pielonefrite

Pielonefrite

La pielonefrite è una malattia infettiva non specifica dei reni causata da vari batteri. I pazienti affetti da pielonefrite acuta e cronica, rappresentano circa i 2/3 di tutti i pazienti urologici. La pielonefrite può verificarsi in forma acuta o cronica, interessando uno o entrambi i reni. malattia asintomatica o sintomi lievi in ​​pielonefrite cronica spesso offusca i pazienti di vigilanza che sottovalutano la gravità della malattia e sono abbastanza gravi da curare. La pielonefrite viene diagnosticata e curata da un nefrologo. In assenza di un trattamento tempestivo della pielonefrite, può portare a complicazioni così gravi come insufficienza renale, ascesso di carbuncolo o rene, sepsi e shock batterico.

pielonefrite

La pielonefrite è una malattia infettiva non specifica dei reni causata da vari batteri. I pazienti affetti da pielonefrite acuta e cronica, rappresentano circa i 2/3 di tutti i pazienti urologici. La pielonefrite può verificarsi in forma acuta o cronica, interessando uno o entrambi i reni. malattia asintomatica o sintomi lievi in ​​pielonefrite cronica spesso offusca i pazienti di vigilanza che sottovalutano la gravità della malattia e sono abbastanza gravi da curare. La pielonefrite viene diagnosticata e curata da un nefrologo. In assenza di un trattamento tempestivo della pielonefrite, può portare a complicazioni così gravi come insufficienza renale, ascesso di carbuncolo o rene, sepsi e shock batterico.

Cause di pielonefrite

La malattia può verificarsi a qualsiasi età. Più spesso si sviluppa la pielonefrite:

  • nei bambini di età inferiore ai 7 anni (la probabilità di comparsa di pielonefrite aumenta a causa della natura dello sviluppo anatomico);
  • giovani donne di età compresa tra 18 e 30 anni (l'insorgenza di pielonefrite è associata con l'inizio dell'attività sessuale, la gravidanza e il parto);
  • negli uomini anziani (con ostruzione delle vie urinarie dovuta allo sviluppo dell'adenoma prostatico).

Qualsiasi motivo organico o funzionale che impedisca il normale flusso di urina, aumenta la probabilità di sviluppare la malattia. Spesso la pielonefrite compare nei pazienti con urolitiasi.

I fattori avversi che contribuiscono all'insorgenza della pielonefrite includono il diabete, i disordini immunitari, le malattie infiammatorie croniche e l'ipotermia frequente. In alcuni casi (di solito nelle donne) la pielonefrite si sviluppa dopo aver sofferto di cistite acuta.

Il decorso asintomatico della malattia è la causa della diagnosi tardiva della pielonefrite cronica. I pazienti iniziano a ricevere un trattamento quando la funzione renale è già compromessa. Poiché la malattia spesso si verifica in pazienti con urolitiasi, tali pazienti necessitano di un trattamento speciale anche in assenza di sintomi di pielonefrite.

Sintomi di pyelonephritis

La pielonefrite acuta è caratterizzata da un improvviso insorgere con un forte aumento della temperatura a 39-40 ° C. L'ipertermia è accompagnata da abbondante sudorazione, perdita di appetito, grave debolezza, mal di testa e talvolta nausea e vomito. Il dolore sordo nella regione lombare (l'intensità del dolore può variare), spesso unilaterale, appare contemporaneamente ad un aumento della temperatura. L'esame fisico rivela dolore quando si tocca nella regione lombare (sintomo positivo di Pasticcio). La forma semplice di pielonefrite acuta non causa disturbi della minzione. L'urina diventa torbida o diventa rossastra. Nell'esame di laboratorio della batteriuria delle urine, sono stati rilevati proteinuria e microembruria insignificanti. Per l'analisi del sangue generale è caratterizzata da leucocitosi e aumento della VES. In circa il 30% dei casi nell'analisi biochimica del sangue si osserva un aumento delle scorie azotate.

La pielonefrite cronica spesso diventa il risultato di un processo acuto sottotracciato. Forse lo sviluppo di pyelonephritis cronico primario, con pyelonephritis affilato nella storia del paziente è assente. Qualche volta la pielonefrite cronica viene rilevata per caso nello studio delle urine. I pazienti con pielonefrite cronica lamentano debolezza, perdita di appetito, mal di testa e minzione frequente. Alcuni pazienti soffrono di dolori lancinanti nella regione lombare, aggravati dal freddo intenso. Con la progressione della pielonefrite bilaterale cronica, la funzione renale viene gradualmente ridotta, portando ad una diminuzione della proporzione di urina, ipertensione e sviluppo dell'insufficienza renale. I sintomi che indicano una esacerbazione della pielonefrite cronica, coincidono con il quadro clinico del processo acuto.

Complicazioni di pielonefrite

La pielonefrite acuta bilaterale può causare insufficienza renale acuta. Tra le più terribili complicazioni vi sono la sepsi e lo shock batterico.

In alcuni casi, pyelonephritis affilato è complicato da paranephritis. Forse lo sviluppo apostenomatoznogo pielonefrite (formando più piccole pustole sulla superficie reni e nella sua corteccia), carbonchio renale (spesso si verifica a causa di pustole fusione, caratterizzati da purulenta e processi infiammatori, necrotiche e ischemici) ascesso renale (fusione parenchima renale) e necrosi papilla renale. Con la comparsa di alterazioni purulento-distruttive nel rene, è indicato un intervento chirurgico ai reni.

Se il trattamento non è effettuato, la fase terminale di pyelonephritis purulento-distruttivo comincia. Si sviluppa la pironefrosi, in cui il rene è completamente sottoposto a fusione purulenta ed è un focolaio costituito da cavità riempite con prodotti di decomposizione di urina, pus e tessuto.

Diagnosi di pielonefrite

La diagnosi di pielonefrite acuta di solito non è difficile per un nefrologo a causa della presenza di sintomi clinici pronunciati.

Spesso si nota una storia di malattie croniche o processi purulenti acuti trasferiti di recente. Il quadro clinico è formato dalla combinazione di ipertermia pronunciata con dolore lombare (di solito unilaterale), minzione dolorosa e alterazioni delle caratteristiche urinarie della pielonefrite. Urina torbida o con una sfumatura rossastra, ha un pronunciato odore fetido.

La conferma di laboratorio della diagnosi è la rilevazione di batteri nelle urine e piccole quantità di proteine. Per determinare l'agente patogeno spendere l'urina bakposiv. La presenza di infiammazione acuta è indicata dalla leucocitosi e da un aumento della VES nel numero totale dei globuli rossi. Con l'aiuto di kit di test speciali, viene identificata la microflora infiammatoria.

