Glomerulonefrite renale: cause, sintomi principali e metodi di trattamento

Diete

Tra le malattie renali che hanno conseguenze così gravi come insufficienza renale grave e disabilità, la glomerulonefrite, che colpisce sia gli adulti che i bambini, viene prima di tutto. La malattia è talvolta chiamata nefrite glomerulare, poiché colpisce i glomeruli renali (glomeruli), che svolgono il ruolo di filtri nel corpo quando il fluido passa dal sangue al sistema dei tubuli escretori. La malattia colpisce sempre entrambi i reni. Allo stesso tempo la filtrazione viene disturbata, i componenti necessari all'organismo (proteine ​​e cellule del sangue) iniziano a cadere nelle urine. Allo stesso tempo, i reni non rimuovono più prodotti e fluidi metabolici tossici e tossici dal corpo.

La glomerulonefrite del rene è una malattia infiammatoria che può manifestarsi sia indipendentemente che in combinazione con molte patologie sistemiche (vasculite emorragica, lupus eritematoso sistemico). Secondo il meccanismo di sviluppo, la malattia può essere attribuita al gruppo di malattie allergiche con una componente infettiva, poiché la malattia renale si verifica a causa di un'allergia alle infezioni in combinazione con altri danni renali non immuni. Sono anche possibili forme autoimmuni di malattie, in cui il danno ai glomeruli renali avviene sotto l'azione di anticorpi sui propri organi.

Cause della malattia

La glomerulonefrite può essere causata da varie infezioni (agenti batterici, virali o parassitari), malattie sistemiche, farmaci o tumori. Il più delle volte diventa una conseguenza dell'infezione streptococcica. Il meccanismo del danno renale è di natura immunitaria e non deriva dall'effetto diretto di un fattore infettivo, ma a causa di un'allergia ad esso, quindi, una lesione del sistema urinario non si sviluppa immediatamente dopo l'infezione trasferita, ma 1-3 settimane dopo di essa.

Tra le cause della glomerulonefrite, i seguenti fattori possono essere identificati:

  • mal di gola, polmonite, scarlattina, lesioni cutanee streptococciche purulente, infezioni virali respiratorie acute, varicella, morbillo, faringite, tonsillite;
  • esposizione a sostanze tossiche (solventi organici, droghe, alcol, alcuni farmaci, mercurio);
  • malattie sistemiche: lupus eritematoso sistemico, vasculite emorragica, periarterite nodosa, endocardite infettiva, amiloidosi;
  • sindromi ereditarie e malattie con danno renale;
  • sovrariscaldamento prolungato del corpo, specialmente in un ambiente con elevata umidità;

La SARS contro la tonsillite cronica o lo streptococco cutaneo A può causare glomerulonefrite acuta nei bambini. La scarlattina termina anche nell'1% dei casi con trattamento stazionario e nel 3-5% dei casi con trattamento domiciliare.

Classificazione glomerulonefrite

A seconda della causa della malattia, ci sono:

  • primaria (la malattia colpisce inizialmente solo i reni);
  • secondaria (i reni sono colpiti a causa di un'altra malattia).

A seconda del flusso del processo emettere:

  • acuto (che dura diverse settimane);
  • subacuto (che dura fino a diversi mesi);
  • cronico (che dura fino a un anno o più).

Secondo le forme cliniche, la glomerulonefrite acuta diffusa è suddivisa in:

  • forma ciclica, con rapida insorgenza acuta della malattia e recupero relativamente rapido, seguito da esplosioni cicliche dell'attività della malattia, accompagnate dall'apparizione nelle urine di elementi proteici ed ematici.
  • forma latente, correlata alla mente subacuta della glomerulonefrite, in cui il quadro clinico è scarsamente espresso.

La glomerulonefrite cronica, a seconda della prevalenza delle manifestazioni cliniche, è suddivisa in:

  • glomerulonefrite con sindrome nefrosica, caratterizzata da una predominanza di sintomi di infiammazione dei reni;
  • forma ipertensiva, in cui il sintomo predominante è un aumento persistente della pressione sanguigna;
  • forma mista o nefritica-ipertonica;
  • forma latente con lievi disturbi nelle urine e senza un quadro clinico chiaro;
  • forma ematica, l'unica manifestazione della quale è la presenza di elementi del sangue nelle urine (ematuria).

Clinicamente e morfologicamente, la glomerulonefrite è divisa in:

  • Nefrite segmentale (glomerulare) focale con sclerosi in cappi capillari separati, che si sviluppano più spesso a causa dell'uso di droghe per via endovenosa e dell'infezione da HIV. Spesso procede con una rapida progressione del processo e una prognosi infausta.
  • Glomerulonefrite membranosa (nefropatia membranosa) con presenza di ispessimenti specifici nelle pareti dei capillari glomerulari causati dalla deposizione di proteine. A volte questa forma è associata alla presenza di epatite B o di tumori maligni.
  • Mesangioproliferative (nefrite glomerulare) è un tipo classico di glomerulonefrite immune-infiammatoria con spazio perivascolare dilatato e deposizione di anticorpi all'agente infettivo in esso.
  • La glomerulonefrite mesangiocapillare è sfavorevole secondo la nefrite glomerulare prevista con un alto grado di proliferazione delle cellule del tessuto connettivo con penetrazione nei glomeruli. A volte associato all'epatite C.

Determinare la forma della glomerulonefrite è molto importante per la nomina tempestiva di un trattamento adeguato.

I sintomi della glomerulonefrite

I primi sintomi della glomerulonefrite possono manifestarsi solo poche settimane dopo l'infezione, nonché dopo l'esposizione ad altri fattori provocatori. La malattia inizia con i seguenti sintomi:

  • debolezza generale, affaticamento, perdita di appetito;
  • mal di testa, brividi;
  • nausea e vomito;
  • dolore lombare;
  • aumento della temperatura a valori elevati;
  • gonfiore delle palpebre, delle gambe e dei piedi;
  • pallore della pelle;
  • aumentare la pressione sanguigna;
  • sangue nelle urine;
  • mancanza di respiro;
  • aumento di peso;
  • una forte diminuzione della quantità di urina che scompare in pochi giorni, dopo di che viene ripristinata la diuresi, ma la densità di urina diminuisce.

Nella forma latente della glomerulonefrite, i sintomi sono sfocati in natura e possono essere scambiati per segni di un'altra patologia.

Nella glomerulonefrite cronica, i periodi di remissione e di riduzione dei sintomi sono sostituiti da episodi di esacerbazioni, le cui manifestazioni di volta in volta possono essere più forti.

