Il ruolo dei reni nel supporto vitale del corpo umano e delle loro funzioni

Diete

I reni sono un organo a forma di coppia della forma a forma di fagiolo, principalmente responsabile della formazione di urina e dell'eliminazione di vari rifiuti dal corpo. Il peso medio di un rene adulto è 200-300 g, e la dimensione è 11,5-12,5 x 5-6 x 3-4 cm. Alla nascita, il rene del bambino pesa circa 11-12 g ciascuno, e la dimensione è 4 x 2 x 1,5 cm

Come sono i reni, quali organi li circondano

I reni si trovano nella cavità addominale, nel cosiddetto spazio retroperitoneale. Entrambi sono situati su entrambi i lati della colonna vertebrale nella regione delle costole XI-XII e le tre vertebre lombari superiori. E il rene destro è a pochi centimetri sotto la sinistra.

I "vicini" di organi del rene destro sono il fegato, il duodeno e il colon, e la sinistra sono lo stomaco, la milza, il pancreas, il digiuno e il colon discendente. Ed entrambi sono adiacenti, rispettivamente, alle ghiandole surrenali destra e sinistra. Dall'alto, le superfici posteriori dei reni sono in contatto con il diaframma.

Cosa è il rene "confezionato"?

  • Capsula fibrosa Questo è il guscio più interno, che è adiacente direttamente alla sostanza del rene stesso, permettendogli di mantenere il suo volume.
  • Paranefron. Questo è uno strato di grasso che avvolge il rene. La funzione principale - assorbimento degli urti, protegge dagli urti.
  • Fascia renale. Copre il rene dall'esterno, comprendendo sia l'organo stesso che i vasi entranti, i nervi e l'uretere.

Perché il rene non "cade"

Normalmente, i reni devono essere sempre posizionati sopra gli ureteri e la vescica e non si muovono quando il corpo è inclinato e inclinato. Per fare questo, ogni rene ha il suo cosiddetto dispositivo di fissazione, che gli consente di mantenere l'organo quasi immobile. Questa unità include:

  • Il muscoloso letto formato sui lati del muscolo addominale trasversale, dietro il muscolo quadrato del lombo e più vicino alla colonna vertebrale - i grandi muscoli lombari.
  • La fascia renale che è attaccata alla colonna vertebrale.
  • Le navi renali che collegano questo organo con l'aorta e la vena cava inferiore.

Un ulteriore elemento di fissazione è la creazione di una pressione intra-addominale da parte dei muscoli addominali, che facilita la compressione degli organi addominali ai reni.

Se l'apparato di fissazione è debole, si sviluppa uno stato come un rene vagante, quando si muove verso il basso e poi indietro. Questo vagabondaggio è accompagnato da un aumento della pressione arteriosa dovuto al fatto che l'arteria renale è piegata.

Struttura esterna

Questo organo liscio e piuttosto grande sembra un fagiolo o un fagiolo, con il bordo interno concavo rivolto verso la spina dorsale, oltre all'aorta e alla vena cava inferiore che lo attraversa. Intorno al centro dell'organo su questo lato sono le porte renali, che sono una stretta fessura, che include le arterie renali, e le vene e l'uscita dell'uretere.

Nel rene si distinguono:

  • polo superiore e inferiore;
  • porte;
  • superficie anteriore e posteriore;
  • bordi - mediale e laterale (interno, esterno).

Struttura interna

Parenchima renale

È di colore eterogeneo, in esso, rispettivamente, ci sono 2 strati:

  • luce, sostanza corticale esterna;
  • più scuro, interno - materia cerebrale.

La sostanza corticale si trova sulla periferia del rene e ha l'aspetto di una striscia relativamente stretta con uno spessore di 5-8 mm. Qui ci sono le principali unità funzionali di formazione delle urine: i nefroni glomeruli.

La sostanza cerebrale si trova più vicino al centro del rene, spostandosi dolcemente nella cavità situata all'interno di questo organo - il sistema di placche a coppa-bacino. Qui si concentrano i nefron canalicoli, da cui l'urina formatasi entra nelle coppe renali.

Coppa e sistema pelvi

Queste sono piccole tazze di rene, che numerano in ciascun rene da 6 a 12 pezzi. Più vicino all'uretere, si fondono l'uno con l'altro, formando 2-3 grandi tazze renali, passando in una cavità - la pelvi renale. E il bacino nell'area del cancello renale passa nell'uretere.

Se per qualsiasi motivo il deflusso di urina è bruscamente disturbato, allora comincia ad accumularsi nella pelvi e nelle tazze, e il volume di spazio occupato dall'urina aumenta sempre di più. Se non fornisci assistenza tempestiva ripristinando l'uscita di urina disturbata, il fluido inizierà a spremere il parenchima, spingendolo verso la periferia e causando la sua atrofia.

Rene al microscopio

nefrone

È la principale unità strutturale del rene. Uno di questi nefron ha una lunghezza di circa 5 cm, e ci sono più di 1.000.000 in ciascun rene, ed è qui che si forma l'urina, che successivamente entra nel sistema a bacino e poi nell'uretere e nella vescica.

Nefrone ha una struttura piuttosto complessa, i suoi elementi principali sono:

  • malpigievo piccolo corpo (glomerulo);
  • Capsula di Shumlyansky-Bowman;
  • tubulo contorto prossimale;
  • cappio di Henle;
  • tubulo contorto distale;
  • condotto collettivo.

Malpigiyevo piccolo corpo

In realtà, non è un glomerulo, ma un intero conglomerato dei vasi più sottili, il sangue in cui penetra lungo l'arteriola più ampia, ma viene rimosso lungo un'arteriola espansa più stretta. A causa della differenza del lume tra le arteriole in uscita e in uscita, il flusso sanguigno nei vasi del corpo malpighiano è significativamente più alto del deflusso da esse, il che crea una maggiore pressione. È a causa di questa pressione che parte del plasma sanguigno inizia a fluire attraverso la capsula di Shumlyansky-Bowman direttamente nel sistema dei tubuli nefronati.

Anche se malpigiyevy piccoli corpi (glomeruli) stessi sono di piccole dimensioni, ma a causa del loro numero elevato in entrambi i reni, circa 1 litro di sangue scorre attraverso di loro in appena un minuto, che è 60 litri all'ora o 1.440 litri al giorno, e questo risulta più di 7 pieni bagni standard. Nel corpo umano, il volume del sangue è del 7-8% del peso corporeo totale, che è di circa 4,9-5,6 litri e pesa 70 kg. Ciò significa che attraverso i reni l'intero volume di sangue nel corpo viene filtrato ogni 5-6 minuti e un giorno almeno 240 volte.

Capsula di Shumlyansky-Bowman

Esternamente, assomiglia a un bicchiere formato da due pareti, vuoto all'interno. La parte interna di questa capsula è molto aderente alla palla, coprendola quasi da tutti i lati. Tra la parete esterna e quella interna di questa capsula si trova una cavità, chiamata spazio urinario, che passa poi dolcemente nella sezione successiva del nefrone, il tubulo contorto prossimale.

