Antibiotici moderni che sono prescritti per l'infiammazione dei reni

Pielonefrite

Una delle malattie più sgradevoli e comuni è l'infiammazione dei reni.

È accompagnato da forti dolori e numerosi altri sintomi. I moderni metodi diagnostici sono in grado di identificare il grado e la complessità della malattia in un paziente.

È molto importante consultare un medico il prima possibile, chi prescriverà una particolare terapia. Questo programma di trattamento non consiste in una scelta di farmaci a caso, ma di una selezione di determinati farmaci sulla base dei risultati dei test di laboratorio.

In ogni caso, il medico prescrive alcuni tipi di antibiotici che aiutano più efficacemente ogni singolo paziente.

Per ogni caso: la tua droga

Nella pratica medica, ci sono diverse opzioni per le malattie infiammatorie dei reni. Tutti loro sono trattati in modo abbastanza efficace con un complesso di vari metodi. Uno di questi è la prescrizione di antibiotici, senza la quale non è possibile fare alcun trattamento per l'infiammazione renale.

Esistono diversi gruppi antibiotici più comunemente prescritti dai medici:

  1. Gruppo di agenti aminopenicillium. Questi includono agenti come la penicillina e l'amoxicillina. Il loro principale vantaggio è una lotta efficace contro gli enterococchi e l'E. coli. Questo gruppo di antibiotici viene prescritto alle donne in allattamento e in gravidanza. Tuttavia, questi farmaci non sono in grado di far fronte alla pielonefrite.
  2. Gruppo di cefalosporine. Tra questi antibiotici, Cephalexin è particolarmente importante. Il suo principio attivo è acido 7-ACC. Impedisce rapidamente la transizione di una malattia infiammatoria da uno stadio a uno più complesso e serio. Il farmaco è controindicato nei pazienti con intolleranza alla penicillina. Tali agenti come Cefalotin, Zinnat, Klarofan appartengono allo stesso gruppo di antibiotici. Il ricevimento di tutti questi farmaci migliora significativamente le condizioni del paziente già il terzo giorno.
  3. Gruppo fluorochinolone. Il medico prescrive questi farmaci se vi è il rischio di morte o gravi complicanze del paziente. Tali antibiotici di prima generazione comprendono la Flossacolina, la Ciprofloxacina, l'Ofloxacina e molti altri. In caso di infiammazione cronica dei reni, il medico prescrive antibiotici di questo gruppo di seconda generazione: Sparfloxacina, Levofloxacina. Sono in grado di far fronte efficacemente ai pneumococchi. Controindicazioni all'uso di questi farmaci sono: epilessia, gravidanza, insufficienza epatica o renale, aterosclerosi, vecchiaia.

I 5 farmaci più popolari

Gli antibiotici più popolari e usati frequentemente per l'infiammazione renale oggi sono:

  1. Levofloxacina. Può essere assunto sia sotto forma di compresse che sotto forma di iniezioni. A seconda della malattia, il medico prescrive 200-700 mg del farmaco 1-2 volte al giorno. Non è raccomandato l'uso dello strumento per le donne incinte, così come per le persone con intolleranza ai componenti del farmaco. Ci sono farmaci ed effetti collaterali: vertigini, diarrea, la possibilità di sviluppare candidosi.
  2. La ciprofloxacina è utilizzata in un regime posologico individuale, che è determinato dal medico curante. Di solito 250-750 mg viene prescritto 2 volte al giorno o 200-400 mg per via endovenosa. Si deve prestare attenzione quando si assumono pazienti con epilessia, insufficienza renale e altre malattie gravi.
  3. Pefloxacin. Il dosaggio di questo antibiotico è anche scelto individualmente per ciascun paziente. Dipende dalla gravità e dalla posizione dell'infezione. Se c'è un'infezione non complicata, il medico prescrive 0,4 g del farmaco 2 volte al giorno. Se la malattia è più grave, allora devi bere una dose di 2 volte di più. Le compresse devono essere ingerite, non masticate e quindi bere acqua. È necessario accettare mezzi solo a stomaco vuoto.
  4. L'ampicillina è usata solo nei casi di infezione moderata. In tutti gli altri casi, il farmaco sarà inefficace. Il farmaco viene somministrato per via intramuscolare di 1-2 milioni di unità al giorno. Inoltre, questa dose deve essere divisa in 4 somministrazioni.
  5. Cefalotina. Un farmaco efficace per l'infiammazione dei reni. Viene somministrato per via endovenosa o profondamente per via intramuscolare. Rilascia lo strumento e sotto forma di compresse. Di solito dose prescritta di 0,5-2 g ogni 6 ore. Il prodotto viene usato con cautela durante la gravidanza e in caso di insufficienza renale.

I reni fanno male dopo l'assunzione di antibiotici - è tempo di vedere un medico?

Alcuni pazienti hanno un problema dopo aver prescritto antibiotici - i reni iniziano a disturbare e ferire.

In questo caso, dovresti consultare immediatamente un medico:

  • sarà prescritto un altro medicinale o sarà ridotto il dosaggio di quello già prescritto;
  • prescriverà dei probiotici che ripristineranno la microflora del corpo;
  • consiglia di bere molta acqua per rimuovere sostanze nocive non necessarie.

Trattamento cistite

In caso di cistite, il medico prescrive antibiotici solo quando la causa della malattia è batteri e microbi.

La lista degli antibiotici più usati per la cistite:

Per diversi decenni, questi antibiotici sono stati usati per la cistite. Questi farmaci hanno un effetto antimicrobico e sono resistenti a molti altri farmaci.

Per il trattamento delle malattie renali, i nostri lettori usano con successo il metodo Galina Savina.

Le compresse di Palin sono antibiotici moderni di nuova generazione. Il loro principale vantaggio è un minimo di controindicazioni.

La pielonefrite può anche essere superata

Prima di determinare l'antibiotico più efficace che aiuterà nel trattamento della pielonefrite, è necessario essere esaminato.

Aiuterà a determinare l'agente eziologico della malattia, a comprendere le condizioni dei reni e il deflusso delle urine.

perché il ruolo principale nello sviluppo della pielonefrite è dato ai batteri, quindi il suo trattamento non farà a meno di tali antibiotici:

  • in forma leggera - Cefaclor, Ampicillin, Gentamicin;
  • con un flusso insufficiente di urina o la presenza di insufficienza renale, Furazolin, Furadonin, Furagin sono prescritti.

Caratteristiche dell'applicazione

Durante la gravidanza, numerosi cambiamenti fisiologici si verificano nel corpo femminile. Per questo motivo, le nuove madri hanno spesso dolori ai reni. Un tale segno suggerisce che si è verificata un'infiammazione.