Quando si eseguiva una revisione, l'urografia rivelava un aumento del volume di un rene. L'urografia escretoria indica una forte restrizione della mobilità del rene durante l'ortopropia. Nella pielonefrite apostematica, vi è una diminuzione della funzione escretoria sul lato colpito (l'ombra del tratto urinario appare tardiva o assente). Con un carbonchio o un ascesso sull'urogramma escretore, vengono rilevati un rigonfiamento del contorno del rene, compressione e deformità delle coppe e del bacino.

La diagnosi di cambiamenti strutturali in pyelonephritis è effettuata usando ultrasuoni dei reni. La capacità di concentrazione dei reni viene valutata utilizzando il test di Zimntsky. Per escludere l'urolitiasi e le anomalie anatomiche, viene eseguita la TC dei reni.

Trattamento della pielonefrite

La pielonefrite acuta non complicata è trattata in modo conservativo nel reparto di urologia dell'ospedale. La terapia antibatterica è effettuata. Le medicine sono selezionate in base alla sensibilità dei batteri presenti nelle urine. Al fine di eliminare rapidamente l'infiammazione, non permettendo la transizione della pielonefrite nella forma purulenta-distruttiva, il trattamento inizia con il farmaco più efficace.

Terapia di disintossicazione, correzione dell'immunità. Quando la febbre viene prescritta una dieta a basso contenuto proteico, dopo la normalizzazione della temperatura del paziente viene trasferito a una buona dieta con un elevato contenuto di liquidi. Al primo stadio di trattamento della pielonefrite acuta secondaria, devono essere rimossi gli ostacoli che impediscono il normale flusso di urina. La prescrizione di farmaci antibatterici in caso di passaggio alterato di urina non dà l'effetto desiderato e può portare allo sviluppo di gravi complicanze.

Il trattamento della pielonefrite cronica viene eseguito secondo gli stessi principi della terapia del processo acuto, ma è più duraturo e più laborioso. La terapia della pielonefrite cronica comprende le seguenti misure terapeutiche:

  • eliminazione dei motivi che hanno portato all'ostruzione del deflusso delle urine o alla compromissione della circolazione renale;
  • terapia antibatterica (il trattamento è prescritto tenendo conto della sensibilità dei microrganismi);
  • normalizzazione dell'immunità generale.

Se ci sono ostacoli, è necessario ripristinare il normale passaggio delle urine. Ripristinando il deflusso dell'urina è fatto prontamente (nephropexy a Nephroptosis, rimozione delle pietre dalle reni e delle vie urinarie, la rimozione di adenomi prostatici e t. D.). L'eliminazione degli ostacoli che interferiscono con il passaggio dell'urina, in molti casi, consente di ottenere una remissione stabile a lungo termine.

I farmaci antibatterici nel trattamento della pielonefrite cronica sono prescritti sulla base di dati da antibiogrammi. Prima di determinare la sensibilità dei microrganismi, viene somministrato un farmaco antibatterico ad ampio spettro.

I pazienti con pielonefrite cronica richiedono una terapia sistematica a lungo termine per almeno un anno. Il trattamento inizia con un ciclo continuo di terapia antibiotica della durata di 6-8 settimane. Questa tecnica consente di eliminare il processo purulento nel rene senza lo sviluppo di complicazioni e la formazione di tessuto cicatriziale. Se la funzionalità renale è compromessa, è necessario un monitoraggio costante della farmacocinetica dei farmaci antibatterici nefrotossici. Se necessario, vengono utilizzati immunostimolanti e immunomodulatori per correggere l'immunità. Dopo aver raggiunto la remissione, al paziente vengono somministrati cicli intermittenti di terapia antibiotica.

I pazienti con pyelonephritis cronico durante remissione sono mostrati il ​​trattamento spa (Jermuk, Zheleznovodsk, Truskavets, eccetera). È necessario ricordare la successione obbligatoria di terapia. Il trattamento antibatterico iniziato in ospedale deve essere continuato su base ambulatoriale. Il regime di trattamento prescritto dal medico del sanatorio dovrebbe includere l'uso di farmaci antibatterici raccomandati dal medico che monitora costantemente il paziente. La medicina a base di erbe viene utilizzata come ulteriore metodo di trattamento.

Come riconoscere i sintomi della pielonefrite

La pielonefrite è una malattia infiammatoria dei reni. Il processo infiammatorio nel rene si verifica quando i batteri patogeni entrano nell'organo. I batteri possono ottenere sia dal sangue che dalle vie urinarie.

Per evitare l'ingresso di batteri che circolano nel corpo, è necessario trattare tempestivamente altre malattie infiammatorie nel corpo. L'eccellente prevenzione della pielonefrite dovuta a malattie infiammatorie del tratto urogenitale sarà l'igiene, l'abitudine di evitare l'ipotermia e il riconoscimento tempestivo dei sintomi della cistite e del suo trattamento, nonché la prevenzione del ristagno urinario (edema).

C'è anche il rischio di infiammazione nel rene stesso. Ad esempio, in presenza di calcoli renali o sabbia. Il corpo, rifiutando il corpo alieno, può causare una reazione infiammatoria.

Riconoscere i sintomi della pielonefrite acuta è molto semplice: aumento della temperatura corporea, dolore lombare, minzione difficile e dolorosa. Se si verificano sintomi di pielonefrite acuta, è molto importante consultare rapidamente un medico. Solo un medico sarà in grado di fare la diagnosi corretta e prescriverà un trattamento.

La pielonefrite può anche avere una forma lenta e cronica. Con questa forma di pielonefrite, i sintomi non sono così pronunciati - non c'è praticamente nessuna temperatura, dolore nella regione lombare e non ci possono essere problemi con la minzione. Ma in questo caso è necessario rivolgersi a uno specialista, perché la forma lenta di pielonefrite, avendo raggiunto una certa soglia, può trasformarsi in una forma acuta.

Quando vengono rilevati i primi sintomi della pielonefrite, è necessario intraprendere azioni preventive per eliminare il ristagno delle urine prima di recarsi dal medico. Una buona profilassi diuretica può essere fornita bevendo un sacco di succo naturale di mirtillo (naturalmente, in assenza di controindicazioni per bere molti liquidi). Tra i farmaci da banco, l'uso della preparazione a base di erbe "Canephron" è buono. Può essere usato in caso di sospetto di qualsiasi malattia infiammatoria del sistema urogenitale. Naturalmente, in ogni caso, l'uso di preparati a base di erbe è solo una terapia concomitante per il trattamento principale prescritto da un medico. Inoltre, quando si usa la medicina erboristica, la raccomandazione obbligatoria di un medico è molto importante a causa della mancanza di conoscenza da parte del paziente di eventuali controindicazioni individuali all'uso di un particolare farmaco.

