Antibiotici per malattie renali

Cliniche

Lascia un commento 21,937

Le malattie degli organi interni del bacino sono accompagnate da sensazioni spiacevoli nell'addome inferiore. Solo un urologo è in grado di prescrivere antibiotici efficaci per le malattie renali, che aiuteranno efficacemente ogni singolo paziente. Pertanto, se si riscontrano sintomi di infiammazione, non ritardare il viaggio dal medico. Infatti, durante i periodi di raffreddamento stagionale nel corpo, le malattie e i processi infiammatori negli organi pelvici diventano più acuti. Le malattie più comuni considerano:

  • pielonefrite (infiammazione dei reni);
  • cistite (infiammazione della vescica);
  • uretrite (malattia del tratto urinario).

È pericoloso assumere antibiotici per curare le malattie renali?

L'auto-trattamento per questi problemi non è desiderabile, sono in grado di progredire e svilupparsi in forme croniche, o causare ogni sorta di complicazioni nei reni o nella vescica (ad esempio, l'enuresi). Quando vengono rilevati i sintomi caratteristici, vale la pena consultare immediatamente un urologo. Dirige il paziente alla diagnosi e, sulla base dei risultati, scrive un efficace corso di trattamento. Sempre i medici ricorrono all'uso di agenti antibatterici. Nonostante l'effetto negativo degli antibiotici sul corpo (violazione della microflora, insufficienza renale), sono in grado di curare l'infiammazione in breve tempo.

Dopo gli antibiotici, il lavoro della microflora intestinale viene interrotto, quindi, dopo la fine della terapia, gli urologi consigliano di condurre un ciclo di recupero del corpo con probiotici (prodotti a base di componenti vegetali).

Vale la pena notare che gli agenti antibatterici non sono una panacea per il dolore nei reni, per il trattamento con compresse nel complesso. La medicina moderna fornisce una vasta gamma di farmaci dai reni, la cui azione è volta a combattere i sintomi e l'agente patogeno individuale. Per eliminare i sintomi, vengono presi gli spasmolitici, per alleviare l'infiammazione - anti-infiammatori, per abbassare la temperatura - i farmaci antipiretici.

Quali antibiotici per le malattie renali sono più spesso prescritti dai medici? Esistono diversi gruppi di farmaci la cui azione è concentrata sulla soppressione di un particolare batterio. In totale ci sono 6 gruppi:

  • antibiotici del gruppo aminopenicillina;
  • cefalosporine;
  • fluorochinoloni;
  • aminoglikozady;
  • carbamazepina;
  • macrolidi.
Torna al sommario

Gruppi antibiotici noti

Gruppo aminopenicillina

Prima di tutto, i medici si riferiscono al gruppo aminopenicillina. I preparati di questo gruppo eliminano qualitativamente E. coli e enterococchi, che sono spesso gli agenti responsabili dell'infiammazione negli organi del sistema genito-urinario (in particolare cistite e pielonefrite). Efficace nella fase mid-progressiva della malattia. Permesso di nominare donne durante la gravidanza e le madri che allattano, sono leggermente assorbite nel latte. Antibiotici noti: amoxicillina, penicillina, amoxiclav e ampicillina.

Iniezioni di ampicillina

L'ampicillina è disponibile sotto forma di granuli, capsule e polveri. Appartiene al gruppo di aminopenicilline con un ampio spettro di azione. Le iniezioni di ampillicina sono prescritte per le malattie dei reni e della vescica, il farmaco è efficace solo nel caso del decorso della malattia durante la moderata severità, in altri casi è inefficace.

Gruppo di cefalosporine

Questo gruppo è solitamente prescritto per complicazioni. La sostanza di trattamento è l'acido 7-ACC, che impedisce la transizione della forma acuta alla forma purulenta della pielonefrite. I farmaci in questo gruppo sono molto efficaci e il paziente si sentirà meglio in pochi giorni. Sono a bassa tossicità e non rappresentano alcun pericolo per il corpo. La medicina moderna è conosciuta con 4 generazioni di antibiotici di questo gruppo, hanno indicazioni diverse per lo scopo:

  • 1a, 2a generazione è prescritta per trattare un'infezione che causa infiammazione (l'azione è simile all'effetto dei farmaci del gruppo aminopenicillina);
  • La 3a generazione è un farmaco più forte con proprietà farmacocinetiche migliorate; lottando con forme più gravi di malattia;
  • La quarta generazione ha una vasta gamma di azioni e viene utilizzata per i pazienti con il grado più grave di malattia.
Farmaci gruppo cefalosporina prescritti per complicanze.

Il gruppo ha una serie di controindicazioni ed è proibito per i pazienti con insufficienza renale, reazione allergica alla sostanza trattante, così come per le donne in gravidanza e in allattamento. I nomi di noti farmaci: Cefalexina, Cefalotina, Zinnat, Claforan, Tamycin, Supraks, Ceforal, Tsiprolet. Quando le complicazioni prescrivono iniezioni della 2a e 3a generazione - "Cefatoksim", "Cefazolin".

fluorochinoloni

La nuova generazione di farmaci antibatterici:

  • La prima generazione di farmaci prescritti in caso di emergenza, quando esiste una probabilità di morte. Ha una serie di controindicazioni - è altamente sensibile ai componenti del trattamento, insufficienza renale ed epatica, epilessia, aterosclerosi, scarsa circolazione del sangue del cervello, vecchiaia. Sono noti i seguenti farmaci: "Ciprofloxacina", "Cifran", "Fleroxacin", "Ofloxacin", "Pefloxacin".
  • La seconda generazione viene utilizzata per la forma cronica di infiammazione o quando si verifica una transizione verso la forma di esacerbazione. Efficacemente alle prese con gli pneumococchi. Le controindicazioni sono le stesse con la 1a generazione di farmaci. Questi includono "Levofloxacina" e "Sparfloxacina".
Torna al sommario