I medici stanno cercando di trattare le donne in gravidanza, eliminando l'uso di antibiotici. Tuttavia, questo è spesso impossibile, specialmente quando il problema progredisce. In questo caso, viene prescritto ceftriaxone o cefazolina.

La penicillina aiuta a curare la cistite durante la gravidanza o durante il periodo di alimentazione. Questo farmaco quasi non penetra nel latte, quindi il bambino non può far male.

Tuttavia, le donne che allattano possono sperimentare diarrea, mughetto o eruzione cutanea dopo aver allattato la penicillina. Durante la gravidanza o l'allattamento, è meglio non prendere gli antibiotici.

Gli antibiotici leggeri sono anche spesso prescritti per il trattamento dell'infiammazione dei reni nei bambini. Insieme a loro, i probiotici devono anche essere scritti per aiutare a preservare la microflora intestinale del bambino.

Il trattamento è prescritto solo da un medico!

L'infiammazione renale è una malattia che richiede molta attenzione. Se non viene trattato correttamente, allora questo processo può essere ritardato di molti anni.

Senza l'esame di uno specialista, è impossibile sapere perché si è verificata l'infiammazione renale. E dopo l'esame, il medico prescriverà immediatamente un ciclo di trattamento. E se ci si attiene, la ripresa arriva piuttosto rapidamente.

Solo un medico può aiutarti a scegliere gli antibiotici per l'infiammazione dei reni.

Dipende da molti parametri:

  • il tipo di microrganismi che hanno causato i problemi;
  • la sensibilità di questi microrganismi a determinati farmaci.

Anche il dosaggio del farmaco viene selezionato singolarmente, in base ai risultati della ricerca:

  • test di laboratorio;
  • tomografia computerizzata;
  • Stati Uniti.

La chiave per un recupero rapido e di successo è la terapia corretta dell'infiammazione del rene. Pertanto, fare a meno di un medico in questa materia è semplicemente impossibile.

Ai primi sintomi di questo problema, devi andare da uno specialista. Non c'è bisogno di ritardare!

Antibiotici per l'urolitiasi

Una delle malattie più sgradevoli e comuni è l'infiammazione dei reni.

È accompagnato da forti dolori e numerosi altri sintomi. I moderni metodi diagnostici sono in grado di identificare il grado e la complessità della malattia in un paziente.

È molto importante consultare un medico il prima possibile, chi prescriverà una particolare terapia. Questo programma di trattamento non consiste in una scelta di farmaci a caso, ma di una selezione di determinati farmaci sulla base dei risultati dei test di laboratorio.

In ogni caso, il medico prescrive alcuni tipi di antibiotici che aiutano più efficacemente ogni singolo paziente.

Per ogni caso: la tua droga

Nella pratica medica, ci sono diverse opzioni per le malattie infiammatorie dei reni. Tutti loro sono trattati in modo abbastanza efficace con un complesso di vari metodi. Uno di questi è la prescrizione di antibiotici, senza la quale non è possibile fare alcun trattamento per l'infiammazione renale.

Esistono diversi gruppi antibiotici più comunemente prescritti dai medici:

  1. Gruppo di agenti aminopenicillium. Questi includono agenti come la penicillina e l'amoxicillina. Il loro principale vantaggio è una lotta efficace contro gli enterococchi e l'E. coli. Questo gruppo di antibiotici viene prescritto alle donne in allattamento e in gravidanza. Tuttavia, questi farmaci non sono in grado di far fronte alla pielonefrite.
  2. Gruppo di cefalosporine. Tra questi antibiotici, Cephalexin è particolarmente importante. Il suo principio attivo è acido 7-ACC. Impedisce rapidamente la transizione di una malattia infiammatoria da uno stadio a uno più complesso e serio. Il farmaco è controindicato nei pazienti con intolleranza alla penicillina. Tali agenti come Cefalotin, Zinnat, Klarofan appartengono allo stesso gruppo di antibiotici. Il ricevimento di tutti questi farmaci migliora significativamente le condizioni del paziente già il terzo giorno.
  3. Gruppo fluorochinolone. Il medico prescrive questi farmaci se vi è il rischio di morte o gravi complicanze del paziente. Tali antibiotici di prima generazione comprendono la Flossacolina, la Ciprofloxacina, l'Ofloxacina e molti altri. In caso di infiammazione cronica dei reni, il medico prescrive antibiotici di questo gruppo di seconda generazione: Sparfloxacina, Levofloxacina. Sono in grado di far fronte efficacemente ai pneumococchi. Controindicazioni all'uso di questi farmaci sono: epilessia, gravidanza, insufficienza epatica o renale, aterosclerosi, vecchiaia.

I 5 farmaci più popolari

Gli antibiotici più popolari e usati frequentemente per l'infiammazione renale oggi sono:

  1. Levofloxacina. Può essere assunto sia sotto forma di compresse che sotto forma di iniezioni. A seconda della malattia, il medico prescrive 200-700 mg del farmaco 1-2 volte al giorno. Non è raccomandato l'uso dello strumento per le donne incinte, così come per le persone con intolleranza ai componenti del farmaco. Ci sono farmaci ed effetti collaterali: vertigini, diarrea, la possibilità di sviluppare candidosi.
  2. La ciprofloxacina è utilizzata in un regime posologico individuale, che è determinato dal medico curante. Di solito 250-750 mg viene prescritto 2 volte al giorno o 200-400 mg per via endovenosa. Si deve prestare attenzione quando si assumono pazienti con epilessia, insufficienza renale e altre malattie gravi.
  3. Pefloxacin. Il dosaggio di questo antibiotico è anche scelto individualmente per ciascun paziente. Dipende dalla gravità e dalla posizione dell'infezione. Se c'è un'infezione non complicata, il medico prescrive 0,4 g del farmaco 2 volte al giorno. Se la malattia è più grave, allora devi bere una dose di 2 volte di più. Le compresse devono essere ingerite, non masticate e quindi bere acqua. È necessario accettare mezzi solo a stomaco vuoto.
  4. L'ampicillina è usata solo nei casi di infezione moderata. In tutti gli altri casi, il farmaco sarà inefficace. Il farmaco viene somministrato per via intramuscolare di 1-2 milioni di unità al giorno. Inoltre, questa dose deve essere divisa in 4 somministrazioni.
  5. Cefalotina. Un farmaco efficace per l'infiammazione dei reni. Viene somministrato per via endovenosa o profondamente per via intramuscolare. Rilascia lo strumento e sotto forma di compresse. Di solito dose prescritta di 0,5-2 g ogni 6 ore. Il prodotto viene usato con cautela durante la gravidanza e in caso di insufficienza renale.