Per prevenire la recidiva della pielonefrite, è necessario prevenire e trattare tutte le malattie infiammatorie del corpo, non raffreddare eccessivamente ed evitare il ristagno delle urine (edema).

Come identificare la pielonefrite dai sintomi?

Una delle più comuni malattie renali è la pielonefrite. La patologia è un processo infiammatorio nel rene (uno o due) di natura infettiva. La causa più comune della malattia è lo stafilococco, che entra nei reni insieme al flusso sanguigno o attraverso il tratto urinario. E poiché sono molto più brevi nelle donne, soffrono per lo più di pielonefrite. Quelle donne, non sapendo come determinare la pielonefrite, sono spesso confuse con la cistite banale e limitate all'automedicazione. Tuttavia, questo approccio è estremamente pericoloso. L'autodiagnosi e il trattamento possono portare a insufficienza renale acuta, sepsi e persino shock batterico.

Importante: la principale differenza tra pielonefrite e cistite è un notevole aumento della temperatura. A volte le sue prestazioni possono raggiungere 39-40 gradi.

Cause di patologia

Vale la pena sapere che la patologia renale di questo tipo (pielonefrite) si sviluppa più spesso in questo gruppo di pazienti:

  • Bambini sotto i 7 anni a causa delle peculiarità della struttura anormale del sistema urinario o dello sviluppo dell'organismo;
  • Donne tra i 18 ei 30 anni. Qui l'impulso per lo sviluppo della malattia può essere l'inizio dell'attività sessuale, la gravidanza o il parto. Anche un ruolo importante è svolto dal supercooling.
  • Uomini sopra i 50 anni di età sullo sfondo dello sviluppo dell'adenoma prostatico.
  • Pazienti con urolitiasi a qualsiasi età.

Importante: anche fattori come i processi infiammatori cronici nell'organismo, i disordini immunitari e il diabete possono essere considerati sfavorevoli. Sullo sfondo di queste patologie, la pielonefrite si sviluppa spesso anche in condizioni di diagnosi tardiva.

Vale la pena sapere che la pielonefrite può essere asintomatica. E questo ritarda in modo significativo il momento della diagnosi e la nomina di una terapia efficace. Pertanto, se hai il minimo sospetto di problemi renali, dovresti contattare immediatamente uno specialista.

I sintomi della malattia

Per determinare precisamente la pielonefrite, lo specialista raccoglierà la storia del paziente. In questo caso, il nefrologo o l'urologo presterà certamente attenzione ai sintomi inerenti alla pielonefrite. Questi sono:

  • Il forte aumento della temperatura al livello di 39-40 gradi sullo sfondo di minzione frequente;
  • A temperature elevate sarà caratterizzato da sudorazione e perdita di appetito;
  • Ci saranno debolezza e mal di testa;
  • Tutto ciò sarà accompagnato da un dolore tirante nella regione lombare;
  • Possibile manifestazione di nausea e riflesso del vomito.

Inoltre, la pielonefrite è caratterizzata da oscuramento generale e torbidità delle urine del paziente. Con un leggero picchiettamento nella regione lombare, il paziente sentirà dolore. I test generali delle urine per la pielonefrite mostreranno la presenza di proteine, globuli rossi e batteri. Un esame del sangue mostrerà sicuramente una VES elevata.

È importante ricordare che tutti questi sintomi sono caratteristici della pielonefrite acuta. Ma svaniscono dopo una settimana dall'inizio della loro manifestazione. Quindi la forma acuta della patologia diventa cronica. In questo caso, sullo sfondo del benessere apparente, inizierà a verificarsi una distruzione patologica nei reni. E se la forma cronica di pielonefrite non viene trattata, nel tempo la malattia porterà all'insufficienza renale acuta. Se il paziente indossa una pielonefrite cronica, le sue principali lamentele saranno:

  • Debolezza generale e prestazioni ridotte;
  • Alta pressione sanguigna;
  • Perdita di appetito;
  • Mal di testa;
  • Minzione frequente.

Importante: in questo caso, è necessario passare l'urina per un'analisi generale.

Diagnosi di pyelonephritis affilato

I segni più significativi della fase acuta della pielonefrite sono un aumento della temperatura e un aumento del volume giornaliero delle urine con minzione frequente. A conferma della diagnosi verranno svolte tali attività:

  • Comune analisi delle urine. Si noterà la presenza di proteine, eritrociti e batteri.
  • Analisi delle urine secondo Nechyporenko. Qui, il numero di leucociti nella pielonefrite sarà grande rispetto alla norma.
  • Diagnosi ecografica dei reni. Qui, uno specialista sarà in grado di rilevare la presenza di calcoli nella pelvi renale, l'eventuale presenza di Kurbuncula nei reni (nel loro strato corticale), o di determinare la presenza di un ascesso (formazione purulenta nell'area del tessuto adiposo attorno al rene). Sono questi i fenomeni che possono essere le cause dello sviluppo della pielonefrite acuta.
  • X-ray. Inoltre, uno specialista può prescrivere radiologia utilizzando un agente di contrasto. In questo caso, sarà possibile tracciare i luoghi di spremitura delle vie urinarie, nonché identificare patologie nelle coppe e nella pelvi renale. Grazie alla sostanza contrastante, sarà possibile vedere se i tessuti adiacenti ai reni sono coinvolti nel processo patologico.
  • La cromocitoscopia viene eseguita per identificare formazioni o calcoli nel tratto urinario che possono interferire con il deflusso delle urine. La procedura viene eseguita per via endoscopica utilizzando uno speciale colorante, che viene inserito attraverso l'uretra.

Diagnosi di pyelonephritis cronico

Importante: ma qui vale la pena sapere che nella fase cronica la pielonefrite può essere in remissione. In questo caso, il test delle urine sarà normale. Ecco perché un complesso di studi sull'urina e sul sangue viene eseguito con una certa periodicità.

