Ciò che rende i calcoli renali

Cliniche

Raramente è possibile identificare chiaramente le cause della formazione di calcoli renali, anche in un caso specifico. I reni sono organi che fanno parte del sistema per regolare la costanza dell'equilibrio interno del corpo, quindi, eventuali disturbi metabolici si rifletteranno nella loro funzionalità. Quindi, le pietre che sono sorte nei reni, piuttosto questo parlano di un cambiamento nella loro concentrazione e nelle funzioni escretorie.

Come si formano le pietre

Per capire da dove vengono le pietre dei reni, si dovrebbe prendere in considerazione il meccanismo della loro formazione. Le pietre derivano dalle loro sostanze, note come sali solubili. I sali possono esistere in forma cristallina disciolta o solida. Quando la concentrazione di sale nella soluzione è sufficientemente elevata, inizia a formarsi in cristalli solidi durante un processo chiamato precipitazione.

Per comprendere visivamente questo processo, è sufficiente immaginare il più famoso sale - cloruro di sodio nell'acqua di mare. Se si lascia il contenitore con acqua e si lascia evaporare senza impedimenti, nel tempo si vedrà precipitato sale "marino".

L'urina contiene molti elementi chimici che possono anche essere combinati per formare sali. Queste sostanze chimiche sono solitamente disciolte. È stato inaspettatamente scoperto che la concentrazione di sali nelle urine è di solito molto più alta di quella che può essere creata in acqua pura. Ciò è dovuto alle proprietà dell'urina stessa, cioè alla presenza di sostanze speciali in esso - inibitori. Queste sostanze interferiscono con il processo di precipitazione del sale.

Alcuni inibitori entrano nel corpo e nelle urine dal cibo, ad esempio i citrati, il magnesio. Altre sono proteine ​​sintetizzate dal nostro corpo, per esempio la proteina della nefrocalcina, uropontin. Una proprietà importante di queste sostanze è la rottura della formazione di un centro di cristallizzazione, un aumento della solubilità dei sali, un ostacolo all'adesione dei sali alle cellule epiteliali dei reni.

Il processo di comparsa dei calcoli renali inizia con la "nucleazione", quando i fattori che contribuiscono alla cristallizzazione superano i fattori che ne inibiscono lo sviluppo.

Perché sta succedendo questo

Le cause dei calcoli renali possono essere le seguenti.

Volume insufficiente di urina

Uno dei principali fattori per cui si formano i calcoli renali è una quantità costantemente ridotta di urina. Può essere causato dalla disidratazione (perdita di liquidi corporei) quando si lavora o si vive in condizioni di calore e basso consumo d'acqua. Quando il volume di urina diminuisce, la sua concentrazione aumenta e la prima cosa è il colore più scuro. Il trattamento in questo caso comporta il ripristino rapido del volume normale di urina, che riduce il rischio di formazione del tartaro.

Per gli adulti, 2,5 litri di urina al giorno sono considerati sufficienti per la prevenzione della formazione di calcoli, che corrisponde al consumo di 3 litri di liquido.

Funzioni di alimentazione

Ciò che mangi può anche influenzare la capacità di formare calcoli. Una delle cause più comuni della formazione di calcoli di calcio è l'alto livello di calcio urinario. E la cosa principale qui non è quanto calcio mangi, ma come il tuo corpo lo elabora. Ridurre la quantità di calcio nella dieta raramente interrompe la formazione di calcoli.

In questo caso, è razionale ridurre il livello di calcio nelle urine. Questo viene fatto limitando il consumo di sale. Il meccanismo è abbastanza semplice: il sale di NaCl porta con sé un eccesso di ioni di Cl, sono bilanciati dagli ioni Ca +. Con un eccesso di sale, il calcio si lega e il suo riassorbimento nel circuito dei nefroni renali è disturbato.

Gli ossalati sono un altro tipo comune di calcoli renali. Questo è il sale dell'acido ossalico, che è presente in grandi quantità in alcuni alimenti. Acetosa, rabarbaro, grano saraceno, spinaci, barbabietole da zucchero, cacao, cioccolato, noci, bacche, fagioli, prezzemolo, pepe nero - questa è una piccola frazione di prodotti ricchi di acido ossalico.

Le cause dell'aspetto delle pietre sono la formazione di ossalati scarsamente solubili di calcio, ferro, magnesio. La loro forma è estremamente pericolosa per i reni e gli ureteri, perché i cristalli hanno spigoli vivi e punte, possono ferire il tratto urinario. L'iperossalaturia contribuisce a bassi livelli di vitamina B6, sindrome dell'intestino corto, una diminuzione dell'intestino della popolazione di batteri Oxalobacter formigenes (questi microrganismi sono in grado di distruggere gli ossalati). Ciò porta all'incapacità di assimilare correttamente grassi e sostanze nutritive. Il calcio può legarsi con grasso inutilizzato invece di ossalato, che porta all'accumulo di quest'ultimo.

Una dieta ricca di proteine ​​animali, come carne di manzo, pesce, pollo e maiale, "acidifica" il corpo. Con il pH acido delle urine in esso più facile è il processo di deposizione del sale. Questo è particolarmente importante per la formazione di urati - pietre dai sali di acido urico. L'urina acida e un eccesso di basi puriniche derivate da alimenti proteici sono fattori che contribuiscono a questo processo.

Un gran numero di basi proteiche si trova in una malattia come la gotta, una malattia metabolica. I pazienti con diabete mellito di tipo 2 sono particolarmente sensibili alla formazione di urati (la loro urina ha un pH molto acido) e alle persone con insulino-resistenza, poiché il loro sistema di trasporto dei sali attraverso i reni è disturbato. Le pietre uterine si trovano nel 10% dei pazienti con urolitiasi.

Malattie del tubo digerente

Fattore "intestinale". Alcune malattie del tratto gastrointestinale, accompagnate da diarrea persistente (morbo di Crohn, colite ulcerosa), portano alla disidratazione. L'alta concentrazione di urina, prima di tutto, provoca la formazione di ossalato di calcio.

La salute di altri organi

In questa categoria, puoi combinare diversi percorsi per la formazione di pietre.

In realtà disfunzione di organi

Ad esempio, l'iperfunzione della ghiandola paratiroidea, che controlla il metabolismo del calcio, può causare un aumento del contenuto di questo elemento nel sangue e nelle urine.

Un'altra possibile opzione è l'acidosi tubulare renale associata a compromissione strutturale dei tubuli renali. Questa condizione è caratterizzata da un aumento dell'acidità delle urine e dell'acidosi sistemica, che crea condizioni favorevoli per la formazione di calcoli di fosfato di calcio.

Malattie infettive infiammatorie del sistema urinario

Gli agenti responsabili di Proteus., Pseudomonas, Klebsiella, Serratia, Staphylococcus, che in linea di principio sono la normale microflora intestinale, quando rilasciati nel tratto urinario possono contribuire alla formazione di calcoli di struvite. Questo perché i batteri producono un enzima speciale, ureasi, scompone l'urea in fosfato di ammonio e magnesio e carbonato di calcio, che costituiscono le pietre. Le pietre si formano in un tempo abbastanza breve. Un ulteriore fattore che contribuisce alla formazione di questo tipo di calcoli è la reazione alcalina delle urine, causata dai batteri. La natura batterica aumenta la probabilità di calcoli di struvite nelle donne, in quanto sono più facilmente infetti.