I reni fanno male dopo l'assunzione di antibiotici - è tempo di vedere un medico?

Alcuni pazienti hanno un problema dopo aver prescritto antibiotici - i reni iniziano a disturbare e ferire.

In questo caso, dovresti consultare immediatamente un medico:

  • sarà prescritto un altro medicinale o sarà ridotto il dosaggio di quello già prescritto;
  • prescriverà dei probiotici che ripristineranno la microflora del corpo;
  • consiglia di bere molta acqua per rimuovere sostanze nocive non necessarie.

Trattamento cistite

In caso di cistite, il medico prescrive antibiotici solo quando la causa della malattia è batteri e microbi.

La lista degli antibiotici più usati per la cistite:

Per diversi decenni, questi antibiotici sono stati usati per la cistite. Questi farmaci hanno un effetto antimicrobico e sono resistenti a molti altri farmaci.

Le compresse di Palin sono antibiotici moderni di nuova generazione. Il loro principale vantaggio è un minimo di controindicazioni.

La pielonefrite può anche essere superata

Prima di determinare l'antibiotico più efficace che aiuterà nel trattamento della pielonefrite, è necessario essere esaminato.

Aiuterà a determinare l'agente eziologico della malattia, a comprendere le condizioni dei reni e il deflusso delle urine.

perché il ruolo principale nello sviluppo della pielonefrite è dato ai batteri, quindi il suo trattamento non farà a meno di tali antibiotici:

  • in forma leggera - Cefaclor, Ampicillin, Gentamicin;
  • con un flusso insufficiente di urina o la presenza di insufficienza renale, Furazolin, Furadonin, Furagin sono prescritti.

Caratteristiche dell'applicazione

Durante la gravidanza, numerosi cambiamenti fisiologici si verificano nel corpo femminile. Per questo motivo, le nuove madri hanno spesso dolori ai reni. Un tale segno suggerisce che si è verificata un'infiammazione.

I medici stanno cercando di trattare le donne in gravidanza, eliminando l'uso di antibiotici. Tuttavia, questo è spesso impossibile, specialmente quando il problema progredisce. In questo caso, viene prescritto ceftriaxone o cefazolina.

La penicillina aiuta a curare la cistite durante la gravidanza o durante il periodo di alimentazione. Questo farmaco quasi non penetra nel latte, quindi il bambino non può far male.

Tuttavia, le donne che allattano possono sperimentare diarrea, mughetto o eruzione cutanea dopo aver allattato la penicillina. Durante la gravidanza o l'allattamento, è meglio non prendere gli antibiotici.

Gli antibiotici leggeri sono anche spesso prescritti per il trattamento dell'infiammazione dei reni nei bambini. Insieme a loro, i probiotici devono anche essere scritti per aiutare a preservare la microflora intestinale del bambino.

Il trattamento è prescritto solo da un medico!

L'infiammazione renale è una malattia che richiede molta attenzione. Se non viene trattato correttamente, allora questo processo può essere ritardato di molti anni.

Senza l'esame di uno specialista, è impossibile sapere perché si è verificata l'infiammazione renale. E dopo l'esame, il medico prescriverà immediatamente un ciclo di trattamento. E se ci si attiene, la ripresa arriva piuttosto rapidamente.

Solo un medico può aiutarti a scegliere gli antibiotici per l'infiammazione dei reni.

Dipende da molti parametri:

  • il tipo di microrganismi che hanno causato i problemi;
  • la sensibilità di questi microrganismi a determinati farmaci.

Anche il dosaggio del farmaco viene selezionato singolarmente, in base ai risultati della ricerca:

  • test di laboratorio;
  • tomografia computerizzata;
  • Stati Uniti.

La chiave per un recupero rapido e di successo è la terapia corretta dell'infiammazione del rene. Pertanto, fare a meno di un medico in questa materia è semplicemente impossibile.

Ai primi sintomi di questo problema, devi andare da uno specialista. Non c'è bisogno di ritardare!

Sintomi di urolitiasi

Sindrome del dolore - un forte dolore nella regione lombare, che si irradia lungo l'uretere all'inguine, può essere noioso e costante. L'attacco è chiamato "colica renale", la sua natura dipende in gran parte dalla dimensione e dalla posizione della pietra. Il dolore nell'ICD è spesso associato a tremori, sforzi fisici intensi e guida.

Allo stesso tempo, il dolore può variare a seconda della migrazione delle pietre o della loro posizione in piedi. Quando il movimento delle pietre può essere una violazione del deflusso di urina. Il dolore durante il passaggio della pietra del terzo inferiore dell'uretere si diffonde negli uomini nel testicolo e nel glande del pene, nelle donne - nelle labbra. Ci può essere un aumento della minzione e altri fenomeni disurici.

Un attacco di urolitiasi è solitamente accompagnato da brividi, febbre, leucocitosi, nausea, vomito, ematuria (sangue nelle urine). A volte c'è una scarica indipendente della pietra e raramente un'anuria ostruttiva.

Classificazione delle pietre

I calcoli urinari si formano come conseguenza dei seguenti disturbi metabolici:

  • con iperuricemia (aumento dei livelli di acido urico nel sangue);
  • con iperuricuria (aumento del livello di acido urico nelle urine);
  • con iperossaluria (aumento del livello dei sali di ossalato nelle urine);
  • con ipercalciuria (aumento del livello di sali di calcio nelle urine);
  • con iperfosfaturia (aumento del livello dei sali di fosfato nelle urine);
  • quando si cambia l'acidità delle urine.

Le pietre con ICD possono essere urate, calcio, fosfato, cistina e miste.

Complicazioni di urolitiasi

Le complicanze più frequenti di urolitiasi:

  • Malattie infiammatorie croniche del sistema urinario (cistite, pielonefrite, uretrite).
  • Paranfrite - la formazione di pustole nel parenchima renale o carbonchio del rene, così come la necrosi delle papille renali, che porta allo sviluppo di un processo settico.
  • Pionefrosi: fusione purulenta del rene.
  • Insufficienza renale cronica rapidamente progressiva, nefrosclerosi.
  • L'insufficienza renale acuta è rara quando ostruita dal tratto urinario di un singolo rene o in un processo bilaterale.
  • Anemia.

Urolitiasi: trattamento

Prima di tutto, raccomandiamo il primo trattamento medico di ERBE, che ha un effetto curativo sui reni e sul sistema urogenitale nel suo complesso.

Nel trattamento della urolitiasi vengono utilizzati metodi sia conservativi che chirurgici. A volte con questa patologia, i metodi di terapia popolare sono molto efficaci.

