Quando viene prescritta la dialisi e che cos'è?

Sintomi

Quando i reni cessano di funzionare normalmente e purificano il sangue, le sostanze tossiche si accumulano gradualmente nel corpo. Per purificare il sangue con mezzi artificiali, utilizzare un dispositivo speciale per emodialisi, che esegue temporaneamente il lavoro dei reni. Una procedura nota come dialisi - che cos'è e come migliora la vita dei pazienti?

Cos'è la dialisi renale

Quando i reni non sono in grado di eseguire la necessaria purificazione del sangue, un dispositivo è collegato al corpo, che periodicamente esegue questa funzione al posto di loro.

Che cos'è la dialisi renale in medicina? Questa è una pulizia, effettuata fuori dai reni, con l'aiuto di una membrana sottile che trattiene residui tossici dell'attività vitale del corpo e dell'acqua. La struttura di questa membrana è porosa e semi-permeabile, che consente di filtrare molte sostanze nocive.

La categoria principale di pazienti che hanno bisogno di questa procedura è quella che soffre di insufficienza renale. Inoltre, il sangue viene pulito per le persone con avvelenamento da veleno, alcool o droghe.

Durante la purificazione del sangue, puoi liberarti di sostanze come:

  • acqua in eccesso;
  • urea, che viene prodotta durante la lavorazione delle proteine ​​nel corpo;
  • alcol etilico e metilico;
  • elettroliti;
  • creatinina, correlata ai prodotti del metabolismo energetico;
  • sostanze velenose (stronzio, arsenico);
  • farmaci per overdose.

Come funziona la macchina per emodialisi

Il sangue venoso viene utilizzato per la pulizia, che viene immesso nel dispositivo utilizzando il sistema. Al suo interno è un filtro finemente poroso di una struttura semi-permeabile, fatta di sintetici o cellulosa. Da una parte del filtro c'è un flusso di sangue e dall'altra una soluzione di diazilato che separa l'acqua e le sostanze nocive dal sangue.

Quali sono i risultati dell'utilizzo di un apparato renale artificiale?

  1. Rimangono i residui dei processi metabolici: urea, proteine, tossine e altri prodotti. Nell'insufficienza renale, la concentrazione di queste sostanze nel sangue aumenta e il diazilato le trascina attraverso i pori della membrana.
  2. Uno speciale metodo di filtraggio (creando una differenza di pressione durante la purificazione) consente di rimuovere l'acqua in eccesso dal sangue, che aiuta ad evitare la formazione di edema nelle articolazioni, nel cervello, nei polmoni e nella regione del cuore.
  3. Durante la pulizia del sangue, viene iniettata eparina in esso - una sostanza che impedisce la formazione di coaguli di sangue. Una pompa speciale lo alimenta gradualmente nel sangue nelle dosi richieste.
  4. Il ripristino del livello dell'elettrolito viene effettuato anche utilizzando la soluzione di dialisi. Elimina gli elettroliti in eccesso e lascia il corpo con la quantità necessaria.
  5. Il mantenimento del normale livello di pH del sangue è dovuto alla presenza di bicarbonato di calcio nella soluzione di filtraggio, che entra nel plasma ed entra nei globuli rossi.
  6. L'ingresso di bolle d'aria nella circolazione sanguigna è impedito da una speciale trappola d'aria situata sul tubo con un flusso inverso di sangue. Viene fornita una pressione negativa, che impedisce all'aria o alla schiuma di entrare nel sistema circolatorio del corpo.

Dov'è la procedura di dialisi

Ad oggi, ci sono diversi dispositivi portatili che possono essere utilizzati a casa. In molti paesi europei, rappresentano un eccellente metodo alternativo per la chirurgia dei trapianti di rene. I vantaggi di questo metodo includono sicurezza, facilità d'uso, una pianificazione individuale e nessuna coda. Ma questa attrezzatura non è alla portata di tutti, poiché il suo costo raggiunge circa $ 20.000. Inoltre, è necessario un addestramento speciale e un'assistenza esperta all'inizio dell'uso. Viene condotto un corso dove il paziente impara: dialisi renale - che cos'è, come eseguire correttamente il trattamento e utilizzare il dispositivo.

Le procedure di dialisi in ambulatorio vengono eseguite per pazienti con insufficienza renale, con una forma cronica acuta e complicata. In tali fasi della malattia per ripristinare il funzionamento dei reni è quasi impossibile. La dialisi viene effettuata a tutti i pazienti a turno, in media 4 ore tre volte alla settimana. È importante che il processo sia sempre sotto il controllo di professionisti medici qualificati. Monitorano il livello di emoglobina, urea, creatina e possono correggere il trattamento nel tempo. Gli aspetti negativi includono lunghi tempi di attesa per il proprio turno, frequenti visite ambulatoriali e il rischio di avvelenamento da sangue con epatite B e C.

È anche possibile eseguire la clearance extrarenale del sangue nell'ospedale. Questo è molto simile a una procedura ambulatoriale, ma il paziente non viene per poche ore, ma per un giorno o più. Nei reparti appositamente attrezzati vengono utilizzati dispositivi potenti, utilizzati per avvelenamento grave o insufficienza renale acuta. Lo staff medico controlla il trattamento, quindi ci sono più possibilità di apportare modifiche nel tempo, se necessario, rispetto all'auto-dialisi. Tuttavia, è necessario un soggiorno permanente in ospedale, e c'è anche il rischio di contrarre l'epatite.

Quali malattie usa questa procedura?

Per vari disturbi dei reni, vengono prima eseguiti i test e dopo determinati risultati viene prescritta l'emodialisi.

Ad esempio, il volume giornaliero di urina è inferiore a mezzo litro, i reni sono in grado di pulire 0,2 litri di sangue al minuto, ci sono segni di edema in aumento, oltre a un eccesso di creatinina, urea e potassio.

