Dolore nelle donne con urolitiasi

Cliniche

Urolitiasi (ICD) è un leader tra tutti gli organi del sistema escretore sia nelle donne che negli uomini.

La forma trascurata della malattia può causare molta sofferenza, mentre nelle fasi iniziali la terapia non richiede molto tempo.

Pertanto, è molto importante essere in grado di riconoscere i sintomi della urolitiasi: ciò fornirà l'opportunità di consultare gli specialisti in modo tempestivo. Conoscerai le manifestazioni, la prevenzione e il trattamento della urolitiasi nelle donne da questo articolo.

Urolitiasi nelle donne

La diagnosi di urolitiasi è fatta sia per gli uomini che per le donne se una o più pietre si trovano in qualsiasi parte del sistema urinario. Non c'è una sola ragione per cui si formano le concrezioni: un numero di fattori può portare al loro aspetto.

I rappresentanti del sesso ICD più forte sono osservati più spesso delle donne, che è associato alle peculiarità della loro struttura anatomica. Tuttavia, negli organi del sistema urinario femminile in un gran numero di casi, si formano le cosiddette pietre "coralline", che hanno una forma complessa e sono in grado di coprire l'intero sistema della pelvi renale. A causa dell'aspetto di tali pietre, potrebbe persino essere necessario rimuovere una parte del rene, dal momento che non possono uscire da sole per motivi fisiologici.

Le pietre possono essere singole o multiple, il loro peso varia da pochi grammi a un chilogrammo. Un "record" medico particolare era la rimozione di 5.000 pietre dalla vescica del paziente.

motivi

Le cause esatte di urolitiasi nelle donne non sono state ancora determinate. Tuttavia, sono stati identificati fattori di rischio che possono portare alla comparsa di calcoli negli organi del sistema urinario.

La formazione di pietre negli organi del sistema urinario contribuisce a:

  • la presenza di anomalie congenite del sistema urinario, per esempio policistico;
  • stile di vita sovrappeso e sedentario;
  • predisposizione genetica;
  • situazione ecologica sfavorevole;
  • stress frequente;
  • malattie infiammatorie del sistema urinario. L'infiammazione provoca proteine ​​nelle urine; Il sale inizia a cristallizzare su molecole proteiche, che provoca la comparsa di pietre;
  • disordini metabolici di oligoelementi, in particolare, calcio;
  • mangiare troppa carne
L'urolitiasi è una patologia pericolosa, piena di gravi complicanze. Conoscere i primi segni di questa malattia, è possibile consultare un medico in tempo e liberarsi rapidamente di pietre.

sintomi

La presenza di una tale patologia come l'urolitiasi nelle donne, i sintomi indicano quanto segue:

  • dolore che periodicamente aumenta. In questo caso, il dolore è sentito nella colonna lombare, in connessione con il quale molte donne assumono erroneamente sintomi che indicano la presenza di pietre, segni di osteocondrosi o radicolite. Se la pietra si sovrappone completamente al lume dell'uretere, il dolore può diventare intollerabile, il che è associato sia all'effetto sulle terminazioni nervose che agli spasmi dei muscoli lisci che rivestono le pareti dell'uretere;
  • a causa di un intenso dolore, il paziente non è in grado di stare in una posizione per un lungo periodo di tempo. Cambia spesso la sua postura, cercando di alleviare le sue condizioni. Il dolore è spesso accompagnato dalla voglia di vomitare;
  • la minzione diventa più frequente o scompare del tutto;
  • tracce di sangue compaiono nelle urine dei pazienti. Non dovresti pensare che l'urina diventerà rossa. A volte il sangue viene rilevato solo in test di laboratorio di urina. L'aspetto del sangue è dovuto al fatto che le pietre danneggiano le delicate pareti degli ureteri, danneggiando i vasi sanguigni che si trovano lì;
  • durante la minzione il flusso di urina viene improvvisamente interrotto, mentre rimane la voglia di urinare;
  • minzione aumentata. Se c'è un tale sintomo, si può sostenere che le pietre sono localizzate nella vescica;
  • i pazienti si sentono peggio. Può verificarsi una temperatura subfebrile, spesso si osservano brividi. Questi sintomi sono spiegati dall'intossicazione generale del corpo e dai processi infiammatori che si sviluppano in diverse parti del sistema urinario, ad esempio la pielonefrite, che spesso si unisce all'ICD.
L'urolitiasi può avere gravi complicazioni, ad esempio l'insufficienza renale cronica si sviluppa sullo sfondo. Pertanto, è meglio consultare immediatamente un medico quando compaiono i primi sintomi.

Segni di

Segni di urolitiasi nelle donne dipendono non solo dalla dimensione delle pietre, ma anche dalla loro localizzazione.

I calcoli renali si manifestano come segue:

  • dolore ricorrente nell'area renale. Il dolore ha un carattere noioso e viene dato alla colonna lombare;
  • il disagio peggiora dopo aver bevuto molto.

Se le pietre sono localizzate nell'area della pelvi renale, si verificano i seguenti sintomi:

  • dolore sotto le costole. Il dolore può essere dato all'addome inferiore;
  • durante un attacco di dolore, il paziente può provare nausea;
  • Se il paziente ha una pietra di corallo nella pelvi renale, il dolore può essere lieve. In questo caso, la mancanza di trattamento porta a conseguenze molto gravi. Pertanto, nel caso di una prolungata sensazione di disagio nell'ipocondrio, si dovrebbe consultare un medico e fare un'ecografia dei reni.
  • forte dolore alla colonna lombare;
  • se la pietra è ferma, il dolore si attenua. Con i suoi progressi, il disagio si intensifica;
  • se la pietra è nella parte superiore dell'uretere, il dolore è dato alle aree laterali dell'addome. La presenza di una pietra nella sezione centrale è indicata da sensazioni di dolore che si irradiano nella zona inguinale.

Se la pietra è scesa nella parte inferiore dell'uretere, compaiono i sintomi che assomigliano a cistite acuta. In particolare, i pazienti hanno dolori al di sopra del pube e minzione frequente, accompagnati da dolore e taglio.

Le pietre nella vescica si manifestano con il dolore nell'addome inferiore, che viene dato ai genitali. Durante la minzione, il flusso di urina può improvvisamente essere interrotto e il paziente non sente che l'impulso è scomparso. Se la pietra raggiunge grandi dimensioni, la minzione è possibile solo in posizione supina.

trattamento

Il trattamento della urolitiasi nelle donne dipende da quale stadio è la patologia. Il medico può suggerire strategie di trattamento conservativo e chirurgico. Il metodo conservativo prevede l'uso di farmaci speciali.

