I farmaci più efficaci per il trattamento della pielonefrite nelle donne

Diete

Nel gentil sesso la pielonefrite si presenta 4-6 volte più spesso che negli uomini. La malattia è un'infiammazione infettiva non specifica che richiede un intervento immediato. In questo articolo vedremo i principali farmaci per il trattamento della pielonefrite nelle donne.

Come si manifesta la patologia?

I principali sintomi della pielonefrite dipendono dalla sua forma.

Tabella 1. Segni della forma acuta della malattia:

Patologia cronica

Il processo infiammatorio cronico ha un andamento più regolare. I sintomi potrebbero essere assenti. Alcune donne hanno lamentele sfocate non specifiche.

Sullo sfondo di ipotermia nella zona lombare appare sindrome del dolore dolorante. La persona si stanca rapidamente, si sente male.

Lo schema del trattamento farmacologico

I preparati per il trattamento della pielonefrite nelle donne sono selezionati in base ai sintomi e alla forma della malattia. Vengono presi in considerazione fattori come la causa della malattia, il grado di danno renale e la presenza di un processo purulento.

Le istruzioni per il trattamento farmacologico sono le seguenti:

  1. L'eliminazione del fattore provocante.
  2. Eliminazione della componente infettiva.
  3. Disintossicazione del corpo.
  4. Rafforzare il sistema immunitario.
  5. Sollievo delle recidive.

Trattamento acuto

In forma acuta, il medico raccomanda l'uso di farmaci nei seguenti gruppi:

  • antibiotici;
  • agenti antibatterici chimici;
  • nitrofurani;
  • farmaci antistaminici;
  • cefalosporine;
  • aminoglicosidi;
  • tetracicline.

Uso antibiotico

Le basi del trattamento farmacologico sono farmaci antibatterici. Sono applicati in un corso di 7-14 giorni. Le medicine sono assunte per via orale, iniettate in un muscolo o in una vena.

Tabella 2. Antibiotici raccomandati.

Fai attenzione! Gli antibiotici vengono prescritti solo dopo aver ricevuto i risultati della sensibilità di bakposev. Ciò si verifica dopo 14 giorni dallo studio.

L'uso di agenti antibatterici chimici

I principali farmaci di questo gruppo sono presentati nel piatto.

Tabella 3. Agenti antibatterici chimici consigliati:

Uso di nitrofurani

I preparativi di questo gruppo contribuiscono alla distruzione di microrganismi patogeni. Inoltre rallentano il processo di riproduzione.

Spesso una donna viene prescritta 5-NOK. È un farmaco antimicrobico con un ampio spettro di effetti. Il suo costo è di 235 rubli.

Fai attenzione! Le medicine in questo gruppo sono prese di rado. Oggi sono quasi completamente soppiantati dal mercato farmacologico con preparazioni di fluoroquinolone meno tossiche.

Uno dei farmaci più efficaci in questo gruppo è Furadonin.

Uso di farmaci antistaminici

Questi farmaci sono prescritti in caso di pielonefrite accompagnata da reazioni allergiche.

Tabella 4. Antistaminici raccomandati:

Applicazione di cefalosporine

I preparati per il trattamento della pielonefrite nelle donne, inclusi nel gruppo delle cefalosporine, sono destinati ad essere introdotti nel muscolo o nella vena.

Tabella 5. I farmaci più efficaci per la pielonefrite nelle donne del gruppo delle cefalosporine:

Il farmaco più efficace in questo gruppo è Digran.

Uso di aminoglicosidi

Le medicine di questo gruppo sono usate per corso complicato di pyelonephritis. Sono un buon aiuto nel caso in cui l'agente eziologico della malattia sia il bacillo di Pseudomonas.

I farmaci sono scarsamente assorbiti nel tratto gastrointestinale, quindi vengono spesso prescritti per via parenterale. La droga più potente e sicura in questo gruppo è Amikacin.

Uso di tetracicline

Questi farmaci sono prescritti solo sullo sfondo dell'intolleranza individuale agli antibiotici di altri gruppi.

Tabella 6. Le tetracicline più efficaci.

Trattamento cronico

La terapia antibatterica dura più a lungo rispetto alla forma acuta. Una donna si impegna a prendere i mezzi prescritti entro 14 giorni. Quindi il medico lo sostituisce con un altro medicinale.

Fai attenzione! Spesso, in forma cronica, non vengono prescritti antibiotici. Ciò è dovuto all'incapacità di raggiungere la concentrazione desiderata del farmaco nel tessuto urinario e renale.

Il miglior metodo di terapia farmacologica è l'alternanza di farmaci e il monitoraggio del decorso della pielonefrite. I regimi di trattamento sono aggiustati secondo necessità.

Con la terapia prolungata, il medico può prescrivere una pausa nell'assunzione di farmaci. La durata della pausa varia da 14 a 30 giorni.

In forma cronica, la donna è consigliata alla reception:

  • diuretici;
  • multivitaminici;
  • farmaci anti-infiammatori.

Uso diuretico

Come trattare la pielonefrite nelle donne? I farmaci dal gruppo di diuretici sono presentati nella tabella.

Linee guida per l'uso di antibiotici per compresse di pielonefrite

La pielonefrite è una malattia infiammatoria acuta del parenchima renale e il sistema pelvico renale causato da un'infezione batterica.

Sullo sfondo di anomalie anatomiche del sistema urinario, ostruzioni, trattamento ritardato e frequenti recidive, il processo infiammatorio può assumere una forma cronica e portare a cambiamenti sclerotici nel parenchima renale.

  1. La natura dell'infiammazione:
  • acuta (prima occorrenza);
  • cronico (nella fase acuta). Viene preso in considerazione anche il numero di esacerbazioni e intervalli di tempo tra le recidive;
  1. Disturbi del flusso urinario:
  • ostruttiva;
  • non ostruttiva.
  1. Funzione renale:
  • conservato;
  • alterato (insufficienza renale).

Antibiotici per compresse di pielonefrite (cefalosporine orali)

Applicato con la malattia di gravità leggera e moderata.

  1. Cefixime (Supraks, Cefspan). Adulti - 0,4 g / giorno; bambini - 8 mg / kg. in due modi: sono usati per via parenterale. Adulti 1-2 g due volte al giorno. Bambini 100 mg / kg per 2 somministrazione.
  2. Ceftibuten (Cedex). Adulti - 0,4 g / giorno. contemporaneamente; bambini 9 mg / kg in due dosi.
  3. Cefuroxime (Zinnat) è un farmaco di seconda generazione. Gli adulti nominano 250-500 mg due volte al giorno. Bambini 30 mg / kg due volte.

