Dialisi renale

Test

La medicina moderna aiuta a mantenere la salute delle persone con gravi malattie con l'ausilio di dispositivi speciali. La dialisi renale è uno di questi casi. Questa procedura viene comunemente chiamata rene artificiale, perché nel corso dei suoi processi di attuazione vengono eseguite le caratteristiche del funzionamento di un organo appaiato sano. Questa manipolazione medica salva letteralmente la vita di persone con insufficienza renale acuta, nonché con intossicazione estensiva con droghe, alcol, tossine.

Tuttavia, le persone con insufficienza renale con un decorso cronico conoscono meglio questo metodo terapeutico. Se la funzione renale di una persona non viene ripristinata, la dialisi regolare gli dà la possibilità di vivere altri 15 o 25 anni.

Considerare quale sia la procedura di dialisi, chi ne ha bisogno, quali tipi esistono e quale tipo di stile di vita deve condurre un paziente con malattia renale cronica.

Cosa succede al corpo quando i reni falliscono?

I reni nel nostro corpo sono assegnati a una serie di funzioni vitali. Questa è principalmente la rimozione di prodotti di decomposizione tossici con l'urina dal corpo, la regolazione dei processi osmotici, la secrezione di sostanze bioattive e la partecipazione a reazioni metaboliche.

E ora immaginiamo che un organo di coppia così importante abbia smesso di funzionare. Le sostanze velenose si accumulano gradualmente nel corpo, causando il suo avvelenamento. Ciò è irto non solo di un deterioramento delle condizioni generali del paziente, ma anche fatale.

Cos'è la dialisi?

Dialisi renale - che cos'è? Questo è il nome della procedura di filtrazione delle sostanze tossiche dal flusso sanguigno. Viene eseguita attraverso una membrana perforata semi-permeabile, che fa parte del dispositivo "rene artificiale". In parole semplici, l'emodialisi è una pulizia del corpo senza il coinvolgimento dei reni.

Con l'aiuto di un "rene artificiale", i seguenti prodotti metabolici dannosi vengono rimossi dal corpo del paziente:

  • urea, che si forma a causa della rottura delle proteine ​​durante la digestione;
  • creatinina - una sostanza che è il prodotto finale dello scambio di energia nel tessuto muscolare;
  • varie tossine di origine esogena - stronzio, arsenico, ecc.;
  • preparazioni di farmaci tranquillanti, barbiturici, sostanze a base di acido borico, sulfonamidi, ecc.;
  • sostanze inorganiche come sodio, calcio, potassio, ecc.;
  • acqua in eccesso.

Un dispositivo per emodialisi con licenza dovrebbe comprendere i seguenti elementi funzionali:

  1. Un sistema per lavorare con il sangue, che include le pompe per il pompaggio del sangue e l'alimentazione con eparina, un meccanismo per eliminare le vescicole aeree dal flusso sanguigno, un elemento sensibile per misurare la pressione nei vasi sanguigni.
  2. Sistema per miscelare la soluzione di lavoro - dialisato. Consiste di meccanismi che controllano la temperatura della soluzione, l'emodinamica in esso e il processo di filtraggio.
  3. Filtro dializzatore - nella forma di una speciale membrana di origine naturale o sintetica.

La procedura è la seguente. Il paziente viene iniettato nella vena da un ago, e il suo sangue entra nel dispositivo, accumulandosi su un lato della membrana (dializzatore). Dall'altro lato del filtro, una soluzione operativa viene introdotta attraverso il tubo. Il dializzato "estrae" tossine, acqua in eccesso, cationi, anioni, ecc. Dal flusso sanguigno, pulendola in tal modo. È importante che la soluzione operativa sia selezionata individualmente per ciascun paziente.

La dialisi è progettata per svolgere le seguenti funzioni:

  1. Purificazione del sangue dai metaboliti secondari. L'insufficienza renale porta al fatto che il paziente nel sangue aumenta la concentrazione di composti tossici. Nella soluzione di dialisi, sono completamente assenti. La transizione dei metaboliti secondari dal corpo all'apparato renale artificiale avviene a causa del meccanismo fisico di diffusione: le sostanze provenienti da una soluzione altamente concentrata vengono trasferite in un liquido meno concentrato.
  2. Riportare il numero di elettroliti alla normalità. Elementi elettrolitici - sodio, potassio, calcio, magnesio, cloro, ecc. - sono necessari per il normale funzionamento di tutto il corpo, ma i loro reni in eccesso di una persona sana dovrebbero essere rimossi durante il processo di minzione. Durante la dialisi, non c'è passaggio di assolutamente tutti gli elettroliti nella soluzione di lavoro - il loro numero necessario per il funzionamento rimane nel sangue del paziente.
  3. L'equilibrio del mezzo acido-base nel corpo. Per eseguire questa funzione, nel dialisato viene introdotto uno speciale tampone di bicarbonato di sodio. Questo composto attraverso la membrana dell'apparato viene assorbito dal sangue ed entra nei globuli rossi. Come risultato di diverse trasformazioni chimiche, il pH del sangue aumenta nella direzione di leggermente alcalino, avvicinandosi alla norma.
  4. Rimozione di acqua in eccesso. Questo effetto è ottenuto dal meccanismo di ultrafiltrazione. Sotto la pressione fornita dalla pompa, il sangue del paziente passa attraverso la membrana perforata nel contenitore del dializzato. In quest'ultimo, la pressione è bassa. La differenza di pressione assicura la transizione dell'acqua in eccesso nella soluzione. Questa funzione dell'apparato del "rene artificiale" contribuisce alla rimozione del gonfiore in varie parti del corpo del paziente: polmoni, articolazioni, pericardio, cervello.
  5. Prevenzione della trombosi. Questa proprietà è fornita dall'introduzione dell'eparina nel dialisato, che "diluisce" il plasma sanguigno.
  6. Prevenzione di embolia gassosa. Sul tubo attraverso il quale il sangue purificato viene restituito al corpo del paziente, viene installato un dispositivo speciale che crea una pressione negativa in un'area specifica. Con esso, le bolle d'aria formate durante il trasporto vengono rimosse dal flusso sanguigno.

Per comprendere quanto efficacemente sia stata eseguita una sessione di dialisi, viene effettuata un'analisi del contenuto di urea nel sangue. Con il passaggio di 3 sessioni a settimana, la percentuale di purificazione del plasma deve superare i 65. Quando la procedura viene eseguita due volte al giorno, il sangue deve essere purificato dall'urea del 90% o più.

Quali sono gli effetti collaterali della dialisi?

Sfortunatamente, la pulizia del sangue delle tossine da parte dell'hardware è stressante per il corpo e pertanto la dialisi renale può causare alcuni disturbi nel funzionamento degli organi interni e dei sistemi. La probabilità del loro aspetto è piccola, ma non può essere completamente trascurata. Potrebbero verificarsi le seguenti condizioni:

  • anemia, poiché il numero di globuli rossi è nettamente ridotto;
  • reazione dal sistema nervoso centrale sotto forma di intorpidimento temporaneo delle estremità;
  • sbalzi di pressione nei vasi sanguigni;
  • danno alle ossa;
  • infiammazione delle membrane del muscolo cardiaco.

I casi sopra riportati sono rari, ma ci sono effetti collaterali della dialisi che possono accadere di volta in volta in ogni paziente:

  • sentirsi nauseante;
  • vomito;
  • battito cardiaco aumentato o rallentato;
  • crampi muscolari;
  • spasmo dell'albero bronchiale;
  • visione e udito compromessi;
  • dolore al petto o alla schiena.