I preparativi sono selezionati in base alla composizione delle pietre trovate:

  • diuretici in combinazione con antinfiammatori e difosfonati. Tali preparazioni sono raccomandate se le pietre sono di natura fosforica. Con un tale decorso della malattia un grande risultato aiuta a raggiungere il trattamento con preparati a base di erbe;
  • supposte citrato e complessi vitaminici sono prescritti per il trattamento dell'ICD, in cui le pietre hanno una natura ossalica;
  • i farmaci che inibiscono la formazione di urea, sono raccomandati per l'individuazione delle pietre urate eziologia.

Per alleviare il dolore che spesso accompagna l'ICD, si consiglia ai pazienti di assumere analgesici e medicinali che alleviano gli spasmi della muscolatura liscia. Se un'infezione è associata a urolitiasi, potrebbe essere necessario un ciclo di antibiotici.

Se le pietre sono grandi e si sovrappongono completamente agli ureteri, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico.

Se la malattia è gravemente trascurata o il paziente è stato coinvolto in un trattamento scorretto per un lungo periodo, il chirurgo può rimuovere una parte del rene.

L'endoscopia e la laparoscopia sono considerate i metodi più favorevoli per il trattamento chirurgico dell'ICD.

In questo caso, le pietre vengono rimosse attraverso una piccola puntura, che viene effettuata nella parete addominale del paziente. Se l'operazione è impossibile per un motivo o per un altro, le pietre vengono schiacciate usando gli ultrasuoni.

Affinché il trattamento conservativo sia efficace e per evitare un intervento chirurgico, è importante seguire attentamente le raccomandazioni del medico curante e bere quanta più acqua possibile durante il trattamento. È importante usare acqua, non tè e altre bevande.

dieta

La dieta è un fattore importante nel trattamento di successo. Grazie ad una dieta speciale, è possibile prevenire un'ulteriore crescita di calcoli ed evitare lo sviluppo di complicazioni pericolose dell'ICD, ad esempio la pielonefrite o la colica renale.

Nel trattamento della urolitiasi, è importante attenersi alle seguenti regole:

  • la dieta non dovrebbe essere troppo alta in calorie; Il contenuto calorico dei prodotti dovrebbe corrispondere al livello di attività del paziente;
  • c'è una necessità spesso, ma in piccole porzioni. L'eccesso di cibo è severamente proibito;
  • È importante bere molta acqua. Tè e caffè forti dovrebbero essere esclusi dalla dieta;
  • È importante mangiare cibi che contengono vitamine necessarie per la normalizzazione del metabolismo. Per compensare la mancanza di vitamine possono complessi multivitaminici, che devono essere selezionati dal medico curante;
  • hai bisogno di bere almeno due litri di acqua pura al giorno.

Sopra sono state fornite raccomandazioni generali per il trattamento della urolitiasi nelle donne: la dieta è scelta dal medico curante in base all'eziologia delle pietre e alle caratteristiche della malattia in un particolare paziente. Pertanto, è severamente vietato prescrivere una dieta da soli o seguire i consigli di parenti che sono già stati trattati per ICD.

In tutte le forme di ICD, si raccomanda l'uso di un gran numero di cereali e di zuppe. La carne deve essere nella dieta, ma non dovrebbero essere abusate: troppa proteina accelera la crescita delle pietre.

prevenzione

La prevenzione della calcolosi urinaria nelle donne consiste nell'attuare una serie di raccomandazioni:

  • non trascurare l'attività fisica. Dovrebbe spesso andare a piedi, fare fitness;
  • rinunciare alle bevande alcoliche;
  • cercare di evitare forti stress;
  • se le pietre hanno una natura di ossalato, devono essere presi i preparati di calcio;
  • È importante abituarsi a bere molta acqua. Minore è la densità delle urine, minori sono le possibilità di comparsa delle pietre. Dovresti bere almeno due litri di acqua pura al giorno;
  • sbarazzarsi di peso in eccesso. Le pietre sono più spesso formate da donne in sovrappeso. Ridurre il contenuto calorico degli alimenti riduce significativamente le possibilità di sviluppo dell'ICD;
  • le pietre si formano spesso quando il paziente consuma troppe proteine ​​animali. Pertanto è necessario ridurre la quantità di carne consumata.

Video correlati

Descrizione delle principali cause, sintomi clinici, possibili complicazioni e trattamento della calcoli urolitiasi nel programma televisivo "Vivere sano!":

urolitiasi

L'urolitiasi (urolitiasi) è una malattia risultante da un disturbo metabolico, in cui un precipitato insolubile sotto forma di sabbia (fino a 1 mm di diametro) o di calcoli (da 1 mm a 25 mm e più) si forma nelle urine. Le pietre si insediano nel tratto urinario, che interrompe il normale flusso di urina ed è la causa della colica e dell'infiammazione renale.

Qual è la causa della urolitiasi, quali sono i primi segni e sintomi negli adulti, e ciò che è prescritto come trattamento, considerare dopo.

Cos'è l'urolitiasi?

L'urolitiasi è una malattia caratterizzata dalla comparsa di lesioni dure come la pietra negli organi urinari (reni, ureteri, vescica). Nel loro nucleo, i calcoli urinari sono cristalli che provengono da sali disciolti nelle urine.

I calcoli nella urolitiasi possono essere localizzati nel rene destro e sinistro. Le pietre bilaterali sono osservate nel 15-30% dei pazienti. La clinica di urolitiasi è determinata dalla presenza o dall'assenza di disturbi urodinamici, alterazioni delle funzioni renali e dal processo infettivo di adesione nell'area del tratto urinario.

Tipi di calcoli urinari:

  • Gli uri sono pietre costituite da sali di acido urico, di colore giallo-bruno, a volte color mattone, con una superficie liscia o leggermente ruvida, piuttosto densa. Formato da urina acida.
  • Fosfati - pietre, costituite da sali di acido fosforico, grigiastre o bianche, fragili, facilmente spezzate, spesso combinate con l'infezione. Formato in urina alcalina.
  • Ossalati - costituiti da sali di calcio di acido ossalico, di regola, di colore scuro, quasi nero con una superficie pungente, molto denso. Formato in urina alcalina.
  • Cistina, xantina, concrementi di colesterolo si trovano raramente.
  • Pietre miste: il tipo più comune di pietre.

cause di

Questa malattia è polietiologica, cioè diversi fattori portano al suo sviluppo. Molto spesso, l'urolitiasi si sviluppa nelle persone di età compresa tra 20 e 45 anni e gli uomini ne soffrono 2,5-3 volte più spesso delle donne.