Insieme alle pareti dei capillari dei vasi malpighiani, la parete interna della capsula Shumlyansky-Bowman è un filtro ai reni, una sorta di "setaccio" attraverso il quale plasma sanguigno e alcune piccole molecole proteiche, così come composti a basso peso molecolare, vengono filtrati nei neofron canalicoli. Il risultato è la cosiddetta urina primaria. In realtà, si tratta dello stesso plasma sanguigno, separato dalla maggior parte dei globuli rossi e di altre cellule del sangue, nonché da grandi molecole proteiche. In un solo giorno vengono prodotti in questo modo circa 150-170 litri di urina primaria.

La formazione dell'urina primaria dipende molto da quanta pressione si crea nei capillari dei corpuscoli malpighiani. Perché a bassa pressione, il filtro renale semplicemente non funzionerà e, di conseguenza, l'urina non si formerà. La pressione nei glomeruli del rene dipende non solo dal diametro delle arteriole portanti e uscenti, ma anche dalla pressione arteriosa, comprese le arterie renali, attraverso cui il sangue scorre nei corpi malpighiani dei nefroni.

A causa del fatto che un livello relativamente alto di pressione del sangue è estremamente importante per la formazione di urina, il rene contiene un potente sistema per regolare la pressione sanguigna - il cosiddetto apparato juxtaglomerular (SUBA). Le cellule appartenenti alla SOA si trovano vicino ai corpi dei nefroni di Malpighia e controllano chiaramente la pressione arteriosa in questi vasi. E se raggiunge un valore criticamente basso, allora producono il renin. La renina, a sua volta, innesca un intero ciclo di reazioni che portano ad un aumento della pressione sanguigna in tutto il corpo.

Ci sono situazioni in cui la pressione del sangue non si riduce in tutto il corpo, ma solo nell'arteria renale di uno dei reni, per esempio, quando si forma una placca aterosclerotica o durante un rene vagante quando scende. In questo caso, il lume dell'arteria stessa e, conseguentemente, la pressione sotto la quale il sangue raggiunge i corpi malpighiani del nefrone, si restringe bruscamente. In questo contesto, lo YUGA sta lanciando la produzione di renina e la pressione totale aumenta. Allo stesso tempo, si sviluppa l'ipertensione, che è abbastanza difficile da trattare regolarmente con farmaci antipertensivi. Inoltre, la pressione arteriosa aumenta con varie altre malattie renali, ad esempio con glomerulonefrite.

Tubuli di nefrone e cappio di Henle

Dopo aver passato la capsula di Shumlyansky-Bowman, l'urina entra nel tubulo contorto prossimale. È letteralmente coperto di vasi sanguigni e il suo ruolo è quello di inviare dall'urina primaria nel sangue quelle sostanze che il corpo considera necessarie per un ulteriore uso.

È nei tubuli convoluti prossimali dei nefroni che l'80-85% dei composti utili e l'acqua sono riassorbiti nel flusso sanguigno e solo il 15-20% nel cappio di Henle e il tubulo distale contorto. Di conseguenza, su 150-170 litri di urina primaria rimangono solo 0,7-1,5 litri di urina, che normalmente non contengono proteine, glucosio ed è più concentrata. Dai tubuli contorti, l'urina entra nei tubuli diretti, che si uniscono tra di loro e si aprono nella regione delle coppe del rene.

Attraverso i reni vengono rimossi:

  • prodotti di degradazione finale di proteine ​​(urea, creatinina, acido urico);
  • varie tossine;
  • droghe e così via.

Se per qualche ragione muore un gran numero di nefroni, il resto non sempre fa fronte all'aumento del carico, e il corpo è intasato - si sviluppa un'insufficienza renale. Può manifestare una sensazione di sete, stanchezza e ipertensione. Successivamente, a causa di insufficienza renale, l'emoglobina diminuisce, si verificano crampi muscolari, dolore alle articolazioni, nausea, vomito, gonfiore del viso, ecc.

Funzione renale

Oltre alla formazione di urina ed escrezione delle scorie, oltre alla regolazione della pressione arteriosa, i reni svolgono le seguenti importanti funzioni:

  • Mantenere l'equilibrio del sangue acido-base. Ciò è dovuto al fatto che i reni stessi regolano la quantità di sodio e di altri oligoelementi che devono essere rimossi dal corpo.
  • Emopoietiche. Nel parenchima renale vi sono cellule che producono eritropoietina, che stimola la formazione di globuli rossi nel midollo osseo.
  • Sviluppo di varie sostanze biologicamente attive che influenzano i processi di infiammazione, funzione sessuale, attività secretoria dello stomaco, ecc.

Maggiori informazioni sui reni

  • A causa dell'enorme numero di nefroni in entrambi i reni, anche se uno di questi viene rimosso, una persona può vivere senza sviluppare una fase terminale di insufficienza renale.
  • Al fine di evitare un carico eccessivo sui reni, si dovrebbe bere liquido 1-2 tazze alla volta abbastanza regolarmente per 1 volta e 1,5-2 litri al giorno per una buona rimozione delle scorie.
  • Tra gli organi interni, il rene è il più frequentemente trapiantato.
  • Quando pyelone- o glomerulonefrite, i reni stessi non possono ferire, quindi una persona può creare una falsa impressione di benessere. Il miglior controllo sulla salute dei reni è un esame preventivo annuale (ecografia dei reni e emocromo completo).

Quale dottore contattare

La patologia del parenchima renale (vari glomerulonefriti, nefropatie) è trattata da un nefrologo, una malattia del sistema di produzione pelvi-pelvi (pielonefrite, urolitiasi), prerogativa dell'urologo. Anomalie delle arterie renali - una ragione per consultare un cardiologo e un chirurgo vascolare.

reni

I reni sono organi parenchimali accoppiati che formano l'urina.

Struttura del rene

I reni si trovano su entrambi i lati della colonna vertebrale nello spazio retroperitoneale, cioè un foglio di peritoneo copre solo il loro lato anteriore. I confini della posizione di questi organi variano ampiamente, anche all'interno del range normale. Di solito il rene sinistro si trova leggermente più in alto rispetto alla destra.

Lo strato esterno del corpo è formato da una capsula fibrosa. La capsula fibrosa copre il grasso. Le membrane renali, insieme al letto renale e al peduncolo renale, costituito da vasi sanguigni, nervi, uretere e pelvi, appartengono all'apparato di fissazione del rene.

Anatomicamente, la struttura del rene ricorda l'aspetto di un fagiolo. In esso distinguono i poli superiore e inferiore. Il bordo interno concavo, nella rientranza di cui entra la gamba renale, è chiamato il cancello.