In medicina, sono stati descritti casi in cui i pazienti durante l'emodialisi hanno sviluppato una reazione allergica a qualsiasi componente del liquido di dialisi. È possibile ripristinare l'equilibrio nel corpo in un altro modo, se la dialisi ha così tanti effetti collaterali? Oggi è l'unico modo efficace per mantenere una vita normale per le persone con insufficienza renale.

Classificazione delle procedure di dialisi

Diversi tipi di dialisi renale si distinguono in base a diversi fattori: l'ubicazione della procedura, la funzionalità del dispositivo "renale artificiale", i dispositivi dializzatore, ecc. In questi casi, le differenze sono piccole. Soffermiamoci sulla dialisi peritoneale, che sostituisce la normale emodialisi di una certa categoria di pazienti.

La dialisi peritoneale è necessaria quando:

  1. Il paziente non ha l'opportunità di sottoporsi a depurazione del sangue in un centro specializzato a causa dell'assenza di quest'ultimo.
  2. Ci sono serie controindicazioni alla procedura standard.

Questo tipo di procedura è necessaria in media il 10% dei pazienti con insufficienza renale cronica. Viene eseguito come segue. Il paziente viene perforato nell'addome in cui è inserito il catetere. È necessario attendere alcune settimane prima che la prima procedura possa essere eseguita. Si trova nel fatto che attraverso un catetere fisso, 2 litri di soluzione di dialisi vengono iniettati nella cavità peritoneale di una persona. Questa manipolazione deve essere eseguita 4 volte al giorno, ogni volta prosciugando il fluido "esaurito" e introducendone uno nuovo.

Nel caso di un metodo peritoneale di eseguire la procedura, i prodotti metabolici dannosi e in eccesso vengono escreti attraverso i piccoli vasi sanguigni della cavità addominale. Non è necessario installare una membrana perforata: il peritoneo funge da barriera naturale attraverso la quale le sostanze si diffondono.

Il vantaggio di questo tipo di pulizia è la capacità di eseguire la procedura a casa, un carico ridotto sui vasi sanguigni e sul cuore, poiché 1 sessione richiede un'intera giornata e la filtrazione del sangue non avviene rapidamente come con l'emodialisi standard. Uno svantaggio significativo è l'alto rischio di infezione della cavità addominale. Inoltre, questo metodo di dialisi è indesiderabile per le persone con sovrappeso e aderenze nell'intestino.

Chi è controindicato per l'emodialisi?

Sopra, è stata sollevata la questione delle controindicazioni alla purificazione del sangue con un sistema di "rene artificiale". Consideriamo più in dettaglio quali pazienti non possono sottoporsi all'emodialisi.

  1. Persone con una malattia infettiva in fase attiva, perché durante la dialisi il sangue circola vigorosamente, diffondendo rapidamente l'agente infettivo in tutto il corpo.
  2. Ictus e disturbi mentali (epilessia, schizofrenia, ecc.).
  3. Pazienti con tubercolosi acuta.
  4. Con il cancro.
  5. Pazienti che hanno recentemente avuto un attacco di cuore, così come persone con insufficienza cardiaca cronica.
  6. Con grave ipertensione.
  7. Anziani (80 e più anziani).
  8. Pazienti con patologie dell'apparato circolatorio (leucemia, anemia, ecc.).

Ma se c'è un pericolo mortale, l'emodialisi dovrebbe essere eseguita, nonostante tutte le controindicazioni.

dieta

Per vivere con reni falliti, l'emodialisi regolare da sola non è sufficiente. Per migliorare le condizioni del corpo, il paziente deve aderire a una determinata dieta per lungo tempo. La dieta durante la dialisi renale aiuta a evitare gli effetti collaterali durante la procedura, perché il "detergente" del corpo proviene da tutti i tipi di tossine e prodotti metabolici, più facile sarà per il paziente sottoporsi a emodialisi.

Già nel 20 ° secolo, sono state sviluppate diete terapeutiche speciali, che sono oggi prescritte per i pazienti con varie patologie degli organi interni. Con insufficienza renale, viene mostrata la cosiddetta tabella numero 7. Egli suggerisce che l'alimentazione durante la dialisi renale si basa su una diminuzione dell'apporto proteico giornaliero. Inoltre, i pazienti devono dare la preferenza agli alimenti proteici di origine vegetale. Gli scoiattoli animali sono ammessi, ma in una percentuale minore.

Poiché uno degli obiettivi dell'emodialisi è quello di rimuovere il liquido in eccesso dal corpo, il paziente deve limitare la quantità di alcol al minimo necessario. La maggior parte dei pazienti, i medici raccomandano di bere una media di 1 litro di liquidi al giorno.

Poiché il sale contribuisce alla ritenzione di liquidi nel corpo, deve essere abbandonato durante il corso della terapia dietetica. L'importo massimo è di 2 g al giorno. Gli alimenti ricchi di potassio, calcio, sodio e altre cellule elettrolitiche dovrebbero essere limitati nel menu.

Durante il trattamento, il medico elabora una dieta per ciascun caso individualmente per ottenere il massimo effetto dalle sedute di emodialisi, in modo che il paziente viva il più a lungo possibile.

Dialisi quando prescritto

La dialisi renale è una procedura mirata a liberare il sangue dalle tossine, dall'urea e da altri composti azotati che aumentano il siero nelle malattie renali.

L'attrezzatura per la pulizia del flusso sanguigno da sostanze tossiche è chiamata "rene artificiale". L'uso dell'emodialisi può salvare la vita di una persona e prevenire danni agli organi interni.

Indicazioni per l'emodialisi

La dialisi renale è prescritta per pulire il siero dai crescenti accumuli delle seguenti sostanze:

Veleni (toadstool, stronzio, arsenico); Urea (prodotto di degradazione proteica); Alcool (etilico e metilico); Elettroliti (calcio, potassio e sodio); Creatinina (un prodotto del metabolismo energetico nei muscoli); Acqua in eccesso

Valutare la probabile necessità di emodialisi

Indicazioni per la dialisi:

Insufficienza renale cronica - per rimuovere le tossine e la terapia di sostituzione renale; Insufficienza renale acuta - per l'escrezione di prodotti di scarto e liquidi in eccesso; Avvelenamento da veleno - neutralizzazione delle tossine, prevenzione di carenza; Intossicazione da droghe - rimozione di sostanze chimiche in eccesso; Abuso di alcol: rimozione di metaboliti di acido formico e alcol; Iperidratazione - rimozione di acqua in eccesso; Interruzione del metabolismo degli elettroliti, peritonite - eliminazione di elevate concentrazioni di elettroliti; Avvelenamento da farmaci: eliminazione dell'oppio dal siero.

Rene con insufficienza renale acuta

L'emodialisi non è consigliata a tutti i tipi di patologia di cui sopra.

L'uso di un "rene artificiale" è razionale con i seguenti indici del sangue:

Capacità di pulizia renale non superiore a 200 ml; Il volume di urina giornaliera è inferiore a 0,5 litri; La concentrazione di urea nel plasma è superiore a 35 mmol / l; Contenuto di creatinina - più di 1 mmol / l; Potassio nel sangue - più di 6 mmol / l; Bicarbonato standard - inferiore a 20 mmol / l; Un aumento graduale dell'edema dei polmoni, del cuore, del cervello con l'incapacità di eliminare i farmaci.

