Quanto ci vuole per vivere se i reni falliscono?

Diete

Il rene è un organo vitale. Se, sotto l'azione di determinate cause, perdono le loro funzioni, è difficile rimuovere l'urina dal corpo, che può essere fatale. Quali sintomi segnalano questa patologia e quanto tempo ci vuole per vivere quando i reni falliscono?

motivi

L'insufficienza renale di solito si manifesta nell'età adulta e in un bambino è estremamente rara. Tuttavia, tali casi nella pratica medica sono noti. Nei bambini, un'anomalia congenita nella struttura dell'organo porta all'insufficienza renale. In questi casi, è quasi impossibile prevedere per quanto tempo progredirà la patologia e quali saranno le conseguenze. Tuttavia, con la terapia di mantenimento e l'aderenza a una dieta speciale, il bambino può spesso vivere una vita normale.

La perdita delle loro funzioni da parte dei reni avviene gradualmente e di solito richiede molto tempo. Le cause di questa patologia umana possono essere diverse, ma il meccanismo della sua formazione è universale. Tutto inizia con la distruzione dei Nefroni. Di conseguenza, la funzione di filtro viene compensata dalla transizione dalle celle morte a quelle sane. Questo è il motivo per cui da un po 'di tempo il paziente non sperimenta i sintomi dell'intossicazione e nemmeno conosce questo processo nel suo corpo. Tuttavia, tutte queste cellule in buone condizioni di tempo hanno un carico maggiore. Se viene aggiunto l'effetto di fattori negativi, ad esempio l'alcol o le sostanze tossiche di alcuni farmaci, le cellule restanti iniziano a morire.

La filtrazione renale inizia con il flusso di sangue verso l'organo. Nefroni - le cellule responsabili della purificazione - rimuovono i prodotti di ossidazione da esso, che dovrebbero quindi essere rimossi dal corpo. La formazione delle urine si ferma spesso quando si sviluppa ipotensione. Di conseguenza, il flusso di sangue ai reni è ridotto.

La pressione diminuisce a un livello critico sotto l'azione di una serie di fattori, tra cui:

  1. Lesioni con abbondante perdita di sangue.
  2. Sepsi.
  3. Shock anafilattico.
  4. Gravi ustioni
  5. Violazione delle funzioni cardiache.

Tra i fattori renali che provocano insufficienza renale, causano danni al parenchima renale:

  1. Trombosi dei vasi sanguigni.
  2. Glomerulonefrite acuta.
  3. Infarto del rene
  4. Avvelenamento.
  5. Lesioni gravi

I fattori postrenali che provocano insufficienza renale portano all'ostruzione di tutti gli ureteri contemporaneamente. Questi sono tumori, ematomi, calcoli renali.

sintomi

I primi segni di insufficienza renale:

  • disturbo del sonno;
  • affaticamento severo;
  • mal di testa;
  • la sete;
  • gonfiore.

Ulteriori sintomi, se i reni falliscono, non farli aspettare a lungo. Il paziente inizia a lamentarsi di vari disturbi, vale a dire:

  1. Cessazione parziale o completa dell'urina
  2. Gonfiore del viso, caviglie.
  3. Aumento di peso
  4. Nausea con vomito.
  5. prurito della pelle.
  6. Sangue nelle urine.
  7. Fetido odore dalla bocca.

Effetti dell'insufficienza renale

Se si verifica un attacco di insufficienza renale acuta, le conseguenze per una persona possono essere molto gravi. Quanto può vivere dipende dalla velocità del trattamento.

Le complicazioni dell'insufficienza renale acuta sono:

  • necrosi della corteccia renale;
  • edema polmonare;
  • pielonefrite.

Le conseguenze più gravi per gli esseri umani provocano insufficienza renale cronica. Come risultato dell'accumulo di tossine dall'urina nel corpo, la principale lesione viene inflitta al sistema nervoso centrale, che risponde con le seguenti complicanze:

  • tremore (oscillazioni involontarie di qualsiasi parte del corpo);
  • convulsioni;
  • deterioramento della funzione mentale.

Il sistema immunitario soffre, aumentando il rischio di infezione. Allo stesso tempo, il CRF diminuisce la sintesi dell'eritropoietina, a seguito della quale può svilupparsi l'anemia. Dal lato del cuore e dei vasi sanguigni, c'è una complicazione sotto forma di ipertensione, spesso in pazienti con ictus e infarto del miocardio.

A causa dell'assunzione prolungata di calcio, le ossa iniziano a degenerare e questo porta a frequenti fratture. Soffre anche lo stomaco con l'intestino. Una persona perde peso, che causa l'anoressia, ha sanguinamento nel tratto digestivo. A causa del deterioramento del metabolismo, la sintesi degli ormoni sessuali è ridotta. Nelle donne, questo porta ad una diminuzione della fertilità.

prospettiva

Quanto un paziente può vivere con l'insufficienza renale dipende da un trattamento tempestivo e di qualità. Spesso questa patologia è preceduta dalla comparsa di altre gravi malattie: attacchi di cuore, diabete mellito, lesioni vascolari e cuore. Ci sono casi in cui una persona muore dopo un'insufficienza renale, ma a causa di un attacco di un'altra malattia.

Non ci sono dati precisi su quanti anni i pazienti hanno vissuto sulla depurazione artificiale del sangue. Tuttavia, secondo calcoli approssimativi, l'emodialisi in media allunga la vita dei pazienti di 23 anni. Se un rene è insufficiente, è impossibile restituire le sue funzioni con metodi conservativi, ma esiste la possibilità di un trapianto. Dopo un'operazione riuscita, puoi vivere per più di 20 anni. Tuttavia, è molto difficile trovare un organo donatore e il trapianto stesso è costoso.

Non ci sono statistiche su quanto rimane da vivere quando i reni falliscono, ma la medicina moderna dice: c'è la possibilità di sopravvivere e tornare a una vita piena. Per fare ciò, è necessario effettuare un trattamento sintomatico, purificare artificialmente il sangue usando l'emodialisi. Quando si presenta tale opportunità, i pazienti si sottopongono al trapianto di organi e vivono per decenni.

Insufficienza renale: sintomi ed effetti

Qualsiasi malattia cronica, prima o poi, porta all'insufficienza funzionale dell'organo interessato: non può più far fronte al lavoro affidatogli e inizia a "comportarsi". Non è un'eccezione e un sistema urinario. Cosa fare se i reni falliscono: perché sta succedendo questo, per quanto tempo il paziente rimane per vivere, e c'è una possibilità di recupero?