Le principali patologie per le quali è prescritta la purificazione del sangue mediante un apparato:

  • insufficienza renale cronica;
  • esacerbazione di glomerulonefrite, pielonefrite e ostruzione dei dotti urinari;
  • avvelenamento con forti veleni - arsenico, pallido fungo velenoso;
  • overdose di droga;
  • intossicazione da alcol (metil alcool, etilenglicole);
  • il fenomeno di sovraidratazione (avvelenamento da acqua), caratterizzato da grave gonfiore;
  • variazione del numero di elettroliti dovuti a peritonite, disidratazione, febbre prolungata, fibrosi cistica e ostruzione intestinale;
  • avvelenamento da narcotici - eroina, morfina.

Dialisi renale

La medicina moderna aiuta a mantenere la salute delle persone con gravi malattie con l'ausilio di dispositivi speciali. La dialisi renale è uno di questi casi. Questa procedura viene comunemente chiamata rene artificiale, perché nel corso dei suoi processi di attuazione vengono eseguite le caratteristiche del funzionamento di un organo appaiato sano. Questa manipolazione medica salva letteralmente la vita di persone con insufficienza renale acuta, nonché con intossicazione estensiva con droghe, alcol, tossine.

Tuttavia, le persone con insufficienza renale con un decorso cronico conoscono meglio questo metodo terapeutico. Se la funzione renale di una persona non viene ripristinata, la dialisi regolare gli dà la possibilità di vivere altri 15 o 25 anni.

Considerare quale sia la procedura di dialisi, chi ne ha bisogno, quali tipi esistono e quale tipo di stile di vita deve condurre un paziente con malattia renale cronica.

Cosa succede al corpo quando i reni falliscono?

I reni nel nostro corpo sono assegnati a una serie di funzioni vitali. Questa è principalmente la rimozione di prodotti di decomposizione tossici con l'urina dal corpo, la regolazione dei processi osmotici, la secrezione di sostanze bioattive e la partecipazione a reazioni metaboliche.

E ora immaginiamo che un organo di coppia così importante abbia smesso di funzionare. Le sostanze velenose si accumulano gradualmente nel corpo, causando il suo avvelenamento. Ciò è irto non solo di un deterioramento delle condizioni generali del paziente, ma anche fatale.

Cos'è la dialisi?

Dialisi renale - che cos'è? Questo è il nome della procedura di filtrazione delle sostanze tossiche dal flusso sanguigno. Viene eseguita attraverso una membrana perforata semi-permeabile, che fa parte del dispositivo "rene artificiale". In parole semplici, l'emodialisi è una pulizia del corpo senza il coinvolgimento dei reni.

Con l'aiuto di un "rene artificiale", i seguenti prodotti metabolici dannosi vengono rimossi dal corpo del paziente:

  • urea, che si forma a causa della rottura delle proteine ​​durante la digestione;
  • creatinina - una sostanza che è il prodotto finale dello scambio di energia nel tessuto muscolare;
  • varie tossine di origine esogena - stronzio, arsenico, ecc.;
  • preparazioni di farmaci tranquillanti, barbiturici, sostanze a base di acido borico, sulfonamidi, ecc.;
  • sostanze inorganiche come sodio, calcio, potassio, ecc.;
  • acqua in eccesso.

Un dispositivo per emodialisi con licenza dovrebbe comprendere i seguenti elementi funzionali:

  1. Un sistema per lavorare con il sangue, che include le pompe per il pompaggio del sangue e l'alimentazione con eparina, un meccanismo per eliminare le vescicole aeree dal flusso sanguigno, un elemento sensibile per misurare la pressione nei vasi sanguigni.
  2. Sistema per miscelare la soluzione di lavoro - dialisato. Consiste di meccanismi che controllano la temperatura della soluzione, l'emodinamica in esso e il processo di filtraggio.
  3. Filtro dializzatore - nella forma di una speciale membrana di origine naturale o sintetica.

La procedura è la seguente. Il paziente viene iniettato nella vena da un ago, e il suo sangue entra nel dispositivo, accumulandosi su un lato della membrana (dializzatore). Dall'altro lato del filtro, una soluzione operativa viene introdotta attraverso il tubo. Il dializzato "estrae" tossine, acqua in eccesso, cationi, anioni, ecc. Dal flusso sanguigno, pulendola in tal modo. È importante che la soluzione operativa sia selezionata individualmente per ciascun paziente.

La dialisi è progettata per svolgere le seguenti funzioni:

  1. Purificazione del sangue dai metaboliti secondari. L'insufficienza renale porta al fatto che il paziente nel sangue aumenta la concentrazione di composti tossici. Nella soluzione di dialisi, sono completamente assenti. La transizione dei metaboliti secondari dal corpo all'apparato renale artificiale avviene a causa del meccanismo fisico di diffusione: le sostanze provenienti da una soluzione altamente concentrata vengono trasferite in un liquido meno concentrato.
  2. Riportare il numero di elettroliti alla normalità. Elementi elettrolitici - sodio, potassio, calcio, magnesio, cloro, ecc. - sono necessari per il normale funzionamento di tutto il corpo, ma i loro reni in eccesso di una persona sana dovrebbero essere rimossi durante il processo di minzione. Durante la dialisi, non c'è passaggio di assolutamente tutti gli elettroliti nella soluzione di lavoro - il loro numero necessario per il funzionamento rimane nel sangue del paziente.
  3. L'equilibrio del mezzo acido-base nel corpo. Per eseguire questa funzione, nel dialisato viene introdotto uno speciale tampone di bicarbonato di sodio. Questo composto attraverso la membrana dell'apparato viene assorbito dal sangue ed entra nei globuli rossi. Come risultato di diverse trasformazioni chimiche, il pH del sangue aumenta nella direzione di leggermente alcalino, avvicinandosi alla norma.
  4. Rimozione di acqua in eccesso. Questo effetto è ottenuto dal meccanismo di ultrafiltrazione. Sotto la pressione fornita dalla pompa, il sangue del paziente passa attraverso la membrana perforata nel contenitore del dializzato. In quest'ultimo, la pressione è bassa. La differenza di pressione assicura la transizione dell'acqua in eccesso nella soluzione. Questa funzione dell'apparato del "rene artificiale" contribuisce alla rimozione del gonfiore in varie parti del corpo del paziente: polmoni, articolazioni, pericardio, cervello.
  5. Prevenzione della trombosi. Questa proprietà è fornita dall'introduzione dell'eparina nel dialisato, che "diluisce" il plasma sanguigno.
  6. Prevenzione di embolia gassosa. Sul tubo attraverso il quale il sangue purificato viene restituito al corpo del paziente, viene installato un dispositivo speciale che crea una pressione negativa in un'area specifica. Con esso, le bolle d'aria formate durante il trasporto vengono rimosse dal flusso sanguigno.

