Idronefrosi renale

Pielonefrite

Lascia un commento 4,588

Tradotto dal linguaggio antico, idronefrosi significa l'accumulo di acqua nei reni. Idronefrosi del rene tra i bambini è considerata molto comune, ma una patologia simile può essere trovata negli adulti. L'idronefrosi renale è una patologia in cui l'urina scorre lentamente dall'organo alla vescica. Come risultato di questa compromissione funzionale, l'urina si accumula nella pelvi renale, che innesca cambiamenti nelle funzioni dell'organo. Quando si effettua una diagnosi, un altro nome per la patologia è più comune - la trasformazione idronefrotica del rene destro o sinistro. Cosa fare se il medico ha espresso questa diagnosi?

classificazione

Per la corretta selezione delle tattiche di trattamento per questa complessa patologia, uno specialista deve conoscere quale fase dello sviluppo della patologia, cosa ha causato la sua manifestazione. Per migliorare la qualità del trattamento, è stata creata una classificazione dei tipi di patologia. In urologia, la classificazione di idronefrosi consiste di diversi parametri: tempo di sviluppo, grado di ovviamente, localizzazione.

Al momento dello sviluppo

Congenita (primaria)

L'idronefrosi congenita progredisce a causa dell'ostruzione intrauterina. L'allargamento patologico della pelvi renale non è in alcun modo collegato alla genetica. Lo stato congenito è considerato una rara anormalità. Solo nell'1% di tutti i neonati che sono apparsi, c'è la possibilità che un rene abbia una patologia. Di tutti i casi di patologia, il 15% è idronefrosi bilaterale.

Secondario (acquisito)

Idronefrosi secondaria si sviluppa a causa di malattia. Idronefrosi destra o idronefrosi sinistra possono verificarsi come complicazione di tali condizioni:

  • malattia di pietra urinaria;
  • neoplasie nei reni o negli organi addominali;
  • restringimento del lume delle vie urinarie o compressione da stress;
  • prolasso renale.
Torna al sommario

Nel luogo di concentrazione

Secondo il luogo di localizzazione, è classificato:

  • unilaterale;
  • a due vie.

Tra tutti i casi patologici, l'idronefrosi del rene destro si verifica con uguale frequenza di idronefrosi del rene sinistro. La sconfitta dei due allo stesso tempo diagnosticata molto raramente. Solo il 5% di tutti i casi di insufficienza renale si verificano nella patologia bilaterale.

Principali gradi di gravità

Sulla base della pratica clinica, lo stato della malattia è stato diviso in 3 gradi. In alcune fonti, la classificazione comprende 4 fasi di idronefrosi. Nella fase 4, il rene non funziona affatto. Ma in pratica, i medici usano solo tre gradi. In ogni grado, vengono presi in considerazione lo stato e la gravità dell'atrofia del parenchima renale. La durata dello sviluppo di ciascun livello è influenzata dalla gravità della malattia principale e addizionale (associata). L'ultima fase idrofluoronefrosi indica lo sviluppo di insufficienza renale.

pyelectasia

Primo grado Con idronefrosi di grado 1 del rene, una leggera espansione del bacino è caratteristica. Questa condizione è chiamata pielectasia. Lo spessore delle pareti del bacino consente per qualche tempo di resistere allo stretching. Si può notare un leggero disturbo funzionale. Questo è un lieve grado di frustrazione, a volte il rene è in grado di recuperare da solo.

Gidrokalikoz

Secondo grado Con una significativa espansione della pelvi renale, viene diagnosticata idronefrosi di grado 2 o idrocalicosi. Il fluido dal corpo esce lentamente e il corpo aumenta al 20%. Il tessuto renale è diluito e atrofizzato. Vi è una violazione significativa della funzionalità, fino al 40%.

terminale

Terzo grado Un organo cavo dalle pareti sottili che assomiglia a una cellula con cellule piene di urina debolmente concentrata. Questa condizione del rene caratterizza l'idronefrosi terminale. Violazione chiaramente espressa della funzionalità del corpo (fino all'80%) e aumento di 1,5-2 volte. L'atrofia completa del tessuto porta allo sviluppo dell'insufficienza renale.

Cause di idronefrosi renale

Se le cause della malattia congenita nei bambini si trovano nello sviluppo anormale dell'organo, allora l'idronefrosi negli adulti si verifica con il blocco interno delle vie urinarie o qualsiasi altra causa che causa l'interruzione dell'organo. Una delle cause più comuni è la urolitiasi. Blocco ureterale della pietra - quando si esce dal rene, il normale flusso di urina in uomini e donne può essere bloccato. Le restanti cause di idronefrosi nelle donne e negli uomini possono essere diverse.

Cause della trasformazione idronefrotica negli uomini:

  • neoplasma benigno della ghiandola prostatica;
  • formazione maligna della ghiandola prostatica.

Cause della trasformazione idronefrotica nelle donne:

  • periodo di gestazione;
  • sviluppo di neoplasie negli organi del sistema urogenitale.

Le cause meno comuni di idronefrosi renale comprendono:

  • lo sviluppo dell'embolia a causa di lesioni alle pareti delle vie urinarie;
  • crescita anormale del tessuto uterino;
  • la tubercolosi;
  • patologia delle terminazioni nervose che controllano la vescica.
Torna al sommario

necroscopia

Il quadro pathoanatomico dell'idronefrosi renale dipende dal grado di danno anatomico degli organi e dallo stadio di sviluppo. Nella prima fase, le differenze tra un rene malato e un rene sano sono appena evidenti. Tutti i cambiamenti si verificano in relazione al bacino e alle coppe. A poco a poco, la pressione intrachannel porta ad un aumento delle tazze, la forma del CLS cambia. I colli delle coppe diventano brevi, larghi, e le coppe diventano tonde. L'atrofia che si verifica nelle fibre muscolari porta al diradamento delle pareti. La necrosi terminale del nervo si verifica, peggiora la condizione del sangue e dei vasi linfatici. Per l'ultimo grado di sviluppo della patologia, la pelvi renale è una borsa con pareti sottili, che sono tessuto connettivo.

Sintomi di patologia

I sintomi di idronefrosi hanno vari gradi di gravità, che dipendono dallo stadio di sviluppo, dalla velocità di blocco dell'uscita di urina. Ma l'idronefrosi sinistrorsa ha tutte quelle manifestazioni che avranno le giuste estremità. Ad esempio, se la pietra si spegne, può bloccare l'urina nel dotto o nell'uretere, i sintomi dell'idronefrosi si sviluppano rapidamente, nel giro di poche ore. Se il processo si sviluppa gradualmente (settimane o mesi), i sintomi sono minori o inesistenti. Inoltre, la posizione della patologia, la durata del processo e la dimensione del rene influenzano la manifestazione dei sintomi.

I sintomi negli adulti non sono molto diversi dai segni della malattia nei bambini. I sintomi principali includono:

  • dolore nella zona dei reni (schiena);
  • dolore addominale;
  • nausea;
  • sangue nelle urine;
  • la temperatura durante l'idronefrosi aumenta in caso di infezione.

La trasformazione idronefrostica di entrambi i reni porta alla comparsa di segni di insufficienza renale (alterazione del deflusso delle urine, aumento della pressione sanguigna, edema).

Complicazioni e risultati

Quale sarà il risultato se il rene è bloccato, se è possibile vivere con idronefrosi dipende da quanto tempestiva è stata fatta la diagnosi e da quanto correttamente è stato scelto il trattamento. La prognosi più pericolosa della forma acuta è lo sviluppo di insufficienza renale. I cambiamenti nel rene non gli permettono di funzionare normalmente e smette di funzionare. A causa dell'intossicazione del corpo in violazione dell'omeostasi, si verifica la morte.