Cause e meccanismo di sviluppo dell'insufficienza renale

Il rene è un organo vitale per una persona in cui avvengono i processi di filtrazione e riassorbimento di sangue, formazione, accumulo primario ed escrezione di urina. La perdita della capacità di svolgere le funzioni assegnate alla natura provoca gravi violazioni del corpo e in assenza di un'assistenza medica tempestiva può essere fatale.

L'insufficienza renale può essere dovuta a patologia acuta e cronica.

Malattie che portano a insufficienza renale acuta

  • una brusca diminuzione del volume di sangue circolante causato da ferite, massicce perdite di sangue, ustioni, ecc.;
  • setticemia;
  • ritenzione urinaria acuta causata da un tumore, blocco dell'uretere con una pietra, adenoma prostatico negli uomini;
  • danno ischemico acuto ai tubuli renali;
  • avvelenamento con veleni o tossine;
  • sindrome da schianto;
  • nefrite tubulare acuta / glomerulonefrite;
  • Sindrome DIC;
  • ostruzione improvvisa (blocco) delle navi che alimentano il rene.
Patologie che causano insufficienza renale cronica
  • malattie infiammatorie croniche del rene (pielonefrite, glomerulonefrite);
  • urolitiasi;
  • idronefrosi;
  • tumori del sistema urinario.

Più del 90% dei casi la malattia si sviluppa negli adulti. Tuttavia, la medicina ha conosciuto casi di insufficienza renale acuta o cronica in bambini e adolescenti. I fattori che provocano possono influenzare sia un organo che entrambi. L'insufficienza renale bilaterale ha una prognosi molto sfavorevole.

Nella patogenesi della malattia ci sono diversi punti chiave:

  1. Violazione della filtrazione del sangue da parte dei nefroni.
  2. L'accumulo nel corpo di tossine e prodotti finali del metabolismo (urea, ammoniaca, urobilinogenov).
  3. Avvelenamento degli organi interni, interruzione persistente del loro lavoro.
  4. Violazione dell'equilibrio idrico ed elettrolitico.
  5. Insufficienza respiratoria acuta, insufficienza cardiovascolare, insufficienza del sistema nervoso centrale e periferico.
  6. Lo sviluppo del coma renale.
  7. Morte.

Segni clinici di insufficienza renale

A seconda del fattore provocante e delle caratteristiche del decorso della malattia, i sintomi dell'insufficienza renale in una persona differiscono leggermente. Ma i seguenti segni patogenetici sono sempre presenti nel quadro clinico della patologia - una violazione del processo di escrezione di urina e intossicazione dell'organismo.

L'insufficienza renale acuta si verifica:

  • una forte diminuzione della quantità di urina rilasciata durante il giorno (o completa cessazione della diuresi) - oligouria / anuria;
  • l'aspetto del sangue nell'urina escreta (la microscopia del sedimento urinario determina un gran numero di globuli rossi lisciviati);
  • gonfiore evidente del viso e degli arti superiori;
  • aumento persistente della pressione sanguigna;
  • dolore unilaterale o bilaterale, dolore alla schiena;
  • segni di intossicazione - debolezza, sonnolenza, perdita di appetito, nausea, vomito, prurito intollerabile della pelle, caratteristico odore di ammoniaca dalla bocca;
  • sintomi di ritenzione di liquidi nel corpo: edema polmonare, ascite.

Con insufficienza renale acuta, i segni di insufficienza renale stanno rapidamente progredendo: in assenza di trattamento tempestivo, i pazienti vivono non più di 3-7 giorni.

L'insufficienza renale cronica ha i seguenti sintomi:

  • allo stadio iniziale - un aumento nel volume di diuresi quotidiana (poliuria), poi oliguria e anuria;
  • minzione frequente di urinare di sera e di notte (nicturia);
  • gonfiore;
  • segni di intossicazione generale: vertigini e frequenti mal di testa, dolori alle articolazioni grandi; indigestione, alito offensivo, pelle giallastra.

È spesso difficile per un paziente notare un deterioramento della sua condizione, dal momento che i reni falliscono nell'insufficienza renale cronica gradualmente. Pertanto, tutti i pazienti con patologia cronica degli organi urinari dopo il trattamento devono rimanere al dispensario e sottoporsi regolarmente all'esame. Il minimo segno di progressione della malattia non dovrebbe essere ignorato dal medico.

Metodi diagnostici

La diagnosi di pazienti con sospetta insufficienza acuta o cronica degli organi urinari si basa su:

  • dati storici e presentazione clinica tipica;
  • esami clinici del sangue e delle urine;
  • campioni di dati Reberg, urina in Zimnitsky;
  • analisi biochimica del sangue (attenzione speciale - al livello di creatinina e urea, che riflette il grado di distruzione del funzionamento degli organi urinari);
  • Ultrasuoni dei reni (consente di scoprire come si è sviluppata l'insufficienza renale, nonché le probabili cause della condizione);
  • altri metodi di diagnosi visiva (radiografia, urografia escretoria, risonanza magnetica e TC).

Trattamento: quali sono le possibilità del paziente

Cosa fare se il paziente ha fallito i reni? I metodi attuali di trattamento della condizione oggi sono:

  1. Eliminazione delle cause della malattia. A seconda del fattore provocante, al paziente viene prescritto un ciclo di antibiotici, urosettici, farmaci citotossici, ecc.
  2. La correzione dei principali segni patologici richiede l'uso di diuretici, farmaci antipertensivi, mezzi per la prevenzione dell'insufficienza epatica (Hofitol, Lespenephril).
  3. Trattamento sintomatico di possibili complicanze (anemia, insufficienza cardiovascolare, disturbi della circolazione cerebrale).
  4. Terapia renale sostitutiva, compresa la purificazione del sangue mediante l'apparato "rene artificiale".

Quanti anni di vita ha un paziente dipende da molti fattori. Secondo le statistiche, l'emodialisi può pulire efficacemente il sangue per 20-25 anni o più. Affinché un paziente con insufficienza renale viva per lungo tempo, è importante sottoporsi periodicamente a esami dispensari e seguire le raccomandazioni del medico. L'insufficienza renale oggi non è una frase, ma una malattia che può e deve essere trattata.

Insufficienza renale e suoi sintomi

L'insufficienza renale è una sindrome pericolosa per la vita. È più comune per i medici chiamarla insufficienza renale, ma per spiegare ai pazienti l'importanza dei sintomi, la necessità di osservazione e trattamento, il termine "fallimento" sembra più allarmante.

Il decorso clinico di fermare l'attività dei reni (questo è come dovrebbe essere inteso come un "fallimento") è associato ad una cessazione improvvisa o graduale del lavoro dei nefroni, le principali unità strutturali. La produzione di urina si ferma. E questo significa che il corpo perde le sostanze biologiche necessarie per la vita, accumula scorie e prodotti di decomposizione, che distruggono tutti gli organi con le loro tossine.

