Tipi di emodialisi renale

Cliniche

Lascia un commento 22.610

Rene - un meccanismo complesso. Il loro funzionamento è importante per una vita sana. L'emodialisi dei reni è necessaria in caso di diminuzione della funzione degli organi, quando i processi cronici di separazione delle urine nel corpo portano al fatto che i reni non possono far fronte alla pulizia del sangue da risultati di scambio dannosi, veleni avvelenano il sangue, è impossibile vivere senza aiuto e una persona può diventare disabile.

Cos'è l'emodialisi renale?

La nefrologia e la dialisi sono una branca della scienza che studia i principi del lavoro e le malattie renali. La nefrologia considera il principio di diagnosi, trattamento, la prognosi per il recupero e la capacità di convivere con il problema. La dialisi è l'ultima opportunità di vivere prima del trapianto. L'emodialisi dei reni è un metodo extracorporeo di pulizia del sangue di elementi tossici, scorie (urea, creatinina, veleni), effettuato all'esterno del corpo in caso di insufficienza renale acuta.

L'essenza dell'emodialisi è una pulizia di emergenza del corpo e la regolazione dei disturbi dell'acqua e dell'elettrolito, l'equilibrio acido, il miglioramento della vita umana. Nelle fasi finali dell'oncologia allevia l'intossicazione.

Tipi di procedure

A seconda della sede

Nell'ambiente domestico

Equipaggiamento speciale (nuovo System One) consente di sostituire il filtro naturale e pulire il sangue ogni giorno a casa. Il processo dura 2-4 ore. Emodialisi domiciliare: un metodo programmatico che migliora la qualità della vita può sostituire un'operazione di trapianto di organi. Nel nostro paese, a causa dell'elevato costo, collegare un'installazione domestica non è molto popolare, anche se una persona disabile non può sempre arrivare all'ospedale.

  • Pro: facile da usare (un sistema non pesa più di 30 kg), è possibile combinare il tempo della procedura e le esigenze del corpo, diminuisce la probabilità di complicanze come l'epatite.
  • Contro: costo elevato delle attrezzature, non tutte le persone possono usare gli aghi vascolari, è necessaria una formazione.
Torna al sommario

Su base ambulatoriale

La procedura viene eseguita in una clinica speciale 3 volte in 7 giorni. La durata di una fase richiede 4 ore. Questo metodo è necessario per una persona con insufficienza acuta dei reni o nella fase di un processo cronico, quando è impossibile ripristinare la funzionalità di un organo. Considera quanti vantaggi della procedura:

  • Vantaggi: controllo da parte di specialisti, monitoraggio dei risultati del test per regolare il trattamento (bassa creatinina nelle urine, creatinina nel sangue, anemia), pulizia sterile della stanza, possibilità di consegnare un paziente con disabilità al trattamento e a casa (se necessario).
  • Contro: visitando la clinica più volte alla settimana, aspettando in fila, un piccolo rischio di contrarre l'epatite.
Torna al sommario

In ospedale

Questo tipo di terapia viene applicata a pazienti con grave avvelenamento del corpo, migliorando la funzionalità del fegato e dei reni. In ogni clinica ci sono stanze con attrezzatura "rene artificiale". Tecnicamente, l'operazione di purificazione del sangue in ospedale non differisce da quella ambulatoriale. Inoltre, l'attrezzatura utilizzata per il filtraggio è la stessa.

  • Pro: monitoraggio continuo di specialisti.
  • Contro: la necessità di rimanere in ospedale, la possibilità di infezione da epatite è grande.
Torna al sommario

A seconda della funzionalità del dispositivo

Dialisi normale

La filtrazione viene effettuata utilizzando un apparato basato su una membrana di cellulosa, di dimensioni comprese tra 0,8 e 1,5 m². L'uso di un filtro passa-basso consente il passaggio di piccole particelle. La velocità del flusso sanguigno è bassa e raggiunge i 200-300 ml al minuto. Ci vogliono 4-5 ore per completare.

Dialisi altamente efficace

L'emodialisi viene eseguita utilizzando un apparecchio chiamato dializzatore. La dimensione della superficie del dializzatore è di 1,5-2,2 metri quadrati. Il sangue si muove ad una velocità fino a 350-500 ml al minuto, il dialisato viene inviato nella direzione opposta, la velocità è di 600-800 ml al minuto. Aumentando l'efficienza della membrana, la velocità del flusso sanguigno aumenta, il tempo di applicazione è ridotto a 3-4 ore e il numero di procedure a settimana.

Emodialisi con membrane ad alta permeabilità

In questa forma, l'emodialisi e l'emofiltrazione sono combinati. La linea di fondo consiste nell'utilizzare speciali superfici altamente permeabili. L'emodialisi ad alto flusso facilita il passaggio di grandi molecole. A causa della membrana altamente permeabile, la probabilità di complicanze è ridotta. Ma la probabilità che le sostanze del dializzato nel sangue aumentino, quindi è necessario un apparato sterile.

In medicina, un'alternativa all'emodialisi sopra descritta è il metodo peritoneale. Vale la pena sostituire l'emodialisi con il metodo peritoneale in caso di intolleranza individuale, quando è impossibile accedere alla connessione dell'apparato del "rene artificiale". È spesso usato in oncologia. Non è necessario utilizzare costosi kit di strumenti, il filtro peritoneale agisce come la cavità addominale. Il metodo di filtrazione peritoneale presenta aspetti negativi:

  • la durata;
  • rischio di infezione;
  • sviluppo di peritonite.
Torna al sommario

Indicazioni per

Non tutte le malattie richiedono una filtrazione extracorporea. Le prescrizioni per la conduzione sono determinate rigorosamente e includono i segni dei seguenti stati:

  • insufficienza renale (acuta o cronica);
  • con avvelenamento grave (alcol, veleno, droghe);
  • cambiamenti significativi nella composizione elettrolitica del plasma sanguigno;
  • contenuto di acqua in eccesso nel corpo (i polmoni sono gonfiati).

L'insufficienza renale cronica (HPN) non può essere curata con metodi conservativi, la disabilità è assegnata. Senza emodialisi, la qualità della vita peggiora e si verifica la morte.