In combinazione con l'infezione, qualsiasi condizione che impedisce il normale deflusso dalla vescica, contribuisce al ristagno delle urine, alla proliferazione di batteri e aumenta il rischio di formazione di calcoli di struvite. In tutto il mondo, rappresentano fino al 30% dei casi.

Malattie genetiche rare

Questi includono la cistinuria, una malattia ereditaria del metabolismo proteico, in cui l'aminoacido cistina non viene assorbito nell'intestino, ma viene filtrato dal sangue nei reni. Questa sostanza non è solubile nelle urine ed è in grado di formare calcoli di cistina. Si verifica abbastanza raramente - nell'1% dei pazienti. Una malattia genetica ancora più rara è una malattia metabolica del composto azotato xantina, a seguito della quale compaiono calcoli renali - calcoli di xantina.

Un'altra malattia rara è l'iperossaluria primaria. Questa è una condizione patologica quando molti ossalati si depositano nei tessuti del corpo. Si formano nel fegato invece della glicina dall'acido gliossilico in assenza di un enzima specifico.

di farmaci

Alcuni farmaci possono aumentare il rischio di formazione di calcoli.

Medico di famiglia

Da dove vengono i calcoli renali: cause

L'urolitiasi può essere attribuita alle malattie della civiltà, poiché i cambiamenti nella struttura della nutrizione, l'introduzione di additivi alimentari sintetici negli alimenti, la contaminazione dell'acqua potabile con composti del fluoro, il cloro, i prodotti petroliferi, combinati con uno stile di vita lento, lo stress costante, l'uso di grandi quantità di droghe, portano a un numero di malattie associate a disordini metabolici.

Come nota la maggior parte dei ricercatori, l'incidenza della urolitiasi nel mondo moderno è in costante aumento, e non solo nei paesi del Terzo mondo, ma anche nelle regioni che sono completamente prospere da un punto di vista economico. La medicina moderna non offre un unico concetto delle cause della urolitiasi.

Il termine "urolitiasi" implica un disturbo metabolico causato da varie cause endogene e / o esogene (anche ereditarie) e caratterizzato dalla presenza di calcoli nei reni e nelle vie urinarie, che tende a recidiva e spesso a grave flusso persistente. I seguenti fattori sono stati determinati come i principali fattori di litogenesi: concentrazione urinaria di ioni litogenici; mancanza di inibitori di cristallizzazione e aggregazione di cristalli; la presenza nelle urine di attivatori di formazione di calcoli; cambiamenti locali nei reni.

Tra i fattori che causano ICD sono i seguenti:

  • predisposizione genetica;
  • varie anomalie dei reni (rene a ferro di cavallo, raddoppio, distopia, ureterocele, rene spugnoso, ecc.);
  • disturbi urodinamici, alterazioni infiammatorie, ostruzione del tratto urinario;
  • malattie congenite e acquisite di altri organi;
  • disturbi endocrini (iperparatiroidismo, diabete);
  • stile di vita sedentario, ipodynamia, stasi del sangue negli organi pelvici, alterata microcircolazione;
  • fattori climatici e biogeochimici, il contenuto di varie impurità nell'acqua potabile;
  • inquinamento ambientale, cattive condizioni socio-economiche;
  • la presenza di pesticidi, erbicidi, insetticidi nel suolo e cibo;
  • l'effetto di conservanti, coloranti, stabilizzanti, emulsionanti e altri additivi alimentari;
  • somministrazione incontrollata di farmaci, in particolare diuretici, antiacidi, asetazolamide, corticosteroidi, teofillina, citramon, alopurinolo e vitamine D e C;
  • abuso di lassativi;
  • stress prolungato;
  • processi infiammatori, sia batterici che autoimmuni, presenza nel corpo di prodotti metabolici di microrganismi;
  • caratteristiche della dieta e le variazioni associate del pH delle urine, alterata digeribilità delle proteine, eccesso di metabolismo delle purine, nutrizione ipercalorica;
  • mancanza di inibitori della cristallizzazione (zinco, manganese, ioni cobalto) e solubilizzanti (sostanze che mantengono la stabilità colloidale delle urine e aiutano a mantenere i sali in soluzione, come magnesio, cloruro di sodio, acido ippurico, xantina, citrati);
  • disordini metabolici (iperuricemia, iperossaluria, cistinuria, pH 7,0 delle urine).

I medici considerano i seguenti come predisposti alla comparsa di calcoli: iperparatosmetismo, acidosi renale, cistinuria, sarcoidosi, morbo di Crohn, infezioni del tratto urinario frequente, nonché lunga immobilizzazione.

Il problema è che l'urolitiasi è una malattia ricorrente. Spesso, la formazione di pietre diventa cronica.

Gli esperti elencano i seguenti fattori di rischio per la formazione del re-stone:

  • pietre contenenti blushit;
  • pietre contenenti acido urico, urato di ammonio o urato di sodio;
  • pietre infettive;
  • pietre residue o loro frammenti, più di tre mesi dopo il trattamento terapeutico;
  • il primo episodio di formazione di pietra all'età di 25 anni;
  • frequente formazione di calcoli (3 o più in 3 anni);
  • urolitiasi familiare;
  • genetica: cistina, xantina, pietre deidroxyadenine, iperossaluria primaria, acidosi renale-canalicolare, cistinuria, ipercalciuria;
  • l'unico rene funzionante;
  • nefrocalcinosi;
  • interruzione delle ghiandole paratiroidi, iperparatiroidismo;
  • farmaci: farmaci contenenti calcio e vitamina D, acido ascorbico ad alte dosi, sulfonamidi, triamterene, indinavir;
  • malattie e condizioni gastrointestinali: morbo di Crohn, resezione dell'intestino tenue, anastomosi del bypass intestinale piccolo, sindrome da malassorbimento;
  • anomalie: rene spugnoso, rene a ferro di cavallo, cisti del diverticolo o del calice, stenosi del segmento pelvico-ureterico, stenosi dell'uretere, reflusso vescico-ureterale, ureterocele.

La violazione degli scambi di purina, acido ossalico o calcio-fosforo porta spesso alla cristalluria. Nella pielonefrite cronica, i prodotti metabolici di microrganismi (fenoli, cresoli e acidi grassi volatili) svolgono un ruolo importante nella formazione di calcoli, così come la presenza di proteine ​​nelle urine, che funge da base per la precipitazione di cristalli e la formazione di microliti.

A volte le pietre hanno una composizione omogenea, tuttavia, spesso, i calcoli renali sono mescolati in termini di composizione minerale, quindi possiamo solo parlare della predominanza di uno o di un altro tipo di sali minerali, da cui si forma la base della pietra.

Pertanto, non sono sempre consigliabili rigorose esigenze dietetiche, sebbene l'esclusione dalla dieta quotidiana di alimenti come caffè, tè forte, cioccolato, carne fritta, oltre a limitare l'assunzione di proteine ​​animali e alimenti contenenti grandi quantità di calcio siano misure necessarie per qualsiasi tipo di formazione di calcoli.

Non sottovalutare il ruolo delle vitamine e dei minerali nella dieta della urolitiasi. Ma non dovresti essere coinvolto in complessi multivitaminici, specialmente quelli che contengono nella sua composizione calcio. Tali farmaci si concentrano su bambini e anziani, quando aumenta la necessità di calcio.