L'urolitiasi si sviluppa, molto spesso, a causa di disordini metabolici. Ma qui è necessario tener conto del fatto che l'urolitiasi non si svilupperà se non ci sono fattori predisponenti per questo.

Le cause della urolitiasi sono le seguenti:

  • malattie dei reni e del sistema urinario;
  • disordini metabolici e malattie ad esso associati;
  • processi patologici del tessuto osseo;
  • la disidratazione;
  • malattie croniche del tubo digerente;
  • dieta malsana, consumo eccessivo di cibi malsani - cibi piccanti, salati, acidi, fast food;
  • carenza acuta di vitamine e minerali.

Le pietre con urolitiasi possono formare in qualsiasi parte del tratto urinario. A seconda di dove si trovano, si distinguono le seguenti forme di malattia:

  • Nefrolitiasi nei reni;
  • Ureterolitiasi - negli ureteri;
  • Cistolithiasi - nella vescica.

Sintomi di urolitiasi

I primi segni di urolitiasi vengono rilevati per caso, durante l'esame o durante l'insorgenza improvvisa di colica renale. La colica renale è un grave attacco doloroso, spesso il sintomo principale della urolitiasi, e talvolta l'unico, derivante da uno spasmo del dotto urinario, o dalla sua ostruzione con una pietra.

Principali sintomi dell'urolitiasi o di quali pazienti si lamentano:

  • bruciore e pungente sul pube e nell'uretra durante la minzione - a causa del rilascio spontaneo di piccoli ciottoli, la cosiddetta "sabbia";
  • lombalgia associata a un brusco cambiamento della posizione corporea, una forte scossa e abbondanti bevute (specialmente dopo aver bevuto liquidi come birra e acqua salata). I dolori sono dovuti al leggero spostamento delle pietre;
  • ipertermia (alta temperatura) - indica una pronunciata reazione infiammatoria alla pietra al posto del suo contatto con le membrane mucose, nonché l'aggiunta di complicanze infettive;
  • Colica renale Quando l'uretere viene bloccato con la pietra, la pressione nella pelvi renale aumenta bruscamente. Lo stretching del bacino, nel cui muro è presente un gran numero di recettori del dolore, causa un forte dolore. Pietre di dimensioni inferiori a 0,6 cm, di regola, partono da sole. Quando si restringe il tratto urinario e l'ostruzione di grandi pietre non scompare spontaneamente e può causare danni e la morte del rene.
  • Ematuria. Nel 92% dei pazienti con urolitiasi dopo colica renale, si osserva microematuria, che si verifica a seguito di danni alle vene del plesso fornikal e viene rilevata durante gli studi di laboratorio.

Inoltre, la dimensione del calcolo non è sempre paragonabile alla gravità dei reclami: i calcoli più grandi (pietra corallina) non possono disturbare una persona per un lungo periodo, mentre un calcolo relativamente piccolo nell'uretere porta a colica renale con dolore severo.

Le manifestazioni cliniche dipendono principalmente dalla posizione della pietra e dalla presenza o assenza del processo infiammatorio.

Cause di urolitiasi nelle donne: sintomi e trattamento con farmaci e rimedi popolari, diete speciali ed esercizio fisico

Pietre nei reni, nell'uretere, nella vescica - un problema che molti pazienti imparano quando vengono a vedere un urologo. Minzione difficile, dolore doloroso o lieve nell'addome, bassa schiena, scolorimento delle urine - un motivo per cercare cure mediche.

Perché l'urolitiasi si sviluppa nelle donne? I sintomi e il trattamento della patologia, le complicazioni delle forme avanzate, i tipi di calcoli, le possibili complicanze sono descritti nell'articolo.

cause di

La patologia del sistema urinario si sviluppa a lungo. Gli urologi prestano attenzione agli effetti complessi dei fattori negativi.

Malnutrizione, cattive abitudini, patologie croniche aumentano il rischio di formazione di pietre (pietre). Urolitiasi o urolitiasi si sta sviluppando attivamente con disturbi metabolici, l'influenza di fattori esterni e interni.

Le principali cause di urolitiasi:

  • violazione dell'acidità delle urine;
  • scarsa ecologia, acqua di rubinetto di scarsa qualità;
  • il livello di acido urico supera la norma (la deviazione indica un esame del sangue e delle urine);
  • accumulo di sali nocivi: fosfati, ossalati, carbonati;
  • composizione chimica del suolo, piante nella regione di residenza;
  • bassa attività fisica;
  • violazione dei principi di una sana alimentazione, menu in eccesso di cibi fritti, piccanti, salati, prodotti contenenti purine. L'accumulo di sali di acido urico, l'eccessiva assunzione di calcio provoca la formazione di urati, ossalati, fosfati;
  • malattie infettive del sistema urinario;
  • malattie croniche dell'apparato digerente;
  • patologie congenite dei reni, vescica;
  • immobilità prolungata nella malattia grave, dopo un intervento chirurgico con complicanze o lesioni;
  • produzione ormonale impropria;
  • disordini genetici.

Scopri i sintomi caratteristici e il trattamento della urolitiasi negli uomini.

Cosa e come trattare la pielonefrite cronica nelle donne? Opzioni di trattamento efficaci sono descritte in questo articolo.

Tipi di pietre:

Segni e sintomi caratteristici

Segni comuni di urolitiasi:

  • sindrome del dolore. L'intensità del disagio, l'area di localizzazione dipende dalla posizione della fonte della malattia;
  • problemi con lo svuotamento della vescica;
  • nausea;
  • la debolezza;
  • colica renale;
  • vomito.

La posizione delle pietre è facile da determinare dai sintomi caratteristici:

  • i reni. Dolori sordi nella parte superiore della vita, sangue nelle urine, problemi con la minzione. Il disagio è aggravato dal sollevamento pesi, dopo l'allenamento in palestra;
  • dell'uretere. Un calcolo interrompe il flusso di urina, chiude il canale. Sensazioni dolorose compaiono nell'inguine, nelle cosce e nei genitali. Quando la pietra si trova nella parte inferiore dell'uretere, sembra al paziente che anche dopo aver svuotato la vescica è pieno, ma un altro tentativo di urinare termina con un rilascio minimo di liquido. Un segno pericoloso nelle donne è la colica renale. Il dolore acuto colpisce non solo l'addome, ma si estende anche all'ipocondrio, al perineo, alle gambe. I segni sono simili alle manifestazioni di nevralgia sciatica e inter-nervose;
  • vescica. Il sintomo principale della malattia - il frequente bisogno di urinare, il disagio aumenta dopo l'esercizio. Lo svuotamento della vescica è difficile, l'urina diventa torbida, a volte i coaguli di sangue sono evidenti nel fluido.

diagnostica

Quali test devono passare per confermare o confutare la diagnosi di urolitiasi? I medici prescrivono un esame completo per chiarire la dimensione, la localizzazione dei calcoli renali, della vescica e dell'uretere.