I punti principali nel trattamento della urolitiasi sono la rimozione dei calcoli renali e la correzione dei disturbi metabolici. Con una dimensione della pietra fino a 0,5 cm, vengono utilizzati farmaci speciali con proprietà litotropiche, se la pietra è più grande, ricorrono alla litotripsia ad ultrasuoni o alla chirurgia.

Dieta per calcoli renali

La dieta con ICD dipende dalla composizione chimica della pietra, ma ha anche una serie di raccomandazioni generali, come ad esempio:

  • Bere regime: almeno 2 litri di liquido devono essere bevuti al giorno;
  • Consumo di alimenti ricchi di fibre.

Quando i calcoli di urati nella dieta dovrebbero limitare il consumo di carne in affumicato e fritto, così come sotto forma di brodo, cioccolato, legumi (fagioli e piselli), cacao e caffè. Dovrebbe completamente abbandonare i piatti speziati e l'alcol.

Quando i calcoli di calcio dovrebbero limitare l'assunzione di prodotti a base di acido lattico, ricotta, formaggio, fragole, carote, lattuga, acetosa, ribes nero, caffè, cacao. Assicurati di assumere vitamina B6 tre volte al giorno a 0,02 grammi durante i pasti durante il mese.

Quando le pietre fosfatiche limitano il consumo di tutti i prodotti caseari, così come uova, frutta e verdura. Si consiglia di mangiare più pesce, carne e piatti a base di farina.

Quando i calcoli di cistina devono consumare 3 litri di liquidi al giorno, limitando l'assunzione di sale.

Trattamento di urolitiasi: farmaci

Analgesici e antispastici (analgin, no-spa, baralgin, ketarol) sono prescritti per il sollievo dal dolore. A volte un attacco doloroso è così pronunciato che viene rimosso solo dall'introduzione di analgesici narcotici.

I farmaci per l'urolitiasi sono anche prescritti tenendo conto della composizione chimica della pietra.

  • Nel trattamento delle pietre di acido urico, il corso del trattamento è di solito un mese. Tali farmaci come allopurinolo e blemarin sono prescritti.
  • Nel trattamento di calcoli di ossalato di calcio, sono prescritti ipotiazide, ossido di magnesio o acido aspartico, vitamina B6 e blemarina.
  • Nel trattamento di calcoli di fosfato di calcio, vengono spesso prescritte terapia antibatterica, ipotirozide, acido ascorbico di magnesio, acido borico, metionina e rimedi erboristici.
  • Nel trattamento delle pietre di cistina vengono utilizzati acido ascorbico, penicillamina e blemen.

Gli antibiotici per l'urolitiasi sono prescritti in presenza di un processo infiammatorio, a seconda dei risultati della coltura delle urine.

Come trattare l'urolitiasi senza chirurgia

Metodi per rimuovere il calcolo (pietra):

  • litolisi medicinale con preparati speciali;
  • rimozione strumentale di pietre discese nell'uretere;
  • rimozione percutanea di pietre mediante estrazione (litolapoxia) o litotripsia da contatto;
  • contatto ureterolitotripsia, ureterolitolapossia;
  • litotrissia remota (DLT);

Tutti questi metodi sono minimamente invasivi e meno traumatici e sono stati utilizzati con successo per distruggere e rimuovere le pietre dal tratto urinario.

Trattamento chirurgico dell'ICD

Un'indicazione per rimuovere chirurgicamente una pietra è la dimensione di una pietra che è più grande di 5 cm o che la pietra è penetrata nell'uretere. Le operazioni aperte vengono eseguite raramente oggi. L'operazione consiste in due fasi: schiacciare la pietra e rimuoverla ed è molto traumatica.

Trattamento dei rimedi popolari di urolitiasi

Molti pazienti con buoni risultati usano le erbe per l'urolitiasi.

L'applicazione della collezione Yordanov aiuta molto: mescolano parti uguali di foglie di ortica e menta, rizomi di calamo, erba di equiseto, fiori di sambuco nero e frutti di ginepro e bacche di rosa canina, due cucchiai della raccolta vengono preparati con 1 litro di acqua bollente, assumere 50 ml alla volta di mangiare 2-3 volte al giorno.

Le erbe diuretiche per l'urolitiasi sono utilizzate per rimuovere piccole pietre dai reni:

  • Con fosfati e calcoli di calcio, viene prescritta una collezione di erbe: colorante, prezzemolo, mirtillo rosso, ruta, tutsan, uva ursina, bardana, calamo.
  • Per le pietre di acido urico si consigliano foglie di betulla, fragole e mirtilli rossi, semi di aneto, frutti di prezzemolo e equiseto.
  • Quando le pietre ossalate prendono i semi di aneto, poligono, fragole, equiseto, menta piperita e stimmi di mais.

L'infuso viene preparato da 2 a 3 erbe: 2 cucchiai di raccolta delle erbe vengono cotte a vapore con un litro di acqua bollente e infuse per 2-3 ore. Lo strumento viene preso tre volte al giorno, 20 ml per 2-3 settimane.

Video interessante su urolitiasi, sintomi e trattamento dell'ICB

Nelle farmacie, è possibile acquistare combinazioni di preparati a base di erbe: cisto, cistite, fitolisi e fuoriuscite.

Trattamento termale per urolitiasi

Il trattamento termale è raccomandato per l'ICD dopo il trattamento della malattia, ad es. nel "periodo freddo" (dopo la rimozione della pietra o la sua rimozione indipendente).

L'acqua minerale per l'urolitiasi è raccomandata a seconda della composizione chimica della pietra. I pazienti che soffrono di urolitiasi di acido urico o ossalato di calcio sono consigliati di essere trattati in sanatori con acque alcaline leggermente mineralizzate: Zheleznovodsk ("Slavyanovskaya"), Pyatigorsk, Kislovodsk (Narzan), Yessentuki (Essentuki n. 4, 17).

antibiotici

Se un paziente ha formazioni di pietra derivanti dall'azione della microflora patogena - Escherichia coli, infezioni coccaliche, si raccomanda di includere gli antibiotici nel piano di trattamento. Nelle prime fasi della malattia, sono indispensabili per la loro capacità di penetrare direttamente nella fonte dell'infezione e accumularsi in essa nella concentrazione necessaria per liberarsi completamente della microflora aliena. Hanno anche trovato ampio uso prima e dopo l'intervento chirurgico. I miei pazienti usano un mezzo collaudato con il quale puoi liberarti dei problemi urologici in 2 settimane senza molto sforzo.

L'elenco degli antibiotici utilizzati è ampio e include:

  • fluorochinoloni
  • aminoglicosidi
  • cefalosparine (III generazione)
  • carbapenemi.

Spesso l'antibiotico è combinato con i FANS per la distruzione rapida e completa dell'infezione; l'uso di farmaci battericidi e batteriostatici allo stesso tempo è severamente proibito.