Tipi e tipi di dialisi renale

Esistono 2 tipi di dialisi renale:

emodialisi; Dialisi peritoneale

L'emodialisi è una procedura per pulire il flusso sanguigno mediante uno speciale dializzatore che pulisce il sangue da tossine e scorie. Per collegare il dispositivo al flusso sanguigno, si forma una fistola venosa o artero-venosa. Per crearlo, il chirurgo ricuce una vena e un'arteria nella parte inferiore dell'avambraccio destro. Attraverso questa anastomosi, il sangue viene raccolto. Viene quindi passato attraverso un sistema di tubi, autostrade e filtri. Dopo la pulizia il liquido ritorna al sangue.

I centri di emodialisi più moderni sono dotati delle seguenti attrezzature:

Fresenius 4008S; Dialogo +; Fresenius 4008B.

Indicazioni per la pulizia di emergenza del flusso sanguigno

Tale attrezzatura ha una modalità di emofiltrazione online. L'uso di questa apparecchiatura consente di monitorare attentamente il conteggio ematico ed eseguire l'ultrafiltrazione.

La dialisi peritoneale coinvolge la purificazione interna del sangue. Il dializzatore che usa questo metodo è la membrana peritoneale.

L'essenza del metodo consiste nell'introduzione nella cavità addominale di un fluido in cui le tossine scorrono dal corpo. Passando attraverso la membrana naturale, viene eliminato dalle sostanze tossiche. Il controllo del livello del liquido all'interno dell'addome viene eseguito secondo un sistema di cateteri che vengono inseriti chirurgicamente sotto anestesia. Secondo la rete, il fluido filtrato viene scaricato.

A seconda delle funzioni del dispositivo, si distinguono i seguenti tipi di emodialisi:

tradizionale; Altamente efficace; Flusso elevato (usando membrane altamente permeabili).

Il tradizionale "rene artificiale" è dotato di membrane di cellulosa con una superficie di 0,8-1,5 metri quadrati. Tale matrice fornisce il filtraggio anche di piccole molecole, ma con una bassa velocità del sangue, quindi la durata della manipolazione non è inferiore a 4 ore.

Il lavoro dell'apparato "Rene artificiale"

La dialisi altamente efficiente viene effettuata su un apparecchio contenente dializzatori con una superficie di 1,5-2 metri quadrati. In tali costruzioni, il sangue nella direzione in avanti si sposta a una velocità di 300-500 ml al minuto. La corrente inversa è leggermente più veloce (600-800 ml / min). L'uso di tali apparecchiature consente di ridurre il tempo di filtraggio a 3 ore, ma il grado di purificazione è inferiore rispetto a quando si esegue un analogo classico.

La dialisi ad alto flusso dei reni viene effettuata su dispositivi contenenti membrane con grandi molecole. Attraverso tali sistemi, il sangue si muove ad alta velocità, ma non viene eliminato nemmeno dalle molecole medie. Tale apparecchiatura consente di evitare complicazioni derivanti durante la conduzione di tipi di dialisi altamente efficienti e tradizionali:

l'anemia; Sindrome del tunnel; Amiloidosi.

Lo svantaggio della procedura è la presenza di una membrana altamente permeabile con grandi pori, quindi la soluzione detergente deve essere sterile.

Come viene eseguito: l'essenza della procedura

L'essenza dell'emodialisi è quella di pulire il sangue di composti tossici e l'aumento delle concentrazioni di alcune sostanze biochimiche.

La scelta del tipo di dialisi e il metodo di collegamento dell'apparecchiatura sono scelti dal medico in base ai parametri di laboratorio e ai sintomi clinici del paziente.

Alcuni centri privati ​​offrono la dialisi peritoneale a casa. Ci sono squadre sul campo speciali dotate di attrezzature per anestesia, che consentono l'introduzione qualificata di un catetere nella cavità addominale.

La procedura di dialisi peritoneale può essere rapidamente controllata, il che porta alla possibilità della sua ampia distribuzione a casa in pazienti che non possono essere consegnati all'ospedale per ragioni oggettive.

Sviluppi innovativi hanno permesso di realizzare attrezzature che consentono a una persona di pulire il sangue durante il sonno.

Vantaggi della dialisi peritoneale domiciliare:

Preserva la funzione renale; Aiuta a condurre una vita naturale; Riduce la probabilità di insufficienza cardiaca; Riduce la necessità di un'attenta selezione della dieta; Ideale per diabetici classici; Aumenta le possibilità di un trapianto renale di successo.

Il principio dell'emodialisi dovuto alla diffusione. Rosso - flusso sanguigno, blu - tossine, membrana gialla

L'essenza dell'emodialisi è la trasmissione del sangue attraverso il sistema dei tubi del tronco, seguita dalla filtrazione del fluido attraverso i sistemi a membrana. Il dializzatore è un filtro artificiale con dimensioni dei pori definite.

L'esecuzione del "rene artificiale" viene effettuata 3 volte a settimana con una durata di 4-5 ore. La manipolazione è effettuata in un ospedale sotto l'attenta supervisione di un medico.

L'emodialisi e la dialisi peritoneale possono salvare la vita dei pazienti che soffrono di insufficienza renale.

Prima dell'introduzione della dialisi, i pazienti con malattie renali semplicemente morivano, poiché non vi è alternativa al metodo.

Condizioni di

Le condizioni e la modalità di dialisi dei reni sono selezionate individualmente. Secondo lo schema classico, la procedura viene eseguita tre volte a settimana con una durata di circa 5 ore.

Esiste un'ampia lista di membrane differenti per l'implementazione della procedura, che vengono selezionate in base ai risultati di laboratorio del siero e dell'urina del paziente.

La scelta della modalità "rene artificiale" dipende dalla funzionalità del tessuto renale dopo la pulizia. Se la funzione residua rimane, la frequenza di emodialisi può aumentare fino a 2 volte a settimana.

Nella maggior parte dei pazienti, la dialisi viene eseguita su base ambulatoriale, ma le moderne attrezzature tecnologiche consentono di eseguire la procedura a casa.

Depuratori di sangue portatili possono anche essere presi per viaggi turistici.

Caratteristiche importanti della dialisi:

Prima della purificazione, dovrebbe essere garantito l'accesso al flusso sanguigno; La fistola fornisce una connessione tra la vena e l'arteria, ma deve essere installata da un medico qualificato; Un innesto di tessuto sintetico può essere utilizzato per fissare una vena a un'arteria; Per l'accesso temporaneo, è possibile utilizzare un catetere installato sulla coscia, sul collo o sul torace. Per l'emodialisi, un ago viene inserito nel tubo a cui è collegato il dializzatore.

dieta

In emodialisi e insufficienza renale grave, viene utilizzata la dieta n. 7G ("renale"). Ci sono un gran numero di opzioni dietetiche utilizzate in violazione della funzionalità dei reni.

L'essenza dell'uso della dieta numero 7

La dieta numero 7 viene utilizzata per fornire al corpo una composizione equilibrata di vitamine, minerali, proteine ​​e carboidrati.

Con l'aiuto di questa dieta si riducono le complicazioni che si verificano dopo la purificazione del sangue.

Restrizione proteica; Riduzione del sodio; Consumo di acqua moderato.

Tutti i piatti inclusi nella composizione, sono preparati senza l'uso di sale. Per ricostituire la quantità di aminoacidi essenziali, dovresti consumare pesce, carne, pesce. In caso di insufficienza renale, l'assunzione di proteine ​​elevate è pericolosa. La preparazione culinaria del cibo dovrebbe essere bollita. Per aggiungere sapore ai piatti, è possibile aggiungere spezie, salse, acido citrico.