L'indicatore principale per le procedure di pulizia per le patologie renali sono indicazioni:

  • con creatinina nel sangue più di 1 μmol per litro;
  • urea 20-40 mmol per litro;
  • velocità di filtrazione inferiore a 5 ml al minuto.
Torna al sommario

Controindicazioni

Ci sono situazioni in cui, in presenza delle indicazioni sopra descritte, la procedura di emodialisi non viene eseguita. Ad esempio, durante la gravidanza c'è un'alta probabilità di complicanze. Ma con lo sviluppo di improvvisa carenza acuta durante la gravidanza, non c'è via d'uscita, viene attivata l'installazione di un "rene artificiale". Il caso di emergenza non ha controindicazioni. Controindicazioni a:

  • assoluta:
    • cirrosi epatica;
    • tubercolosi polmonare attiva;
    • malattie pericolose per l'insorgenza improvvisa di forti emorragie.
  • relativa:
    • stati mentali (convulsioni, schizofrenia, malattie mentali);
    • oncologia trascurata;
    • patologia del sangue (anemia, oncologia);
    • disturbi nervosi gravi;
    • la gravidanza;
    • restrizioni di età (oltre 80 anni o con diabete mellito di 70 anni);
    • sindrome acuta da alcol o tossicodipendenza;
    • presenza di due o più violazioni.
Torna al sommario

Macchina per dialisi e soluzione speciale

Per la procedura di filtrazione extracorporea vengono utilizzati dispositivi "renali artificiali" (dializzatori). Il compito principale dell'insieme di apparecchiature consiste nel condurre la purificazione del sangue dall'urea, il prodotto finale del metabolismo delle proteine, calcio, potassio, sodio e acqua. Nella medicina moderna, i progetti di attrezzature sono diversi. Il kit comprende: un dializzatore, un sistema di afflusso di sangue, un sistema per preparare e consegnare una soluzione speciale sotto pressione. I dispositivi differiscono nella struttura della membrana semipermeabile.

Tipo di dialyzer a piastre

Il sistema consiste di solchi di lamiera lungo i quali passa il dialisato acido. Tra le piastre sono collegati da canali cilindrici verticali, coperti con una membrana in cima. Il liquido scorre attraverso le piastre e il sangue scorre attraverso la membrana. Il dispositivo è difficile da produrre, ma il suo lavoro ha diversi vantaggi:

  • poca resistenza al flusso sanguigno, riducendo il rischio di coaguli di sangue;
  • il dosaggio del farmaco anti-coagulazione è ridotto;
  • controllo libero del grado di filtrazione;
  • riempire il dializzatore non richiede un grande volume di sangue, quindi il corpo non ne manifesta la mancanza.
Torna al sommario

Dializzatore capillare

La macchina più efficace e sicura. Set usati di materiali sintetici, biologicamente inattivi per la produzione della membrana. Una serie di tubi paralleli è un sistema che consente il passaggio del sangue. Il loro numero raggiunge i 10 mila, diametro 0,3 mm. Esternamente, nella direzione opposta, scorre il fluido dializzante. Grazie a questo design, la qualità della pulizia è più elevata.

Se l'emodialisi viene effettuata nei bambini o la procedura iniziale viene utilizzata negli adulti, viene utilizzato un metodo di filtraggio leggero, in cui il concentrato di emodialisi viene inviato lungo il flusso sanguigno. Questo riduce il disagio e la probabilità di conseguenze negative.

Vantaggi del dispositivo capillare:

  • alta qualità, raggiunta da un'ampia superficie filtrante;
  • circolazione costante e purezza del fluido dializzante, che riduce la probabilità che il sangue venga infettato da virus, microbi e batteri.
Torna al sommario

Soluzioni per dialisi

Le soluzioni acide per l'emodialisi sono molto simili per struttura al plasma sanguigno (acetato e bicarbonato). I concentrati per emodialisi hanno una composizione che consente di adattarli al paziente, a seconda del grado di elettroliti nel sangue. Spesso è necessario interrompere il processo e regolare il potassio. La quantità di bicarbonato e cloro è praticamente invariata. L'infusione di bicarbonato di sodio è regolata per normalizzare il livello di liquido escreto dal sangue.

Preparazione e condotta

Prima dell'intervento, è necessario fare un esame del paziente in clinica. Vengono misurati la pressione sanguigna, la temperatura corporea e le pulsazioni. Durante, dopo la procedura, vengono monitorati gli indicatori del benessere umano. Precedentemente, per 7 giorni, eseguire un training di accesso vascolare (protesi). La formazione di una fistola artero-venosa è la più comune. Una fistola per emodialisi si forma nella nave. È sotto la pelle, simile a una corda. Un'alternativa alla fistola è l'uso di protesi. Per la formazione della protesi utilizzando materiale sintetico. Le operazioni sulla formazione dell'accesso (ad esempio una protesi) rendono il medico in sala operatoria.

La procedura passa attraverso i passaggi:

  1. Preparazione di attrezzature e materiali.
  2. Una persona giace su una sedia speciale in posizione reclinata.
  3. Il dispositivo è installato accanto alla sedia. La linea veno-venosa o artero-venosa comunica con il corpo.
  4. L'operazione della pompa crea una pressione, sotto la quale viene aspirato del sangue nel filtro per il contatto con un fluido speciale.
  5. Attraverso la seconda vena collegata, il sangue purificato ritorna nel corpo.

La gravità della malattia dipende dalla gravità della malattia. Uno è sufficiente per una procedura, l'altro richiede l'emodialisi cronica. Di solito, il sangue viene pulito fino a 3 volte a settimana per 4-5 ore. Regime, il tempo di emodialisi è impostato in base ai singoli indicatori. L'adeguatezza dell'emodialisi è nei parametri biochimici e di altro sangue. Per evitare l'infezione, è possibile somministrare un antibiotico. Alla fine della procedura, una benda viene applicata al sito di accesso alle navi.

Materiale di costo

Per i prodotti di emodialisi sono selezionati con cautela. I produttori danno fiducia alla qualità del materiale. Una sessione di filtrazione include i seguenti materiali di consumo per emodialisi:

  • pompa;
  • filtro per osmosi inversa (acqua per emodialisi);
  • dializzatore;
  • tovaglioli, tamponi, materiali aggiuntivi;
  • scale;
  • siringhe, sistemi;
  • agenti antibatterici;
  • fluido fisiologico;
  • farmaci che influenzano la coagulazione del sangue;
  • ago per protesi vascolare;
  • catetere venoso;
  • bicarbonato di sodio sciolto in acqua;
  • concentrato di acetato secco.

I consumabili per emodialisi includono acqua. I produttori impongono standard speciali sull'acqua. L'acqua per emodialisi è necessaria non solo per la preparazione della soluzione, ma anche per le attrezzature lavate prima e dopo la disinfezione, quindi per esigenze speciali di qualità. L'acqua non trattata e non testata per l'emodialisi non è accettabile.