  • Esame del sangue per immunologia. Qui viene rilevata la presenza di anticorpi verso il bastoncino intestinale. Vale a dire, può essere una causa frequente di pielonefrite.
  • La biochimica del sangue determina il processo infiammatorio, la presenza di elevate concentrazioni di creatina e urea.
  • La diagnosi ecografica della pielonefrite cronica mostrerà una diminuzione del rene malato. I suoi contorni saranno irregolari e le tazze e il bacino saranno deformati ed espansi. Il parenchima renale sarà eterogeneo nella pielonefrite cronica.
  • Uno studio radiografico con l'uso di un mezzo di contrasto, somministrato per via endovenosa o attraverso una linea IV, fornirà l'opportunità di vedere i cambiamenti patologici caratteristici della fase cronica della malattia. Questi sono il tono ridotto dell'uretere, le coppe allungate e il loro restringimento, riduzione del parenchima.
  • Se uno specialista assume la presenza di altre malattie renali, può essere eseguita una diagnosi TC renale come diagnosi differenziale. Qui, la densità e la massa dei reni, la condizione generale dell'organo (vasi, bacino, tessuto adiposo intorno) saranno determinati con precisione.
  • Se la malattia ha un decorso cronico prolungato, il medico può prescrivere un aggravamento usando i radioisotopi. In questo caso, è possibile valutare il grado di efficienza e sicurezza dei reni.

Importante: in presenza di un gran numero di metodi diagnostici per stabilire la diagnosi corretta (pielonefrite) non è facile da stabilire. Soprattutto negli anziani, nei quali il quadro generale della patologia può essere offuscato dai sintomi di altre malattie associate all'età.

Possibili complicanze della pielonefrite non trattata

Se la pielonefrite non viene trattata, non funzionerà da sola. Nel tempo, questi tipi di complicazioni sono possibili:

  • Lo sviluppo di sepsi e shock batterico;
  • La formazione di paranfrite o un gran numero di formazioni pustolose nella cavità del rene (nella crosta);
  • Lo sviluppo di kurbunkulov;
  • Fusione possibile e completa del parenchima renale (ascesso);
  • Necrosi della papilla renale.

Tutte queste complicazioni richiedono un intervento chirurgico urgente, poiché in una forma trascurata possono portare a insufficienza renale acuta.

Nel peggiore dei casi, un rene malato, con totale disprezzo per la malattia, potrebbe alla fine raggiungere la fase della pielonefrite purulenta-distruttiva. In questo caso, l'organo malato sarà un fuoco purulento fuso, che consisterà in diverse cavità. Quelli, a loro volta, saranno riempiti con prodotti di decomposizione di pus, urina e tessuti renali.

Suggerimento: non ignorare le tue condizioni. Al minimo sospetto di problemi con i reni, chiedere l'aiuto di un medico.

Pyelonephritis: come fare una diagnosi

Riconoscere la malattia è un compito importante per qualsiasi specialista. Per risolverlo nell'arsenale di un dottore ci sono molti modi per diagnosticare. L'infiammazione dei reni - pielonefrite - può richiedere l'uso di tutti i tipi di ricerca: laboratorio, raggi X, ultrasuoni. Una patologia seria deve chiarire le componenti che la compongono: il tipo di agente patogeno, la capacità dei reni di svolgere le loro funzioni di purificazione del sangue. Inoltre, per il successo del trattamento è necessario identificare tutti i possibili fattori che contribuiscono allo sviluppo della malattia.

Cambiamenti nei reni con pielonefrite

La pielonefrite è una malattia renale causata da microbi patogeni. Cadono nelle tazze e nel bacino dell'organo, dove provocano un pronunciato processo infiammatorio. La causa più comune della malattia sono i batteri: Escherichia coli, Proteus, Streptococco, Staphylococcus.

I batteri sono la causa principale della pielonefrite

La presenza nei tessuti delle tazze e del bacino dei microrganismi causa la risposta del principale difensore del corpo contro le infezioni - l'immunità. I globuli bianchi (leucociti) in gran numero migrano verso il centro patologico, dove i batteri vengono neutralizzati. Il loro ruolo non è solo quello di distruggere oggetti alieni, ma anche di non permettere loro di espandersi ulteriormente, verso i glomeruli dei reni e le fibre renali.

Con pyelonephritis, le tazze e la pelvi renale sono influenzate negativamente.

Il processo di infiammazione influisce inevitabilmente sulle proprietà del sangue e delle urine. Inoltre, ci sono cambiamenti nei reni a livello anatomico, che possono essere identificati utilizzando metodi diagnostici strumentali.

Pyelonephritis - Video

Ispezione iniziale

La diagnosi di qualsiasi malattia, compresa l'infiammazione dei reni, inizia sempre con un esame iniziale. Il medico alla prima visita può raccogliere molte informazioni preziose, che in seguito ti permetteranno di fare la diagnosi corretta.

Prima di tutto, lo specialista deve stabilire il momento dell'esordio della malattia. Sulla base di queste informazioni, il medico può suggerire una forma di pielonefrite - acuta o esacerbazione cronica. Inoltre, il medico esamina il paziente al fine di identificare una possibile fonte di infezione. Non possiamo ignorare:

  • tonsille palatine dilatate con congestione purulenta;
  • denti cariati;
  • violazione della respirazione nasale nell'infiammazione cronica delle tonsille faringee (adenoidi) o dei seni paranasali;
  • arrossamento e gonfiore nell'area delle ossa e delle articolazioni;
  • arrossamento localizzato della pelle, che indica l'infiammazione del tessuto adiposo sottocutaneo (cellulite);
  • un aumento delle dimensioni della ghiandola prostatica, che indica la presenza di un ostacolo al flusso di urina (adenoma prostatico).

Fonti di infezione da pielonefrite - galleria fotografica

Uno specialista esamina la regione lombare - la posizione dei reni. Pugnalare in questa zona con pielonefrite provoca un dolore acuto.

Sentendo l'addome (palpazione) aiuta il medico a escludere malattie più gravi che richiedono un trattamento chirurgico immediato - ulcera gastrica perforata, infiammazione del peritoneo (peritonite), gravidanza extrauterina compromessa, infiammazione dell'appendice (appendicite).

I reni di solito non vengono rilevati dalla palpazione della regione lombare. Tuttavia, in caso di anomalie della situazione, uno specialista può rilevare lo spostamento degli organi nella direzione del sacro o il lato opposto.

I reni sani sono spesso non palpabili.

Un aumento delle dimensioni della vescica, rilevato toccando la parete anteriore dell'addome, aiuterà il medico ad ipotizzare un'elevata quantità di urina residua nell'adenoma prostatico.

L'esame iniziale è una parte indispensabile della diagnosi di pyelonephritis, ma le informazioni ottenute sono solo una ragione per lo specialista per dirigere l'ulteriore ricerca della diagnosi sulla strada giusta.

