Segni di malattia renale negli adulti

Cistite

I segni della malattia renale negli adulti sono molto riconoscibili e semplici. Su di loro e sarà discusso in questo articolo, perché per il trattamento corretto e rapido è molto importante diagnosticare correttamente.

Per la malattia renale è caratterizzata da disturbi della minzione, dolore alla schiena, gonfiore. Per molte malattie può essere caratterizzata da febbre, mancanza di respiro, aumento della pressione sanguigna. L'aspetto del paziente sta cambiando. Spesso ci sono lamentele di natura generale.

Disturbi urinari

Riduzione delle urine

Ridurre la quantità di scarico delle urine (oliguria) o la completa assenza di minzione (anuria) può essere dovuta a insufficienza renale acuta a seguito di glomerulonefrite acuta.

Le cause di ritenzione urinaria acuta sono spesso l'ostruzione del tratto urinario (adenoma prostatico, urolitiasi). A volte l'anuria può essere causata da perdita di liquido extrarenale (febbre, sudorazione eccessiva nella stagione calda).

Una diminuzione della minzione in un paziente affetto da malattia renale cronica deve essere allertata sulla possibilità di transizione verso la fase terminale dell'insufficienza renale cronica, specialmente se la comparsa di oliguria è stata preceduta da un periodo di pesante minzione e sete.

Aumentare la quantità di urina

Un aumento della quantità di urina (poliuria) e un aumento secondario del volume di fluido consumato (polidipsia) può essere una conseguenza di disturbi tubulari pronunciati e danni ai tessuti dei reni (rene policistico, pielonefrite cronica).

Lo sviluppo della poliuria nei pazienti con glomerulonefrite indica la progressione della malattia.

La poliuria può svilupparsi a seguito di ipopotassiemia di varia genesi (ad esempio, l'uso a lungo termine di farmaci diuretici). L'appuntamento di farmaci di potassio in questo caso conduce alla normalizzazione della quantità di scarico di urina.

L'insorgenza di poliuria, frequente minzione notturna (nicturia), secchezza delle fauci può indicare lo sviluppo di insufficienza renale e richiede uno studio obbligatorio della creatinina plasmatica e dell'urea.

La poliuria e la polidipsia di origine renale devono essere differenziate da fenomeni simili nei pazienti con diabete. Con una normale concentrazione di glucosio nel sangue, poliuria grave e sete, è necessario escludere la presenza di diabete non zuccherino.

disuria

La presenza di rezie durante la minzione nell'addome e nell'uretra è il più delle volte il risultato di un'infezione del tratto urinario (cistite, uretrite). Tuttavia, questi fenomeni possono essere il risultato della separazione di piccole pietre o masse necrotiche nella tubercolosi renale. Si può verificare una minzione dolorosa in grave ematuria macroscopica durante il passaggio di coaguli di sangue nell'uretra. Fenomeni disurici costantemente ricorrenti possono essere le uniche manifestazioni della tubercolosi del tratto urinario.

Un cambiamento nel colore delle urine, l'aspetto del sangue nelle urine (ematuria) è più spesso osservato nella glomerulonefrite acuta, esacerbazione della glomerulonefrite cronica e infarto renale.

L'aspetto del sangue visibile nelle urine dopo un episodio di colica renale indica spesso l'urolitiasi. L'escrezione di una piccola quantità di sangue scarlatto nelle urine, combinata con frequente minzione dolorosa, è osservata nella cistite emorragica.

L'ematuria improvvisa indolore, che spesso può essere l'unica manifestazione di un tumore del tratto urinario, richiede un'attenzione speciale.

La presenza di sangue nelle urine non sempre indica la natura renale del sanguinamento. Solo l'escrezione urinaria di coaguli di sangue simili a vermi potrebbe indicare il rene come fonte di sangue nelle urine.

Lombalgia

Questo è uno dei frequenti disturbi della malattia renale. Con tutto il dolore nell'area del rene, è necessario uno studio di analisi delle urine. La lombalgia causata da malattie renali, sono per lo più noiose, di solito poco dipendenti dal movimento e dalla posizione del corpo del paziente.

Molto spesso, il dolore è osservato nella pielonefrite acuta o esacerbazione della pielonefrite cronica, così come nella tubercolosi e nei tumori renali.

La glomerulonefrite cronica nella maggior parte dei casi non è accompagnata da lombalgia, tuttavia, con le sue esacerbazioni (così come con glomerulonefrite acuta), che si verificano con ematuria, ci può essere dolore a breve termine che scompare simultaneamente con esso.

Intenso dolore nella zona renale può verificarsi con infarto della vena renale, nefrite apostematica, paranfrite.

L'insorgenza di mal di schiena al momento della minzione può essere osservata con reflusso vescico-ureterale, quando l'urina viene respinta dalla vescica negli ureteri.

Il dolore nella parte bassa della schiena, che si manifesta nella posizione eretta del corpo e scompare nella posizione prona, richiede l'esclusione del prolasso renale.

La presenza di dolore intenso nella parte bassa della schiena e nell'addome, costringendo il paziente a correre, non trova posto, spesso irradiato alla regione inguinale, basso addome, a volte all'ano, si osserva durante il movimento della pietra attraverso l'uretere. Dolori simili possono verificarsi se l'uretere è bloccato da masse necrotiche (tubercolosi renale, papillite necrotizzante) o coaguli di sangue.

febbre

La febbre è meno comune nella malattia renale. Con una distinta proteinuria (proteina nelle urine) o ematuria (sangue nelle urine), combinata con un aumento della temperatura, è necessario escludere una malattia sistemica (il più delle volte nefrite nel lupus eritematoso sistemico.

Molto spesso, un aumento della temperatura corporea nei pazienti nefrologici si verifica nelle malattie infiammatorie dei reni e delle vie urinarie (pielonefrite acuta e cronica, nefrite apostematica, ecc.).

Un aumento acuto della temperatura corporea fino a 39-40 ° C, che si verifica di solito sullo sfondo di assumere qualsiasi farmaco e, inizialmente, accompagnato da un breve periodo di aumento della minzione, seguito da una mancanza di urina, può essere una conseguenza della nefrite interstiziale acuta.

Aumenti improvvisi di temperatura con brividi, indipendentemente dall'assunzione di farmaci antibatterici, possono essere osservati con metastasi e decadimento di tumori renali.
Un aumento prolungato della temperatura a 37-38 ° C, combinato con i cambiamenti nei test delle urine, richiede l'esclusione della tubercolosi del tratto urinario.

Cambiamenti nell'aspetto del paziente

Nel debutto della glomerulonefrite acuta, così come nella nefropatia delle donne in gravidanza, che si verificano con un aumento della pressione sanguigna, l'agitazione può essere osservata con conseguente perdita di conoscenza, morso della lingua, minzione involontaria, seguita da improvvisa inibizione, sonnolenza.

La perdita di coscienza può verificarsi nei casi di sindrome nefrosica grave, così come nei pazienti con la cosiddetta sindrome della sotacause se sono privi di sale o come conseguenza della perdita di sodio extrarenale (con vomito).
I ganglioblocker e i saluretici (ad esempio la furosemide) sono farmaci che possono causare gravi attacchi di debolezza, fino a perdita di coscienza in posizione eretta.

Pallore della pelle può essere spesso visto in pazienti con normale emoglobina nel sangue. Quindi, nei pazienti con sindrome nefrosica, la pelle pallida è causata da uno spasmo di piccoli vasi. Il pallore anemico, la pelle secca, il suo ingiallimento moderato sono caratteristici dell'insufficienza renale cronica.