L'insufficienza renale è possibile nelle persone di qualsiasi età, sia negli anziani che nei bambini piccoli. Il compito del medico è scoprire perché questo è accaduto, prescrivere il trattamento più efficace. L'insufficienza renale può svilupparsi in due forme: acuta e cronica. I sintomi e le cause sono diversi e i metodi di salvataggio dei pazienti sono diversi.

Cause e segni di insufficienza renale acuta

L'insufficienza renale acuta è considerata una condizione più favorevole rispetto alla variante cronica. Lo stato di insufficienza funzionale dura diverse ore o giorni. Il numero di pazienti anziani feriti è 5 volte superiore a quello dei pazienti giovani.

È accettato suddividere la malattia in 3 forme:

  • prerenale (40-60% di tutti i casi) - causato dalla mancanza di afflusso di sangue a entrambi i reni sullo sfondo di organi sani, ridotta filtrazione e accumulo di sostanze azotate nel sangue;
  • renale (30-40%) - si verifica un danno al parenchima renale;
  • Postrenal (5%) - a causa del verificarsi di un ostacolo meccanico al deflusso delle urine.

Cause dell'insufficienza renale prerenale:

  • condizioni accompagnate da una diminuzione della gittata cardiaca (shock di qualsiasi tipo, tamponamento con difetti e ferite pericardiche scompensate, aritmie, grave insufficienza cardiaca, coagulazione nell'arteria polmonare);
  • espansione acuta di vasi periferici in sepsi, una reazione anafilattica;
  • perdita di liquido extracellulare causata da massicce ustioni, sanguinamento, diarrea e vomito incessanti, ascite con cirrosi epatica, peritonite, trasfusione di sangue incompatibile, sindrome nefrosica.

Quando si forma l'insufficienza renale? Le cause sono forme acute della malattia, accompagnate da danni al parenchima e al tessuto renale interstiziale. Questi includono:

  • glomerulonefrite,
  • nefrite interstiziale,
  • vasculite,
  • trombosi vascolare renale
  • stratificazione dell'aneurisma aortico,
  • azione di tossine esterne e interne.

Le cause dell'insufficienza acuta posttrenale sono gli ostacoli al deflusso delle urine, che sono a qualsiasi livello (dalla pelvi all'apertura dell'uretra). Nei primi anni di utilizzo delle sulfonamidi, la causa più comune di sovrapposizione (ostruzione) del bacino e dell'uretere erano i cristalli di questi composti. Attualmente, i calcoli di urato sono comuni, che si formano in pazienti trattati con immunosoppressori.

Se il paziente ha fallito reni a causa della difficoltà di deflusso, quindi i motivi sono divisi in funzionale e meccanico.

Per il funzionale includono:

  • malattie cerebrali acute (effetti di un ictus);
  • neuropatia diabetica;
  • la gravidanza;
  • uso a lungo termine dei ganglioblocker.

Le cause meccaniche possono essere:

  • accumulo di cellule tumorali;
  • pietre del tratto urinario;
  • la chiusura degli ureteri o del catetere con un coagulo di sangue;
  • restringimento degli ureteri;
  • ingrossamento e infiammazione della prostata negli uomini;
  • legatura casuale degli ureteri durante la chirurgia ginecologica.

Il ruolo delle tossine nell'insorgenza di insufficienza renale acuta

Particolarmente degno di nota è l'analisi degli effetti di varie tossine che possono causare insufficienza renale. Ogni decimo paziente in emodialisi ha sofferto di nefrotossine. In pratica, sono note più di 100 sostanze note ai reni. Tra loro ci sono:

  • antibiotici di un numero di aminoglycosides;
  • Agenti di contrasto a raggi X utilizzati a scopo diagnostico;
  • farmaci anti-infiammatori non steroidei;
  • chinina;
  • antidolorifici contenenti fluoruro;
  • Captopril.

I pigmenti, l'emoglobina e la mioglobina rilasciati da sangue e cellule muscolari hanno proprietà tossiche endogene. Il processo di "avvelenamento" del corpo con i propri prodotti è associato a:

  • traumatica (sindrome da schiacciamento lungo) e non traumatica (coma tra alcolizzati e tossicodipendenti) rottura del tessuto muscolare;
  • patologia neurologica con convulsioni, deficit enzimatico ereditario.

Come sono conosciute le tossine esterne:

  • monossido di carbonio;
  • farmaci;
  • alcol;
  • sedativi;
  • preparazioni di acido acetilsalicilico;
  • teofillina;
  • rifampicina;
  • diuretici;
  • chinina;
  • composti di bromo e cloro;
  • sali di metalli pesanti (mercurio, oro);
  • fosforo;
  • glicole etilenico;
  • tetracloruro di carbonio.

Sintomi di insufficienza acuta

I sintomi di insufficienza renale acuta attraversano 4 fasi:

  • fase di lesione diretta (shock);
  • la fase di oligoanuria è facoltativa, nel 30% dei pazienti è sufficiente la diuresi giornaliera, la prognosi è più favorevole, in presenza di oliguria, alterazioni della composizione elettrolitica (iperkaliemia) ed edema polmonare, alterazioni epatiche, sanguinamento dall'intestino dovuto a lesione della mucosa;
  • la fase di poliuria si verifica dopo 7-21 giorni dall'insorgenza della malattia, la filtrazione glomerulare aumenta quotidianamente, l'effetto dell'ormone antidiuretico è ridotto, l'azotemia rimane nel sangue, poiché il riassorbimento tubulare è ancora insufficiente, c'è il rischio di disidratazione con disturbi elettrolitici (ipopotassiemia);
  • fase di recupero - dura fino a un anno, il criterio è considerato la normalizzazione delle sostanze azotate nel sangue, una diminuzione dell'escrezione proteica

Nei pazienti, oltre a cambiamenti nella diuresi, compare l'insufficienza renale:

  • nausea, vomito, disturbi dispeptici;
  • debolezza e malessere generale;
  • gonfiore del viso, gambe inferiori;
  • a causa di edema, aumento di peso;
  • dolori addominali a volte abbastanza intensi;
  • prurito della pelle.

Come si manifesta l'insufficienza renale nei processi cronici?

Per l'insufficienza renale cronica è caratterizzata da una perdita graduale, ma irreversibile, delle capacità funzionali dell'organo. I segni di insufficienza renale aumentano con la riduzione del numero di nefroni in funzione e le capacità compensatorie. Nel sangue aumenta la concentrazione di scorie, si manifestano disturbi di tutti i tipi di metabolismo. Nella fase finale, altri organi sono coinvolti nel processo.