"Digran" come un noto rappresentante di questo gruppo

La droga più popolare di questo gruppo. Ha ridotto la tossicità ed è efficace contro i batteri gram-positivi. Scaricato nel caso in cui la maggior parte dei farmaci del gruppo di aminoglicosidi, penicilline, cefalosporine siano già prive di potere (è stata sviluppata la resistenza dei batteri alla sostanza trattante).

aminoglicosidi

Scaricato con forme complicate di pielonefrite o nel caso in cui la malattia sia causata dal bacillo pio-purulento (bacilli gram-negativi). Gli aminoglicosidi sono farmaci con un effetto antibatterico locale. Ammissione vietata durante la gravidanza, insufficienza renale. Dopo aver usato questi antibiotici, ci sono problemi di udito e lo sviluppo di insufficienza renale. Questo gruppo include i seguenti nomi: "Amikacin", "Gentamicin", "Tobramycin", "Sizomycin" (l'Amikatsin è considerato il più comune).

carbamazepina

I farmaci ad ampio spettro, le loro sostanze curative fanno fronte attivamente a molti tipi di batteri (anche con microrganismi anaerobici). È prescritto per forme generalizzate con complicanze (la sconfitta di diversi organi da parte di batteri). Rack in relazione agli enzimi renali. Farmaci noti: Imipenem, Meropenem.

macrolidi

Agire efficacemente contro un gran numero di batteri gram-negativi e gram-positivi. Bassa tossicità e secondo il metodo di azione sui batteri sono simili alle penicilline. Spesso Sumamed (Azithromycin), Vilparen (Josamycin), Erythromycin, Eracin, Azithromycin, Kitamycin, Spiramicina, Roxithromycin, Midecamycin, Clacid, Oleandomicina, Oleetrina, Tetraoleana.

"Sumamed" o "Azithromycin"

Questo è un nuovo macrolide. È necessario assegnarlo a causa della capacità di raggiungere rapidamente il luogo infetto, grazie al quale il trattamento procede più velocemente. Questa capacità è condizionata dal fatto che dopo aver preso la sostanza curativa è ben assorbita nelle pareti del tratto gastrointestinale, viene rapidamente distribuita nei tessuti, penetra nelle cellule e si accumula nei leucociti (che contribuisce alla sua rapida penetrazione nel centro dell'infiammazione).

5 farmaci più famosi

Separatamente, seleziona l'elenco dei 5 farmaci più usati che trattano con successo le infiammazioni degli organi pelvici. Per molti anni, sono stati efficacemente usati in casi di cistite, pielonefrite, uretrite:

  • "Levofloxacina";
  • "Ciprofloxacina";
  • "Pefloksatsina";
  • "Ampicillina";
  • "Cefalotina".

"Ciprofloxacina" è un farmaco antibatterico ad ampio spettro del gruppo fluorochinolone di prima generazione. Assegnare per ricevere per via orale (somministrazione orale) o per via endovenosa. Il dosaggio è prescritto singolarmente (di solito 250 g 2 volte al giorno per via orale, fino a 400 g per via endovenosa). Controindicato in presenza di epilessia, insufficienza renale e altri disturbi gravi.

"Pefloxacina" è un farmaco antimicrobico del gruppo dei fluorochinoloni di prima generazione. Il dosaggio del farmaco è prescritto singolarmente a seconda della posizione dell'infiammazione e della gravità della malattia. Poiché la sostanza trattante ha un sapore amaro, si consiglia di prenderlo a stomaco vuoto, senza masticarlo, inghiottendolo con abbondante acqua.

"Levofloxacina" è una medicina dello stesso gruppo di fluorochinoloni, solo la 2a generazione. La forma di rilascio sotto forma di compresse e iniezioni (colpi). Il medico prescrive una dose di 200-700 mg, a seconda della gravità della forma della malattia. Gli effetti collaterali sono vertigini, diarrea, la probabilità di sviluppare candidosi. Controindicato nei pazienti con intolleranza ai componenti e in gravidanza.

"Cefalotina" - il nome del gruppo di cefalosporine farmaco. È prescritto per la pielonefrite, poiché la sostanza trattante combatte attivamente contro l'agente infettivo (E. coli, Klebsiella, enterococco). Per iniezioni "Cefalotina" ha prescritto un dosaggio fino a 2 g ogni 6 ore. Forse la nomina del farmaco in donne in gravidanza e insufficienza renale (piccole dosi).

Farmaci e antibiotici per l'urolitiasi

I processi patologici nei reni sono sempre più diagnosticati con l'età. È molto importante quando compaiono i primi sintomi di urolitiasi, per rivolgersi a un urologo, che sarà in grado di scegliere i farmaci giusti per il trattamento di urolitiasi. Con l'aiuto della terapia farmacologica è possibile prevenire le pericolose conseguenze e le complicanze della malattia.

I nostri lettori raccomandano

Il nostro lettore regolare si è liberato dei problemi renali con un metodo efficace. Ha controllato su se stessa - il risultato è al 100% - completo sollievo dal dolore e problemi con la minzione. Questo è un rimedio naturale alle erbe. Abbiamo controllato il metodo e abbiamo deciso di consigliarlo a te. Il risultato è veloce. METODO EFFICACE.