Le emorragie possono essere osservate in pazienti con glomerulonefrite.

gonfiore

L'edema renale deve essere differenziato da edema per insufficienza cardiaca, insufficienza del drenaggio venoso o linfatico, ed edema di origine allergica.

L'edema renale è morbido, pastoso, simmetrico, facilmente spostato. Pertanto, a letto il paziente deve essere controllato per la presenza di edema nel sacro.
Edema più denso, di solito localizzato su gambe e piedi, più caratteristico delle malattie cardiache, specialmente in combinazione con battito cardiaco frequente, mancanza di respiro, fegato ingrossato.

Il gonfiore isolato degli arti superiori è caratteristico delle reazioni allergiche. Gonfiore isolato sotto gli occhi può essere di origine renale, ma può essere associato alla struttura anatomica del tessuto sottocutaneo.

Mancanza di respiro

La dispnea e l'asfissia di notte sono osservate principalmente in pazienti con insufficienza cardiaca. Forse una sensazione di mancanza di aria nella grave sindrome nefrosica.
Se è impossibile fare un respiro profondo a causa del dolore, è necessario escludere la presenza di pleurite secca, che si verifica nell'insufficienza renale cronica.

Aumento della pressione sanguigna

L'ipertensione arteriosa richiede sempre l'eliminazione della patologia renale. L'ipertensione nella malattia renale di solito si verifica con una pressione diastolica (inferiore) più alta, non causa mal di testa e vertigini significativi nei pazienti, raramente accompagnati da crisi ipertensive.

L'ipertensione arteriosa persistente alta, che non provoca sensazioni pronunciate nei pazienti e scarsamente suscettibili alla terapia antipertensiva, fa sospettare il sospetto di arterie renali. Questa ipotesi è confermata da un'ecografia dei vasi renali.

Reclami generali

I pazienti con malattia renale hanno spesso lamentele di natura generale. Sono preoccupati per debolezza, stanchezza. I pazienti spesso lamentano mancanza di appetito e perdita di peso. La malattia renale può essere accompagnata da irritabilità, sonnolenza, mal di testa.

Tutti questi reclami possono essere i primi segni di una grave malattia renale. Quando appaiono, è necessario contattare un medico che prescriverà un test delle urine generale, nonché metodi aggiuntivi - analisi delle urine secondo Nechiporenko, Zimnitsky, ecografia dei reni. Se necessario, il paziente viene inviato per la consultazione al nefrologo.

Come identificare la malattia renale

La lombalgia è un disturbo comune. Molte persone non hanno fretta di andare dal medico e automedicare. Facendo conclusioni affrettate, facciamo del male a noi stessi. Dopo tutto, un unguento per il riscaldamento sarà impotente se l'infiammazione si verifica nel corpo. Oggi parleremo di come determinare se i reni o la schiena fanno male?

Contatta uno specialista

Lo sapevi che nei casi di mal di schiena anche i medici a volte non fanno immediatamente una diagnosi accurata? Per identificare la malattia sono necessari test, raggi X ed ultrasuoni. Pertanto, se si avvertono sintomi spiacevoli, superare un esame completo. Dopotutto, per neutralizzare il "nemico", devi conoscere la sua faccia. Se la diagnosi è già stata fatta, i medici raccomandano una terapia di supporto regolare (semestrale). Dopotutto, malattie come l'artrite o l'osteocondrosi non sono completamente guarite. Se la diagnosi è già stata fatta, il paziente può capire da sé se i reni o la schiena sono feriti. Come definirlo, diremo oltre.

Due gruppi condizionali

Le cause del dolore nella regione lombare possono essere classificate in due gruppi condizionali: quelli associati alla disfunzione della colonna vertebrale e alla patologia degli organi interni. Il primo gruppo comprende osteocondrosi con manifestazioni neurologiche, protrusione di dischi intervertebrali, spondiloartro, ernia intervertebrale, fratture e curvatura delle vertebre. Il secondo gruppo comprende le malattie infiammatorie della colonna vertebrale, la formazione di tumori in quest'area, l'artrite reumatoide, le malattie del tratto gastrointestinale, il piccolo bacino e i reni. Tutte queste malattie sono di natura diversa, quindi il trattamento è indicato in base alla diagnosi esatta.

Sintomi di processi infiammatori

Se il dolore si è improvvisamente verificato, e prima di andare dal medico è necessario un sollievo immediato dei sintomi, gli esperti danno consigli semplici. Come determinare se i reni o la schiena fanno male? Il più delle volte, il dolore acuto, lancinante e acuto indica l'artrite reumatoide. I processi infiammatori nei reni appaiono in modo diverso. Osserva attentamente le tue condizioni durante il giorno. Quindi, la pielonefrite può non essere accompagnata da un forte dolore nella regione lombare e avere sintomi nascosti (peggioramento del benessere, disturbi della minzione, comparsa di pesantezza nell'area renale).

Nell'infiammazione acuta, c'è spesso un aumento della temperatura corporea. Questo è accompagnato da gonfiore sul viso, gambe e braccia, nonché un aumento della pressione sanguigna. Se non sai come distinguere il mal di schiena dal dolore nei reni, allora osserva le sensazioni in uno stato di calma. Con l'infiammazione, la pesantezza dei lombi non scompare da nessuna parte anche nella posizione prona o in un sogno. Se ti svegli nel bel mezzo della notte e provi tutti gli stessi sintomi spiacevoli, non esitare a visitare il medico fino a quando la malattia non è passata nella fase cronica. Non assegnarti diuretici. Tipicamente, questi strumenti sono efficaci solo nella terapia complessa.

Malattia renale: chi è a rischio

Oggi stiamo parlando di come determinare se i reni sono feriti o la schiena sta male. Come sapete, non si verificano processi infiammatori a livello del corpo. Questa condizione deve essere preceduta da determinati prerequisiti. Ad esempio, i diabetici sono principalmente classificati come a rischio per le persone con reni "problematici". Nel diabete del secondo tipo, i reni prendono il peso. Pertanto, le persone che soffrono di questa malattia, è necessario ogni tre mesi per fare un esame delle urine e del sangue.

In caso di sospetta infiammazione, il terapeuta fa riferimento al paziente per un esame più dettagliato al nefrologo. Con una diagnosi di diabete mellito, i pazienti devono monitorare lo stato di gonfiore delle gambe e delle braccia e monitorare la pressione sanguigna. Va ricordato che la sconfitta dei reni nel diabete può evolvere in insufficienza renale. Inoltre, le persone con carie non guarite, tonsillite e coloro che hanno un raffreddore freddo sono suscettibili a processi infiammatori nel corpo. In altri casi, i reni soffrono di lesioni, compressione o ipotermia.

Differenza di sintomi

Se non sai cosa ti fa male, schiena o reni, come determinare la causa senza visitare il medico? Per fare questo, è necessario essere consapevoli di dove si trova l'organo interno, oltre ad essere consapevoli delle differenze nella patogenesi dell'infiammazione e dell'osteocondrosi lombare. Se confrontiamo i principali sintomi dei disturbi, possiamo distinguere chiare differenze. Come abbiamo detto, il dolore nei reni si manifesta a riposo, e specialmente di notte. Mentre l'osteocondrosi si fa sentire durante o dopo l'esercizio. Quindi, puoi pre-diagnosticare te stesso.

Come determinare se i reni o la schiena fanno male, se l'infiammazione nel corpo non diventa cronica? In questo caso, osserva le tue condizioni mentre fai i compiti. Quando si piega o si solleva pesi, l'osteocondrosi si fa sentire immediatamente. Ma il dolore grave nella malattia renale è raro. Ad esempio, quando, sullo sfondo del processo infiammatorio in una persona, la parte bassa della schiena veniva bruciata. Nella maggior parte dei casi, l'infiammazione si verifica senza sintomi di dolore pronunciati. Spesso con la malattia renale, il dolore non può essere sentito nella parte bassa della schiena stessa, ma si sposta leggermente più in alto o scende alle articolazioni dell'anca.

