteriuria (presenza di batteri). Cambiamenti patologici possono essere osservati anche nell'analisi del sangue. Cistite acuta dura 7-10 giorni; se si trascina, il medico ordinerà un esame necessario per escludere danni infiammatori ai reni. Il trattamento della cistite è fatto da agenti antibatterici compressi (penicilline semisintetiche, cefalosporine) per 5-7 giorni. Il riconoscimento tempestivo e il trattamento della batteriuria e della cistite asintomatica in gravidanza porta ad una significativa riduzione del rischio di pielonefrite acuta e dei suoi effetti immediati sia sulla madre che sul feto (il più delle volte è la minaccia di aborto spontaneo o parto prematuro).

Ci sono tre gradi di rischio di gravidanza e parto in donne con pielonefrite:

I grado - corso semplice di pyelonephritis, che si è verificato durante gravidanza;

Grado II - pyelonephritis cronico, sviluppandosi prima di gravidanza;

Grado III - pielonefrite, che si verifica con ipertensione arteriosa (aumento della pressione sanguigna), pielonefrite di un singolo rene.

Le complicanze più gravi si verificano a rischio III, pertanto, le donne con pielonefrite devono essere osservate non solo da un ostetrico-ginecologo, ma anche da un medico generico e da un nefrologo. L'esito della gravidanza e del parto dipende non solo dal grado di rischio, ma anche dalla durata della malattia, dal grado di danno renale e dalle condizioni generali del corpo materno.

Pyelonephritis incinta

La pielonefrite, che apparve per la prima volta durante la gravidanza, è chiamata "pyelonephritis gestazionale" o "pyelonephritis incinta". Si verifica nel 6-7% delle donne incinte, spesso nella seconda metà della gravidanza. La pielonefrite esistente prima della gravidanza può peggiorare sullo sfondo o può procedere in forma cronica e cancellata. Le donne con pielonefrite sono ad alto rischio di complicanze della gravidanza come aborto, gestosi2, infezione intrauterina e malnutrizione (ritardo della crescita) del feto. La complicanza più grave è l'insufficienza renale acuta, una condizione in cui i reni interrompono completamente o parzialmente il loro lavoro.

I fattori predisponenti per lo sviluppo della pielonefrite gestazionale acuta e l'esacerbazione della pielonefrite cronica durante la gravidanza sono cambiamenti nel sistema urinario. Vale a dire: violazione della minzione (a causa di un aumento delle dimensioni dell'utero), ristrutturazione dello stato ormonale e immunitario, nonché presenza di cistite ricorrente (peggioramento) prima della gravidanza, malformazioni renali e del tratto urinario (raddoppiamento del rene, uretere), urolitiasi, diabete, ecc. d.

Per valutare il quadro clinico di una malattia infettiva dei reni, e in particolare per la scelta del metodo di trattamento, l'identificazione dell'agente patogeno è di grande importanza. La stretta vicinanza anatomica dell'uretra, della vagina, del retto, la riduzione dell'immunità antimicrobica durante la gravidanza contribuiscono alla colonizzazione dell'entrata dell'uretra da parte dei batteri dell'intestino. La breve uretra e la vicinanza della vescica, la violazione del movimento dell'urina attraverso le vie urinarie contribuiscono al percorso verso l'alto dell'infezione. Questo, a quanto pare, spiega la significativa predominanza di Escherichia coli e di altri microbi che vivono nell'intestino, tra i patogeni del sistema urinario, che prendono il primo posto in gravidanza. Inoltre, i funghi simili a lieviti del genere Candida (mughetto), micoplasma e ureaplasma vengono spesso seminati nelle donne in gravidanza nelle urine. L'infezione può diffondersi in modo ematogeno (attraverso il sangue) dalla fonte dell'infiammazione - le tonsille faringee, i denti, i genitali, la cistifellea.

Molto spesso, la pielonefrite acuta si verifica alle 22-28 settimane di gestazione (così come in determinati periodi di gestazione: 12-15 settimane, 32-34 settimane, 39-40 settimane) o nei giorni 2-5 del periodo postpartum (questi periodi sono associati a livelli ormonali e aumento del carico funzionale sui reni, in termini tardivi - con peggioramento del deflusso di urina).

Nel periodo acuto della malattia, le donne in gravidanza lamentano un improvviso deterioramento della salute, debolezza, mal di testa, febbre (38-40 ° C), brividi, mal di schiena, disturbi disurici - minzione frequente, dolore durante la minzione. Va ricordato che, sullo sfondo della malattia sottostante, possono apparire segni di un aborto prematura e minaccioso o di parto prematuro (a causa della presenza di un processo infettivo).

La pielonefrite può iniziare presto ed essere inizialmente latente (in questo caso i sintomi della malattia non sono pronunciati), quindi è necessario utilizzare l'intera gamma di test diagnostici per il rilevamento obbligatorio di urina in tutte le donne in gravidanza.

La diagnosi di pielonefrite si basa sui segni clinici sopra riportati supportati dai dati di laboratorio. Lo studio della porzione centrale dell'urina del mattino e il conteggio del numero di elementi formati nel sedimento urinario (leucociti, eritrociti, vari cilindri - getti particolari dei tubuli renali e cellule epiteliali) sono importanti. I metodi di Nechiporenko sono usati per calcolare il rapporto tra leucociti ed eritrociti (normalmente un rapporto tra leucociti gravidi ed eritrociti è 2: 1, cioè 4.000 leucociti e 2000 eritrociti sono contenuti in 1 millilitro di urina). Tutte le donne in gravidanza con patologia renale effettuano la coltura delle urine per identificare la microflora e determinarne la sensibilità agli antibiotici, l'analisi generale e biochimica del sangue, nonché l'esame ecografico dei reni per rilevare lo stato del sistema pelvico renale. Se si sospetta una pielonefrite, una donna incinta viene ricoverata nel reparto prenatale dell'ospedale di maternità e si raccomanda un trattamento a lungo termine (almeno 4-6 settimane).