I farmaci di quarta generazione combinano l'attività antimicrobica di 1-3 generazioni.

Quinoli gram-negativi (fluorochinoloni di seconda generazione)

ciprofloxacina

A seconda della concentrazione, ha sia un effetto battericida che batteriostatico.
Efficace contro Escherichia, Klebsiella, Protea e Shigella.

Non intacca gli enterococchi, la maggior parte degli streptococchi, la clamidia e il micoplasma.

È vietato prescrivere contemporaneamente fluorochinoloni e farmaci antiinfiammatori non steroidei (aumento dell'effetto neurotossico).

È possibile la combinazione con clindamicina, eritromicina, penicilline, metronidazolo e cefalosporine.

Ha un gran numero di effetti collaterali:

  • fotosensibilità (fotodermatosi);
  • citopenia;
  • aritmia;
  • azione epatotossica;
  • può causare l'infiammazione dei tendini;
  • frequenti disturbi dispeptici;
  • danno al sistema nervoso centrale (mal di testa, insonnia, sindrome convulsiva);
  • reazioni allergiche;
  • nefrite interstiziale;
  • artralgia transitoria.

Dosaggio: Ciprofloxacina (Tsiprobay, Ziprinol) negli adulti - 500-750 mg ogni 12 ore.

Bambini non più di 1,5 g / giorno. Con un calcolo di 10-15 mg / kg per due iniezioni.

È efficace l'uso di acidi nalidixici (Negram) e pipemidievoy (Palin) per la terapia anti-ricaduta.

Antibiotici per pielonefrite causata da Trichomonas

metronidazolo

Altamente efficace contro Trichomonas, Giardia, anaerobes.
Ben assorbito dalla somministrazione orale.

Gli effetti indesiderati includono:

  1. disturbi del tratto gastrointestinale;
  2. leucopenia, neutropenia;
  3. effetto epatotossico;
  4. lo sviluppo dell'effetto disulfiramopodobnogo quando si beve alcolici.

Antibiotici per la pielonefrite nelle donne durante la gravidanza e l'allattamento

I preparati a base di penicillina e cefalosporina non hanno un effetto teratogeno e non sono tossici per il feto, ma possono essere utilizzati durante la gravidanza e l'allattamento (raramente possono portare a sensibilizzazione del neonato, causa di eruzioni cutanee, candidosi e diarrea).

Nelle forme più lievi della malattia è possibile una combinazione di beta-lattami con macrolidi.

Terapia empirica

Per il trattamento della pielonefrite moderata, prescrivere:

  • penicilline (protette e con un ampio spettro di attività);
  • cefalosporine di terza generazione.

penicilline

I preparati hanno bassa tossicità, alta azione battericida e sono escreti principalmente dai reni, il che aumenta l'efficacia del loro uso.

Quando pielonefrite è più efficace: Amoxiclav, Augmentin, Ampicillin, Unazin, Sullatsillin.

ampicillina

È altamente attivo contro batteri gram-negativi (E. coli, Salmonella, Proteus) e bacilli emofilici. Meno attivo contro gli streptococchi.
Inattivato dalla penicillinasi stafilococcica. Klebsiella e enterobacter hanno una resistenza naturale all'ampicillina.

Effetti collaterali dall'applicazione:

  • "Eruzione di ampicillina" - eruzioni non allergiche che scompaiono dopo la sospensione del farmaco;
  • disturbi del tratto gastrointestinale (nausea, vomito, diarrea).

Penicilline protette

Avere un ampio spettro di attività Agisco su: E. coli, staphylo, streptococco e enterococchi, Klebsiella e Proteus.

Gli effetti collaterali del fegato sono più pronunciati nelle persone anziane (aumento delle transaminasi, ittero colestatico, prurito della pelle), nausea, vomito, sviluppo di colite pseudomembranosa e intolleranza individuale al farmaco sono anche possibili.

(Augmentin, Amoxiclav).

(Unazin, Sulacillina).

Penicilline antistaphylococcal (oxacillina)

L'oxacillina è utilizzata per il rilevamento di ceppi di Staphylococcus aureus resistenti alla penicillina. Inefficace contro altri agenti patogeni.
Gli effetti indesiderati si manifestano a causa di disturbi dispeptici, vomito, febbre, aumento delle transaminasi epatiche.

È inefficace se assunto per via orale (scarsamente assorbito nel tratto gastrointestinale).

Via di somministrazione parenterale raccomandata. Adulti 4-12 g / giorno. in 4 introduzioni. Ai bambini vengono prescritti 200-300 mg / kg per sei iniezioni.

Controindicazioni per l'uso di penicilline includono:

  • insufficienza epatica;
  • mononucleosi infettiva;
  • leucemia linfoblastica acuta.

cefalosporine

Hanno un'azione battericida pronunciata, di solito sono normalmente tollerati dai pazienti e sono ben combinati con gli aminoglicosidi.

Agiscono sulla clamidia e sul micoplasma.

Alta attività contro:

  • flora gram-positiva (compresi i ceppi resistenti alla penicillina);
  • batteri gram-positivi;
  • E. coli, Klebsiella, Proteus, enterobatteri.

Gli antibiotici di cefalosporina di ultima generazione sono efficaci per la pielonefrite acuta e l'infiammazione cronica grave dei reni.

In caso di malattia moderata, viene utilizzata la terza generazione.

(Rofetsin, Fortsef, Ceftriabol).

parenterale

Nei casi più gravi, fino a 160 mg / kg in 4 somministrazioni.

Cefoperazone / sulbactam è l'unica cefalosporina protetta dagli inibitori. È massimamente attivo contro gli enterobatteri, inferiore a cefoperazone in efficacia contro il Pus eculaus.

Ceftriaxone e Cefoperazone hanno una doppia via di escrezione, quindi possono essere utilizzati in pazienti con insufficienza renale.

Controindicazioni:

  • intolleranza individuale e presenza di una reazione allergica alle penicilline;
  • Ceftriaxone non è usato nelle malattie delle vie biliari (può cadere sotto forma di sali biliari) e nei neonati (il rischio di sviluppare ittero nucleare).
  • Cefoperazone può causare ipoprotrombinemia e non può essere combinato con bevande alcoliche (effetto disulfiram).

Caratteristiche della terapia antimicrobica nei pazienti con infiammazione dei reni

La scelta dell'antibiotico si basa sull'identificazione del microrganismo che ha causato la pielonefrite (E. coli, staphylo, entero- e streptococchi, meno spesso, micoplasma e clamidia). Nell'identificare il patogeno e stabilire lo spettro della sua sensibilità, viene utilizzato un agente antibatterico con l'attività più mirata.