Informazioni importanti

Se hai il sospetto di infiammazione dei reni, dovresti sottoporti ad un esame appropriato. Sai già come determinare se i reni ti fanno male o la schiena fa male. Tuttavia, i processi infiammatori possono modificare la struttura dell'organo interno. Pertanto, le membrane del plesso coroideo del rene possono essere influenzate e il tessuto stesso può essere deformato. Con la pielonefrite, al contrario, il corpo spesso cresce di dimensioni. Naturalmente, il paziente non sarà in grado di toccare per determinare lo stato dell'organo interno. Informazioni necessarie e accurate daranno un'ecografia. Ricorda che nell'80 percento dei casi di malattie renali non ci sono sintomi di dolore distinti.

Cambiamento nella minzione

Oggi stiamo parlando di cosa fare in caso di reni o mal di schiena. Come determinare l'infiammazione della natura della minzione? In questo caso, qualsiasi deviazione dalla norma dovrebbe avvisarti. La malattia renale è accompagnata non solo da frequenti incitazioni al bagno e incontinenza urinaria. Il colore della scarica può cambiare, le impurità appaiono in esse o diventano rare (che è spesso accompagnata da edema).

Caratteristiche del trattamento

Dopo che il paziente ha superato i test appropriati, fatto un esame ecografico, una radiografia della sezione lombare (in caso di sospetta osteocondrosi o artrite), il medico prescrive un corso terapeutico di trattamento. All'esame del paziente, i dottori raspano la regione della vita con il bordo del palmo. Se allo stesso tempo il paziente avverte dolore interno, questo indica chiaramente un'infiammazione nell'area renale. Oltre ai farmaci prescritti, i medici prescrivono regime, riposo e carichi delicati. È importante rivedere la dieta, eliminare prodotti lattiero-caseari salati e piccanti, nonché correggere l'assunzione di liquidi. Far fronte rapidamente al dolore (con una dieta) aiuterà il decotto di seta di mais. Ora puoi determinare da te cosa è ferito, lombare o reni. Le cause e la natura del dolore che abbiamo descritto in dettaglio. Ancora una volta, sottolineiamo che non devi impegnarti nell'auto-trattamento e fare un viaggio con il medico.

Andare in ospedale

Riconoscere il dolore nei reni o capire che il mal di schiena da osteocondrosi fa male senza istruzione medica è quasi impossibile.

Richiesto per passare una serie di test, che includono:

  • Ispezione visiva;
  • Raggi X;
  • tomografia;
  • ultrasuoni;
  • Terapia di risonanza magnetica;
  • Misurazione della pressione;
  • Raccolta di sangue e urina.

Se sei venuto in ospedale prima e ti è stata diagnosticata una pielonefrite cronica, insufficienza renale, calcoli renali o osteocondrosi lombare, i sintomi che appaiono indicano una esacerbazione della malattia.

Cause di mal di schiena

Riconoscere il dolore nei reni e distinguerlo dall'osteocondrosi è possibile, conoscendo i sintomi e le manifestazioni comuni. È l'infiammazione della colonna vertebrale e problemi con gli organi interni che possono essere le principali cause di dolore.

Se ci sono problemi con la colonna vertebrale, può essere diagnosticato:

  1. osteocondrosi;
  2. ernia;
  3. Sporgenza del disco intervertebrale;
  4. frattura;
  5. osteoartrite;
  6. piede d'atleta;
  7. tumori;
  8. Reumatismi.

Foto correlate:

Quando la ragione risiede nella malattia renale, la diagnosi viene fatta solo da un medico dopo una serie di test, una diagnosi completa.

sintomi

Per imparare che il rene fa male oi dischi intervertebrali sono infiammati può essere basato sui sintomi e le manifestazioni generali.

Assegni e manifestazioni comuni che sono inerenti all'osteocondrosi della patologia lombare e renale:

  • Alta temperatura;
  • Stanchezza, debolezza generale;
  • Gonfiore agli arti;
  • Minzione costante;
  • Gonfiore nei siti di infiammazione.

Chi è più incline alle malattie renali?

C'è un gruppo a rischio che è più incline alla comparsa di malattie renali. Pertanto, devono prima andare per un controllo di routine, soprattutto se i primi sintomi di infiammazione sono già apparsi.

Questi sono di solito quelli che soffrono di:

  • Diabete mellito;
  • Infezioni e infiammazioni nel sistema urogenitale;
  • Donna durante la gravidanza;
  • Soggetto a fattori genetici;
  • Immunità ridotta;
  • Trauma e chirurgia dei reni;
  • Cattive abitudini

Perché si sviluppa l'osteocondrosi?

Le cause dell'osteocondrosi e quindi del mal di schiena possono essere diverse:

  • Posizione errata durante il sonno;
  • Grande sforzo fisico;
  • Lavoro seduto al computer;
  • Infiammazione e infezione;
  • Patologia delle articolazioni;
  • ereditarietà;
  • Diabete mellito;
  • Ipotermia.

Come distinguere i problemi?

Per distinguere la malattia dai sintomi può essere a casa, se si guarda alle proprie condizioni di salute.

Quindi, con l'osteocondrosi o l'artrite, i pazienti soffrono di dolore acuto e disagio durante l'esercizio, c'è uno spasmo e un miglioramento dopo aver usato unguenti per il riscaldamento.

Se il paziente ha problemi con i reni e gli organi interni, allora potrebbe non esserci alcun dolore alla schiena marcato, si verificano solo nella forma avanzata della malattia o in caso di raffreddore nella parte bassa della schiena, il disagio non scompare nemmeno in posizione supina.

Spesso con pielonefrite e nefrite, il dolore può scendere fino alle ossa dell'anca, dare al lato o all'addome.

Video correlati:

Pertanto, è importante consultare un medico in tempo per il trattamento. Se ciò non viene fatto, si possono sviluppare insufficienza renale o disfunzione renale.

Problemi di minzione

Un sintomo distintivo per il mal di schiena è la frequenza della minzione, perché con il danno renale sarà frequente, con dolore. Allo stesso tempo, c'è un cambiamento nella tonalità dell'urina, una miscela di piccole particelle, escrezioni e persino sangue.

Con osteocondrosi o reumatismo lombare, questo non è osservato.

Sintomi simili in combinazione con edema sono osservati in cistite e lesioni del sistema urogenitale.

Video sui problemi di minzione:

Trattamento dei problemi renali

Per dire sulla presenza di malattie renali è possibile solo dopo una visita medica. Quindi i pazienti vengono trasferiti in ospedale e iniziano il trattamento.

Trattamento dell'osteocondrosi e dell'infiammazione nei dischi intervertebrali

Per il trattamento dell'infiammazione nei dischi intervertebrali, osteocondrosi o reumatismi, devi prima essere diagnosticato. Per fare questo, i pazienti sottoposti a un esame esterno, tomografia o ecografia, misurare la pressione nei vasi, passare un esame emocromocitometrico completo.

Dopo questo può essere assegnato:

  • Riposo a letto;
  • Esercizio moderato;
  • Massaggi e sfregamenti con unguenti riscaldanti;
  • Ricezione di bloccanti e farmaci anti-infiammatori;
  • Agopuntura e riflessologia
  • Calore secco o procedure hardware in ospedale;
  • la ginnastica;
  • Massaggio in tazza;
  • dieta;
  • Trattamento di infiammazione e malattie autoimmuni.