Il decorso cronico della malattia porta allo sviluppo della urolitiasi, a un processo infiammatorio nell'organo e ad un aumento della pressione renale. Tali risultati aggravano ulteriormente il problema esistente nei reni. Se si verifica un'infezione sullo sfondo di idronefrosi, è probabile che si sviluppi una sepsi.

I cambiamenti nel rene e nel CLS sono reversibili?

Con la diagnosi tempestiva della patologia, il processo non ha modificato le dimensioni del rene per un breve periodo di tempo, quindi le disfunzioni che si sono verificate non hanno causato cambiamenti significativi, sono reversibili. Ma nel processo cronico di minzione compromessa, il rene si deforma e i processi diventano irreversibili. I tubuli renali muoiono, le cellule dell'organo muoiono, l'afflusso di sangue è disturbato.

Metodi diagnostici

Se si verificano sintomi simili, è necessario consultare un urologo, che esamina e diagnostica. Sono utilizzati i seguenti metodi diagnostici:

  • si eseguono esami generali delle urine e del sangue;
  • L'ultrasuono dei reni è fatto per determinare i cambiamenti che si sono verificati nell'organo;
  • Raggi X;
  • RM e TC.
Torna al sommario

Trattamento di patologia

Con una patologia così complessa, il trattamento dell'idronefrosi dovrebbe essere diretto all'identificazione e al trattamento delle sue cause e, se necessario, contribuire alla riduzione della pelvi, alla conservazione dell'organo. La terapia conservativa di idronefrosi non porta a risultati efficaci, può essere utilizzata solo nel processo infiammatorio. L'idronefrosi viene trattata solo con la chirurgia.

Trattamento farmacologico

Il compito della terapia è migliorare il flusso delle urine. L'uso del trattamento farmacologico di idronefrosi, come il metodo principale, è impossibile, solo come ausiliario per eliminare le infezioni e il processo infiammatorio. Il trattamento farmacologico include:

  • Per alleviare il dolore in idronefrosi e spasmi, i farmaci sono usati antispastici ("No-shpa", "Barboval").
  • Nel caso di unire l'infezione usando antibiotici.
  • Preparativi per abbassare la pressione sanguigna.

La terapia farmacologica viene eseguita prima dell'intervento chirurgico.

operazione

L'intervento chirurgico viene effettuato al fine di creare indicazioni per la rimozione delle urine ed eliminare la causa del disturbo. Quale operazione verrà scelta dipende dalla causa della patologia. I 2 tipi più comuni di chirurgia:

  • posizionamento dello stent (tubulo nell'uretere che collega il rene e l'urinario);
  • installazione di nefrostomia (tubo inserito nel rene).
Torna al sommario

Cibo dietetico

L'idronefrosi renale porta ad una diminuzione della loro funzionalità, non possono distribuire completamente i nutrienti e rimuovere i prodotti metabolici. Per facilitare il loro lavoro, il paziente deve elaborare attentamente la sua dieta, il più possibile preservando la funzionalità del corpo. Includere nella dieta può essere:

  • ortaggi;
  • frutti, bacche;
  • riso e grano saraceno;
  • pesce magro (bollito);
  • latte;
  • prodotti a base di latte fermentato;
  • le uova

È necessario rifiutare:

  • fagioli;
  • carne e pesce grassi;
  • qualsiasi brodo (eccetto verdure);
  • spezie;
  • cioccolato.

È importante sapere che la quantità di liquido consumato non deve superare la quantità di urina rilasciata (1,5-2 litri al giorno). È necessario rinunciare a cattive abitudini (fumo, alcol) e spendere, tenendo conto della prescrizione del medico, giorni speciali di digiuno, che consentono di ripristinare ed estendere il normale funzionamento del corpo.

Trattamento di rimedi popolari

Nell'identificare l'espansione della pelvi renale in una fase precoce, quando l'intervento chirurgico non è ancora stato prescritto, il trattamento dell'idronefrosi con i rimedi popolari è un ulteriore metodo di trattamento complesso. Ma prima di essere trattati con le erbe, è necessario assicurarsi che non vi sia idronefrosi sulla destra, se l'organo di sinistra è malato, e viceversa. Il trattamento si basa sull'uso di decotti di erbe e tasse:

  • Fiori di fiordaliso Sono usati per alleviare il processo infiammatorio. A 2 cucchiaini. avete bisogno di 200 ml di acqua bollente, insistete in un contenitore chiuso per 30 minuti. Prendi 100 ml prima dei pasti, 3 volte al giorno.
  • Uva ursina. È usato come un antibiotico. Allevia l'infiammazione bene, ha un effetto diuretico, ma ha limitazioni sull'uso. A 1 cucchiaio. l. bisogno di 200 ml di acqua bollente. Dopo aver infuso un decotto di 30 minuti, puoi assumere dopo i pasti, fino a 5 volte al giorno.
  • Tasse di erbe:
    • da avena, ortica, uva ursina, adonis, coda di cavallo e foglie di betulla;
    • ginepro, radice di tarassaco e foglie di betulla;
    • foglie di ribes e lampone, successione, camomilla, poligono.

Per ottenere un effetto positivo nel trattamento dei rimedi popolari sarà necessario un po 'più di tempo e un uso sistematico a lungo termine delle erbe. Prima di utilizzare qualsiasi nuovo componente, assicurarsi che non vi sia alcuna reazione allergica ad esso. Assicurati di consultare un medico e non auto-medicare.

Prognosi e prevenzione

Le previsioni saranno confortanti in caso di rilevamento rapido di patologia e trattamento conservativo di successo. La diagnosi precoce, quando la dimensione dei reni è invariata, consente di preservare completamente la funzionalità del corpo. Se non tratti la malattia in caso di sintomi precoci, non consultare un medico, questo può portare a cambiamenti irreversibili nell'organo, un decorso complesso e un trattamento patologico difficile.

Non esistono misure preventive specifiche che impediscano l'espansione del sistema di placche a bacino. È possibile prevenire lo sviluppo di cambiamenti patologici solo mantenendo uno stile di vita sano, sottoponendosi a consultazioni profilattiche da parte di un urologo più volte all'anno, evitando l'ipotermia e trattando tempestivamente tutti i processi infiammatori.

Idronefrosi renale: sintomi e trattamento a seconda del livello

L'idronefrosi renale è una malattia specifica caratterizzata da un aumento patologico delle dimensioni interne della regione renale del lobo dei reni a causa della forte pressione sulle sue pareti di un grande volume di liquido (l'urina espulsa dai reni). In questo caso, l'accumulo e il ristagno di urina sono associati a una violazione totale o parziale del suo deflusso attraverso il sistema urinario. Ciò porta all'infiammazione del tessuto renale - il parenchima con la sua successiva atrofia e il deterioramento del filtraggio e delle funzioni escretorie del rene. Come risultato di ciò, l'insufficienza renale parziale può inizialmente insorgere parziale, e quindi mentre la malattia progredisce.

Per prevenire l'avvelenamento del corpo con attività vitale in tali casi, la rimozione di uno, e quando idronefrosi bilaterale e reni danneggiati sia mostrato. In futuro, tali pazienti vengono mostrati conducendo regolari sessioni di emodialisi su una macchina artificiale per reni o trapiantando un organo donatore.

Classificazione di idronefrosi

A seconda delle cause della malattia, distinguere le sue forme:

  • Congenita - idronefrosi si sviluppa in utero o immediatamente dopo la nascita.
  • Acquisito - idronefrosi si verifica a causa della sconfitta di un rene precedentemente sano.

Distinguiamo i principali gradi di idronefrosi o, come si dice, fasi:

  • Fase I - esiste solo un'espansione del sistema pelvico senza influire sulle funzioni dell'organo.
  • Stadio II - una significativa espansione della pelvi, accompagnata dal diradamento delle pareti e dal funzionamento alterato dei reni fino al 20%.
  • Stadio III - il rene è rappresentato da una grande cavità multi-camera piena di urina. Le funzioni sono ridotte di meno dell'80%.