Per comprendere quanto efficacemente sia stata eseguita una sessione di dialisi, viene effettuata un'analisi del contenuto di urea nel sangue. Con il passaggio di 3 sessioni a settimana, la percentuale di purificazione del plasma deve superare i 65. Quando la procedura viene eseguita due volte al giorno, il sangue deve essere purificato dall'urea del 90% o più.

Quali sono gli effetti collaterali della dialisi?

Sfortunatamente, la pulizia del sangue delle tossine da parte dell'hardware è stressante per il corpo e pertanto la dialisi renale può causare alcuni disturbi nel funzionamento degli organi interni e dei sistemi. La probabilità del loro aspetto è piccola, ma non può essere completamente trascurata. Potrebbero verificarsi le seguenti condizioni:

  • anemia, poiché il numero di globuli rossi è nettamente ridotto;
  • reazione dal sistema nervoso centrale sotto forma di intorpidimento temporaneo delle estremità;
  • sbalzi di pressione nei vasi sanguigni;
  • danno alle ossa;
  • infiammazione delle membrane del muscolo cardiaco.

I casi sopra riportati sono rari, ma ci sono effetti collaterali della dialisi che possono accadere di volta in volta in ogni paziente:

  • sentirsi nauseante;
  • vomito;
  • battito cardiaco aumentato o rallentato;
  • crampi muscolari;
  • spasmo dell'albero bronchiale;
  • visione e udito compromessi;
  • dolore al petto o alla schiena.

In medicina, sono stati descritti casi in cui i pazienti durante l'emodialisi hanno sviluppato una reazione allergica a qualsiasi componente del liquido di dialisi. È possibile ripristinare l'equilibrio nel corpo in un altro modo, se la dialisi ha così tanti effetti collaterali? Oggi è l'unico modo efficace per mantenere una vita normale per le persone con insufficienza renale.

Classificazione delle procedure di dialisi

Diversi tipi di dialisi renale si distinguono in base a diversi fattori: l'ubicazione della procedura, la funzionalità del dispositivo "renale artificiale", i dispositivi dializzatore, ecc. In questi casi, le differenze sono piccole. Soffermiamoci sulla dialisi peritoneale, che sostituisce la normale emodialisi di una certa categoria di pazienti.

La dialisi peritoneale è necessaria quando:

  1. Il paziente non ha l'opportunità di sottoporsi a depurazione del sangue in un centro specializzato a causa dell'assenza di quest'ultimo.
  2. Ci sono serie controindicazioni alla procedura standard.

Questo tipo di procedura è necessaria in media il 10% dei pazienti con insufficienza renale cronica. Viene eseguito come segue. Il paziente viene perforato nell'addome in cui è inserito il catetere. È necessario attendere alcune settimane prima che la prima procedura possa essere eseguita. Si trova nel fatto che attraverso un catetere fisso, 2 litri di soluzione di dialisi vengono iniettati nella cavità peritoneale di una persona. Questa manipolazione deve essere eseguita 4 volte al giorno, ogni volta prosciugando il fluido "esaurito" e introducendone uno nuovo.

Nel caso di un metodo peritoneale di eseguire la procedura, i prodotti metabolici dannosi e in eccesso vengono escreti attraverso i piccoli vasi sanguigni della cavità addominale. Non è necessario installare una membrana perforata: il peritoneo funge da barriera naturale attraverso la quale le sostanze si diffondono.

Il vantaggio di questo tipo di pulizia è la capacità di eseguire la procedura a casa, un carico ridotto sui vasi sanguigni e sul cuore, poiché 1 sessione richiede un'intera giornata e la filtrazione del sangue non avviene rapidamente come con l'emodialisi standard. Uno svantaggio significativo è l'alto rischio di infezione della cavità addominale. Inoltre, questo metodo di dialisi è indesiderabile per le persone con sovrappeso e aderenze nell'intestino.

Chi è controindicato per l'emodialisi?

Sopra, è stata sollevata la questione delle controindicazioni alla purificazione del sangue con un sistema di "rene artificiale". Consideriamo più in dettaglio quali pazienti non possono sottoporsi all'emodialisi.

  1. Persone con una malattia infettiva in fase attiva, perché durante la dialisi il sangue circola vigorosamente, diffondendo rapidamente l'agente infettivo in tutto il corpo.
  2. Ictus e disturbi mentali (epilessia, schizofrenia, ecc.).
  3. Pazienti con tubercolosi acuta.
  4. Con il cancro.
  5. Pazienti che hanno recentemente avuto un attacco di cuore, così come persone con insufficienza cardiaca cronica.
  6. Con grave ipertensione.
  7. Anziani (80 e più anziani).
  8. Pazienti con patologie dell'apparato circolatorio (leucemia, anemia, ecc.).

Ma se c'è un pericolo mortale, l'emodialisi dovrebbe essere eseguita, nonostante tutte le controindicazioni.

dieta

Per vivere con reni falliti, l'emodialisi regolare da sola non è sufficiente. Per migliorare le condizioni del corpo, il paziente deve aderire a una determinata dieta per lungo tempo. La dieta durante la dialisi renale aiuta a evitare gli effetti collaterali durante la procedura, perché il "detergente" del corpo proviene da tutti i tipi di tossine e prodotti metabolici, più facile sarà per il paziente sottoporsi a emodialisi.