Informazioni generali

Gli urologi hanno identificato le patologie infettive e non infettive dei reni. I processi di natura infettiva si sviluppano a seguito dell'introduzione di agenti infettivi in ​​modo ascendente, sono il risultato di cistite, uretrite e altre malattie. Possono anche svilupparsi a seguito di infezioni in altri organi, mentre si spostano nei reni insieme al flusso sanguigno. Più spesso la donna soffre di tali malattie, l'uomo viene principalmente diagnosticato con complicanze e un grave decorso della tubercolosi.

I farmaci per l'urolitiasi sono selezionati in base alla fonte di infezione e al tipo di patogeno, alla durata del processo patologico e alla gravità dei sintomi.

I principali obiettivi degli effetti terapeutici sono:

  • liberarsi della causa della malattia - eliminazione del processo infiammatorio, dissoluzione e rimozione di sabbia e pietre;
  • eliminazione delle manifestazioni cliniche in modo che il rene riprenda le sue funzioni;
  • prevenzione dell'insorgenza di malattie in futuro (terapia immuno-rinforzante, terapia vitaminica).

antibiotici

Un antibiotico per l'urolitiasi è necessario per ottenere la massima efficacia dagli effetti terapeutici. Gli antibiotici usati nel trattamento dovrebbero avere le seguenti proprietà:

  • attività antimicrobica contro i patogeni;
  • eliminazione degli ostacoli nella resistenza dei microbi;
  • creazione di componenti attivi nelle urine e nei liquidi sanguigni.

I farmaci antibatterici utilizzati in terapia sono suddivisi in diverse categorie principali. Sono prescritti dagli urologi, dato il fattore scatenante nello sviluppo della malattia, la fase del suo sviluppo. La categoria dei fluorochinoloni è rappresentata dai seguenti agenti: Ciprofloxacina, Levofloxacina, Maxifloxacina. Un'altra categoria di farmaci sono i sulfamidici: biseptolo, sulfadimezina. Il gruppo di nitrofurani include: Furadonin, Furamag. Aminopenicilline includono: Ampicillina, Amoxiclav.
Attualmente, gli urologi hanno meno probabilità di essere prescritti aminopenicilline, nitrofurani e tetracicline, poiché gli agenti patogeni formano rapidamente resistenza a loro. Tutti i dosaggi e la durata del corso della terapia sono prescritti solo dal medico curante, data la gravità della malattia e la gravità dei sintomi. L'uso prolungato dell'antibiotico può causare resistenza agli agenti patogeni.

Droghe che dissolvono la pietra

L'urolitiasi viene anche trattata con l'aiuto di farmaci per la dissoluzione dei calcoli nei reni. Questi farmaci - citrati, riducono l'acidità delle urine. Se un alto livello di equilibrio acido-base nel corpo per lungo tempo, aiuta le pietre a dissolversi gradualmente. La durata del trattamento è dovuta al diametro delle pietre, in media la terapia dura almeno tre mesi (in alcuni casi fino a sette mesi).

antispasmodico

Al fine di curare i reni dalla urolitiasi, vengono utilizzati anche farmaci miotropici o neurotropi. Con il loro aiuto, viene eseguito un effetto rilassante sulla muscolatura liscia dei canali urinari, sullo sfondo del quale viene ripristinata la loro funzione. Gli antispastici sono anche usati se la colica renale peggiora. Con l'aiuto di farmaci antispasmodici si ottengono i seguenti risultati:

  • migliorare la microcircolazione del fluido ematico, poiché i vasi si dilatano dopo l'uso di droghe;
  • rimuovere il gonfiore nascosto dai tessuti;
  • per espandere il lume delle vie urinarie, in modo che le pietre vengano rimosse rapidamente e senza dolore.

I farmaci neurotropi prevengono lo spasmo muscolare liscio e le sensazioni spiacevoli, poiché sopprimono gli impulsi nervosi che stimolano la contrazione del tessuto muscolare liscio. Questi farmaci comprendono: Platifillina, Scopolamina.

I farmaci miotropici hanno un effetto rilassante sulle fibre muscolari, a causa di ciò, lo spasmo viene rimosso. L'effetto di tali farmaci in media non dura più di tre ore, quindi vengono prescritti due o tre volte al giorno. I farmaci più comuni in questa categoria sono: No-spa, Papaverine, Eufillin, Dibazol. L'urolitiasi viene spesso trattata con No-shpy, è un farmaco sicuro per il corpo, agisce rapidamente. Per gli urologi, i farmaci miotropici per l'urolitiasi acuta vengono prescritti sotto forma di contagocce per somministrazione endovenosa al mattino e alla sera, quindi si intorpidiscono rapidamente.
Efficace è la droga, il cui nome è Tamsulosina. Riduce il tono muscolare, migliora la funzione del detrusore. È prescritto una volta al giorno. Non può essere usato per gravi malattie del fegato e in presenza di malattia ipertensiva. Quando la colica renale, che è accompagnata da urolitiasi, vengono utilizzati analgesici-antispastici: Maksigan, Spazmalgon, Trigan. Ha nominato una compressa due volte al giorno.