Il paziente noleggia:

  • esame del sangue. I medici sono interessati al livello di creatinina, acido urico e proteine ​​totali;
  • analisi clinica generale delle urine per chiarire il livello dei globuli rossi e dei globuli bianchi.

Diagnosi di urolitiasi:

  • sondare l'urografia per capire quale sia la dimensione della pietra, la posizione della pietra;
  • urografia escretoria usando un agente di contrasto;
  • ultrasuoni (ultrasuoni) dei reni e della vescica.

Codice di urolitiasi secondo ICD - 10 - N20 - N23.

Regole generali e metodi di trattamento

Aree principali:

  • con un trattamento tempestivo a uno specialista, una piccola quantità di pietre aiuta la terapia farmacologica e la dieta. Durante le procedure, l'urologo suddivide i piccoli calcoli medi su base ambulatoriale;
  • con casi avanzati di urolitiasi, viene prescritto un trattamento chirurgico, la scelta del metodo è influenzata dalla dimensione delle pietre;
  • durante il periodo di riabilitazione, nella fase iniziale della malattia, un buon effetto è dato dalla fitoterapia in combinazione con l'assunzione di droghe;
  • terapia fisica prescritta in aggiunta (terapia fisica);
  • Gli elementi obbligatori della terapia sono la correzione dietetica, l'eliminazione di alcol e fumo, l'attività fisica moderata.

Come rimuovere il dolore durante un attacco

Consigli utili:

  • la prima e obbligatoria condizione è una chiamata a un'ambulanza;
  • il sollievo dei sintomi pericolosi è effettuato nell'ospedale;
  • Prima dell'arrivo dei medici, è necessario dare al paziente una pillola antispasmodica. Drotaverinum, No-Shpa, Spazmalgon, Baralgin. Riduce gli analgesici del dolore: codeina, indometacina, paracetamolo, ketorolo, ketoprofene. È necessario osservare strettamente il dosaggio delle formulazioni anestetiche;
  • I medici raccomandano di dare un sacco di drink. L'acqua dovrebbe essere abbastanza calda, il ghiaccio e le bevande calde aumentano il carico sui reni;
  • In caso di dubbio, nella diagnosi sono ammessi solo antidolorifici e antispastici. Le azioni improprie spesso peggiorano le condizioni del paziente.

di farmaci

L'urologo seleziona farmaci per effetti complessi sui tessuti dei reni, dell'uretere e della vescica. Sullo sfondo del trattamento farmacologico, la forza del processo infiammatorio è ridotta, le condizioni del paziente migliorano. Più piccole sono le dimensioni delle pietre, più è facile dividerli e rimuoverli dal corpo senza gravi disagi.

Farmaci efficaci:

Per espandere il lume degli ureteri, ridurre il tono muscolare, ridurre il potere delle sensazioni dolorose durante l'urolitiasi, vengono prescritti preparati ormonali. Questo tipo di farmaci può essere assunto solo sotto la supervisione di uno specialista: l'automedicazione con uso sistemico minaccia di gravi complicazioni.

Nomi efficaci:

Per alleviare gli spasmi, ridurre la sindrome del dolore prescritti antispastici e analgesici:

Rimedi popolari e ricette

I decotti alle erbe facilitano il rilascio di sabbia e pietre, riducono il disagio, la potenza del processo infiammatorio. I preparati di piante medicinali, frutta fresca e secca nel trattamento della urolitiasi nelle donne possono essere utilizzati solo per lo scopo dell'urologo. Per la selezione delle erbe "corrette", è importante considerare la dimensione e la natura delle pietre: i diversi sali richiedono certi nomi per la preparazione di rimedi erboristici.

La scelta delle piante dipende dal tipo di pietre:

  • urato. Prezzemolo, erba di San Giovanni, mirtillo rosso, coda di cavallo, foglie di betulla, semi di finocchio;
  • ossalati. Seta di mais, menta, equiseto, poligono, foglie di fragola;
  • fosfati. Uva ursina, prezzemolo, foglie di cowberry, radice di calamo, erba di San Giovanni.

Dieta e regole nutrizionali per la malattia

Dieta sbagliata, la prevalenza di prodotti che accelerano la formazione di calcoli - una delle cause dei problemi negli organi del sistema urinario. Il menu per l'urolitiasi è importante da fare sotto la guida di un medico esperto. L'uso di tipi di alimenti non adatti interferisce con il trattamento, provoca l'accumulo di urati, carbonati e altri tipi di sali.

Regole di potenza:

  • abbandonare piatti speziati, fritti, non mangiare sottaceti, cibi affumicati, salse pronte, dimenticarsi di cibi e bevande con coloranti, conservanti;
  • Cottura al vapore, tostatura - il modo migliore per riscaldare gli alimenti;
  • assunzione di cibo - 4-5 volte al giorno, dopo un pasto una piacevole passeggiata è utile per una migliore digestione dei piatti;
  • durante il giorno è necessario bere 2-2,5 litri di acqua pura;
  • birra, vino, alcol forte sono proibiti.

Scopri i segni dell'insufficienza renale negli uomini, così come il trattamento della patologia.

Come dare il primo soccorso per la colica renale? L'algoritmo delle azioni è descritto in questo articolo.

Vai a http://vseopochkah.com/bolezni/simptomy/bolyat-pochki.html e leggi sul motivo per cui i reni fanno male e come trattare il dolore.

La dieta per l'urolitiasi nelle donne dipende dal tipo di calcoli:

  • fosfati. Acque minerali alcaline, latte intero e scremato, bacche, fiocchi di latte, patate, verdure verdi, fagioli non sono adatti. Anche i formaggi a pasta dura, la zucca e le spezie non valgono la pena. Utile: prezzemolo, uva, pere, crauti, olio vegetale, kefir. Puoi mangiare mele verdi e ribes rosso;
  • urato. Prodotti che aumentano il livello di acido urico non sono adatti: carne di vitello, manzo, pollame, pesce azzurro, frattaglie. Non mangiare grandi quantità di uova, cereali. Utili prodotti caseari, frutta, verdura, succhi, bacche. I nutrizionisti raccomandano mele dolci, patate, meloni, carote, barbabietole;
  • ossalati. È importante ridurre il livello di ossalato di calcio, per ridurre l'acidità delle urine. I medici sconsigliano l'uso di prodotti ad alto contenuto di acido ossalico: mirtilli rossi, acetosella, agrumi, legumi. Acqua minerale utile, decotto dei fianchi.