Se è impossibile identificare, è prescritto un trattamento empirico. La terapia combinata offre il massimo raggio d'azione e riduce il rischio di sviluppo di resistenza microbica all'antibiotico.

È importante ricordare che i preparati di penicillina e cefalosporina sono applicabili alla monoterapia. Aminoglicosidi, carbapenem, macrolidi e fluorochinoloni sono usati solo in schemi combinati.

Se si sospetta una messa a fuoco purulenta che richiede un intervento chirurgico, viene presa una copertura antibatterica combinata per escludere complicanze settiche. Vengono utilizzati fluorochinoloni e carbapenemi (Levofloxacina 500 mg per via endovenosa 1-2 volte al giorno, Meropenem 1g tre volte al giorno).

I pazienti con diabete e immunodeficienza prescrivevano inoltre farmaci antifungini (fluconazolo).

Trattamento della pielonefrite nelle donne antibiotiche

Come trattare la pielonefrite cronica

Il trattamento della pielonefrite cronica dovrebbe essere diretto ai meccanismi patogenetici della malattia. Nello schema generale di terapia dovrebbe fornire diverse aree:

  • rimuovere gli agenti patogeni infettivi;
  • normalizzare il flusso di urina;
  • aumentare l'immunità del paziente;
  • eliminare il pericolo di focolai cronici di infezione e la possibilità di re-infezione ematogena e via linfogena.

Allo stesso tempo, non bisogna dimenticare i meccanismi naturali di protezione delle vie urinarie. Solo il loro fallimento provoca aggressioni batteriche. Un corretto trattamento della pielonefrite cronica non dovrebbe interrompere le proprietà naturali del corpo, ma mantenere e ripristinare il giusto equilibrio.

I meccanismi di difesa naturale possono essere supportati da un'attenta attitudine alla loro salute, dieta, rimedi popolari da piante medicinali. I reni hanno diverse opzioni che impediscono in modo significativo la diffusione dell'infezione. Tutti devono essere influenzati per aiutare ad affrontare l'infiammazione.

  • Un aumento del volume urinario provoca il lavaggio meccanico dei percorsi e lava via i batteri in eccesso. Quindi, al fine di curare la malattia, è necessario bere più liquidi, utilizzare erbe curative che aumentano la diuresi.
  • L'aumento dell'acidità (pH inferiore a 7), l'aumento del contenuto di urea e acidi organici nelle urine impediscono la crescita di microrganismi. Di conseguenza, la correzione della dieta influisce sulla vitalità dei batteri.
  • Le cellule immunitarie si trovano non solo nel sangue, ma anche nello strato sottomucoso delle vie urinarie.
  • La vagina nelle donne e la prostata negli uomini producono una sostanza secernente che inibisce la diffusione della flora batterica. Pertanto, quando si scelgono contraccettivi locali, gli adulti non dovrebbero dimenticare di sostenere l'equilibrio dei microrganismi, usando mezzi provati per la pulizia e la toilette quotidiana.
Mezzi per migliorare l'immunità nella pielonefrite cronica, cerchiamo la distruzione locale di agenti patogeni maligni

Il trattamento per la pielonefrite cronica richiede necessariamente un approccio integrato con un uso graduale delle possibilità di volume e terapia a domicilio.

Cosa è necessario per una terapia antibiotica di successo?

La terapia antibiotica è di fondamentale importanza nel trattamento dell'infiammazione renale. Uno dei motivi per la cronologia del processo è considerato insufficiente o inadeguato nell'uso di antimicrobici nella fase acuta della malattia.

Pertanto, al fine di eliminare definitivamente la pielonefrite, è necessario seguire i principi dell'uso di agenti antibatterici.

Gli standard di trattamento richiedono:

  • prescrivere farmaci il prima possibile;
  • la durata del corso da scegliere individualmente a seconda dell'attività dei microrganismi patogeni, la gravità dell'infiammazione;
  • considerare rigorosamente la sensibilità identificata della microflora, secondo la conclusione ottenuta con il metodo del serbatoio. cultura delle urine;
  • farmaci antibatterici se necessario per combinare, utilizzando le proprietà di compatibilità;
  • sostituire i farmaci quando si rileva una bassa sensibilità;
  • per prevenire effetti negativi, crescita di funghi, usare farmaci antifungini in caso di trattamento a lungo termine;
  • prescrivono contemporaneamente vitamine e immunostimolanti.
Nel trattamento della pielonefrite viene scelto il farmaco intorno al quale i batteri non crescono

Se questi principi non vengono rispettati, la terapia antibiotica non può ottenere il risultato desiderato, proprio come con gli ostacoli accumulati al deflusso delle urine.

Negli stadi successivi della malattia, si verificano cambiamenti sclerotici nei tessuti renali, il flusso sanguigno nei glomeruli e il processo di filtrazione sono disturbati. Pertanto, è impossibile creare una concentrazione sufficiente di agenti antibatterici. La loro efficacia diminuisce drasticamente nonostante alte dosi.

Se il trattamento è tardivo, i microrganismi rinascono in ceppi resistenti ai farmaci, formando associazioni microbiche con diversa sensibilità.

Per curare la pielonefrite cronica, secondo le linee guida sviluppate, è necessario trattare contemporaneamente diversi gruppi di farmaci:

  • antibiotici;
  • sulfonamidi (urosulfan, sulfadimetoksin);
  • nitrofurani (Furagin, Furazolidone);
  • preparati di acido nalidixico (Nilidiksan, Nevigremon);
  • derivati ​​idrossichinolinici (5-NOK, Nitroxoline);
  • mezzi combinati come Biseptolo, Bactrim (sulfametossazolo + trimetoprim).

Ogni paziente è un farmaco selezionato con la massima sensibilità della flora e il più basso effetto tossico sul tessuto renale.

Per i farmaci con tossicità minima sono inclusi:

Come curare la pielonefrite a casa

  • antibiotici del gruppo della penicillina (ampicillina, oxacillina);
  • eritromicina;
  • cloramfenicolo;
  • cefalosporine (Tseporin, Kefzol).

Moderatamente tossici sono:

  • nitrofurani;
  • 5-NOC;
  • acido nalidixico e suoi derivati.

I farmaci altamente tossici includono antibiotici aminoglicosidici (Kanamicina, Kolimitsin, Gentamicina).

Sono utilizzati solo in casi gravi, in presenza di resistenza ad altri mezzi e corsi brevi (5-7 giorni).