Droghe diuretiche

Il farmaco diuretico è necessario per ripristinare la normale funzionalità epatica, per rimuovere i patogeni più velocemente, per rimuovere i calcoli durante l'esacerbazione della urolitiasi. I diuretici differiscono nel principio di azione. I più comuni sono: Furosemide, Torasemide, Diuver. Ma più spesso, gli urologi preferiscono prescrivere diuretici di origine vegetale. Le piante medicinali sono miti, sono sicure, non ci sono reazioni avverse. Più spesso nella loro composizione contengono: uva ursina, seta di mais, boccioli di betulla.
I preparati a base di erbe con le erbe elencate non solo hanno proprietà diuretiche, ma sono anche antisettici. Vengono prescritti corsi per 14 giorni, dopo di che fanno una pausa in un mese e lo riprendono. Un leggero effetto diuretico ha un tè ai reni.

antidolorifici

Gli analgesici, che sono usati per curare l'urolitiasi, appartengono alla categoria degli acidi alcanoici o al gruppo di farmaci antinfiammatori non steroidei. Allevia il dolore, elimina l'infiammazione. I farmaci antinfiammatori non steroidei includono: Diclofenac, Indomethacin, Ibuprofen.
Tali farmaci possono essere utilizzati per lungo tempo. Un altro farmaco efficace per il trattamento dell'ICD è Baralgin. Anestetizza e dilata i vasi sanguigni. I suoi urologi prescrivono più spesso di altri farmaci.

Medicinali a base di erbe

Quando si prescrive la terapia, i medici raccomandano inoltre l'uso di medicinali a base di erbe. Aiutano a curare le malattie e prevenire le loro esacerbazioni in futuro. I più popolari di questa categoria sono: Canephron, Cyston, Urolesan, Gentos, Fitolysin.
Canephron è un efficace farmaco antinfiammatorio, diuretico e antispasmodico. Con esso, lo schiacciamento delle pietre avviene più velocemente. Solo un tale effetto terapeutico si verifica dopo l'uso prolungato dello strumento. Ripristina anche la funzione renale, allevia il dolore, allevia l'infiammazione. Dopo l'inizio della terapia, la persona si sente sollevata dopo alcuni giorni. Come parte di Canephron contiene queste piante: Rosemary, Centaury, Lovage. Il farmaco anti-infiammatorio è prodotto sotto forma di compresse (per i pazienti di età superiore a sette anni), gocce (per i pazienti di età inferiore ai 7 anni). La durata del trattamento è di 60 giorni.
La base di Tsiston contiene piante medicinali e mummia. Ha una proprietà battericida, aumenta le difese naturali del corpo e previene la formazione del tartaro. Spesso prescritto nel trattamento di farmaci antibatterici. Può essere usato come un farmaco profilattico. Le dosi raccomandate sono due unità al mattino e alla sera.

La nefrolitina è un farmaco moderno per l'urolitiasi. La sua base contiene: propoli, radice di liquirizia, orecchie d'orso, foglie di mirtillo rosso, erba di montanaro. Ha le seguenti proprietà:

  • un diuretico;
  • anti-infiammatori;
  • ristoratore.

Poiché gli ingredienti attivi elencati sono presenti nella composizione, il farmaco viene prescritto con cautela durante l'infanzia e durante il trasporto del bambino. La durata della terapia è di almeno tre settimane.
Secondo le sue proprietà, è identico alle preparazioni di cui sopra, solo la sua forma di rilascio è incolla, contiene le seguenti piante medicinali:

  • Coda di cavallo;
  • buccia di cipolla;
  • Fieno greco;
  • prezzemolo;
  • wheatgrass;
  • uccello dell'altopiano;
  • Lovage.

Contiene anche estratti essenziali, olio di pino. Un cucchiaino di pasta è mescolato in un bicchiere di acqua leggermente riscaldata. Per ottenere un effetto duraturo, è necessario prendere Fitolysin per due mesi. Con il suo aiuto vengono eseguiti terapia e prevenzione dei processi patologici negli organi del sistema urinario.
Tutti i rimedi a base di erbe non sono destinati ad essere indipendenti per il trattamento di qualsiasi malattia renale. Devono essere assunti con altri medicinali prescritti da un medico. In ogni caso, viene prescritto un diverso regime di trattamento, tutti gli appuntamenti vengono effettuati solo dopo una diagnosi preliminare.
È anche importante svolgere attività per rafforzare il sistema immunitario del corpo. Per questo, i medici prescrivono farmaci immunomodulatori, complessi multivitaminici, in cui sono presenti anche microelementi (calcio, potassio, sodio). Quindi le funzioni protettive naturali del corpo saranno meglio in grado di resistere agli agenti infettivi e virali che possono causare processi infiammatori negli organi del sistema urinario. Per prevenire la formazione di pietre e sabbia nei reni, è importante una corretta alimentazione e il rispetto del regime di bere.

È possibile sconfiggere la malattia renale grave!

Se i seguenti sintomi ti sono familiari di prima mano:

  • mal di schiena persistente;
  • difficoltà a urinare;
  • violazione della pressione sanguigna.

L'unico modo è un intervento chirurgico? Aspetta e non agire con metodi radicali. Cura la malattia è possibile! Segui il link e scopri come lo specialista consiglia il trattamento.

Medico di famiglia

Pronto soccorso per colica renale.

Colica renale si verifica in due terzi dei pazienti con urolitiasi e può essere la sua prima manifestazione. Colica renale si verifica più spesso quando piccole pietre mobili entrano nell'uretere.

È caratterizzato dal verificarsi di un dolore improvviso e molto intenso che si diffonde dal coniugato all'inguine lungo l'uretere. Al picco di un attacco, si notano anche nausea, vomito, falso urinare per urinare, debolezza, palpitazioni, secchezza delle fauci, sete, brividi.

I leucociti, gli eritrociti, le proteine ​​sono rilevati nelle urine, a volte il sangue è visibile agli occhi.

Nelle persone anziane, la colica renale si verifica molto meno frequentemente a causa di una diminuzione del tono delle vie urinarie, pertanto la malattia può essere asintomatica. Le pietre localizzate nel rene stesso, di regola, non sono particolarmente disturbate se fissate. Ma se la pietra ha deciso di lasciare il posto familiare - i problemi iniziano. Colica renale si verifica a causa del flusso alterato di urina attraverso l'uretere dal rene alla vescica. Questo è il motivo per cui non dovresti cercare di pulire te stesso i reni usando varie ricette dubbie.