Il corso del trattamento è sviluppato solo da un medico e da un fisioterapista, ma va ricordato che durante una riacutizzazione o nella forma cronica dell'osteocondrosi, il dolore alla schiena non può essere trattato con massaggi o ginnastica.

Dal momento che questo porta allo spostamento delle vertebre, pizzicare i nervi e il deterioramento del paziente. Con dolore acuto, persistente e lancinante, la posizione del corpo può essere riparata da un corsetto.

Prevenzione delle malattie della colonna vertebrale e dei reni

Per non affrontare mai dolori alla schiena, fastidio, febbre alta, infiammazione e minzione frequente, si suggerisce di ricorrere a regole generali di prevenzione, che saranno rilevanti per coloro che hanno già trattato la malattia e non vogliono recidive:

  • Evitare l'ipotermia, mantenere la schiena e le gambe calde;
  • Tieni d'occhio il livello dell'attività fisica;
  • Rivedere la vostra dieta;
  • Passare attraverso controlli di routine per la diagnosi precoce delle patologie;
  • Prestare attenzione ai primi sintomi, ma non automedicare senza una diagnosi accurata;
  • Scegli il giusto materasso, cuscino e postura del sonno;
  • Fare ginnastica o esercizio fisico, fare una passeggiata o praticare yoga;
  • Evita lunghi soggiorni al computer;
  • Trattare tutte le malattie autoimmuni, infezioni e infiammazioni;
  • Vai per un massaggio;
  • Non fare il bagno in acqua fredda.

Se in precedenza ti è stata diagnosticata osteocondrosi o malattia renale, è importante assumere vitamine e quei medicinali prescritti dal medico. Il corso del trattamento è discusso in anticipo con il medico, ma assumono pillole periodicamente, in periodi di esacerbazione. Dieta e fisioterapia sono sviluppati solo con un terapista e un nutrizionista.

Video dal medico:

Nonostante il fatto che i sintomi dell'osteocondrosi e delle malattie abbiano molte differenze e cause di insorgenza, è meglio non impegnarsi nell'autodiagnosi e nel trattamento, ma andare in ospedale per un medico che effettuerà un esame qualificato e farà una diagnosi.

Il trattamento ingiusto della propria salute porta a una forma trascurata di pielonefrite, nefrite o osteoporosi, che rendono i pazienti del paziente disabile in futuro. Ed è importante che ognuno di noi sia a rischio. Perché le persone sono inclini a malattie da 12 a 60 anni.

sintomatologia

Le cause dei problemi sono molte. Ma, secondo gli studi, il più delle volte i reni hanno un effetto se una persona ha un disturbo di proteine ​​o di equilibrio di sale marino. Inoltre, i reni possono ferire se il paziente ha problemi con la funzione del tratto digestivo.

In caso di dolori pronunciati, è necessario che una persona consulti un medico. Sarà in grado di stabilire la causa del dolore acuto e quindi eliminare i sintomi spiacevoli causati dalla malattia. Ad esempio, il disagio può causare sia problemi ai reni e infiammazione di appendicite, o pielonefrite.

Se una persona ha problemi direttamente con gli organi del sistema urinario, i sintomi saranno i seguenti:

  • gonfiore pronunciato al mattino;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • brividi;
  • l'emicrania;
  • sbiancamento della pelle.

Per i sintomi locali, il sintomo più comune è il dolore nella regione lombare. In questo caso, il disagio può aumentare durante la minzione o con alcuni gesti (ad esempio, se il paziente si alza bruscamente sulle dita dei piedi e ritorna anche bruscamente alla posizione di partenza).

Come capire il mal di schiena oi reni?

Con le patologie renali, si osserveranno i seguenti sintomi:

  • odore sgradevole di urina;
  • l'odore di ammoniaca appare spesso dalla bocca;
  • l'acne piccola appare sulla pelle, simile ad un'eruzione;
  • disagio durante la minzione;
  • l'urina diventa rossa, o pronunciato giallo brillante.

Se il paziente nota almeno alcuni dei sintomi sopra elencati, deve consultare uno specialista il prima possibile. Il medico sarà in grado di stabilire una diagnosi accurata dopo aver ricevuto e decifrato test delle urine e del sangue.

Sintomi di dolore ai reni nelle donne

La sintomatologia tra uomini e donne può essere diversa, quindi considera come la malattia renale si manifesti nelle donne:

  • al mattino, il viso diventa molto gonfio, e alla sera tutto è normale;
  • mani e piedi possono anche gonfiarsi;
  • a volte per nessun motivo apparente la temperatura corporea aumenta;
  • ci sono cambiamenti nel colore, odore di urina;
  • ci sono frequenti voglia di urinare, ed è doloroso andare in bagno;
  • vomito o nausea;
  • diminuzione della capacità lavorativa;
  • gonfiore;
  • frequente secchezza delle fauci;
  • l'emicrania;
  • sangue nelle urine può essere osservato.

Per distinguere tra reni dolenti o lombari, è necessario consultare uno specialista e sottoporsi a test di laboratorio. Di regola, questo è sufficiente per determinare la patologia.

Segni di dolore ai reni negli uomini

Secondo le statistiche, i medici hanno meno probabilità di andare dai medici che dalle donne. A questo proposito, i problemi renali si trovano già nelle fasi croniche, quando la malattia è molto più difficile da curare. Alcuni medici associano questo fattore a trascuratezza della loro salute, alcuni con il fatto che i sintomi degli uomini non sono così pronunciati.

Di norma, se un uomo lamenta dolore - i test mostrano malattie:

Quando la patologia del rene è più spesso un uomo si sente dolore costante o parossistico che appare nella regione lombare.

Ci sono altri segni che possono indicare problemi con questo organo vitale:

  • sete intensa, accompagnata da bocca secca;
  • letargia, apatia;
  • appeso la pressione sanguigna;
  • gonfiore può apparire sul viso e sull'addome;
  • poliuria o anuria;
  • urina torbida, può contenere tracce di sangue.

I sintomi sopra descritti possono essere un segno di gravi patologie che richiedono l'eliminazione immediata. Pertanto, è necessario fissare un appuntamento con uno specialista, soprattutto se c'è sangue nelle urine.

Come il luogo del dolore dipende dalla malattia

Diverse malattie si manifestano in modi diversi. Ad esempio, se una persona ha pielonefrite - in questo caso, il dolore si verificherà principalmente nella regione lombare. Considera come esattamente il dolore è distribuito in diverse patologie.

Il dolore al rene a sinistra, come mostra la pratica, suggerisce che una persona potrebbe avere:

  1. Pielonefrite. Di norma, questa malattia si manifesta acutamente - dolore accompagnato da febbre, grave gonfiore al mattino, nausea, brividi (accompagnato da febbre).
  2. Urolitiasi. In questo caso, la natura del dolore può essere sia tollerabile che pronunciata. Fondamentalmente, il disagio si manifesta dopo l'esercizio fisico attivo, un brusco cambiamento nella posizione del corpo. Bruciore, prurito o crampi possono essere notati durante la minzione.
  3. Oncologia. Per tali condizioni, il dolore pronunciato è caratteristico - e ogni giorno si intensificherà (come cresce il tumore maligno o benigno). Spesso c'è un dolore in tutto il corpo, una maggiore debolezza. Per determinare se un paziente ha il cancro, solo un medico può dopo esami di laboratorio e strumentali!

Se una persona ha un dolore al rene destro, questo può indicare una patologia vicino agli organi escretori. Le cause più comuni sono:

  • appendicite;
  • Nephroptosis;
  • la presenza di parassiti nel corpo;
  • cisti o cancro, ecc.