La composizione approssimativa della dieta numero 7G:

100 grammi di grassi (30% vegetali); 400 grammi di carboidrati (principalmente a causa dello zucchero); 60 grammi di proteine ​​(75% di animali); 2 grammi di potassio; 0,7 litri di acqua.

La dieta calorica nella malattia renale è di circa 2,8 kcal.

Dieta per patologie renali

I principi di base dell'alimentazione durante la dialisi renale:

Puoi prendere 200 grammi al giorno. pane; Le zuppe vegetariane sono ammesse: zuppa, zuppa di barbabietola rossa, borscht, verdure, cavolo fresco; Degli ingredienti a base di carne consentivano 100 grammi di carne magra, tacchino, pesce, coniglio e pollo; Il consumo di latticini non deve superare i 140 grammi al giorno; Puoi mangiare 2 uova al giorno; Dei cereali, la preferenza è data a riso, sago, casseruole e pilaf; Mangiare verdure fino a 400 grammi al giorno: carote, patate, pomodori, aneto, cipolle, cetrioli, lattuga, barbabietole; Gli alimenti dolci e i frutti vanno presi bolliti, cotti o crudi. Consentito da usare sono i kissels, le gelatine, le mousse, l'uva, i fichi, le pesche; Puoi bere caffè, tè leggero, bevande alla frutta; Grassi refrattari: 35 grammi di verdura e 40 grammi di burro. Insufficienza renale cronica

- Si prescrivono emodialisi e plasmaferesi? Il quadro clinico della malattia, la nutrizione e la prognosi, leggi di più.

E questo articolo parla di insufficienza renale acuta - classificazione, fasi della malattia, possibile prevenzione.

Costo della procedura

Il prezzo dell'emodialisi è influenzato da una serie di fattori importanti:

Il numero di procedure settimanali; Secondo la legge, la maggior parte dei pazienti con patologia renale dovrebbe ricevere la dialisi gratuitamente (secondo i programmi statali); L'emodialisi a pagamento viene eseguita per i pazienti che vengono in città per un bisogno specifico; Pazienti che non sono collegati a un centro di emodialisi specifico.

In media, il costo della dialisi a pagamento in Russia varia da 4,5 a 6 mila rubli, ma alcune correzioni sono possibili individualmente secondo le indicazioni.

Video sull'argomento

Quando il lavoro degli organi interni è disturbato nel corpo umano, è necessario un intervento medico. La dialisi renale è prescritta quando cessano di funzionare normalmente e rimuovono sostanze tossiche e tossine dal corpo. Quando viene prescritta questa procedura e quali sono le indicazioni a riguardo, quanto dura il metodo e quali raccomandazioni dovrebbe seguire il paziente per migliorare la condizione?

Informazioni generali

La dialisi renale è il metodo con cui una persona con un problema del normale funzionamento dei reni utilizza un apparato che svolge la funzione di rimuovere il fluido e di eliminare i prodotti dal corpo e dal sangue. La procedura di emodialisi è prescritta e fatta solo dopo un accurato esame diagnostico e una diagnosi accurata. La dialisi non aiuta a curare i reni e non aiuta a eliminare l'infiammazione. Svolge la funzione del rene e aiuta a sbarazzarsi di prodotti inutili che vengono trasportati dal sangue in tutto il corpo.

Torna al sommario

Indicazioni per appuntamento

Nell'insufficienza renale acuta è prescritta la dialisi.

Con la rilevazione tempestiva della patologia dell'insufficienza renale e un trattamento adeguato, vengono riprese le funzioni degli organi. Il flusso sanguigno nell'organo è normalizzato ed è in grado di filtrare e consentire al fluido e al sangue di attraversarlo. In questo caso, l'emodialisi non viene eseguita e viene annullata. Tali situazioni si verificano nel caso in cui le funzioni renali siano danneggiate se esposte a grandi dosi di sostanze velenose, dopo aver sofferto di una malattia infettiva o di una complicazione batteriologica, in cui si sviluppa un'insufficienza renale.

Con situazioni più complesse, i reni riducono le loro prestazioni, con conseguente sviluppo di insufficienza renale cronica. Questo porta al fatto che molte sostanze tossiche e tossiche sono raccolte nel sangue, portano all'intossicazione del corpo, il paziente si ammala. In questo caso, ripristinare il lavoro del corpo è impossibile. L'emodialisi renale è prescritta in questi casi:

in insufficienza renale acuta e cronica, in caso di avvelenamento da alcool e altre sostanze tossiche, in caso di avvelenamento da pesticidi e sostanze chimiche tossiche, in caso di avvelenamento da funghi, in caso di avvelenamento da farmaci pesanti, in violazione dell'equilibrio elettrolitico nel corpo.

Tipi di dialisi renale

Nelle patologie renali gravi, le persone vivono fino a quando è possibile ricorrere alla dialisi. Questa procedura non è economica, ma nelle moderne strutture mediche è possibile fare l'emodialisi anche per le persone comuni. Esistono questi tipi di dialisi, come la peritoneale e l'emodialisi. Quale metodo è più preferibile è determinato dal medico curante, poiché sia ​​il peritoneale che l'emodialisi hanno i loro vantaggi e controindicazioni. Consideriamo più in dettaglio le caratteristiche dei tipi di dialisi renale.

Torna al sommario

emodialisi

L'emodialisi viene effettuata utilizzando un dispositivo speciale chiamato dializzatore, attraverso il quale viene filtrato il sangue. Il sangue circolante penetra nell'apparato, in cui sali, tossine e scorie in eccesso vengono disconnessi da esso e quindi, nella forma pura, entrano nel flusso sanguigno principale. L'emodialisi dura circa 6 ore e, a seconda dello stato di insufficienza d'organo, viene effettuata almeno 2 volte a settimana. Quante volte per applicare questo tipo di dialisi, il medico curante decide.

La procedura di emodialisi viene eseguita a casa, la persona non ha bisogno di rimanere in ospedale, inoltre, è possibile controllare la durata della procedura da soli, mentre si ottiene un effetto migliore. Questo è conveniente e meno costoso, il paziente non ha bisogno di arrivare costantemente all'ospedale. Per la prima volta, un tubo viene inserito attraverso una vena attraverso la quale circolerà un flusso sanguigno. Questo metodo viene utilizzato nel caso in cui la durata dell'emodialisi sia breve. Con lo sviluppo dell'insufficienza renale, quando aumenta la necessità di dialisi, viene praticata una fistola speciale con un'operazione che aiuta ad ottenere un accesso indolore alla vena.

Torna al sommario

Dialisi peritoneale

Il tipo peritoneale di dialisi prevede un intervento chirurgico, in cui una sezione della cavità addominale viene sezionata e una persona è collegata a un apparato che filtrerà il sangue. Durante la dialisi peritoneale, non vi è alcun pericolo che il sanguinamento inizi a svilupparsi, poiché i vasi sanguigni non sono danneggiati e il carico aggiuntivo sul cuore non aumenta, come accade durante l'emodialisi.

Con l'aiuto di un catetere, oltre 1,5 litri di liquido speciale vengono versati nella cavità addominale. Inoltre, dopo un po 'di tempo, viene espulso dal corpo insieme a tossine e impurità nocive. Esistono 2 metodi di dialisi peritoneale: è un ambulatorio permanente e automatico, che presenta differenze nelle prestazioni. Con la dialisi peritoneale costante, la soluzione viene introdotta nel corpo umano per 6-10 ore, quindi viene rimossa e quindi nuovamente riempita la cavità addominale. Questo viene fatto da 3 a 6 volte al giorno. La dialisi peritoneale automatica prevede la sostituzione della soluzione solo di notte, mentre la persona sperimenta un minimo di disagio.