Ricordate! Le pietre non si dissolvono all'istante! Possono diminuire leggermente e cercare di uscire senza alcuna possibilità, o dividere in diversi frammenti taglienti, che anche non ne traggono piacere. E il blocco dell'uretere mediante un grosso calcolo è molto pericoloso, poiché senza la fornitura di cure mediche può portare alla morte del rene e alla morte.

In caso di coliche renali, non aspettare nulla, chiama un'ambulanza! Soprattutto se è successo per la prima volta. Non è possibile diagnosticare in modo indipendente cosa sta succedendo esattamente, quindi fidati degli esperti.

Per la rimozione della colica renale, si raccomandano i seguenti farmaci: bolo di Baralgin 5ml IV, atropina 0,1% 1 ml per via sottocutanea, Platyphyllin 0,2% 1ml ipodermicamente, soluzione di intramuscolo o intravascolare No-shpa 2% 4ml in una soluzione fisica. Naturalmente, tutto questo dovrebbe essere fatto da uno specialista e preferibilmente in un ospedale. E solo un medico, sulla base di un esame a pieno titolo, può decidere sulla questione dell'intervento chirurgico, o schiacciare le pietre con gli ultrasuoni.

Tuttavia, se sei un "utente esperto" e questo non accade la prima volta, o se un medico dell'ambulanza ha diagnosticato una colica renale, ha fatto l'iniezione e se ne è andato, quindi molto dipende dalle tue azioni.

Se ti è stata somministrata un'iniezione di un farmaco antispasmodico, per un po 'il deflusso dell'urina si riprenderà e la pietra potrà ritirarsi da sola. Tuttavia, è necessario fare alcune procedure ausiliarie.

In primo luogo, cuocere una piastra elettrica, due è meglio. Metti un termoforo (o una bottiglia d'acqua) sul cavallo e fissalo con i piedi, l'altro al sito di iniezione. Non mettere una piastra elettrica sullo stomaco! Puoi mettere una piastra elettrica sul rene, ma già dopo il deflusso delle urine è almeno parzialmente ripristinato. Altrimenti, esacerbi la situazione. Lo stesso vale per il ricevimento di forti diuretici.

Preparare un thermos di tè caldo con limone e zucchero (il limone è obbligatorio, dà un effetto diuretico, e se si hanno urati, alcalina anche l'urina, contribuendo così alla loro dissoluzione). Sollevare la testa del letto in modo che l'area dei reni si trovi sopra l'area della vescica, posizionare le piastre di riscaldamento nei luoghi sopra e prendere rifugio. Potrebbe essere necessario sdraiarsi per qualche ora, quindi fai attenzione a stare comodo. Metti vicino a tutto ciò che ti serve (telefono cellulare, gocce di cuore, ecc.) E cerca di non alzarti inutilmente.

Di notte puoi prendere una pillola. Asparkama (P anangin ), preferibilmente con vitamina B6, dal momento che il magnesio viene assorbito meglio in presenza di questa vitamina. Il magnesio contribuisce alla dissoluzione delle pietre e funge da agente antipiastrinico (impedisce il processo di formazione dei cristalli). Ci sono farmaci in vendita Magne-in 6, Magnelis, Magnesium +, ma sono costosi e non dovrebbero nemmeno subire abusi. Gli Asparks sono economici ed efficaci, ma non c'è bisogno di prenderlo tutto il tempo, ma in una situazione critica può persino aiutare. Al mattino, se sei fortunato, il tuo ciottolo si trova già nelle urine sotto forma di sabbia.

Se la pietra non esce entro 24 ore, è necessario ripetere l'iniezione, o prendere 1-2 compresse per via orale spazmalgona (Ha preso, spazgan, Baralgin, Baralgetas, Revalgin), entrambi Novigana e ripetere la procedura di riscaldamento e bere il tè con il limone o farmaci diuretici. Se la condizione lo consente, puoi fare un bagno caldo con oli aromatici (ginepro, cipresso) o decotto di paglia d'avena, ma non dovresti sederti per più di mezz'ora e solo se sei sicuro di poterlo togliere da solo, o Hai un assistente che può aiutarti se necessario. Oltre al tè, cogli l'ammoniaca, le gocce di cuore e un telefono cellulare in bagno.

Il ricevimento di antispasmodici miotropici aiuta con alcuni pazienti ( Nospanum, Spazmonet, ecc.), Il principale ingrediente attivo di cui è la drotaverina, così come i farmaci Platyfillina e Papaverina. Tuttavia, questi farmaci sono meno efficaci in termini di colica renale rispetto a Spazmolgon e ai suoi analoghi. Insieme agli antispastici, vengono usati anche antidolorifici, come Analgin, Ibuprofen, ecc.

Il meccanismo d'azione degli antispastici è basato sul fatto che allevia lo spasmo dei muscoli lisci degli ureteri, espandendo il loro lume, che porta al ripristino del deflusso di urina dal rene, e rende possibile spostare la pietra più avanti lungo l'uretere nella vescica. A causa della particolarità della struttura degli ureteri, ci sono tre aree di contrazioni naturali in cui la pietra rimane spesso bloccata.

Se le pietre sono multiple, ma piccole, la cosiddetta "sabbia", il processo di rilascio potrebbe richiedere molto tempo. In questo caso, è necessario osservare il regime di bere (se non c'è edema, almeno due litri di acqua pulita al giorno, tra le altre cose) e per garantire l'attività fisica (passeggiate giornaliere senza borse della spesa, ovviamente).