Le cause dello sviluppo e dello sviluppo dell'idronefrosi

La forma congenita o acquisita di idronefrosi del rene destro o sinistro può derivare dal peggioramento o dalla completa cessazione del movimento dell'urina dalla regione pelvica attraverso l'uretere verso la vescica e l'uretra. Entrambi i fattori anatomici e fisiologici possono servire come cause di questo disturbo.

L'idronefrosi congenita nei bambini si manifesta come risultato di difetti esistenti nella forma e nella struttura del sistema renale, dell'uretere e del tratto urinario inferiore. Inoltre, l'idronefrosi renale congenita o acquisita nei bambini può verificarsi quando la patologia dello sviluppo dei vasi sanguigni durante il periodo prenatale o il primo anno di vita. Cause congenite:

  • Restringimento patologico del lume interno (distenesia) del tratto urinario a livello del rene, dell'uretere, dello sfintere della vescica o dell'uretra.
  • Anomalia congenita della stessa arteria renale o del suo ramo, in cui la nave ha la forma di un anello, che stringe sia l'uretere che interferisce con il normale flusso di urina.
  • Forma anomala, attorcigliamento o posizione errata dell'uretere.
  • Patologia congenita dello sviluppo delle basse vie urinarie (ostruzione, ureterocele, ecc.).
  • Immaturità o sottosviluppo del sistema urinario nei bambini prematuri.

La forma acquisita di idronefrosi può avere sia cause anatomiche di deflusso anomalo di urina dalla pelvi renale, sia fisiologica (che si manifesta sullo sfondo di malattie del sistema nervoso centrale e periferico). In totale ci sono cinque gruppi principali di condizioni patologiche che creano ostacoli meccanici di natura anatomica nel sistema urinario:

  • Ispessimento delle pareti dell'uretere o del bacino a causa di tumori.
  • La presenza di tumori negli organi e nei tessuti circostanti che comprimono l'uretere, i reni o l'uretra.
  • Violazione della posizione normale dell'uretere o del rene (prolasso renale, flessione o torsione dell'uretere).
  • La sovrapposizione del lume interno dell'uretere e la pelvi formano dei calcoli renali.
  • Spremere o danneggiare gli organi inferiori del sistema urinario a causa di cancro e altre malattie o lesioni.

Abbastanza spesso, le donne sviluppano idronefrosi durante la gravidanza. La causa è la compressione meccanica dell'uretere e di altri organi del sistema urinario dall'utero allargato.

Sintomi di idronefrosi in diversi stadi della malattia

Non complicato nelle prime fasi di sviluppo, l'idronefrosi non ha praticamente sintomi e manifestazioni cliniche. Il paziente avverte solo un leggero deterioramento della salute, affaticamento. Pertanto, è possibile sospettare gradi lievi di idronefrosi in questa fase solo mediante un esame casuale di altre malattie. È possibile determinare la pelvi renale estesa, ad esempio mediante palpazione o ecografia diagnostica.

In caso di concomitanti malattie infiammatorie, l'idronefrosi unilaterale o bilaterale può essere sospettata dai seguenti sintomi tipici di altre patologie renali:

  • Dolore doloroso costante o intermittente nella regione lombare.
  • Colica renale frequente o grave.
  • Nausea, vomito, gonfiore e aumento della pressione sanguigna durante gli attacchi di colica renale.
  • Inizialmente, una diminuzione e quindi un aumento significativo della quantità di urina durante la minzione.
  • Formazione tumorale percettibile nell'area dell'ipocondrio destro o sinistro (o su entrambi i lati).
  • L'aspetto del sangue nelle urine (mentre il suo colore diventa brunastro o rossastro).

Nelle fasi successive dello sviluppo della malattia, i sintomi dell'idronefrosi renale diventano più pronunciati.

Metodi diagnostici per idronefrosi

Una idronefrosi latente e ricorrente può non avere sintomi di infiammazione o una chiara compromissione del filtraggio e delle funzioni escretorie. Questo può continuare fino allo sviluppo della forma iniziale di insufficienza renale. Pertanto, con una diminuzione della quantità di urina o un cambiamento nel suo colore e concentrazione, è urgente condurre un esame completo di laboratorio e dell'apparato presso l'urologo.

I metodi più accurati per la diagnosi di idronefrosi includono:

  • Ricerca di laboratorio: analisi generale del sangue e delle urine, analisi del sangue biochimiche, analisi delle urine secondo Zimnitsky, Nechiporenko e altri.
  • Esame ecografico di entrambi i reni, dell'uretere e della vescica, che, se necessario, è integrato dall'esame di altri organi interni.
  • Esame a raggi X di questi organi con l'uso di agenti di contrasto.
  • Risonanza magnetica hardware (MRI).

I metodi diagnostici hardware aiutano a determinare e confrontare quale lato esiste, o prevale il danno ai reni. Quindi l'idronefrosi del rene destro ha una dimensione maggiore della regione pelvica rispetto a un rene sinistro sano. O viceversa, l'idronefrosi del rene sinistro ha una grossa pelvi, rispetto al rene destro.

Trattamento di idronefrosi renale

Quando si conferma la diagnosi, il trattamento dell'idronefrosi renale deve essere iniziato immediatamente. Infatti, con l'ulteriore sviluppo e complicazione di questa malattia, la prognosi per il paziente può essere estremamente sfavorevole. E i metodi terapeutici efficaci che ti permettono di ripristinare completamente la funzione dei reni, oggi non esistono.

Il trattamento farmacologico di idronefrosi per i pazienti con danno renale unilaterale o bilaterale può essere effettuato solo come terapia sintomatica o in preparazione al trattamento chirurgico.

La chirurgia per l'idronefrosi renale può eliminare completamente e solo ridurre la manifestazione di questa malattia. Il risultato e la prognosi del trattamento chirurgico dipendono in gran parte dalla forma e dallo stadio della malattia. Con la completa eliminazione delle cause anatomiche di compressione del rene o dell'uretere, nonché una lieve violazione delle sue funzioni, è possibile eliminare completamente idronefrosi.
Il trattamento chirurgico tempestivo è particolarmente importante per eliminare l'idronefrosi congenita nei bambini. Nella maggior parte dei casi, le operazioni eseguite per eliminare i difetti o la chirurgia plastica delle patologie congenite dello sviluppo dei reni e dell'uretere danno buoni risultati e una prognosi favorevole per la vita e la salute del bambino.

Trattamento e dieta per idronefrosi in donne in gravidanza

Il trattamento dell'idronefrosi in gravidanza ha lo scopo di ripristinare il deflusso delle urine dai reni con l'ausilio di speciali esercizi fisici e di respirazione, fisioterapia, lassativi, lunghe passeggiate all'aria aperta e alimenti dietetici. L'obiettivo principale di questa terapia è la prevenzione delle malattie infiammatorie della sfera genitourinaria. Solo nelle forme molto gravi di questa malattia si raccomanda l'aborto.

Una dieta terapeutica appositamente sviluppata per idronefrosi del rene in donne in gravidanza e bambini comprende pasti ad alto contenuto di fibre: pane nero, una varietà di verdure bollite o al vapore, pesce bollito magra e vitello, zuppa di barbabietola, zuppa di cavolo e borscht con barbabietole, ecc. Ma da cibi grassi, fritti e salati dovrebbe essere abbandonato.

Previsione e prevenzione della malattia

L'eliminazione tempestiva delle cause dell'idronefrosi contribuisce al rapido recupero di tutte le funzioni renali. Se l'ostruzione si manifesta a lungo ed è accompagnata da lesione o infezione bilaterale, la prognosi della malattia è grave e spesso termina con la necessità di emodialisi o trapianto di rene da donatore.