Già nel 20 ° secolo, sono state sviluppate diete terapeutiche speciali, che sono oggi prescritte per i pazienti con varie patologie degli organi interni. Con insufficienza renale, viene mostrata la cosiddetta tabella numero 7. Egli suggerisce che l'alimentazione durante la dialisi renale si basa su una diminuzione dell'apporto proteico giornaliero. Inoltre, i pazienti devono dare la preferenza agli alimenti proteici di origine vegetale. Gli scoiattoli animali sono ammessi, ma in una percentuale minore.

Poiché uno degli obiettivi dell'emodialisi è quello di rimuovere il liquido in eccesso dal corpo, il paziente deve limitare la quantità di alcol al minimo necessario. La maggior parte dei pazienti, i medici raccomandano di bere una media di 1 litro di liquidi al giorno.

Poiché il sale contribuisce alla ritenzione di liquidi nel corpo, deve essere abbandonato durante il corso della terapia dietetica. L'importo massimo è di 2 g al giorno. Gli alimenti ricchi di potassio, calcio, sodio e altre cellule elettrolitiche dovrebbero essere limitati nel menu.

Durante il trattamento, il medico elabora una dieta per ciascun caso individualmente per ottenere il massimo effetto dalle sedute di emodialisi, in modo che il paziente viva il più a lungo possibile.

Indicazioni e controindicazioni per la dialisi: che cos'è e come è la procedura?

I malfunzionamenti dei reni portano all'interruzione del funzionamento di altri organi importanti per la vita e la salute umana. Il ritardo nel fluido corporeo influisce sullo sviluppo delle malattie cardiache, provoca edema polmonare, aumenta la pressione.

La dialisi è una procedura medica il cui scopo è quello di pulire il sangue. L'emodialisi è spesso l'unico rimedio per la malattia renale cronica. Grazie alla procedura di pulizia, le scorie vengono rimosse, la pressione si stabilizza, le condizioni del paziente migliorano.

Informazioni generali

La dialisi è un metodo largamente usato in medicina, che implica la filtrazione extrarenale del sangue artificiale.

Questa procedura è di vitale importanza per i pazienti con insufficienza renale. Tuttavia, è importante capire che un evento come la dialisi renale non è un trattamento. Il metodo consente di liberare il corpo dalle tossine accumulate, pulirlo dai prodotti del metabolismo.

La pulizia dei reni viene effettuata in ospedale, su attrezzature speciali, sotto la supervisione di personale medico. Di norma, la procedura di dialisi dura a lungo, il che spesso influisce negativamente sul benessere dei pazienti, sul loro umore generale.

Tipi di dialisi

Le gravi malattie renali influenzano seriamente la salute delle persone. La dialisi renale è un'opportunità per i pazienti con patologie di questi organi non solo per migliorare il loro benessere, ma per prolungare la vita.

Questa procedura è costosa, ma gli ospedali moderni offrono dispositivi speciali per la purificazione del sangue per tutti i pazienti.

Esistono tre tipi di dialisi renale. I primi due - peritoneale ed emodialisi - sono considerati i più efficaci. Il terzo è la dialisi intestinale, meno popolare, ma è indispensabile come misura palliativa quando altri tipi non sono disponibili. Per determinare quale tipo di purificazione è necessaria per il paziente, il medico deve.

emodialisi

L'essenza dell'emodialisi è la diffusione (scambio di molecole e il successivo allineamento della loro concentrazione in due sostanze) di sostanze tossiche attraverso l'uso di una membrana semipermeabile. Un lato di questa membrana interagisce con il sangue, l'altro con una soluzione speciale.

L'interazione di tutto il sangue e la soluzione porta alla ultrafiltrazione - la rimozione del fluido in eccesso dal corpo mentre si rimuovono sostanze nocive da esso.

A causa dell'emodialisi si verifica:

  • rimozione di veleni uremici;
  • abbassando il livello di urea e creatinina nel sangue;
  • regolazione del bilancio acido;
  • abbassare la pressione sanguigna attraverso l'escrezione di acqua e sodio;
  • le manifestazioni neurologiche associate all'avvelenamento del corpo sono ridotte.

Allo stesso tempo, per eliminare l'anemia o la pericardite, è importante non trascurare il trattamento effettuato prima dell'emodialisi.

Dialisi peritoneale

Con questo metodo di dialisi, la purificazione del sangue avviene cambiando soluzioni speciali nella cavità addominale umana. Il ruolo della membrana svolge il peritoneo del paziente. L'applicazione del metodo peritoneale è necessaria:

in situazioni in cui il paziente non è in grado di pulire il corpo in una struttura medica speciale;
se ci sono serie controindicazioni per l'emodialisi.

Dialisi intestinale

Questo metodo di purificazione comporta l'uso delle pareti dell'intestino crasso come una membrana. Grazie alla pulizia intestinale, si verifica una diminuzione del livello ematico di ammoniaca, urea e altre sostanze dannose per l'organismo, che si accumulano in alcune malattie dei reni e del fegato.

Inoltre, la pulizia intestinale dà buoni risultati in caso di avvelenamento, durante il quale tutte le sostanze nocive vengono escrete con le feci. Inoltre, l'uso del metodo è giustificato in caso di intossicazione, che i reni sani farebbero perfettamente bene.

Indicazioni e controindicazioni

Le indicazioni più comuni per la dialisi sono l'insufficienza renale acuta e cronica.

Nel primo caso, i prodotti del metabolismo proteico vengono eliminati dal corpo, l'indicatore della composizione salina del sangue si stabilizza. Nella fase acuta della patologia, questa misura medica è solo temporanea, favorevole al ripristino del lavoro dell'organo interessato, una misura combinata con altri metodi di trattamento.

I pazienti con procedura di dialisi per insufficienza renale cronica aiutano ad attendere il trapianto di organi, o semplicemente continuano a vivere.