Sulla sezione, la struttura del rene è eterogenea - lo strato superficiale di colore rosso scuro è chiamato la sostanza corticale, che è formata da corpuscoli renali, nefronali distali e prossimali canaliculi. Lo spessore dello strato corticale varia da 4 a 7 mm. Lo strato profondo di colore grigio chiaro è chiamato strato cerebrale, non è continuo, è formato da piramidi triangolari costituite da tubuli collettori, dotti papillari. I dotti papillari terminano nella parte superiore dei fori papillari della piramide renale che si aprono nel calice renale. Le tazze si fondono e formano un'unica cavità, la pelvi renale, che nel gate del rene continua fino all'uretere.

Al livello micro della struttura del rene, la sua unità strutturale principale, il nefrone, è isolata. Il numero totale di nefroni raggiunge i 2 milioni.La composizione del nefrone comprende:

  • Glomerulo vascolare;
  • Capsula glomerulare;
  • Tubulo prossimale;
  • Ciclo di Henle;
  • Tubulo distale;
  • Raccolta di tubuli

Il glomerulo vascolare è formato da una rete di capillari, in cui inizia la filtrazione dal plasma dell'urina primaria. Le membrane attraverso le quali viene effettuata la filtrazione hanno pori così stretti che le normali molecole proteiche non le attraversano. Quando promuovono l'urina primaria attraverso il sistema di tubuli e tubuli, gli ioni, il glucosio e gli amminoacidi importanti per il corpo vengono assorbiti attivamente da esso e gli scarti del metabolismo rimangono e sono concentrati. L'urina secondaria entra nelle tazze renali.

Funzione renale

La funzione principale dei reni è escretoria. Formano l'urina, da cui vengono eliminati prodotti di decomposizione tossici di proteine, grassi e carboidrati dal corpo. Pertanto, il corpo mantiene l'omeostasi e l'equilibrio acido-base, incluso il contenuto di ioni vitali di potassio, sodio.

Dove il tubulo distale è a contatto con il polo del glomerulo, si trova il cosiddetto "spot denso", in cui sostanze speciali cellule juxtaglomerulari sintetizzano renina ed eritropoietina.

La formazione di renina è stimolata da una diminuzione della pressione sanguigna e degli ioni sodio nelle urine. La renina contribuisce alla conversione dell'angiotensinogeno in angiotensina, che è in grado di aumentare la pressione costringendo i vasi sanguigni e aumentando la contrattilità miocardica.

L'eritropoietina stimola la formazione di globuli rossi - globuli rossi. La formazione di questa sostanza stimola l'ipossia - una diminuzione del contenuto di ossigeno nel sangue.

Malattia renale

Il gruppo di malattie che violano la funzione escretoria dei reni è piuttosto esteso. Le cause della malattia possono essere l'infezione in diverse parti dei reni, l'infiammazione autoimmune e disturbi metabolici. Spesso il processo patologico nei reni è una conseguenza di altre malattie.

Glomerulonefrite - infiammazione dei glomeruli renali, in cui il filtraggio delle urine. La causa può essere processi infettivi e autoimmuni nei reni. In questa malattia renale, l'integrità della membrana di filtrazione glomerulare è compromessa e le proteine ​​e le cellule del sangue iniziano a penetrare nelle urine.

I principali sintomi della glomerulonefrite sono l'edema, l'aumento della pressione sanguigna e la rilevazione di un gran numero di globuli rossi, cilindri e proteine ​​nelle urine. Il trattamento del rene con glomerulonefrite comprende necessariamente farmaci anti-infiammatori, antibatterici, antipiastrinici e corticosteroidi.

La pielonefrite è una malattia infiammatoria dei reni. Nel processo di infiammazione sono coinvolti il ​​tessuto pan-Cup e interstiziale (intermedio). La causa più comune di pielonefrite è l'infezione microbica.

I sintomi della pielonefrite saranno la reazione generale del corpo all'infiammazione sotto forma di febbre, cattiva salute, mal di testa, nausea. Tali pazienti lamentano dolore nella zona lombare, che è aggravata dal picchiettamento nella zona dei reni e la produzione di urina può diminuire. Nei test delle urine ci sono segni di infiammazione - leucociti, batteri, muco. Se la malattia si ripresenta frequentemente, c'è il rischio che diventi cronico.

Il trattamento del rene con pielonefrite comprende necessariamente antibiotici e urosettici, a volte diversi corsi di fila, diuretici, disintossicazione e agenti sintomatici.

L'urolitiasi è caratterizzata dalla formazione di calcoli renali. La ragione principale di questo è un disturbo metabolico e un cambiamento nelle proprietà acido-base delle urine. Il pericolo di trovare calcoli renali è che possono bloccare il tratto urinario e disturbare il flusso di urina. Quando l'urina ristagna, il tessuto renale può facilmente infettarsi.

I sintomi di urolitiasi saranno mal di schiena (può essere solo da un lato), aggravati dopo l'esercizio. L'orinazione aumenta e provoca dolore. Quando una pietra dal rene entra nell'uretere, il dolore si diffonde all'inguine e ai genitali. Tali attacchi di dolore sono chiamati colica renale. A volte dopo il suo attacco, piccole urine e sangue si trovano nelle urine.

Per eliminare definitivamente i calcoli renali, è necessario seguire una dieta speciale che riduce la formazione di calcoli. Con piccole pietre nel trattamento dei reni utilizzare preparazioni speciali per la loro dissoluzione sulla base di acido urodesossicolico. Alcune erbe (immortelle, mirtilli rossi, uva ursina, aneto, equiseto) hanno un effetto curativo sulla urolitiasi.

Quando le pietre sono abbastanza grandi o non possono essere sciolte, si usa l'ecografia per schiacciarle. In caso di emergenza, può essere necessaria la rimozione chirurgica dai reni.

Cosa forniscono i reni?

Lascia un commento 5.580

I reni fungono da "filtro" naturale del sangue che, se usato correttamente, rimuove le sostanze nocive dal corpo. La regolazione della funzione renale nel corpo è vitale per il funzionamento stabile del corpo e del sistema immunitario. Per una vita comoda abbiamo bisogno di due organi. Ci sono casi in cui una persona rimane con uno di loro - è possibile vivere allo stesso tempo, ma tutta la tua vita dovrà dipendere dagli ospedali, e la protezione contro le infezioni diminuirà diverse volte. Di cosa sono responsabili i reni, perché sono necessari nel corpo umano? Per fare ciò, esamina le loro funzioni.

Struttura del rene

Immergiti più a fondo nell'anatomia: gli organi escretori comprendono i reni: si tratta di un organo a forma di fagiolo accoppiato. Si trovano nella regione lombare, con il rene sinistro più in alto. Questa è la natura: sopra il rene destro c'è il fegato, che non gli consente di spostarsi da nessuna parte. Per quanto riguarda le dimensioni, gli organi sono quasi gli stessi, ma notiamo che quello giusto è leggermente più piccolo.