Diagnosi di laboratorio del processo patologico

I test di laboratorio sono una fonte di informazioni estremamente importanti. In caso di pielonefrite, è obbligatorio effettuare studi di routine e speciali.

Esami del sangue

Sangue - l'ambiente interno del corpo, che è sensibile a qualsiasi cambiamento in esso. In caso di pielonefrite, è necessariamente indagato dal metodo di analisi generale. Principalmente, l'infiammazione dei reni porta ad un aumento del numero di globuli bianchi. Il processo attivo provoca l'emergere di forme giovani che sono diverse dall'aspetto maturo. I globuli rossi (eritrociti) e il loro contenuto principale - la proteina dell'emoglobina - sono generalmente determinati in una quantità normale. Tuttavia, la loro velocità di sedimentazione (ESR) sul fondo del tubo aumenta sostanzialmente.

Quando la pielonefrite nel sangue aumenta il numero di tutte le forme di leucociti

Il rilevamento del livello di alcuni composti specifici è il compito dell'analisi biochimica del sangue. Nella pielonefrite, è fondamentale scoprire se i reni stanno facendo un buon lavoro e se l'infiammazione non ha portato ad un eccessivo accumulo di tossine nel corpo. Questo problema è risolto con successo dall'analisi del contenuto dei prodotti metabolici della proteina - urea e creatinina. Questi due indicatori sono stati scelti come segnale. Tuttavia, va ricordato che il loro contenuto normale è significativamente diverso nei pazienti di sesso, età, altezza e peso diversi.

Le sostanze necessarie vengono assorbite nei tubuli renali, le tossine entrano nella composizione finale delle urine

Inoltre, per determinare la funzione di un organo, viene utilizzata un'analisi del livello di elettrolita di potassio, il cui eccesso viene escreto dai reni. Questo indicatore è normalmente mantenuto dal corpo e non cambia, quindi qualsiasi deviazione da un valore costante spesso costringe i medici a utilizzare la purificazione artificiale del sangue del paziente dalle scorie - una procedura di apparato di emodialisi.

Tracce del microbo patogeno possono anche essere trovate nel sangue. Questo problema può essere risolto in due modi. Nel primo caso, specifiche proteine-anticorpi sono determinate nel sangue usando varie reazioni: emoagglutinazione, saggio immunoassorbente legato all'enzima. In questo caso, aggiungere il materiale appropriato di batteri, dotato di un'etichetta speciale. Riferirà l'occorrenza di una risposta immunitaria.

Anticorpi - la principale difesa del corpo contro le infezioni

Il secondo modo per determinare il tipo di agente patogeno è quello di trovare nel sangue i resti del suo materiale ereditario - i geni. Il metodo di reazione a catena della polimerasi, basato sulla creazione di più copie del materiale di prova in una provetta, svolge un lavoro eccellente con questo compito.

Vale la pena notare che tutti gli esami del sangue sono dati a stomaco vuoto. Altrimenti, il medico otterrà risultati distorti.

Indicatori di un'analisi del sangue generale in salute e pyelonephritis - la tavola

  • 5-9 x 10 9 al litro per gli adulti;
  • 7-11 x 10 9 al litro per i bambini.
  • superiore a 9 x 10 9 al litro per gli adulti;
  • sopra 11 x 10 9 in un litro per bambini.
  • 1-10 mm / ora per gli uomini;
  • 2-15 mm / ora per le donne.
  • più di 10 mm / ora per gli uomini;
  • più di 15 mm / ora per le donne.

Dottor Komarovsky sui leucociti nel sangue - video

Indicatori di analisi biochimica di sangue in salute e pyelonephritis - la tavola

  • 42-97 micromoli per litro per donne;
  • 62-124 micromoli per litro per uomo.
  • sopra 97 micromoli per litro per le donne;
  • sopra 124 micromoli per litro per uomo.

Test delle urine

I test di laboratorio delle urine aiuteranno il medico a scoprire molti dettagli sulla pielonefrite - la gravità dell'infiammazione, il tipo di agente patogeno, la capacità dei reni di svolgere il proprio lavoro.

Analisi delle urine: procedura diagnostica di routine. Il materiale - una porzione media di urina accumulata durante la notte nella vescica - può essere raccolto indipendentemente e consegnato al laboratorio. Il processo infiammatorio nel rene porta a un numero di anomalie significative. L'apparizione di cambiamenti di urina - diventa torbida, il suo peso specifico aumenta. La ragione - una grande quantità di proteine ​​e leucociti. Questi ultimi sono calcolati usando l'apparecchio o manualmente su un vetro al microscopio. I leucociti possono essere molto. Questa situazione è chiamata piuria. Inoltre, nel sedimento urinario con pyelonephritis i cilindri sono scoperti - i getti dei tubules renali. I minuscoli cristalli del sale da cui si formano le pietre possono anche essere distinti al microscopio.

Una grande quantità di sali nel sedimento urinario - un segno di urolitiasi

Per determinare con maggiore precisione il numero di leucociti e cilindri, vengono utilizzate analisi specifiche. Secondo il metodo di Nechiporenko, il contenuto di elementi è calcolato in un millilitro di urina nella parte media della porzione mattutina. L'analisi secondo Addis-Kakovsky viene effettuata sulla base di una quantità giornaliera, Amburzhe - una tre ore.

Il numero di leucociti nel sedimento urinario aumenta significativamente con la pielonefrite

Il test Zimnitsky è un metodo indiretto per determinare la funzionalità renale grazie alla capacità di concentrare l'urina. A tal fine, il materiale viene raccolto al giorno in otto contenitori, ciascuno entro tre ore. L'assistente di laboratorio in loro determina la proporzione. Le basse percentuali indicano una ridotta capacità dei reni di filtrare il sangue.

Usando l'analisi delle urine, è possibile determinare il tipo di pielonefrite patogeno. Per risolvere questo problema, una piccola quantità di materiale viene posta in un contenitore speciale con un mezzo nutritivo, e quindi conservata per tre giorni a una temperatura vicina a quella del corpo umano. Durante questo periodo, ogni batterio si moltiplica e si trasforma in una colonia. Lo stadio successivo è la determinazione della sensibilità dell'infezione ai farmaci antibatterici.

Esame batteriologico delle urine: il principale metodo di identificazione dell'agente patogeno

Pyelonephritis - quello che è, sintomi, primi segni, trattamento e conseguenze

Una delle più comuni malattie urologiche di natura infettiva, che colpisce il sistema a coppa-bacino e il parenchima renale, è la pielonefrite. Questa patologia piuttosto pericolosa in assenza di un trattamento tempestivo e competente può portare a una violazione delle funzioni escretorie e di filtraggio dell'organo.