Le più comuni sono 3 malattie che portano a un blocco renale completo:

  • glomerulonefrite cronica;
  • nefropatia diabetica;
  • urolitiasi.

Meccanismo di sviluppo

La nefrosclerosi si sviluppa più attivamente con la glomerulonefrite. È sempre di natura bilaterale, non ha focolai, è supportato dall'infiammazione. Nei pazienti con una forma latente della malattia, l'azotemia appare molto più tardi dei sintomi dell'insufficienza renale in una persona con un decorso nefrosico.

Spiegare i diversi periodi di sviluppo dell'insufficienza renale cronica, in pazienti con la stessa patologia, è possibile la partecipazione di fattori non specifici:

  1. Cause emodinamiche: il danneggiamento di parte dei glomeruli porta ad un aumento della filtrazione nelle unità rimanenti. Allo stesso tempo, la pressione intratubulare aumenta e l'arteriola periferica si restringe. Risulta che il dispositivo compensatorio stesso aumenta l'escrezione della proteina, attiva le citochine. Di conseguenza, la nefrosclerosi è in aumento. L'ipertensione arteriosa che accompagna molte malattie renali migliora ulteriormente questi processi.
  2. Disturbi metabolici - elevati livelli ematici di calcio, fosfato, grassi, glucosio portano allo sviluppo di un processo aterosclerotico nei vasi sanguigni del rene e all'indurimento del parenchima.

I fattori aggravanti sono:

  • l'aggiunta di un'infezione acuta o infiammazione delle vie urinarie;
  • violazione della pervietà dell'uretere;
  • la gravidanza;
  • reazioni allergiche;
  • proprietà tossiche dei farmaci;
  • compromissione dell'equilibrio elettrolitico;
  • perdita di sangue.

Quindi, è noto che l'insufficienza cronica con indicatori stabili di creatinina nel sangue sullo sfondo di infezioni virali respiratorie acute può rapidamente passare alla fase terminale.

In che modo i sintomi sono diversi dall'insufficienza renale acuta?

È importante tenere conto della debolezza di questa patologia. Le manifestazioni sono lievi o sono riconosciute come segni di altre malattie. Identificare i sintomi iniziali è possibile solo con metodi di laboratorio. I pazienti possono essere disturbati da:

  • poliuria (aumento dell'escrezione urinaria);
  • la debolezza;
  • sentimento di sete;
  • bocca secca

L'ulteriore progressione porta ad un aumento dei sintomi di intossicazione:

  • mal di testa;
  • insonnia;
  • debolezza muscolare;
  • depressione;
  • ipertensione;
  • mancanza di respiro;
  • dolore al cuore, aritmie;
  • nausea, vomito al mattino;
  • sgabelli sciolti;
  • sensibilità cutanea compromessa (parestesia);
  • dolore doloroso alle ossa;
  • la poliuria va in oliguria.

Misure terapeutiche

In caso di insufficienza renale acuta, l'inizio tempestivo del trattamento determina se esiste la possibilità di sopravvivere alla vittima. Poiché nel 90% dei casi la causa è lo shock, la vita e le conseguenze del paziente dipendono da una terapia anti-shock completa. Il paziente viene portato nell'unità di terapia intensiva.

Il trattamento dello shock dovrebbe includere:

  1. Rifornimento del volume ematico circolante dovuto a trasfusioni di plasma, Reopolyglukine, soluzioni proteiche sotto il controllo della pressione venosa centrale.
  2. Se necessario, prescrivi diuretici dell'ansa (Furosemide), con molta attenzione la dopamina.

In caso di una forma lieve di insufficienza acuta, viene prescritta una terapia conservativa:

  1. Il volume del liquido ubriaco e trasfuso è uguale a diuresi, perdite con vomito, diarrea, più 400 ml.
  2. Per prevenire l'iperkaliemia, si raccomanda di limitare gli alimenti ricchi di potassio nella dieta. Se il paziente ha ferite o ferite, rimuovere tutto il tessuto necrotico.
  3. Per ridurre i processi di degradazione delle proteine, vengono prescritti steroidi anabolizzanti.
  4. Gli antibiotici dovrebbero essere usati con molta attenzione. Le cefalosporine e penicilline a bassa tossicità possono migliorare la loro azione aumentando la permeabilità della membrana basale.

Un tipo pre-renale di insufficienza renale richiede una terapia per la malattia di base. È particolarmente importante identificare tale causa come diminuzione della forza delle contrazioni cardiache. L'assunzione abbondante di liquidi è controindicata. Le cause postrenali sono più spesso risolte chirurgicamente. Quali medici eseguono l'intervento dopo aver identificato il livello e la malattia che interrompe il flusso di urina.

Per combattere l'infezione, una combinazione di cefalosporine di terza generazione (Klaforan, Fortum, Longacef) con Metronidazolo è ottimale. Gli aminoglicosidi sono rigorosamente controindicati. Con la terapia inefficace, è prescritto l'emodialisi. Le procedure vengono eseguite quotidianamente o ogni altro giorno. Vengono anche utilizzati metodi di purificazione del sangue (emofiltrazione, emosorbimento, scambio plasmatico).

Nel trattamento dell'insufficienza acuta renale utilizzare una combinazione:

  • antispastici (papaverina, eufillina);
  • soluzioni alcaline (hemodez, bicarbonato di sodio);
  • diuretici dell'ansa (furosemide).

I farmaci vengono somministrati fino a 12 volte al giorno. Per migliorare i loro effetti utilizzare piccole dosi di dopamina. Con una significativa soppressione del germoglio eritrocitario, vengono prescritti preparati di sangue. Per la correzione dell'iperkalemia è stata utilizzata una miscela di glucosio, insulina, calcio cloruro. È possibile ricevere le resine a scambio ionico.

Come vengono trattati i reni per insufficienza cronica?

Nel trattamento dell'insufficienza renale cronica devono essere seguiti diversi principi. Terapia obbligatoria della malattia di base. Poiché le ragioni per molte opzioni di trattamento devono essere selezionate in base alla specifica nosologia. Probabilmente, sarà necessario un attento uso di antibiotici, tenendo conto dell'azione nefrotossica, dell'intervento chirurgico in caso di fuoriuscita di urina, di farmaci citotossici e di corticosteroidi per la glomerulonefrite.

Caduta ritardata della capacità compensatoria renale

Supporta i meccanismi di compensazione aiuta:

  • dieta a basso contenuto proteico;
  • antipertensivi;
  • farmaci del gruppo ACE-inibitori;
  • bloccanti del recettore dell'angiotensina-2.