Qual è la loro anatomia? Esternamente, il corpo è ricoperto da una guaina protettiva e al suo interno organizza un sistema in grado di accumulare e rimuovere il fluido. Inoltre, il sistema include il parenchima, che crea la sostanza cerebrale e corticale e fornisce gli strati esterni ed interni. Parenchima: un insieme di elementi di base limitati alla base connettiva e al guscio. Il sistema di accumulo è un calice renale di piccole dimensioni, che nel sistema ne forma uno grande. La connessione di quest'ultimo forma il bacino. A sua volta, il bacino è collegato alla vescica attraverso gli ureteri.

Attività principali

Durante il giorno, i reni e il fegato processano e purificano il sangue da scorie, tossine, prodotti di degradazione. Più di 200 litri di sangue vengono pompati attraverso i reni al giorno, il che ne garantisce la purezza. I microrganismi negativi invadono il plasma sanguigno e vengono inviati alla vescica. Quindi cosa fanno i reni? Data la quantità di lavoro che fornisce i reni, una persona non potrebbe esistere senza di loro. Le funzioni principali dei reni svolgono il seguente lavoro:

  • escretore (escretore);
  • omeostatico;
  • metabolica;
  • endocrino;
  • secretoria;
  • funzione di formazione del sangue.
Torna al sommario

Funzione eccitatoria - come principale responsabilità dei reni

La funzione escretoria è quella di rimuovere le sostanze nocive dall'ambiente interno. In altre parole, è la capacità dei reni di correggere lo stato acido, stabilizzare il metabolismo del sale dell'acqua, partecipare al sostegno della pressione sanguigna. Il compito principale è quello di cadere su questa funzione dei reni. Inoltre, regolano la quantità di sali, proteine ​​nel liquido e forniscono il metabolismo. La funzione escretoria renale compromessa porta a un risultato terribile: coma, disturbo dell'omeostasi e persino morte. In questo caso, una violazione della funzione escretoria renale si manifesta con un livello elevato di tossine nel sangue.

La funzione escretoria dei reni avviene tramite nefroni - unità funzionali nei reni. Da un punto di vista fisiologico, il nefrone è un corpo renale nella capsula, con tubuli prossimali e un tubo cumulativo. I nefroni svolgono un lavoro responsabile: controllano la corretta attuazione dei meccanismi interni nell'uomo.

Funzione escretoria Fasi di lavoro

La funzione escretoria dei reni passa attraverso le seguenti fasi:

  • secrezione;
  • filtraggio;
  • riassorbimento.
La funzione escretoria renale compromessa conduce allo sviluppo dello stato tossico del rene.

Quando la secrezione dal sangue espelleva il prodotto dello scambio, il bilancio degli elettroliti. La filtrazione è il processo mediante il quale una sostanza entra nelle urine. Allo stesso tempo, il fluido che è passato attraverso i reni assomiglia al plasma sanguigno. Nella filtrazione, si distingue un indicatore che caratterizza il potenziale funzionale di un organo. Questo indicatore è chiamato velocità di filtrazione glomerulare. Questo valore è necessario per determinare il tasso di urina per un tempo specifico. La capacità di assorbire elementi importanti dall'urina nel flusso sanguigno è chiamata riassorbimento. Questi elementi sono proteine, amminoacidi, urea, elettroliti. Il tasso di riassorbimento varia con la quantità di fluido nel cibo e la salute del corpo.

Qual è la funzione secretoria?

Ancora una volta, notiamo che i nostri organi omeostatici controllano il meccanismo interno del lavoro e i tassi metabolici. Filtrano il sangue, monitorizzano la pressione sanguigna, sintetizzano i principi attivi biologici. L'aspetto di queste sostanze è direttamente correlato all'attività secretoria. Il processo riflette la secrezione di sostanze. A differenza della funzione escretoria, la funzione secretoria dei reni è coinvolta nella formazione di urina secondaria, un fluido privo di glucosio, aminoacidi e altre sostanze benefiche per l'organismo. Considerare il termine "secrezione" in dettaglio, perché in medicina ci sono diverse interpretazioni:

  • sintesi di sostanze che successivamente ritornano all'organismo;
  • sintetizzare sostanze chimiche con cui il sangue è saturo;
  • rimozione di cellule di nefroni dal sangue di elementi non necessari.
Torna al sommario

Lavoro omeostatico

La funzione omeostatica serve a regolare l'equilibrio salino e acido-base del corpo.

L'equilibrio di sale e acqua può essere descritto come segue: mantenere una quantità costante di fluido nel corpo umano, dove gli organi omeostatici influenzano la composizione ionica delle acque intracellulari ed extracellulari. Grazie a questo processo, il 75% degli ioni sodio e il cloro vengono riassorbiti dal filtro glomerulare, mentre gli anioni si muovono liberamente e l'acqua viene riassorbita passivamente.

La regolazione da parte dell'organismo dell'equilibrio acido-base è un fenomeno complesso e confuso. Il mantenimento di un pH stabile nel sangue è dovuto al "filtro" e ai sistemi tampone. Rimuovono i componenti acido-base, che normalizzano la loro quantità naturale. Quando il pH del sangue cambia (questo fenomeno è chiamato acidosi tubulare), si forma l'urina alcalina. L'acidosi tubulare rappresenta una minaccia per la salute, ma meccanismi speciali sotto forma di secrezione di h +, ammoniogenesi e gluconeogenesi, fermano l'ossidazione delle urine, riducono l'attività degli enzimi e sono coinvolti nella conversione di sostanze reattive agli acidi in glucosio.

Il ruolo della funzione metabolica

La funzione metabolica dei reni nell'organismo avviene attraverso la sintesi di principi attivi biologici (renina, eritropoietina e altri), poiché influenzano la coagulazione del sangue, il metabolismo del calcio, la comparsa di globuli rossi. Questa attività determina il ruolo dei reni nel metabolismo. La partecipazione al metabolismo delle proteine ​​è fornita dal riassorbimento dell'aminoacido e dalla sua ulteriore escrezione da parte dei tessuti corporei. Da dove provengono gli aminoacidi? Appare dopo la scissione catalitica di sostanze biologicamente attive, quali insulina, gastrina, ormone paratiroideo. Oltre al catabolismo del glucosio, i tessuti possono produrre glucosio. La gluconeogenesi si verifica all'interno dello strato corticale e la glicolisi si verifica nel midollo. Risulta che la conversione dei metaboliti acidi in glucosio regola il pH del sangue.

Cosa fa la funzione endocrina?

Considerando che non ci sono tessuti endocrini nei reni, allora viene sostituito da cellule in cui avvengono i processi di sintesi e secrezione. Questi ultimi hanno le proprietà degli ormoni calcitriolo, renina, eritropoietina. Cioè, la funzione endocrina dei reni comporta la produzione di ormoni. Ognuno di questi ormoni svolge un ruolo nella vita umana.

Il calcitriolo subisce un complesso processo di conversione, che è diviso in tre parti. Il primo stadio inizia nella pelle, il secondo continua nel fegato e finisce nei reni. Il calcitriolo aiuta ad assorbire il calcio e controlla la sua funzione nelle cellule dei tessuti. La carenza di ormone calcitriolico porta a debolezza muscolare, rachitismo, alterazione della cartilagine e sviluppo osseo nei bambini.