Al fine di prevenire lo sviluppo di idronefrosi, è necessario un regolare esame medico con un'ecografia dei reni e un'analisi di laboratorio delle urine.

idronefrosi

L'idronefrosi è un'espansione progressiva del complesso vasodilatatore con successiva atrofia del parenchima renale, che si sviluppa a seguito di un deflusso disturbato di urina dal rene. L'idronefrosi si manifesta con il mal di schiena (colica dolorosa o renale), ematuria, minzione dolorosa, ipertensione arteriosa. La diagnosi di idronefrosi può richiedere l'ecografia della vescica e dei reni, la cateterizzazione della vescica, l'urografia endovenosa, la cistouretrografia, la TC o la risonanza magnetica dei reni, la pielografia, la scintigrafia renale e la nefroscopia. Il trattamento dell'idronefrosi richiede l'eliminazione delle cause delle violazioni del passaggio dell'urina; Il metodo di assistenza di emergenza è la nefrostomia.

idronefrosi

L'idronefrosi o la trasformazione idronefrotica del rene è il risultato di un alterato passaggio fisiologico delle urine, che porta a un'espansione patologica delle cavità del rene, a cambiamenti nel tessuto renale interstiziale e atrofia del parenchima. All'età di 20-60 anni, l'incidenza di idronefrosi è più alta nelle donne, a causa delle cause associate alla gravidanza e al cancro ginecologico. Dopo 60 anni, l'idronefrosi si sviluppa spesso negli uomini, principalmente sullo sfondo dell'adenoma prostatico o del cancro alla prostata.

La violazione del flusso di urina porta ad un aumento della pressione all'interno dell'uretere e del bacino, che è accompagnata da violazioni evidenti della filtrazione glomerulare, della funzione dei tubuli renali, della corrente piololinfatica, del flusso pelvico e pielovenous. Il risultato dell'idronefrosi è l'atrofia dei tubuli renali e la morte delle unità strutturali dei reni - nefroni.

Classificazione di idronefrosi

Al momento dello sviluppo, l'idronefrosi può essere primaria (congenita) o acquisita (dinamica). In base alla gravità del decorso, viene emessa idronefrosi lieve, moderata e grave; localizzazione - unilaterale e bilaterale. In urologia, l'idronefrosi del rene destro e sinistro si presenta con la stessa frequenza; la trasformazione idronefrotica bilaterale si osserva nel 5-9% dei casi.

Il corso di idronefrosi può essere acuto e cronico. Nel primo caso, con correzione tempestiva possibile recupero completo delle funzioni renali; nel secondo, le funzioni renali sono perse in modo irreversibile. A seconda della presenza di infezione, l'idronefrosi può svilupparsi in un tipo asettico o infetto.

Cause di idronefrosi

Le cause dell'idronefrosi sono variabili, ma possono essere suddivise in due gruppi: causate da ostruzione o ostruzione in qualsiasi parte del sistema urinario (ureteri, vescica, uretra) o flusso urinario inverso, a causa del fallimento delle valvole della vescica. Per localizzazione e natura delle cause di idronefrosi possono essere interni, esterni e funzionali.

A livello degli ureteri, le cause interne di sviluppo di idronefrosi sono più spesso tumori, polipi fibroepiteliali, ricerca del sangue, coaguli di sangue, concrezioni, lesioni fungine dell'uretra (aspergilmus, micetoma), ureterocele, tubercolosi, endometriosi, ecc., gravidanza, cancro cervicale, prolasso dell'utero, cisti ovariche, ascesso tubarico-ovarico, tumori della prostata, aneurisma dell'aorta addominale, linfocele, anormale situato sull'arteria renale, comprimendo l'uretere.

Da parte della vescica, urolitiasi, cistocele, carcinoma, diverticolo della vescica e contrattura del collo vescicale possono essere i fattori interni per lo sviluppo di idronefrosi. I disturbi funzionali comprendono la presenza di una vescica neurogena e il reflusso vescico-ureterale. Un'ostruzione esterna al flusso di urina dalla vescica può verificarsi con lipomatosi pelvica.

Tra le lesioni interne dell'uretra, lo sviluppo di idronefrosi è promosso da diverticoli, stenosi uretrali e atresia dell'uretra. Gli ostacoli esterni, di regola, sono iperplasia e cancro alla prostata.

Nell'idronefrosi, il danno alle vie urinarie a vari livelli può anche essere dovuto a discinesia congenita e ostruzione delle vie urinarie, lesioni, infiammazione (uretrite, cistite) e lesioni del midollo spinale. Con la localizzazione di un ostacolo al deflusso di urina al di sotto del segmento pelvico-ureterico, non solo la pelvi, ma anche l'uretere si espande, il che porta all'idro-ipertermonefrosi.

Sintomi di idronefrosi

Le manifestazioni di idronefrosi dipendono dalla posizione, dal tasso di sviluppo e dalla durata dell'ostruzione del segmento delle vie urinarie. La gravità dei sintomi è determinata dal grado di espansione dei complessi renali pelvi-pelvi. L'idronefrosi acuta si sviluppa rapidamente, con un pronunciato dolore parossistico nella regione lombare, come la colica renale, che si diffonde lungo l'uretere, nella coscia, nell'inguine, nel perineo, nell'area genitale. Potrebbe esserci un aumento della voglia di urinare, il suo dolore, nausea e vomito. Quando idronefrosi nelle urine appare sangue, visibile per gli occhi (ematuria macroscopica) o determinato da laboratorio (micro ematuria).

L'idronefrosi asettica cronica unilaterale è latente da molto tempo. Nella maggior parte dei casi, vi è disagio all'angolo costale lombare, dolore lombare periodico e opaco, che si aggrava dopo l'esercizio o l'assunzione di una grande quantità di liquido. Con il passare del tempo, l'affaticamento cronico e l'invalidità progrediscono, si verifica ipertensione arteriosa transitoria, compare ematuria. Con un aumento della temperatura corporea, di norma, dovresti pensare a idronefrosi infetta e pielonefrite purulenta ostruttiva acuta. In questo caso, il pus (piuria) appare nelle urine. Un segno che è patognomonico per idronefrosi è la preferenza del paziente a dormire sullo stomaco, poiché questa situazione porta a un cambiamento nella pressione intra-addominale e ad un miglioramento del deflusso di urina dal rene interessato.

Complicazioni di idronefrosi

L'idronefrosi cronica contribuisce spesso alla comparsa di urolitiasi e pielonefrite, ipertensione, che aggravano ulteriormente la trasformazione idronefrotica del rene. Sullo sfondo dell'idronefrosi infetta, talvolta si sviluppa una sepsi.

Il decorso dell'idronefrosi può essere complicato dallo sviluppo dell'insufficienza renale. In questo caso, soprattutto in caso di idronefrosi bilaterale, la morte del paziente deriva dall'intossicazione da prodotti del metabolismo dell'azoto e dall'equilibrio idrico elettrolitico. Una rottura spontanea di una sacca idronefrotica può provocare una complicanza potenzialmente pericolosa per l'idronefrosi, che causa la fuoriuscita di urina nello spazio retroperitoneale.

Diagnosi di idronefrosi

Nell'idronefrosi, l'algoritmo diagnostico consiste nella raccolta di dati anamnestici, esami fisici, studi di laboratorio e strumentali. Nel processo di studio della storia dei pazienti, si scopre che ci sono ragioni che possono contribuire allo sviluppo di idronefrosi. I dati fisici non sono informativi e non specifici. Con la palpazione profonda dell'addome si può determinare la vescica distesa, nei bambini e nei pazienti adulti magri si può rilevare un rene allargato. La percussione dell'addome nell'area del rene alterato rivela la timpanite anche con una leggera idronefrosi.