Che tipo di malattia renale è, perché è così importante conoscere i primi sintomi e consultare un medico in tempo, e anche a che cosa inizia il trattamento delle diverse forme di pielonefrite, sarà discusso ulteriormente nell'articolo.

Cos'è la pielonefrite?

La pielonefrite è una malattia infiammatoria del rene, caratterizzata da danni al parenchima renale, alle coppe e alla pelvi renale.

Nella maggior parte dei casi, la pielonefrite è causata dalla diffusione di infezioni dalla vescica. I batteri entrano nel corpo dalla pelle attorno all'uretra. Poi si sollevano dall'uretra nella vescica e poi entrano nei reni, dove si sviluppa la pielonefrite.

La pielonefrite può essere una malattia indipendente, ma più spesso complica il decorso di varie malattie (urolitiasi, adenoma prostatico, malattie degli organi genitali femminili, tumori del sistema urogenitale, diabete mellito) o si presenta come una complicanza postoperatoria.

classificazione

La pielonefrite renale è classificata:

  1. A causa dello sviluppo - primario (acuto o non ostruttivo) e secondario (cronico o ostruttivo). La prima forma è il risultato di infezioni e virus in altri organi, e la seconda è l'anomalia dei reni.
  2. Nella posizione dell'infiammazione - bilaterale e unilaterale. Nel primo caso, entrambi i reni sono affetti, nel secondo - solo uno, la malattia può essere lasciata o destra.
  3. La forma di infiammazione del rene - sierosa, purulenta e necrotica.
  • La pielonefrite acuta è causata dall'ingestione di un gran numero di microrganismi nei reni, nonché dall'indebolimento delle proprietà protettive dell'organismo (debole immunità, raffreddore, affaticamento, stress, cattiva alimentazione). Il processo infiammatorio è pronunciato brillante. Il più delle volte, viene diagnosticato in donne in gravidanza, il cui corpo è particolarmente vulnerabile.
  • Qual è la pielonefrite cronica? Questa è la stessa infiammazione dei reni, caratterizzata solo da un decorso latente. A causa di cambiamenti nel sistema urinario, il deflusso delle urine viene disturbato, in conseguenza del quale l'infezione raggiunge i reni in modo ascendente.

Secondo le fasi del flusso:

  • L'infiammazione attiva è caratterizzata da sintomi: febbre, pressione, dolore all'addome e bassa schiena, minzione frequente, edema;
  • L'infiammazione latente è caratterizzata dall'assenza di qualsiasi sintomo e, di conseguenza, dalle lamentele del paziente. Tuttavia, la patologia è visibile nell'analisi delle urine;
  • Remissione - non ci sono patologie nelle urine e nei sintomi.

cause di

Nella pielonefrite, come abbiamo già indicato, i reni sono colpiti e fondamentalmente l'effetto dei batteri porta a questo risultato. I microrganismi, che sono comparsi nella pelvi renale o in essa in maniera urogenogenica o ematogena, sono depositati nel tessuto interstiziale del rene, così come nel tessuto del seno renale.

La malattia può verificarsi a qualsiasi età. Più spesso si sviluppa la pielonefrite:

  • nei bambini di età inferiore ai 7 anni (la probabilità di comparsa di pielonefrite aumenta a causa della natura dello sviluppo anatomico);
  • giovani donne di età compresa tra 18 e 30 anni (l'insorgenza di pielonefrite è associata con l'inizio dell'attività sessuale, la gravidanza e il parto);
  • negli uomini anziani (con ostruzione delle vie urinarie dovuta allo sviluppo dell'adenoma prostatico).

Qualsiasi motivo organico o funzionale che impedisca il normale flusso di urina, aumenta la probabilità di sviluppare la malattia. Spesso la pielonefrite compare nei pazienti con urolitiasi.

La causa più comune di infiammazione delle vie urinarie è:

  1. Batterio Kolya (E. coli), stafilococco o enterococco.
  2. Altri batteri gram-negativi hanno meno probabilità di provocare un processo infiammatorio aspecifico.
  3. Spesso i pazienti presentano forme combinate o multiresistenti di infezione (queste ultime sono il risultato di un trattamento antibatterico incontrollato e non sistematico).

Modi di infezione:

  • Ascendente (dal retto o dai fuochi dell'infiammazione cronica, situato negli organi urogenitali);
  • Ematogena (realizzata attraverso il sangue). In questa situazione, la fonte dell'infezione può essere qualsiasi lesione distante situata al di fuori del tratto urinario.

Per il verificarsi di pielonefrite non è sufficiente una penetrazione della microflora nel rene. Per questo, inoltre, sono necessari fattori predisponenti, tra i quali i principali sono:

  1. violazione del deflusso di urina dal rene;
  2. disturbi della circolazione sanguigna e linfatica nell'organo.

Tuttavia, si ritiene che in alcuni casi, microrganismi altamente patogeni possono causare pielonefrite acuta nei reni intatti in assenza di cause predisponenti.

Fattori che aiuteranno i batteri a svilupparsi negli organi appaiati:

  • Mancanza di vitamine;
  • Immunità ridotta;
  • Stress cronico e superlavoro;
  • la debolezza;
  • Malattia renale o predisposizione genetica alla rapida sconfitta degli organi appaiati.

Sintomi di pyelonephritis in adulti

I sintomi della pielonefrite possono variare a seconda dell'età della persona e possono includere quanto segue:

  • malessere generale;
  • Febbre e / o brividi, specialmente nel caso di pyelonephritis affilato;
  • Nausea e vomito;
  • Dolore al lato sotto le costole inferiori, nella parte posteriore, che irradia verso la fossa iliaca e l'area sovrapubica;
  • Confusione di coscienza;
  • Minzione frequente e dolorosa;
  • Sangue nelle urine (ematuria);
  • Urina torbida con un odore pungente.

La pielonefrite è spesso accompagnata da disturbi disurici, manifestati sotto forma di minzione frequente o dolorosa, separazione delle urine in piccole porzioni, predominanza della diuresi notturna durante il giorno.

Sintomi di pyelonephritis renale acuto

In questa forma, la pielonefrite si verifica in concomitanza con sintomi quali:

  • febbre alta, brividi. I pazienti hanno aumentato la sudorazione.
  • Il rene dal lato della lesione fa male.
  • A 3-5 giorni dalla manifestazione della malattia con la palpazione, si può determinare che il rene interessato è in uno stato ingrandito, inoltre, è ancora doloroso.
  • Inoltre dal terzo giorno il pus viene rilevato nelle urine (che è indicato dal termine medico piuria).
  • Brividi e febbre sono accompagnati da mal di testa, dolori alle articolazioni.
  • In parallelo a questi sintomi, c'è un aumento del dolore nella regione lombare, principalmente questo dolore si manifesta ancora dal lato con cui il rene è interessato.