La renina (prorenin) è prodotta dall'apparato iuxtaglomerulare. È un enzima che scompone la globulina alfa (compare nel fegato). Parlando in un linguaggio non medico, l'ormone renina regola la circolazione sanguigna renale, il volume della circolazione sanguigna, monitora la stabilità del metabolismo del sale marino nel corpo umano.

L'eritropoietina (un altro nome per l'emopoietina) controlla il meccanismo di formazione dell'eritropoiesi - il processo di comparsa dei globuli rossi (eritrociti). La secrezione di eritropoietina si verifica nei reni e nel fegato. Questo meccanismo è potenziato sotto l'influenza di glucocorticoidi, che porta ad un rapido aumento dei livelli di emoglobina in una situazione stressante. L'eritropoietina svolge un ruolo importante nella formazione del sangue.

Il ruolo dell'organo nella formazione del sangue

Il normale funzionamento dei reni pulisce il sangue e crea nuove cellule del sangue. È stato precedentemente notato che la funzione endocrina è responsabile della produzione dell'ormone eritropoietina. Questo ormone è responsabile della creazione di cellule del sangue (eritrociti). E il valore dei reni nel sangue. Nota, non è solo il corpo della coppia che prende parte al processo. Tuttavia, in sua assenza, vi è una diminuzione dell'eritropoietina, un dato fattore che sopprime l'eritropoiesi.

Disfunzione renale

A differenza di altri organi, questo organo interno è danneggiato quasi impercettibilmente. Ma alcuni sintomi lievi possono "suggerire" i cambiamenti in atto. Quali sono questi "suggerimenti"? Considera esempi:

  1. Gli edemi sotto gli occhi nascono dal nulla e spariscono inosservati, proprio come la pelle diventa pallida.
  2. I dolori sono estremamente rari, solo nel caso di infiammazione o calcoli renali. Non è l'organo stesso a ferire, ma gli ureteri - i percorsi lungo i quali si muove la pietra.
  3. L'aumento della pressione non è solo un segno di ipertensione. Aumentare la pressione della nefrite o delle lesioni secondarie in altre malattie (diabete, aterosclerosi).
  4. Valutazione del colore delle urine. Quando appare una tinta rossastra, è possibile urolitiasi o lesione. L'urina incolore indica che la funzione di concentrazione non funziona correttamente.
  5. Minzione frequente o, al contrario, produzione insufficiente.
  6. Anche i reni nei bambini non mostrano la disfunzione fino all'ultimo, è possibile determinare i disturbi utilizzando test di laboratorio per la quantità e la composizione delle urine.

Senza i reni, il nostro corpo non potrebbe funzionare correttamente ed è difficile stimare la quantità di lavoro. Alla minima deviazione dello stato funzionale dei reni, contattare immediatamente uno specialista. Nella malattia cronica, è importante interrompere il progresso e farlo per preservare la funzione residua. Funzione residua: la capacità del corpo di rimuovere le tossine dal sangue e il fluido in eccesso dal corpo. Altri processi di attività vitale dell'organismo dipendono dal corretto funzionamento di questi organi, pertanto il ripristino di queste funzioni dovrebbe essere un evento importante.

Reni: posizione, struttura e funzioni dell'organo associato

Il rene è un organo associato situato nello spazio retroperitoneale sui lati della colonna vertebrale. I reni contribuiscono alla rimozione dei prodotti metabolici, sono coinvolti nella formazione del sangue di molti legami del metabolismo. Il buon funzionamento dei reni influenza il lavoro dell'intero organismo e in molti aspetti determina la durata della vita di una persona.

struttura

I reni fanno parte del sistema urinario insieme agli ureteri, alla vescica e all'uretra (uretra). I reni sono localizzati nella regione lombare su entrambi i lati della colonna vertebrale a livello dell'ultimo XII toracico e le prime tre vertebre lombari. Il rene destro si trova leggermente sotto la sinistra (1-2 cm), che è spiegato dalla pressione del fegato sovrastante.

I reni umani sono a forma di fagiolo. Il polo superiore di ciascun rene raggiunge il livello dell'ultima vertebra toracica. Il polo inferiore è a 3-5 cm dalla colonna vertebrale.Tutti i confini dei reni sono variabili e dipendono dalle caratteristiche individuali della struttura del corpo umano. Sono consentite deviazioni nella localizzazione dei reni per 1-2 vertebre in qualsiasi direzione.

Nella struttura del rene ci sono tre aree:

  • capsula del tessuto connettivo;
  • parenchima;
  • sistema di accumulo ed escrezione di urina.

La capsula di ciascun rene copre l'organo densamente all'esterno. Il parenchima è diviso in due sezioni: corticale (esterno) e cervello (interno). Il reparto corticale è costituito da corpuscoli renali formati da glomeruli capillari. Lo strato cerebrale del rene è rappresentato dai tubuli. I canali, che collegano, formano le piramidi dei reni, che a loro volta si aprono in piccole tazze da 6 a 12. Le tazzine si fondono l'una con l'altra e formano 2-4 tazze grandi. Le grandi tazze unite tra loro formano il bacino renale. Tutto questo insieme - la pelvi renale, le coppe grandi e piccole sono un sistema di accumulo ed escrezione di urina.

L'unità strutturale del rene umano è il nefrone. Il nefrone consiste in un glomerulo (intreccio di capillari), una capsula di Shumlyansky-Bowman e un sistema di tubuli contorti e diritti. Ogni rene contiene fino a 1 milione di nefroni, la maggior parte dei quali si trova nello strato corticale. Nel nefrone si verifica la formazione di urina e viene garantito il mantenimento dell'omeostasi nel corpo.

Rifornimento di sangue e innervazione

Nell'area del cancello di ogni rene si adattano vasi: arteria renale e vene. Qui ci sono i vasi linfatici, così come l'uretere. L'apporto di sangue al rene viene dall'aorta. Passando attraverso le porte renali, l'arteria si divide in due rami a ciascuno dei poli del rene. Nel parenchima dell'organo, la nave è divisa in piccoli rami, i tubuli renali sono intrecciati e poi passa nelle vene. L'uscita del sangue venoso avviene attraverso la vena renale e quindi nella vena cava inferiore.

L'innervazione dei reni viene effettuata dai rami del plesso renale, che a sua volta proviene dal plesso celiaco. Nell'intreccio di fibre nervose sono contrassegnati i rami del nervo vago e processi che si estendono dai nodi spinali.

Funzione renale

Nel corpo, i reni umani svolgono le seguenti funzioni:

  • escretore (escretore);
  • metabolica;
  • omeostatico;
  • endocrino (incretorio);
  • protettiva.

Escretore, o escretore - la funzione principale dei reni. Nei tubuli renali, il plasma sanguigno sotto pressione entra nella capsula di Shumlyansky-Bowman, formando l'urina primaria. Successivamente, l'urina primaria si sposta lungo i canalicoli del nefrone, dove si verifica l'assorbimento graduale dei nutrienti nel plasma. L'urina secondaria formatasi durante il processo di filtrazione entra nella pelvi renale e poi percorre il tratto urinario.