Oltre all'insufficienza renale, un'alta concentrazione di sostanze nocive nel sangue del paziente comporta l'esecuzione di pulizia artificiale con:


  • grave squilibrio elettrolitico nel sangue;
  • un eccesso critico di liquido nel corpo (edema polmonare, cervello), che non viene eliminato dal trattamento conservativo;
  • avvelenamento grave con alcol, droghe.

Qualsiasi manipolazione medica ha controindicazioni. La dialisi, nonostante il suo enorme aiuto al corpo in situazioni in cui i reni falliscono, non fa eccezione. È vietato eseguire la procedura di purificazione artificiale del sangue nelle seguenti malattie:

  • cancro del sangue;
  • tumori maligni;
  • gravi disturbi neurologici;
  • complessa malattia mentale;
  • gravi disfunzioni del sistema cardiovascolare e respiratorio;
  • vecchiaia del paziente (più di 80 anni).

Inoltre, per decisione del medico, eventuali controindicazioni possono includere:

  • diabete grave;
  • amiloidosi in stadio grave;
  • tubercolosi polmonare aperta;
  • lupus eritematoso;
  • ulcere del tubo digerente.

Esecuzione della procedura

La dialisi renale comporta un esame approfondito preliminare, dopo di che al paziente viene prescritto un particolare tipo di procedura. La scelta del metodo dipende dallo stato di salute del paziente, dalle raccomandazioni del medico e dalle capacità dell'istituto medico.

emodialisi

Tipicamente, l'emodialisi viene effettuata negli ospedali dotati delle attrezzature e delle forniture necessarie. Tuttavia, ci sono dispositivi portatili che consentono di pulire il sangue all'esterno delle strutture mediche.

Per condurre l'emodialisi in ospedale sono necessari:

  • apparato per la fornitura di sangue;
  • membrana;
  • un dispositivo che alimenta e prepara la miscela dializzante.

Durante l'emodialisi, il sangue viene filtrato, da cui vengono rimosse sostanze nocive, sali e urea dopo essere entrati nel dispositivo. Allo stesso tempo, durante l'emodialisi, le sostanze dalla soluzione dializzante entrano nel sangue, cioè avviene la diffusione attraverso una membrana speciale. Dopo ciò, il sangue viene reimmesso nel corpo.

Eseguire il metodo peritoneale

Questa dialisi renale comporta l'inserimento di un catetere di plastica nell'addome, alcuni centimetri sotto l'ombelico.

La sezione prossimale (più vicina al centro) del catetere viene spinta verso l'alto nell'area del tunnel sottocutaneo, impedendo così l'infezione di entrare nel peritoneo. L'estremità del tubo viene espulsa attraverso uno speciale foro nella pelle.

Con l'aiuto di un catetere viene iniettata la quantità di fluido necessaria, che dopo un certo tempo viene eliminata dal corpo insieme alle sostanze nocive.

È possibile eseguire la procedura in due modi: permanente e automatico. Nel primo caso, la miscela viene introdotta nel corpo per un periodo di almeno 6 ore, dopo di che viene portato fuori. La procedura dovrebbe essere eseguita più volte durante il giorno.

Con il metodo automatico, la soluzione viene alimentata e ritirata solo di notte, offrendo molto meno disagio al paziente.

Dialisi intestinale

Il processo di pulizia è simile al lavaggio degli intestini con un clistere ordinario. Ma spesso la procedura prevede l'uso non solo di clisteri a sifone, ma anche di attrezzature speciali per l'idrocolonoterapia. La pulizia viene eseguita ripetutamente.

Durante questo evento, le sostanze nocive passano attraverso il tessuto intestinale nella miscela dialitica. Questo accade a causa della pressione osmotica sulla soluzione.

Un clistere di pulizia intestinale non consiste in acqua, ma in una speciale soluzione di dialisi, dove viene mantenuto il rapporto necessario di glucosio, potassio, magnesio e altri elementi necessari.

Possibili complicazioni

La dialisi dei reni, indipendentemente dal tipo, è stressante per il corpo. Nonostante il fatto che la probabilità del loro verificarsi sia bassa, le complicazioni e le conseguenze durante la dialisi dei reni sono ancora lì.

Pertanto, è importante che ciascun paziente conosca non solo le caratteristiche della procedura, ma anche il modo in cui influisce sul corpo. Quindi, le conseguenze di questo metodo di purificazione possono essere:

  • mal di testa, nausea, vomito, convulsioni, ipertensione, perdita di coscienza;
  • bassa pressione sanguigna - si verifica sullo sfondo di una maggiore ultrafiltrazione durante la procedura;
  • aumento della temperatura corporea - appare, di regola, come risultato della contaminazione batterica dei dispositivi per la procedura;
  • embolia gassosa - bolle d'aria nel sangue del paziente durante le manipolazioni mediche;
  • sanguinamento dal naso e dal tubo digerente;
  • curvatura della membrana dializzatore;
  • infezione secondaria (di solito è epatite B o polmonite);
  • Malattia dell'alluminio - si verifica a causa dell'alta concentrazione di alluminio nell'acqua per la preparazione della soluzione (manifestata da dolori articolari, debolezza muscolare, fragilità ossea, disturbi del linguaggio, idrocefalo);
  • cisti renali acquisite;
  • Ci sono situazioni in cui un paziente ha una reazione allergica a uno dei componenti della soluzione iniettata, in questo caso è necessario segnalare urgentemente il problema al medico.

Quante persone vivono in dialisi

La pulizia artificiale dei reni è un'opportunità di vita per le persone che soffrono di insufficienza renale. Con la dialisi, molti pazienti non solo vivono, ma rimangono quasi completamente funzionanti. Più recentemente, le persone con gravi malattie renali hanno vissuto per non più di 5-7 anni.

Oggi, grazie alle moderne attrezzature e materiali, la pulizia artificiale del corpo può prolungare la vita dei pazienti fino a 20 e talvolta anche di più.

Inoltre, grazie ai risultati della medicina, la dialisi viene spesso effettuata con l'ausilio di dispositivi portatili, che consente di vivere non solo una vita lunga ma anche migliore senza frequenti visite ospedaliere.