Con la colica renale, la tensione e il gonfiore, si ricorre spesso alla cateterizzazione della vescica. Il rilascio di un grande volume di urina attraverso un catetere può indicare un'ostruzione a livello dell'uretra o un deflusso della vescica.

I metodi determinanti per la diagnosi di idronefrosi sono radiografici ed ecografici. Gli ultrasuoni dei reni eseguono la polifosfera, esplorando le proiezioni longitudinali, trasversali, oblique nella posizione del paziente sull'addome e sul lato. Quando l'ecografia è la valutazione della dimensione dei reni, lo stato dei complessi coppa-bacino, la presenza di ulteriori ombre, lo stato degli ureteri. Se necessario, un'ulteriore ecografia della vescica con la determinazione della quantità di urina, l'ecografia dei vasi renali. Identificare i cambiamenti nell'area del segmento pelvico-ureterico e vicino alla fibra uretrale consente l'ecografia endoluminale.

Gli studi radiocomandati, principalmente l'urografia escretoria e l'ureteropyelografia retrograda, che consentono di giudicare la funzione escretoria del rene, sono prioritari per l'identificazione dell'idronefrosi. In alcuni casi, per determinare le cause dell'ostruzione renale in idronefrosi, usano la cromocistoscopia, l'angiografia renale, la pielografia percutanea anterograda, la risonanza magnetica e la TC dei reni. La nefroscintigrafia dinamica radioisotopica e la renoangiografia sono utilizzate per valutare il flusso sanguigno dell'organo.

Metodi endoscopici come uretroscopia, cistoscopia, ureteroscopia e nefroscopia possono essere utilizzati per visualizzare gli ostacoli al deflusso delle urine in idronefrosi.

Segni di funzionalità renale compromessa in idronefrosi possono rivelare esami del sangue e delle urine. I parametri biochimici del sangue sono caratterizzati da un aumento del livello di creatinina, urea e un cambiamento nel bilancio elettrolitico (sodio, potassio). In generale, l'analisi delle urine è determinata da leucocituria, piuria, ematuria. Se necessario, viene esaminato un campione di Reberg, Zimnitsky, Nechyporenko, Addis-Kakovsky, linfa di urina.

L'idronefrosi deve essere distinta dalle condizioni simili nei sintomi che non sono complicate dalla trasformazione idronefrotica dei reni - calcoli renali, nefroptoz, malattia del rene policistico, cancro del rene.

Trattamento di idronefrosi

La terapia conservativa per idronefrosi è inefficace. Può essere mirato ad alleviare il dolore, prevenire e sopprimere le infezioni, ridurre la pressione sanguigna, correggere l'insufficienza renale nel periodo preoperatorio. Il metodo di assistenza di emergenza per idronefrosi acuta è la nefrostomia percutanea (percutanea), che consente di rimuovere l'urina accumulata e ridurre la pressione nel rene.

I tipi di trattamento chirurgico di idronefrosi possono essere diversi e determinati dalla causa di questa condizione. Tutti i metodi di trattamento chirurgico di idronefrosi sono suddivisi in ricostruttiva, conservazione degli organi e rimozione degli organi. Le indicazioni per la plastica ricostruttiva sono la conservazione della funzione del parenchima e la possibilità di eliminare radicalmente la causa dell'idronefrosi. Nelle stenosi uretrali o nelle stenosi ureterali vengono eseguite dilatazione del palloncino, bougienage, endotomia e stent ureterale.

In caso di ostruzione dovuta a iperplasia o cancro alla prostata, possono essere eseguite la resezione della prostata, la dilatazione dell'uretra, la prostatectomia o la terapia ormonale. In caso di urolitiasi, è indicata la litotripsia o la rimozione chirurgica di calcoli dalla zona di ostruzione. Gli interventi chirurgici aperti vengono eseguiti con tumori retroperitoneali, aneurisma aortico, impossibilità di eseguire stenting endoscopico o litotripsia ad onde d'urto. La nefrectomia - la rimozione di un rene alterato - viene utilizzata quando si perde la sua funzione e il rischio di complicanze.

Previsione e prevenzione di idronefrosi

La rapida eliminazione delle cause dell'idronefrosi consente al rene di ripristinare le sue funzioni grazie all'elevata capacità di riserva. In caso di ostruzione prolungata, danno a un altro rene o aggiunta di infezione, la prognosi dell'idronefrosi è grave.

Prevenire lo sviluppo di idronefrosi consente il passaggio di esami periodici all'urologo con un'ecografia dei reni, la prevenzione di malattie del tratto urinario.

Idronefrosi renale: sintomi e trattamento

Idronefrosi renale - sintomi principali:

  • Lombalgia
  • debolezza
  • temperatura elevata
  • nausea
  • Minzione frequente
  • Dolore addominale inferiore
  • distensione addominale
  • Sangue nelle urine
  • Ipertensione arteriosa
  • Dolore ai reni
  • Colica renale
  • Sensazione di pesantezza nell'area del rene

La trasformazione idronefrotica o idronefrosi del rene è una malattia, a seguito della quale inizia l'estensione patologica del sistema pelvico renale. Il processo patologico è dovuto al fatto che il processo di deflusso delle urine è disturbato nei reni. Di norma, la malattia colpisce solo un rene. Le giovani donne sono più sensibili alla malattia.

eziologia

Inizialmente, vale la pena notare che essi distinguono l'idronefrosi congenita e acquisita. L'idronefrosi congenita può verificarsi a seguito di tali fattori:

  • ostruzione urinaria;
  • layout del canale sbagliato.

Per quanto riguarda la forma acquisita di questa malattia renale, quindi, di regola, può svilupparsi sullo sfondo di tali malattie:

  • processi infiammatori nel tratto urinario;
  • urolitiasi;
  • tumori dell'utero, delle vie urinarie, della prostata e delle ovaie;
  • metastasi, processi maligni nella cavità addominale;
  • lesioni del midollo spinale che interrompono il flusso naturale di urina.

Inoltre, le violazioni del processo di deflusso naturale delle urine possono essere dovute a caratteristiche anatomiche.

Fasi di sviluppo

Ci sono tre fasi di idronefrosi del rene sinistro (destro):

  • stadio compensato - in questa fase, l'urina si accumula nel sistema pelvico in piccole quantità. Le funzioni del rene sono preservate quasi al massimo.
  • idronefrosi di grado 2 - c'è un forte assottigliamento del tessuto, che porta ad una diminuzione dell'efficienza del corpo del 40%;
  • il terzo stadio - il corpo è quasi completamente incapace di far fronte alle sue funzioni, si verifica un'insufficienza renale cronica.

sintomatologia

In una fase iniziale dello sviluppo della malattia, non ci sono praticamente sintomi. In alcuni casi, il paziente può lamentarsi di tali sintomi:

  • coliche;
  • minzione più frequente, che non porta sollievo adeguato;
  • sensazione di pesantezza nell'area dell'organo.

Come lo sviluppo di idronefrosi congenita o acquisita, ci può essere un dolore sordo, dolorante nella regione lombare. La localizzazione del dolore dipende dal tipo di rene interessato. Quindi è possibile osservare i seguenti sintomi:

  • dolore addominale inferiore;
  • la debolezza;
  • alta temperatura;
  • nausea;
  • attacchi di dolore nella posizione degli organi;
  • gonfiore;
  • ipertensione

Se il paziente ha la febbre (più di 37 o C), allora questo indica l'inizio di un processo infettivo, specialmente quando c'è un sospetto di idronefrosi nei bambini.

In alcuni casi, il paziente non presenta i sintomi sopra elencati, ad eccezione di uno - urina miscelata con sangue. Una tale violazione richiede un esame immediato da parte di un medico.