Quando si sceglie l'antibiotico più efficace, si deve prendere in considerazione la loro proprietà, come la dipendenza dell'attività dalla reazione delle urine:

  • La gentamicina e l'eritromicina agiscono più efficacemente in un ambiente con una reazione alcalina a pH 7,5-8. Quando li si usa, si consiglia una dieta a base di latte e principalmente vegetali, acque minerali alcalinizzanti (Borjomi).
  • L'ampicillina e il 5-NOK sono caratterizzati dalla loro attività in un terreno acido a pH 5-5,5.
  • Le cefalosporine, il cloramfenicolo e le tetracicline sono piuttosto efficaci sia nell'urina alcalina che in quella acida a pH 2-9.

Gli urosettici più attivi con un ampio spettro di azione sono:

La gentamicina fino al 90% viene escreta nelle urine, raggiunge i reni in forma invariata e crea quindi una concentrazione localmente elevata.

La gentamicina viene somministrata per via intramuscolare e endovenosa.

Gli antibiotici sono combinati con farmaci di un'altra azione. Si rafforzano a vicenda, accelerando l'effetto anti-infiammatorio. I medici ricorrono spesso alle seguenti combinazioni:

  • antibiotico + sulfonamide;
  • antibiotico + nitrofurano (Furagin);
  • tutti insieme + 5-LCM.

I farmaci con acido nalidixico non sono raccomandati per essere combinati con nitrofurani (indebolire l'effetto, riassumere l'effetto tossico), sono controindicati in gravidanza nel primo trimestre e nei bambini fino a due anni. Questi fondi si distinguono per la minore capacità di sviluppare tipi resistenti di microbi. Il gruppo include inoltre Nevigramona:

Esempi di combinazioni efficaci includono:

  • Carbenicillina o un antibiotico aminoglicosidico + acido nalidixico;
  • Gentamicina + Kefzol;
  • antibiotici cefalosporini + nitrofurani;
  • Penicillina o eritromicina + 5-NOK.
È noto che le nitroxoline (5-NOK) sono inibite dall'uso di agenti che abbassano l'acidità del succo gastrico, pertanto, con il trattamento di accompagnamento delle malattie dello stomaco, questo dovrebbe essere ricordato

La durata della terapia antibiotica dura da quattro a otto settimane.

Come puoi giudicare il successo della terapia antibiotica?

I criteri per ottenere un risultato positivo sono:

  • eliminare i sintomi clinici di infiammazione (febbre, dolore, eventi disurici);
  • cambiamenti nei test di controllo del sangue e delle urine a valori normali (leucociti e ESR del sangue, mancanza di proteine, batteri nelle urine, scomparsa dei leucociti attivi e leucocitosi nei sedimenti).

Circa i segni clinici di esacerbazione della pielonefrite cronica può essere trovato in questo articolo.

Trattamento ambulatoriale dopo ricaduta

Le recidive di pielonefrite cronica si verificano nel 60-80% dei pazienti, anche dopo un trattamento efficace. Pertanto, a casa, si raccomanda di condurre una terapia anti-recidiva a lungo termine.

I farmaci sono selezionati e corsi alternativi. Il medico deve concentrarsi sul livello di leucocituria, batteriuria, indicatori di proteine ​​nel sangue e nelle urine. Autori diversi suggeriscono che la durata del trattamento ambulatoriale è mantenuta da sei mesi a due anni.

Lo schema del farmaco mensile è il seguente:

  • ai primi 7-10 giorni viene prescritto un antibiotico, che si alterna nel periodo successivo con altri agenti antimicrobici (Urosulfan, 5-NOC);
  • I restanti 20 giorni si consiglia di prendere rimedi popolari.
Il tè delle foglie di mirtillo lava bene il tratto urinario

L'intero ciclo viene ripetuto sotto la supervisione di un medico e dei test.

Bactrim (Biseptol) è controindicato nei casi in cui un paziente ha:

  • leucopenia, agranulocitosi;
  • anemia aplastica e B12-carente;
  • alterata funzione escretoria renale.

Non è usato:

  • nel trattamento di bambini fino a 3 mesi di età;
  • durante la gravidanza e l'allattamento.

A casa, i rimedi popolari sono inclusi nella terapia con tisane e infusi a base di materiali vegetali che hanno un effetto diuretico, un piccolo effetto batteriostatico, che aumenta il tono della vescica e del tratto.

La bevanda preparata autonomamente non interferisce con l'azione dei farmaci, lava i reni e rimuove i batteri. Prima dell'uso, è meglio consultare il medico.

La destinazione più popolare è l'uva ursina, conosciuta anche come orsacchiotto. Puoi preparare un thermos (2 cucchiai di erba secca per litro di acqua bollente) per mezz'ora. Dopo aver sforzato, puoi bere un bicchiere incompleto tre volte al giorno. Per migliorare il gusto si consiglia di aggiungere il miele. Non può essere usato durante la gravidanza (aumenta il tono dell'utero).

Il decotto di seta di mais viene cotto a casa con ebollizione preliminare per 5-7 minuti. Quindi insisti e prendi come uva ursina.

La pielonefrite nei bambini viene trattata aggiungendo alla bevanda un delizioso succo di mirtillo, decotto di bacche di rosa canina, fichi

Puoi cucinare un decotto combinato di bacche di viburno, olivello spinoso e rosa selvatica. È lasciato in un thermos per la notte. Questi fondi non hanno solo un effetto battericida, ma attivano anche il sistema immunitario, contengono le vitamine necessarie.

È utile per le donne incinte preparare foglie di mirtillo rosso e rosa selvatica.

Quali altri farmaci prescritti per la pielonefrite?

Per ridurre le manifestazioni allergeniche, ai pazienti vengono prescritti antistaminici:

Assicurati di raccomandare corsi di vitamine con microelementi ed elettroliti.

Nel trattamento dell'ipertensione renale vengono utilizzati potenti farmaci antipertensivi dai gruppi di blocco β-adrenergici, in combinazione con i bloccanti dei canali del calcio. La comparsa di segni di insufficienza cardiaca richiede un uso attento dei glucosidi in gocce e compresse (Digossina, Celanide). Gli attacchi di asma sono rimossi dalla somministrazione endovenosa di Strofantina, Korglikon.

Il trattamento chirurgico viene utilizzato negli stadi avanzati della pielonefrite cronica, quando il paziente entra nel reparto urologico con le seguenti complicazioni:

  • ulcere incise nei reni (ascessi, carbonchi);
  • paranfrite - l'infiammazione si estende oltre i confini del tessuto renale nella cellulosa perrenale;
  • urosepsis con shock batterico (prodotti di decomposizione di batteri sono assorbiti nel sangue);
  • idronefrosi;
  • urolitiasi;
  • sclerosante del rene colpito.

La nefrectomia più spesso mostrata (rimozione dell'organo malato) con la sua lesione unilaterale.