Non puoi prendere droghe senza consultare un medico. Solo uno specialista può valutare il quadro clinico e prescrivere un trattamento adeguato.

L'urolitiasi (ICD) è ancora una delle più comuni malattie urologiche. L'incidenza dell'ICD per regione varia dal 25,5% al ​​41,5% e i pazienti con varie forme di questa patologia occupano il 35-50% della capacità del letto degli ospedali urologici. Secondo molti autori, questa malattia come manifestazione di disordini metabolici tenderà ad aumentare a causa del deterioramento della situazione ecologica.

Perché e perché?

Al momento, non esiste un singolo concetto di patogenesi dell'ICD, dal momento che il suo sviluppo è influenzato dalla condizione di molti organi e sistemi corporei - sia patologia congenita e acquisita, sia da condizioni socio-economiche povere, inquinamento ambientale, ecc., E quindi un certo numero di autori attribuisce questa malattia alle cosiddette malattie della civiltà. Le idee moderne sul processo eziopatogenetico della formazione di pietre sono presentate nel diagramma.

I fattori climatici e biogeochimici (questi ultimi includono cloruri, solfati, pesticidi in acqua e alimenti) hanno un effetto tossico o indiretto diretto sull'organismo umano, causando disturbi metabolici nei mezzi biologici e infine portano alla comparsa di tubulopatie che si manifestano come purine compromessa, ossalide scambi di acido e fosforo-calcio. L'aumento delle concentrazioni di fattori che determinano la formazione di calcoli nel siero e nelle urine porta alla cristalluria, che con la mancanza di sostanze che mantengono la stabilità colloidale delle urine e contribuisce al mantenimento dei sali in soluzione, così come i cambiamenti del pH delle urine porta all'adesione dei cristalli e quindi alla formazione di microliti, che è innescare la formazione di calcoli Queste sostanze includono solubilizzanti (acido ippurico, xantina, sodio cloruro, citrati, magnesio), nonché inibitori di cristallizzazione (pirofosfato inorganico, zinco, manganese, ioni cobalto), la cui concentrazione nelle urine dei pazienti con ICD è solitamente ridotta. Nella pielonefrite cronica, il ruolo principale nella formazione di calcoli è svolto dai prodotti metabolici di un certo numero di microbi (fenoli, cresoli e acidi grassi volatili), che violano anche lo stato metastabile di sali in una soluzione sovrasatura. Diverse anomalie dei reni, violazioni dell'urodinamica delle alte vie urinarie, microcircolazione e altre patologie giocano un ruolo importante nella formazione delle pietre.

Le pietre urinarie, a seconda del tipo di disordini metabolici o della presenza di infezione, possono essere di diversa composizione chimica: alcune hanno una struttura monostrutturale, ma sono più comuni le pietre polmineral o miste. La conoscenza della struttura della pietra gioca un ruolo importante nella scelta dei metodi di trattamento e prevenzione. Attualmente, gli urologi di tutto il mondo hanno riconosciuto la classificazione mineralogica dei calcoli urinari.

Dispone di ICD diagnostico

La diagnosi di ICD si basa principalmente sui reclami del paziente, di cui i più importanti sono attacchi di colica renale, specialmente ripetuti. Nel periodo tra gli attacchi ci sono dolori sordi nella regione lombare, lo scarico di pietre, ematuria, che di solito si verifica dopo l'esercizio.

Metodi generali di ricerca clinica in grado di rilevare i segni del rene e lesioni del tratto urinario (sintomo positivo Pasternatskogo, tenerezza nella zona dei reni o lungo l'uretere, un rene palpabile).

Nell'analisi di sangue, prelevati durante coliche renali o pielonefrite complicanti MKB rilevato leucocitosi, spostamento leucociti lasciato granularità tossico dei neutrofili, aumento della VES.

Una piccola quantità di proteine, singoli cilindri, eritrociti freschi e cristalli di sale si trovano nelle urine, e nella pielonefrite si trova la leucocituria.

L'esame radiografico occupa un posto di primo piano nel riconoscimento delle pietre nel rene o nell'uretere. Il metodo più comune è l'urografia di recensione. Con il suo aiuto, puoi determinare la dimensione, la forma della pietra e la sua localizzazione. Se necessario, nel caso di una pietra di corallo o dubbi sul coinvolgimento dell'ombra nel tratto urinario, scattare le foto con due proiezioni. L'urogramma del sondaggio dovrebbe coprire l'intera area dei reni e delle vie urinarie su entrambi i lati.

Ma non tutte le rocce offrono ombra nell'immagine panoramica, e in alcuni casi l'ombra del sospetto calcolo, possono appartenere a calcoli biliari, corpo estraneo, linfonodi calcificate, etc. La proiezione pelvico spesso visto ombra rotonda - flebolity come la pietra. Dopo la revisione urography effettuato urografia, che consente di specificare se un'ombra riguarda un tratto urinario, nonché per determinare lo stato anatomo-funzionale dei reni e la localizzazione concrezioni (nel bacino, uretere). Quando pietra roentgen su uno sfondo agente di contrasto a raggi X può essere visto riempimento dei difetti corrispondente concrezioni. Come regola generale, escretore minzionale dà un quadro completo della funzione escretoria del rene, ma dopo un attacco di coliche renali del rene è in uno stato di blocco e l'isolamento di una sostanza radiopaca sul lato interessato può mancare. Quando studio la funzione renale di grande aiuto per avere metodi isotopici.

Un posto specifico nella diagnosi di ICD è un'ecografia dei reni e della vescica. Un sintomo indiretto a favore della presenza di una pietra del tratto urinario superiore può essere l'espansione del sistema pelvico renale.

pielografia retrograda con una sostanza liquida o radiopaco ossigeno (pnevmopielografiyu) effettuata solo nel caso in cui ci sono dubbi sulla diagnosi o ombra pietra non è visibile, è generalmente il caso con la pietra roentgen.

Nella diagnosi differenziale è molto importante non perdere appendicite acuta, colecistite acuta, ulcera perforata, occlusione intestinale acuta, pancreatite acuta, gravidanza ectopica e un certo numero di altre malattie.

Tutti i mezzi sono buoni...

Negli ultimi 10 anni, in connessione con l'introduzione diffusa nella pratica urologica delle moderne tecnologie per la rimozione di calcoli dai reni e dalle vie urinarie, le tattiche e la strategia di cura di questa malattia sono cambiate significativamente. Va sottolineato che l'ICD è una patologia chirurgica e che solo nel 5% dei pazienti (i loro calcoli consistono di sali di acido urico) i metodi conservativi, in particolare la litolisi, sono efficaci. Il più diffuso (in quasi l'85% dei casi) è l'uso della litotrissia remota ad onde d'urto (DLT), che si distingue per il trauma più piccolo.