Diagnosi di glomerulonefrite

La diagnosi di glomerulonefrite viene effettuata in base ai risultati della ricerca, consentendo di valutare il grado e la gravità della funzionalità renale compromessa e di identificare il livello di attività del processo.

La presenza della malattia indica:

  • Nello studio biochimico degli esami del sangue, un aumento dell'azoto e dell'urea residui, un aumento dei livelli di creatinina e colesterolo, una diminuzione del livello delle proteine ​​dell'albumina.
  • La presenza di leucocitosi, accelerazione della VES nel sangue nel sangue totale.
  • Squilibrio di acidi e alcali nel sangue.
  • Ematuria: l'aspetto del sangue nelle urine (colore sporco urinario "meat slop", marrone scuro o nero, e con microematuria, il colore è invariato).
  • Proteina moderata (escrezione urinaria di albumina) per un periodo di 2-3 settimane.
  • Esame microscopico di cilindri specifici del sedimento urinario, indicante danni ai glomeruli renali.
  • Diminuzione diuresi, nicturia (aumento della formazione di urina durante la notte) durante il test Zimnitsky.

A volte viene prescritta una biopsia renale per il successivo studio morfologico del materiale bioptico.

Trattamento della glomerulonefrite

I sintomi e il trattamento della glomerulonefrite sono strettamente correlati. La terapia delle forme acute e croniche della malattia nella fase acuta, viene eseguita solo nelle condizioni del reparto nefrologico o terapeutico dell'ospedale. I pazienti sono raccomandati riposo a letto, e dalla nutrizione clinica, la dieta n. 7 è prescritto per la glomerulonefrite dei reni.

Il trattamento farmacologico dipende dalle cause e dalle forme della malattia e consiste in:

  • Trattamento eziologico (anti-streptococco) con antibiotici ad ampio spettro.
  • Trattamento di farmaci ormonali, immunosoppressori non ormonali, agenti anti-infiammatori non steroidei.
  • Trattamento sintomatico di sintomi come ipertensione, edema o dolore.
  • Trattare le complicazioni quando si verificano.

Dieta per glomerulonefrite comporta l'eliminazione di prodotti che causano allergie e la restrizione di piatti contenenti sale, che è un fattore che contribuisce allo sviluppo di edema e ipertensione; l'inclusione di ingredienti contenenti potassio per prevenire l'ipokaliemia durante la terapia ormonale.
Il trattamento dei rimedi popolari della glomerulonefrite è principalmente ridotto all'uso di rimedi erboristici antiallergici, antinfiammatori e diuretici, che sono anche una fonte di vitamine.

Prognosi e prevenzione

La malattia può assumere una natura rapidamente progressiva e spesso si traduce in insufficienza renale cronica, emodialisi o trapianto di rene.

L'esito favorevole termina il corso della glomerulonefrite cronica e la gravidanza nell'85% dei casi. Di questi, l'80% delle donne partorisce a tempo pieno e con un peso corporeo normale di bambini. Le complicanze della glomerulonefrite che si verificano durante la gravidanza sono spesso reversibili e scompaiono dopo il parto.

La prognosi dipende dal riconoscimento precoce della malattia, dalla sua forma e dal trattamento scelto correttamente. La prevenzione della glomerulonefrite è ridotta alla prevenzione e al trattamento precoce delle infezioni acute e focali, nonché ad altre condizioni che possono causare danni ai reni.

glomerulonefrite

La glomerulonefrite è una malattia infettiva-allergica appartenente al gruppo delle malattie renali acquisite. Diverse forme di glomerulonefrite variano nell'eziologia, nelle manifestazioni, nel decorso della malattia e nel suo esito. Il più delle volte è caratterizzato da infiammazione immunitaria dei glomeruli renali e da ulteriore infiammazione secondaria dei tubuli renali e dell'interstizio.

Ci sono glomerulonefrite acuta, la forma rapida della malattia e glomerulonefrite cronica. La forma acuta della malattia può essere più spesso causata da un'infezione da streptococco precedentemente eseguita - glomerulonefrite post-streptococcica. Secondo eziologia distinguere glomerulonefrite primaria e secondaria, che si verificano nelle malattie sistemiche - lupus eritematoso sistemico, reumatismi, periarteritis nodosa e altri.

Le cause della malattia sono precedenti infezioni - streptococco, stafilococco e altre infezioni batteriche. In alcuni casi, il fattore eziologico nello sviluppo della malattia può essere l'epatite B e C, e probabilmente l'infezione da citomegalovirus. La glomerulonefrite può svilupparsi sullo sfondo di malattie di natura parassitaria, sotto gli effetti tossici di alcuni farmaci, con l'uso di alcol e droghe, queste abitudini hanno un'influenza particolarmente forte nell'adolescenza. Una interruzione nella programmazione della vaccinazione di routine può anche contribuire all'insorgenza della malattia. Pertanto, la prevenzione della glomerulonefrite dovrebbe contenere la stretta aderenza alle vaccinazioni di routine e agli esami fisici.

Lo sviluppo della glomerulonefrite avviene sullo sfondo delle reazioni dell'immunità cellulare e umorale. Di norma, una malattia infettiva precedentemente trasferita provoca una risposta immunitaria nel corpo e si formano gli immunocomplessi. Gli anticorpi sviluppati per questo sono trasportati dal flusso sanguigno attraverso tutti i sistemi, colpendo gli organi sensibili a loro. Può essere muscolo cardiaco, malattia cardiaca reumatica si verifica, le articolazioni - reumatismi, o, come in questo caso, i glomeruli dei reni - glomerulonefrite acuta.

Nei bambini, la malattia porta all'insufficienza renale e come conseguenza della disabilità. La glomerulonefrite post-streptococcica, a differenza di altre forme della malattia, è più comune nei bambini tra i 5 ei 12 anni e lo sviluppo della malattia si osserva anche negli adolescenti e nei giovani. La forma acuta della malattia può svilupparsi a qualsiasi età, meno spesso la malattia si verifica dopo 40 anni.

I sintomi della glomerulonefrite

La malattia si sviluppa non più tardi di tre settimane dopo aver sofferto di un'infezione streptococcica, ad esempio, mal di gola, tonsillite, piodermite, che colpiscono entrambi i reni. Sintomi comuni come debolezza, mal di testa, brividi, nausea, mal di schiena e febbre alta sono caratteristici dell'inizio della malattia. La glomerulonefrite acuta causa gonfiore delle palpebre, pallore, diminuzione della produzione di urina.