Allo stesso tempo, bisogna ricordare che il calcio viene assorbito solo in presenza di una quantità sufficiente di vitamina D, che non è necessaria anche per un adulto da utilizzare separatamente per una buona alimentazione, poiché la vitamina D si forma nel corpo sotto l'azione dell'ultravioletto e si accumula nel fegato (per l'inverno). Una grande quantità di vitamina D si trova nei pesci grassi.

Inoltre, per prevenire la formazione di calcoli, il cibo dovrebbe contenere una quantità sufficiente di potassio e magnesio. Va tenuto presente che il magnesio viene assorbito anche solo in presenza di vitamina B6. Pertanto, le diete per l'urolitiasi dovrebbero essere bilanciate e tenere conto delle peculiarità della natura della formazione di calcoli.

"Urolitiasi: la rilevanza del problema e le prospettive per il suo sviluppo", Belay SI, Dovbysh MA, Belay IM, Bollettino di Vitebsk State Medical University, 2016, T.15, No.5, P.19-26.

Cause di calcoli renali e loro rimozione

Una delle più comuni malattie renali è la malattia renale. Cos'è questa patologia? Come entrano le pietre nel sistema urinario? O forse sono formati lì a causa di una serie di motivi. Come viene trattata la malattia? È possibile far fronte da soli o è necessario l'intervento di esperti Tutto su calcoli renali può essere trovato nell'articolo.

Cosa sono le pietre e come si formano?

I calcoli renali si formano in seguito a disordini metabolici.

Sono costituiti da:

  • Sale acido urico - urati
  • Ossalato di calce - ossalati
  • Fosfato di calcio - fosfati
  • Carbonato di calcio - carbonati

La pietra è formata attorno all'epitelio, corpo estraneo o batteri. Potrebbe essere uno, e forse no. La forma e il colore delle pietre dipendono dalla sua posizione e dalla sua formazione.

Possono essere localizzati in:

  • tazze
  • pelvi
  • Vescica urinaria

Nella formazione delle pietre, un ruolo importante è giocato dall'infezione nelle vie urinarie, così come dai disturbi nel sistema endocrino.

Perché si formano i calcoli renali?

Le cause più comuni di calcoli renali sono:

  • Assunzione di liquidi inadeguata (cibo in un pane secco)
  • Bere acqua salata alta
  • Disturbo del flusso urinario
  • Infezioni del tratto urinario
  • Scarsamente cibo monotono
  • Abuso di alcol, in particolare vino rosso
  • Assunzione insufficiente di vitamine A e D
  • Danno renale
  • Predisposizione ereditaria

Segni di calcoli renali

Una persona può essere il "proprietario" della pietra per molti anni, perché a volte la malattia procede senza sintomi visibili. Solo occasionalmente, il paziente può notare dolore nella regione lombare, che è associato con la promozione di pietre sull'uretere.

L'intensità del dolore dipende dalla sua dimensione e posizione. Ad esempio, la sabbia nei reni può rivelarsi solo da segni indiretti (dolore durante la minzione, l'odore e la torbidità delle urine).

Analizzando urina, urati, fosfati, ossalati e cristalli misti possono essere rilevati.

Pietre molto grandi irritano le mucose del sistema urinario e la malattia si manifesta sotto forma di colica renale.

Cos'è la colica renale?

La manifestazione più tipica dei calcoli renali sono attacchi di grave lombalgia. Il dolore dà all'inguine, ai genitali, alla superficie interna della coscia. La localizzazione del dolore dipende dalla posizione delle pietre - più sono alte, più è alto il dolore. Se la pietra è nell'uretere, il dolore è dato ai genitali.

Quando si bloccano i calcoli del lume delle vie urinarie, si sviluppa la ritenzione urinaria acuta. Questa è una condizione molto pericolosa.

L'attacco può essere accompagnato da:

  • vomito
  • nausea
  • distensione
  • Non scarico dei gas

Il paziente è irrequieto, lacerato, geme. Le sensazioni dolorose sono intollerabili. Dopo un attacco di colica renale, il sangue può essere trovato nelle urine. Ciò è dovuto a traumi alla pietra del tratto urinario.

Cura urgente per colica renale

Tra loro ci sono:

  • Rene errante
  • Idronefrosi intermittente
  • Tubercolosi dei reni e delle vie urinarie

Per molti, l'attacco non è tipico.

In questo caso, è necessario escludere altre malattie, come ad esempio:

  • appendicite
  • Ostruzione intestinale
  • Colecistite acuta
  • Pancreatite acuta
  • Gravidanza ectopica
  • Twist appendici cistiche dell'utero
  • Sciatica lombare acuta

Ora per aiuto. I pazienti con un attacco di colica renale necessitano di ricovero immediato. Non perdere tempo, chiama un dottore. L'unico modo per aiutare il paziente prima dell'arrivo di un'ambulanza è quello di alleviare il dolore.

Per questo paziente deve essere posto e messo sulla zona lombare una bottiglia di acqua calda. Puoi dare a una persona che ha bisogno di aiuto una pillola spasmolitica, per esempio, no-shpy. Tutto, non c'è più bisogno di fare nulla.

Dieta con calcoli renali

La dieta dovrebbe essere seguita al fine di prevenire la crescita di pietre e la formazione di nuove.

Quando l'ossalato, costituito da acido ossalico è controindicato:

  • Tutti i frutti di bosco
  • pomodori
  • acetosa
  • spinaci
  • cicoria
  • cacao

Cioè, tutti i prodotti contenenti acido ossalico in grandi quantità.

Quando uratah - calcoli di acido urico, il paziente deve astenersi dal mangiare prodotti a base di carne e formaggi vari.

Se una persona ha fosfati, non dovresti usare prodotti come:

  • Latte e prodotti lattiero-caseari
  • verdure
  • mele
  • pere

Trattamento della malattia renale

La diagnosi della presenza di calcolo viene effettuata utilizzando raggi X. Le pietre e la sabbia nei reni sono riconosciute dagli ultrasuoni.

Tipi di trattamento:

  • litholysis
  • Litotrepsiya
  • Uretrorenoskopiya
  • nefrolitolapassi
  • Rimozione chirurgica

Quando litolysis pietre si dissolvono, con litotrepii - schiacciato in piccoli frammenti, che poi, passando facilmente attraverso gli ureteri, sono espulsi dal corpo.

litotripsia

La litotrissia dei calcoli renali può essere remota e laser.

L'essenza della litotrepsia a distanza è che quando esposti a onde di frequenze diverse, con l'aiuto di attrezzature appropriate, si verifica un effetto locale sull'habitat previsto delle pietre. C'è una specie di schiacciamento in frammenti più piccoli.

Con la litotripsia laser, un endoscopio viene portato direttamente sulla pietra e, sotto l'influenza di un laser, viene distrutto allo stato di sabbia, che viene anche escreto nelle urine.

litholysis

L'essenza di questa procedura terapeutica è di dissolvere i calcoli contenuti nei reni. È diviso in ascendente e discendente.

La litolisi ascendente è effettuata con l'aiuto di effetti diretti di soluzioni medicinali su pietre. Ciò richiede la cateterizzazione della pelvi renale. Solitamente, la litolisi ascendente viene effettuata nel periodo postoperatorio, per l'irrigazione della pelvi renale, introducendo solventi medicinali attraverso un tubo di nefrostomia.