Segni di Pyelonephritis cronico

I sintomi della forma cronica della malattia renale sono molto condizionati e il decorso non ha segni pronunciati. Spesso il processo infiammatorio nella vita di tutti i giorni viene percepito come un'infezione respiratoria:

  • debolezza muscolare e mal di testa;
  • temperatura febbrile

Tuttavia, oltre a questi segni caratteristici della malattia, il paziente ha una minzione frequente, con la comparsa di un odore sgradevole di urina. Nella regione lombare, una persona sente un dolore dolorante costante, sente il desiderio di urinare frequentemente.

I sintomi comuni tardivi della pielonefrite cronica sono:

  • secchezza della mucosa orale (inizialmente insignificante e incostante)
  • disagio nella regione surrenale
  • bruciore di stomaco
  • eruttazione
  • passività psicologica
  • gonfiore del viso
  • pallore della pelle.

Tutto questo può servire come manifestazione di insufficienza renale cronica e sono caratteristici del danno renale bilaterale, il rilascio di fino a 2-3 litri di urina al giorno o più.

complicazioni

Gravi complicanze della pielonefrite includono:

  • insufficienza renale;
  • paranephritis;
  • sepsi e shock batterico;
  • germogli di carbonchio.

Qualsiasi di queste malattie ha gravi conseguenze per il corpo.

Tutti i suddetti sintomi e segni di malattia urologica dovrebbero avere un'adeguata valutazione medica. Non dovresti tollerare e sperare che tutto si formi da solo, così come impegnarsi in un'autotrattamento senza un precedente esame di un medico.

diagnostica

La diagnosi di infiammazione della pelvi renale e del parenchima renale, come al solito, inizia con un esame generale dopo la raccolta dei reclami del paziente. Gli studi strumentali e di laboratorio che danno un quadro completo di ciò che sta accadendo stanno diventando obbligatori.

I metodi di laboratorio includono:

  1. Analisi delle urine generali: un aumento del numero di leucociti e batteri nel campo visivo viene rilevato durante la semina del sedimento urinario su un vetrino. L'urina normale dovrebbe essere di natura acida, con una patologia infettiva, diventa alcalina;
  2. Analisi del sangue clinico generale: tutti i segni di un processo infiammatorio compaiono nel sangue periferico, il tasso di sedimentazione degli eritrociti aumenta e il numero di leucociti nel campo visivo aumenta in modo significativo.
  • nel test del sangue è determinato dall'aumento dei leucociti con uno spostamento della formula a sinistra, accelerato ESR;
  • urina torbida con muco e scaglie, a volte ha un odore sgradevole. Rivela una piccola quantità di proteine, un numero significativo di globuli bianchi e globuli rossi isolati.
  • la vera batteriuria è determinata nelle colture di urina: il numero di corpi microbici per millilitro di urina è> 100 mila.
  • Il test di Nechiporenko rivela la predominanza dei leucociti nella porzione centrale dell'urina rispetto agli eritrociti.
  • in un processo cronico, si osservano cambiamenti nelle analisi biochimiche: un aumento della creatinina e dell'urea.

Tra i metodi di ricerca strumentale prescritti:

  • Ultrasuoni dei reni e dell'addome;
  • tomografia computerizzata o raggi X per rilevare i cambiamenti nella struttura del rene interessato.

Trattamento della pielonefrite renale

Il trattamento della pielonefrite renale deve essere completo, compresi i metodi di trattamento farmacologico e fisioterapico. Completamente trattato con malattia renale contribuisce al rapido recupero del paziente da una patologia infettiva.

di farmaci

L'obiettivo del trattamento farmacologico è mirato non solo a distruggere gli agenti infettivi e ad alleviare i sintomi sintomatici, ma anche a ripristinare le funzioni vitali del corpo mentre la pielonefrite è progredita.

  1. Antibiotici. Durante le esacerbazioni, non possono fare a meno di loro, ma è ottimale se sono prescritti da un medico, ancora meglio, se allo stesso tempo spiega come raccogliere e dove passare l'urina per la semina sulla microflora e la sensibilità agli antibiotici. Il più delle volte in pratica ambulatoriale sono utilizzati:
    • penicilline protette (Augmentin),
    • Cefalosporine di seconda generazione (Ceftibuten, Cefuroxime),
    • fluorochinoloni (ciprofloxacina, norfloxacina, ofloxacina)
    • nitrofurans (Furadonin, Furamag), così come Palin, Biseptol e Nitroxoline.
  2. Farmaci diuretici: prescritto per la pielonefrite cronica (per rimuovere l'eccesso di acqua dal corpo e possibile edema), con acuto non è prescritto. Furosemide 1 compressa 1 volta a settimana.
  3. Immunomodulatori: aumentano la reattività del corpo con la malattia e per prevenire l'esacerbazione della pielonefrite cronica.
    • Timalin, per via intramuscolare su 10-20 mg una volta al giorno, 5 giorni;
    • T-activin, per via intramuscolare, 100 mcg 1 volta al giorno, 5 giorni;
  4. Multivitaminici, (Duovit, 1 compressa 1 volta al giorno), la tintura di Ginseng - 30 gocce 3 volte al giorno, sono utilizzati anche per aumentare l'immunità.
  5. I farmaci antinfiammatori non steroidei (Voltaren) hanno effetti anti-infiammatori. Voltaren dentro, su 0,25 g 3 volte al giorno, dopo pasto.

Il trattamento della pielonefrite cronica viene eseguito secondo gli stessi principi della terapia del processo acuto, ma è più duraturo e più laborioso. La terapia della pielonefrite cronica comprende le seguenti misure terapeutiche:

  • eliminazione dei motivi che hanno portato all'ostruzione del deflusso delle urine o alla compromissione della circolazione renale;
  • terapia antibatterica (il trattamento è prescritto tenendo conto della sensibilità dei microrganismi);
  • normalizzazione dell'immunità generale.

Il compito del trattamento nel periodo di esacerbazione è ottenere una remissione completa clinica e di laboratorio. A volte anche un trattamento di 6 settimane con antibiotici non dà il risultato desiderato. In questi casi, lo schema viene praticato, quando per sei mesi viene prescritto un farmaco antibatterico per 10 giorni al mese (ogni volta uno diverso, ma tenendo conto dello spettro di sensibilità) e le erbe diuretiche durante il resto del tempo.