La funzione metabolica dei reni svolge un ruolo altrettanto importante nel mantenimento di un adeguato funzionamento del corpo. Nel rene, la trasformazione di molte sostanze necessarie per il corretto funzionamento di tutti gli organi interni. In particolare, la trasformazione della vitamina D e la sua trasformazione in forma attiva (D3) avviene nei reni. I reni sono anche coinvolti nella sintesi del glucosio, nella scomposizione dei grassi e delle proteine, nella sintesi di alcuni enzimi e altri composti.

La funzione omeostatica dei reni è quella di assicurare la costanza dell'ambiente interno del corpo, tra cui:

  • bilancio idrico (a causa di cambiamenti nel volume di urina);
  • equilibrio osmotico (dovuto all'eliminazione di sostanze osmoticamente attive, inclusi glucosio e sali di urea);
  • equilibrio acido-base (a causa di cambiamenti regolari nell'escrezione di vari ioni);
  • consistenza dell'emostasi (dovuta alla sintesi di fattori di coagulazione del sangue e partecipazione allo scambio di anticoagulanti).

Grazie alla continua filtrazione del sangue, viene garantita la stabilità dell'equilibrio acido-base del plasma, si creano le condizioni per mantenere una concentrazione costante di sostanze osmoticamente attive. Pertanto, i reni supportano l'equilibrio salino nel corpo e prevengono eventuali cambiamenti significativi in ​​quest'area.

La funzione endocrina dei reni è ugualmente importante per il corpo umano. Nei reni vengono prodotte alcune sostanze biologicamente attive, tra cui la renina (un ormone che regola la pressione sanguigna), l'eritropoietina (una sostanza che stimola la produzione di globuli rossi). I reni sono anche coinvolti nella produzione di prostaglandine, che influenzano tutti i processi chiave nel corpo umano.

La funzione protettiva è espellere le sostanze estranee e le tossine dal corpo. Grazie ai reni, una persona ha l'opportunità di liberarsi di elementi pericolosi all'interno con mezzi naturali.

Regolazione della funzione renale

L'attività renale è determinata dalla secrezione di ormoni prodotti dalle ghiandole endocrine. Nel regolamento dei reni sono coinvolti:

La vasopressina è un ormone prodotto nel lobo posteriore della ghiandola pituitaria. Sotto la sua influenza, il volume delle urine è significativamente ridotto. Ridurre la produzione di esercizi di urina e adrenalina. Con significativi shock nervosi, lesioni, così come durante operazioni chirurgiche, sono questi ormoni che contribuiscono alla cessazione della formazione di urina fino all'anuria (completa assenza di urina). L'ormone tiroideo ormone tiroideo, al contrario, aumenta la produzione di urina e promuove lo sviluppo della poliuria.

Valutazione della funzione renale

I seguenti metodi possono aiutare a determinare l'attività funzionale dei reni:

Analisi delle urine

L'analisi delle urine aiuta a identificare rapidamente le anomalie nei reni.

Ricerca di routine per valutare le condizioni generali dei reni e identificare alcune malattie comuni. Nell'analisi generale delle urine, viene prestata particolare attenzione alla densità (peso specifico) delle urine (nella norma 1005-1025). Il cambiamento di questo indicatore in qualsiasi direzione indica una violazione della capacità dei reni di concentrare o diluire l'urina.

Altri indicatori dell'analisi per valutare il lavoro dei reni:

  • proteine;
  • il glucosio;
  • bilirubina;
  • chetoni;
  • elementi cellulari (eritrociti, leucociti, cilindri).

Analisi del sangue biochimica

Nell'analisi del sangue prestate attenzione al livello di creatinina e urea. La definizione di questi parametri consente di determinare la velocità di filtrazione glomerulare e valutare la funzione escretoria dei reni. Molti laboratori moderni offrono la definizione di cistatina C come marker più accurato della velocità di filtrazione del sangue nei glomeruli dei reni.

Test funzionali

La clearance della creatinina (test di Redberg) è uno degli indicatori principali della capacità dei reni di purificare il sangue ed espellere i prodotti metabolici con le urine. Per valutare le porzioni prese di sangue e urina. La ridotta clearance della creatinina indica una grave violazione dei reni.

Il test Zimnitsky è un altro metodo importante per valutare lo stato funzionale dei reni. Il campione permette di determinare le fluttuazioni giornaliere del peso specifico delle urine, che è importante nella diagnosi di molte malattie del sistema urinario.

Metodi strumentali

L'urografia escretoria è il metodo principale per determinare la capacità escretoria dei reni. L'introduzione di una sostanza radiopaca nel sangue consente di valutare l'urodinamica e di identificare alcuni processi patologici nella struttura dei reni (pietre, tumori, ecc.).

La valutazione della capacità funzionale dei reni è un passo importante nella diagnosi delle malattie del sistema urinario. Avendo effettuato test semplici, è possibile identificare vari processi patologici nel tempo, prendere tutte le misure per eliminarli e prevenire lo sviluppo di complicanze.

Ultrasuoni dei reni. L'uso degli ultrasuoni nella diagnosi di varie patologie renali. Insufficienza renale acuta e cronica. Glomerulonefrite e pielonefrite. Anomalie dei reni su ultrasuoni

L'ecografia dei reni è normale negli adulti e nei bambini. Cosa mostra un'ecografia dei reni?

Anatomia del sistema urinario e dei reni

Strutture di supporto renale

Varianti di ecogenicità. Cosa significano i colori sull'ecografia del rene?

Il nome delle caratteristiche del colore

Formazioni di colore

Bacinella renale, cavità riempite di liquido.

Tessuti che contengono molto liquido, materia cerebrale.

La maggior parte dei tessuti molli della cavità addominale, il parenchima renale (corteccia).

Acqua bassa, capsula renale.

Pietre renali (pietre). In un rene sano, la formazione di una tale densità non si verifica.

Rene

I reni sono organi accoppiati della forma a forma di fagiolo che svolgono funzioni regolatorie in relazione all'omeostasi chimica nel corpo umano, appartengono al sistema urinario. I reni rimuovono le molecole organiche in eccesso dal sangue (ad esempio le molecole di glucosio), svolgono un ruolo importante nel processo di formazione delle urine, rimuovendo dal corpo i rifiuti organici, inclusa l'urea.

L'esecuzione della funzione omeostatica dei reni gioca un ruolo importante nel sistema urinario, regolando l'equilibrio acido-base e la quantità di elettroliti nel corpo umano. Mantenendo il sale del corpo e l'equilibrio idrico, i reni regolano la pressione sanguigna. I reni sono un filtro naturale per il sangue, rimuovono i rifiuti solubili e l'acqua in eccesso e li dirigono verso la vescica.

Durante la formazione delle urine, i reni secernono tali rifiuti come l'urea e l'ammonio, sono responsabili del riassorbimento di acqua, amminoacidi e glucosio.