La litolisi discendente si verifica con la terapia conservativa. L'assunzione di farmaci contribuisce alla dissoluzione e al rilascio naturale di calcoli dai reni.

ureterorenoscopia

Questa procedura si applica alle pietre che non sono grandi. Inoltre l'uretroscopia è che non è necessario il ricovero del paziente. Le concrezioni vengono schiacciate usando un uretroscopio o un nephroscope. Il primo è inserito nell'uretra, l'ultimo - nel rene.

La procedura può essere eseguita solo da un medico opportunamente qualificato. Altrimenti, si può danneggiare l'uretra o il tessuto renale, che porterà alla disabilità del paziente. Adatto per schiacciare pietre di piccole dimensioni localizzate nell'uretere, nel rene, nella vescica e nell'uretra.

nefrolitolapassi

Questa tecnica viene utilizzata per rimuovere pietre di grandi dimensioni che raggiungono 1,5 cm o più. Viene praticata un'incisione nella zona dei reni, un nefroscopio e microtubi vengono inseriti per schiacciare e rimuovere il calcolo.

Metodo chirurgico per rimuovere le pietre

Questo metodo è applicabile ai pazienti i cui calcoli nei reni superano le dimensioni a cui è efficace la litotrepia o la litolisi. Condotto a conclusione di un medico quando un altro metodo non è efficace. Con un grande accumulo di pietre nella pelvi renale, è anche indicato l'intervento chirurgico.

Metodi popolari per sbarazzarsi di calcoli renali.

Secondo il consiglio dei guaritori tradizionali, puoi eliminare i calcoli nei reni con l'aiuto di erbe. Alcune ricette sono elencate di seguito.

Grind 2 cucchiai. cucchiai di semi di sedano, mescolare con la stessa quantità di miele. Prendere 2 volte al giorno.

Prendi 50 gr. foglie di mirtilli, fagioli, equiseto e achillea, versare un bicchiere d'acqua, mettere sul fuoco, far bollire per 20 minuti. Prendere un decotto di 150 ml. al giorno

Un metodo popolare efficace è l'assunzione di succo di carota appena spremuto. Prendi 40 minuti prima dei pasti per mezzo bicchiere.

Vale la pena ricordare che i metodi popolari non sono sempre efficaci e sicuri. Informa il medico della tua intenzione di assumere infusi a base di erbe.

Trattamento in un sanatorio

Il rinvio a un sanatorio è raccomandato sia a scopo preventivo che di trattamento. La terapia termale è particolarmente efficace nel periodo postoperatorio, dopo la rimozione dei calcoli renali.

Vale la pena ricordare - se la dimensione del calcolo è superiore a 0,5 cm, il trattamento è controindicato. Il fatto è che le procedure termali possono provocare un'uscita non autorizzata del tartaro attraverso l'uretere e ferire il tratto urinario. In questo caso, un attacco di colica renale non può essere evitato.

Se ci sono pietre alcaline nei reni, il paziente è indicato come trattamento in località dove le acque minerali sono ricche di alcali. Quando vengono trovati i fosfati, il paziente è raccomandato per il trattamento in località con acque acide.

fisioterapia

La fisioterapia nei pazienti è indicata per la normalizzazione del metabolismo, la stabilizzazione dell'equilibrio del sale marino. Con l'aiuto della fisioterapia è il rilassamento della muscolatura liscia. Inoltre, è pronunciato effetto anti-infiammatorio. Come fisioterapia, vengono mostrati gli effetti del laser, degli ultrasuoni e delle correnti a bassa frequenza.

Vale la pena notare che il trattamento della malattia renale viene eseguito in modo completo. Non puoi fare solo una procedura. È necessario prendere medicine, vitamine, fisioterapia e una visita al sanatorio. Importante è l'osservanza della dieta. È necessario controllare l'assunzione di fluido, per limitare il sale.

L'insorgenza e lo sviluppo di processi infettivi nel sistema urogenitale non dovrebbero essere consentiti per non provocare la formazione di nuovi calcoli renali. Il paziente deve essere regolarmente esaminato e registrato presso l'urologo. Qualsiasi, anche il più piccolo, dolore nella regione lombare, devi informare il tuo medico.

Durante una possibile esacerbazione della malattia, nel periodo autunno-primavera, è necessario essere vigili sullo stato della propria salute. Di regola, è durante queste stagioni che il corpo umano è più sensibile a vari tipi di cambiamenti. Affrontate la questione del trattamento in modo sobrio, reagite ai segnali del corpo e poi tutti i disturbi supereranno il vostro lato. Ti benedica!

Calcoli renali

Questo fenomeno in medicina si chiama urolitiasi o "nefrolitiasi". I calcoli renali possono svilupparsi negli uomini, nelle donne e nei bambini, i segni e i sintomi della patologia sono gli stessi, la malattia richiede un trattamento e va molto di rado senza complicazioni. Le pietre si formano non solo nei reni, possono comparire in qualsiasi organo del sistema urinario di una persona.

Cos'è la nefrolitiasi

Questa diagnosi viene fatta quando un medico diagnostica un calcoli renali, depositi solidi cristallini o semplicemente "pietre". Sono formati, di regola, nella tazza, nel bacino, a volte nel parenchima del rene. La nefrolitiasi è più spesso diagnosticata negli uomini, nei bambini e nelle donne si trova molto meno frequentemente. A rischio sono le persone di età compresa tra 25-50 anni.

La ragione per la formazione di calcoli renali

Non ci sono condizioni assolute in cui si sviluppa la nefrolitiasi. I calcoli renali sono il risultato di una combinazione di circostanze sfavorevoli al corpo umano. I medici distinguono le seguenti circostanze, che possono provocare lo sviluppo della malattia:

  • predisposizione genetica;
  • mangiare sali satura, acqua dura;
  • consumo eccessivo di cibi piccanti, salati, piccanti e acidi, aumentano l'acidità delle urine;
  • mancanza di vitamine;
  • mancanza di raggi ultravioletti;
  • infezioni urinarie;
  • interruzione del funzionamento delle ghiandole paratiroidi;
  • disidratazione prolungata a causa di malattie infettive, avvelenamento;
  • il fattore geografico, ad esempio, nella patologia dei paesi caldi viene più spesso diagnosticato;
  • malattie e lesioni del sistema scheletrico, tra i fattori scatenanti che emettono osteomielite, osteoporosi;
  • malattie del tratto gastrointestinale, organi del sistema genitourinario di tipo cronico: colite, ulcera peptica, gastrite, cistite, pielonefrite, adenoma.

Le pietre possono formarsi su qualsiasi parte del sistema urogenitale, e non solo nei reni, possono avere dimensioni diverse e differire nella composizione a seconda della ragione della loro formazione. Le concrezioni si dividono nei seguenti tipi:

  1. Calcoli di fosfato - sono formati da sali di acido fosforico. Spesso si trovano nelle infezioni del tratto urinario, crescono rapidamente con l'urina alcalina.
  2. Colesterolo. Formata con colesterolo alto, ma è molto rara.
  3. Ossalato. La causa è un alto contenuto di acido ossalico di calcio, se l'urina è acida o alcalina.
  4. Urato. Uno dei tipi più comuni di pietre, è formato da sali di acido urico.
  5. Cistina. Formato da composti di amminoacidi di cistina.