Altri articoli su questo argomento:

Antibiotici per la colica renale

La colica renale è principalmente causata dalla urolitiasi, più spesso negli uomini in età lavorativa. Solo il 13% dei casi di colica renale si verifica per altri motivi, ma ogni caso richiede un intervento medico a causa del pericolo di appendicite, gravidanza ectopica, torsione del cordone spermatico, che si verificano con sintomi simili.

Trattamento colica renale

Una condizione in cui il passaggio libero delle urine è disturbato, accompagnato da intenso dolore nell'area renale, è chiamata colica renale. Il principale sintomo di ostruzione renale è lancinante dolore alla schiena insopportabile, motivo per cui questo fenomeno ha preso il nome.

Il dolore ai reni si verifica per molte ragioni. Se l'attacco è apparso per la prima volta, è necessario chiamare il medico che determinerà come trattare. Soprattutto, si tratta di convulsioni in un bambino, una donna incinta.

Il compito principale del trattamento della colica renale è l'eliminazione della causa dell'ostruzione dell'uretere, il ripristino della normale scarica urinaria. Cosa fare e cosa prendere, in questo caso, dipende dalla dimensione del calcolo, dalla sua localizzazione nel tratto urinario.

Pronto soccorso

Se la colica è comparsa per la prima volta, è più corretto chiamare immediatamente il medico. Il dolore con colica renale è talvolta paragonato ai dolori del travaglio. È così forte che non sarà possibile rimuoverlo con i soliti mezzi disponibili nel kit di pronto soccorso. Le compresse di Analgin e Baralgin prolungano solo il tormento del paziente.

Se non c'è l'opportunità di chiamare un medico, puoi provare ad affrontare il dolore da solo iniettando per via intramuscolare:

shpy; analgin con difenidramina; papaverina; baralgina; spazmalgona.

La presenza di una pietra nell'uretere provoca infiammazione. Se, tuttavia, siamo riusciti a fermare il dolore da soli prendendo antispastici, il paziente avrebbe sicuramente bisogno di assistenza medica.

Anche se la pietra è piccola, e c'è una possibilità che essa esca da sola, il paziente viene prescritto:

antibiotici, urotettici per il trattamento dell'infiammazione nell'uretere - nitroxolina, ceftriaxone, levofloxacina, fosfomicina; farmaci che migliorano la circolazione del sangue nel rene - trental, pentossifillina; farmaci anti-infiammatori non steroidei - drotaverin, diclofenac, ketorolac, lornoxicam.

Il paziente deve essere prescritto riposo a letto e può essere lasciato a casa se l'anestetico agisce. Se l'attacco non è possibile rimuovere, il paziente viene ricoverato in ospedale, dove viene fornito un pronto soccorso.

Deve essere ricoverato in ospedale con colica renale:

pazienti con un rene; con colica bilaterale; donne incinte; gli anziani; bambini.

Il ricovero è necessario anche in caso di sospetta appendicite, ostruzione intestinale, gravidanza ectopica nelle donne. È anche necessario escludere l'idronefrosi renale, un tumore della prostata negli uomini.

L'esame è necessario in tutti i casi di colica renale al fine di escludere i tumori pelvici e l'ostruzione intestinale, che possono anche causare sintomi in un paziente che sono simili alle manifestazioni di coliche.

Algoritmo per alleviare la colica renale

Trattamento domiciliare

Per essere trattati a domicilio per colica renale può essere diagnosticata solo una pietra di piccole dimensioni con una probabilità sufficientemente elevata di fuga indipendente. Per ridurre il dolore, puoi mettere una supposta rettale con papaverina, diclofenac.

Se la colica non è accompagnata da pielonefrite, può essere rimossa applicando calore secco. A temperature elevate, le procedure di riscaldamento sono pericolose. Aumenteranno il flusso sanguigno e con il flusso di sangue accelereranno la diffusione dell'infezione nel corpo.

Non si dovrebbe essere trattati senza le raccomandazioni dell'urologo in età avanzata, assicurarsi di mostrare il medico per la colica renale di un bambino malato.

In assenza di controindicazioni, il paziente può fare un bagno caldo durante la colica renale durante la fase di subsidenza dell'attacco. Nel periodo acuto, il paziente non può sedersi tranquillamente, fare il bagno in uno stato vicino allo shock, è pericoloso.

Il modo migliore per alleviare la colica del rene è iniettare l'anestetico per via intramuscolare. Dopo aver ceduto un attacco, puoi usare i mezzi della medicina tradizionale.

Buoni mezzi per lavare i reni - succo di zucca, un decotto di semi di zucca, anguria, melone. Questi prodotti dovrebbero essere aggiunti alla dieta solo dopo aver consultato un urologo. Per le pietre di grandi dimensioni, i prodotti con un effetto diuretico possono danneggiare.

Quando uratnyh calcoli è utile prendere un'infusione, che include la stessa quantità:

boccioli di betulla; foglia di prezzemolo; semi di lino; foglie di fragola; rosa selvatica (frutta).

Per cucinare 1 tavolo. l. raccolta versare 0,25 litri di acqua bollente in un thermos, insistono 6 ore. Bere durante il giorno per 3 dosi.

Le pietre fosfato e ossalato sono trattate con una raccolta che contiene le stesse proporzioni:

meliloto; motherwort; eterna; mirtilli; radice di madder.

Per fare un infuso, 2 tavoli. l. la miscela versare 0,5 litri di acqua bollente, insistono 12 ore. Bevi durante il giorno in 5 ricevimenti.