Idronefrosi del rene sinistro

L'idronefrosi del rene sinistro è una delle più comuni malattie del sistema urogenitale. Il principale fattore scatenante è una pietra che può bloccare il flusso di urina. In questo caso, se la pietra entra nel canale urinario, considera l'idronefrosi bilaterale.

Il primo e più comune sintomo di questa malattia è il dolore sul lato sinistro, che si arrende alla gamba. C'è anche un deflusso doloroso di urina mescolata con sangue e muco. In alcuni casi, il paziente non può urinare, sebbene sia presente la minzione.

Con questi sintomi, è necessario consultare immediatamente un medico per una diagnosi accurata e un trattamento immediato. Quasi sempre assegnato all'operazione.

Idronefrosi del rene destro

L'idronefrosi del rene destro è una malattia urologica causata dall'ostruzione delle vie urinarie. Nel gruppo di rischio principale ci sono gli anziani e coloro che abusano di alcol.

I sintomi di idronefrosi del rene destro sono gli stessi della localizzazione del processo patologico nell'area del rene sinistro. L'unica differenza è che in caso di idronefrosi del rene destro, il dolore si arrende all'intera schiena.

Idronefrosi nei bambini

Tipicamente, l'idronefrosi nei bambini è una malattia congenita. Questa patologia può verificarsi nei neonati se l'idronefrosi viene diagnosticata durante la gravidanza. Nei neonati, la patologia colpisce spesso entrambi i reni allo stesso tempo.

Con l'aiuto di una diagnosi speciale è possibile diagnosticare l'idronefrosi fetale. Pertanto, la forma congenita di idronefrosi nei bambini viene diagnosticata molto più spesso.

Idronefrosi nel feto e le ragioni per lo sviluppo di tale patologia in esso può essere determinata anche nelle prime linee, che rende possibile iniziare il trattamento in modo tempestivo, il che significa che sarà più efficace. Tale malattia nei neonati può essere dovuta ai seguenti fattori:

  • stenosi del sistema prilocanico;
  • alta portata dell'uretere;
  • restringimento del collo della vescica.

L'idronefrosi nei bambini viene trattata con maggiore successo rispetto agli adulti, poiché viene diagnosticata nelle prime fasi.

Trattamento di idronefrosi nei bambini

Il trattamento di idronefrosi in bambini e neonati è effettuato solo dopo un'accurata diagnosi e conferma della diagnosi. Il programma diagnostico obbligatorio include quanto segue:

  • esami delle urine e del sangue;
  • Ultrasuoni dei reni;
  • Esame a raggi X dei reni.

Di norma, il trattamento dell'idronefrosi nei bambini viene effettuato solo operativamente e si svolge in due fasi:

  • asportazione di tessuto per allargare il passaggio;
  • Anastomosi: l'incisione dell'uretere sul bacino.

Tale operazione non rappresenta una minaccia per la vita, a condizione che il chirurgo sia competente. Il periodo di riabilitazione non dura a lungo, ma questo periodo richiede una dieta. Questa circostanza non si applica ai neonati.

Idronefrosi durante la gravidanza

Idronefrosi durante la gravidanza ha gli stessi sintomi di quelli elencati nella lista sopra. Vale la pena notare che l'idronefrosi in questa posizione si sviluppa spesso nel rene destro piuttosto che nella sinistra. Ciò è dovuto al fatto che l'uretere è compresso a causa dell'espansione dell'utero.

È molto importante determinare se questa malattia si è formata durante la gravidanza o è stata congenita. Il fatto è che l'idronefrosi durante la gravidanza può causare lo sviluppo di patologie nel neonato.

L'intervento operabile in tale posizione è impossibile. Di norma, viene prescritto un trattamento conservativo con assunzione minima di farmaci. In questo caso, trattamento appropriato dei rimedi popolari, ma solo come prescritto da un medico. È importante seguire questa dieta, ma senza pregiudizio per il bambino.

diagnostica

Durante l'esame, il medico può pre-diagnosticare l'idronefrosi con la palpazione. Nell'area del corpo c'è un sigillo. Sono presi in considerazione anche i sintomi del paziente e lo stato generale della sua salute. Per una diagnosi accurata sono prescritti test strumentali e di laboratorio:

Sulla base dei test, viene effettuata una diagnosi accurata e viene prescritto il corretto corso del trattamento. Se in base ai risultati di tali studi è impossibile fare una diagnosi accurata, il medico può prescrivere una TAC e un esame RM.

trattamento

Nella maggior parte dei casi, viene assegnata un'operazione. Soprattutto se la malattia viene diagnosticata nei bambini.

Per quanto riguarda il trattamento della malattia negli adulti, è usato come trattamento conservativo e l'operazione viene eseguita. Tutto dipende dal grado di sviluppo della malattia e dalle condizioni generali del paziente. È importante che il periodo di trattamento segua una dieta.

Il trattamento conservativo è appropriato solo in una fase iniziale della malattia. Come parte della terapia, vengono prescritti farmaci di questo spettro d'azione:

  • farmaci per il dolore;
  • anti-infiammatori;
  • abbassare la pressione sanguigna;
  • antibatterico (se c'è infezione).

Tuttavia, come dimostra la pratica, anche in una fase iniziale, i migliori risultati sono ottenuti con la chirurgia.

dieta

Non l'ultimo posto nel trattamento è la dieta. La dieta è prescritta dal medico individualmente. I seguenti alimenti dovrebbero essere esclusi dalla dieta quotidiana:

  • salato;
  • grasso;
  • affumicate;
  • dolci;
  • alcol;
  • carne fritta e piatti piccanti.

Invece, la dieta dovrebbe includere quanto segue:

  • verdure e frutta;
  • latticini;
  • proteine.

Una tale dieta in combinazione con il trattamento corretto dà risultati positivi. A proposito, una dieta può aiutare a stabilire un metabolismo, che è utile per l'intero organismo.

Trattamento di rimedi popolari

I rimedi popolari per il trattamento dell'idronefrosi sono spesso usati, ma solo in tandem con un metodo di trattamento farmacologico e dopo aver consultato il medico.

I rimedi popolari per il trattamento di questa malattia sono presentati nella forma:

  • fitootvarov per somministrazione orale;
  • liquori;
  • comprime;
  • lozioni riscaldanti.

In tandem con il corso principale del trattamento, tali rimedi popolari daranno risultati positivi. I rimedi popolari particolarmente buoni aiutano nella fase iniziale della malattia.

Presta particolare attenzione al fatto che il trattamento con i rimedi popolari può essere iniziato solo dopo la conferma della diagnosi. In caso contrario, il loro uso potrebbe non solo non aiutare, ma anche peggiorare le condizioni generali del paziente. Pertanto, quando compaiono i primi sintomi che indicano lo sviluppo della patologia, è necessario consultare immediatamente un medico.

L'idronefrosi renale è una malattia complessa e pericolosa. Tuttavia, se si inizia il trattamento di idronefrosi in modo tempestivo, la malattia è completamente guarita senza lo sviluppo di complicanze.

Se pensi di avere idronefrosi renale e sintomi caratteristici di questa malattia, i medici possono aiutarti: nefrologo, urologo.

Suggeriamo inoltre di utilizzare il nostro servizio di diagnostica online delle malattie, che seleziona le possibili malattie in base ai sintomi inseriti.

Un tumore renale è un processo patologico caratterizzato dalla proliferazione di tessuti d'organo, che si manifesta sotto forma di evidenti cambiamenti qualitativi nella struttura di questo organo. La gravità del processo patologico in un tumore renale dipenderà dal tipo di tumore - maligno o benigno. Stabilire la natura di tale malattia è possibile solo effettuando un esame completo, che comprende necessariamente la tomografia computerizzata (tomografia computerizzata) e la risonanza magnetica.