Il quadro clinico della malattia è ambiguo. Il decorso della malattia può avvenire in forma ciclica con rapido sviluppo e molti sintomi, e forse in una forma latente, cioè cancellata. Spesso, la diagnosi di glomerulonefrite nella forma latente della malattia si verifica fuori dal tempo, il che rende possibile che la malattia diventi cronica.

I sintomi clinici caratteristici della glomerulonefrite sono la presenza di sangue durante la minzione e il gonfiore sul viso. L'ematuria può essere insignificante e questo sintomo può essere rilevato solo utilizzando l'analisi delle urine. Ma più spesso l'urina ha un colore rosso-marrone. Anche il gonfiore non è sempre evidente, si tratta di borse sotto gli occhi e di un notevole restringimento degli occhi, o di un forte aumento del peso corporeo di 3-4 chilogrammi.

La diminuzione della quantità di urina, la cosiddetta oliguria può durare fino a 5 giorni, quindi l'uscita delle urine si normalizza, ma c'è una diminuzione della densità delle urine. Anche la glomerulonefrite acuta è caratterizzata da un aumento della pressione sanguigna, che può durare per diverse settimane.

Con una prognosi positiva, i principali sintomi della glomerulonefrite scompaiono entro il primo mese e la guarigione avviene nel 2-2.5. Nei casi di diagnosi tardiva, o se la malattia non risponde al trattamento entro un anno, la malattia diventa grave cronica.

La glomerulonefrite nei bambini si sviluppa spesso in forma acuta. I bambini di età prescolare e primaria sono più suscettibili alla malattia. I bambini praticamente non soffrono di glomerulonefrite. Il decorso della malattia è estremamente rapido con aumenti critici della temperatura corporea.

Glomerulonefrite cronica è divisa in quattro forme cliniche. In ogni corso, i periodi di remissione sono caratteristici, che vengono sostituiti da esacerbazioni simili alla forma acuta della malattia. Esacerbazioni possono essere stagionali, così come la natura streptococcica che si verificano durante l'infezione ripetuta con malattie infettive.

La forma necrotica della glomerulonefrite è caratterizzata da edema generalizzato, forse il loro sviluppo in ascite e anasarca. Negli studi di laboratorio viene rilevato un aumento delle proteine ​​nelle urine e la sua diminuzione nel sangue. Questo aumenta il livello di lipidi e globuline, diminuisce il livello di albumina.

La forma ipertensiva della malattia non include sintomi così pronunciati della glomerulonefrite come necrotici, l'ipertensione è caratteristica di questa forma. Flusso possibile e misto di glomerulonefrite cronica. In questo caso, i sintomi di entrambe le forme sono presenti simultaneamente.

Oltre alla glomerulonefrite acuta, la cronica può essere quasi asintomatica. La forma latente è caratterizzata solo da una debole violazione dell'escrezione urinaria.

Diagnosi di glomerulonefrite

La sospetta glomerulonefrite acuta causa una triade di sintomi: edema, ematuria, ipertensione arteriosa. Nella forma latente del decorso della malattia, le indicazioni per un'ulteriore diagnosi sono la storia della precedente malattia e la determinazione degli anticorpi anti-streptococco e la loro concentrazione nel siero del sangue.

Per escludere la presenza di altre malattie renali vengono nominati un esame radiografico e una serie di test di laboratorio. Quindi la diagnosi differenziale della glomerulonefrite dovrebbe escludere esacerbazioni di nefrite, comprese forme ereditarie, tubercolosi renale e nefrolitiasi. La diagnosi di glomerulonefrite comprende anche i dati di precedenti malattie, il monitoraggio a lungo termine delle condizioni del paziente e la consultazione con un oculista. La glomerulonefrite causa cambiamenti nel fondo. Con un decorso estremamente turbolento della malattia, viene eseguito uno studio sui tessuti - un biotipo di rene.

Nei test di laboratorio sulle urine, la presenza di ematuria o di cilindruria conferma la diagnosi. Nei primi giorni del decorso della malattia, i linfociti vengono rilevati nell'analisi delle urine. Sono un riflesso del processo immunitario nei glomeruli dei reni.

Un esame del sangue rivela leucocitosi neurophilica, anemia, aumento della VES. I dati mostrano una filtrazione glomerulare ridotta, un aumento delle scorie azotate nel sangue. Violazioni rilevate del sistema di coagulazione del sangue. È spesso rappresentata da prodotti di degradazione della fibrina e da fibrinogeno nel siero e nelle urine.

Trattamento della glomerulonefrite

Quando si conferma la diagnosi del paziente deve essere ricoverato in ospedale. Il trattamento della glomerulonefrite in ospedale richiede riposo a letto, il paziente necessita di riposo e calore, che aiuta a normalizzare la circolazione sanguigna nei reni e abbassare la pressione sanguigna. Assegnato a una dieta con un apporto liquido dosato per il sollievo dell'edema. Nei primi giorni, la dieta è strettamente controllata, il sale viene eliminato nel cibo, il suo uso viene gradualmente ripreso dopo la scomparsa dell'edema. Inoltre escluda i piatti con un contenuto ricco di potassio, estratti, allergeni.

Il trattamento farmacologico della glomerulonefrite comprende la terapia antibiotica, la maggior parte degli antibiotici prescritti della serie delle penicilline 1,5-2 mesi. Raccomandato l'appuntamento di eparina per via sottocutanea di 2-4 settimane. Il farmaco previene la coagulazione intravascolare. Se i sintomi della glomerulonefrite includono ipertensione arteriosa, vengono somministrati ACE inibitori, fluidi per via endovenosa di aminofillina in una soluzione di glucosio e la successiva infusione di furosemide. L'uso di clonidina e metildopa è accettabile.

La prognosi per il trattamento della glomerulonefrite è molto spesso favorevole. L'85-90% dei pazienti guarisce completamente, il resto dei pazienti ha ancora cambiamenti nelle urine, il che rende impossibile parlare di un recupero completo. Con il trattamento a lungo termine della malattia, è possibile una transizione verso la forma cronica con segni di sindrome necrotica. I decessi sono raramente registrati, il più delle volte con la rilevazione tardiva della forma latente della malattia.

Complicazioni di glomerulonefrite

Nella prima fase dello sviluppo della malattia, è possibile il verificarsi di gravi complicazioni pericolose per la vita del paziente. Una grave malattia può causare eclampsia renale, insufficienza renale acuta e insufficienza cardiaca.