Motivo per consultare un medico

Consultare immediatamente un medico per la colica renale, accompagnato da:

mal di schiena acuto, che non può essere fermato da antidolorifici; aumento della temperatura; nausea, vomito, non portare sollievo.

I pazienti con un rene, le persone di età superiore a 60 anni, e con un attacco bilaterale di colica renale negli uomini, donne e bambini devono chiamare un'ambulanza e non rifiutare il ricovero.

Trattamento stazionario

Secondo i risultati dell'esame diagnostico stabilire la dimensione della pietra. Se è possibile l'auto-escrezione della pietra dal tratto urinario, allora al paziente vengono prescritti farmaci che riducono il dolore ed eliminano il gonfiore.

Per questi scopi, diclofenac, ibuprofen e indometacina sono più comunemente usati per questo scopo in caso di colica renale causata da urolitiasi.

La probabilità di scarica spontanea del calcolo è:

85%, se le dimensioni non superano i 4 mm; 50% con un diametro di 5 mm; 10% se la pietra ha un diametro superiore a 6 mm.

Un calcolo con una dimensione superiore a 6 mm viene rimosso prontamente. Quando si sceglie un metodo di cancellazione, la sua posizione è importante.

Possibilità di autoscarica se la pietra si trova:

nella parte superiore dell'uretere - 35%; nella parte centrale - 49%; nella parte inferiore - 78%.

La decisione finale dell'urologo è influenzata dalla natura stessa della pietra, dalla sua forma, dall'assenza di superfici taglienti e taglienti, e inoltre:

inutilità del trattamento; malattie infettive del rene associate a coliche; pericolo di sepsi; rischio di ostruzione bilaterale.

Trattamento conservativo

I farmaci sono prescritti con un'alta probabilità di auto-uscita del calcolo. Oltre ai farmaci antinfiammatori e analgesici, al paziente vengono prescritti antibiotici, se l'ostruzione dell'uretere è complicata da un'infezione batterica.

Un attacco acuto viene fermato da farmaci anestetici. Negli uomini, viene eseguita un'anestesia aggiuntiva con novocaina del midollo spermatico, e nelle donne viene effettuato un blocco novocainico del legamento rotondo (il blocco intrapelvico viene eseguito).

Per l'espulsione di pietre medicinali prescritti:

progesterone; glucagone; nifedipina.

Dopo aver interrotto l'attacco, al paziente vengono prescritti farmaci antispasmodici avisan, colorante più torbido, urolukan, antispasmodico, pinabin.

Come metodi di trattamento aggiuntivi sono usati:

bagni sessili con un decotto di equiseto; la quantità di fluido consumato - 2,5 l / giorno; tè ai reni; succo di mirtillo.

Quando pietre uratnyh:

prescrivere bicarbonato di potassio, citrato di sodio per l'alcalinizzazione delle urine; prescrivere allopurinolo - un mezzo per regolare lo scambio di acido urico.

Se la probabilità di auto-espulsione della pietra dalle vie urinarie è assente o molto bassa, ricorrono all'intervento chirurgico o allo schiacciamento della pietra con l'aiuto di ultrasuoni, correnti dinamiche e vibrazioni.

Per lo scarico delle urine, a volte è necessaria una nefrostomia, per la quale viene creata un'apertura per il flusso di urina, utilizzando l'escrezione attraverso la pelvi renale o dalla vescica.

Intervento operativo

L'intervento chirurgico nella colica renale, finalizzato alla distruzione della pietra e all'estrazione dei suoi frammenti, chiamata litotripsia, viene eseguito:

metodo di contatto; contactless.

Il metodo più comune di non contatto per rimuovere pietre di piccolo diametro è lo schiacciamento ultrasonico. La forza dell'onda d'urto in questo metodo viene utilizzata per schiacciare pietre di dimensioni fino a 2,5 mm.

La pietra viene sonicata per 40 minuti e un test del rene di controllo viene effettuato 14 giorni dopo. Durante questo periodo di tempo, i detriti di pietra devono lasciare completamente gli ureteri.

Per la frantumazione può essere applicata la distruzione laser della pietra. Effettuare un trattamento laser della pietra sotto anestesia. La pietra dopo tale procedura si trasforma in polvere.

Questa vista di contatto dell'esposizione viene eseguita utilizzando una sonda dotata di una sorgente di radiazione laser. La sonda viene inserita nell'uretere, alimentata direttamente alla pietra.

Per il trattamento della pietra viene utilizzato uno speciale laser al olmio, che non ha effetti dannosi sui tessuti circostanti. Introdurre la sonda dopo l'introduzione di antibiotici, che è prescritto a causa dell'alto rischio di infezione.

dieta

Per la prevenzione della colica, ricorrono alla dieta n. 7, ad eccezione del caso delle pietre ossaliche, quando viene prescritta la dieta n. 6, che viene usata per curare la gotta.

La dieta renale numero 7 limita il consumo di sale, include principalmente alimenti vegetali e una maggiore quantità di assunzione giornaliera di liquidi.

ossalati

Le pietre di ossalato sembrano una punta di colore scuro. Quando avanza nell'uretere, i bordi affilati feriscono la superficie interna del tratto urinario, che porta alla comparsa di sangue nelle urine.

Si verificano calcoli di ossalato con normale acidità delle urine. La ragione per la comparsa di calcoli di ossalato è una mancanza di fluido nel corpo.