Va anche notato che i reni sono coinvolti nella formazione di alcuni ormoni, tra questi: eritropoietina, calcitriolo. Inoltre, questo corpo secerne l'enzima renina, che agisce sui reni in feedback negativo, giocando un ruolo nella regolazione della pressione sanguigna.

Struttura del rene

I reni si trovano nella parte posteriore della cavità addominale nello spazio retroperitoneale, dietro la foglia parietale del peritoneo. Montare i reni sulla parete addominale posteriore è effettuata nella proiezione di 11 e 12 vertebre toraciche, così come 1 e 2 vertebre lombari. In una persona normale, il rene destro si trova leggermente sotto il rene sinistro. Ciò è dovuto al fatto che il fegato si trova sopra il rene destro. Le parti superiori dei reni sono parzialmente coperte con 11 e 12 costole. I reni sono circondati da due strati di tessuto adiposo (strato perirenale e strato di grasso pararenale), oltre a fasce renali. La lunghezza del rene varia da 115 a 125 mm, una larghezza di 50-60 mm e uno spessore di 30-40 mm. Allo stesso tempo, il rene sinistro è leggermente più grande di quello destro, ciascuno con un peso compreso tra 120 e 200 g, mentre nelle donne i reni pesano in media il 10% in meno rispetto agli uomini. Ogni rene secerne l'urina nell'uretere, che ha una struttura accoppiata e sfocia nella vescica.

Ogni rene ha una forma a forma di fagiolo e ha una superficie convessa e concava. La superficie concava è la porta renale (cicatrice renale), dove ci sono connessioni con l'arteria renale, la vena renale e l'uretere. Ogni rene è circondato da un tessuto fibroso rigido, una capsula renale, che è circondata da uno strato grasso pararenale, una fascia renale e uno strato grasso perirenale. La parte frontale di questi tessuti è delimitata dal peritoneo e la parte posteriore con la fascia trasversale. La parte superiore del rene destro è adiacente al fegato e la parte superiore del rene sinistro alla milza.

Il rene è costituito da due strati strutturali principali. Lo strato superficiale è chiamato corteccia renale (strato corticale) e lo strato interno dei reni è chiamato midollo. Macroscopicamente, queste sostanze sono da 8 a 18 lobi renali a forma di cono, costituiti da cellule della corteccia renale che circondano una parte del midollo. Tra le piramidi renali sono le proiezioni renali, chiamate colonne renali. I nefroni, che sono le strutture per produrre l'urina dei reni, riempiono la corteccia e confina con il midollo dei reni. Allo stesso tempo l'85% dei nefroni si trova nella corteccia dei reni. I nefron canalicoli formano strutture simili a cappi che penetrano nel midollo del rene. La filtrazione iniziale di una parte dei nefroni viene eseguita nel krapusule renale situato nella sostanza corticale. In ogni rene, la persona ha circa 1.000.000 di nefroni. Parte della corteccia renale e del midollo sono tubuli renali collegati in un unico canale di raccolta.

Dalla testa o dal capezzolo di ogni piramide, l'urina entra nelle piccole tazze da cui l'urina entra nelle grandi tazze, dopo di che dalle grandi tazze entra nella pelvi renale e poi nell'uretere. Nel cancello renale, la vena renale e l'uretere hanno un'uscita dai reni e l'arteria renale è l'ingresso. L'uretere destro e sinistro fluiscono poi nella vescica.

Rifornimento di sangue ai reni

I reni ricevono sangue dalle arterie renali accoppiate che si estendono dall'aorta addominale e donano sangue alle vene renali accoppiate. Sebbene i reni siano piccoli, ricevono circa il 20% di ogni flusso cardiaco di sangue. Ogni ramo delle arterie renali entra nelle arterie segmentali, quindi si separa nelle arterie interlobari, penetra nelle capsule renali e passa attraverso le colonne renali tra le piramidi renali. Le arterie interlobari portano il sangue alle arterie arcuate che passano attraverso il confine della corteccia e il midollo dei reni. Ciascuna delle arterie arcuate fornisce sangue a diverse arterie interlobari del rene che alimentano arteriole afferenti che forniscono sangue ai glomeruli renali.

L'interstizio midollare è uno spazio funzionale nei reni sotto i filtri (glomeruli), che sono abbondantemente penetrati dai vasi sanguigni. Nell'interstizio c'è l'assorbimento del fluido estratto dall'urina. Dopo la filtrazione, il sangue viene diretto attraverso piccole reti di venule, che convergono in vene interlobari (interlobulari). La distribuzione delle vene nel rene segue lo stesso schema della distribuzione delle arteriole. L'interlobar fornisce il sangue alle vene arcuate, e poi torna all'interlobare, che si fonde per formare la vena renale, che emerge dal rene.

L'arteria renale entra nel rene a livello della prima vertebra lombare direttamente sotto l'arteria mesenterica superiore. Dopo essere entrati nel rene, l'arteria renale è divisa in rami: la prima arteria segmentaria, divisa in 2-3 arterie lobare, è quindi divisa in arterie interlobari, formando arteriole afferenti che formano il glomerulo renale. Qui, le arteriole afferenti lasciano il glomerulo renale e si dividono in capillari peritubulari drenanti nelle vene interlobulari, e poi in vene arcuate, poi nelle vene interlobari, che sfociano nella vena lobare che si apre nel segmento della vena drenante della vena renale. Quindi dalla vena renale il sangue si sposta nella vena cava inferiore.

Innervazione dei reni

La regolazione nervosa della funzione renale si verifica a causa di nervi che emergono dal plesso celiaco e penetrano nei reni. Inoltre, questi nervi forniscono la sensibilità della capsula renale. Il segnale nervoso in arrivo del rene è ottenuto dal sistema nervoso parasimpatico lungo i rami renali del nervo vago. Gli impulsi dai reni vanno ai livelli T10-11 del midollo spinale, dove vengono percepiti nel dermatomo corrispondente.

Funzione renale

I reni sono coinvolti nell'omeostasi di tutto il corpo. Regolano le concentrazioni di elettroliti e l'equilibrio acido-base, oltre a regolare la pressione sanguigna e il volume del liquido extracellulare. Queste funzioni dei reni vengono eseguite sia indipendentemente che in interazione con altri organi, principalmente con gli organi del sistema endocrino. Gli ormoni endocrini regolano alcune funzioni dei reni. Questi includono renina, angiotensina 2, ormone antidiuretico, aldosterone, peptide natriuretico.

La maggior parte delle funzioni dei reni sono semplice filtrazione, riassorbimento e secrezione che si verificano nei nefroni dei reni. La filtrazione che si verifica nel carpale renale è un processo durante il quale avviene la filtrazione delle cellule e delle grandi proteine ​​dal sangue, ottenendo così un ultrafiltrato, che diventa quindi urina. I reni producono circa 180 litri di filtrato al giorno, con solo circa 2 litri di urina prodotta. Riassorbimento: il trasporto di molecole dall'ultrafiltrato nel sangue. La secrezione nel rene è il processo inverso, quando le molecole del sangue vengono trasportate nelle urine.