Come già menzionato, la DLT ha giustamente assunto un ruolo guida nel trattamento dei calcoli renali e dell'uretere. Questo metodo semplice, a basso impatto e conveniente per il trattamento delle pietre è il metodo di scelta insieme alla chirurgia endoscopica e aperta. L'uso di DLT è particolarmente efficace con pietre relativamente piccole (fino a 2 cm) e le funzioni salvate del rene interessato. Un esame clinico ben definito della popolazione e l'uso di questo metodo di trattamento possono contare su una significativa riduzione delle forme gravi di ICD, complicate da urosepsi e insufficienza renale, che sono la principale causa di morte nei pazienti con questa malattia.

Oggi è sicuro dire che la DLT è ampiamente implementata nella pratica urologica clinica.

Allo stesso tempo, sono stati sviluppati e continuano a essere sviluppati nuovi metodi operativi, che nella maggior parte dei casi consentono di evitare la chirurgia aperta e ottenere il risultato desiderato con meno rischi per il paziente. Questi includono varie operazioni endourological. Il criterio principale per scegliere il metodo di distruzione della pietra endoscopica è la dimensione, la forma, la posizione e la durata della pietra nell'uretere. Attualmente, le indicazioni per il trattamento dell'ICD vengono ampliate con un laser.

Possibilità di farmacoterapia ICD

Dato che ogni operazione di rimuovere la pietra, essenzialmente un trattamento sintomatico, va osservato l'aumento del ruolo delle varie terapie conservative ICD (medicinali, fisiologici, balneoterapia e fitoterapia) finalizzate alla correzione dei disturbi metabolici e prevenzione delle ricadute di formazione di calcoli.

Nella nostra pratica usiamo comunemente in erboristeria, contribuisce a migliorare l'urodinamica nel tratto urinario superiore e più rapida di scarico di pietre o frammenti e sabbia dopo la loro distruzione da un DLT. Si preferiscono un facile da usare droghe officinali (avisan, olimetin, Marelin, phytol, tsiston, Phytolysinum, nieron, urofluks, Ural Cystenalum, rovatineks, kedzhibelling et al.), Alcuni dei quali aumentano la concentrazione di colloide protettivo nelle urine.

In colica renale, calcoli ureterali causato mostrando analgesici e spasmolytics (Baralginum, maksigan, TRIGAN et al.), O iniezione intramuscolare di diclofenac (Voltaren, diklorana et al.). Spesso assegnare e il cosiddetto mix litica contenente promedol o tramadol narcotici analgesici pentazocina (Fortran), butorfanolo (moradol) (Tramal) e altri.

Recenti studi hanno dimostrato che in questi casi, soprattutto in colica renale, che si verificano nei primi giorni dopo ESWL, si consiglia di nominare un farmaci non specifici anti-infiammatori (indometacina, diclofenac, piroxicam, e altri.) e la terapia antiossidante con farmaci come Essentiale, phospholipo, Lipostabil, vitamine E e A.

Quando la disponibilità pielonefrite diffusa anche preparazioni miglioramento microcircolo (pentossifillina e suoi analoghi Trentalum, agapurin, pentilin, relofekt et al.), Disaggregants (Curantylum, Persantin), calcio-antagonisti (verapamil et al.), In combinazione con agenti antibatterici (antibiotici, sulfamidici e la cosiddetta uroseptiki).

La terapia antibiotica è prescritto dopo un'urinocoltura sulla microflora, determinare il grado di batteriuria e sensibilità agli antibiotici. Con un po 'di batteriuria abbastanza per tenere corsi di terapia antibiotica, tenendo conto della sensibilità della microflora con conseguente cultura del controllo delle urine. Molto spesso in questi casi è somministrato oralmente preparazioni serie nitrofurani (furagin, furadonin, furazolidone), acido nalidixico (nevigramon, neri) acido oksolinievoy (gramurin, dioksatsin) acido pipemidievoy (Palin, pimidel) nitrokosolina, norfloxacina (nolitsin, norfloks e et al.). È anche possibile scopo e sulfamidici, che sono sufficientemente concentrate nelle urine: (. Biseptolum, Bactrim, Septrin et al) etazol, urosulfan, cotrimossazolo.

Quando più processo infiammatorio nel rene richiede l'uso di antibiotici. In questi casi, i patogeni sono microrganismi generalmente Gram-negativi dal gruppo di enterobatteri e Enterococcus o stafilococco. È pertanto consigliabile assegnazione antibiotici ad ampio spettro del gruppo amminico e karboksipenitsillinov (ampicillina, oxacillina, ampioks, carbenicillina, ticarcillina), farmaci combinati (ampicillina in combinazione con amoxicillina sulbactam sodico o ticarcillina in combinazione con acido clavulanico o suoi sali).

Un penicilline semisintetiche alternative alle cefalosporine questi casi sono la prima e la seconda generazione, che hanno anche un ampio spettro di azione: cefalexina, cefadroxil, cefradina, cefaclor, applicato per os; cefalotina, cefaloridina, cefazolina, cefuroxima, cefamandolo, cefotaxime, cefotetan, cefmetazolo per la somministrazione parenterale. Poiché molti farmaci sono assunti per via orale, il trattamento può essere eseguito su base ambulatoriale.

Tuttavia, in una grave pielonefrite, causata ceppi multiresistenti di microrganismi (i cosiddetti ceppi nosocomiali), antibatterico (preoperatoria) la terapia deve essere intrapresa in un ambiente ospedaliero, spesso sullo sfondo del rene interessato drenaggio interno dello stent. In tali casi, gli antibiotici del amminoglicoside (sisomicina, gentamicina, tobramicina, netilmicina, amikacina); cefalosporine di terza e quarta generazione (ceftriaxone, ceftizoxima, ceftazidime, cefpirome); antibiotici beta-lattamici (aztreonam, imipenem in combinazione con cilastatina, meropenem); fluorochinoloni (ofloxacina, ciprofloxacina, enoxacina, pefloxacina, fleroxacina, lomefloxacina, ecc). Naturalmente, gli antibiotici summenzionati sono il trattamento del secondo stadio e sono nominati nei casi più gravi di infezione o quando i primi farmaci pubblicitari non danno il risultato desiderato.

Va notato che la completa eliminazione dell'infezione da ICD, soprattutto se la pietra viola l'urodinamica, è quasi impossibile, e quindi la terapia antibiotica è prescritta prima e dopo l'operazione, specialmente dopo la DLT.