Il trattamento di pyelonephritis in donne incinte è effettuato secondo i principi generali di trattamento del processo incendiario. La prima fase del trattamento complesso è la terapia posizionale. Questa è la posizione di una donna incinta sul lato opposto alla localizzazione della pielonefrite (sul lato "sano"), che contribuisce a un migliore flusso di urina e accelera il recupero. La posizione del ginocchio-gomito ha lo stesso scopo, che la donna deve prendere periodicamente per 10-15 minuti diverse volte al giorno.

Si raccomanda inoltre al paziente di bere molti liquidi, come il succo di mirtillo, che contiene benzoato di sodio, che si trasforma in acido iproico, che ha un effetto battericida nei reni.

I farmaci antibatterici sono prescritti a seconda del tipo di agente patogeno e della sua sensibilità agli antibiotici. In questo caso, viene data preferenza ai farmaci che non hanno un pronunciato effetto negativo sulla condizione del feto (molto importante) - penicilline semisintetiche, cefalosporine. Per migliorare l'effetto della terapia, gli antibiotici sono combinati con uroantisettici (5-NOK, FURAGIN, NEVIGRA-MON).

Un punto importante nel trattamento della pielonefrite è migliorare il flusso delle urine. A questo scopo, sono prescritti antispastici e diuretici a base di erbe, che possono essere ottenuti in moduli pronti in farmacia o preparati da soli. Il regime di trattamento comprende anche complessi vitaminici. In presenza di sintomi di intossicazione (febbre, debolezza, debolezza), viene somministrata la terapia di disintossicazione per infusione (varie soluzioni vengono iniettate per via endovenosa - HEMODEZ, REOPO-LIGLYUKIN, ALBUMIN).

Nella pielonefrite cronica senza esacerbazione, ci sono dolori sordi nella parte bassa della schiena, l'urina contiene una piccola quantità di proteine, un numero leggermente aumentato di leucociti. Durante la gravidanza, la malattia può peggiorare - a volte due o tre volte. Con ogni esacerbazione, la donna dovrebbe essere ricoverata in ospedale. Il trattamento di esacerbazione della pielonefrite cronica non è molto diverso dal trattamento per la malattia acuta. Durante la gravidanza, si raccomanda una dieta appropriata con la limitazione del consumo di cibi piccanti, salati, bere abbondante, terapia vitaminica, urina a base di erbe e farmaci antibatterici.

Voglio sottolineare che in parallelo con il trattamento della pielonefrite, è necessario effettuare una terapia completa volta a preservare la gravidanza e migliorare le condizioni del feto. La consegna viene effettuata attraverso il canale del parto naturale, poiché un taglio cesareo nelle condizioni di un organismo infetto è estremamente indesiderabile e viene eseguito secondo indicazioni strettamente ostetriche.

Dovrebbe essere detto sulla prevenzione della pielonefrite. A causa del fatto che il 30-40% delle donne in gravidanza con batteriuria asintomatica sviluppano un'infezione del tratto urinario acuto, è necessario individuare e trattare tempestivamente la batteriuria.

E in conclusione voglio attirare la vostra attenzione su due punti principali riguardanti il ​​periodo postpartum. I bambini nati da madri con pielonefrite costituiscono un gruppo a rischio per lo sviluppo di malattie settiche purulente; Per quanto riguarda le madri, di norma, dopo la pielonefrite gestazionale, la funzione dei reni viene ripristinata nella maggior parte delle donne.

Siamo trattati con le erbe

È noto che le piante medicinali hanno un effetto diuretico, antibatterico e antinfiammatorio. Nella fase di infiammazione attiva nella pielonefrite, possiamo raccomandare la seguente collezione: salvia (foglie) - 1 cucchiaio da dessert, uva ursina (foglie) - 2 cucchiaini, equiseto (erba) - 1 cucchiaino, camomilla (fiori) - 2 cucchiaini. Tutte queste erbe devono essere mescolate e infuse per 30 minuti in 400 millilitri di acqua bollita, quindi assicuratevi di filtrare. Prendete l'infusione dovrebbe essere caldo 100 millilitri 3 volte al giorno prima dei pasti corsi per 2 mesi con una pausa di due settimane. Nel periodo di remissione, è possibile raccomandare raccolte di piante medicinali con un effetto pronunciato sul processo di rigenerazione. Ad esempio: dente di leone (radice) - 1 cucchiaino, betulla (gemme) - 1 cucchiaino, camomilla (fiori) - 1 cucchiaino, ortica (foglie) - 1 cucchiaino, mirtillo rosso (foglie) - 2 cucchiaini. Tutti mescolare, insistono 30 minuti in 350 millilitri di acqua bollente, filtrare. Si consiglia l'infusione di bere 100 ml caldi 3 volte al giorno mezz'ora prima dei pasti per 2 mesi con una pausa di due settimane.

I reni possono essere divisi in due parti: il midollo (la parte in cui si forma l'urina) e il sistema renale del bacino, che rimuove l'urina. Quando la pielonefrite colpisce quest'ultima.

Preeclampsia - una complicazione della seconda metà della gravidanza, in cui vi è uno spasmo dei vasi sanguigni della madre e del feto, mentre la sofferenza, e la gravidanza, e il bambino. Più spesso, la preeclampsia si manifesta con l'aumento della pressione sanguigna, la comparsa di proteine ​​nelle urine e l'edema.