Prevenzione dei danni ad altri organi

La complessità della terapia è dovuta all'aggiunta di danni ad altri organi. Qui, i farmaci vengono utilizzati solo per supportare le funzioni vitali, perché più piccoli sono i farmaci, meglio è per i reni.

La terapia obbligatoria richiede l'ipertensione. Le combinazioni più adatte per l'azione ipotensiva:

  • ACE inhibitor + Furosemide + β-blocker;
  • antagonista del calcio + beta-bloccante + simpaticolitico sullo sfondo di una dieta ipocalorica.

Eliminazione dei disturbi metabolici

In caso di anemia nefrogenica, è indicato l'uso di preparazioni di eritropoietina. Per ridurre la tossicità, vengono prescritti enterosorbenti e, in caso di acidosi, soluzione di bicarbonato di sodio per via endovenosa. È possibile fermare convulsioni di convulsioni con sali di calcio e vitamina D.

Nella fase grave con il livello di creatinina nel sangue di 1,0 mmol / l, iniziano le normali procedure di emodialisi. Utilizzare anche dialisi peritoneale. L'unico modo per prolungare la vita di un paziente può essere un trapianto di rene.

Complicazioni di insufficienza renale acuta

A partire da manifestazioni oliguriche in un paziente, dovrebbero essere previsti gli effetti pericolosi dell'insufficienza renale. In connessione con una forte soppressione dell'immunità, l'aggiunta di infezione causa malattie infiammatorie dei reni, sepsi grave, da cui i pazienti più spesso muoiono. I segni di infezione si riscontrano nell'80% dei pazienti. Il più tipico:

  • stomatite acuta;
  • infiammazione delle ghiandole parotidi;
  • polmonite.

Il sanguinamento gastrointestinale è rilevato in ogni decimo paziente. Sono associati a disturbi emorragici, erosioni e ulcerazioni della mucosa. L'anemia (anemia) è causata da emolisi, ridotta produzione di cellule renali di eritropoietina e ritardata maturazione dei globuli rossi. In un esame del sangue, viene rilevata trombocitopenia con ridotta adesione cellulare.

Iperkaliemia - più spesso osservata in pazienti con insufficienza renale pre-renale con lesioni estese, ematomi, sanguinamento gastrointestinale prolungato, massicce trasfusioni di sangue o plasma. In condizioni di metabolismo accelerato (specialmente nella sepsi), l'acidosi si verifica rapidamente ed è aggravata dall'aggiunta di patologia respiratoria e infezione.

Conseguenze dell'insufficienza renale cronica

Insufficienza renale in insufficienza cronica porta a disfunzione di vari organi e sistemi:

  • azione sui centri cerebrali - convulsioni, tremore delle membra, inferiorità mentale;
  • la diminuzione dell'immunità è accompagnata dall'aggiunta di una diversa infezione, decorso grave, complicanze settiche;
  • il sistema cardiovascolare reagisce con attacchi di aritmia, miocardiodistrofia diffusa, l'ipertensione è complicata da infarto o ictus acuto;
  • la perdita di calcio porta a fratture frequenti a causa della ridotta densità ossea;
  • sanguinamento da stomaco e intestino aggravare l'anemia, può essere fatale per il paziente.

L'insufficienza renale o l'insuccesso rappresentano un problema molto pericoloso per i pazienti. Il trattamento moderno nella maggior parte dei casi ci consente di non portare il paziente a un tale risultato.

Quanto tempo deve vivere una persona dopo l'insufficienza renale

Se iniziano a rifiutare i reni, quanto rimane da vivere - non solo i pazienti stessi, ma anche i loro parenti, che sono costantemente vicini, iniziano a pensarci. Secondo i medici, tutto dipenderà dal trattamento tempestivo e dall'abbandono della malattia. Cioè, prima una persona cerca assistenza medica, maggiore sarà l'opportunità di salvarlo dalla morte inevitabile.

Ciò significa che l'insufficienza renale è un'attività seria. Lei deve sempre essere vigile. Poiché, senza il normale funzionamento dei reni, il corpo non sarà in grado di liberarsi delle sostanze che non ha bisogno, che lo avvelenano. Questi includono composti riciclati che escono dal corpo attraverso il sistema urogenitale.

Questo succede se i reni lavorano armoniosamente senza interruzione perché sono i filtri principali. Con la patologia, che viene violato il processo di purificazione, il rischio di morte aumenta a causa dell'intossicazione. Quando, come trattamento, il medico può suggerire l'emodialisi al paziente, il che implica la pulizia artificiale del corpo dalle tossine.

La manifestazione della fase acuta

Di regola, la forma cronica della malattia e acuta tra loro ha differenze. Quest'ultimo è caratterizzato da insufficienza del flusso sanguigno renale e composti azotati nel corpo in caso di insufficienza renale. Quando il paziente inizia a soffrire di rare minzioni sullo sfondo della malattia renale, mostra oliguria.

Sintomi di insufficienza renale acuta:

  • Nelle urine si osservano le cellule del sangue.
  • Sensazione di prurito sulla pelle
  • Dolore addominale e alla schiena
  • Sali nella composizione delle urine.
  • Aumento della pressione sanguigna
  • Sensazione di debolezza nel corpo.
  • Segni di nausea con vomito.
  • Gonfiore del viso, delle braccia e delle gambe.

Tali sintomi nella forma acuta della malattia si sviluppano abbastanza rapidamente. All'inizio, il paziente mostrerà segni di disturbo dei processi di minzione fino alla loro completa cessazione. In questo caso, il paziente manifesta anuria, contro la quale il rene umano può fallire.

Quando, insieme ai sintomi di ritenzione urinaria nel corpo, i polmoni del paziente sono anche pieni di liquido, diventa difficile per lui respirare, ha un gonfiore nel corpo. Questo succede spesso se una persona ha il coma uremico.

Sintomi di insufficienza renale cronica

A volte si fanno sentire non immediatamente, ma solo dopo un po 'di tempo. Poiché i sintomi possono essere prima invisibili a causa della sostituzione del tessuto organico malato, sano. Solo dopo, quando la maggior parte dei reni è colpita, si verifica un'insufficienza renale nel paziente.

Quando il rimanente lato sano non affronta i processi di minzione come risultato, il paziente ha difficoltà con la minzione. Spesso va in bagno di notte, mentre la quantità di urina rilasciata dal suo corpo diminuisce bruscamente.

Dove, insieme a tali sintomi, il paziente potrebbe riscontrare i seguenti problemi:

  • Sanguinamento dalle gengive.
  • Gonfiore delle mani e dei piedi.
  • Mancanza di appetito
  • Malfunzionamenti nel tratto digestivo.
  • Dolori ossei e al petto.
  • Cattivo odore dalla bocca.
  • Pelle pallida con evidente giallore e opacità nella formazione di edema.