Procedure ambulatoriali

A livello ambulatoriale, è possibile lo schiacciamento delle pietre. La decisione di condurre procedure minimamente invasive è presa dall'urologo in base ai risultati degli esami ecografici, del sangue e delle urine. È importante considerare la dimensione delle pietre, le condizioni generali del paziente.

Procedure per la frantumazione e la rimozione di pietre:

  • ureteroscopy. Durante la sessione, l'urologo schiaccia le pietre che impediscono lo scarico delle urine, provocando dolorose coliche renali nelle donne;
  • litotripsia ad onde d'urto. Il metodo è adatto per frantumare pietre fino a 2 cm di dimensioni, situate nella parte superiore degli ureteri. Per le formazioni di grandi dimensioni è richiesta l'anestesia. La procedura non invasiva è la meno traumatica, dà un risultato positivo.

l'esercizio fisico

L'attività motoria è uno degli elementi per combattere l'accumulo di sali nocivi. Durante il trattamento e il periodo di riabilitazione, i carichi moderati sono utili. Il dottore nomina una ginnastica speciale - terapia fisica. Il complesso è progettato in modo da non sovraccaricare il corpo, ma per elaborare i reparti necessari.

Esercizi utili:

  • allungamento;
  • per gli addominali, i glutei e le cosce;
  • per i muscoli della schiena;
  • nuoto;
  • camminare;
  • ciclismo;
  • passeggiate sugli sci;
  • esercizi di rinforzo.

Intervento chirurgico

Con bassa efficacia della terapia a livello ambulatoriale, una grande quantità di calcoli, un alto rischio di complicanze sullo sfondo di stadi avanzati di urolitiasi nelle donne, viene eseguita la chirurgia.

Tipi di operazioni:

  • nefrolitotomia percutanea. Il miglior metodo con gli strumenti endoscopici. Attraverso una puntura nel rene, il medico rimuove la formazione solida;
  • laparoscopia nella zona dei reni. Il metodo viene utilizzato se le pietre sono così grandi che altri tipi di operazioni sono difficili da eseguire. Il medico inserisce una videocamera e diversi strumenti nella cavità addominale e, dopo aver rimosso le pietre, l'uretere viene suturato. La durata media della degenza in ospedale è di quattro giorni.

Prevenzione della urolitiasi

Gli urologi raccomandano:

  • rifiuto di bevande alcoliche e sigarette;
  • corretta alimentazione;
  • controllo dei processi metabolici;
  • correzione del peso in presenza di chili in più;
  • consumo limitato di alimenti proteici;
  • educazione fisica (senza carichi pesanti);
  • normalizzazione dell'equilibrio mentale;
  • visite regolari (una volta ogni due o tre mesi) all'urologo.

Prossimo video Elena Malysheva fornirà consigli più utili sulle caratteristiche della terapia della urolitiasi nelle donne:

urolitiasi

L'urolitiasi è una malattia urologica comune, manifestata dalla formazione di calcoli in varie parti del sistema urinario, più spesso nei reni e nella vescica. Spesso c'è una tendenza alla grave urolitiasi ricorrente. L'urolitiasi viene diagnosticata secondo i sintomi clinici, i risultati dell'esame a raggi X, l'ecografia dei reni e della vescica. I principi di base del trattamento della urolitiasi sono: terapia conservativa di dissoluzione con miscele di citrato e, se non è efficace, litotripsia a distanza o rimozione chirurgica di calcoli.

urolitiasi

L'urolitiasi è una malattia urologica comune, manifestata dalla formazione di calcoli in varie parti del sistema urinario, più spesso nei reni e nella vescica. Spesso c'è una tendenza alla grave urolitiasi ricorrente.

L'urolitiasi può manifestarsi a qualsiasi età, ma il più delle volte colpisce persone di 25-50 anni. Nei bambini e negli anziani con urolitiasi, i calcoli alla vescica sono più comuni, mentre quelli di mezza età e giovani soffrono principalmente di calcoli renali e ureteri.

La malattia è diffusa. Vi è un aumento della frequenza della urolitiasi, che si ritiene sia associata ad un aumento dell'influenza di fattori ambientali avversi. Attualmente, le cause e il meccanismo dello sviluppo della urolitiasi non sono ancora stati completamente studiati. L'urologia moderna ha molte teorie che spiegano le singole fasi della formazione di calcoli, ma finora non è possibile combinare queste teorie e riempire gli spazi mancanti in una singola immagine dello sviluppo della urolitiasi.

Fattori predisponenti

Esistono tre gruppi di fattori predisponenti che aumentano il rischio di sviluppare urolitiasi.

La probabilità di sviluppare urolitiasi aumenta se una persona conduce uno stile di vita sedentario, con conseguente compromissione del metabolismo del calcio-fosforo. L'insorgenza di urolitiasi può essere provocata da abitudini alimentari (eccesso di proteine, cibi aspri e piccanti che aumentano l'acidità delle urine), proprietà dell'acqua (acqua con un alto contenuto di sali di calcio), mancanza di vitamine B e vitamina A, condizioni di lavoro dannose, assunzione di un certo numero di farmaci (grandi quantità acido ascorbico, sulfonamidi).

L'urolitiasi si presenta spesso quando ci sono anomalie nello sviluppo del sistema urinario (rene singolo, restringimento del tratto urinario, rene a ferro di cavallo), malattie infiammatorie delle vie urinarie.

Il rischio di urolitiasi aumenta con le malattie croniche del tratto gastrointestinale, l'immobilità prolungata dovuta a malattia o infortunio, la disidratazione da avvelenamenti e malattie infettive, i disordini metabolici dovuti alla mancanza di determinati enzimi.

Gli uomini hanno maggiori probabilità di avere una urolitiasi, ma le donne spesso sviluppano forme gravi di ICD con la formazione di pietre di corallo, che possono occupare l'intera cavità del rene.

Classificazione di pietre per urolitiasi

Pietre dello stesso tipo si formano in circa la metà dei pazienti con urolitiasi. Nel 70-80% dei casi si formano delle pietre costituite da composti di calcio inorganici (carbonati, fosfati, ossalati). Il 5-10% delle pietre contiene sali di magnesio. Circa il 15% delle pietre nella urolitiasi è formato da derivati ​​dell'acido urico. I calcoli proteici si formano nello 0,4-0,6% dei casi (in violazione dello scambio di alcuni aminoacidi nel corpo). I restanti pazienti con urolitiasi formano sassi polmineral.