Come crescere velocemente

Il tasso di crescita nei calcoli renali è influenzato dal loro aspetto, che sono stati descritti sopra. Alcuni di loro si formano per un mese, altri accumulano la loro massa nel corso degli anni. Se una persona non elimina i fattori negativi che hanno causato la crescita delle formazioni nei reni, apparirà regolarmente e crescerà rapidamente. Se ci sono prerequisiti per il fatto che si formeranno delle pietre, si dovrebbe regolarmente sottoporsi a una diagnosi, perché è molto più facile rimuovere le piccole pietre.

sintomi

Una malattia può manifestarsi sia in un bambino che in un adulto. La patologia più comune negli uomini, ma i segni della presenza dello stesso in tutte le persone. I sintomi della malattia nelle donne si manifestano in misura maggiore a causa delle peculiarità della struttura del corpo. La persona non sentirà alcuna manifestazione di patologia fino a quando la pietra non inizierà a muoversi. All'inizio della produzione del calcolo, il paziente avverte un dolore severo e grave. I seguenti sintomi sono le principali manifestazioni della patologia:

  • dolore addominale inferiore;
  • dolori lancinanti, acuti nella parte laterale o inferiore della schiena, nella zona del rene, che si chiama colica renale;
  • periodi di vomito, nausea;
  • minzione frequente;
  • febbre;
  • ritenzione urinaria;
  • scarico di sabbia o ciottoli con urina;
  • sudore freddo;
  • aumento della pressione;
  • flatulenza;
  • irradiazione del dolore renale, che dà gli organi vicini;
  • bruciore, dolore durante la minzione.

Attacchi di colica renale - il sintomo principale della patologia. Si verifica quando si verifica un'ostruzione nell'uretere della pietra mentre progredisce, si sente come un improvviso dolore crampi. Disagio innescato da una maggiore peristalsi, spasmo delle vie urinarie. Quando intervistano i pazienti parlano di dolore intenso, che induce una persona a cercare una posizione comoda, cammina da un angolo all'altro. Spesso, dopo gli attacchi, la sabbia viene espulsa insieme all'urina, la durata dell'attacco è di 1-2 ore.

diagnostica

Il regime di trattamento per i calcoli renali in donne e uomini dipende dalla diagnosi. In medicina, vengono utilizzati i seguenti metodi per determinare il tipo di neoplasma:

  • Ultrasuoni dell'organo interessato;
  • urografia (escretoria o revisione);
  • test di laboratorio su sangue, urina;

Se questi metodi non hanno aiutato a determinare con precisione il tipo di calcoli, allora al paziente possono essere prescritte le seguenti procedure diagnostiche:

  • Nefroscintigrafia: determina il grado di compromissione funzionale dei reni;
  • Tipo multispirale CT: questo metodo aiuta a determinare il tipo di neoplasma, le sue dimensioni;
  • test di sensibilità agli antibiotici - determina il grado di infiammazione del tratto urinario.

Prima di condurre le procedure di laboratorio e diagnostiche, una storia viene necessariamente raccolta e il paziente viene intervistato. Il medico cercherà di identificare le cause che hanno causato lo sviluppo della malattia e l'aspetto delle pietre. Questa è una diagnosi di base che aiuta a determinare le probabili cause alla radice dei patologi e sulla base di loro selezionare il corso ottimale di trattamento o prescrivere la rimozione chirurgica delle pietre.

Trattamento dei calcoli renali

In alcuni casi, se la dimensione della formazione e le sue caratteristiche individuali, la struttura del sistema urinario di una persona, è possibile separare il calcolo in modo indipendente. Se la pietra è inferiore a 5 mm, nel 70-80% dei casi lasciano il rene da soli, se la dimensione è 5-10 mm, la probabilità è 20-45%. A volte anomalie nella struttura del sistema urogenitale umano, ad esempio il restringimento, possono portare al blocco dell'uretere. Per questo motivo, il calcolo stesso non sarà in grado di uscire e sarà necessario un trattamento. Formazioni di oltre 10 mm spesso richiedono la rimozione chirurgica.

Per ogni tipo di nefrolitiasi, diuretici, antinfiammatori, antidolorifici, antispasmodici, antispasmodici vengono prescritti al paziente.I trattamenti conservativi comprendono le seguenti aree:

  • correzione dell'elettrolito, bilancio idrico;
  • terapia dietetica;
  • terapia farmacologica;
  • esercizio terapeutico;
  • fisioterapia;
  • medicina di erbe;
  • trattamento sanitario e termale, trattamento balneologico.

Metodo chirurgico

L'uso come trattamento per i tumori nel rene dipende dalla dimensione e dalla posizione del calcolo. Analizzare l'attività dell'infezione, la condizione delle vie urinarie, la carnagione del paziente, il medico può contare su fattori individuali e sull'esperienza personale. Ci sono due tipi principali di chirurgia:

  1. Operazione aperta Il metodo più affidabile e vecchio, ma è altamente invasivo e quindi considerato pericoloso. Usando un'incisione ai reni o alla vescica, la pietra viene rimossa meccanicamente. Assegnare tale chirurgia se è impossibile utilizzare la tecnica endoscopica o ESWL.
  2. Tecnica endouretrica. L'attrezzatura endoscopica viene inserita nella pelvi renale attraverso l'uretra e può essere usata una puntura nella pelle. Portano l'apparecchio alla pietra, lo rimuovono o lo demoliscono (schiacciare pietre) con uno dei metodi: raggio laser, onda ultrasonica a contatto, meccanicamente.

Prima della nomina di una rimozione chirurgica, il paziente deve bere farmaci che migliorano la microcircolazione del sangue, antiossidanti, antibiotici. Se il blocco si verifica con una pietra ureterale, la terapia inizia con la rimozione dell'urina dal rene. Questa procedura è considerata un intervento chirurgico, viene eseguita in anestesia locale, vi è il rischio di una significativa perdita di sangue, complicanze.

preparativi

Se nei reni si formano delle pietre simili a coralli, che sono una conseguenza di una patologia infettiva, è necessario un ciclo di preparazioni antimicrobiche per uccidere l'agente patogeno. Per combattere il calcolo, vengono usati i farmaci, solitamente sulla base delle erbe, che rallentano la crescita della pietra, contribuiscono alla dissoluzione, alla rimozione dei tumori dall'organo. I medici prescrivono i seguenti farmaci:

  1. Tsiston. Questa è una preparazione a base di erbe di azione complessa, è prescritta per qualsiasi tipo di patologia.
  2. Canephron N. Farmaci a base di erbe complesse, più efficaci per l'ossalato di calcio e il calcolo dell'urato.
  3. Fitolizin, Fitolit. Lo strumento si basa su estratti di erbe, aiuta a rimuovere piccole pietre, impedisce la crescita di quelle esistenti, impedisce la formazione di nuove.
  4. Uralite U, Blamaren. Farmaci usati per l'alcalinizzazione delle urine, che sciolgono i tumori.

dieta

Una delle cause frequenti della comparsa di calcoli renali nel rene è un'alimentazione scorretta, acqua e cibo di scarsa qualità. Se nel reparto di urologia è stata fatta una diagnosi di pietre oskalatnye, allora è necessario unire la terapia a una dieta corretta. Le seguenti regole dovrebbero essere seguite:

  1. È necessario escludere dalla dieta tutti gli alimenti che contengono molto acido ossalico: latte, arance, lattuga, acetosa, spinaci, patate, arance.
  2. Dovrebbe essere aggiunto più albicocche secche, uva, pere, mele e piatti che contengono molto magnesio (lega l'acido dell'acetosa).