Se, con tali sintomi, il paziente non cerca immediatamente un aiuto medico, sperando di far fronte alla malattia prendendo da solo antidolorifici. Quindi rischia di guadagnare nefrite renale o pielonefrite, a seconda del decorso della malattia.

Inoltre, se il paziente non ha intenzione di andare in ospedale e continua a essere trattato da solo, in seguito, sullo sfondo di una malattia cronica, il mal di testa e l'alta pressione cominciano a disturbarlo. Negli uomini, in questo caso non solo il desiderio sessuale può scomparire, ma anche la potenza.

In generale, quando un paziente è malato, l'immunità del paziente diminuisce drasticamente quando la malattia può essere aggravata dallo sviluppo di tremore e da una diminuzione delle funzioni mentali. Compresa la formazione di ulcere, lividi ed eruzioni cutanee. Nel peggiore dei casi, il paziente può avere un ictus o un infarto, che successivamente lo fa morire.

motivi

Qual è il ruolo dei reni nel nostro corpo. Puliscono il corpo dalle tossine e dalle sostanze nocive rimuovendole attraverso gli organi del sistema urinario. Se falliscono, di solito il processo di filtraggio viene interrotto. Nel sangue iniziano ad accumularsi composti tossici, c'è ristagno di urea.

Per questo motivo, il corpo inizia gradualmente a soffocare. C'è il suo avvelenamento, quando la possibilità di sopravvivere senza cure mediche rimane quasi a zero.

Come dicono i medici, l'insufficienza renale in una persona può iniziare per i seguenti tre motivi:

  1. Prerenale. È spiegato dalla scarsa circolazione sanguigna dei reni, che si sviluppa sullo sfondo di malattie come l'aterosclerosi, la trombosi o la malattia da zucchero.
  2. Renale. Spesso si sviluppa a causa di danno tissutale renale mediante l'uso improvvisato di potenti farmaci. Compresa la penetrazione nel corpo di sostanze tossiche, malattie croniche degli organi interni.
  3. Postrenale. È caratterizzato da ostruzione delle urine nei canali urinari a causa di urolitiasi, proliferazione di polipi o adenoma negli uomini.

In alcuni casi, i reni falliscono, se non molto tempo fa una persona ha avuto una grave ustione cutanea. Che cosa ha portato all'accumulo di potassio nei tessuti renali sullo sfondo di una diminuzione patologica dell'acqua nel corpo. Quando i sintomi di una malattia renale possono essere osservati in forma cronica o acuta.

Complicazioni dell'insufficienza renale

Quante persone possono vivere con insufficienza renale in questo caso è impossibile dire senza intervento medico, tutto dipende dalle complicanze del paziente e dai metodi di trattamento. Per esempio, se una persona ha un'insufficienza renale, oltre a questo, si osserveranno sintomi di necrosi dei tessuti renali, edema polmonare o pielonefrite.

Spesso, le cause croniche sono le manifestazioni croniche della malattia. In questo caso, un grave danno è causato alla funzione del sistema nervoso centrale in un paziente in tali circostanze, si possono osservare sintomi involontari di tremore, convulsioni fino a una diminuzione delle capacità mentali. Compreso un forte calo, l'immunità aumenta il rischio di diffusione del processo infettivo e di altre malattie.

Compreso il paziente in caso di insufficienza renale, possono anche esserci segni di anemia caratterizzati da cambiamenti nella sintesi dell'eritropoietina. Compresi i sintomi gravi di ipertensione, che influenzano la crescita di ictus o infarto del miocardio. Ciò che influenza negativamente il sistema scheletrico, sulla base di questo, frequenti crepe nelle ossa cominciano a essere osservate anche dopo un piccolo colpo o livido.

Possiamo dire che una persona inizia letteralmente ad asciugarsi davanti ai nostri occhi, perdendo rapidamente il proprio peso. Fino alla manifestazione dei suoi segni di anoressia e frequenti emorragie negli organi dell'apparato digerente. Anche il desiderio sessuale del paziente diminuisce, compresi i giorni fertili per le donne.

Caratteristiche del trattamento

Di solito, quelle persone che vivevano con insufficienza renale non tiravano con il trattamento, ma cercavano sempre di cercare immediatamente un aiuto medico quando le manifestazioni della malattia erano più fortunate. Resta inteso che il primo stadio è sempre più facile da trattare rispetto a quelli successivi, forniscono complicazioni e pertanto richiedono una diagnosi più approfondita e un trattamento complesso.

Considerando questo, nella fase acuta dell'insufficienza renale, il paziente potrebbe aver bisogno di una procedura di trasfusione di sangue urgente, compreso l'assunzione di farmaci mirati a ridurre i sintomi e le malattie associate. Dove necessariamente includere i farmaci anti-infiammatori e la medicina tradizionale. Farmaci per il cuore e ipertensione.

Ciò consente di ritardare la morte completa dell'organo interessato, che richiede anche una procedura di dialisi o emodialisi renale. Quest'ultimo è l'attacco di un tubo speciale al corpo umano, attraverso il quale viene successivamente effettuato il processo di purificazione del sangue dalle tossine. In tal modo prevenendo ulteriori avvelenamenti del corpo e la successiva morte di una persona.

Dove, oltre a questo, al paziente viene prescritta una dieta alimentare a base di piatti magri e il contenuto minimo di alimenti proteici. In quest'ultimo caso, il medico può dare un rinvio per un rene di donatore. È necessario in caso di rimozione dell'organo interessato in uno sano.

Tuttavia, non è così semplice che i medici abbiano prima bisogno di trovare un donatore con un fattore Rh identico e un gruppo sanguigno in accordo con il corpo del paziente. Dopo il trapianto, è anche importante attendere il processo di assuefazione del corpo all'innesto, in modo che i tessuti dell'organo operato non vengano rigettati.

Previsioni di vita

Se i reni hanno già iniziato a rifiutare, la domanda su quanto tempo una persona può vivere è difficile da rispondere. Tutto dipende dall'assistenza tempestiva dei medici e dal trattamento giusto. Nel peggiore dei casi, perdendo questi momenti, la patologia dei reni può influire negativamente sul lavoro del sistema cardiovascolare. Ad esempio, provocare una manifestazione di infarto, ictus o diabete.

Quando la morte di una persona accade non solo come risultato di quanto sopra, ma anche a seguito di altre malattie altrettanto gravi. Anche se, secondo i medici, una persona può vivere più a lungo, la prognosi prevista per l'insufficienza renale. La cosa principale è sottoporsi a una purificazione artificiale del sangue dalle tossine nel tempo e prendere le medicine necessarie.