L'eclampsia renale è una delle complicanze più frequenti della glomerulonefrite acuta. Eclampsia o encefalopatia angioplastica è uno spasmo di vasi cerebrali, edema cerebrale. I sintomi di complicanze sono convulsioni tonico-cloniche, mal di testa, nausea, vomito e disturbi visivi. L'attacco di eclampsia assomiglia a un epilettico, accompagnato da un salto di pressione sanguigna e può durare per diversi minuti. Inoltre ha osservato una serie di attacchi. Senza il tempestivo sollievo di un attacco, si verifica un'emorragia cerebrale.

Nel decorso iperergico della forma acuta della malattia, si sviluppa un'insufficienza renale acuta. Le complicanze della glomerulonefrite sono causate dal rapido decorso della malattia. L'insufficienza renale acuta è accompagnata da una brusca cessazione della minzione. A causa della ritenzione idrica nel corpo, le scorie e il potassio si accumulano, causando quindi iperidratazione e acidosi. Con l'ulteriore sviluppo dell'insufficienza renale, compaiono i sintomi di intossicazione - anorea, nausea, vomito ripetuto, diarrea. Sindrome emorragica, danno al sistema cardiovascolare e al sistema nervoso centrale. Il paziente può cadere nel coma uremico, il più delle volte a chi causa glomerulonefrite complicata nei bambini.

Meno spesso, soprattutto nei bambini, ci sono complicanze della glomerulonefrite dal lavoro del cuore. L'insufficienza cardiovascolare acuta è caratterizzata da segni quali ingrossamento del fegato, aumento dell'edema periferico ed edema polmonare. È l'edema polmonare che più spesso diventa la causa della morte senza un aiuto tempestivo.

Prevenzione della glomerulonefrite

Il trattamento adeguato delle malattie da streptococco, l'aderenza al calendario delle vaccinazioni preventive e la riabilitazione dei focolai di infezione nel corpo sono le principali misure preventive. I bambini che hanno avuto una glomerulonefrite post-streptococcica devono essere sottoposti a regolare controllo medico per 5 anni dopo il trattamento.

Gli esami medici preventivi e gli esami di laboratorio consentono la diagnosi precoce della malattia ed evitano complicazioni. L'autotrattamento, l'abbandono dei sintomi più comuni porta più spesso a forme gravi della malattia.

Glomerulonefrite renale

La glomerulonefrite del rene - una malattia che colpisce i glomeruli renali, tubuli di tessuto interstiziale, appartiene alle patologie infettive-allergiche. Sono registrate forme autoimmuni di danno tissutale renale e l'immunità umana produce anticorpi ai propri organi. Considerare le principali cause dello sviluppo della glomerulonefrite, i suoi sintomi, i metodi di trattamento e prevenzione.

Cause di malattia

La glomerulonefrite è primaria, cioè derivante da alterazioni patologiche nel tessuto renale e secondaria, che appare sullo sfondo di vari cambiamenti nel corpo.

La glomerulonefrite acuta si sviluppa in un paziente come complicazione delle lesioni streptococciche della gola. La glomerulonefrite post-streptococcica colpisce i reni di un bambino sotto i 10 anni di età. La sconfitta dei glomeruli può verificarsi a seguito di tali patologie:

  • infezione da pneumococco;
  • varicella;
  • la malaria;
  • immunoglobulina Una nefropatia;
  • trombotica trombotica trombocitopenica;
  • lupus eritematoso;
  • La granulomatosi di Wegener.

Glomerulonefrite rapidamente progressiva si verifica negli esseri umani a causa della reazione patologica del sistema immunitario.

La forma cronica di questa malattia si riscontra nelle persone a causa della glomerulonefrite acuta non trattata. In alcuni casi, si sviluppa in pazienti sullo sfondo di ereditarietà familiare sfavorevole. L'uso di alcuni farmaci, in particolare sullo sfondo dell'autoterapia o il mancato rispetto dei requisiti del medico, in un numero significativo di casi contribuisce alla sconfitta dei tubuli renali.

La glomerulonefrite idiopatica discute quando la sua causa non può essere stabilita.

Sintomi comuni della malattia

La forma cronica della malattia è progredita da circa 15 anni. Fino a 25 anni, la funzione renale può ancora persistere, ma il risultato finale di questa patologia è l'insufficienza renale cronica. Senza correzione - trattamento dietetico e di mantenimento - si sviluppa certamente fino allo stadio terminale, quando l'attività vitale del paziente viene mantenuta esclusivamente dall'emodialisi. Per salvare una persona del genere può solo trapiantare i reni.

La malattia procede alternando periodi di esacerbazioni e remissioni. Durante la remissione, i sintomi si placano e non si sentono quasi. Le esacerbazioni si verificano a causa di ipotermia, consumo di alcol, infezioni.

Quando il paziente ha una forma acuta di glomerulonefrite, compaiono i segni della malattia:

  • la debolezza;
  • affaticamento severo;
  • febbre;
  • grave perdita di appetito;
  • dolore nell'addome e nelle articolazioni;
  • gonfiore;
  • anuria;
  • un piccolo salto della pressione sanguigna (raramente osservato).

La glomerulonefrite cronica a volte può essere asintomatica, quindi i pazienti non si rendono nemmeno conto di avere una grave malattia renale. Se, tuttavia, la malattia si fa sentire, il paziente potrebbe notare un leggero edema o una diminuzione della quantità di urina rilasciata. È di colore scuro perché contiene una grande quantità di sangue. Alcuni pazienti sviluppano sonnolenza e confusione.

La malattia porta spesso a sintomi di insufficienza renale: prurito della pelle, perdita di appetito, nausea e vomito.

I dettagli della glomerulonefrite acuta

Lo sviluppo di questa forma di patologia renale è possibile negli esseri umani di età diverse. Di norma, la manifestazione si verifica fino a 40 anni. Se una persona ha una lesione infettiva, i sintomi della glomerulonefrite diffusa si verificano una o due settimane dopo la malattia.

Nei bambini, la patologia procede molto rapidamente, è caratterizzata dalla natura ciclica e termina con il recupero. Ma con la forma cancellata non ci sono sintomi generali e l'urina diventa scura.

La glomerulonefrite inizia sempre bruscamente e con l'aumentare della temperatura. A volte sale a numeri molto alti. Raffreddamento caratteristico e mancanza di appetito. Una persona lamenta dolore nella regione lombare; lui impallidisce, c'è un gonfiore della faccia. Diuresi, ridotta nei primi 3, raramente in 5 giorni di malattia. Quindi il numero dell'urina formatasi aumenta, ma la sua densità diminuisce, il che indica che i glomeruli non sono ancora sufficientemente adatti alla filtrazione necessaria.