Un medico dovrebbe essere consultato se una persona ha mal di reni o lombo sulla destra, con i seguenti sintomi:

  • febbre;
  • comparsa improvvisa di eruzioni cutanee e prurito sulla pelle;
  • il sangue viene rilevato nelle urine;
  • durante la minzione una persona avverte un forte disagio - bruciore, bruciore;
  • visione offuscata;
  • l'odore di ammoniaca appare dalla bocca.

Come determinare la causa del dolore senza una visita dal medico?

Prima di tutto, il paziente dovrebbe notare la localizzazione del dolore. I reni malati possono dare alla schiena, all'inguine e persino ai genitali.

I reni saranno malati con qualsiasi malattia del sistema urinario. In questo caso, i medici sottolineano che la natura del dolore varia:

  • disegno;
  • penetranti;
  • dolorante;
  • acute;
  • dolore parossistico, ecc.

Per capire con precisione che sono i reni che fanno male, e non raccolgo la radicolite, è necessario utilizzare le seguenti luci.

  1. Se sei stato in una posizione scomoda per un lungo periodo di tempo, sei stato impegnato in un pesante lavoro fisico, hai sollevato dei pesi, i muscoli lombari probabilmente faranno male.
  2. Quando una persona trascorreva molto tempo all'aria fredda o era seduta su una terra umida e non riscaldata, vale la pena di preoccuparsi. È possibile che il dolore acuto o moderato possa essere causato da un processo infiammatorio nei reni.
  3. Dovresti anche tener conto del fatto che con le patologie dell'apparato muscolo-scheletrico il dolore appare dopo un'attività eccessiva. Se una persona ha problemi con il sistema urinario - allora il disagio si manifesterà di sera o di notte.

Altri segni:

  1. Se il problema è nei reni, il dolore sarà presente in ogni momento. In poche parole, una persona non si sentirà più a suo agio con un cambiamento di posizione del corpo.
  2. Fondamentalmente, i reni fanno male alla notte, mentre le malattie del sistema muscolo-scheletrico possono essere accompagnate da disagio in qualsiasi momento del giorno o della notte. Allo stesso tempo, appaiono periodicamente e non sono permanenti.
  3. Le patologie dei reni sono quasi sempre accompagnate da emicrania, sete, scarso appetito e alta temperatura corporea.

I medici usano un metodo diagnostico abbastanza efficace. Quindi, al fine di determinare se un rene è dolente in una persona, è necessario bussare leggermente sul bordo inferiore dietro. Se c'è un problema, il dolore sarà dato alla schiena, e questo indica già che il paziente dovrà superare tutti i test prescritti dal medico e seguire un corso di trattamento.

Ti consigliamo di leggere:

Sintomi di malattie urologiche;

Come trattare il dolore nei reni;

I migliori farmaci per il restauro dei reni.

Rene o lombata: una caratteristica distintiva

Come capire il rene o il mal di schiena? È necessario ascoltare te stesso e prestare attenzione ai seguenti stati.

  1. Problemi di minzione Cambiando la quantità di urina, il suo colore. Il processo stesso può essere doloroso, accompagnato da bruciore, tagli. Allo stesso tempo, al mattino, il paziente può osservare gonfiore del viso, delle braccia e delle gambe. Ciò è dovuto a un deflusso anomalo di urina. Di norma, in tali condizioni, compaiono sintomi di intossicazione, mal di testa, febbre.
  2. Scolorimento delle urine. Anche nelle urine puoi vedere l'oscurità, i fiocchi di luce, il sangue. Questo è direttamente correlato al fatto che i reni non svolgono correttamente la loro funzione. Pertanto, queste condizioni sono accompagnate da un'eruzione cutanea, cambiamenti visivi, scarso appetito e debolezza generale.
  3. Dolore costante Se il problema è nei reni - il disagio sarà sempre presente, aumentando di sera. Se le cause del dolore si trovano nell'altro - il disagio non sarà regolare.

Se una persona sente che fa male nella zona dei reni, ha bisogno di contattare uno specialista che è impegnato nel trattamento di tali patologie - da un urologo o nefrologo. Lo specialista assegnerà un corso standard di misure diagnostiche:

In alcuni casi, il paziente viene indirizzato ad altri specialisti ristretti, a seconda di cosa mostrano i test e la diagnostica ecografica.

La funzione principale dei reni è quella di eliminare i veleni e la formazione delle urine. Se questa funzione è compromessa, in ogni caso, la persona sentirà un cambiamento nelle sue condizioni. Questo può essere malessere, debolezza, sintomi di intossicazione.

Le principali cause del mal di schiena

Il mal di schiena può svilupparsi per vari motivi. Tra loro ci sono:

  • sciatica;
  • lombalgia;
  • ernia spinale;
  • lesione della colonna lombare;
  • pancreatite acuta e cronica;
  • colecistite e JCB;
  • ulcera gastrica / duodenale;
  • pielonefrite, pielite;
  • glomerulonefrite;
  • idronefrosi;
  • urolitiasi;
  • Nephroptosis;
  • aneurisma dell'aorta addominale;
  • malattie infiammatorie degli organi situati nella pelvi.

Per scoprire se la vita o i reni fanno male, è necessario conoscere le caratteristiche della patologia dei sistemi principali del corpo.

Malattie dell'apparato muscolo-scheletrico

Il mal di schiena causato da radicolite o osteocondrosi ha le seguenti caratteristiche:

  • localizzazione nella parte centrale della schiena (nella proiezione della colonna vertebrale);
  • possibile irradiazione sul gluteo, la parte posteriore della coscia (lungo il nervo sciatico);
  • tirare o, al contrario, carattere di tiro acuto;
  • Relazione di aumento del dolore con le seguenti azioni:
    • lunga permanenza in una posizione scomoda;
    • sollevamento pesi;
    • movimento tagliente;
    • Qualsiasi carico insolito per una persona.
  • una forte restrizione dei movimenti attivi associati al dolore;
  • tensione pronunciata dei muscoli della schiena.

Comprendi anche che è la parte inferiore della schiena che fa male, non i reni, aiuta a migliorare la condizione dopo l'uso di agenti anti-infiammatori e riscaldanti. Le sensazioni spiacevoli si riducono notevolmente se il paziente assume una posizione comoda, si avvolge in una coperta di lana e limita fortemente la quantità di movimenti attivi.

Malattie del tubo digerente

Nonostante il fatto che gli organi dell'apparato digerente si trovino nella cavità addominale, a causa delle peculiarità dell'innervazione in caso di disturbi nel loro lavoro, a volte la schiena può far male. Ad esempio, la pancreatite (infiammazione del pancreas) è caratterizzata da:

  • dolori circonfianti che coinvolgono il terzo superiore dell'addome, laterale e posteriore (sinistra);
  • nausea, vomito indomabile;
  • diarrea, escrezione di pezzi di cibo non digerito, goccioline di grasso;
  • violazione della funzione endocrina del pancreas (aumento della glicemia).

Con colecistite e colelitiasi, si sviluppa spesso una colica biliare, caratterizzata da dolore acuto grave nell'ipocondrio destro e nella schiena. Inoltre, i pazienti si lamentano di malessere generale, nausea, sapore sgradevole in bocca. A volte questi segni sono uniti dal giallo della pelle e dallo scolorimento delle feci.

Come determinare che la causa del mal di schiena si trova nella malattia del sistema digestivo? Ciò è indicato non solo da ulteriori sintomi, ma anche da dati provenienti da test di laboratorio e strumentali (OAK, BAC, ecografia addominale, ecc.).

Come si fanno i reni?