La nefrolitiasi - è ora una malattia piuttosto diagnosticata in cui si osserva la formazione di calcoli renali. Vale la pena notare che il calcolo può verificarsi sia negli adulti che nei bambini. C'è una malattia sullo sfondo del flusso nel corpo umano di processi chimici complessi. Tra i fattori predisponenti emettono una cattiva alimentazione, la presenza di processi infettivi e la predisposizione genetica.

La sindrome nefritica è una condizione patologica caratterizzata da infiammazione dei glomeruli del rene con segni di azotemia. Questo processo di solito procede sullo sfondo di grave ematuria, proteinuria. Di conseguenza, il sale e la ritenzione di liquidi si verificano nel corpo umano.

L'urolitiasi (urolitiasi) è un processo patologico che porta alla formazione di calcoli nella vescica, nell'uretere o nei reni. La malattia è diagnosticata nel 3% della popolazione totale. Nei giovani, le pietre sono più comuni nei reni e nell'uretere. Negli anziani, le forme di patologia nella zona della vescica. Restrizioni per quanto riguarda l'età e il sesso, questa malattia non ha.

Glomerulonefrite significa una malattia infiammatoria in cui sono colpiti piccoli vasi dei reni (glomeruli). La glomerulonefrite, i cui sintomi si manifestano sotto forma di danno alle principali funzioni dei reni, è una malattia bilaterale, mentre le funzioni direttamente interessate dalla malattia comprendono la formazione di urina e l'eliminazione di sostanze tossiche e generalmente non necessarie dal corpo.

Con l'esercizio e la temperanza, la maggior parte delle persone può fare a meno della medicina.

Idronefrosi renale - che cos'è? Sintomi nei bambini, trattamento e prognosi

Transizione rapida sulla pagina

La malattia renale è studiata in due sezioni principali della medicina: nefrologia e urologia. La nefrologia è classicamente considerata una specialità terapeutica e studia i problemi che si presentano nel rene durante la formazione delle urine.

Nel caso in cui l'urina sia già formata e sorgano problemi con il suo allevamento, l'urologia affronterà molto probabilmente questi problemi. Quindi, la glomerulonefrite è una malattia nefrologica e l'urolitiasi è un problema urologico.

Parliamo della trasformazione idronefrostica del rene o dell'idronefrosi. Cos'è questa malattia, come viene diagnosticata e curata?

Applica il vecchio modo di conoscere la malattia usando solo il nome della diagnosi. Il termine "idronefrosi" può essere tradotto come "rene ricco d'acqua". Cos'è quest'acqua e da dove viene?

Idronefrosi renale - che cos'è?

Schema fotografico dell'idronefrosi renale

La definizione scientifica afferma che l'idronefrosi renale è una malattia in cui il sistema del plesso renale si espande nel rene, si verifica ipotiroidismo secondario del parenchima e deterioramento della sua funzione a causa del passaggio alterato dell'urina dal rene. In tal caso, se senti il ​​termine "trasformazione idronefrostica del rene", questa è la stessa cosa di idronefrosi.

La trasformazione sta nel fatto che se il sistema addominale aumenta, allora dall'interno c'è una pressione sugli strati del parenchima, che sono impegnati con la "produzione di urina". Di conseguenza, diventano più sottili e la loro funzione è compromessa. Questa è una spiegazione molto scortese ma vera.

L'idronefrosi è molto comune nei bambini e negli adulti è più comune nel mezzo della vita attiva, tra i 20 ei 40 anni. Nell'età adulta, è più frequente nelle donne e di un fattore 1,5. Dal momento che una persona ha 2 reni e due sistemi indipendenti di diversione delle urine, può essere sia unilaterale (che accade molto più spesso) sia un processo a doppio senso.

classificazione

La trasformazione idronefrotica avviene:

  • Primaria o congenita. Si verifica a seguito di violazioni dello sviluppo intrauterino delle vie urinarie, ad esempio a causa di un'anomalia genetica o di un'infezione intrauterina;
  • Secondario o acquisito. Sempre in questo caso si verifica come una complicazione di molte malattie renali.

Poiché l'espansione delle tazze e del bacino porta a una violazione del passaggio dell'urina, c'è ristagno. E dove c'è ristagno, prima o poi si unisce l'infezione con microrganismi. Pertanto, l'idronefrosi è sia asettica che infettiva.

Eziologia o cause di idronefrosi

Abbiamo detto che la base di questa condizione è una violazione del deflusso di urina. Che cosa può essere esattamente un ostacolo per l'urina? Sergey Petrovich Fedorov, "il padre dell'urologia russa", che ha fatto molto per lo sviluppo di questo ramo della medicina, ha evidenziato le seguenti varianti eziologiche della malattia:

  • "Problemi" dell'uretra e della vescica.

In questo caso si sviluppa un'ostruzione infravesicale (cioè un'ostruzione situata sotto la vescica). Questa è l'area più bassa, che gradualmente causa un aumento di pressione retrograda fino al rene.

Questi possono essere tumori e pietre, diverticoli, cioè protuberanze del muro e persino corpi estranei dell'uretra. Spesso la causa è l'iperplasia prostatica, l'adenoma e persino la fimosi, oltre le quali nulla può essere.

Poiché la vescica è da uno a due reni, la pressione aumentata viene quindi "distribuita" simmetricamente e si verifica idronefrosi bilaterale. Può anche essere causato da reflusso vescico-ureterale o dal trasferimento di urina dalla vescica all'uretere contro la sua normale corrente.

In varie malattie neurologiche, insorge una vescica neurogena autonoma, in cui vi è una ritenzione urinaria riflessa e ischuria paradossale (quando, con una vescica piena, l'urina viene rilasciata goccia a goccia). In questo caso, la pressione aumenta anche retrogradamente, con lo sviluppo di idronefrosi nei casi più gravi.

  • Un ostacolo nella proiezione dell'uretere, ma esterno, cioè all'esterno del lume.

Queste sono varie anomalie ureterali, curvature ed eccessi, varie torsioni. Molto spesso questi disturbi spontanei portano a idronefrosi unilaterale.

  • Deviazione (deviazione del corso) dell'uretere stesso. Queste sono curvature congenite o acquisite.

Possono essere causati da cisti renali, una varietà di processi tumorali nella cavità pelvica, così come le formazioni retroperitoneali. La causa può essere tumori intestinali, morbo di Crohn, linfomi, sarcomi, metastasi durante i processi avanzati di cancro, nonché le conseguenze di varie operazioni nella cavità pelvica.

  • Ostruzione interna dell'uretere o del bacino nella sua cavità.

In questo gruppo, pietre, stenosi o costrizioni del bacino, tutti i tipi di crescita delle mucose come "valvole" e tumori "conducono".

  • Ispessimento o cambiamento nella struttura del muro o dell'uretere o del bacino, causando una violazione del passaggio dell'urina.

Le cause più comuni sono stati funzionali, ad esempio una diminuzione del tono (ipotensione o atonia) dell'uretere.

Il grado di sviluppo di idronefrosi (stadio)

Le fasi di sviluppo della trasformazione idronefrotica sono chiaramente definite e non causano particolari difficoltà:

  • Nel primo grado, si espande solo il bacino, si verifica la pielectasia. La funzione renale soffre leggermente.

Nella coppa e nel bacino ci sono i muscoli. La loro resistenza alla pressione aumenta la loro ipertrofia. Ciò provoca un aumento secondario della pressione nel sistema e l'urina dal parenchima al bacino comincia a risaltare in misura ridotta, compensando l'aumento della pressione. Quindi i muscoli "si stancano", si assottigliano e l'equilibrio si rompe. C'è una idronefrosi in stadio 2.

  • Nel secondo grado, l'estensione del calice, o idrocalcosi, si unisce all'allargamento del bacino. Idronefrosi renale 2 gradi di questa fase altera significativamente la funzione renale e il suo parenchima diventa più sottile.