Complicazioni, effetti collaterali

Le complicazioni nel funzionamento della tecnologia sono rare. Un malfunzionamento può portare a un'embolia gassosa, che comporta la fine della vita. La causa principale della complicazione è la condizione individuale del paziente, compresi i problemi della malattia di base (ad esempio, anemia). Il più delle volte, il paziente ha nausea, vomito, crampi muscolari, aumento o diminuzione della pressione.

Anche l'accesso vascolare è la causa del problema. Un catetere vascolare causa la formazione di trombi e una giunzione vascolare fistulare non è sicura con l'aggiunta di infezioni. Nel corso di una diminuzione della pressione interna, è possibile un disturbo di coscienza, vertigini, un disturbo del ritmo cardiaco e attacchi di epilessia. Gli effetti allergici sono rari, ma il livello di potassio nel sangue aumenta spesso.

Al verificarsi del minimo effetto collaterale, è necessario parlare immediatamente con uno specialista, la procedura deve essere interrotta, regolata e sostituita la soluzione.

Linee guida di prevenzione

È possibile evitare la causa di effetti collaterali spiacevoli seguendo le raccomandazioni:

  • dieta;
  • pianificazione della gravidanza;
  • regole igieniche;
  • abbastanza liquido;
  • farmaci;
  • monitorare le condizioni a casa, segnalare il deterioramento;
  • controlli regolari dal medico.
Torna al sommario

Dieta emodialitica

La grande importanza nel mantenere il risultato del trattamento è la dieta. Il cibo dietetico numero 7g è noto come "renale". È raccomandato per i pazienti con opn e con emodialisi. Il principio della dieta numero 7g è mirato a fornire una dieta equilibrata ed è caratterizzato dalla restrizione di proteine, potassio, cloruro di sodio e assunzione moderata di liquidi. Nella dieta numero 7g un sacco di divieti, il paziente deve registrare quanta acqua è bevuta, cibo mangiato e controllare la loro composizione chimica (proteine, grassi, potassio, carboidrati).

L'aumento di peso è uguale all'acqua in eccesso nel corpo, tenendo conto del valore di "peso secco". Il concetto di "peso a secco" è spesso riscontrato dal paziente, il che significa un peso ideale, non tenendo conto del liquido in eccesso. Se il peso a secco viene sostenuto, il paziente sarà in grado di sopravvivere senza aumentare la pressione fino alla procedura successiva e il cuore funzionerà correttamente durante l'emodialisi.

farmaci

Farmaci durante la connessione prescritta per l'emodialisi cronica. I pazienti hanno prescritto multivitaminici, solfato ferroso, farmaci contenenti fosfato. Spesso i pazienti con insufficienza renale sono accompagnati da anemia. Per mantenere il corpo prescrivere l'uso di eritropoietina umana. Quando si raccomanda la gravidanza, solfato di magnesio.

A volte i pazienti hanno un problema associato a un eccesso di ferro nel corpo. In una tale situazione, dovrebbe essere evitata la somministrazione aggiuntiva di farmaci. Se una persona sviluppa urolitiasi, limitare l'assunzione di farmaci contenenti vitamina C. Quando si prescrive qualsiasi farmaco, il medico prende in considerazione la funzionalità renale compromessa. Se necessario, prescrivere antibiotici per via endovenosa.

Quanto dura l'emodialisi?

È possibile vivere a lungo usando la connessione "rene artificiale", seguendo tutte le regole. Secondo le statistiche, le aspettative di vita variano da 6 a 12 anni. Ci sono persone che vivono 20 anni che muoiono non per insufficienza renale, ma per l'aggiunta di un'infezione secondaria. Molto spesso, la morte si verifica nella prima fase del processo, perché non tutti gli organismi lo sostengono.

Dialisi renale

La medicina moderna aiuta a mantenere la salute delle persone con gravi malattie con l'ausilio di dispositivi speciali. La dialisi renale è uno di questi casi. Questa procedura viene comunemente chiamata rene artificiale, perché nel corso dei suoi processi di attuazione vengono eseguite le caratteristiche del funzionamento di un organo appaiato sano. Questa manipolazione medica salva letteralmente la vita di persone con insufficienza renale acuta, nonché con intossicazione estensiva con droghe, alcol, tossine.

Tuttavia, le persone con insufficienza renale con un decorso cronico conoscono meglio questo metodo terapeutico. Se la funzione renale di una persona non viene ripristinata, la dialisi regolare gli dà la possibilità di vivere altri 15 o 25 anni.

Considerare quale sia la procedura di dialisi, chi ne ha bisogno, quali tipi esistono e quale tipo di stile di vita deve condurre un paziente con malattia renale cronica.

Cosa succede al corpo quando i reni falliscono?

I reni nel nostro corpo sono assegnati a una serie di funzioni vitali. Questa è principalmente la rimozione di prodotti di decomposizione tossici con l'urina dal corpo, la regolazione dei processi osmotici, la secrezione di sostanze bioattive e la partecipazione a reazioni metaboliche.

E ora immaginiamo che un organo di coppia così importante abbia smesso di funzionare. Le sostanze velenose si accumulano gradualmente nel corpo, causando il suo avvelenamento. Ciò è irto non solo di un deterioramento delle condizioni generali del paziente, ma anche fatale.

Cos'è la dialisi?

Dialisi renale - che cos'è? Questo è il nome della procedura di filtrazione delle sostanze tossiche dal flusso sanguigno. Viene eseguita attraverso una membrana perforata semi-permeabile, che fa parte del dispositivo "rene artificiale". In parole semplici, l'emodialisi è una pulizia del corpo senza il coinvolgimento dei reni.

Con l'aiuto di un "rene artificiale", i seguenti prodotti metabolici dannosi vengono rimossi dal corpo del paziente:

  • urea, che si forma a causa della rottura delle proteine ​​durante la digestione;
  • creatinina - una sostanza che è il prodotto finale dello scambio di energia nel tessuto muscolare;
  • varie tossine di origine esogena - stronzio, arsenico, ecc.;
  • preparazioni di farmaci tranquillanti, barbiturici, sostanze a base di acido borico, sulfonamidi, ecc.;
  • sostanze inorganiche come sodio, calcio, potassio, ecc.;
  • acqua in eccesso.