Quindi, come distinguere il dolore ai reni dal dolore lombare? I seguenti fatti indicano danni agli organi principali del sistema urinario:

Impatto di alcuni fattori provocatori

  • ipotermia generale (per esempio, se il paziente ha sofferto di vomito 2-3 giorni prima della comparsa dei sintomi, o se aveva i piedi bagnati);
  • la presenza di focolai cronici di infezione;
  • possibile connessione con angina trasferita (2-3 settimane prima dell'inizio del dolore).
Spesso la natura unilaterale di sensazioni spiacevoli e, allo stesso tempo, il dolore nell'area del rene sinistro è diagnosticato meno frequentemente rispetto al destro (a causa delle caratteristiche anatomiche della posizione dell'organo associato). Il dolore può diffondersi
  • nell'inguine, genitali esterni;
  • sulla parete laterale dell'addome;
  • sull'interno cosce.
La mancanza di dipendenza tra i movimenti del paziente e l'intensità del dolore La comparsa di ulteriori segni della patologia del sistema escretore
  • deterioramento generale delle condizioni del paziente - debolezza, affaticamento, sonnolenza, mancanza di appetito, umore;
  • sintomi di intossicazione (febbre, mal di testa, nausea);
  • disuria (qualsiasi cambiamento nella minzione);
  • gonfiore, localizzato sulla faccia / palpebre, parte superiore del tronco;
  • aumento della pressione sanguigna.

Sulla base di questi sintomi, si può ipotizzare che la schiena o i reni siano dolorosi: come scoprire la causa probabile del disagio, prenderemo in considerazione nella sezione seguente.

Cosa fare se i reni fanno male: un algoritmo per la diagnosi e il trattamento

Per scoprire se un rene o una schiena fa male a un paziente e come determinare un piano per ulteriori azioni, un medico può solo dopo un esame completo, tra cui:

Raccolta di disturbi e anamnesi, esame clinico, palpazione e percussione della regione lombare, determinazione del sintomo del battito, misurazione della pressione sanguigna, test di laboratorio.

  • analisi del sangue (clinica);
  • analisi biochimica del sangue con la definizione di proteine ​​totali, creatinina, urea;
  • analisi delle urine (generale);
  • campioni di urina (secondo Nechiporenko, Zimnitsky, Reberg, ecc.).
Test strumentali
  • Ultrasuoni dei reni;
  • panoramica R-grafia della colonna lombare;
  • urografia escretoria;
  • metodi moderni di diagnostica visiva - TC, RM.

Sopra, abbiamo cercato di capire come capire se un paziente ha un rene o una zona lombare. La patologia del trattamento deve essere compilata sulla base dei dati diagnostici ottenuti. In caso di processi infettivi e infiammatori, vengono prescritti antibiotici, sostanze urinarie a base di erbe e agenti sintomatici. Quando urolitiasi, nefroptoz e idronefrosi, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico. L'accesso tempestivo a un medico aiuterà ad evitare gravi complicazioni e ripristinare rapidamente la salute.

Sintomi della malattia renale: i principali segni della malattia

I principali segni di malattia renale comprendono gonfiore, scolorimento e chiarezza delle urine, la comparsa di coaguli di sangue in esso, trazione, sintomi di dolore nella regione lombare. Inoltre, la pielonefrite e malattie simili del sistema urinario possono essere accompagnate da febbre e pressione sanguigna. Uno dei fattori sopra citati è un motivo per cercare assistenza medica.

Quali sono i sintomi della malattia renale?

Ci sono segni, la cui comparsa è caratteristica di una particolare malattia. Tali segni sono chiamati sintomi. In caso di malattia renale, i sintomi possono essere variati e il paziente può non riferirsi sempre alla patologia dei reni. Alcune malattie renali, a volte anche molto gravi, sono asintomatiche. E se qualcosa ti infastidisce e quando hai bisogno di vedere un dottore?

I sintomi più comuni della malattia renale sono i sintomi elencati di seguito:

  • gonfiore;
  • dolore lombare;
  • ipertensione;
  • violazione del colore e trasparenza delle urine.

Importanti sono l'emergere di debolezza generale e malessere, il verificarsi di mancanza di respiro e nausea, diminuzione delle prestazioni. Ma questo non è un sintomo caratteristico della malattia renale - questi reclami sono così non specifici che il loro sviluppo può solo dare origine all'idea di una malattia senza un'idea di quale organo sia interessato.

I primi sintomi della malattia renale: gonfiore delle gambe e sotto gli occhi (con foto)

Il gonfiore è uno dei principali sintomi della malattia renale, sebbene molto spesso i pazienti affermino di espellere molto più liquido con l'urina rispetto a quanto bevono. In questo caso, non hanno edema e il peso corporeo non aumenta. Certo, questo è un errore. Prima di identificare la malattia renale, è necessario considerare il tasso di assunzione e perdita di liquidi.

In condizioni fisiologiche, c'è un equilibrio tra il flusso di fluido nel corpo e il suo rilascio, che determina l'approssimativa uguaglianza di questi due componenti. I volumi stimati di assunzione giornaliera e flusso del fluido sono i seguenti.

Circa 300 ml di acqua si formano nell'organismo ogni giorno durante l'ossidazione di carboidrati, proteine, grassi. Una persona consuma circa 1100-1400 ml di liquido al giorno sotto forma di cibo e bevande liquidi, un altro 800-1000 ml - sotto forma di cibo solido, ma questo indicatore può variare in modo significativo a seconda dei fattori fisiologici, climatici, emotivi e sociali.

Nel tracciare l'equilibrio del flusso di fluido nel corpo del paziente, il volume del liquido durante l'infusione è necessariamente preso in considerazione dal medico:

  • I reni espellono giornalmente circa 1500 ml di urina (noruria). Ogni ora un adulto produce in media 40-80 ml di urina. Il volume, la concentrazione e la composizione delle urine variano considerevolmente, a seconda dell'assunzione di liquidi e fuori dal rene, la sua perdita.
  • Con oliguria (riducendo la quantità di urina) si intende una diminuzione del volume di urina quotidiana (se non ci sono ostacoli alla minzione!) A 400 ml o meno.
  • Con l'anuria (cessazione dell'escrezione urinaria nell'insufficienza renale), la produzione di urina (cioè il flusso di urina nella vescica) è inferiore a 100 ml al giorno.
  • Per poliuria si intende una quantità eccessiva di urina giornaliera, che in condizioni fisiologiche non deve superare i 3000 ml. La poliuria, di regola, è spiegata dall'eccessivo consumo di liquidi da parte dell'organismo, che si verifica anche in seguito alla mobilizzazione delle riserve di acqua endogena (terapia diuretica).

Nell'analisi del bilancio idrico del corpo deve essere considerato come extrarenali (extrarenali) perdita di fluido, che si dividono in: naturale (attraverso la pelle, polmoni, tratto gastrointestinale) e artificiali (attraverso la fistola, ampia superficie della ferita, sistemi di drenaggio).

Questo è il motivo per cui tutti i tentativi di aumentare la quantità di diuresi strettamente per il volume di assunzione di liquidi a lungo termine finiscono sempre in fallimento. Alcuni pazienti dicono di bere molto, ma raramente e urinano un po '. Il numero di tali denunce aumenta drammaticamente in estate. Ciò è dovuto a grandi perdite di fluidi extrarenali, poiché la sudorazione, a volte impercettibile a prima vista, è significativamente migliorata a temperature ambiente elevate. È impossibile incolpare il paziente di non conoscere la legge elementare di conservazione della massa di una sostanza, dato che anche i medici con una vasta esperienza spesso se ne dimenticano. E qualche volta tali pazienti vanno a un nephrologist, che tra pochi minuti dissipa dubbi vaghi sulla salute dei reni che si sono rivolti.