Trattamento chirurgico

L'intervento chirurgico è prescritto nel caso in cui durante il trattamento conservativo le condizioni del paziente rimangano gravi o peggiorino. Di regola, la correzione chirurgica è effettuata quando un pyelonephritis purulento (apostemozny), un ascesso o un rene di carbonchio è rivelato.

Durante l'operazione, il chirurgo esegue il ripristino del lume dell'uretere, l'escissione del tessuto infiammatorio e la creazione di drenaggio per il deflusso di liquido purulento. Se il parenchima renale viene significativamente distrutto, viene eseguita un'operazione - nefrectomia.

Dieta e corretta alimentazione

L'obiettivo perseguito dalla dieta per la pielonefrite -

  • risparmiando la funzione renale, creando condizioni ottimali per il loro lavoro,
  • normalizzazione del metabolismo non solo nei reni, ma anche in altri organi interni,
  • abbassando la pressione sanguigna
  • riduzione dell'edema,
  • massima escrezione di sali, sostanze azotate e tossine dal corpo.

Secondo la tabella delle tabelle mediche secondo Pevzner, la dieta con pielonefrite corrisponde alla tabella n. 7.

La caratteristica generale del tavolo di trattamento n. 7 è una piccola restrizione delle proteine, mentre i grassi e i carboidrati corrispondono alle norme fisiologiche. Inoltre, la dieta dovrebbe essere fortificata.

Prodotti che devono essere limitati o, se possibile, esclusi per il periodo di trattamento:

  • brodi e zuppe di carne, brodo di pesce - si tratta dei cosiddetti "primi" brodi;
  • primi piatti di legumi;
  • pesce in forma salata e affumicata;
  • eventuali varietà grasse di pesce di fiume e di mare;
  • caviale di qualsiasi pesce;
  • frutti di mare,
  • carne grassa;
  • lardo e grasso;
  • pane con sale;
  • qualsiasi prodotto di farina con aggiunta di sale;
  • funghi di qualsiasi tipo e cucinati in qualsiasi modo;
  • tè e caffè forti;
  • cioccolato;
  • confetteria (torte e torte);
  • acetosa e spinaci;
  • ravanello e ravanello;
  • cipolle e aglio;
  • salsicce e salsicce - bollite, affumicate, fritte e al forno;
  • eventuali prodotti affumicati;
  • formaggi affettati e grassi;
  • carne e pesce in scatola;
  • sottaceti e sottaceti;
  • panna acida ad alto contenuto di grassi.

Alimenti ammessi:

  • Carni magre, pollame e pesce. Nonostante il fatto che i cibi fritti siano accettabili, si consiglia di bollire e cuocere a vapore, cuocere a fuoco lento e cuocere senza sale o spezie.
  • Le bevande sono consigliate per bere più tè verde, varie bevande alla frutta, composte, tisane e decotti.
  • Zuppe povere di grassi, preferibilmente su base vegetale vegetariana.
  • Le verdure più preferite per questa dieta - zucca, patate, zucchine.
  • I cereali dovrebbero essere evitati, ma il grano saraceno e l'avena sono accettabili e utili in questa malattia.
  • Si consiglia di mangiare il pane senza l'aggiunta di sale, non è consigliato immediatamente. Si consiglia di fare un toast di pane, asciugarlo nel forno. Sono ammessi anche pancakes, pancakes.
  • Quando pielonefrite è consentito prodotti lattiero-caseari, se sono senza grassi o a basso contenuto di grassi.
  • I frutti possono essere consumati in qualsiasi quantità, sono utili nel processo infiammatorio dei reni.

Dieta con pielonefrite facilita il lavoro dei reni malati e riduce il carico su tutti gli organi del sistema urinario.

Rimedi popolari

Prima di usare rimedi popolari per la pielonefrite, assicurati di consultare il tuo medico, perché Ci possono essere controindicazioni individuali da usare.

  1. 10 grammi di raccolta (preparati da foglie di mirtillo rosso, farfara, fragole, fiordaliso, erba veronica di bosco, ortica e seme di lino) versare acqua bollente (0,5 litri) e riporre in un thermos per 9 ore. È necessario consumare 1/2 tazza almeno 3 volte al giorno.
  2. Il succo di zucca è particolarmente richiesto, che ha un forte effetto anti-infiammatorio durante la cistite e la pielonefrite. Dal vegetale, puoi cucinare te stesso porridge medicinali per colazione o cucinarlo per una coppia, così come nel forno.
  3. Seta di mais - capelli di mais maturo - come diuretico con maggiore pressione. Inoltre, la pianta ha un effetto antispasmodico, che eliminerà la sindrome del dolore nel processo infiammatorio nei reni e in altre parti del corpo, tuttavia, se i coaguli di sangue si formano troppo spesso nel sangue del paziente, la seta di mais dovrà essere abbandonata.
    • Asciugare e macinare la pianta.
    • Versare 1 cucchiaio di pelo con 1 tazza di acqua bollente.
    • Cuocere per 20 minuti.
    • Insistere 40 minuti.
    • Prendi 2 cucchiai. decotto ogni 3 ore.
  4. Raccolta di pyelonephritis di rene: 50 g - coda di cavallo, fragole (bacche) e bacche di rosa canina; 30 g - ortica (foglie), piantaggine, mirtillo rosso e uva ursina; su 20 g - luppolo, ginepro e foglie di betulla. L'intera composizione medicinale mescola e riempie 500 ml di acqua. Porta a ebollizione tutta la massa medica. Dopo il filtraggio, utilizzare 0,5 tazze 3 volte al giorno.

prevenzione

Per la prevenzione della pielonefrite raccomandata:

  • visitare un urologo (una volta ogni 3-4 mesi);
  • tempo di trattare le malattie urologiche e ginecologiche;
  • consumare grandi quantità di liquidi per normalizzare il flusso di urina;
  • evitare l'ipotermia;
  • condurre uno stile di vita sano;
  • attenersi a una dieta equilibrata;
  • non abusare di alimenti proteici;
  • per gli uomini, per controllare lo stato del sistema urinario, soprattutto se in passato ci sono state trasferite malattie urologiche;
  • in presenza di urgenza di urinare per non ritardare il processo;
  • seguire le regole dell'igiene personale.

La pielonefrite renale è una malattia grave che deve essere trattata quando compaiono i primi segni in modo che non ci siano complicazioni. Assicurati di sottoporti a una diagnosi da un nefrologo o urologo, 1-2 volte l'anno.