Indicazioni per l'emodialisi e la dialisi peritoneale

Dialisi di cosa si tratta, in quali casi è necessario? In generale, la funzione dei reni è quella di mantenere l'equilibrio salino-acqua nel corpo e di filtrare il sangue dai composti tossici formati a seguito dell'attività vitale degli organi. A volte, per vari motivi, entrambi i reni parzialmente o, peggio ancora, completamente, cessano di far fronte al loro compito, e poi non c'è nessuno e niente per pulire il sangue. Il corpo è semplicemente avvelenato e la persona muore rapidamente. Per evitare questo risultato, è stato inventato un dispositivo per la dialisi dei reni. Quali sono i metodi di dialisi e questa procedura è una panacea per l'insufficienza renale acuta?

Tipi di dialisi

Nelle fasi finali dell'insufficienza renale cronica, quando i reni sono dell'85% o più inoperabili, c'è un bisogno inesauribile di pulire artificialmente il sangue dalle tossine.

Attualmente ci sono due modi per farlo:

  1. Ricorrere all'emodialisi.
  2. Approfitta della dialisi peritoneale.

Questi tipi di dialisi sono fondamentalmente diversi l'uno dall'altro dal principio di azione, ma portano ad un risultato: liberare il corpo dai veleni e dalle sostanze nocive. Qual è il modo migliore, il medico determinerà, in base alle condizioni e alle preferenze del paziente.

Spesso in caso di insufficienza renale acuta fare emodialisi. Questo metodo è la distillazione del sangue attraverso uno speciale filtro proteico. Quest'ultimo in medicina è chiamato il dializzatore ed è la parte principale dell'emodialisi e l'apparato per l'attuazione di questa procedura è comunemente chiamato rene artificiale.

Il suo principio di funzionamento si basa sulla rimozione di molecole che causano l'avvelenamento dal sangue utilizzando un filtro che passa sostanze ad alto peso molecolare e trattiene composti e componenti più leggeri, come ad esempio:

  • elementi della famiglia di elettroliti - potassio, calcio e sodio;
  • creatinina;
  • urea e acido urico.

In primo luogo, il sangue crudo viene prelevato da un grande vaso sanguigno del paziente e passa attraverso il sistema di pulizia, dopo di che viene versato indietro. Se si deve ricorrere spesso a tale dialisi, una fistola speciale viene impiantata nella vena attraverso un'operazione, fornendo accesso indolore al sangue. Se la normale pulizia del corpo non è pianificata, il costo è il solito ago. A seconda di quanto è iniziato il processo patologico nei reni, la durata di una sessione standard è fino a 6 ore.

Le indicazioni per l'uso dell'emodialisi non si limitano all'insufficienza renale. E 'utilizzato per grave intossicazione del corpo con alcol, farmaci e altri veleni, la cui penetrazione nel corpo è dovuta ad altri motivi non correlati alla disfunzione renale.

Dialisi peritoneale

Non sempre lo stato di salute del paziente consente l'uso dell'emodialisi, anche se c'è un bisogno speciale. In questi casi, la dialisi peritoneale è l'unico modo per migliorare il benessere di una persona. Cos'è? Questo è anche un tipo di procedura di purificazione del sangue, tuttavia, rispetto all'emodialisi, qui c'è un principio leggermente diverso.

L'essenza del metodo è che il medico versa una soluzione speciale, dializzata, direttamente nella cavità addominale del paziente. Dopo un po 'di tempo, la soluzione, assorbita dalle sostanze tossiche, viene drenata. Questa operazione può essere ripetuta più volte se necessario. In termini generali, il principio di azione della dialisi peritoneale è simile all'emodialisi, ma il metodo per implementare questo metodo si basa sulla capacità della membrana sierosa della parete addominale di filtrare il sangue come un dializzatore. Il liquido versato nella cavità è necessario per lisciviazione di prodotti tossici accumulati.

Per quanto riguarda l'efficacia della tecnica, ci sono diversi punti importanti da notare qui:

  • dopo diversi approcci, le condizioni del paziente diventano molto migliori;
  • l'efficacia dipende dalla capacità di filtrazione della membrana sierosa della parete addominale;
  • il liquido può essere sostituito dal giorno manualmente e può essere utilizzato solo di notte con l'aiuto di un sistema di computer automatico.

L'elevata efficacia della dialisi peritoneale è confermata dal fatto che la sua testimonianza è principalmente reni falliti. Prima della procedura, viene praticato un foro nella parete addominale in cui è inserito un catetere di plastica, che servirà da passaggio per il dialisato in futuro.

Questa operazione viene eseguita in anestesia locale in una struttura medica appropriata, pertanto la dialisi peritoneale si riferisce a interventi chirurgici.

complicazioni

Come con tutti i trattamenti medici, la dialisi del rene può causare complicanze. Nell'emodialisi, il sangue umano viene pompato attraverso il sistema di filtraggio, pertanto ciò influenza notevolmente la pressione nei vasi sanguigni.

In particolare, si osservano tali deviazioni:

  1. Abbassare la pressione sanguigna
  2. Nausea, vomito.
  3. Ridurre la concentrazione dei globuli rossi nel sangue.
  4. Anemia.

Se il paziente non ha problemi con il sistema cardiovascolare, le complicazioni compaiono solo durante le prime sedute di emodialisi, dopo le quali il corpo umano viene utilizzato e può tollerare la procedura senza gravi conseguenze.

La dialisi peritonealny dei reni, che è essenzialmente un intervento chirurgico, minaccia con le sue complicazioni nella forma di peritonite - l'infiammazione della cavità addominale. Questa malattia deriva dal mancato rispetto degli standard igienici e dalla successiva penetrazione nella cavità dell'infezione. Peritonite, a sua volta, può causare la formazione di un'ernia sugli organi addominali. Al contrario dell'emodialisi, nella dialisi peritoneale del rene, l'insorgenza di complicanze riduce significativamente l'efficacia delle sessioni di purificazione del sangue, poiché il funzionamento del sistema escretore è disturbato. Ciò porta al fatto che il corpo è di nuovo saturo di tossine e il paziente si ammala. Per evitare che ciò accada, è necessario seguire tutte le raccomandazioni del medico curante.