Un dispositivo per emodialisi con licenza dovrebbe comprendere i seguenti elementi funzionali:

  1. Un sistema per lavorare con il sangue, che include le pompe per il pompaggio del sangue e l'alimentazione con eparina, un meccanismo per eliminare le vescicole aeree dal flusso sanguigno, un elemento sensibile per misurare la pressione nei vasi sanguigni.
  2. Sistema per miscelare la soluzione di lavoro - dialisato. Consiste di meccanismi che controllano la temperatura della soluzione, l'emodinamica in esso e il processo di filtraggio.
  3. Filtro dializzatore - nella forma di una speciale membrana di origine naturale o sintetica.

La procedura è la seguente. Il paziente viene iniettato nella vena da un ago, e il suo sangue entra nel dispositivo, accumulandosi su un lato della membrana (dializzatore). Dall'altro lato del filtro, una soluzione operativa viene introdotta attraverso il tubo. Il dializzato "estrae" tossine, acqua in eccesso, cationi, anioni, ecc. Dal flusso sanguigno, pulendola in tal modo. È importante che la soluzione operativa sia selezionata individualmente per ciascun paziente.

La dialisi è progettata per svolgere le seguenti funzioni:

  1. Purificazione del sangue dai metaboliti secondari. L'insufficienza renale porta al fatto che il paziente nel sangue aumenta la concentrazione di composti tossici. Nella soluzione di dialisi, sono completamente assenti. La transizione dei metaboliti secondari dal corpo all'apparato renale artificiale avviene a causa del meccanismo fisico di diffusione: le sostanze provenienti da una soluzione altamente concentrata vengono trasferite in un liquido meno concentrato.
  2. Riportare il numero di elettroliti alla normalità. Elementi elettrolitici - sodio, potassio, calcio, magnesio, cloro, ecc. - sono necessari per il normale funzionamento di tutto il corpo, ma i loro reni in eccesso di una persona sana dovrebbero essere rimossi durante il processo di minzione. Durante la dialisi, non c'è passaggio di assolutamente tutti gli elettroliti nella soluzione di lavoro - il loro numero necessario per il funzionamento rimane nel sangue del paziente.
  3. L'equilibrio del mezzo acido-base nel corpo. Per eseguire questa funzione, nel dialisato viene introdotto uno speciale tampone di bicarbonato di sodio. Questo composto attraverso la membrana dell'apparato viene assorbito dal sangue ed entra nei globuli rossi. Come risultato di diverse trasformazioni chimiche, il pH del sangue aumenta nella direzione di leggermente alcalino, avvicinandosi alla norma.
  4. Rimozione di acqua in eccesso. Questo effetto è ottenuto dal meccanismo di ultrafiltrazione. Sotto la pressione fornita dalla pompa, il sangue del paziente passa attraverso la membrana perforata nel contenitore del dializzato. In quest'ultimo, la pressione è bassa. La differenza di pressione assicura la transizione dell'acqua in eccesso nella soluzione. Questa funzione dell'apparato del "rene artificiale" contribuisce alla rimozione del gonfiore in varie parti del corpo del paziente: polmoni, articolazioni, pericardio, cervello.
  5. Prevenzione della trombosi. Questa proprietà è fornita dall'introduzione dell'eparina nel dialisato, che "diluisce" il plasma sanguigno.
  6. Prevenzione di embolia gassosa. Sul tubo attraverso il quale il sangue purificato viene restituito al corpo del paziente, viene installato un dispositivo speciale che crea una pressione negativa in un'area specifica. Con esso, le bolle d'aria formate durante il trasporto vengono rimosse dal flusso sanguigno.

Per comprendere quanto efficacemente sia stata eseguita una sessione di dialisi, viene effettuata un'analisi del contenuto di urea nel sangue. Con il passaggio di 3 sessioni a settimana, la percentuale di purificazione del plasma deve superare i 65. Quando la procedura viene eseguita due volte al giorno, il sangue deve essere purificato dall'urea del 90% o più.

Quali sono gli effetti collaterali della dialisi?

Sfortunatamente, la pulizia del sangue delle tossine da parte dell'hardware è stressante per il corpo e pertanto la dialisi renale può causare alcuni disturbi nel funzionamento degli organi interni e dei sistemi. La probabilità del loro aspetto è piccola, ma non può essere completamente trascurata. Potrebbero verificarsi le seguenti condizioni:

  • anemia, poiché il numero di globuli rossi è nettamente ridotto;
  • reazione dal sistema nervoso centrale sotto forma di intorpidimento temporaneo delle estremità;
  • sbalzi di pressione nei vasi sanguigni;
  • danno alle ossa;
  • infiammazione delle membrane del muscolo cardiaco.

I casi sopra riportati sono rari, ma ci sono effetti collaterali della dialisi che possono accadere di volta in volta in ogni paziente:

  • sentirsi nauseante;
  • vomito;
  • battito cardiaco aumentato o rallentato;
  • crampi muscolari;
  • spasmo dell'albero bronchiale;
  • visione e udito compromessi;
  • dolore al petto o alla schiena.

In medicina, sono stati descritti casi in cui i pazienti durante l'emodialisi hanno sviluppato una reazione allergica a qualsiasi componente del liquido di dialisi. È possibile ripristinare l'equilibrio nel corpo in un altro modo, se la dialisi ha così tanti effetti collaterali? Oggi è l'unico modo efficace per mantenere una vita normale per le persone con insufficienza renale.

Classificazione delle procedure di dialisi

Diversi tipi di dialisi renale si distinguono in base a diversi fattori: l'ubicazione della procedura, la funzionalità del dispositivo "renale artificiale", i dispositivi dializzatore, ecc. In questi casi, le differenze sono piccole. Soffermiamoci sulla dialisi peritoneale, che sostituisce la normale emodialisi di una certa categoria di pazienti.

La dialisi peritoneale è necessaria quando:

  1. Il paziente non ha l'opportunità di sottoporsi a depurazione del sangue in un centro specializzato a causa dell'assenza di quest'ultimo.
  2. Ci sono serie controindicazioni alla procedura standard.

Questo tipo di procedura è necessaria in media il 10% dei pazienti con insufficienza renale cronica. Viene eseguito come segue. Il paziente viene perforato nell'addome in cui è inserito il catetere. È necessario attendere alcune settimane prima che la prima procedura possa essere eseguita. Si trova nel fatto che attraverso un catetere fisso, 2 litri di soluzione di dialisi vengono iniettati nella cavità peritoneale di una persona. Questa manipolazione deve essere eseguita 4 volte al giorno, ogni volta prosciugando il fluido "esaurito" e introducendone uno nuovo.