Eziologia e patogenesi della urolitiasi

Finora, i ricercatori stanno studiando solo vari gruppi di fattori, la loro interazione e il loro ruolo nel verificarsi della urolitiasi. Si presume che vi siano numerosi fattori predisponenti permanenti. Ad un certo punto, ulteriori fattori si uniscono ai fattori costanti, diventando un impulso alla formazione delle pietre e allo sviluppo della urolitiasi. Avendo un impatto sul corpo del paziente, questo fattore può successivamente scomparire.

L'infezione urinaria aggrava il decorso della urolitiasi ed è uno dei più importanti fattori aggiuntivi che stimolano lo sviluppo e la recidiva dell'ICD, dal momento che un numero di agenti infettivi nel corso della vita influenzano la composizione delle urine, favorisce la sua alcalinità, la formazione di cristalli e la formazione di calcoli.

Sintomi di urolitiasi

La malattia è diversa In alcuni pazienti, l'urolitiasi rimane un singolo episodio spiacevole, in altri assume una natura ricorrente e consiste in una serie di esacerbazioni, nella terza c'è una tendenza a un prolungato decorso cronico di urolitiasi.

I calcoli nella urolitiasi possono essere localizzati nel rene destro e sinistro. Le pietre bilaterali sono osservate nel 15-30% dei pazienti. La clinica di urolitiasi è determinata dalla presenza o dall'assenza di disturbi urodinamici, alterazioni delle funzioni renali e dal processo infettivo di adesione nell'area del tratto urinario.

Quando compare il dolore urolitiasi, che può essere acuto o opaco, intermittente o permanente. La localizzazione del dolore dipende dalla posizione e dalle dimensioni della pietra. Sviluppa ematuria, piuria (con aggiunta di infezione), anuria (con ostruzione). Se non c'è ostruzione delle vie urinarie, l'urolitiasi a volte è asintomatica (13% dei pazienti). La prima manifestazione di urolitiasi è colica renale.

Quando l'uretere viene bloccato con la pietra, la pressione nella pelvi renale aumenta bruscamente. Lo stretching del bacino, nel cui muro è presente un gran numero di recettori del dolore, causa un forte dolore. Pietre di dimensioni inferiori a 0,6 cm, di regola, partono da sole. Quando si restringe il tratto urinario e l'ostruzione di grandi pietre non scompare spontaneamente e può causare danni e la morte del rene.

Un paziente con urolitiasi ha improvvisamente un forte dolore nella regione lombare, indipendente dalla posizione del corpo. Se la pietra è localizzata nelle parti inferiori degli ureteri, si verificano dolori nell'addome inferiore che si irradiano verso l'area inguinale. I pazienti sono irrequieti, cercando di trovare una posizione in cui il dolore sarà meno intenso. Minzione frequente, nausea, vomito, paresi intestinale, anuria riflessa.

L'esame obiettivo ha rivelato un sintomo positivo di Pasternacki, dolore nella regione lombare e lungo l'uretere. Laboratorio determinato microematuria, leucocituria, lieve proteinuria, aumento della VES, leucocitosi con uno spostamento a sinistra.

Se si verifica il blocco simultaneo di due ureteri, un paziente con urolitiasi sviluppa insufficienza renale acuta.

Nel 92% dei pazienti con urolitiasi dopo colica renale, si osserva microematuria, che si verifica a seguito di danni alle vene del plesso fornikal e viene rilevata durante gli studi di laboratorio.

  • Urolitiasi e concomitante processo infettivo

L'urolitiasi è complicata da malattie infettive del sistema urinario nel 60-70% dei pazienti. Spesso c'è una storia di pielonefrite cronica, che si è verificata prima dell'inizio della urolitiasi.

Streptococco, Staphylococcus, Escherichia coli, Vulgar Proteus agisce come agente infettivo nello sviluppo di complicanze della urolitiasi. La piuria è caratteristica. La pielonefrite, una concomitante urolitiasi, è acuta o cronica.

La pielonefrite acuta nella colica renale può svilupparsi alla velocità della luce. Vi è una significativa ipertermia, intossicazione. Se non è disponibile un trattamento adeguato, è possibile lo shock batterico.

In alcuni pazienti con urolitiasi si formano grosse pietre che occupano quasi completamente il sistema di placche a bacino. Questa forma di urolitiasi è chiamata nefrolitiasi corallina (CN). La CN è soggetta a un decorso recidivante persistente, causa una grave compromissione delle funzioni renali e spesso diventa la causa dello sviluppo dell'insufficienza renale.

La colica renale per la nefrolitiasi del corallo non è tipica. Inizialmente, la malattia è quasi asintomatica. I pazienti possono presentare reclami non specifici (affaticamento, debolezza). Sono possibili dolori di contrasto nella regione lombare. In futuro, tutti i pazienti svilupperanno pielonefrite. A poco a poco, la funzione renale diminuisce, l'insufficienza renale progredisce.

Diagnosi di urolitiasi

La diagnosi di ICD si basa su dati anamnestici (colica renale), disturbi della minzione, dolore caratteristico, alterazioni dell'urina (piuria, ematuria), urine, ultrasuoni, raggi X e esami strumentali.

Nel processo di fare una diagnosi di urolitiasi, i metodi diagnostici a raggi X sono ampiamente utilizzati. La maggior parte delle pietre viene rilevata durante l'urografia della recensione. Si tenga presente che le proteine ​​morbide e le pietre di acido urico sono negative ai raggi X e non danno ombra nelle immagini del sondaggio.

Se si sospetta urolitiasi, indipendentemente dal fatto che siano state trovate ombre di calcolo sulle immagini del sondaggio, viene eseguita un'urografia escretoria, che viene utilizzata per determinare la localizzazione dei calcoli, viene valutata l'abilità funzionale dei reni e delle vie urinarie. Lo studio del contrasto ai raggi X per l'urolitiasi consente di identificare i calcoli negativi ai raggi X che appaiono come un difetto di riempimento.

Se l'urografia escretoria non consente di valutare le alterazioni anatomiche dei reni e il loro stato funzionale (con la poro- rofrosi, l'idronefrosi calcificata), viene eseguita la renografia isotopica o la pielografia retrograda (rigorosamente secondo le indicazioni). Prima dell'intervento chirurgico, l'angiografia renale viene utilizzata per valutare lo stato funzionale e l'angioarchitettura del rene nella neritiasi a forma di corallo.