Le manifestazioni costanti e obbligatorie delle varietà acute di glomerulonefrite comprendono l'ematuria. In alcuni casi, acquisisce una sfumatura di "brodo di carne". Segni specifici di glomerulonefrite acuta comprendono gonfiore delle palpebre e del viso. È più pronunciato al mattino. Durante il giorno diminuisce. A volte il gonfiore può essere inespresso. I bambini possono avere un leggero ispessimento della fibra sotto la pelle.

L'ipertensione sembra più della metà dei pazienti. È soggetto a una grave fuoriuscita di glomerulonefrite che può durare fino a diverse settimane. I bambini possono sviluppare malattie del cuore e dei vasi sanguigni. La forma aciclica della glomerulonefrite acuta è pericolosa per i sintomi principali. A causa della diagnosi tardiva, è possibile un danno significativo ai glomeruli renali e allo sviluppo di insufficienza renale.

A condizione di un decorso favorevole e di una diagnosi precoce della malattia, i sintomi acuti scompaiono gradualmente in 2-3 settimane. Completamente l'uomo recupera in 2 mesi.

Alcune varietà di glomerulonefrite cronica

La varietà cronica di questa malattia è contrassegnata da un decorso ricorrente. Durante un'esacerbazione, una persona presenta alcuni segni di lesioni glomerulari renali acute. La probabilità di ricorrenza aumenta durante i periodi di transizione dell'anno.

Gli esperti identificano le seguenti varianti del corso della forma cronica di patologia:

  • nefrosico (in questo caso, prevalentemente dominato da sintomi urinari, il più importante dei quali - oliguria e anuria);
  • ipertensivo (in tali pazienti la pressione sanguigna aumenta in larga misura, ma i sintomi urinari sono lievi);
  • misto (i sintomi urinari sono combinati con un aumento pronunciato della pressione sanguigna);
  • latente (questa variante della malattia è registrata abbastanza spesso ed è caratterizzata dall'assenza di edema sul corpo con una debole gravità della sindrome nefrosica);
  • ematico (il paziente ha un aumento significativo del numero di globuli rossi nelle urine e il resto dei sintomi non è pronunciato o assente).

La forma atipica cancellata della malattia è la più pericolosa per una persona. In questo caso, il paziente non mostra segni di sviluppo di danno renale. La diagnosi è tardiva, perché, ritenendosi sano, una tale persona non consulta un medico.

Come viene diagnosticata la malattia?

La diagnosi è determinata sulla base di anamnesi, esame del paziente, dati di laboratorio e esami strumentali, biopsia. Test di laboratorio mostrano tali cambiamenti, indicando che il paziente ha glomerulonefrite:

  1. Ematuria. A volte è enorme. A causa dell'aumentato numero di globuli rossi, l'urina può essere di colore nero e nella consistenza assomiglia a quella di carne.
  2. L'albuminuria è moderata e persiste per diverse settimane.
  3. Quando la microematuria nelle urine ha rilevato cilindri granulari e ialini e con un massiccio - eritrocitario.
  4. Nocturia viene rilevata.
  5. Nell'implementazione del test secondo Zimnitsky, c'è una diminuzione della diuresi preservando le proprietà di concentrazione dei glomeruli (questo è indicato da un'alta concentrazione di urina).

Il conteggio ematico completo rileva un aumento del tasso di sedimentazione degli eritrociti e un aumento della conta dei globuli bianchi. La biochimica del sangue mostra un aumento della concentrazione di urea, colesterolo, creatinina, un aumento del contenuto di azoto nel sangue.

Obbligatorio è un ultrasuono. La biopsia renale con glomerulonefrite è indicata quando i risultati delle analisi citate in precedenza non sono sufficientemente informativi. Una tale diagnosi dà risposte più accurate, perché con un esame bioptico c'è uno studio morfologico completo del tessuto renale.

Qual è la forma pericolosa che scorre veloce della malattia?

Tale glomerulonefrite è pericolosa a rischio di sviluppare insufficienza renale acuta. È necessario trattare la glomerulonefrite in questa fase, perché può essere la causa dell'insufficienza renale.

L'insufficienza acuta è accompagnata da grave azotemia e da una marcata diminuzione della funzione escretoria del rene. In parallelo, nel corpo c'è una pronunciata rottura dell'equilibrio acido-base. Nella maggior parte dei casi, l'insufficienza renale acuta è un processo reversibile e, con un trattamento adeguato, le funzioni del sistema escretore vengono gradualmente ripristinate. In alcuni casi (durante la formazione di una lesione profonda), la malattia diventa progressivamente cronica.

Nella fase oligurica, la diuresi dello scaricatore di sovracorrenti non supera 0,5 litri al giorno. L'urina contiene una grande quantità di proteine. Sintomi di questa fase:

  • grave nausea e vomito;
  • alternando diarrea e stitichezza;
  • mancanza di respiro;
  • respiro umido (può indicare lo sviluppo di edema polmonare);
  • ipertensione;
  • aritmia causata da iperkaliemia;
  • aumentare la quantità di azoto libero può causare danni agli organi interni.

Nella fase diuretica, la diuresi diurna viene gradualmente ripristinata; qualche volta pazienti con poliuria. A questo proposito, il corpo può sviluppare ipokaliemia. È accompagnato da paresi muscolare, grave debolezza.

Cosa devi sapere sull'insufficienza renale cronica

L'insufficienza renale cronica è caratterizzata da un decorso progressivo. È il risultato della glomerulonefrite cronica non trattata. Più alto è il tasso di indurimento del parenchima renale, la patologia si sviluppa più velocemente. Nella fase iniziale (velocità di filtrazione di almeno 40 ml al minuto), si verificano poliuria, pollachiuria, nicturia e ipertensione.

Se il tasso di filtrazione scende ulteriormente, si sviluppa una fase conservativa. Continua fino a quando questa cifra non supera i 15 ml al minuto. La sindrome astinica, la disabilità e la perdita di appetito sono associate ai sintomi descritti in precedenza. Il paziente aumenta l'azotemia, riduce il peso corporeo.

Con una diminuzione del tasso di filtrazione dei reni inferiore a 15 ml al minuto, il paziente sviluppa oliguria e iperidratazione. Sintomi di insufficienza renale cronica allo stadio terminale:

  • ipertensione incontrollata;
  • disfunzione ventricolare sinistra;
  • edema polmonare;
  • menomazione della vista;
  • sonnolenza;
  • anoressia;
  • contrazioni muscolari;
  • odore di ammoniaca dalla bocca;
  • pericardite;
  • pelle secca e pallida, il suo giallo;
  • persona apatica.