Torna al sommario

Metodologia e condizioni

La durata della dialisi è prescritta dal medico curante.

Se la dialisi renale viene eseguita utilizzando un apparato artificiale, questa procedura viene eseguita solo in un ospedale. Il numero e la durata della dialisi sono prescritti dal medico curante, in base allo stato di salute del paziente. Se il paziente ha sviluppato insufficienza renale cronica, allora in questo caso la procedura viene eseguita almeno 3 volte a settimana. L'apparato che svolge la funzione del rene è: un sistema per pompare sangue; un dispositivo che introduce una soluzione speciale nel corpo (il liquido può avere una composizione diversa, a seconda dello stato di salute); un sistema di membrane che filtrano il sangue. Quando il sangue viene purificato, rientra nel corpo umano.

Torna al sommario

Dieta per dialisi

Affinché la dialisi abbia effetto e la persona si senta normale, è necessario mantenere un regime alimentare e seguire una dieta. La quantità di liquido bevuto al giorno è regolata dal medico curante, dal momento che è necessario tenere rigorosamente in considerazione le condizioni del sistema urogenitale. La dieta comporta la riduzione della quantità di sale consumata. Il menu dovrebbe essere ricco di proteine, grassi e carboidrati. La dieta esclude carni grasse e brodi a base di esse, dolci e pasticcini dolci, soda dolce, tè nero, pasta, pane bianco, salse piccanti e grassi e condimenti, maionese. Il menu dovrebbe essere dominato da cibo vegetariano con un'abbondanza di frutta e verdura, che vengono preparati utilizzando la quantità minima di grassi. È utile mangiare zuppa di verdure, usare miele e frutta secca al posto dei dolci, sostituire il pane bianco integrale con acqua semplice e pulita.

Torna al sommario

Complicazioni e loro prevenzione

Più spesso, le complicazioni di questa procedura compaiono dopo le prime procedure, quindi il corpo si abitua e la persona non sperimenta tale disagio. La dialisi causa complicanze quali nausea e vomito, diminuzione della pressione, a causa delle procedure di pulizia nel sangue, diminuzione dei globuli rossi, il paziente è tormentato da anemia che si manifesta come vertigini, debolezza, perdita di coscienza, mal di testa e aritmia.

Schema della dialisi peritoneale.

Il metodo della dialisi peritoneale causa una complicazione sotto forma di peritonite quando si verifica un'infiammazione della cavità addominale con l'aggiunta di un'infezione batterica. Ciò provoca disturbi nel sistema escretore, che peggiora la situazione e il benessere del paziente. Le complicanze causano lo sviluppo di un'ernia sugli organi peritoneali. Per evitare gravi complicazioni, è necessario seguire scrupolosamente le raccomandazioni e le prescrizioni del medico, in caso di cambiamento di benessere, informare immediatamente a riguardo.

Torna al sommario

Per quanto tempo vivono le persone in dialisi?

Molti sono interessati a quanto tempo puoi vivere di dialisi? Circa 10 anni fa, i pazienti che usavano il metodo della dialisi, vivevano da 3 a 7 anni. E la causa della morte non era sempre un malfunzionamento dei reni o delle attrezzature imperfette. Il più delle volte, il paziente ha avuto gravi complicazioni che hanno sconvolto il lavoro dell'intero organismo e non ha più potuto superare un carico così grande. La medicina moderna ha migliorato il dispositivo, le persone durante la procedura hanno un minimo di disagio e dolore, vivono di conseguenza più a lungo. Durante la dialisi dei reni, il paziente può dormire o essere impegnato in affari, mentre non prestando attenzione e non essere distratto a causa di sensazioni di disagio.

Ad oggi, è stato stabilito che quando si usa la dialisi e il rigoroso rispetto delle regole e dei regolamenti del medico, le persone vivono 22 anni e se la salute è normale e non ci sono complicazioni aggiuntive, allora si può vivere 30-50 anni. Ma dobbiamo ricordare che l'aspettativa di vita e i risultati positivi del trattamento dipendono dalla persona stessa.

Torna al sommario

Ulteriori informazioni sulla dialisi

Il medico deve valutare la stabilità psicologica del paziente.

Se una persona richiede procedure di dialisi costanti, allora il trattamento richiede l'aiuto di diversi specialisti, vale a dire, un neurologo, uno psichiatra e personale di servizio che si orientano con le manifestazioni patologiche delle condizioni del paziente. Se la dialisi non viene evitata, è necessario aiutare psicologicamente il paziente a prepararsi a questa procedura in modo che capisca cosa deve passare, quanto durerà e quale sarà la vita dopo. Utilizzando questo approccio, puoi valutare:

stabilità psicologica del paziente, fornire alla persona l'opportunità di partecipare alla determinazione del metodo terapeutico, eseguire le prime manipolazioni che forniranno l'accesso al sistema di flusso sanguigno, che aiuterà la persona ad iniziare gradualmente ad adattarsi alle condizioni.

Quando si sceglie un metodo di trattamento, vengono presi in considerazione lo stato di salute, l'atteggiamento mentale e il desiderio di lottare per la vita di una persona, poiché durante la dialisi ci saranno restrizioni che possono influenzare negativamente l'umore di una persona. Per prevenire ulteriori complicazioni nel processo di questo metodo, al paziente viene prescritta una terapia farmacologica, che include l'uso di antibiotici, steroidi e multivitaminici. Quanto dura la terapia e altri aspetti sono determinati dal medico.

A causa di frequenti trasfusioni di sangue in una persona durante l'emodialisi, si sviluppa un sovraccarico di ferro. In questo caso, è necessario monitorare regolarmente l'analisi e non prescrivere una preparazione di solfato di ferro. Con l'emodialisi, è possibile la formazione di calcoli nel sistema urogenitale, quindi il medico regola la dose di vitamina C, che provoca la formazione di inclusioni di calcio. Con lo sviluppo di complicazioni, il paziente rimane in ospedale sotto la costante supervisione dei medici.

Quando si osserva un'alimentazione dietetica, è consigliabile prestare attenzione a una dieta in cui sono esclusi gli alimenti proteici, e la base della dieta è costituita dai carboidrati e dalla giusta quantità di grassi sani. Durante questa dieta, non è possibile limitare la quantità di liquido, ma il sale viene rimosso o sostituito con analoghi artificiali. Frutta e verdura predominano nella dieta per migliorare il gusto dei piatti freschi, vengono aggiunti a questi condimenti: prezzemolo, cumino, cannella e vaniglia in pasticceria dolce. Se segui le regole della dieta, le persone vivono a lungo.

Mantenendo la funzionalità renale del 10-15%, quando la filtrazione del sangue viene ridotta ad un livello di pericolo per la vita, viene prescritta la dialisi renale, una procedura che si occupa dello smaltimento dei rifiuti corporei. La dialisi consente di controllare il livello di pressione sanguigna, rimuovere le tossine e il fluido in eccesso, mantenere un normale equilibrio di elettroliti nel corpo e l'equilibrio acido-base.

Indicazioni per la dialisi

Annualmente, la dialisi renale è indicata per migliaia di pazienti con malattia renale cronica e acuta. Questa procedura è prescritta da un medico quando i sintomi della malattia renale cronica aumentano:

edema, nausea, vomito, alta stanchezza, ipertensione.