Nel caso di un metodo peritoneale di eseguire la procedura, i prodotti metabolici dannosi e in eccesso vengono escreti attraverso i piccoli vasi sanguigni della cavità addominale. Non è necessario installare una membrana perforata: il peritoneo funge da barriera naturale attraverso la quale le sostanze si diffondono.

Il vantaggio di questo tipo di pulizia è la capacità di eseguire la procedura a casa, un carico ridotto sui vasi sanguigni e sul cuore, poiché 1 sessione richiede un'intera giornata e la filtrazione del sangue non avviene rapidamente come con l'emodialisi standard. Uno svantaggio significativo è l'alto rischio di infezione della cavità addominale. Inoltre, questo metodo di dialisi è indesiderabile per le persone con sovrappeso e aderenze nell'intestino.

Chi è controindicato per l'emodialisi?

Sopra, è stata sollevata la questione delle controindicazioni alla purificazione del sangue con un sistema di "rene artificiale". Consideriamo più in dettaglio quali pazienti non possono sottoporsi all'emodialisi.

  1. Persone con una malattia infettiva in fase attiva, perché durante la dialisi il sangue circola vigorosamente, diffondendo rapidamente l'agente infettivo in tutto il corpo.
  2. Ictus e disturbi mentali (epilessia, schizofrenia, ecc.).
  3. Pazienti con tubercolosi acuta.
  4. Con il cancro.
  5. Pazienti che hanno recentemente avuto un attacco di cuore, così come persone con insufficienza cardiaca cronica.
  6. Con grave ipertensione.
  7. Anziani (80 e più anziani).
  8. Pazienti con patologie dell'apparato circolatorio (leucemia, anemia, ecc.).

Ma se c'è un pericolo mortale, l'emodialisi dovrebbe essere eseguita, nonostante tutte le controindicazioni.

dieta

Per vivere con reni falliti, l'emodialisi regolare da sola non è sufficiente. Per migliorare le condizioni del corpo, il paziente deve aderire a una determinata dieta per lungo tempo. La dieta durante la dialisi renale aiuta a evitare gli effetti collaterali durante la procedura, perché il "detergente" del corpo proviene da tutti i tipi di tossine e prodotti metabolici, più facile sarà per il paziente sottoporsi a emodialisi.

Già nel 20 ° secolo, sono state sviluppate diete terapeutiche speciali, che sono oggi prescritte per i pazienti con varie patologie degli organi interni. Con insufficienza renale, viene mostrata la cosiddetta tabella numero 7. Egli suggerisce che l'alimentazione durante la dialisi renale si basa su una diminuzione dell'apporto proteico giornaliero. Inoltre, i pazienti devono dare la preferenza agli alimenti proteici di origine vegetale. Gli scoiattoli animali sono ammessi, ma in una percentuale minore.

Poiché uno degli obiettivi dell'emodialisi è quello di rimuovere il liquido in eccesso dal corpo, il paziente deve limitare la quantità di alcol al minimo necessario. La maggior parte dei pazienti, i medici raccomandano di bere una media di 1 litro di liquidi al giorno.

Poiché il sale contribuisce alla ritenzione di liquidi nel corpo, deve essere abbandonato durante il corso della terapia dietetica. L'importo massimo è di 2 g al giorno. Gli alimenti ricchi di potassio, calcio, sodio e altre cellule elettrolitiche dovrebbero essere limitati nel menu.

Durante il trattamento, il medico elabora una dieta per ciascun caso individualmente per ottenere il massimo effetto dalle sedute di emodialisi, in modo che il paziente viva il più a lungo possibile.

Che cos'è l'emodialisi e quali sono i suoi metodi per determinare la dialisi

Non tutte le persone che soffrono di malattie del sistema urinario hanno familiarità con il concetto di dialisi, che cos'è questa procedura e quando è necessaria. Questo è noto solo a quei pazienti nei quali si osserva insufficienza renale, quando la funzione escretoria dei reni scende al 10-15%. Il sangue di questi pazienti non è completamente pulito, vi è un accumulo di tossine, che provoca l'avvelenamento del corpo, quindi sono raccomandati l'emodialisi.

La dialisi renale è una purificazione artificiale del sangue da sostanze nocive.

Eseguire la procedura utilizzando un apparecchio per emodialisi. Nell'insufficienza renale, i pazienti vivono in emodialisi costantemente in esecuzione. Questa manipolazione è permanente e consente al paziente di mantenere la vitalità. In caso di intossicazione causata da avvelenamento da tossine provenienti dall'esterno, la manipolazione viene effettuata fino a quando il corpo non è completamente deterso dalle sostanze nocive. Questa procedura viene eseguita secondo le indicazioni e fa parte di un trattamento complesso.

Cos'è?

La dialisi renale è la trasmissione multipla del sangue del paziente attraverso un dispositivo di purificazione artificiale, durante il quale avviene il rilascio di tali sostanze:

  • urea;
  • creatinina;
  • tossine;
  • farmaci;
  • liquidi inutili;
  • elettroliti;
  • alcool.

Quando passa attraverso un dializzatore con una membrana di cellophane, il sangue viene rilasciato dalle sostanze nocive. L'apparato dializzatore consiste di un gran numero di tubi attraverso i quali scorre il sangue.

Il metodo di pulizia è semplice: durante la dialisi da un fluido che si muove attraverso i tubi, sostanze nocive entrano nella soluzione dialitica e rimangono grandi molecole proteiche, batteri e componenti del sangue.

Con l'aiuto dell'emodialisi, il metabolismo sale-acqua e acido-base viene normalizzato.

In caso di insufficienza renale acuta o avvelenamento, la dialisi renale viene eseguita fino a quando è possibile rivitalizzare (attivare) la funzione dei reni in modo che possano far fronte al loro lavoro da soli. Il numero di sedute dipende dal grado di danno renale, dalle caratteristiche individuali del corpo e dalle malattie associate. Eseguire la procedura nei centri di nefrologia in cui è presente un'unità di emodialisi.

Se non è possibile eseguire la purificazione del sangue nel reparto, questo viene fatto a casa usando una macchina per dialisi portatile. È leggero e il dializzatore è in grado di pulire in qualsiasi momento della giornata. Questo è un indiscutibile vantaggio del design. I pazienti, avendo padroneggiato il metodo di purificazione, praticarlo a casa, che migliora significativamente la loro qualità di vita, dà una certa libertà di movimento.