Nella fase conservativa della malattia, al paziente vengono somministrati farmaci che supportano l'attività dei reni, rafforzano il corpo. La quantità di sale e prodotti proteici è limitata. Nella fase terminale, viene applicata l'emodialisi, vengono risolti i problemi relativi al trapianto renale.

Principi di trattamento della patologia

Il trattamento della forma acuta della malattia si verifica solo in un ospedale. È richiesta una dieta per la glomerulonefrite renale; al paziente viene assegnato un numero di tavolo 7. Obbligatorio e riposo a letto. Sono usati i seguenti farmaci:

  • antibiotici (eritromicina, penicillina, ampicillina, oxacillina);
  • prednisolone;
  • ciclofosfamide;
  • azatioprina;
  • Diclofenac e altri farmaci anti-infiammatori non steroidei.

I farmaci sintomatici sono prescritti per ridurre l'intensità dell'edema. Nel caso della diagnosi di ipertensione, viene eseguita la correzione della pressione. Successivamente, dopo il periodo acuto, viene indicato un trattamento termale. Tutti i pazienti devono essere controllati da un urologo o nefrologo.

Caratteristiche di nutrizione per glomerulonefrite

L'obiettivo di una dieta terapeutica per la glomerulonefrite è limitare l'acqua e le proteine ​​per normalizzare la funzione renale. La dieta dovrebbe essere costante, cioè essere osservata non solo durante l'esacerbazione, ma anche durante la remissione.

Le raccomandazioni per la nutrizione clinica sono:

  • restrizione dell'uso del sale e di tutti i piatti che lo contengono in grandi quantità;
  • restrizione delle proteine ​​(fino a 40 g al giorno);
  • limitare il grasso;
  • esclusione dal menu di carne e pesce grassi;
  • eccezione di forti brodi ricchi;
  • esclusione della groppa;
  • esclusione di spezie piccanti, verdure (tra cui cipolle, aglio, ravanello e ravanello).

Nei primi giorni della patologia sono necessari giorni di digiuno. Un paziente può essere prescritto mono-dieta - cetriolo, melone, anguria. Riducono al minimo il carico sui reni e sul cuore.

Nella fase acuta della glomerulonefrite in nutrizione clinica sono presenti:

  • pane (senza aggiunta di sale);
  • una piccola quantità di carne;
  • latte e prodotti lattiero-caseari fermentati;
  • patate, carote;
  • pasta.

In futuro, la dieta si espande un po ': più carne viene introdotta nella dieta, un po' di cloruro di sodio. Vengono mostrati tutti i prodotti contenenti acido ascorbico e altre sostanze benefiche. Tutti i piatti dovrebbero essere bolliti o cotti in un bagno di vapore. È necessario monitorare il regime di bere e consumare acqua a seconda della quantità di urina rilasciata, altrimenti la persona svilupperà edema. Dovrebbe limitare la quantità di proteine.

Prevenzione della glomerulonefrite

Per prevenire una tale malattia è molto più facile che curarla. Tutti sono incoraggiati a seguire questi suggerimenti:

  1. L'esercizio dovrebbe essere dosato. Il lavoro fisico eccessivo dovrebbe essere evitato.
  2. Dovresti sempre mantenere un normale stato psico-emotivo. Lo stress dovrebbe essere evitato.
  3. Il sonno dovrebbe essere completo e di durata sufficiente.
  4. Ai reni non piace l'ipotermia. Non è necessario consentire una permanenza nella brutta copia e brusche fluttuazioni di temperatura.
  5. L'alcol è molto dannoso per i reni, specialmente la birra. Per mantenerli in salute, non è necessario abusare della bevanda schiumosa.
  6. Si raccomanda di eliminare il fumo.
  7. È molto dannoso usare una grande quantità di spezie, carne affumicata, sale. Tutti i prodotti contenenti tali componenti devono essere limitati.

La glomerulonefrite è una malattia pericolosa. È estremamente importante prestare attenzione alle condizioni dei reni e contattare uno specialista non appena compaiono i sintomi caratteristici dei problemi con gli organi di escrezione.

Come trattare la glomerulonefrite

Prima di procedere con il trattamento della glomerulonefrite, è necessario differenziare diverse varianti della malattia e, se esiste una tale opportunità, è necessario eseguire una biopsia del tessuto renale per il paziente. Se il medico conosce l'esatto quadro morfologico dei processi che si verificano nei reni del paziente, allora sarà in grado di scegliere lo schema di terapia più razionale.

Il trattamento della glomerulonefrite nella fase acuta e cronica del processo ha le sue caratteristiche. L'approccio al trattamento dei pazienti è sempre una combinazione. Il principio principale del trattamento è quello di eliminare la causa principale della malattia (se possibile), così come l'impatto su tutte le parti della patogenesi.

Quando compaiono i primi sintomi della malattia (gonfiore improvviso del viso, aumento della pressione irragionevole, dolore alla schiena su uno o entrambi i lati, cambiamenti nel sedimento urinario, ecc.), Consultare immediatamente un medico e non automedicare. Solo uno specialista esperto sa come trattare la glomerulonefrite e quali dosi di farmaci dovrebbero essere consumate.

Ci sono varianti della malattia che non possono essere curate per sempre, tuttavia, grazie ai moderni approcci al processo di trattamento, è possibile ottenere una remissione stabile nei pazienti e fermare la progressione della malattia.

Trattamento della glomerulonefrite acuta diffusa

Regime di gestione del paziente

Ogni paziente con questa forma del processo deve essere ricoverato nel reparto del profilo appropriato (terapeutico o nefrologico). Fino all'eliminazione completa dell'edema e dell'ipertensione, necessita di riposo a letto (circa 1,5-2 settimane). Grazie a questo, il lavoro dell'apparato glomerulare dei reni è migliorato, la diuresi viene ripristinata e vengono eliminati i fenomeni di insufficienza nel lavoro del cuore.

Dopo la dimissione, tale paziente è controindicato per qualsiasi lavoro fisico per due anni, oltre ad essere in luoghi con alte temperature (bagni, saune).