In un certo numero di malattie, il fluido può essere distribuito nello spazio extracellulare, che può portare alla formazione di edema del tessuto adiposo sottocutaneo. Questi edemi sono più spesso formati sugli arti inferiori, cioè sui piedi. Con un aumento dei fenomeni di sovraidratazione (eccesso di contenuto di liquidi nel corpo), aumenta il gonfiore. Con la malattia renale, l'edema si diffonde alle gambe, alle cosce, al busto, agli arti superiori, al viso e al collo. Questa distribuzione di liquidi si verifica quando il paziente trascorre la maggior parte del giorno in piedi.

Guarda una foto di edema delle gambe in caso di malattie renali ed edema di altre parti del corpo durante l'iperidratazione:

Se il letto del paziente si riposa, la distribuzione del fluido può avvenire in modo tale che l'edema compare per la prima volta sugli arti superiori, sul viso e sul busto. Questo spiega l'aspetto del gonfiore del viso al mattino e l'aumento dell'edema degli arti inferiori nella seconda metà della giornata.

Una caratteristica dell'edema nelle malattie renali causate da un'idrogenazione è la loro simmetria (se l'estremità inferiore destra si gonfia, allora anche quella sinistra si gonfia). Tuttavia, questo consente ad alcuni pazienti con vari gradi di edema, ad esempio, sugli arti inferiori destra e sinistra, che possono essere di natura posizionale (ad esempio, una posizione lunga, distesa su un lato).

In caso di sovraidratazione, gli edemi non vengono sempre rilevati: nel corpo di un adulto, fino a 2-3 litri e talvolta 5 litri di liquido possono indugiare senza apparire, visibili ad occhio e palpabili (quando palpano) edemi. Questo è il cosiddetto edema nascosto. Il liquido può indugiare negli spazi cavitari (cavità pleurico, peritoneale, pericardica, membrane testicolari).

A volte con una malattia renale, si verifica gonfiore sotto gli occhi ("borse" sotto gli occhi). Ciò che solo le persone non fanno per sbarazzarsi di loro! Questi includono costosi saloni di bellezza, farmaci diuretici e centri benessere e visite inutili ai medici. Perché insensato? Il fatto è che il gonfiore sotto gli occhi nella maggior parte dei casi non è patologico.

Come visto nella foto, il gonfiore sotto gli occhi con malattia renale è diverso dall'edema causato da fattori genetici:

L'edema in questo caso non influisce su altre parti del corpo. Quando si esamina un medico per segni di patologia non viene rilevato, e lui alza le mani, e siamo delusi da un medico e andare in un altro. Un leggero gonfiore sotto gli occhi è dovuto ad una maggiore idrofilia (la capacità di assorbire e trattenere il fluido) del tessuto adiposo sottocutaneo in quest'area. Questa abilità è ereditata. Presta attenzione ai volti dei tuoi genitori e capirai tutto. Pertanto, l'unico modo efficace per combattere le "borse" sotto gli occhi è la chirurgia plastica al centro della chirurgia estetica. Se la tua faccia è adatta a te, allora la lotta con il gonfiore sotto gli occhi finisce.

Sintomo caratteristico della malattia renale: mal di schiena

Quali altri sintomi sono presenti con la malattia renale e come appaiono? Un sintomo comune è il dolore. Questo è uno dei primi sintomi della malattia renale e indica la localizzazione della patologia in questi organi.

Ma il dolore anche quando: una patologia della colonna vertebrale e del sistema nervoso periferico (osteocondrosi, spondilite spondilosi, lesioni del midollo spinale, ernia del disco), malattie intestinali (colite), del pancreas (pancreatite, tumori), organi riproduttivi femminili (utero miomi, annessite, tumori maligni dell'utero, appendici, endometrite), flatulenza (flatulenza), aneurisma aortico (espansione del sacco), e altre condizioni patologiche.

Mal di schiena malattie renali manifestati in: pielonefrite, stenosi (restringimento) dell'uretere kompressiimochetochnika e le tazze aggiunto dell'arteria renale Nephroptosis (soppressione del rene), la trombosi, dell'arteria renale o vena, urolitiasi, tumore renale, policistico raramente - glomerulonefrite e molti altri malattie.

Se c'è dolore nella regione lombare, se è cronica e non disturba il primo giorno, e anche se è acuta e intensa, a volte insopportabile (colica renale), dovresti cercare un aiuto medico.

Quali sono i meccanismi del dolore come sintomo della malattia renale e come si manifestano? Prima di tutto, questo aumento della pressione nel lume delle vie urinarie a causa del verificarsi di ostacoli al deflusso delle urine. Allo stesso tempo, vi è un aumento della pressione urinaria sulle pareti del bacino, nelle tazze, nell'uretere, dove si trovano i recettori del dolore, che segnalano al sistema nervoso centrale.

La seconda causa di dolore nella malattia renale è capsula renale trazione in cui è troppo nocicettori. Allungamento verifica quando infiammatoria renale edema (glomerulonefrite, nefrite interstiziale) e troppopieno del rene sangue (trombosi della vena renale).

Nel caso in cui il processo patologico sia localizzato nell'uretere, il dolore sorge lungo il corso dell'uretere, cioè lungo la linea obliqua condizionata. Se la vescica è malata, il dolore è localizzato nell'area suprapubica. Nelle malattie dell'uretra, il dolore si verifica all'inguine. Negli uomini con malattie della prostata, il dolore si verifica nell'inguine e nel retto.

Come identificare la malattia renale da sintomi dolorosi e la forza della loro manifestazione?

Le sensazioni dolorose variano in intensità: dal disagio e pesantezza nella regione lombare a intenso dolore parossistico (colica renale). Con la colica renale, il paziente non riesce a trovare un posto per sé, si nota l'agitazione psicomotoria, il paziente geme.

Come determinare il colore delle urine e la malattia renale cronica

Ognuno di noi ha visto la nostra urina ripetutamente e ha potuto valutarne il colore e la trasparenza. Quante impressioni vivide derivano dal tipo di urina torbida, l'urina dal colore del sangue! La maggior parte di noi, vedendo il rossore delle urine o la perdita di abbondante sedimento, consulta un medico. Ma una serie di gravi malattie renali non cambiano il colore delle urine e sono necessarie ricerche microscopiche e biochimiche per identificare questi cambiamenti.

In che modo l'urina rileva la malattia renale e in quali casi un cambiamento nel suo colore indica l'insorgenza della malattia?

Normalmente, l'urina può cambiare il suo colore - da incolore ( "acqua piss"), o giallo paglierino al giallo scuro ( "colore della birra"). pigmenti urine impartiscono ingiallimento - urochrome che sono formate nel corpo e vengono escreti nelle urine. Se urochrome concentrazione è elevata, il colore giallo se basso urina-saturo, incolore o giallo chiaro. Come si può immaginare, con un aumento del volume delle urine urochrome concentrazione diminuisce, come se essi sono diluiti con una grande quantità di urina, e che diventa più leggero (accade normalmente dopo un bere pesante, così come nella stagione fredda, quando la perdita di liquido dal taglio della pelle e l'assunzione di liquidi escreta in grandi quantità nelle urine, tra l'altro, per lo stesso motivo nel periodo invernale, l'importo stanziato per la nostra urina - produzione di urina - superiore in estate).

Con una diminuzione del volume di urina, al contrario, la concentrazione di urocromi aumenta e l'urina si colora più intensamente. Pertanto, nella maggior parte dei casi, se l'urina è più spesso gialla o gialla satura, pensa a quanto poco consumi liquidi. E se l'urina è spesso trasparente - non è necessario limitare l'assunzione di liquidi.