L'uso degli ultrasuoni estende la diagnosi di urolitiasi. Con l'aiuto di questo metodo di ricerca, vengono rilevati tutti i calcoli negativi ai raggi X e ai raggi X, indipendentemente dalla loro dimensione e posizione. L'ecografia dei reni consente di valutare l'effetto della urolitiasi sullo stato del sistema pelvico renale. Per identificare le pietre nelle parti inferiori del sistema urinario consente l'ecografia della vescica. L'ultrasuono viene utilizzato dopo litotripsia a distanza per il monitoraggio dinamico del decorso della terapia litolitica della urolitiasi con calcoli negativi ai raggi X.

Diagnosi differenziale di urolitiasi

Le tecniche moderne consentono di identificare qualsiasi tipo di calcoli, quindi di solito non è necessario differenziare l'urolitiasi da altre malattie. La necessità di condurre una diagnosi differenziale può verificarsi in condizioni acute - colica renale.

Di solito, la diagnosi di colica renale non è difficile. In caso di corso atipico e localizzazione destra della pietra, che provoca l'ostruzione delle vie urinarie, a volte è necessario effettuare una diagnosi differenziale di colica renale nella colecisti con colecistite acuta o appendicite acuta. La diagnosi si basa sulla localizzazione caratteristica del dolore, sulla presenza di fenomeni disurici e sui cambiamenti nelle urine, sull'assenza di sintomi di irritazione peritoneale.

Ci possono essere serie difficoltà nel differenziare l'infarto renale e le coliche renali. In questo e in altri casi si nota l'ematuria e i dolori espressi nell'area lombare. Non dovremmo dimenticare che l'infarto renale è solitamente il risultato di malattie cardiovascolari caratterizzate da disturbi del ritmo (difetti cardiaci reumatici, aterosclerosi). Fenomeni disurici nell'infarto renale sono estremamente rari, dolore meno pronunciato e quasi mai raggiungere l'intensità che è caratteristica della colica renale nella urolitiasi.

Trattamento della urolitiasi

Principi generali di trattamento della urolitiasi

Vengono utilizzati sia metodi di trattamento operativo che terapia conservativa. La tattica del trattamento è determinata dall'urologo in base all'età e alle condizioni generali del paziente, alla localizzazione e alle dimensioni della pietra, al decorso clinico della urolitiasi, alla presenza di cambiamenti anatomici o fisiologici e allo stadio di insufficienza renale.

Di norma, è necessario un trattamento chirurgico per rimuovere le pietre per l'urolitiasi. Le eccezioni sono pietre formate da derivati ​​dell'acido urico. Tali pietre possono spesso essere dissolte conducendo un trattamento conservativo di urolitiasi con miscele di citrato per 2-3 mesi. Le pietre di una composizione diversa non possono essere sciolte.

Lo scarico di calcoli dalle vie urinarie o la rimozione chirurgica di calcoli dalla vescica o dal rene non esclude la possibilità di recidiva di urolitiasi, pertanto è necessario attuare misure preventive volte a prevenire le recidive. I pazienti con urolitiasi hanno dimostrato una complessa regolazione dei disturbi metabolici, inclusa la cura per il mantenimento del bilancio idrico, la terapia dietetica, la fitoterapia, la terapia farmacologica, la fisioterapia, le procedure balneologiche e fisioterapiche, il trattamento di sanatorio e spa.

La scelta della tattica di trattamento di nephrolithiasis di corallo, si concentra sulla violazione di funzioni renali. Se la funzione renale viene salvata dell'80% o più, viene eseguita una terapia conservativa, se la funzione viene ridotta del 20-50%, è necessaria la litotripsia distante. Con un'ulteriore perdita di funzionalità renale, la chirurgia renale è raccomandata per la rimozione chirurgica dei calcoli renali.

Terapia conservativa di urolitiasi

Terapia dietetica per urolitiasi

La scelta della dieta dipende dalla composizione delle pietre rilevate e rimosse. Principi generali della dietoterapia per l'urolitiasi:

  1. dieta variata con assunzione di cibo totale limitata;
  2. restrizione nella dieta di prodotti contenenti grandi quantità di sostanze che formano la pietra;
  3. assunzione di una quantità sufficiente di liquido (la diuresi giornaliera dovrebbe essere fornita nel volume di 1,5-2,5 l).

In caso di urolitiasi con calcoli di ossalato di calcio, è necessario ridurre il consumo di tè forte, caffè, latte, cioccolato, ricotta, formaggio, agrumi, legumi, noci, fragole, ribes, lattuga, spinaci e acetosa.

Quando urolitiasi con calcoli di urati, è necessario limitare l'assunzione di cibi proteici, alcool, caffè, cioccolato, piatti piccanti e grassi, ed escludere cibi e sottoprodotti di carne (salsicce di fegato, torte) la sera.

Quando l'urolitiasi con calcoli di calcio e fosforo esclude il latte, i piatti speziati, le spezie, le acque minerali alcaline, limitare l'uso di formaggio, formaggio, ricotta, verdure verdi, bacche, zucca, fagioli e patate. Si consigliano panna acida, kefir, mirtilli rossi ribes, crauti, grassi vegetali, prodotti a base di farina, strutto, pere, mele verdi, uva, prodotti a base di carne.

La formazione di calcoli nell'urolitiasi dipende in larga misura dal pH delle urine (normale - 5.8-6.2). L'accettazione di determinati tipi di alimenti modifica la concentrazione di ioni idrogeno nelle urine, che consente di regolare indipendentemente il pH delle urine. Gli ortaggi e i latticini alcalinizzano le urine e i prodotti acidificati di origine animale. Per controllare il livello di acidità delle urine, è possibile utilizzare speciali strisce indicatore di carta, vendute liberamente nelle farmacie.

Se non ci sono pietre sugli ultrasuoni (presenza di piccoli cristalli - i microliti sono consentiti), i colpi d'acqua possono essere utilizzati per lavare la cavità renale. Il paziente prende a stomaco vuoto 0,5-1 litri di liquido (acqua minerale a bassa mineralizzazione, tè con latte, decotto di frutta secca, birra fresca). In assenza di controindicazioni, la procedura viene ripetuta ogni 7-10 giorni. Nel caso in cui vi siano controindicazioni, i "colpi d'acqua" possono essere sostituiti assumendo un farmaco diuretico risparmiatore di potassio o decotto di erbe diuretiche.