Raramente, in presenza di un difetto congenito sotto forma di raddoppiamento del rene e dell'uretere, viene eseguita una resezione parziale dell'area necrotica dopo l'apertura della capsula. Allo stesso tempo, vengono rimosse le pietre che impediscono il movimento delle urine (nella pelvi, nell'uretere). La questione della vitalità del rene e della conservazione delle funzioni viene risolta durante l'esame.

Nell'applicazione pratica degli urologi c'è un'operazione da utilizzare per ripristinare l'apporto di sangue al rene avvolgendolo con un omento. È indicato per il trattamento dell'ipertensione renale.

La nefrectomia per lungo tempo è stata considerata controindicata in un processo bilaterale, la presenza di gravi malattie concomitanti che aumentano il rischio di intervento. Attualmente, è sostituito da un trapianto di un rene donatore dopo la rimozione di entrambi i suoi. Prima dell'intervento, il paziente viene sottoposto ad emodialisi sistematica.

Per ridurre i sintomi di intossicazione nel paziente nel periodo preoperatorio sono introdotti:

  • gemodez,
  • plasma,
  • soluzioni isotoniche
  • se necessario, massa di eritrociti.

Sullo sfondo della pressione alta, sono necessari farmaci antipertensivi.

Durante la resezione, l'arteria renale viene temporaneamente bloccata. Alla fine dell'operazione, un tubo di drenaggio viene inserito nello spazio perirenale per il deflusso di sangue e l'introduzione di antibiotici. È rimosso dopo 10 giorni.

Per non formare una fistola dall'aspirare l'urina nella ferita, i chirurghi operanti controllano attentamente la chiusura delle pareti delle coppe e dei vasi sanguigni, per questo è meglio usare il catgut cromico.

La prognosi per la vita del paziente è sempre favorevole. Non tutti i casi possono eliminare l'ipertensione. Nel periodo postoperatorio con il rene singolo rimanente, il paziente deve essere sotto la supervisione di un urologo del policlinico e sottoporsi a trattamento profilattico ed esame. Il sovraccarico di un singolo organo aumenta significativamente il rischio di infezione trasportata.

Trattamento termale

Il trattamento è mostrato nelle località di un profilo balneologico con fonti di guarigione naturali. Questi includono: Truskavets, Zheleznovodsk, Kislovodsk, Sairme.

L'uso di acque minerali naturali aiuta a eliminare scorie e batteri dai reni, ripristinando l'immunità locale.

L'acqua in bottiglia del negozio più spesso non contiene componenti bioattivi, è un prodotto di miscelazione chimica di ingredienti, quindi non possiede tale forza.

In presenza di ipertensione, anemia, insufficienza renale, il trattamento di ricovero non è indicato, non vi è alcun effetto da esso.

Le misure per il trattamento della pielonefrite cronica sono tanto più efficaci quanto prima viene iniziato il loro uso. Il rifiuto delle cure mediche peggiora gravemente la prognosi della vita di un paziente.

Trattamento di pyelonephritis con antibiotici

La pielonefrite è un danno renale abbastanza serio che può portare a gravi conseguenze. Trattare questa patologia dovrebbe essere sotto la guida di uno specialista qualificato. Sia la pielonefrite acuta che quella cronica causano agenti infettivi: il danno renale può essere ascendente (attraverso l'uretra) e discendente (in questo caso i microrganismi penetrano attraverso il sangue).

Gli antibiotici per la pielonefrite sono prescritti in quasi tutti i casi, poiché altrimenti è impossibile eliminare l'infezione. Quali farmaci verranno prescritti, il medico curante decide in base ai risultati delle procedure diagnostiche.

Caratteristiche della malattia

La pielonefrite acuta ha un quadro clinico abbastanza vivido. I pazienti hanno febbre alta, febbre alta, sintomi dolorosi gravi, localizzati nella regione lombare. Inoltre, i segni di intossicazione generale del corpo - nausea, debolezza, mancanza di appetito.

Per non perdere tempo, in alcuni casi viene effettuato un trattamento con antibiotici ad ampio spettro, come i derivati ​​della penicillina e le cefalosporine. Inoltre, dopo aver determinato gli agenti causali della malattia, il trattamento può essere aggiustato. Oltre al trattamento medico, possono essere prescritte procedure fisioterapiche, dietoterapia, trattamento riabilitativo in un sanatorio. In rari casi, è indicato l'intervento chirurgico.

Il trattamento della pielonefrite cronica è in una certa misura ancora più difficile di quello acuto, dal momento che la malattia ricorrente può procedere di nascosto e non dare motivi esterni di preoccupazione. Allo stesso tempo, i processi patogeni nel corpo possono continuare, causando danni all'intero sistema urogenitale.

L'agente eziologico della malattia può essere una varietà di microrganismi:

  • streptococchi;
  • E. coli;
  • Enterobacteriaceae;
  • Il più semplice (protea);
  • staphylococcus aureus;
  • Pseudomonas aeruginosa.

La malattia è spesso diagnosticata nelle donne. Nella maggior parte dei casi, il rene destro è interessato (a causa delle caratteristiche anatomiche del corpo). Un trattamento adeguatamente scelto può salvare i pazienti da complicazioni quali infiammazione purulenta, grave insufficienza renale.

Principi del trattamento farmacologico

Un ruolo cruciale nella prescrizione di antibiotici è il risultato della coltura delle urine sui patogeni del danno renale infettivo. Il più delle volte l'agente patogeno patogeno della malattia è l'escherichia coli (specialmente nelle donne), quindi anche la disbatteriosi viene trattata in parallelo con la pielonefrite.

Oltre ai batteri, virus e microrganismi fungini possono essere gli agenti responsabili della malattia - tali casi clinici sono meno comuni, ma non possono essere esclusi. In questo caso vengono prescritti farmaci antivirali e antifungini.

L'urina della semina consente con la massima precisione di identificare l'agente eziologico. Tuttavia, pur avendo definito "l'autore di un crimine", è troppo presto per nominare una "frase", cioè un effetto medicinale. L'indagine preliminare dovrebbe essere fatta sulla sensibilità del patogeno a un particolare farmaco, poiché i ceppi batterici mutano costantemente, acquisendo una certa resistenza ai farmaci.

I pazienti devono assumere antibiotici per la pielonefrite durante un corso di due settimane. La pielonefrite cronica spesso richiede un trattamento ripetuto - dopo il periodo di controllo, i test diagnostici vengono eseguiti di nuovo e se gli agenti causali della malattia sono ancora presenti, viene eseguito un corso ripetuto.