Il fattore decisivo nell'analisi del sangue è un aumento del livello di azoto ureico e di creatinina, nonché un confronto del livello di creatinina nel sangue e nelle urine. Indipendentemente dai risultati del test, la dialisi viene somministrata al paziente:

con grave malessere; in violazione del cuore, dei polmoni, dello stomaco; in assenza di sensazioni gustative; riducendo la sensibilità delle gambe.

La dialisi renale è prescritta prima che il paziente abbia complicazioni potenzialmente letali. Lo stadio di insufficienza renale, in cui c'è bisogno di dialisi, deriva da:

diabete; ipertensione; glomerulonefrite (infiammazione dei glomeruli renali); vasculite (infiammazione dei vasi renali); malattia del rene policistico.

La dialisi renale può anche essere necessaria in caso di una condizione acuta di insufficienza renale che si è verificata improvvisamente durante un'operazione complessa, una lesione grave o un infarto. A volte l'insufficienza renale acuta con un adeguato trattamento tempestivo può comportare il recupero. In questi casi, la dialisi è prescritta per il periodo per ripristinare la funzionalità renale.

Se l'insufficienza renale è gravemente cronica o è già passata nella fase terminale, la dialisi è prescritta per tutta la vita.

Tipi di dialisi

Esistono diversi tipi di procedure che differiscono l'una dall'altra nel meccanismo di purificazione del sangue da tossine e prodotti metabolici. La dialisi renale è divisa in due tipi principali:

emodialisi, dialisi peritoneale.

L'eliminazione delle sostanze di scarto dal sangue usando la macchina per emodialisi (rene artificiale) è chiamata emodialisi. L'accesso ai vasi sanguigni e la connessione dell'arteria con la vena sono effettuati attraverso vasi artificiali appositamente impiantati sotto la pelle a seguito di un intervento chirurgico:

fistola, stent, catetere.

Durante l'emodialisi, il sangue del paziente viene pulito attraverso filtri speciali e versato di nuovo al paziente. In media, la procedura viene eseguita tre volte a settimana per una durata da tre a quattro ore.

La dialisi peritoneale (PD) viene praticata in due varietà:

CAPD (PD permanente ambulatoriale); PCTD (PD ciclico costante).

Con una PD permanente ambulatoriale, il paziente utilizza il tessuto del proprio corpo (parete intestinale) come filtro. La procedura viene eseguita senza l'aiuto dei dispositivi da soli quattro o cinque volte al giorno. Tra le procedure nell'area peritoneale ci sono circa due litri di soluzione dializzata.

Il PD ciclico permanente viene eseguito utilizzando il dispositivo - ciclatore, che sostituisce automaticamente i cicli di pulizia e riposo. La procedura di dialisi peritoneale può essere eseguita a casa e dura circa mezz'ora. Il vantaggio di questo tipo di dialisi è l'indipendenza dal centro di dialisi, e lo svantaggio è la probabilità di infezione.

Dieta per dialisi

Con qualsiasi tipo di dialisi, il paziente segue necessariamente una dieta priva di sale, poiché gli alimenti salati causano sete. La dieta durante la dialisi dei reni è anche finalizzata a limitare il consumo di alimenti ricchi di fosforo (formaggio, latte, fagioli, noci), in quanto favorisce la rimozione del calcio dalle ossa. Nella fase della malattia renale cronica, che è assegnata alla dialisi, i pazienti aderiscono ad una dieta numero 7G. I suoi parametri quotidiani principali sono il contenuto medio:

proteine ​​da 60 a 70 g; valore energetico di poco più di 2000 kcal; carboidrati circa 300 g; grasso animale circa 70 g; liquidi fino a mezzo litro; sali 3-4 g; calcio fino a 1 g; potassio fino a 3 g; fosforo a 1 g.

Nei giorni di dialisi, l'appetito può diminuire, il che richiede un aumento dell'assunzione di cibo in giorni liberi dall'emodialisi.

La dieta 7G prevede il consumo giornaliero:

pane senza sale circa 150 g; zuppe di verdure fino a 250 g; carne magra e pesce fino a 100 g; bevande a base di latte fermentato e latte fino a 200 g; panna acida a 50 g; cagliata fino a 40 g; un uovo alla coque; patate fino a 200 g, altre verdure fino a 300 g; frutti e bacche fino a 300 g; zucchero a 20 g; burro fino a 20 g; olio vegetale fino a 25 g.

Brodi e salse di carne, pesce e funghi, salsicce, prodotti in scatola, caviale, legumi, carni affumicate, formaggio, funghi, frutta secca, cacao e cioccolato, così come verdure e frutta ricche di potassio e acido ossalico sono rigorosamente escluse dalla dieta.

Costo della procedura

Il costo della dialisi renale a Mosca varia da 4,5 a 6 mila rubli per sessione. Nelle regioni, i prezzi per l'emodialisi a pagamento possono differire significativamente da quelli di Mosca. Nel distretto federale siberiano, il costo della procedura varia da 3,5 mila a Tyva a quasi 7 mila rubli nella regione di Omsk. In media, la dialisi costa circa 20 mila dollari all'anno.

I cittadini con una polizza di assicurazione obbligatoria, la procedura di emodialisi è a carico dello stato. Quando si viaggia in altre regioni della Russia, i servizi di emodialisi resi nel luogo di soggiorno temporaneo dovrebbero essere pagati dalla politica OMS nell'ordine dei reciproci accordi tra i fondi territoriali. Nel 2013, circa settecento residenti di altre regioni hanno usufruito dei servizi gratuiti dei centri di nefrologia delle coste di Azov e del Mar Nero.

Dialisi renale

Mantenendo la funzionalità renale del 10-15%, quando la filtrazione del sangue viene ridotta ad un livello di pericolo per la vita, viene prescritta la dialisi renale, una procedura che si occupa dello smaltimento dei rifiuti corporei. La dialisi consente di controllare il livello di pressione sanguigna, rimuovere le tossine e il fluido in eccesso, mantenere un normale equilibrio di elettroliti nel corpo e l'equilibrio acido-base.

Indicazioni per la dialisi

Annualmente, la dialisi renale è indicata per migliaia di pazienti con malattia renale cronica e acuta. Questa procedura è prescritta da un medico quando i sintomi della malattia renale cronica aumentano:

  • edema,
  • nausea,
  • vomito,
  • alto affaticamento
  • ipertensione

Il fattore decisivo nell'analisi del sangue è un aumento del livello di azoto ureico e di creatinina, nonché un confronto del livello di creatinina nel sangue e nelle urine. Indipendentemente dai risultati del test, la dialisi viene somministrata al paziente:

  • con grave malessere;
  • in violazione del cuore, dei polmoni, dello stomaco;
  • in assenza di sensazioni gustative;
  • riducendo la sensibilità delle gambe.

La dialisi renale è prescritta prima che il paziente abbia complicazioni potenzialmente letali. Lo stadio di insufficienza renale, in cui c'è bisogno di dialisi, deriva da:

La dialisi renale può anche essere necessaria in caso di una condizione acuta di insufficienza renale che si è verificata improvvisamente durante un'operazione complessa, una lesione grave o un infarto. A volte l'insufficienza renale acuta con un adeguato trattamento tempestivo può comportare il recupero. In questi casi, la dialisi è prescritta per il periodo per ripristinare la funzionalità renale.

Se l'insufficienza renale è gravemente cronica o è già passata nella fase terminale, la dialisi è prescritta per tutta la vita.

Tipi di dialisi

Esistono diversi tipi di procedure che differiscono l'una dall'altra nel meccanismo di purificazione del sangue da tossine e prodotti metabolici. La dialisi renale è divisa in due tipi principali:

  • emodialisi,
  • dialisi peritoneale.