Erboristeria per l'urolitiasi

Durante il trattamento della urolitiasi, vengono utilizzati numerosi medicinali a base di erbe. Le erbe medicinali sono utilizzate per accelerare lo scarico di sabbia e frammenti di pietra dopo la litotripsia a distanza, nonché un agente profilattico per migliorare le condizioni del sistema urinario e normalizzare i processi metabolici. Alcuni preparati a base di erbe aumentano la concentrazione di colloidi protettivi nelle urine, che interferiscono con la cristallizzazione dei sali e aiutano a prevenire il ripetersi della urolitiasi.

Trattamento di complicazioni infettive di urolitiasi

Quando concomitante la pielonefrite vengono prescritti farmaci antibatterici. Va ricordato che l'eliminazione completa dell'infezione urinaria nella urolitiasi è possibile solo dopo che la causa principale di questa infezione è stata eliminata - una pietra nel rene o nel tratto urinario. C'è un buon effetto nella nomina di norfloxacina. Quando si prescrivono farmaci a un paziente con urolitiasi, è necessario tenere conto dello stato funzionale dei reni e della gravità dell'insufficienza renale.

Normalizzazione dei processi metabolici nella urolitiasi

I disordini di scambio sono il fattore più importante che causa la ricorrenza della urolitiasi. Benzbromarone e allopurinolo sono usati per ridurre il livello di acido urico. Se l'acidità delle urine non può essere normalizzata con una dieta, i preparati elencati sono utilizzati in combinazione con miscele di citrato. Nella prevenzione dei calcoli di ossalato, le vitamine B1 e B6 vengono utilizzate per normalizzare il metabolismo degli ossalati e l'ossido di magnesio viene usato per prevenire la cristallizzazione dell'ossalato di calcio.

Gli antiossidanti che stabilizzano la funzione delle membrane cellulari sono ampiamente utilizzati - vitamine A ed E. Quando i livelli di calcio nelle urine aumentano, l'ipotiazide è prescritto in combinazione con preparati contenenti potassio (orotato di potassio). Con il metabolismo compromesso del fosforo e del calcio, è indicata una somministrazione a lungo termine di difosfonati. La dose e la durata della somministrazione di tutti i farmaci sono determinate individualmente.

Terapia della urolitiasi in presenza di calcoli renali

Se c'è una tendenza all'auto-scarica delle pietre, i pazienti con urolitiasi sono prescritti farmaci dal gruppo di terpeni (estratto dei frutti del dente di ammoniaca, ecc.), Che hanno un effetto batteriostatico, sedativo e antispasmodico.

Il sollievo della colica renale viene eseguito da antispastici (drotaverina, metamizolo sodico) in combinazione con procedure termiche (riscaldatore, bagno). Con l'inefficacia degli antispastici prescritti in combinazione con gli antidolorifici.

Trattamento chirurgico della urolitiasi

Se il calcolo dell'urolitiasi non avviene spontaneamente o in seguito a terapia conservativa, è necessario un intervento chirurgico. Le indicazioni per la chirurgia urolitiasi sono pronunciate sindrome del dolore, ematuria, attacchi di pielonefrite, trasformazione idronefrotica. Scegliendo il metodo di trattamento chirurgico della urolitiasi, si dovrebbe preferire il metodo meno traumatico.

Chirurgia a cielo aperto per urolitiasi

In passato, la chirurgia a cielo aperto era l'unico modo per rimuovere la pietra dal tratto urinario. Spesso, durante tale intervento, era necessario rimuovere il rene. Al giorno d'oggi, l'elenco delle indicazioni per chirurgia a cielo aperto per l'urolitiasi è stato significativamente ridotto e le tecniche chirurgiche migliorate e le nuove tecniche chirurgiche consentono quasi sempre di salvare il rene.

Indicazioni per la chirurgia a cielo aperto per l'urolitiasi:

  1. grandi pietre;
  2. sviluppare insufficienza renale nel caso in cui altri metodi di urolitiasi chirurgica sono controindicati o non disponibili;
  3. localizzazione della pietra nel rene e associata pielonefrite purulenta.

Il tipo di chirurgia a cielo aperto per l'urolitiasi è determinato dalla localizzazione della pietra.

  1. pyelolithotomy. Viene eseguito se il calcolo è nella pelvi. Ci sono diversi metodi di funzionamento. Di regola viene eseguita la pielolitotomia posteriore. A volte, a causa delle caratteristiche anatomiche di un paziente con urolitiasi, la pielolotomia anteriore o inferiore diventa l'opzione migliore.
  2. nefrolitotomia. L'operazione è mostrata con pietre particolarmente grandi che non possono essere rimosse attraverso un'incisione nel bacino. L'incisione è fatta attraverso il parenchima renale;
  3. ureterolithotomy. È effettuato se la pietra è localizzata nell'uretere. Al giorno d'oggi è usato raramente.
Chirurgia endoscopica a raggi X per urolitiasi

L'operazione viene eseguita utilizzando un cistoscopio. Le piccole pietre vengono rimosse completamente. In presenza di grosse pietre, l'operazione viene eseguita in due fasi: frantumazione della pietra (uretrolitotripsia transuretrale) e sua estrazione (litostrazione). La pietra viene distrutta mediante metodo pneumatico, elettro-idraulico, ultrasonico o laser.

Controindicazioni a questo intervento possono essere l'adenoma prostatico (a causa dell'incapacità di entrare nell'endoscopio), le infezioni del tratto urinario e un numero di malattie dell'apparato muscolo-scheletrico in cui un paziente con urolitiasi non può essere correttamente posizionato sul tavolo operatorio.

In alcuni casi (localizzazione del tartaro nel sistema del pancreas pelvico e presenza di controindicazioni ad altri metodi di trattamento) la litostrazione percutanea viene utilizzata per il trattamento dell'uritiasi.

Litotripsia a onde d'urto in urolitiasi

La frantumazione viene eseguita utilizzando un riflettore che emette onde elettro-idrauliche. La litotrissia a distanza può ridurre la percentuale di complicanze postoperatorie e ridurre il trauma di un paziente affetto da urolitiasi. Questo intervento è controindicato in gravidanza, disturbi della coagulazione del sangue, anomalie cardiache (insufficienza cardiopolmonare, pacemaker artificiale, fibrillazione atriale), pielonefrite attiva, paziente in sovrappeso (oltre 120 kg), incapacità di portare il tartaro al centro dell'onda d'urto.

Dopo la frantumazione, sabbia e frammenti di pietra vengono scartati con l'urina. In alcuni casi, il processo è accompagnato da colica renale facilmente intrattabile.

Nessun tipo di trattamento chirurgico preclude la recidiva della urolitiasi. Per prevenire la recidiva, è necessario condurre una terapia lunga e complessa. Dopo la rimozione delle pietre, i pazienti con urolitiasi devono essere osservati da un urologo per diversi anni.