Prevenzione ed esame clinico

Dopo aver rimosso la pietra, i pazienti per 5 anni necessitano di monitoraggio e trattamento costanti presso l'urologo del policlinico, che ha un effetto positivo sull'esito della malattia (vedi diagramma). Terapia conservativa finalizzata all'eliminazione delle infezioni e alla correzione dei disturbi metabolici. Tutti i farmaci sono prescritti sullo sfondo di un appropriato regime di bere, dieta, attività fisica e procedure fisioterapeutiche.

Dopo l'eliminazione dell'infezione del tratto urinario, il trattamento deve essere mirato a prevenire il ripetersi della formazione di calcoli. A questo scopo, l'uso di allopurinolo, benzbromarone (con un aumento del livello di acido urico nel sangue), così come le miscele di citrato (uralit-U, blemarina, ecc.). Le miscele di citrato si sono dimostrate efficaci in presenza di urati - il loro trattamento per 2-3 mesi porta spesso alla completa dissoluzione delle pietre.

Nel trattamento profilattico della litiasi di ossalato, l'ossalite C della droga, così come le vitamine B1, B6 e l'ossido di magnesio, che è un inibitore della cristallizzazione dell'ossalato di calcio, si è dimostrato efficace. Nell'ipercalciuria renale, l'ipotiazide è efficace in combinazione con farmaci contenenti potassio (panangina, orotato di potassio). Per la regolazione del metabolismo del fosforo e del calcio, viene prescritto xyphon - il primo farmaco domestico del gruppo dei difosfonati.

Il complesso di misure volte a prevenire il ripetersi della malattia comprende anche il trattamento di un sanatorio-resort (Truskavets, Svalyava, ecc.).

Preparati per il trattamento delle pietre, dolore e infiammazione dei reni: una lista di farmaci

In caso di malattie renali, è possibile selezionare solo farmaci insieme a un medico. Sulla base dei risultati di test, sintomi e reclami del paziente, l'urologo fa una diagnosi. E solo dopo si può acquistare una medicina che aiuta con l'infiammazione dei reni o della urolitiasi, che ha colpito il sistema renale.

Come trattare la colica renale?

Perché il dolore ai reni? Sensazioni spiacevoli possono provocare infiammazione, ritenzione urinaria. Ma la causa più comune del dolore è il movimento della pietra lungo i dotti renali (colica renale). Il calcolo, che avanza, ferisce la membrana mucosa, causando infiammazione, alterata secrezione di liquidi e irritazione dei recettori del dolore.

I farmaci antidolorifici sono divisi in tre grandi gruppi:

antispastici

Questi farmaci aiutano ad alleviare lo spasmo dei muscoli lisci e facilitano il passaggio di calcoli o sabbia attraverso i dotti. Inoltre, gli antispastici sono necessari se i dotti sono bloccati a causa dello spasmo e l'urina non esce, ristagna nei reni o nella vescica. La ritenzione urinaria acuta può portare a un'intensa infiammazione e avvelenamento del corpo.

Per ripristinare la pervietà dei condotti dovrebbe prendere farmaci:

Questi sono farmaci mirati che agiscono in modo rilassante. A volte lo spasmo si allontana e il dolore rimane. Per ottenere il massimo effetto analgesico, l'urologo può raccomandare al paziente di prendere un antispastico con un analgesico o semplicemente bere il farmaco combinato.

analgesici

L'azione di questi farmaci è finalizzata alla produzione di prostaglandine - cellule che provocano dolore. Analgesici "puri":

Preparati di combinazione contenenti sia analgesico che antispasmodico:

In caso di colica renale, è meglio assumere un farmaco combinato, poiché un antispasmodico aiuterà a rimuovere la causa del dolore - uno spasmo e l'analgesico placherà la risposta dei recettori del dolore.

Farmaci antiinfiammatori non steroidei

Il medico, che offre la medicina del paziente per il dolore ai reni, può raccomandare un agente antinfiammatorio non steroideo per coliche renali, pielonefrite o infezioni del tratto urinario. I farmaci non steroidei (non ormonali) riducono l'infiammazione con la stessa efficacia dei glucocorticosteroidi, ma non si accumulano nel corpo e non provocano una risposta immunitaria.

Quando il dolore nei reni dovrebbe essere preso:

Questi farmaci hanno anche effetti antipiretici, che è molto utile quando la temperatura aumenta a causa dell'infiammazione. Alcuni pazienti preferiscono applicare i farmaci non steroidei per via topica, sotto forma di unguenti o gel. In caso di dolori ai reni, questo non darà l'effetto anestetico necessario, poiché negli unguenti c'è una debole capacità penetrante, la preparazione non raggiungerà i reni.

Solo con dolori gravi (provocati da un tumore canceroso, il movimento di pietre particolarmente grandi) può essere somministrato a un paziente Fentanil, Codeina. Questi sono analgesici appartenenti al gruppo di droghe che danno assuefazione.

L'eliminazione del processo infiammatorio nei reni

Cos'è l'infiammazione ai reni? Questo termine generale si riferisce a diverse malattie in cui vi è dolore ai reni, infiammazione delle mucose, alterazione della produzione e produzione di urina. Una medicina non può curare tali malattie, quindi l'urologo prescrive diversi farmaci contemporaneamente, la cui azione è volta a ridurre il dolore, a eliminare l'edema e ad estinguere un'infezione batterica.

antibiotici

La scelta del farmaco antibatterico dipende dalla gravità del processo infiammatorio nel sistema urinario. Inoltre, prima di prescrivere un farmaco, il tipo di agente patogeno che ha colpito i reni è determinato dal laboratorio. Gli antibiotici sono selezionati in grado di rimuovere rapidamente ed efficacemente l'agente patogeno e prevenirne la diffusione.

Per le infezioni lievi e primarie, gli antibiotici del gruppo della penicillina sono prescritti:

Più spesso, i farmaci sono prescritti in pillole. C'è una bassa efficacia di questi antibiotici per la pielonefrite, quindi al paziente vengono raccomandati farmaci più potenti, una nuova generazione. Gli urologi raccomandano spesso l'assunzione di farmaci antibatterici a base di cefalosporina:

Questi farmaci sono a bassa tossicità, sono costituiti da sostanze naturali e semi-sintetiche. Hanno un'azione batteriostatica ad ampio spettro, possono essere utilizzati per l'immunodeficienza. I pazienti dopo la somministrazione possono manifestare effetti collaterali: aritmia, nausea, eruzione cutanea.

Le infezioni purulente complesse richiedono un trattamento con glicosidi amminici.

Questi farmaci sono prescritti per infezioni secondarie, ri-trattamento. Non è possibile assumere aminoglicosidi da soli, l'overdose di farmaci di questo tipo può portare a insufficienza renale.