Se sono state trovate pietre fosfatiche nei reni, la dieta è finalizzata all'acidificazione delle urine. Per fare ciò, segui queste regole:

  1. Si consiglia di bere più mirtillo, succo di mirtillo.
  2. Per il trattamento di questo tipo di formazioni è adatta una dieta a base di carne, una grande quantità di carne, proteine ​​del pesce. Tali prodotti dovrebbero essere la base del menu.
  3. È necessario escludere completamente latte, verdure, verdure, latticini.

La neoplasia urotica richiede l'esclusione e la dieta di qualsiasi prodotto a base di carne, affumicato, speziato, cioccolato, limoni. È necessario consumare più succhi di verdura, frutta, soprattutto angurie, i meloni aiuteranno. Quando si tratta qualsiasi tipo di pietre, si dovrebbe seguire rigorosamente la razione di bere, bere almeno 2 litri di liquidi al giorno (l'acqua non dovrebbe essere dura). Ci sono un certo numero di raccomandazioni generali per i sintomi di urolitiasi:

  • evitare nella dieta cibi grassi, prodotti fritti e affumicati, con un eccesso di sale;
  • dovrebbe essere preso se necessario infusi di erbe;
  • bere circa 2, 5 litri di acqua al giorno (non caffè, tè, ecc.);
  • meglio rinunciare all'alcol.

Rimedi popolari

A casa, oltre alle medicine, puoi usare infusi e decotti di erbe. I rimedi popolari per i calcoli renali sono spesso usati in terapia insieme a medicinali medicinali. La ricezione è meglio coordinare prima con il medico. È possibile utilizzare le seguenti ricette:

  1. La radice di Hips è adatta per lo schiacciamento a distanza. È necessario prendere una materia prima secca, schiacciata di 35 g, versare 2 tazze di acqua bollente e lasciare a bagnomaria per 15 minuti. Togliere dal forno e avvolgere l'agente per 6 ore. Quindi devi filtrare il brodo e prenderne metà. 4 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti. L'effetto di questo strumento è forte, quindi non puoi impiegare più di 4 settimane. Prima dell'uso, è necessario consultare il proprio medico o il fitoterapeuta.
  2. Con urato e ossalato, è possibile effettuare la seguente infusione. Prendere 200 ml di olio d'oliva, vodka, miele, succo di limone e mescolare accuratamente. Mettere la miscela per 2 settimane in un luogo fresco e buio, chiudere bene il contenitore. Bevi è necessario per 1 cucchiaio. l. per un giorno per 2 settimane, quindi hai bisogno di una pausa di 5 giorni e ripeti il ​​corso di nuovo.
  3. Prendi 10 limoni e passali attraverso un tritacarne, pre-separare le ossa e sbucciare. Piegare la massa risultante in un barattolo da 3 litri, aggiungere 2 cucchiai. l. glicerina medica e versare 2 litri di acqua bollita. Date mezz'ora per resistere e filtrare. È necessario bere per 2 ore l'intera bottiglia con un intervallo di 10 minuti tra le porzioni. Quindi, metti una piastra riscaldante calda sul rene dolorante, sentirai un aumento del dolore (la sabbia comincerà a uscire). Per ogni preparazione è necessario preparare succo di limone fresco, perché perde rapidamente le sue proprietà.
  4. Puoi cucinare un decotto di croste di anguria. Come materia prima, puoi prendere solo bacche che sono cresciute sul terreno di casa, le varietà coltivate vengono coltivate su una grande quantità di nitrati e questo è dannoso per questa malattia. Sbucciare il cocomero a secco in un forno elettrico o in un forno elettrico, è meglio tagliarli a pezzi. Quindi è necessario riempirli con acqua e far bollire a fuoco basso per circa un'ora. Filtrare il brodo e assumere 3-5 volte al giorno prima di mangiare 1 bicchiere.

Come vanno i calcoli renali?

A volte la pulizia avviene indipendentemente, insieme al deflusso di urina, le pietre attraversano il sistema urogenitale. Questo movimento provoca dolore, coliche accompagnate da attacchi acuti che spaventano una persona. Se una persona viene diagnosticata con calcoli nei reni, allora dovresti essere consapevole dei sintomi che accompagnano la pietra autodiretta. Comprendete che ha iniziato ad andare sui seguenti motivi:

  1. C'è un dolore da taglio cramping da parte del rene malato, poi si sposta nella zona inguinale. Quando la pietra si muove, il disagio appare nella coscia, inguine.
  2. Il dolore più grave si verifica quando il calcolo è bloccato nell'uretere. La colica renale richiede un intervento medico.
  3. Le impurità del sangue compaiono nelle urine, diventano torbide, la minzione diventa frequente, perché i dotti sono bloccati dalla neoplasia ed è impossibile estrarre tutta l'urina alla volta.
  4. La colica renale provoca lo sviluppo di sintomi di disordini gastrointestinali: la condizione generale è bruscamente peggiorando, la diarrea, la nausea, il vomito.
  5. C'è un forte aumento della temperatura corporea, se la pietra è bloccata da 2/3 dei dotti.
  6. Quando la nefrolitiasi può manifestare un aumento della pressione, è molto difficile rimuoverla con farmaci antipertensivi.

prevenzione

La comparsa di tumori nel sistema urogenitale è un processo complesso e sfaccettato, quindi per ciascun paziente le misure preventive vengono selezionate individualmente. Esiste un elenco di azioni raccomandate che ridurranno la probabilità di ICD e lo sviluppo di complicanze della urolitiasi.

  1. Ogni giorno è necessario bere almeno 2 litri di liquido per mantenere una adeguata diuresi.
  2. Mantenimento ottimale del sale urinario e del parametro acido. L'urina dovrebbe avere un pH nell'intervallo normale di 6.0. Se una persona ha un pH normale o alcalino, è necessario aggiungere più alimenti acidi alla vostra dieta: caffè naturale, Coca-Cola, legumi, pesce, carne.
  3. Per la prevenzione della urolitiasi, è necessario seguire una dieta, la nutrizione deve essere completa, non si dovrebbe concentrarsi su un tipo di cibo.

Calcoli renali

Calcoli renali - una manifestazione di urolitiasi, caratterizzata dalla formazione nei reni di pietre di sale (pietre). I calcoli renali si manifestano con dolore doloroso nella parte bassa della schiena, attacchi di colica renale, ematuria, piuria. La diagnosi dei calcoli renali richiede lo studio dei parametri biochimici delle urine e del sangue, l'ecografia dei reni, l'urografia escretoria e la nefroscintigrafia del radioisotopo. Il trattamento della malattia renale può comprendere una terapia conservativa volta a sciogliere le pietre o la rimozione chirurgica (pielolototomia, nefrolitotomia, nefrolitotopia).

Calcoli renali

I calcoli renali sono un segno di calcoli renali o nefrolitiasi. L'urologia pratica abbastanza spesso si incontra con calcoli renali e calcoli renali possono formare in bambini e adulti. Tra i pazienti con nefrolitiasi, predominano i maschi; le pietre sono più spesso rilevate nel rene destro, nel 15% dei casi si verifica una localizzazione bilaterale delle pietre.