Gruppi di farmaci

La maggior parte dei farmaci moderni per la pielonefrite renale ha un ampio spettro di azione. Tuttavia, ci sono diversi gruppi separati di direzioni diverse. Diamo un'occhiata a cosa sono questi gruppi, quali farmaci sono inclusi, come questi farmaci dovrebbero essere assunti e quali effetti collaterali possono verificarsi.

Quindi, i principali gruppi di farmaci sono:

  • Penicilline (un altro nome per il gruppo è aminopenicilline);
  • cefalosporine;
  • aminoglicosidi;
  • I fluorochinoloni.
  • penicilline

penicilline

Le penicilline (penicillina, amoxiclav e amoxicillina) hanno un'elevata attività antibiotica nei confronti di Escherichia coli, gli enterococchi sono i principali responsabili dei danni renali. Questi farmaci possono essere prescritti anche per le donne incinte, perché agiscono in modo abbastanza delicato. Tuttavia, le proprietà di risparmio delle penicilline sono allo stesso tempo il loro principale inconveniente: l'effetto terapeutico necessario non è sempre raggiunto.

Penicillina Amoxiclav Amoxicillina

cefalosporine

Le cefalosporine (Cefalexina, Cefaclor) sono utilizzate principalmente sotto forma di iniezioni intramuscolari. Questi farmaci sono molto efficaci e allo stesso tempo a bassa tossicità. Possono essere utilizzati senza interruzioni per l'intero corso di 2 settimane - gli effetti collaterali sono minimi ed estremamente rari.

aminoglicosidi

Gli aminoglicosidi (gentamicina o amikacina) sono piuttosto tossici e vengono utilizzati per invasioni multiple e forme complicate di pielonefrite (come infiammazione purulenta). I farmaci hanno un potente effetto battericida, eliminando anche patogeni come Pseudomonas aeruginosa. Tali fondi dovrebbero essere scambiati solo in casi estremi a causa della loro maggiore nefrotossicità.

Gli effetti collaterali di questo gruppo di farmaci sono molto diversi:

  • Insufficienza renale (per fortuna reversibile);
  • Menomazione dell'udito;
  • Diminuzione della forza immunitaria;
  • Mal di testa;
  • Disturbi intestinali

Gli aminoglicosidi sono raramente prescritti per le persone con più di 50 anni. Riapplica li solo un anno dopo il corso.

fluorochinoloni

I fluorochinoloni (Ciprofloxacina, Ofloxacina, Lomefloxacina e altri) sono utilizzati principalmente per il trattamento della forma acuta della malattia o cronica nel periodo di esacerbazione. I farmaci non si applicano durante la gravidanza. Gli effetti collaterali includono diarrea, allergie all'orticaria, vertigini.

Ofrossacina Lomefloxacina Ciprofloxacina

Quando si trattano pielonefrite con antibiotici, si dovrebbe sempre tenere conto delle condizioni generali del corpo del paziente - prima di tutto, il livello di protezione immunitaria. Poiché gli antibiotici distruggono l'immunità naturale, non è necessario superare il dosaggio e prolungare il decorso senza particolare necessità. Per saperne di più: trattamento della pielonefrite.

Preparati per il trattamento della pielonefrite nelle donne

La pielonefrite è un'infiammazione dei reni che copre la pelvi e il tessuto interstiziale. Il trattamento della pielonefrite è un compito serio che può essere gestito solo sotto stretto controllo medico. I farmaci di pyelonephritis sono una lista larga di gruppi di farmaci. Quali farmaci da bere, come trattare la malattia nel modo più efficace, è trattato nel nostro articolo.

Microbi che causano la pielonefrite come percentuale

Antibiotici - la pillola principale per pyelonephritis

I principali farmaci per la pielonefrite sono agenti antibatterici. Possono essere divisi tra loro in gruppi:

  • penicilline;
  • fluorochinoloni;
  • cefalosporine;
  • agenti chinolonici;
  • nitrofurani;
  • sulfamidici;
  • aminoglikazidy;
  • karbopinemy;
  • agenti vascolari;
  • uroseptics vegetali;
  • farmaci anti-infiammatori;
  • diuretici.

Prima di utilizzare uno qualsiasi di questi medicinali, il medico di base deve prima prescrivere un test di sensibilità alle urine per gli antibiotici al fine di scegliere il rimedio giusto.

Maggiori informazioni sugli antibiotici per il trattamento della pielonefrite in questo articolo.

I preparati di questa serie sono ampiamente utilizzati nelle donne nella posizione di cistite e malattie renali, perché sono sicuri per il feto. Nel resto della coorte di pazienti, le penicilline vengono raramente prescritte come farmaco principale perché vengono distrutte dall'azione di un particolare enzima batterico. Le eccezioni sono quelle droghe che contengono acido clavulanico che protegge la penicillina dalla distruzione. Le più popolari della serie di penicilline sono le seguenti.

Amoxiclav. Il rappresentante della serie di penicilline, miscelato con acido clavulanico, che lo rende il più efficace possibile. Oltre alla pielonefrite, Amoxiclav è prescritto per la cistite. È vietato usare questo farmaco per la malattia del fegato.

Flemoxin Solutab. Ingrediente attivo - amoxicillina. Solyutab significa che il componente principale è racchiuso in microsfere resistenti all'acido gastrico. Ciò significa che il farmaco viene assorbito nel modo più invariato possibile e ciò garantisce il massimo successo nella terapia. Può essere bevuto intero, può essere sciolto in acqua. Preparare anche uno sciroppo al gusto di frutta, che è molto importante quando si tratta un bambino. Flemoxin è in grado di distruggere Proteus, la flora streptococcica. Viene usato con cautela in presenza di ipersensibilità alla luce, con compromissione della funzionalità epatica, con mononucleosi infettiva e malattie dell'apparato digerente.

Solutub è la forma più preferita.

fluorochinoloni

Fai bene con i batteri aerobici. È usato con successo in entrambi i processi acuti e cronici. La pielonefrite acuta viene trattata con ciprofloxocina, norfloxocina. L'infiammazione cronica è meglio essere curata con levofloxacina, moxifloxacina.

I farmaci non vengono utilizzati in pazienti con insufficienza epatica, attacchi di epilessia, nei bambini, durante il trasporto di un bambino e l'allattamento.

Gli effetti indesiderati dell'assunzione di fluorochinoloni sono una reazione allergica, un malfunzionamento del tratto gastrointestinale, danni all'udito, dysbacteriosis e tendovaginite.

La ciprofloxacina è più spesso utilizzata in trattamento ospedaliero sotto forma di IV

cefalosporine

Si tratta di compresse a bassa tossicità, che grazie alla composizione dell'acido impediscono che la pielonefrite si trasformi in una forma purulenta. Le cefalosporine, senza dubbio, possono essere chiamate antibiotici ad ampio spettro, perché sono attivi contro una varietà di batteri. Nella pratica con pielonefrite, Cefuroxime (Zinnat) è più spesso usato. Può essere usato nei bambini di età superiore ai tre anni, nelle donne in gravidanza, durante l'allattamento.