L'eliminazione delle sostanze di scarto dal sangue usando la macchina per emodialisi (rene artificiale) è chiamata emodialisi. L'accesso ai vasi sanguigni e la connessione dell'arteria con la vena sono effettuati attraverso vasi artificiali appositamente impiantati sotto la pelle a seguito di un intervento chirurgico:

Durante l'emodialisi, il sangue del paziente viene pulito attraverso filtri speciali e versato di nuovo al paziente. In media, la procedura viene eseguita tre volte a settimana per una durata da tre a quattro ore.

La dialisi peritoneale (PD) viene praticata in due varietà:

  • CAPD (PD permanente ambulatoriale);
  • PCTD (PD ciclico costante).

Con una PD permanente ambulatoriale, il paziente utilizza il tessuto del proprio corpo (parete intestinale) come filtro. La procedura viene eseguita senza l'aiuto dei dispositivi da soli quattro o cinque volte al giorno. Tra le procedure nell'area peritoneale ci sono circa due litri di soluzione dializzata.

Il PD ciclico permanente viene eseguito utilizzando il dispositivo - ciclatore, che sostituisce automaticamente i cicli di pulizia e riposo. La procedura di dialisi peritoneale può essere eseguita a casa e dura circa mezz'ora. Il vantaggio di questo tipo di dialisi è l'indipendenza dal centro di dialisi, e lo svantaggio è la probabilità di infezione.

Dieta per dialisi

Con qualsiasi tipo di dialisi, il paziente segue necessariamente una dieta priva di sale, poiché gli alimenti salati causano sete. La dieta durante la dialisi dei reni è anche finalizzata a limitare il consumo di alimenti ricchi di fosforo (formaggio, latte, fagioli, noci), in quanto favorisce la rimozione del calcio dalle ossa. Nella fase della malattia renale cronica, che è assegnata alla dialisi, i pazienti aderiscono ad una dieta numero 7G. I suoi parametri quotidiani principali sono il contenuto medio:

  • proteine ​​da 60 a 70 g;
  • valore energetico di poco più di 2000 kcal;
  • carboidrati circa 300 g;
  • grasso animale circa 70 g;
  • liquidi fino a mezzo litro;
  • sali 3-4 g;
  • calcio fino a 1 g;
  • potassio fino a 3 g;
  • fosforo a 1 g.

Nei giorni di dialisi, l'appetito può diminuire, il che richiede un aumento dell'assunzione di cibo in giorni liberi dall'emodialisi.

La dieta 7G prevede il consumo giornaliero:

  • pane senza sale circa 150 g;
  • zuppe di verdure fino a 250 g;
  • carne magra e pesce fino a 100 g;
  • bevande a base di latte fermentato e latte fino a 200 g;
  • panna acida a 50 g;
  • cagliata fino a 40 g;
  • un uovo alla coque;
  • patate fino a 200 g, altre verdure fino a 300 g;
  • frutti e bacche fino a 300 g;
  • zucchero a 20 g;
  • burro fino a 20 g;
  • olio vegetale fino a 25 g.

Brodi e salse di carne, pesce e funghi, salsicce, prodotti in scatola, caviale, legumi, carni affumicate, formaggio, funghi, frutta secca, cacao e cioccolato, così come verdure e frutta ricche di potassio e acido ossalico sono rigorosamente escluse dalla dieta.

Costo della procedura

Il costo della dialisi renale a Mosca varia da 4,5 a 6 mila rubli per sessione. Nelle regioni, i prezzi per l'emodialisi a pagamento possono differire significativamente da quelli di Mosca. Nel distretto federale siberiano, il costo della procedura varia da 3,5 mila a Tyva a quasi 7 mila rubli nella regione di Omsk. In media, la dialisi costa circa 20 mila dollari all'anno.

I cittadini con una polizza di assicurazione obbligatoria, la procedura di emodialisi è a carico dello stato. Quando si viaggia in altre regioni della Russia, i servizi di emodialisi resi nel luogo di soggiorno temporaneo dovrebbero essere pagati dalla politica OMS nell'ordine dei reciproci accordi tra i fondi territoriali. Nel 2013, circa settecento residenti di altre regioni hanno usufruito dei servizi gratuiti dei centri di nefrologia delle coste di Azov e del Mar Nero.

Dialisi renale: cos'è e quando è necessario

Abbastanza spesso, con varie malattie renali, quando cessano di funzionare normalmente, i medici raccomandano che i pazienti inizino a sottoporsi a dialisi. Non tutti i pazienti capiscono che cos'è questo metodo di terapia e che cos'è. Questa informazione è molto importante, in quanto riguarda principalmente situazioni piuttosto difficili in cui vi è la possibilità di un esito letale del decorso della malattia.

Cos'è la dialisi

Tale procedura medica, come la dialisi, è un processo di purificazione del sangue del paziente da sostanze tossiche che i suoi stessi reni non sono più in grado di rimuovere dal corpo. Molto spesso, tale trattamento è richiesto in caso di violazioni acute e croniche della funzionalità del sistema urinario umano.

La dialisi non solo pulisce il sangue dalle tossine, ma monitora anche il livello della sua pressione, lo elimina dai liquidi in eccesso, mantiene il corretto equilibrio di elettroliti e alcali. Esistono diversi tipi di dialisi che dovrebbero essere scelti in base ai seguenti fattori:

  • età del paziente;
  • gravità della progressione della malattia;
  • stato funzionale degli organi umani.

Oggi ci sono due diversi tipi di dialisi che possono essere utilizzati in diverse situazioni a seconda delle esigenze della persona.

emodialisi

È una procedura speciale in cui l'apparato renale artificiale purifica al massimo il sangue del paziente da vari elementi tossici. Il suo lavoro mira a rimuovere dal corpo umano sostanze a basso peso molecolare e molecolare. Una caratteristica distintiva di questa procedura è che contribuisce all'invarianza della composizione proteica nel plasma sanguigno.

L'effetto dell'emodialisi è il seguente effetto:

  1. ridurre il numero di tossine uremiche nel sangue del paziente;
  2. normalizzazione di elettroliti e acidi;
  3. rimozione del liquido in eccesso, che contribuisce ad abbassare la pressione sanguigna.

L'emodialisi è una procedura che ha alcune controindicazioni. Tra questi, gli esperti distinguono le seguenti malattie e condizioni:

  1. la presenza di emorragia nel cervello;
  2. insufficienza del sistema cardiovascolare umano;
  3. tutti i tipi di diabete;
  4. sanguinamento, incluso interno.

Dialisi peritoneale

Consiste nell'introduzione nella cavità addominale di una soluzione speciale che è in grado di essere purificata dal corpo umano. Il liquido per dialisi viene erogato al corpo del paziente attraverso un catetere. Il sangue entra nel luogo di localizzazione della soluzione con l'aiuto di vasi intestinali.

Si ritiene che la dialisi peritoneale abbia più vantaggi rispetto all'emodialisi. Gli aspetti positivi di questo metodo di terapia sono i seguenti:

  1. il paziente può continuare a mantenere la precedente modalità di vita, indipendentemente dalle sue preferenze e desideri;
  2. la funzione renale residua continua a essere mantenuta nella forma in cui si trovava al momento dell'inizio della terapia;
  3. Il peggioramento dei problemi con lo spettro cardiovascolare rallenta significativamente;
  4. il grado della malattia virale della malattia del paziente è ridotto;
  5. il paziente non ha bisogno di seguire rigorosamente un severo requisito dietetico;
  6. Non ci sono controindicazioni sotto forma di diabete per questo tipo di trattamento;
  7. dopo la dialisi peritoneale, un rene può essere trapiantato in un paziente con un alto tasso di successo.