Indicazioni e controindicazioni

Indicazioni per la dialisi:

  • disfunzione renale acuta o cronica;
  • gonfiore del cervello, polmoni;
  • avvelenamento di varie eziologie.

Ma non è sempre possibile effettuare la purificazione del sangue, anche se c'è una ragione. La dialisi non può essere eseguita in questi casi:

  • la presenza di tumori maligni;
  • la leucemia;
  • disturbi mentali;
  • grave malattia del sistema nervoso centrale;
  • disfunzione del sistema vascolare e respiratorio;
  • insufficienza renale nella fase termica;
  • persone di età superiore a 80 o dopo 70 che hanno il diabete.

Ci sono altre patologie in cui la dialisi non può essere eseguita:

  • tendenza a sviluppare sanguinamento (malattie del sangue, ulcera peptica);
  • tubercolosi (forma attiva);
  • la presenza di malattie sistemiche;
  • diabete mellito (grave);
  • amiloidosi.

Prima di fare la dialisi, eseguire un esame completo del corpo - dovrebbe essere diretto all'identificazione delle controindicazioni.

Varietà della procedura

Nella medicina moderna si distinguono le seguenti sottospecie di dialisi:

  • emodialisi (utilizzando il dispositivo);
  • peritoneale (introduzione di soluzioni nella cavità addominale).

A seconda della posizione di emodialisi, ci sono 3 tipi:

Il primo tipo di procedura viene eseguita solo su base ambulatoriale e non richiede una permanenza permanente in ospedale. La procedura viene eseguita a turno. La dialisi stazionaria è indicata per insufficienza renale grave o intossicazione. Il paziente è sempre in ospedale. E con l'aiuto di un dispositivo portatile organizza la procedura a casa.

  • al solito - area dialisi 0,8-1,4 metri quadrati. m;
  • altamente efficiente - area dializzatore di 1,5-2,2 metri quadrati. m;
  • l'alto flusso riduce il rischio di complicanze.

La dialisi peritoneale viene eseguita senza l'uso di un dispositivo renale artificiale. Il principio della purificazione del sangue per la disfunzione renale in questo modo è semplice. Il liquido per dialisi viene iniettato attraverso il catetere direttamente nella cavità addominale del paziente. C'è saturazione del dialisato con molecole di tossina e fluido in eccesso. Quando viene raggiunto l'equilibrio della concentrazione di sostanze, la soluzione di dialisi viene sostituita con fresca. La procedura di sostituzione viene ripetuta 4-5 volte al giorno e non richiede che il paziente sia ricoverato in ospedale - viene al dipartimento solo per emodialisi. La tecnica non è adatta a pazienti con anomalie addominali.

Pro e contro

La procedura di dialisi del sangue ha i suoi lati positivi e negativi. Tutti i tipi di dialisi aiutano i pazienti a liberare il sangue per la disfunzione renale, prolungandone la vita o rimuovendo da uno stato critico. Questo è un vantaggio innegabile della tecnica.

Gli svantaggi includono quanto segue:

  • rischio di infezione;
  • la presenza di complicazioni;
  • controindicazioni per;
  • dispositivi ingombranti (tranne quelli portatili);
  • alto costo dei disegni.

Un dispositivo portatile aiuta la dialisi dei pazienti a casa, riduce il rischio di infezione. Tali pazienti vivono ed effettuano la purificazione del sangue in modo indipendente se necessario. Non c'è bisogno di aspettare in fila all'ospedale per fare la procedura. Questo è il lato positivo del metodo.

Esecuzione della procedura

Durante l'emodialisi, attraverso la fistola sull'avambraccio del paziente, il sangue entra nel dispositivo, viene sottoposto a purificazione e ritorna al sistema circolatorio del paziente. La fistola viene creata chirurgicamente prima della prima manipolazione. È un composto di arteria e vena. Invece di una fistola, a volte viene usato un innesto (un tubo sintetico) o un catetere. In questo modo, il sangue viene pulito per la disfunzione renale per mezzo di un dispositivo "rene artificiale" in una clinica ambulatoriale, stazionaria oa casa.

La dialisi peritoneale viene eseguita mediante l'inserimento diretto del liquido di dialisi attraverso il catetere nella cavità addominale. Lì è saturo di sostanze nocive. Dopo che il rapporto tra i liquidi diventa uguale, la soluzione viene sostituita con una nuova. Questo tipo di paziente in dialisi può passare a casa, dopo aver superato l'addestramento appropriato.

Cibo dietetico

Quando la funzione renale è compromessa, i pazienti che vivono in emodialisi devono seguire una dieta. L'alimentazione dietetica dipende dall'entità del danno renale, dall'esperienza in emodialisi e dalle condizioni generali del paziente. Il medico parlerà delle regole dell'alimentazione, ma i principi di base sono ridotti alle restrizioni sull'uso dei seguenti prodotti:

  • sale;
  • fosforo;
  • liquido;
  • prodotti contenenti potassio.

Ma la nutrizione di questi pazienti sarà equilibrata. Limitando alcuni piatti, è necessario sostituirli con altri, di composizione equivalente. Pertanto, è consentito mangiare carne di pollo, coniglio, varietà di pesce a basso contenuto di grassi. Il burro dovrebbe essere sostituito da verdura. Escludere piatti salati e speziati, ma consumare più frutta e verdura.

complicazioni

Come ogni altra procedura medica, l'emodialisi ha le sue complicazioni:

  • prurito della pelle;
  • disturbi dispeptici;
  • convulsioni;
  • salti di pressione sanguigna;
  • endocardite;
  • infezione infettiva;
  • disturbo della coscienza.

Una rara ma grave complicazione è l'embolia gassosa, che si verifica a seguito di una perdita nei tubi, nonché in caso di uso improprio del dispositivo. Se c'è qualche disagio durante la procedura, allora un urgente bisogno di informare il medico. Se sorgono complicazioni a casa, è necessario interrompere la procedura e andare in ospedale.

Quanto vive in dialisi

La medicina moderna prevede l'emodialisi per migliorare i dispositivi di purificazione del sangue. Sono in grado di estendere la vita del paziente da 20 a 50 anni. Quanti pazienti vivono in dialisi dipendono dalla gravità della malattia, dalle caratteristiche del corpo, dalle comorbilità, dalla dieta e dal modo di vita.

Emodialisi: che cos'è emodialisi, indicazioni, controindicazioni, tipi di procedure

È noto che l'aspettativa di vita dipende direttamente dallo stato dei reni. Ma solo i malati cronici sanno veramente cos'è l'insufficienza renale.