Dopotutto, l'emodialisi consente al rene di vivere altri 20-23 anni, senza i quali i malati vivono solo per 2-3 giorni, dopodiché muoiono per intossicazione. Dati specifici, ovviamente no, questa è solo una media. Tale procedura è necessaria per il resto della vita. L'unico aiuto in questo caso è solo il trapianto di organi.

Ci sono alcune difficoltà, l'operazione è costosa e deve aspettare diversi anni, perché trovare un organo donatore non è facile. Come usare solo metodi conservativi per aiutare il paziente non è realistico.

Perché i reni falliscono e c'è una possibilità di salvezza

Alexander Myasnikov nel programma "About the Most Important" racconta come trattare le MALATTIE DEL RENO e cosa prendere.

L'insufficienza renale è un'insufficienza renale o completa cessazione dell'organo e comporta una minaccia per la vita umana. I reni non sono in grado di mantenere l'equilibrio salino e acido-base, la pressione osmotica, filtrare il sangue e rimuovere le sostanze tossiche dal corpo. Un tale problema non nasce da zero, i reni sono in grado di recuperare anche dopo gravi danni. Se uno di loro fallisce, in molti casi il secondo può quasi completamente far fronte a tutte le funzioni. Pertanto, se i reni falliscono, allora c'è una combinazione di diverse cause e fattori dannosi.

Perché i reni smettono di funzionare

Le cause negli esseri umani sono la morte di Nefroni. Molto spesso, questo processo è piuttosto lungo, quindi per qualche tempo le funzioni dei nefroni distrutti sono spostate su quelle che rimangono in salute.

Con l'aggravamento del processo, le cellule funzionali diventano più piccole, e ad un certo punto i reni non riescono più a far fronte al loro lavoro, cioè falliscono.

Perché i reni falliscono nell'uomo, perché i nefroni si disgregano? Ci sono diversi motivi per questo, e possono essere collegati a danni di varie strutture:

La prerenale si sviluppa a causa di disturbi che influenzano l'apporto di sangue ai reni. Il posto principale tra le cause in questo caso è il danneggiamento delle navi, gli spasmi o il restringimento del loro lume. Il diabete, l'aterosclerosi e la trombosi possono portare a questo problema. L'insufficienza renale, cioè l'insufficienza renale acuta, può verificarsi con un abbassamento eccessivo della pressione sanguigna, che può accompagnare condizioni estremamente gravi.

Cause di diminuzione critica della pressione sanguigna

  • La maggior parte delle perdite di sangue a causa di lesioni.
  • Burns.
  • Insufficienza cardiaca.
  • Septic, shock anafilattico.

Insufficienza renale si sviluppa quando il parenchima è danneggiato, che può derivare da intossicazione, malattia, lesioni all'organo stesso.

motivi

  • Infarto del rene
  • Nefrite.
  • Gli effetti di veleni e sostanze tossiche.
  • Lesioni organiche estese.

La violazione della pervietà degli ureteri di entrambi i reni porta allo sviluppo di insufficienza renale post-renale e può causare l'insufficienza renale. Questa patologia è rara, poiché la maggior parte delle volte solo uno degli ureteri è danneggiato.

Fattori di danno alle vie urinarie

  • Pietre nel tratto urinario.
  • Tumori.
  • Le emorragie che bloccano un barlume di mochetochnik.

La patologia può verificarsi a causa di una grave disidratazione del corpo, quando c'è una sorta di autoavvelenamento, ei reni non sopportano un carico elevato. Questo grado di disidratazione è associato a diarrea persistente o vomito, che nella maggior parte dei casi è causato da gravi infezioni o avvelenamenti.

Segni di insufficienza renale

La malattia richiede cure di emergenza, quindi, al minimo sospetto di tale condizione, un bisogno urgente di cercare aiuto medico. Come capire ciò che il corpo rifiuta? Vi sono alcuni segni e sintomi di tale condizione patologica.

I primi segni appaiono come tossine che avvelenano il corpo. Tutto dipende da quanto velocemente i nefroni muoiono. In alcuni casi, passano 7 giorni prima delle manifestazioni ovvie. I sintomi della malattia negli esseri umani sono numerosi, poiché questo corpo svolge diverse funzioni contemporaneamente. La violazione di ciascuna di queste funzioni provoca un notevole deterioramento. L'apparizione di tali segni dovrebbe essere un motivo per cercare assistenza medica, poiché la condizione è pericolosa per la vita.

Sintomi di una condizione acuta

  • Ridurre la quantità di urina fino alla completa anuria.
  • Ematuria.
  • Grave gonfiore.
  • Grave nausea
  • Vomito parossistico.
  • Dolore nell'addome e nella parte bassa della schiena.
  • Cattiva salute generale.
  • prurito della pelle.

Segni di un processo cronico

  • Poliuria.
  • Gonfiore.
  • Attacchi di nausea e vomito.
  • Cattivo appetito
  • Odore dalla bocca.
  • Pelle pallida

È possibile che i cristalli di sali di acido urico sporgano attraverso la pelle. Ci sono tali segni negli esseri umani come mancanza di respiro. Sembra a causa di gonfiore al petto e ai polmoni.

Se l'organo smette di funzionare, le conseguenze rischiano di essere molto tristi. Il processo porta alla morte dei tessuti della sostanza corticale dei reni, l'aggiunta di infezione dei reni, il più delle volte alla pielonefrite. Il corpo accumula tossine, da cui soffre l'intero corpo. La sconfitta del sistema nervoso centrale provoca convulsioni, tremore. Anche le capacità intellettuali di una persona soffrono: l'attenzione e la memoria si deteriorano.

Con questa patologia compaiono anomalie ematologiche. La produzione di eritropoietina è significativamente ridotta, portando ad anemia. La funzione fagocitica dei leucociti è compromessa, pertanto aumenta il rischio di malattie infettive, inoltre si verifica un generale peggioramento dell'immunità.

Funzionalità renale compromessa porta quasi sempre all'ipertensione, che influenza lo stato del sistema cardiovascolare, aumentando il rischio di ictus e infarto.

Altri effetti

  • Perdita di calcio
  • Forte perdita di peso
  • Sanguinamento interno
  • Violazione dei processi metabolici.

trattamento

L'insufficienza renale viene rilevata dall'urina e dagli esami del sangue. Potrebbe essere necessaria una biopsia del tessuto renale per chiarire la diagnosi e identificare le cause del problema. Sulla base dei risultati dell'esame, è prescritto un trattamento.