Previsione della vita in dialisi

Chiunque abbia fallito i reni è preoccupato per la questione della durata della dialisi renale. Deve essere chiaro che la vita in dialisi è fondamentalmente diversa dall'essere una persona sana. Coloro che hanno indicazioni dirette per la procedura, hanno, per usare un eufemismo, un momento difficile. Quali sono le visite giornaliere al dipartimento medico. Dopotutto, cambia tutto il modo di vivere, priva di molte possibilità. Una persona non può lasciare la sua città, dal momento che deve essere vicino all'ospedale tutto il tempo, e persino nel reparto stesso.

Pertanto, l'insufficienza renale e ulteriori misure di trattamento sono sempre un grande onere per la psiche del paziente. Non tutti possono venire a patti con il fatto che dovranno vivere, essendo letteralmente legati all'ospedale dove sono in dialisi. Inoltre, non tutti sono autorizzati a eseguire entrambi i tipi di procedure di purificazione del sangue a causa di vari problemi di salute. Quindi, quanto tempo vivono le persone che "si siedono" sulla dialisi renale? Più recentemente, 10 anni fa, questo periodo variava da 3 a 10 anni, dopo di che il paziente moriva di complicazioni multiple, con cui il corpo non poteva combattere.

Per 10 anni, le macchine per la dialisi sono cambiate radicalmente e molti ospedali sono già dotati di nuove attrezzature. Quindi ora la domanda "quanto vivono durante la dialisi" può essere tranquillamente risolta: 22 anni. Questo è se segui una dieta rigida e segui tutte le istruzioni del medico. Tuttavia, a condizione che solo i reni siano malati nel corpo e per tutto il tempo delle procedure di pulizia non ci siano complicazioni, è possibile vivere sull'apparato del "rene artificiale" per 30-50 anni. Ci sono già casi noti in cui i pazienti con CKD hanno vissuto un tale numero di anni.

I moderni metodi di dialisi renale si distinguono per tali qualità:

  • indolore - durante la sessione, il paziente può dormire, andare in giro per la sua attività, e anche comunicare con parenti e amici direttamente o tramite collegamento video, senza sentirsi a disagio;
  • alta efficienza - il paziente si sente notevolmente migliorato subito dopo la procedura;
  • eccellenza - riduce al minimo il rischio di complicazioni.

La durata della vita con filtrazione artificiale del sangue dipende da quanto tempo una persona può applicare a questa procedura, dal momento che non è possibile sopravvivere per un lungo periodo senza di essa con insufficienza renale.

Stiamo parlando del prezzo di emissione. Nonostante il fatto che la dialisi sia vitale per alcune persone, è necessario pagarla. Il costo di una sessione in cliniche private in Russia può arrivare a ottomila rubli e il prezzo all'estero è di 200-250 dollari. In questo caso, più soldi hai, più a lungo vivrai.

Ma ci sono ospedali finanziati dal bilancio dello stato. Lì, di norma, la dialisi costa un centesimo o viene generalmente effettuata gratuitamente. Ora sai cos'è la dialisi renale, come viene eseguita e quali prove ha. Resta da sperare che la rivoluzione in medicina trasformi l'idea di un rene artificiale, e la dialisi gratuita e accessibile a casa diventerà una realtà.

L'efficacia della purificazione del sangue mediante dialisi

I reni sono uno degli organi più importanti, senza i quali il corpo umano potrebbe soffocare da tossine e sostanze nocive. Quando i reni cessano di funzionare, i medici prescrivono la dialisi renale per mantenere la salute del corpo, questo metodo è abbastanza comune nella moderna pratica medica.

Cos'è la dialisi

La dialisi renale è una procedura che aiuta a purificare il corpo umano dalle sostanze nocive, dalle scorie, dalle tossine, cioè svolge lo stesso ruolo dei reni. La procedura è che una persona viene iniettata con una soluzione speciale per la pulizia del suo corpo con l'aiuto di un apparecchio speciale.

La soluzione viene fatta passare attraverso membrane semipermeabili con pori: attraverso queste membrane vengono rimosse dal sangue varie sostanze non necessarie. Le caratteristiche della procedura e le membrane utilizzate dipendono dal tipo di dialisi.

Pulire il corpo richiede molto tempo, da diversi giorni a diverse settimane, ma ci sono soluzioni che accelerano questo processo. A seconda di come sono colpiti i reni, vivono in dialisi sia per un breve periodo che per il resto della loro vita.

Classificazione dialisi

A seconda delle caratteristiche della condotta e dei dispositivi utilizzati, si distinguono diversi tipi di dialisi.

L'emodialisi è una procedura che viene eseguita utilizzando un apparato chiamato "rene artificiale". Il principio del suo funzionamento è il seguente:

  1. Il sangue che richiede purificazione passa attraverso il filtro nel contenitore (dializzatore) con una soluzione speciale.
  2. Nel dializzatore il sangue viene purificato.
  3. Il sangue purificato entra nel corpo.

L'emodialisi è attribuita a pazienti che vedono chiaramente le vene e le arterie, e viene effettuata sotto la supervisione di un medico che controlla che il dispositivo non rimuova troppi liquidi dal corpo. Questa procedura viene eseguita per 3-4 ore 3 volte a settimana. Non puoi saltare una sessione neanche una volta.

La dialisi peritoneale è che un catetere speciale è inserito nella cavità addominale di una persona. In questo caso, la cavità addominale è un dializzatore, una soluzione viene iniettata più volte al giorno in esso. Inoltre, il processo di purificazione è simile alla precedente dialisi peritoneale può essere costante (la soluzione viene cambiata ogni 4-10 ore) o automatico (un liquido speciale viene modificato durante il sonno del paziente). La seconda opzione dà i migliori risultati. Durante la dialisi peritoneale possono verificarsi complicazioni addominali.