Cibo salutare

I principi di nutrizione includono i seguenti requisiti, solo seguendo il quale è possibile accelerare il processo di guarigione:

  • limitare il consumo di alimenti contenenti grandi quantità di carboidrati semplici e proteine;
  • tutti gli alimenti contenenti condimenti, spezie e altri ingredienti estrattivi sono completamente esclusi;
  • l'apporto calorico non dovrebbe superare i fabbisogni giornalieri del corpo per l'energia, mentre la sua composizione di vitamine e minerali dovrebbe essere il più equilibrata possibile;
  • La quantità di liquidi raccomandati al giorno viene calcolata sulla base dell'escrezione giornaliera dell'urina da parte del paziente (400-500 ml vengono aggiunti a questa cifra, ma non di più, per non sovraccaricare i reni).

Trattamento eziologico

Se il ruolo di un agente streptococcico è dimostrato all'inizio del processo, il trattamento adeguato della malattia inizia con la somministrazione di antibiotici dal gruppo delle penicilline. Sono prescritti per via intramuscolare, il decorso della terapia dura almeno 10-14 giorni. Quando la situazione lo richiede, il trattamento dura più a lungo.

Lo schema di somministrazione del farmaco è il seguente:

  • Penicillina 500 000 UI per via intramuscolare 6 volte al giorno (ogni 4 ore);
  • Oxacillina 500 mg per via intramuscolare 4 volte al giorno (ogni 6 ore).

Terapia patogenetica

Questa sezione di trattamento include l'uso di farmaci di vari gruppi farmacologici, a causa dei quali si verifica l'inibizione dei singoli legami patogenetici della malattia.

La terapia immunosoppressiva con agenti ormonali è necessaria per sopprimere i processi autoimmuni, eliminare una componente infiammatoria pronunciata e stabilizzare l'attività proteolitica di vari sistemi enzimatici nel corpo del paziente.

Questo gruppo di farmaci viene utilizzato nel caso della forma nefrosica del processo, quando non vi è una sindrome ipertensiva pronunciata e un aumento persistente dei globuli rossi nelle urine del paziente. Inoltre, un'indicazione per il loro scopo è l'insorgenza di insufficienza renale acuta sullo sfondo della glomerulonefrite.

Viene usato il prednisolone, il cui dosaggio è calcolato in base alla massa iniziale del paziente (1 mg / kg al giorno). In questa dose, il farmaco viene assunto per 1,5-2 mesi, dopo di che viene valutata la condizione del paziente e viene risolto il problema della riduzione graduale della dose, fino alla completa cancellazione (ridotta ogni 5-7 giorni per 2,5-5 mg).

I pazienti più frequentemente prescritti sono Azatioprina alla dose di 2-3 mg / kg o Ciclofosfamide 1.5-2 mg / kg al giorno per un periodo di 4-8 settimane. Quindi, andare alla terapia di mantenimento, che è la metà della dose precedentemente presa. La sua durata non è inferiore a sei mesi.

Anticoagulanti e disaggregati riducono la permeabilità dell'apparato glomerulare dei reni, inibiscono l'adesione delle piastrine tra loro e inibiscono la coagulazione del sangue. Inoltre, riducono la componente infiammatoria del processo patologico e migliorano la diuresi del paziente.

Inizio a trattare un paziente con somministrazione sottocutanea di eparina 25.000-30000 al giorno. Il corso della terapia dura in media 6-8 settimane, se necessario, viene esteso a 4 mesi.

Tra i disaggregati, Curantil è il più comune, che migliora la velocità di filtrazione glomerulare e diminuisce i numeri di pressione sanguigna.

È prescritto in una dose di 225-400 mg al giorno (per 6-8 settimane), quindi trasferito al trattamento di mantenimento 50-75 mg / die (6 mesi o più).

I farmaci antinfiammatori non steroidei hanno un effetto positivo nella lotta contro i mediatori della reazione infiammatoria, hanno un moderato effetto anti-coagulazione e immunosoppressivo.

L'indicazione per prescrivere farmaci da questo gruppo è una proteinuria esistente a lungo termine, in assenza di una clinica di malattia in un paziente (edema, pressione, diminuzione del volume di urina giornaliera, ecc.).

È considerato appropriato utilizzare Ortofen alla dose di 75-150 mg / die per 4-8 settimane. Va ricordato che questo farmaco può essere prescritto solo a pazienti che non hanno problemi con il tratto gastrointestinale (gastrite, ulcera peptica e altri).

Terapia sintomatica

Per fermare i sintomi patologici della glomerulonefrite acuta diffusa, il trattamento combinato viene effettuato con i seguenti farmaci.

Eliminare il fenomeno dell'ipertensione arteriosa per mezzo di diversi gruppi farmacologici, la nifedipina alla dose di 0,001-0,002 g è più spesso utilizzata 2-3 volte al giorno (fino a quando lo stato si stabilizza). Se un paziente ha un aumento persistente della pressione, usare Capoten sotto la lingua alla dose di 25-75 mg / die.

Nella lotta contro l'edema, vengono usati diuretici. Ipotiazide 50-100 mg / die o Furosemide 40-80 mg / die sono ampiamente prescritti. Il corso del trattamento con questi farmaci è breve (3-5 giorni), di solito questo è sufficiente per eliminare completamente la sindrome edematosa. Se ciò non accade, allora si decide se continuare la terapia o meno.

La perdita patologica di eritrociti nelle urine viene eliminata, prescrivendo i fondi del paziente che possono fermare l'emorragia. L'acido aminocaproico in una dose di 3 g 4 volte al giorno per 5-7 giorni viene utilizzato per questi scopi. Nei casi più gravi, ricorrere alla somministrazione endovenosa.

Trattamento della glomerulonefrite rapidamente progressiva

Questa forma del processo è considerata la più sfavorevole e l'efficacia della terapia è bassa. Tale condizione viene trattata con alte dosi di ormoni glucocorticoidi in combinazione con citostatici (viene utilizzata la terapia pulsatile, spesso con la sua ripetizione in 2-3 giorni).

Tali metodi di terapia non farmacologica, come la plasmaferesi e l'emodialisi, sono ampiamente utilizzati, il loro compito principale è di massimizzare la purificazione del corpo del paziente dalle sostanze tossiche accumulate in esso e l'eliminazione dei complessi immunitari.

Trattamento della glomerulonefrite cronica

Regime di gestione del paziente

Durante la remissione, tutti i pazienti devono evitare qualsiasi ipotermia o surriscaldamento del corpo, intenso sforzo fisico e sovratensione. È vietato lavorare di notte o nei negozi caldi.

Se il processo è ancora aggravato, il paziente viene immediatamente ricoverato in ospedale, dove viene prescritto il regime più benigno (fino al momento del miglioramento del benessere).