Ma se tutto fosse così semplice. Alcune malattie portano alla comparsa di urina giallo scuro. Questi includono ittero causato da epatite (infiammazione del fegato), cirrosi epatica (ristrutturazione irreversibile della microstruttura del fegato con formazione di fibrosi). L'urina chiara può essere un sintomo precoce di malattia renale come l'insufficienza renale cronica. E questo è dovuto alla bassa concentrazione di urina nei reni. L'urina incolore nella malattia renale si verifica quando la malattia è accompagnata dallo sviluppo di sete e abbondante assunzione di liquidi (polidipsia), e quindi di poliuria.

Questi includono: diabete mellito, diabete insipido (con questa malattia, il volume di liquidi consumati al giorno può aumentare fino a 10-15 litri!), Ecc.

Non c'è dubbio che l'urina non dovrebbe essere normale rossa o rosa e certamente non dovrebbe contenere coaguli di sangue. Se hai l'urina arrossata, allora questo è un motivo per una visita di emergenza dal medico. In alcuni casi, l'urina può diventare rossa a causa dell'assunzione di alcuni farmaci e sostanze chimiche e non è correlata al danno renale. Questa condizione è chiamata pseudo-ematuria. In questo caso, dopo l'interruzione del farmaco, il colore dell'urina si normalizza e non vi sono conseguenze per l'organismo.

Cause di sangue nelle urine come sintomo di malattia renale

È logico presumere che se c'è una pseudo-ematuria, allora c'è ematuria (in greco "urina sanguinante"). Il rossore dell'urina è associato all'apparizione in esso di un gran numero di globuli rossi - eritrociti. Per identificare la malattia renale nel sangue nelle urine, il medico prescrive sempre una vasta lista di esami, poiché la ricerca della verità avviene tra un gran numero di probabili cause del suo sviluppo.

Le principali cause di questo sintomo della malattia renale sono la glomerulonefrite, una malformazione delle vie urinarie, la urolitiasi, un tumore del rene, l'uretere, la ghiandola prostatica, la vescica o l'uretra e l'infarto renale. Le donne non dovrebbero dimenticare che durante le mestruazioni, la raccolta di urina per l'analisi non viene eseguita. In casi estremi, quando urgentemente necessario, un catetere urinario dovrebbe essere usato per raccogliere l'urina o l'urina dovrebbe essere raccolto dopo che un tampone igienico è stato inserito nella vagina e viene eseguito un trattamento igienico degli organi genitali esterni.

L'urina è torbida, molto spesso a causa della cristallizzazione dei sali, la cui concentrazione in esso per un motivo o per un altro aumenta. Spesso, l'urina torbida è un sintomo di malattia renale, pielonefrite, quando grandi quantità di muco e pus vengono escreti nelle urine.

La rilevazione del pus nelle urine mediante microscopia, costituita da leucociti (globuli bianchi che svolgono una funzione protettiva), è sempre un segno di patologia. Molto spesso, i leucociti vengono rilevati nelle malattie infiammatorie microbiche acute e croniche del sistema urinario. Nel caso in cui l'urina per l'analisi per la presenza di malattie renali sia raccolta in violazione delle regole, alcuni globuli bianchi e leucociti dalla vulva nelle donne e dal sacco prepuziale negli uomini possono cadere in esso, distorcendo il risultato dell'analisi. Pertanto, è molto importante osservare rigorosamente le regole per la raccolta delle urine.

Alta temperatura nella malattia renale e come ridurla

L'alta temperatura nella malattia renale è un sintomo opzionale. Normalmente, la temperatura corporea basale non supera i 37 ° C e varia da 35,8 a 37,0 ° C, con una media di 36,1 ° C. Basale è la temperatura misurata in una persona sotto il braccio (ascellare) o per via orale (nella bocca) al mattino dopo il risveglio da una posizione sdraiata, mentre la temperatura ambiente dovrebbe essere 21-28 ° C. Durante il giorno, la temperatura aumenta gradualmente, raggiungendo un massimo tra 18 e 22 ore (sale a 37.2-37.3 ° C), e poi diminuisce lentamente, raggiungendo un minimo tra 2 e 4 ore. Pertanto, la temperatura serale di 37-37,3 ° C non può essere considerata patologicamente elevata.

Oltre alla tecnica ascellare e orale, viene utilizzata la termometria rettale (misurazione della temperatura nel retto), ma la temperatura rettale è generalmente superiore di 0,5-1,0 ° C. L'aumento fisiologico della temperatura corporea può anche essere accompagnato da alte temperature ambientali e intenso sforzo fisico. La febbre è chiamata un aumento della temperatura corporea basale superiore a 37 ° C o della temperatura corporea, misurata nelle ore serali al di sopra di 37,3 ° C.

La febbre è osservata in un numero di malattie, di cui ce ne sono così tante che citiamo solo i principali gruppi di queste malattie.

L'aspetto della febbre è un motivo per cercare cure mediche. Ricorda che la ricezione incontrollata di tutti i tipi di farmaci antipiretici spesso ti tiene lontano dall'attenzione medica tempestiva. Se il medico non ha visto nella febbre un sintomo di una terribile malattia e con una diagnosi di ARVI ti ha mandato a casa, in questo caso raccomanderà il trattamento necessario, compresi i farmaci antipiretici. Nonostante l'apparente sicurezza per il corpo di agenti antipiretici, tutti hanno effetti collaterali che possono apparire con una certa probabilità. Perplessità è l'uso per ridurre la temperatura corporea in pazienti con malattia renale dipiron e difenidramina.

L'alta temperatura in caso di malattie renali o di qualsiasi altra malattia è una risposta adattativa dell'organismo, sviluppata nel processo di filogenesi. La febbre contribuisce alla violazione della riproduzione dei microrganismi, migliora i processi metabolici e riparativi nel corpo, stimola il sistema immunitario. Si ritiene che la temperatura a 38,5 ° C non sia generalmente raccomandata per ridurre. Lo stesso vale per la febbre alta nelle malattie renali, inclusa la pielonefrite.

Ma ci sono sempre delle eccezioni: i bambini; malattie accompagnate dallo sviluppo della sindrome convulsiva; scarsa tolleranza alle alte temperature (vomito, grave nausea, comparsa di agitazione psicomotoria o letargia, convulsioni con febbre, verificatosi prima).

Come si può ridurre la temperatura nelle malattie renali e in altri casi? Per ridurre la temperatura, il medico dovrebbe raccomandare farmaci paracetamolo (1-2 tab.) E ibuprofene (1-2 tab.).

Malattia renale e ipertensione arteriosa: ipertensione arteriosa nefrogenica

Malattie renali e ipertensione sono spesso correlate. Secondo le statistiche, circa il 45-60% dei pazienti con malattia renale hanno pressioni lontane dalla norma.

Sotto l'ipertensione arteriosa capire il persistente aumento a lungo termine della pressione sanguigna sopra 140/90 mm Hg. L'ipertensione arteriosa può essere una malattia genetica indipendente e quindi si chiama ipertensione o ipertensione arteriosa primaria. È anche possibile lo sviluppo di ipertensione arteriosa a causa di malattia renale cronica. In questo caso, l'ipertensione arteriosa con malattia renale è chiamata secondaria o sintomatica o nefrogenica.

Quali segni permettono di sospettare l'ipertensione arteriosa nefrogenica? Prima di tutto, la presenza di malattia renale cronica è imperativa. L'ipertensione nefrogenica si sviluppa sullo sfondo della malattia renale esistente. Spesso con la malattia renale, la pressione sanguigna è disturbata.

Oltre a questi semplici segni, ci sono molti sintomi che confermano la natura nefrogenica dell'ipertensione nella malattia renale, rilevata da un medico durante uno studio dettagliato.