I passaggi più importanti nel trattamento sono per eliminare la causa ed eliminare le tossine. Con significativa perdita di sangue, possono essere indicate trasfusioni di sangue. È necessaria ulteriore emodialisi. La procedura viene eseguita in un ospedale. Esiste la possibilità che i reni siano in grado di ripristinare le loro funzioni. Nella fase terminale, quando il recupero non è possibile, può essere necessario un trapianto d'organo. Tuttavia, non è sempre possibile trovare un organo donatore. Oltre all'emodialisi, ai farmaci prescritti, alla dieta.

Patologia nella patologia

Poiché la malattia è una minaccia diretta per la vita umana, a volte sorge la domanda: quanto rimane da vivere? Senza aiuto, una persona può vivere per diversi giorni mentre il corpo può sopportare l'intossicazione. Se il paziente riceve assistenza tempestiva, allora sarà in grado di condurre una vita normale. Se il ripristino della funzione renale diventa impossibile, allora sarà necessario prendere misure costanti per purificare artificialmente il sangue, il che prolunga in modo significativo la vita di una persona.

Quindi quante persone possono vivere? Dipende dalle misure adottate:

  1. la terapia sostitutiva renale consente di vivere per almeno 5 anni;
  2. la moderna tecnologia di emodialisi prolunga la vita di oltre 20 anni;
  3. il trapianto di rene prolunga la vita di 20 anni.

Senza trattamento, la vita con i reni non performanti è impossibile. Sfortunatamente, secondo le statistiche oggi poche decine di persone muoiono di insufficienza renale ogni anno. Tuttavia, i risultati della medicina moderna hanno ridotto il numero dei decessi e l'aspettativa di vita dei pazienti è molto più lunga.

Stanco di combattere la malattia renale?

Gonfiore del viso e delle gambe, dolore nella parte bassa della schiena, costante debolezza e affaticamento veloce, minzione dolorosa? Se si hanno questi sintomi, la probabilità di malattia renale è del 95%.

Se non ti frega niente della tua salute, leggi l'opinione dell'urologo con 24 anni di esperienza. Nel suo articolo, parla di capsule RENON DUO.

Si tratta di un agente di riparazione renale tedesco ad alta velocità che è stato utilizzato in tutto il mondo per molti anni. L'unicità del farmaco è:

  • Elimina la causa del dolore e porta allo stato originale dei reni.
  • Le capsule tedesche eliminano il dolore già al primo utilizzo e aiutano a curare completamente la malattia.
  • Non ci sono effetti collaterali e nessuna reazione allergica.

Se i reni hanno fallito: quanto rimane alla persona per vivere

  • Segni dello sviluppo della malattia
  • Malattia cronica
  • Durata e qualità della vita

Durante tutta la vita del rene, essendo un potente filtro, si occupano costantemente di infezioni, microbi, elementi di origine tossica che entrano nel corpo. Per 24 ore, hanno lasciato passare molto sangue, pulendolo. Dopo la filtrazione dai reni, viene liberato dalle scorie e torna ad essere adatto per saturare la vita di ogni cellula del corpo. Se improvvisamente un rene cessa di svolgere le sue funzioni, il suo carico cade completamente sul secondo. Ma a volte accade l'insufficienza renale accoppiata. In questo caso, i medici implicano l'insorgenza di insufficienza renale, e i pazienti sono interessati alla domanda su cosa fare dopo e qual è la possibilità di sopravvivere.

Segni dello sviluppo della malattia

I reni svolgono funzioni molto importanti: interne (incrementali), che consistono nella formazione del sangue, nel mantenimento della pressione sanguigna al livello appropriato e in quella esterna (escretoria), la cui base è la produzione di urina.

L'insufficienza renale è caratterizzata da una disregolazione dell'omeostasi del piano fisico-chimico, in cui l'urina cessa di formare e risaltare. Il processo non si sviluppa immediatamente e improvvisamente, ma le conseguenze sono irreversibili. Dovresti ascoltare il tuo corpo, identificare i primi sintomi di insufficienza renale e contattare immediatamente il medico.

I segni di insufficienza renale sono i seguenti:

  • anuria (l'urina interrompe l'escrezione), oliguria (diminuzione della produzione di urina);
  • vomito, nausea, debolezza generale;
  • l'aspetto del sangue nelle urine;
  • indolenzimento nella regione addominale.

Malattia cronica

La forma cronica, quando i reni hanno fallito, è caratterizzata da:

  • poliuria (minzione frequente);
  • gonfiore;
  • vomito, perdita di appetito;
  • gengive sanguinanti;
  • crampi muscolari, crampi;
  • l'aspetto del gelo uremico (cristalli di urea) sulla pelle.

Per prevenire la malattia, le sue cause sono sempre più facili, quindi non ignorare nemmeno la leggera indisposizione.

Durata e qualità della vita

Il compito principale della nefrologia moderna è la conservazione della vita umana.

La maggior parte dei casi di insufficienza renale sono preceduti da malattie che il paziente ha acquisito in precedenza. Questo è il diabete, l'infarto e le malattie del cuore, dei vasi sanguigni, ecc. Non è facile rispondere alla domanda su quanto rimane da vivere. Spesso una persona muore non a causa di insufficienza renale, anche se in questo contesto, ma da esacerbazioni di altre malattie.

Gli esperti dicono con sicurezza che una persona può condurre una vita di qualità anche dopo l'insufficienza renale. Viene effettuato un trattamento sintomatico per salvare la vita di una persona. Si basa sul processo di purificazione del sangue artificiale. Per più di un quarto di secolo, i dispositivi di rene artificiale (emodialisi) sono stati operativi nei centri medici del nostro paese. Con il loro aiuto, chi ha perso i reni può vivere per circa 5 anni, com'era prima del lancio dell'attrezzatura, e molte volte più a lungo. Ma se non si ricorre all'utilizzo della depurazione artificiale del sangue, una persona muore in pochi giorni. Le informazioni accurate sulle statistiche di aspettativa di vita non lo fanno.

I dati approssimativi sono tali che i pazienti con terapia sostitutiva renale vivono per più di 5 anni, l'emodialisi può prolungare la vita di 23 anni. Il metodo conservativo di recupero in caso di insufficienza renale per il periodo indicato è impossibile, ma qui c'è una via d'uscita - un trapianto che ti permette di vivere bene per più di 20 anni.

Circa 40 persone muoiono un anno senza un trattamento adeguato.

È costoso e richiede tempo. È difficile trovare un organo donatore, a volte deve aspettare per anni. Pertanto, data la complessità di ripristinare la salute e prolungare la vita dopo l'insufficienza renale, è necessario adottare misure preventive e notare i sintomi allarmanti nel tempo.