Dialisi intestinale L'essenza di questo metodo è che al posto della membrana viene usata la mucosa intestinale e il metodo di purificazione è lo stesso di quello in caso di malattia renale - le tossine passano attraverso la membrana mucosa nella soluzione per la dialisi, dovrebbero essere pulite ripetutamente. Prima della dialisi fare un clistere, con la soluzione attiva. La dialisi intestinale è attribuita se i due tipi precedenti per qualsiasi motivo sono controindicati.

Pro e contro dei diversi tipi di dialisi

Sia l'emodialisi che la dialisi peritoneale tendono ad avere un effetto così positivo sul corpo:

  • rimuovere perfettamente scorie e tossine accumulate;
  • prevenire l'accumulo di sali in eccesso;
  • mantenere la "purezza" del sangue;
  • regolare la pressione sanguigna.

La dialisi peritoneale presenta anche questi vantaggi:

  • ti permette di impostare un programma;
  • i reni rimangono funzionali;
  • non controindicato per i diabetici;
  • richiede poco tempo.

I principali svantaggi dell'emodialisi:

  • può essere eseguito solo in un ospedale;
  • richiede molto tempo;
  • non può essere eseguito con il diabete;
  • l'alto prezzo dei dispositivi necessari per la procedura.

Contro dialisi peritoneale:

  • dovrebbe essere eseguito spesso;
  • c'è un alto rischio di infezione nel corpo;
  • non adatto a tutti i pazienti (specialmente per quelli che hanno patologi addominali).

Indicazioni per la dialisi

In medicina, questo metodo di trattamento è prescritto ai pazienti nei quali il corpo non può essere pulito dalle sostanze non necessarie a causa di eventuali patologie, le più comuni sono:

  • glomerulonefrite;
  • insufficienza renale (è determinata dai risultati delle analisi del sangue di laboratorio);
  • intossicazione da alcol (metil o etile);
  • sconfitta del corpo con veleni;
  • overdose di droga;
  • condizione di coma
  • gonfiore del cervello, polmoni con eccessiva idratazione;
  • violazione della composizione elettrolitica del sangue;
  • eccessivo contenuto di acqua nei reni (se la terapia convenzionale non produce risultati e aumenta il rischio di morte).

Questa è una lista di quelle malattie che, senza purificazione del sangue, minacciano una persona con esito fatale.

Quali condizioni dovrebbero essere osservate durante la dialisi

La dialisi renale è una procedura complessa che richiede condizioni speciali e il rispetto delle regole obbligatorie:

  • il paziente deve essere curato in ospedale sotto la supervisione di un medico (in particolare emodialisi);
  • in caso di insufficienza renale cronica, la purificazione del sangue viene effettuata almeno 3 volte a settimana;
  • una dieta a base di una grande quantità di proteine ​​e una restrizione nell'assunzione di sale, alcune spezie e acqua (questa condizione è necessaria per prevenire lo sviluppo di trombosi e anemia dovuti alla procedura);
  • che è necessario ridurre la quantità di fluido consumato, segnalare l'edema;
  • il paziente deve assumere vitamine attribuite al medico, il loro dosaggio è determinato anche da uno specialista;
  • la vita in dialisi richiede test regolari per la presenza di ferro nel sangue, in quanto può aumentare a causa di frequenti trasfusioni di sangue;
  • il medico ha il diritto di raccomandare solo questo metodo e se il paziente stesso decide di farlo o meno;
  • il medico deve informare il paziente per quanto tempo vivono in dialisi;
  • prima del trattamento, lo stato psico-emotivo di una persona deve essere controllato;
  • Spesso questo metodo di trattamento richiede il monitoraggio da parte di uno psichiatra e di un neuropatologo che aiutano il paziente a prepararsi mentalmente alla procedura e a seguirla senza nuocere allo stato mentale;
  • accettando il trattamento, il paziente deve ricordare che questa procedura deve essere necessariamente eseguita nei tempi previsti, se non viene seguita - non ci sarà alcun risultato.

Una domanda importante e monetaria: il paziente deve scoprire quanto costa la procedura e prepararsi per sostanziali spese. Tuttavia, ci sono ospedali che ricevono fondi dal bilancio locale, e il trattamento in essi può essere effettuato in modo più economico, e in alcuni casi - gratuitamente.

Durata della dialisi

Le persone con problemi renali hanno prima domande, quali sono le indicazioni per la dialisi renale, quante vivono su questa procedura.

Nelle prime fasi dell'attuazione di questa procedura in medicina, l'aspettativa di vita dei pazienti era di 3-7 anni. Oggi, l'apparato di purificazione del sangue e il processo stesso sono stati migliorati e le persone possono vivere molto più a lungo - da 22 a 50 anni, dipende da fattori aggiuntivi (la presenza di altre malattie, lo stile di vita del paziente).

Controindicazioni

Esistono numerose controindicazioni per l'emodialisi e la dialisi peritoneale. La ragione per il rifiuto della dialisi peritoneale è:

  • aderenze addominali;
  • sovrappeso, a causa del quale la pulizia del sangue può essere inefficace;
  • malattie della pelle nella cavità addominale, specialmente se accompagnate da processi infiammatori e purulenti;
  • drenaggio nella cavità addominale;
  • disturbi del sistema nervoso;
  • processi infiammatori nella cavità addominale.
  • patologia grave del sistema cardiovascolare.

L'emodialisi è controindicata in presenza dei seguenti fattori:

  • diabete mellito;
  • patologia del sistema vascolare;
  • disturbi nervosi;
  • se è difficile "trovare" vene e arterie;
  • malattie cardiache.

La dialisi renale è una procedura complicata per la quale una persona deve essere moralmente pronta prima di tutto. Prima di concordare tale trattamento, pesare attentamente i pro e i contro e consultare uno specialista. Se siete d'accordo, quindi, con l'attenta osservanza di tutte le condizioni di uno specialista, vivrete molti più anni senza una particolare sensazione di disagio.