I reni secernono vari rifiuti prodotti durante il metabolismo nelle urine. Tali rifiuti includono acido urico, urea, rifiuti azotati di catabolismo proteico.

Va notato che gli organi che sostengono l'equilibrio acido-base del corpo includono due organi appaiati: questi sono i polmoni e i reni. I polmoni regolano l'omeostasi acido-base regolando la concentrazione di anidride carbonica nel sangue. Il ruolo dei reni nella regolazione dell'equilibrio acido-base è il recupero del bicarbonato dalle urine e il rilascio nelle urine di acidi fissi e ioni idrogeno.

Regolazione della pressione sanguigna dai reni

Nonostante il fatto che i reni non possano avere un effetto diretto sul sangue, svolgono un ruolo importante nella regolazione della pressione sanguigna. Questo viene fatto controllando le cellule del fluido extracellulare, la cui dimensione dipende dalla concentrazione plasmatica di sodio. Tra gli importanti elementi chimici che compongono il sistema renina-angiotensina, la renina svolge un ruolo importante. I cambiamenti nella renina modificano la secrezione di ormoni come l'aldosterone e l'angiotensina 2. In questo sistema ogni ormone agisce attraverso diversi meccanismi, aumentando il riassorbimento del cloruro di sodio da parte dei reni, espandendo le cellule del fluido extracellulare e aumentando la pressione sanguigna. La relazione con il livello di renina è diretta. Con un aumento del livello di renina, i livelli di aldosterone e angiotensina 2 aumentano, il che, secondo lo schema sopra riportato, porta ad un aumento della pressione sanguigna. A bassi livelli di processo di renina è l'opposto.

Malattia renale

La malattia renale è divisa per il tipo di danno a questi organi. Sono malattie diffuse (bilaterali) e unilaterali. Le lesioni del rene diffuse includono tali malattie, quando entrambi i reni sono colpiti e l'intero corpo soffre, si verifica una grave compromissione della funzione di entrambi i reni. Danni bilaterali ai reni portano a cambiamenti patologici in altri organi umani. Queste malattie dei reni comprendono nefrosclerosi e nefrite.

Le malattie unilaterali dei reni di solito colpiscono un rene e spesso non portano ad una grave compromissione della loro funzione e a cambiamenti patologici nel corpo. Queste malattie includono tubercolosi renale, calcoli renali, tumore renale, nefrite focale. Nella nefrite focale, solo alcune parti del rene soffrono, mentre altre aree funzionano normalmente e il rene si occupa delle sue funzioni.

Calcoli renali

I calcoli renali (depositi renali) sono formazioni cristalline solide nei reni, formate da cristalli nelle urine. Piccole pietre nei reni di solito lasciano i reni con le urine e non causano sintomi dolorosi, ma a volte i cristalli possono essere depositati a lungo e le pietre raggiungono dimensioni tali da farsi sentire o uscire con un dolore molto forte. Quando una pietra nel rene raggiunge un diametro superiore a 3 mm, può causare un blocco dell'uretere. Ciò porta a dolore severo, che si estende dalla zona lombare all'inguine e dura per 20-60 minuti. Il blocco dell'uretere causa una diminuzione della funzionalità renale e un aumento dell'organo. Inoltre spesso sono presenti sintomi quali nausea, vomito, febbre, sangue o pus nelle urine, dolore durante la minzione.

La diagnosi della presenza di calcoli nel rene viene effettuata sulla base dei risultati dei test delle urine, degli ultrasuoni e della radiografia dei reni. Quasi l'80% dei calcoli renali si verifica negli uomini. I calcoli renali sono classificati in base alla loro posizione e composizione.

I sintomi principali che indicano la presenza di calcoli renali sono dolori sotto il livello del torace e leggermente sopra il livello del bacino. La differenza tra i sintomi della presenza di calcoli che bloccano l'uretere o che si trovano nella pelvi renale è il più forte dolore ricorrente che penetra nell'inguine o nell'interno della coscia. Questo è un tipo speciale di dolore, che è uno dei tipi più potenti di dolore.

Le principali cause di calcoli renali sono bassa assunzione di liquidi, alti livelli di assunzione di proteine ​​animali, zucchero raffinato zucchero, sodio, fruttosio. Inoltre, i succhi di mela e pompelmo aumentano il rischio di calcoli renali. I calcoli renali provocano il morbo di Crohn. Ciò è dovuto alle caratteristiche di assorbimento del magnesio in questa malattia e, con iperossaluria.

Il calcio è l'elemento più comune che forma calcoli renali. Gli studi condotti negli anni '90 del XX secolo hanno dimostrato che le persone a rischio di calcoli renali comprendono persone che consumano integratori di calcio elevati. Pertanto, secondo uno studio postmenopausale, le donne che hanno assunto un supplemento di 1000 mg di calcio al giorno e la vitamina D per 7 anni hanno avuto un rischio maggiore del 17% di calcoli renali rispetto alle persone normali. Allo stesso tempo, il consumo di calcio alimentare supplementare, al contrario, non solo non causa la formazione di calcoli renali, ma, al contrario, probabilmente riduce il rischio del loro sviluppo.

Bassi livelli di assunzione di magnesio causano anche calcoli renali.

Un eccesso di amminoacidi solforosi da grassi animali aumenta il rischio di sviluppare calcoli renali, in quanto inoltre acidificare l'urina.

La vitamina D può anche causare calcoli ai reni, poiché aumenta l'assorbimento intestinale del calcio.

L'abuso frequente di alcol provoca anche la formazione di calcoli renali, poiché porta a una diminuzione del livello di liquidi nel corpo (si verifica una disidratazione frequente).

Tumore al rene

Quasi il 90% dei tumori del rene sono carcinoma a cellule renali. Tali tumori sono chiamati ipernefroma, adenocarcinoma del rene, un tumore con cellule leggere. Il tumore di Wilms e il sarcoma sono molto meno comuni. Il rischio di cancro del rene comprende le persone con cisti renali acquisite, reni a ferro di cavallo e malattia di Hippel-Lindau. Esiste anche l'opinione che alcuni agenti cancerogeni dei coloranti all'anilina causino il cancro del rene.

giada

La nefrite diffusa è caratterizzata dall'infiammazione dei reni quando il parenchima di entrambi i reni viene trascinato nel processo infiammatorio. Nefrite focale colpisce aree di uno o due reni, ma l'infiammazione si verifica solo in queste piccole aree, mentre le restanti aree dei reni funzionano normalmente. La nefrite è acuta e cronica. Nella nefrite acuta, l'infiammazione di solito si verifica nei glomeruli renali, nei capillari e nelle piccole arterie. La causa più comune di nefrite acuta è l'infezione da streptococco. Ecco perché la nefrite acuta si verifica dopo angina, scarlattina e altre malattie respiratorie. L'ipotermia (a freddo) può anche causare nefrite acuta.