L'aumento della pressione nella coppa e il sistema pelvico "guida" l'urina verso l'alto, nel parenchima renale, compare un reflusso pelvico renale.

I glomeruli sono ancora leggermente colpiti, poiché operano a pressioni di filtrazione diverse, sia basse che alte. Pertanto, l'urina primaria, formata nella zona di alta pressione, è ancora in grado di superare la resistenza nelle tazze, ma questo meccanismo è anche disturbato e si verifica atrofia dei tubuli e dei glomeruli.

Le palle iniziano a rompersi. Ci sono delle lacune negli archi delle tazze e l'urina entra liberamente nel flusso sanguigno.

  • Nel terzo grado, il parenchima diventa acutamente atrofico, e il rene, infatti, si trasforma in una borsa con pareti sottili. Vi sono segni di grave insufficienza renale cronica.

Questo accade durante un lungo processo, all'inizio dell'atrofia del midollo allungato, e quindi - corticale, cioè il processo di idronefrosi è completamente retrogrado e coerente.

Sintomi di idronefrosi renale (comune)

I sintomi di idronefrosi del rene spesso non si manifestano e la diagnosi viene fatta per caso, in caso di disturbi. E capita di essere infetti, con una lesione renale, o una scoperta può essere accidentale.

Infatti, anche con idronefrosi grave di grado 3, un rene sano assume completamente la purificazione del sangue intero e un rene malato può essere definito come una formazione simile a un tumore, con normale palpazione addominale. Ma questo accade solo nel caso del processo asettico, quando non c'è aumento di temperatura e disturbi disurici.

All'inizio, i dolori doloranti nella parte bassa della schiena, così come la colica renale, disturbano.

I seguenti sintomi possono essere considerati tipici dell'idronefrosi:

  • prima degli attacchi dolorosi nella parte bassa della schiena, la quantità di urina diminuisce e aumenta dopo un attacco;
  • la scomparsa del dolore acuto nel secondo, e specialmente nella terza fase della malattia.

Spesso, quando c'è dolore, c'è un aumento della temperatura, che può essere considerato come una esacerbazione della pielonefrite e un'infezione urinaria "rampante" sullo sfondo di un aumento della pressione e dell'urina stagnante.

Il paziente deve prestare attenzione alla presenza di una miscela di sangue nelle urine. È anche un sintomo che indica idronefrosi. Si verifica se il deflusso delle urine dal rene viene ripristinato per un po '. Questo sintomo è di solito microembruria.

Con idronefrosi renale bilaterale di grave gravità, l'esito della malattia è sfavorevole: si verifica un'insufficienza renale cronica e il paziente morirà senza trapianto renale.

Idronefrosi renale nei bambini (caratteristiche)

L'idronefrosi renale nei bambini (neonati) si sviluppa più spesso a causa del sottosviluppo dello strato muscolare dell'uretere o durante il suo restringimento (stenosi). A volte si muove troppo in alto dal bacino, cioè distopico.

Idronefrosi nei bambini più grandi, e anche negli adulti, è spesso causata da un vaso renale aberrante che passa sopra l'uretere. La pressione sanguigna gonfia una nave che "schiaccia" l'uretere, in cui la pressione è più debole.

Il trattamento dell'idronefrosi nei bambini è sempre rapido e i risultati sono più favorevoli, poiché il rene dei bambini ha un alto potenziale di recupero. Pertanto, viene eseguita solo la chirurgia plastica ricostruttiva, se solo c'è qualche speranza di ripristinare il parenchima del rene.

Idronefrosi del rene durante la gravidanza

La gravidanza è in molti modi "tempo estremo". La dimensione dell'utero aumenta continuamente e una volta, soprattutto con la predisposizione anatomica, questo fattore può diventare decisivo.

L'utero stringe l'uretere, e cambiamenti ormonali nel corpo di una donna incinta portano ad una maggiore contrattilità dei muscoli lisci della vescica. Questa combinazione di reflusso e compressione esterna spesso porta a idronefrosi, inoltre a destra che a sinistra.

Questa condizione si sviluppa nella seconda metà della gravidanza, è funzionale e scompare dopo il parto. L'unica cosa che una donna incinta deve fare è sottoporsi tempestivamente ad un'ecografia dei reni e, se necessario, trattare con i ginecologi i tempi del parto, in caso di progressione di idronefrosi unilaterale. È chiaro che è pericoloso operare una donna incinta, prima di tutto perché l'anestesia può danneggiare il bambino.

Pertanto, in casi estremi, con la progressione di idronefrosi unilaterale, è possibile decidere un taglio cesareo in una data precedente.

Diagnosi di idronefrosi

Nella diagnosi sono importanti i dati anamnestici (dolore alla schiena opaco o colica renale). La presenza di microembruria in questo caso rende possibile sospettare l'idronefrosi del rene destro / sinistro. Subito dopo viene eseguita questa ecografia. Questo studio fornisce informazioni sulla dimensione del sistema coppa-bacino, la presenza di calcoli, lo spessore del parenchima e consente di valutare le condizioni dell'altro rene.

Per aumentare il valore degli ultrasuoni (che mostra bene la struttura, ma non fornisce una valutazione funzionale del lavoro dell'organo), si dovrebbe usare la sonografia doppler per valutare il flusso ematico renale. Dopo di ciò, i medici-urologi eseguono l'angiografia renale, l'urografia escretoria, necessariamente utilizzando diuretici e eseguendo raggi X ritardati, al fine di evitare errori diagnostici.

Per determinare la presenza di reflusso vescico-ureterale, viene eseguita la cistografia micronizzazione. Inoltre, ureteropyelography retrograda e, naturalmente, CT e MRI sono prescritti dai metodi di ricerca.

Un complesso di studi di laboratorio è stato condotto per determinare gli indici di filtrazione e riassorbimento (azoto, creatinina, urea, test Reberg) al fine di risolvere il problema della presenza di insufficienza renale o la sua assenza.

Trattamento di idronefrosi renale nei bambini e negli adulti

Il trattamento di idronefrosi richiede. I metodi conservativi preparano il paziente all'operazione in cui eliminano la causa dell'idronefrosi, ad esempio il restringimento dell'uretere contorto.

A metodi conservativi includono il sollievo di infiammazione microbica, sollievo dal dolore, farmaci anti-infiammatori, abbassando la pressione sanguigna in caso di ipertensione. Spesso queste attività vengono svolte sullo sfondo del drenaggio del sistema di placche a bacino-pelvico installando una nefrostomia o uno stent intrauterino.

La nefrostomia è indicata nei seguenti casi:

  • la pielonefrite microbica non viene arrestata, quindi è necessario installare il nefrostoma e lavarlo con antibiotici;
  • progressiva distruzione del rene e dell'insufficienza renale (fase di transizione 2 in 3);
  • sindrome del dolore pronunciata.

La nefrostomia temporanea è un'operazione salvifica che consente di respirare, arrestare la progressione della malattia, ripristinare la normale pressione di filtrazione e migliorare il flusso sanguigno nel rene, eliminando l'ipertensione urinaria nel sistema coppa-bacino come principale elemento dannoso.

Quindi, a seconda delle prove, vengono eseguiti sia interventi di chirurgia plastica ricostruttiva, interventi endoscopici o trapianti renali.

La prognosi del trattamento di idronefrosi

Non si può dire che la prognosi dopo l'operazione sarà sempre favorevole. Buoni risultati con il pieno recupero si verificano in metà dei pazienti, nell'altra metà il recupero è parziale, quindi spesso si deve combattere, anche a scopo profilattico, con pielonefrite.

  • Con questo scopo, corsi prescritti di preparazioni antibatteriche.

Nel caso di idronefrosi unilaterale, la prognosi per la vita è sempre favorevole, e in un processo bilaterale è grave a causa della progressione dell'insufficienza renale cronica.