I principali svantaggi di questo tipo di trattamento sono la presenza di un intervento chirurgico nella cavità addominale nella storia del paziente, sovrappeso, ernia, problemi alla vista e l'ultimo grado di danno renale.

testimonianza

Per qualsiasi malattia renale, la dialisi non viene eseguita. Il medico può raccomandare questo metodo di terapia solo in alcuni casi. Molto spesso ciò accade con tali patologie del sistema urinario di una persona:

  • insufficienza renale acuta e cronica;
  • intossicazione da alcol;
  • problemi con gli equilibri elettrolitici nel sangue;
  • sovradosaggio di alcuni farmaci;
  • intossicazione con alcune sostanze, che sono veleni con proprietà di penetrazione attraverso la membrana di emodialisi;
  • iperidratazione (eccessivo contenuto di acqua nel corpo), che non è suscettibile di trattamento con metodi conservativi.

Le patologie di cui sopra senza un trattamento appropriato possono essere fatali. Tra i motivi, che possono essere la base per il trattamento in questo modo, si possono distinguere i seguenti parametri del sangue:

  • livello di creatinina superiore a 800 - 1000 micromol per litro;
  • livello di urea nell'intervallo 20-40 μmol per litro;
  • velocità di filtrazione glomerulare inferiore a 5 millilitri per litro;
  • contenuto di bicarbonato - inferiore a 15 mmol per litro.

Quando i campioni renali di una persona malata con problemi renali saranno come indicato nelle liste, il nefrologo potrebbe consigliare di iniziare la procedura di dialisi. Per questo, è richiesto il corrispondente desiderio del paziente. Senza di essa, è impossibile iniziare una tale terapia.

Come è il

Per l'efficacia della procedura di emodialisi, è necessario eseguirlo di conseguenza:

  1. Per questo, un messaggio dovrebbe essere fatto tra l'arteria di una persona malata e la sua nave venosa. Questo viene fatto con l'aiuto di uno shunt speciale, al quale in futuro ogni volta un apparato "rene artificiale" sarà collegato per far scorrere il sangue attraverso il suo sistema di pulizia. La durata di questa procedura può variare da 3 a 5 ore.
  2. L'emodialisi deve essere effettuata solo in istituti medici specializzati. Hanno stanze appropriate con attrezzature specializzate.
  3. C'è un certo schema semplificato del dializzatore. In primo luogo, il sangue umano non purificato viene fornito a questo dispositivo.
  4. Dopo di ciò, viene passato attraverso un meccanismo che separa le sostanze tossiche da esso. Esse escono dal prodotto sanguigno, dopo di che viene alimentata la corrispondente soluzione di dialisi.
  5. Il liquido si mescola tra loro, diventando sicuro per una persona.
  6. Dopo di ciò, dal dispositivo ritorna nel corpo già in forma di sangue purificato senza tossine, che ha un effetto negativo.

La dialisi peritoneale è più spesso effettuata non in Russia, ma in istituzioni mediche straniere. Questa procedura viene eseguita in ospedale, in quanto richiede la creazione di un accesso chirurgicamente diretto alla cavità addominale di una persona malata:

  1. Per questo, viene eseguita un'incisione della parete peritoneale anteriore.
  2. Dopo che il paziente ha avuto accesso, impara come riempire il suo corpo con il fluido di dialisi. Ciò è dovuto al fatto che il processo di purificazione del sangue in questo caso avviene a casa.
  3. La dialisi peritoneale richiede l'introduzione di una soluzione nel peritoneo, la successiva filtrazione del sangue in questo luogo e il ritiro di sostanze tossiche. Tutto questo può essere facilmente eseguito da una persona malata con problemi renali senza la necessità di venire costantemente in ospedale.

I metodi sopra citati per l'implementazione della terapia del sistema urinario umano sono eseguiti nel centro di dialisi e trapianto di rene Volga. Questo istituto medico è una clinica che fornisce assistenza altamente specializzata ai pazienti con reni, fegato, pancreas, intestino, polmoni e malattie cardiache utilizzando metodi di terapia sostitutiva, seguiti da trapianto di organi e tessuti.

dieta

A causa del fatto che la malattia renale porta al fatto che nel corpo del paziente si accumulano sostanze tossiche, i medici raccomandano che le persone malate aderiscano a determinate regole della dieta. Il suo scopo principale è quello di limitare completamente o sostanzialmente l'uso di sale negli alimenti.

In generale, nefrologi con malattie renali raccomandano di stare al numero 7. Consiste nel consumare approssimativamente il seguente numero di diverse sostanze:

  • proteine ​​- da 60 a 70 grammi al giorno;
  • carboidrati: fino a 300 grammi al giorno;
  • grassi di origine animale - fino a 70 grammi al giorno;
  • qualsiasi liquido - fino a 50 grammi al giorno;
  • sali - fino a 4 grammi al giorno;
  • calcio - fino a 1 grammo al giorno;
  • potassio - fino a 3 grammi al giorno;
  • fosforo - fino a 1 grammo al giorno.

Molti alimenti dieta numero 7 consiglia di mangiare in quantità limitata. Questo vale per uova, latticini, pane, capo e pesce, olio, ecc.

Deve essere escluso completamente dalla dieta nella realizzazione della dialisi renale:

  1. cibi grassi e fritti;
  2. cioccolato e cacao;
  3. frutta secca;
  4. brodi;
  5. prodotti in scatola;
  6. così come verdure e frutta ricche di potassio e acido ossalico.

Quante persone vivono in dialisi

Prevedere con precisione quanto tempo le persone in dialisi vivano è impossibile. Ciò è dovuto al fatto che questo periodo dipende da molti fattori, tra cui il più importante è lo stato di salute del paziente. Tuttavia, dovresti fare affidamento sui seguenti fatti:

  1. Se il paziente ha completamente fallito i reni, cessando di funzionare, allora la dialisi viene effettuata più volte alla settimana. Con la prestazione residua di questi corpi, la frequenza della procedura è ridotta a una volta alla settimana o meno.
  2. Oggi in Russia non ci sono statistiche ufficiali su quante persone possono vivere in dialisi. Con una terapia opportunamente selezionata, così come l'implementazione di un trapianto di rene, l'aspettativa di vita, come alcuni esperti ritengono, viene estesa di circa 20 anni.
  3. La causa della morte dopo l'inizio della dialisi è spesso coaguli di sangue o soluzioni di pulizia scelte in modo errato. Il secondo fattore, che riguarda anche la mortalità dei pazienti, sono le varie malattie virali che colpiscono una persona a causa di una diminuzione della sua immunità. Pertanto, le funzioni protettive del corpo cambiano spesso in modo significativo dopo la dialisi, a causa della quale un'infezione comune, i problemi con il tratto gastrointestinale o l'influenza possono diventare fatali.

Nonostante le carenze della dialisi, questa procedura è indispensabile nel campo nefrologico della medicina. Aiuta a salvare la vita delle persone, estendendola anche per decenni. La cosa principale con questo è la selezione della terapia corretta, l'attuazione di tutte le raccomandazioni del medico curante e un attento monitoraggio del proprio stato di salute. Per molte persone, la dialisi è l'unica possibilità di salvezza, il che rende questa procedura molto importante e significativa.

Puoi anche guardare alla possibilità della dialisi per l'assicurazione sanitaria obbligatoria.