Nella urolitiasi, oltre ai reni, possono essere rilevati calcoli nella vescica urinaria (cistitiasi), ureteri (ureterolitiasi) o uretra (uretrriteziosi). Quasi sempre, inizialmente i calcoli si formano nei reni e da lì scendono nelle parti inferiori del tratto urinario. Ci sono pietre singole e pietre multiple; piccole pietre dei reni (fino a 3 mm) e grandi (fino a 15 cm).

Processo di formazione delle pietre e tipi di pietra

La formazione di calcoli renali avviene a seguito di un complesso processo fisico-chimico con squilibrio colloidale e cambiamenti nel parenchima renale.

Sotto certe condizioni, un gruppo di molecole forma una cosiddetta cellula elementare, una micella, che funge da nucleo iniziale di un calcolo futuro. Il materiale di "costruzione" del nucleo può essere sedimenti amorfi, fili di fibrina, batteri, detriti cellulari, corpi estranei presenti nelle urine. L'ulteriore sviluppo del processo di formazione dei calcoli dipende dalla concentrazione e dal rapporto dei sali nell'urina, dal pH urinario, dalla composizione qualitativa e quantitativa dei colloidi urinari.

Molto spesso, la formazione di calcoli inizia nelle papille renali. Inizialmente, i microliti si formano all'interno dei dotti collettori, la maggior parte dei quali non indugiano nei reni e vengono lavati liberamente con le urine. Quando cambiano le proprietà chimiche dell'urina (alta concentrazione, spostamento del pH, ecc.), Si verificano processi di cristallizzazione, con conseguente ritenzione dei microliti nei tubuli e nell'intarsio delle papille. In futuro, la pietra può continuare a "crescere" nel rene o scendere nel tratto urinario.

Per composizione chimica, ci sono diversi tipi di pietre che si trovano nei reni: ossalato, fosfato, urato, carbonato, cistina, proteine, colesterolo, xantina. Gli ossalati sono composti da sali di calcio ossalato. Hanno una struttura densa, di colore nero e grigio, una superficie pungente e irregolare. I calcoli renali di ossalato possono essere formati sia nelle reazioni urine acide che alcaline.

Fosfati - le pietre sono composte da sali di calcio di acido fosforico. A seconda della consistenza sono morbidi, sbriciolati, con una superficie liscia o leggermente ruvida, di colore biancastro-grigiastro. Le pietre fosfatiche nei reni si formano quando l'urina alcalina cresce abbastanza velocemente, specialmente in presenza di infezione (pielonefrite).

Gli urati sono rappresentati da cristalli di sale di acido urico. La loro struttura è densa, il colore varia dal giallo chiaro al rosso mattone, la superficie è liscia o punteggiata. I calcoli renali urotici si trovano nell'urina acida. Le pietre di carbonato si formano durante la precipitazione dei sali di calcio dell'acido carbonico (carbonato). Sono morbidi, leggeri, levigati, possono avere una forma diversa.

Le pietre di cistina contengono composti di zolfo dell'aminoacido cistina. I calcoli hanno una consistenza morbida, superficie liscia, forma arrotondata, colore bianco-giallastro. Le pietre proteiche sono formate principalmente da fibrina mista a batteri e sali. Questi calcoli renali sono morbidi, piatti, di piccole dimensioni, di colore bianco. I calcoli renali di colesterolo sono rari; sono formati da colesterolo, hanno una consistenza morbida friabile, di colore nero.

A volte le pietre si formano nei reni di una composizione non uniforme, ma mista. Una delle opzioni più difficili per i calcoli renali sono i calcoli renali di corallo, che costituiscono il 3-5% di tutte le pietre. Pietre color corallo dei reni crescono nel bacino e in apparenza rappresentano il suo cast, quasi completamente ripetendo le dimensioni e la forma.

Cause di calcoli renali

La base della formazione di calcoli è la cristallizzazione delle urine, saturata con vari sali e la deposizione di cristalli sul nucleo della matrice proteica. La malattia renale può svilupparsi in presenza di numerosi fattori concomitanti.

Disturbo del metabolismo minerale, che porta alla formazione di calcoli renali, può essere determinato geneticamente. Pertanto, le persone con una storia familiare di nefrolitiasi dovrebbero prestare attenzione alla prevenzione della formazione di calcoli, la diagnosi precoce di pietre con l'aiuto di monitoraggio delle analisi delle urine, il passaggio di ecografia renale ed ecografia della vescica e osservando un urologo.

Disturbi acquisiti del metabolismo del sale, che portano alla formazione di calcoli renali, possono essere dovuti a cause esterne (esogene) e interne (endogene).

Tra i fattori esterni, la massima importanza è data alle condizioni climatiche e al regime di bere e alla dieta. È noto che in un clima caldo con una maggiore sudorazione e un certo grado di disidratazione, la concentrazione di sali nelle urine aumenta, il che porta alla formazione di calcoli renali. La disidratazione può essere causata da avvelenamento o da una malattia infettiva che si verifica con vomito e diarrea.

Nelle regioni settentrionali, i fattori di formazione del calcare possono essere una carenza di vitamine A e D, una mancanza di radiazioni ultraviolette, la prevalenza di pesce e carne nella dieta. Bere acqua potabile con un alto contenuto di sali di calce, dipendenza dal cibo acida, acida, salata porta anche ad alcalinizzazione o acidificazione delle urine e precipitazione di sali.

Tra i fattori interni che contribuiscono alla formazione di calcoli renali, in primo luogo, si distingue l'iperfunzione delle ghiandole paratiroidi, iperparatiroidismo. L'aumentato lavoro delle ghiandole paratiroidi aumenta il contenuto di fosfati nelle urine e la lisciviazione del calcio dal tessuto osseo. La concentrazione di sali di fosfato di calcio nelle urine aumenta in modo significativo. Disturbi simili del metabolismo minerale possono verificarsi con osteoporosi, osteomielite, fratture ossee, lesioni del midollo spinale, lesioni del midollo spinale, accompagnate da immobilità prolungata del paziente, rarefazione del tessuto osseo, violazione delle dinamiche dello svuotamento del tratto urinario.

fattori endogeni di calcoli renali comprendono anche malattie del tratto gastrointestinale - gastrite, ulcera peptica, coliti, portando all'equilibrio acido-base, un aumento dell'escrezione di sali di calcio indebolire la funzione di barriera del fegato e urine cambiamento composizione.

Nella patogenesi di calcoli renali ruolo nota è giocato da condizioni sfavorevoli locali nel tratto urinario - infezioni (pielonefrite, nephrotuberculosis, cistiti, uretriti), prostatite, anomalie renali, idronefrosi, cancro alla prostata, diverticolite e di altri processi patologici che violano il passaggio dell'urina.

Rallentare il flusso di urina dal rene provoca ristagno nel sistema a coppa e bacino, il sovraccarico di urina con vari sali e la loro precipitazione, scarico ritardato di sabbia e microliti con le urine. A sua volta, un processo infettivo che si sviluppa sullo sfondo di urostasi porta all'ingestione di substrati infiammatori nelle urine - batteri, muco, pus e proteine. Queste sostanze sono coinvolte nella formazione del nucleo primario del futuro calcolo, attorno al quale cristallizzano i sali, che sono presenti in eccesso nelle urine.