Tra questi effetti collaterali, la diarrea, la nausea, il vomito, la disbiosi, la vaginosi, la candidosi e un'eruzione allergica sono gli effetti indesiderati più comuni.

Karbopinemy

Sono usati solo per infezioni gravi, complicate da batteriemia, sepsi. Inoltre, i carbopinemi sono il farmaco di scelta quando le infezioni miste, con l'inefficacia del trattamento precedentemente prescritto.

Aminoglikazidy

Gentamicina, l'amikacina è usata in varianti complicate della malattia. I farmaci sono scarsamente assorbiti nel tratto gastrointestinale, quindi la loro forma parenterale è preferita. Se l'agente eziologico in base ai risultati dell'analisi risulta essere un bacillo pio-purulento, l'aminoglicazide è il gold standard in trattamento.

nitrofurani

Questo gruppo di farmaci distrugge agenti patogeni e inibisce la loro riproduzione. Vengono utilizzati sempre meno, vengono espulsi dai rappresentanti della serie dei fluorochinoloni a causa della loro minore tossicità. L'azione dei composti nitrofuranici si estende a Giardia, trichomonads, batteri gram-negativi. I seguenti rappresentanti di nitrofurani sono in grado di trattare la pielonefrite:

Non assegnato a donne in gravidanza, bambini fino a un mese di vita, madri che allattano. Tra gli effetti indesiderati dopo il loro uso, il mal di testa più spesso notato.

Sopprimere la maggior parte dei microbi gram-positivi e gram-negativi, il rappresentante più popolare sarà la nitroxolina. Il farmaco viene preso due compresse quattro volte al giorno. I suoi indubbi vantaggi saranno a basso costo e serie minima di effetti collaterali. Tra le controindicazioni vale la pena notare l'intolleranza individuale.

Un vantaggio significativo di nitroxolina è che può essere usato nei bambini.

sulfamidici

Appuntato al momento è relativamente raro. Ciò è spiegato dal fatto che non agiscono sul bacillo blu del pus, sui batteri enterococchi e anaerobici, che sono in molti casi gli agenti causali.

Non usato nei bambini, nei pazienti con malattie del sangue, nella patologia epatica. Hanno una lunga lista di effetti collaterali, vale a dire: nausea, vomito, allergie, sgabello sconvolto. È importante sapere che gli agenti di questo gruppo possono causare leucopenia, pertanto durante il corso del trattamento è necessario controllarne il livello.

Eppure a volte da sulfanilamide usano biseptol, groseptol, urosulfan

Tra questo gruppo, vale la pena notare la cura veramente "funzionante" per la pielonefrite - Curantil. Ottimizza la circolazione sanguigna nel tessuto renale, riduce l'abilità "adesiva" delle piastrine. Controindicato nei reni e insufficienza cardiaca, nel periodo acuto di infarto cardiaco, con bassa pressione sanguigna.

Trenatal è un altro farmaco che aiuta a curare l'infiammazione dei reni. Contribuisce all'arricchimento del tessuto renale con ossigeno, aumenta la stabilità dei principali portatori di ossigeno, globuli rossi.

È vietato usare donne incinte, donne che allattano, con una storia di ictus

Farmaci anti-infiammatori

Al fine di sopprimere il processo di infiammazione, vengono utilizzati farmaci non steroidei. Tra questi, il nimesulide, il diclofenac e il paracetomolo sono i più popolari. Tra le controindicazioni all'uso del luogo principale c'è l'ulcera peptica e l'ulcera duodenale. Per i bambini si raccomanda di usare paracetomolo.

diuretici

In alcuni casi, è consigliabile assegnare diuretici per lo scopo di "ginnastica" del rene. La sua essenza sta nel fatto che lo stato di riposo e carico diuretico si alterna. Questo aiuta a mobilitare le abilità di riserva del rene.

Il diuretico più comunemente usato

Terapia a base di erbe

Al momento, i medici prescrivono spesso una medicina erboristica per il trattamento della pielonefrite. Tali fondi possono avere un effetto diuretico, antinfiammatorio, emostatico.

Se, negli adulti, gli antibiotici danno reazioni avverse in una piccola percentuale di casi, allora nei bambini si verificano effetti indesiderati molto spesso. Ecco perché la ricezione della pianta uroseptikov preferito. Tra i più efficaci si celebra il canephron. Può essere usato anche nei bambini. È assolutamente sicuro, non ha effetti collaterali. Altri rimedi a base di erbe possono essere utilizzati solo dopo aver consultato un medico.

Questo gruppo di strumenti comprende urolesan, che è anche usato per l'infiammazione nel rene. C'è sotto forma di capsule e sciroppo. In sciroppo, può essere somministrato ai bambini da due anni, e in capsule con 14.

conclusione

La pielonefrite ha una serie di gravi complicanze. Il più grave di loro è l'insufficienza renale. Al fine di non rischiare la salute, non automedicare, consultare un medico in modo tempestivo e il recupero non ci vorrà molto.

Trattamento di pyelonephritis con antibiotici

Una delle più comuni malattie renali è la pielonefrite. È un'infiammazione dei reni causata da batteri. Il più spesso, i bambini di 7-9 anni sono malati con pyelonephritis, ragazze e donne che sono sessualmente attive. Nei bambini, la malattia è causata dalla necessità di adattare l'apparato urinario a nuove condizioni (ad esempio, a scuola), nonché dalle specifiche della struttura anatomica. Anche gli uomini con adenoma prostatico soffrono della malattia.

Sintomi di pyelonephritis

I sintomi standard della pielonefrite sono mal di testa, temperatura 38-39, brividi, dolori muscolari, dolori alla schiena, bruciore di stomaco, pelle pallida. Se questi sintomi si manifestano, contatti immediatamente il medico, che effettuerà test e prescriverà il corretto corso del trattamento.

La pielonefrite in forma lieve viene solitamente trattata a casa. Al paziente viene prescritta una dieta, riposo a letto e assunzione di farmaci antibatterici in pillole o iniezioni. Le forme complicate della malattia possono creare enormi problemi, ad esempio nelle forme acute di pielonefrite, la temperatura sale a 40 gradi e appaiono brividi, il dolore muscolare e il vomito sono anche caratteristici. I sintomi sono simili a malattie come appendicite, colecistite e altri, quindi è molto importante diagnosticare correttamente la malattia.