Cibo salutare

I principi di base dell'alimentazione nei pazienti con glomerulonefrite cronica durante il periodo di esacerbazione sono simili a quelli in pazienti con un processo acuto (descritto sopra).

Se c'è una sindrome urinaria isolata (non ci sono sintomi di ipertensione ed edema), sono permessi sale e condimento moderati, che migliorano il gusto del cibo (aglio, pepe e altri).

Terapia eziologica

Di norma, tale trattamento è possibile solo in una piccola percentuale di pazienti, poiché è efficace solo nelle prime fasi dello sviluppo del processo. Il principio base della terapia è la riorganizzazione tempestiva di tutti i focolai di infezione cronica nei pazienti con tonsillite cronica o endocardite. Per fare questo, applicare la penicillina agli antibiotici.

Terapia patogenetica

Gli standard per il trattamento della glomerulonefrite cronica sono i seguenti.

Nomina di ormoni glucocorticoidi nella forma nefrosica o latente del processo, la cui durata non supera i due anni dal debutto della malattia.

La massima efficacia di questo gruppo di farmaci è stata dimostrata nella glomerulonefrite con modifiche minime, forme membranose e mesangioproliferative della malattia.

L'ottimale è la nomina di Prednisolone in una dose di 1 mg / kg di peso del paziente per un periodo di 4-8 settimane. A poco a poco, il dosaggio viene ridotto (2,5-5 mg ogni 2-3 giorni), raggiungendo la dose di mantenimento ottimale (è individuale per ciascun paziente).

Questo gruppo di farmaci è controindicato nella forma ipertensiva della malattia e nella sua versione mista, così come quando inizia l'insufficienza renale.

La terapia citostatica è indicata per tutti i pazienti con resistenza ormonale o intolleranza, nonché ipertesi e varianti miste di glomerulonefrite. In questi casi, vengono prescritti isolatamente, senza l'uso di glucocorticoidi.

Se il paziente non ha controindicazioni per il regime di trattamento combinato (Prednisolone + citostatico), quindi Azatioprina viene somministrata in una dose di 2-3 mg / kg di peso del paziente o di ciclofosfamide 1.5-2 mg / kg per 8-10 settimane. Quindi, passare alla dose di mantenimento (1/2 o 1/3 dell'iniziale).

Anticoagulanti e disaggregati sono necessari per migliorare i processi di filtrazione renale ed eliminare i processi di formazione di trombi patologici (c'è una tale tendenza).

In ospedale, i pazienti iniziano la somministrazione sottocutanea di eparina nell'intervallo da 5.000 a 10.000 UI ogni 6 ore per 6-8 settimane, quindi riducono gradualmente il dosaggio e interrompono il farmaco.

In futuro, Curantil viene usato in terapia a 225-400 mg al giorno (10-12 mesi o più).

Questi medicinali sono controindicati nei pazienti con la forma ematopica della malattia e nei processi patologici nel tratto gastrointestinale, nonché se la velocità di filtrazione glomerulare del paziente è inferiore a 35 ml / minuto.

I FANS sono indicati in pazienti con una forma latente di glomerulonefrite o in una variante nefrotica della malattia, quando il paziente ha moderata proteinuria ed eritrocituria.

L'indometacina viene prescritta a 50 mg / die, la cui dose viene gradualmente aumentata a 150 mg al giorno. La durata media del trattamento è di 3-6 settimane, dopodiché viene annullata (riducendo lentamente il dosaggio).

Terapia sintomatica

Per il sollievo dei vari sintomi della malattia, vengono usati medicinali di diversi gruppi farmacologici (antipertensivi, diuretici e altri). La scelta di ciascuna di esse è determinata dalle condizioni del paziente e dalla presenza di alcuni sintomi in lui.

Medicina di erbe

Farmaci a base di erbe correttamente selezionati possono avere un buon effetto antinfiammatorio, antipertensivo, diuretico, anticoagulante e disintossicante.

Nell'uso della fitoterapia:

  • un'infusione di foglie di betulla (2 cucchiaini di un substrato asciutto viene versato 250-300 ml di acqua bollente, infusa e consumata 4-5 volte al giorno);
  • decotto di foglie di mirtillo rosso (2 cucchiai di foglie tritate vengono poste in uno speciale piatto smaltato, aggiungere 200-250 ml, portate ad ebollizione usando un bagnomaria, tolto dal fuoco e lasciato in infusione, quindi usare mezza tazza 3 volte al giorno);
  • decotto di radice di bardana (10 g di radice frantumata versare 200 ml di acqua bollente, la sua ulteriore preparazione e l'uso è simile al precedente).

Trattamento moderno per glomerulonefrite

In base alle raccomandazioni cliniche, la terapia dei pazienti con glomerulonefrite deve essere combinata e includere diversi farmaci appartenenti a gruppi farmacologici diversi. Esistono molte varianti di tali schemi, la scelta di ciascuno di essi è determinata dalle condizioni del paziente. Di seguito consideriamo il più razionale.

Il trattamento in quattro parti include:

  • Prednisolone alla dose di 1 mg / kg di peso del paziente al giorno.
  • Ciclofosfamide alla dose di 2-3 mg / kg al giorno.
  • Eparina alla dose di 20.000 UI al giorno.
  • Curantil in una dose di 400-600 mg al giorno.

Tutti i suddetti farmaci vengono assunti per 6-8 settimane (più lunghi se necessario), dopo di che vengono ridotti ai dosaggi di mantenimento.

Trattamento termale

L'indicazione per l'invio di un paziente a un trattamento di sanatorio-resort è la presenza di sintomi residui di glomerulonefrite acuta (ad esempio, ematuria microscopica), così come la forma cronica della malattia in remissione.

I pazienti sono località adatte con un clima secco e caldo, a causa del quale il processo di sudorazione ed escrezione dei prodotti del metabolismo dell'azoto viene accelerato, i reni funzionano meglio. Queste aree di villeggiatura includono: Yalta, Bayram-Ali e altri.

Non si dovrebbe mai inviare un paziente a tale trattamento se ha sintomi di un processo acuto o grave ematuria.

conclusione

Sfortunatamente, molte forme di glomerulonefrite sono molto poco suscettibili alla terapia, che causa disabilità nella popolazione in età lavorativa. Come trattare correttamente la glomerulonefrite è noto non solo ai nefrologi, ma anche agli specialisti terapeutici che osservano tali pazienti dopo essere stati dimessi dall'ospedale (medici locali). Un ruolo speciale è dato all'ulteriore riabilitazione di tutti i pazienti con glomerulonefrite e osservazione dispensaria degli stessi.