Sintomi di calcoli renali

A seconda delle dimensioni, della quantità e della composizione, i calcoli renali possono dare sintomi di varia gravità. Una tipica clinica di nefrolitiasi comprende dolore lombare, sviluppo di coliche renali, ematuria, piuria e talvolta auto-scarica di una pietra dal rene con urina.

Il dolore nella parte bassa della schiena si sviluppa a causa di un flusso di urina disturbato, possono essere doloranti, opachi e quando c'è un'urostasi acuta, se la pelvi renale o l'uretere sono bloccati, può progredire fino alla colica renale. I calcoli renali a forma di corallo sono solitamente accompagnati da dolore sordo, mentre le pietre piccole e dense causano un dolore parossistico acuto.

Un attacco tipico della colica renale è accompagnato da improvvisi dolori acuti nella regione lombare, che si diffondono lungo l'uretere verso il perineo e i genitali. Riflessivamente sullo sfondo della colica renale, ci sono frequenti minzione dolorosa, nausea e vomito, flatulenza. Il paziente è agitato, irrequieto, incapace di trovare una postura che allevia la condizione. Un attacco doloroso alla colica renale è così pronunciato che spesso viene fermato solo dall'introduzione di stupefacenti. A volte con colica renale, oliguria e anuria si sviluppa febbre.

Alla fine di un attacco di colica renale, la sabbia e le pietre dei reni scompaiono spesso con le urine. Durante la scarica, le pietre possono danneggiare la mucosa delle vie urinarie, causando ematuria. Più spesso, il danno mucoso è causato da calcoli di ossalato appuntito. Con i calcoli renali, l'intensità di ematuria può essere diversa - da eritrocituria minore a grave ematuria macroscopica. L'escrezione di pus nelle urine (piuria) si sviluppa in presenza di infiammazione nei reni e nelle vie urinarie.

La presenza di calcoli renali sintomaticamente non si manifesta nel 13-15% dei pazienti. Nello stesso momento, di regola, pyelonephritis e cambiamenti morfologici nei reni sono assenti.

Diagnosi di calcoli renali

Il riconoscimento dei calcoli renali è basato su una storia, un quadro tipico di studi di colica renale, di laboratorio e strumentale.

Al culmine della colica renale, un forte dolore sul lato del rene colpito, un sintomo positivo di Pasternatsky, palpazione dolorosa del rene corrispondente e dell'uretere. Un test delle urine dopo un attacco rivela la presenza di eritrociti freschi, leucociti, proteine, sali, batteri. L'esame biochimico di urina e sangue in una certa misura ci consente di giudicare la composizione e le cause della formazione di calcoli renali.

Colica renale del lato destro deve essere differenziata da appendicite, colecistite acuta, e quindi può richiedere ultrasuoni addominali. Utilizzando un'ecografia dei reni, vengono valutati i cambiamenti anatomici dell'organo, la presenza, la localizzazione e il movimento delle pietre.

Il metodo principale per il rilevamento dei calcoli renali è la diagnostica a raggi X. La maggior parte delle pietre è già determinata dall'urografia di recensione. Tuttavia, i calcoli renali di proteine ​​e acido urico (urato) non ritardano i raggi e non danno ombre sugli urogrammi del sondaggio. Sono soggetti a rilevazione mediante urografia escretoria e pielografia. Inoltre, l'urografia escretoria fornisce informazioni sui cambiamenti morfofunzionali nei reni e nel tratto urinario, localizzazione del calcolo (pelvi, calice, uretere), forma e dimensioni dei calcoli renali. Se necessario, l'esame urologico è integrato da radioisotopo nefroscintigrafia, risonanza magnetica o TC dei reni.

Trattamento dei calcoli renali

Il trattamento della nefrolitiasi può essere conservativo o operativo, e in tutti i casi è finalizzato alla rimozione di calcoli dai reni, eliminando le infezioni e prevenendo la riformazione delle pietre.

Per piccoli calcoli renali (fino a 3 mm), che possono essere rimossi indipendentemente, viene prescritto un abbondante carico d'acqua e una dieta che esclude carne e sottoprodotti. Quando le pietre uratnyh raccomandano la dieta vegetale del latte, l'urina alcalinizzante, l'acqua minerale alcalina (Borjomi, Essentuki); con calcoli di fosfato -.. La reception acqua acidula (Kislovodsk, Zheleznovodsk Truskavec), ecc Inoltre, sotto il controllo di nefrologia può applicare farmaci solventi calcoli renali, diuretici, antibiotici, nitrofurani, antispastici.

Con lo sviluppo di misure correttive delle coliche renali sono volte a alleviare l'ostruzione e l'attacco doloroso. A tale scopo vengono utilizzate iniezioni di platifillina, metamizolo sodico, morfina o analgesici combinati in combinazione con una soluzione di atropina; un bagno caldo di seduta è tenuto, un rilievo di riscaldamento è applicato alla regione lombare. Quando nekupiruyuscheysya colica renale richiede un blocco novocaine del funicolo spermatico (nei maschi) o il legamento rotondo dell'utero (nelle donne), ureterale cateterizzazione o tagliare l'orifizio ureterale (con violazione del calcolo).

rimozione chirurgica dei calcoli renali mostrato a coliche renali frequente, pielonefrite secondaria, ampio calcoli, stenosi ureterali, idronefrosi, renale blocco minaccioso ematuria, pietre singolo rene, calcolosi a stampo.

In pratica, la nefrolitiasi spesso utilizza un metodo non invasivo - la litotrissia remota, che consente di evitare qualsiasi intervento nel corpo e rimuovere i frammenti di pietra dai reni attraverso il tratto urinario. In alcuni casi, un'alternativa alla chirurgia aperta è una procedura ad alta tecnologia - nefrolitotripsia percutanea (percutanea) con litioestrazione.

Procedure aperte o laparoscopiche per l'estrazione di calcoli renali - pielolotomia (dissezione del bacino) e nefrolitotomia (dissezione del parenchima) vengono utilizzate in caso di inefficacia della chirurgia mini-invasiva. Con il complicato decorso dei calcoli renali e la perdita della funzionalità renale, è indicata la nefrectomia.

Dopo aver rimosso le pietre, i pazienti sono consigliati trattamento resort, dieta permanente, eliminazione dei fattori di rischio associati.

Prognosi e prevenzione dei calcoli renali

Nella maggior parte dei casi, il decorso della nefrolitiasi è prognosticamente favorevole. Dopo aver rimosso le pietre dai reni, soggetto alle istruzioni dell'urologo, la malattia potrebbe non ripresentarsi. In casi avversi possono svilupparsi pyelonephritis calculous, ipertensione sintomatica, insufficienza renale cronica e hydropioneephrosis.

Per tutti i tipi di calcoli renali, si raccomanda un aumento del volume di bere fino a 2 litri al giorno; uso di preparazioni speciali a base di erbe; esclusione di cibi piccanti, affumicati e grassi, alcool; eliminazione di ipotermia; miglioramento dell'urodinamica attraverso moderata attività fisica e educazione fisica. La prevenzione delle complicanze della nefrolitiasi è ridotta alla rimozione precoce delle pietre dai reni, il trattamento obbligatorio delle coinfezioni.