Funzione antibiotica

Gli antibiotici per la pielonefrite hanno lo scopo di inibire o aumentare l'attività dei microrganismi, cioè sminuiscono o stimolano lo sviluppo dei batteri. Nella pielonefrite, il medico prescrive antibiotici in pillole o iniezioni, che non hanno effetti tossici e non danneggiano i reni. Identificare l'agente eziologico della pielonefrite non è facile. Per questo è necessario condurre una serie di test che mostrano lo stato dei reni e la loro capacità funzionale, nonché l'efficienza del tratto urinario.

sondaggio

Prima di iniziare il trattamento, uno specialista è obbligato a condurre un esame in cui identificherà l'agente eziologico della malattia. È richiesto l'esame batteriologico delle urine. Sebbene non dia una grande garanzia per l'identificazione di un microrganismo, aiuterà a trovare la causa della malattia. La forma cronica o acuta di pyelonephritis dipende dal metodo di trattamento.

Anche assumere antibiotici in pillole o iniezioni, così come la riabilitazione dopo il trattamento è diverso. Il trattamento della forma acuta di pielonefrite dovrebbe portare alla normalizzazione del deflusso delle urine e all'auto-escrezione dei microbi dal corpo.

Un altro fattore importante nel trattamento delle malattie croniche è la prevenzione delle riacutizzazioni in futuro. Nel 90% dei casi, l'agente causale della malattia è Escherichia coli, quindi il trattamento con agenti antibatterici dovrebbe essere finalizzato a combatterlo.

trattamento

Dopo il test, il medico prescrive un trattamento antibiotico. Più spesso, ci sono 4 gruppi di antibiotici. Sono altamente efficaci e non tossici per il paziente.

Gruppi di aminopenicillina

Questi sono Penicillina e Amoxicillina. Hanno un'eccellente tollerabilità e sono persino prescritti alle donne in gravidanza, inibiscono l'azione dei batteri, ma con un uso prolungato possono verificarsi sintomi quali nausea, vomito, perdita di appetito e vertigini. Di regola, questi sintomi si fermano dopo il completamento del corso. Ancora possibile infiammazione della pelle e prurito.

Farmaci antibatterici aminoglicosidici

Sono molto nefrotossici e possiedono forti proprietà antimicrobiche. Molto spesso, quando vengono ricevuti, l'udito si deteriora, quindi non vengono prescritti agli anziani. Si osservano anche aumentata sete e una diminuzione dell'escrezione urinaria. Le donne incinte sono scaricate con cautela, poiché il farmaco passa facilmente attraverso la placenta e può influire negativamente sul feto. È consentito assumere questi farmaci non più di una volta all'anno, ma l'efficacia di questo tipo di antibiotico è molto alta.

fluorochinoloni

Con una forma complicata della malattia, vengono prescritti fluorochinoloni. Sono scritti sotto forma di iniezioni, che dovrebbero essere fatte due volte al giorno. Possiede bassa tossicità e non causa effetti collaterali. Tale trattamento accelera significativamente il trattamento della pielonefrite, ma ai bambini sotto i 16 anni e alle donne incinte è vietato assumere il farmaco. Questo antibiotico penetra nei tessuti colpiti dai batteri e inibisce la riproduzione dei microbi.

cefalosporine

Tali farmaci sono prescritti sotto forma di iniezioni, sono a bassa tossicità e vengono usati per circa due settimane. Il farmaco è uno dei più sicuri, non ha effetti collaterali ed è espulso rapidamente dal corpo.

Comunemente usato

Ad oggi, il gruppo di farmaci fluorochinolonici più comunemente usato. Hanno bassa tossicità e non causano complicanze e sono ben tollerati dai pazienti. Tuttavia, il farmaco è vietato ai bambini sotto i 18 anni in quanto le sostanze in esso influenzano il periostio e il pericondrio, che contribuisce alla crescita e allo sviluppo delle ossa. Ciò significa che il farmaco rallenterà la crescita delle ossa tubulari dello scheletro.

I farmaci in questo gruppo non devono essere assunti con forme lievi di infezione. La norfloxacina è più comunemente usata nel trattamento della cistite, dal momento che è più difficile per essa che per altri farmaci penetrare nei tessuti. Le forme lievi di pielonefrite sono trattate con i seguenti farmaci:

Questi farmaci inibiscono i batteri, sono ben assorbiti dall'intestino e sono facilmente escreti.

complicazioni

Se tra 3-4 giorni non c'è miglioramento, allora il dottore può aggiungere al corso di trattamento:

  • la penicillina;
  • eritromicina;
  • oleandomicina;
  • Cloramfenicolo.
penicillina

Penicillina prescritta ai bambini da 1 anno, ma è severamente vietato alle donne in gravidanza.

eritromicina

L'eritromicina è vietata alle donne che allattano, poiché può influenzare il latte materno e, quindi, il bambino. I bambini di età superiore a 3 anni possono prendere il farmaco, ma solo dopo aver esaminato e identificato il tipo di batteri.

oleandomicina

La medicina moderna ha quasi abbandonato la droga Oleandomycin: influisce negativamente sul parenchima epatico, oltre che su una reazione allergica. Le donne in allattamento e in gravidanza vengono prescritte molto raramente e con grande cura.

cloramfenicolo

Le donne incinte controindicano il trattamento con cloramfenicolo. Questo ampio antibiotico è mirato alla distruzione di batteri nocivi, è anche usato nelle malattie virali. Controindicato nelle persone che soffrono di malattie del sangue, così come proibito per coloro che hanno una ridotta funzionalità epatica.

Criteri obbligatori per l'assunzione di antibiotici

Gli antibiotici per la pielonefrite sono prescritti solo dopo il test, che rivelerà il tipo di microbo e la sua sensibilità agli antibiotici. Il dosaggio è anche selezionato individualmente. Ciò tiene conto dello stato dell'organismo nel suo insieme e, soprattutto, dei reni. Ci sono un numero enorme di farmaci che sono in grado di curare la pielonefrite nelle fasi iniziali e tardive. Ricorda: non appena si riscontrano sintomi di pielonefrite, è necessario fissare immediatamente un appuntamento con un medico. L'automedicazione può peggiorare la condizione.

Benefici degli antibiotici

Il vantaggio nel trattamento della pielonefrite con antibiotici è il tempo. A differenza delle preparazioni fotografiche, il corso di farmaci antibatterici non supera le due settimane. Un effetto collaterale delle droghe fotografiche è un effetto diuretico, che contribuisce alla promozione delle pietre e, a loro volta, provocano la seconda fase della pielonefrite. Gli antibiotici agiscono direttamente sui punti focali della malattia e non hanno un effetto dannoso su altri organi.