Il suo corpo lavora nel modo di aumentare l'avvelenamento con lo spreco del suo stesso metabolismo, perché gli organi di purificazione ed escrezione non possono far fronte al loro compito. Odori di acetone, aceto e altri veleni nell'aria esalati da esso. Sono chiaramente leggibili da altri, tra gli altri odori sgradevoli, ma danno solo un'idea lontana di ciò che sta accadendo all'interno del corpo in questo momento. La pelle collegata all'evacuazione delle tossine emana anche una frenesia di non meno fortezza.

E poi i filtri biologici estremamente intasati falliscono. Si rifiutano di servire, causando disperazione al paziente.

Ma non colui che ha già esperienza in emodialisi. Tale paziente non porta la questione a un punto critico - lo sa: è ora di visitare il centro dialisi.

Dialisi renale Cos'è?

Il termine macchina rene artificiale è ampiamente noto. Ma per coloro che hanno domande ai reni, l'unità salva vite. O lo prolunga per anni.

Il dispositivo "rene artificiale" è una costruzione (macchina) che rende possibile l'emodialisi dei reni.

La traduzione letterale del termine "dialisi" significa: separazione o frazionamento. Pertanto, la risposta letterale alla domanda: dialisi dei reni, ciò che è - significa la divisione in cattivo e buono. Grazie alla macchina, che assume la funzione di rigettare i reni, il bene di cui il corpo ha bisogno viene restituito, indecente - viene rimosso.

L'emodialisi del rene artificiale è la purificazione del sangue dalle tossine prodotte con mezzi artificiali. Durante la procedura, lascia il corpo per un breve periodo di tempo per tornare pulito.

"Lasciando" non significa che si fonda da qualche parte dal flusso sanguigno - continua a circolare, muovendo il cuore.

Ma alcune interferenze vengono fatte nel suo movimento - l'apparato del "rene artificiale", o emodialisi, è collegato.

Il sangue entra da:

  • vene punteggiate, sia
  • diramazione artero-venosa diretta, o
  • trapianto - un tubo sintetico che imita la vena safena.

Lasciandolo già purificato, ritorna alla circolazione sanguigna attraverso una vena punteggiata.

L'intero volume di sangue viene passato attraverso l'apparecchio ripetutamente. Il processo viene eseguito o in sessioni di 4-5 ore, o si svolge 24 ore su 24, costantemente. A seconda della variante della patologia, i bisogni (e le possibilità finanziarie) del paziente, vengono utilizzate le seguenti costruzioni:

  • stazionario;
  • Portatile, indossato sul corpo, del peso di 4-7 kg.

Per tutto questo tempo, il movimento del sangue non si ferma per un attimo - è promosso dalle contrazioni del cuore, continuando a svolgere la sua funzione di pompa. La procedura è esattamente la stessa del processo naturale. Solo nel mezzo del percorso del sangue dal cuore al cuore c'è un rene progettato dall'uomo.

Una breve escursione in chimica e fisica

Un'illustrazione del processo può essere la pulizia del fumo di fumo in un narghilé, dove viene passato attraverso l'acqua e poi consumato.

L'emodialisi dei reni utilizza 3 leggi fisico-chimiche, che sono realizzate dal diffusore - il filtro dell'apparato, che è una membrana con permeabilità selettiva.

Il processo di diffusione avviene attraverso la membrana, in piedi nel percorso tra la soluzione di emodialisi e il sangue del paziente. Ti permette di estrarre dai composti del sangue con determinate masse molecolari. In conformità con il diametro dei pori e altri parametri chiari del filtro a membrana, questi sono ioni elettrolitici e proteine ​​della categoria β2-microglobulina.

Ma allo stesso tempo avviene un processo inverso (possibile) - il passaggio dalla soluzione per l'emodialisi al sangue di elettroliti e composti ad alto peso molecolare. Dato questo fatto, una determinata concentrazione di elettroliti viene conservata nella soluzione dializzata, che consente di mantenere l'equilibrio salino nel sangue del paziente. Per prevenire la penetrazione di veleni microbici e altre tossine nel sangue del paziente, viene eseguita una purificazione metodica della soluzione di lavoro.

L'insufficiente perfezione delle membrane filtranti non consente ancora la rimozione delle tossine legate chimicamente alle proteine, così come le loro frazioni idrofobiche, dal sangue.

La rimozione delle frazioni di tossine idrofobiche avviene attraverso lo stesso filtro a causa del processo di convezione, probabilmente dovuto alla presenza di pressione osmotica. Sorge a causa della differenza nella concentrazione di soluzioni su diversi lati della membrana.

Il percorso del sangue durante l'emodialisi è allungato e difficile. Pertanto, per facilitare la filtrazione attraverso la membrana, la macchina per emodialisi esegue la propria pompa. A causa del suo lavoro, la pressione viene creata dal sangue sulla superficie della membrana e viene avviato il processo di ultrafiltrazione - rimozione dell'acqua in eccesso dal corpo.

Il resto del design è:

  • condotta per il passaggio del sangue;
  • sistema di guida per soluzioni dialitiche e
  • sistema di controllo per una varietà di parametri di entrambi gli ambienti.

Per prevenire la coagulazione del sangue, viene utilizzato un anticoagulante (più comunemente eparina).

Riassunto: poiché ogni composto chimico ha una certa carica elettrica, il peso specifico, la struttura chimica e spaziale, l'emodialisi dei reni è una selezione elettrochimica per benefico e dannoso per il corpo con rimozione regolare del nocivo con l'aiuto dell'apparato.

Di conseguenza, si verifica l'uso dell'emodialisi:

  • estrazione dal sangue della maggior parte dei composti azotati che non sono in legami chimici con le proteine;
  • liberare il corpo dal liquido edematoso.

Quando ea chi è indicata l'emodialisi renale

Se in un periodo molto recente, l'iniezione endovenosa è stata equiparata alla chirurgia, allora l'emodialisi dei reni è essenzialmente un'operazione.

Pertanto, prima di procedere all'emodialisi, non vengono prese in considerazione solo le indicazioni per la procedura, ma anche fattori in grado di complicare (rendendo impossibile) il corso dell'operazione - controindicazioni.

Le principali indicazioni per la procedura di emodialisi sono le opzioni:

  • insufficienza renale acuta;
  • insufficienza renale cronica;
  • avvelenamento con droghe o veleni (purché siano in grado di passare attraverso la membrana per emodialisi);
  • gravi disturbi dell'equilibrio elettrolitico nel sangue;
  • intossicazione da alcol;
  • iperidratazione pericolosa per la vita (categorie di edema polmonare, cervello), che non può essere eliminata con altri metodi (conservativi). In quest'ultimo caso, per migliorare la condizione, applichiamo il metodo di ultrafiltrazione isolata.