Nell'infiammazione acuta dei reni, l'urologo può raccomandare l'assunzione di farmaci a base di fluorochinolo:

  • Ofloxacin.
  • Pefloxacin.
  • Sparfloxacin.
  • Ciprofloxacina.

La preferenza dovrebbe essere data ai nuovi farmaci, una nuova generazione. Danno meno effetti collaterali e hanno un rapido effetto curativo.

uroseptiki

Se i processi infettivi hanno coinvolto i reni e le vie urinarie, un altro tipo di farmaco indicato è l'uroseptico. Possiedono non solo un'azione batteriostatica, ma anche antisettica.

Inoltre, l'uroseptic può essere un rimedio per la sabbia nei reni, in quanto non solo aiuta a ridurre le manifestazioni negative dei batteri patogeni, ma può anche ridurre gonfiore, infiammazione e accelerare la pulizia delle vie urinarie. Il più spesso, i pazienti sono offerti a prendere nitrofurans (Furadonin, Furagin). Questi sono i farmaci più semplici prodotti per un lungo periodo di tempo. Può essere usato sia per la prevenzione che per il trattamento.

La nitroxalina è più efficace. È adatto a pazienti affetti da infiammazione dei reni, complicata da adenoma prostatico o infezioni genitali. Può essere utilizzato dopo l'intervento chirurgico sul sistema urogenitale, per prevenire lo sviluppo di infezioni dopo il posizionamento del catetere o il restringimento dell'uretra.

Droga di nuova generazione - Nolitsin. Utilizzato per il trattamento di infezioni acute e croniche dei reni, malattie semplici e complesse del sistema urogenitale, accompagnate da infiammazione dei dotti renali. Viene anche usato per prevenire la sepsi dopo aver rimosso le pietre dai reni o eliminato le formazioni cistiche.

Preparativi per ripristinare la funzionalità dei reni

Per migliorare il funzionamento dei reni dopo la malattia, i pazienti devono assumere farmaci speciali che hanno un effetto benefico sul recupero della mucosa, la produzione di urina, l'eliminazione delle tossine. Gli urologi raccomandano un trattamento riabilitativo completo:

  1. Kanefron. Il farmaco, composto da ingredienti naturali. Nominato nel periodo in cui viene rimossa la esacerbazione delle infezioni. Aiuta a eliminare il processo infiammatorio residuo, rimuovere le tossine, i patogeni.
  2. Pimidel, urotractin. È prescritto per il trattamento delle malattie renali causate dall'infiammazione della prostata.
  3. Vitamina B. Aiuta a ripristinare la normale escrezione delle urine, stimola la rigenerazione delle cellule della membrana mucosa dei reni e dei nefroni.
  4. Acido ascorbico È necessario mantenere la funzionalità renale, la produzione di urina e proteggere dalle malattie ricorrenti.
  5. Preparati di calcio Aiutano a pulire il sangue dalle tossine, stabilizzano il metabolismo e accelerano il recupero del paziente.

In caso di tumori del sistema renale, i citostatici sono necessariamente prescritti (Ciclofosfamide, Azatioprina). La loro azione è volta a riscattare la risposta immunitaria del corpo, ripristinando la leucocitosi normale.

Un mezzo per dissolvere i calcoli

Il problema più comune che si verifica nei pazienti affetti da dolore ai reni è la comparsa di calcoli nei dotti renali. Se le pietre sono piccole, possono essere rimosse dai farmaci, l'urologo può raccomandare un medicinale per sciogliere i calcoli renali. È necessario selezionare il farmaco in base al tipo di pietre che si trovano, tenendo conto della loro dimensione e posizione.

  1. Madder red (estratto). Le compresse vengono prese se si trovano pietre fosfatiche in un paziente. Il farmaco non è combinato con Cystone e viene solitamente utilizzato per il trattamento della urolitiasi in fase di remissione. Effetto collaterale - colorazione delle urine di colore rosso, non portando un effetto negativo sul corpo.
  2. Blemaren. Più spesso utilizzato per alcalinizzazione delle urine. Aumentando il pH, gli ossalati e gli urati si dissolvono gradualmente. Un sovradosaggio del farmaco può portare ad un aumento dei calcoli di urina.
  3. Tsiston. Indispensabile per sciogliere le pietre di ossalato. Spesso usato per eliminare altri tipi di pietre. Non cambia l'equilibrio acido-base delle urine.
  4. Purinol. Farmaco usato per dissolvere i calcoli di urato. L'uso in caso di ritenzione urinaria acuta è controindicato.

Un urologo può prescrivere una Panangin malata. Nonostante si ritenga che questo farmaco sia utilizzato per migliorare il sistema cardiovascolare, è anche consentito il suo uso in urologia. La panangina rimuove efficacemente i calcoli di urato e ossalato.

La condizione principale per l'assunzione di medicinali per sciogliere il calcolo è che devono essere presi per un lungo periodo di tempo - almeno tre mesi. Allo stesso tempo, visita regolarmente il medico e controlla lo stato del sistema urogenitale.

Ti consigliamo di leggere:

Cosa può "scacciare" le pietre dai reni?

L'espulsione dei calcoli renali è possibile solo sotto la supervisione di un medico. A volte i diuretici agiscono in modo così efficace che il calcolo inizia rapidamente a muoversi. Allo stesso tempo, graffia la mucosa e può bloccare i dotti. Solo su consiglio di un medico puoi bere diuretici.

  1. Phytolysinum. Pasta medicinale sulle erbe Si scioglie in mezzo bicchiere d'acqua e si beve caldo. Aiuta a eliminare delicatamente il liquido in eccesso, a lavare la sabbia o calcoli renali frantumati.
  2. Urolesan. Gocce o sciroppo su estratti vegetali. Ha un effetto diuretico e coleretico, ha un effetto diuretico e antispasmodico. Aiuta a rimuovere l'urea, i sali in eccesso, le tossine e le frazioni solide dai reni.
  3. Enuran. Rimedio omeopatico per aiutare a normalizzare il sistema urinario. Colpisce i recettori del cervello responsabili dei reni e i recettori nervosi della pelvi mucosa. Aiuta a fermare la minzione involontaria, stabilizza il tono della muscolatura liscia e, a causa di ciò, elimina la ritenzione urinaria.

Non dovresti "prescriverti" un medicinale per calcoli renali o cercare di eliminare l'infiammazione con i bagni caldi. Se un paziente assume un farmaco non sistematico, sopprime il dolore con le pillole, una malattia renale può dare complicazioni, una delle più gravi è l'insufficienza renale. Vuoi sbarazzarti della malattia renale? Vai dal medico e solo dopo aver visitato l'urologo vai in farmacia per i farmaci.