Le basi per la nomina delle procedure di emodialisi sono i dati della diagnostica di laboratorio e strumentale:

  • indicatori di urea, creatinina, acido urico nel sangue;
  • Ultrasuoni, risonanza magnetica dei reni.

Controindicazioni

L'emodialisi dei reni ha controindicazioni sia relative che assolute.

La prima categoria include:

Il secondo è le opzioni:

  • disturbi mentali e patologie (epilessia, schizofrenia, psicosi);
  • neoplasie maligne nella fase incurabile (per esempio: cancro del colon, cancro alla gola in 4 fasi);
  • disturbi del sangue (anemia, leucemia, morbo di Verlgof, mieloma);
  • grave patologia neurologica;
  • diabete in pazienti di età superiore a 70 anni o senile (oltre 80 anni);
  • combinazioni di due (o più) patologie significative come l'aterosclerosi trascurata, la cirrosi epatica e le malattie con insufficienza respiratoria;
  • tossicodipendenza e alcolismo senza possibilità di riabilitazione.

Informazioni sulle garanzie di sicurezza

Oltre alla comparsa di un certo numero di problemi sociali e finanziari prima del paziente (il costo di un corso raggiunge 1,5 milioni di rubli, poiché è necessario un volume di dialisi di circa 120 litri per sessione), non bisogna scartare la possibilità di complicazioni per lui durante questa mini-operazione.

Poiché i reni non sono solo coinvolti nella pulizia dell'ambiente interno del corpo, sono anche complesse formazioni che producono ormoni, il rischio di complicazioni sotto forma di:

  • ipertensione o ipotensione;
  • iper o iponatremia;
  • sindrome convulsiva o epilessia da convulsioni;
  • embolia gassosa o trombosi;
  • debolezza, vertigini, nausea, vomito o disturbi del ritmo cardiaco dovuti a cambiamenti della pressione intracranica;
  • risposta allergica ai componenti del fluido di dialisi.

Nell'era dei cateteri e siringhe usa e getta, sorge una domanda logica: non è pericoloso usare un dispositivo che simuli il lavoro dei reni? Qualsiasi infezione da epatite o da HIV-AIDS può essere trasmessa attraverso il dispositivo?

L'infezione involontaria del paziente durante la preparazione della procedura è improbabile, ma è anche possibile - tutto dipende dallo stato di immunità e dallo stato generale del corpo. Infatti, con la perdita della funzione renale fino all'85% (che è la base per il trattamento), lo stato del "clima" interno spesso cambia in modo irreversibile.

"Rene artificiale" - l'unico metodo di purificazione del sangue?

Dopo aver ricevuto la risposta alla domanda: dialisi renale, che cosa è - non sarebbe giusto non conoscere metodi alternativi di purificazione del sangue.

Oltre alla pulizia con un rene progettato artificialmente, esistono altre tecniche basate sullo stesso principio della membrana parzialmente permeabile.

Nella dialisi peritoneale, il ruolo del filtro viene svolto dal peritoneo del paziente da pulire, mentre per la dialisi intestinale la parete del colon svolge la stessa funzione.

Sebbene entrambi i metodi siano meno efficaci, consentono di ottenere un risultato soddisfacente nella variante quando l'emodialisi è controindicata. Inoltre, sono ingredienti e attrezzature meno costosi.

Il metodo di detossificazione dell'eme-assorbimento è alquanto diverso. Suggerisce di pulire il sangue del paziente attraverso la sua perfusione attraverso un disintossicante - una speciale colonna di filtro a base di carbone attivo o un altro tipo di assorbente. Utilizzato in un ospedale specializzato, la tecnica, pur essendo meno costosa dell'emodialisi, ha una propria area di applicazione quando si rimuove un certo numero di sostanze tossiche dal corpo. Dopo aver risolto una serie di problemi tecnici (come la sostituzione di un assorbente di una composizione semplice con resine a scambio ionico), questo metodo promette grandi prospettive.

Nel caso in cui tutte le opzioni per la disintossicazione siano esaurite, l'ultima possibilità rimane per il paziente di sopravvivere - un trapianto di rene.

Sulla necessità di regime e dieta con emodialisi

A causa del carico sul corpo, aumentando sia in tutte le varianti di insufficienza renale, sia nel processo di trattamento dell'hardware, c'è bisogno di nutrizione terapeutica.

  • A causa della circolazione sanguigna forzata e dell'intervento aggressivo nell'equilibrio stabilito del metabolismo, alcuni aminoacidi, minerali e vitamine si perdono, il cui stock dovrebbe essere reintegrato dal consumo di alimenti proteici di alta qualità, principalmente di origine animale.
  • Con l'esistenza di ipertensione, viene prescritta una dieta completamente priva di sale.
  • A causa di una forte diminuzione della diuresi (oliguria di qualsiasi genesi: con insufficienza cardiaca, renale, epatica), il consumo di acqua è anche nettamente limitato.
  • A causa del disturbo dell'escrezione urinaria di potassio, è necessario ridurre il consumo di prodotti ricchi di questa sostanza per evitare il suo eccesso nel corpo.
  • A causa dello squilibrio di fosforo e calcio - minerali che funzionano in stretta associazione con il potassio, è necessario correggere obbligatoriamente il loro contenuto nel sangue.
  • L'insufficienza renale causa più cautela per i composti di alluminio. Questo microelemento che entra dentro quando si usano utensili fatti di alluminio o parte di complessi multivitaminici diventa molto tossico nelle nuove condizioni che sono cambiate. Pertanto, il comportamento spensierato e il mancato rispetto della dieta possono causare anemia, danni al tessuto osseo e disturbi neurologici.

Per la correzione medica del livello di tutti i microelementi elencati, è necessaria una diagnostica di laboratorio ripetuta.

Previsione e conclusione

La decisione su queste o altre misure sulla dieta e sullo stile di vita del paziente rimane prerogativa del medico curante o della consulenza medica, il paziente è obbligato a coordinare tutte le sue azioni con il medico - uno specialista (nefrologo o urologo). Non solo le condizioni attuali del paziente, ma anche la possibile aspettativa di vita imminente, che può essere estesa con questo metodo da 15 a 25 anni, dipende dall'aderenza alle raccomandazioni mediche.