Il menu esclude acetosa, spinaci, fagioli, pomodoro, barbabietola limite, carote, tè, nero e verde. È utile quando si usano pietre di ossalato per usare piatti con cetrioli, pere, albicocche, uva, acqua minerale Essentuki n. 20 sono utili.

fosfati

Pietre di fosfato grigiastre arrotondate si verificano nell'urina alcalina, disintegrandosi facilmente quando schiacciati dal laser.

Quando le pietre fosfatiche limitano la cagliata, il latte, il fegato, i reni. Non puoi mangiare spezie piccanti, carni affumicate, cacao, alcool, caffè. Funghi, uova di gallina nella dieta, panna acida sono limitati.

È utile bere la linfa di betulla, l'acqua minerale Arzni. Sono necessarie mele consigliate con un gusto aspro, mirtilli, ribes, mirtilli rossi, carotenoidi e vitamina D.

Urata

Pietre gialle di urato solide si formano in un ambiente acido con un eccesso di acido urico. Con i calcoli di urato, è utile bere le acque minerali alcaline di Essentuki n. 4, n. 17, Slavyanovskaya, Smirnovskaya.

Ai pazienti viene prescritta la dieta numero 6, limitata a latticini, carne, uova. Escluso dalla dieta di cibi dal gusto acuto, come il ravanello, i peperoncini piccanti, il non fagiolo, che comprende il cacao, e i prodotti con lui, come il cioccolato.

Si raccomanda di limitare i prodotti a base di carne contenenti purine, per aumentare la quantità di alimenti vegetali, ad eccezione dei legumi. Quando uratnyh pietre utili per entrare nel menu piatti con prezzemolo, sedano, bere un decotto di semi di zucca.

Dopo colica renale causata da urolitiasi, un paziente di 5 anni è nel dispensario. Per prevenire la colica renale, i pazienti devono seguire una dieta, bere, eliminare l'esercizio fisico eccessivo ed evitare l'ipotermia.

Nel video su come rimuovere la colica renale e come trattarla:

Antibiotici per il dolore ai reni

Gli antibiotici per il dolore ai reni sono usati abbastanza spesso. I preparativi sono presi da 5 a 14 giorni. Prima di prescrivere antibiotici per malattie renali, vengono condotti studi che determinano il tipo di patogeno. Un ruolo importante è giocato non solo dal grado di sensibilità al potenziale irritante, ma anche dalla gravità della malattia.

Tipi di antibiotici utilizzati per il trattamento della malattia renale

Avendo determinato l'agente eziologico, il medico sarà in grado di spiegare al paziente quali antibiotici assumere per il dolore nei reni. Un farmaco antibatterico opportunamente selezionato assicura un trattamento rapido e produttivo.

Gli antibiotici più popolari:

  1. Aminopenicillin. I farmaci più comuni sono l'amoxillicina e la penicillina. Questo gruppo è relativamente sicuro, i farmaci sono accettabili per il trattamento di pazienti gravide;
  2. Cefalosporine. Questi antibiotici per le malattie del tratto renale e del tratto urinario sono prescritti nel caso in cui l'infezione sia accompagnata da processi infiammatori totali suppurativi. I rimedi popolari sono Claforan, Zinnat, Tsiprolet, Ceforal, Tamycin, Cefalexin;
  3. I fluorochinoloni. Tali antibiotici per le malattie dei reni e delle vie urinarie sono rilevanti quando la patologia è in uno stato trascurato, accompagnata da complicanze. I fluorochinoloni sono farmaci insolitamente potenti, ma il loro forte effetto antibatterico può essere accompagnato da una serie di effetti collaterali. I farmaci più popolari Nolitsin, Levofloxacina;
  4. Aminoglicosidi. Forti agenti antibatterici che vengono prescritti durante l'esecuzione di patologie. Per molto tempo, le droghe non possono essere prese a causa degli effetti tossici su un corpo indebolito. I farmaci più popolari: gentamicina e amikacina;
  5. Nitrofurani. Tali antibiotici per il trattamento dei reni sono usati frequentemente. Ben tollerato dal corpo. Farmaci famosi - Furadonin, Furamag;
  6. Macrolidi: farmaci usati solo in casi individuali. Motivo: solo alcuni gruppi di agenti patogeni sono sensibili a questi agenti antibatterici. Le droghe più famose - Sumamed, Vilprafen.

Dovremmo anche evidenziare un altro gruppo specifico di farmaci: gli urosettici. Come con qualsiasi antibiotico per l'infiammazione dei reni e della vescica, questi fondi influenzano l'effetto antisettico del tratto urinario, sanificando il tessuto infiammato. La maggior parte dei prodotti farmacologici si basa su ingredienti naturali e può essere somministrata in combinazione con antibiotici per accelerare il processo di guarigione.

Gruppo aminopenicillina

Le aminopenicilline sono prescritte se l'agente eziologico della cistite, della pielonefrite o di qualsiasi altra malattia renale è l'escherichia coli o gli enterococchi. Gli antibiotici sono mostrati in stadi moderatamente progressivi. Valido per l'ammissione alle donne in gravidanza e in allattamento.

Antibiotici utilizzati nell'infiammazione dei reni in compresse: fenossimetilpenicillina, amoxicillina, ampicillina, oxacillina. Preparati presentati sotto forma di iniezioni: benzilpenicillina, ampicillina, ticarcillina + acido clavulanico, piperacillina + tazobactam.

cefalosporine

Le cefalosporine sono gli antibiotici più popolari per le malattie renali e urogenitali. Il principale ingrediente attivo consente di prevenire la transizione della forma acuta di purulento.

Le cefalosporine sono a bassa tossicità, non pericolose per altri organi e sistemi. Quando si scelgono gli antibiotici per il trattamento dei reni, il medico prende in considerazione le condizioni del corpo, il tipo di agente patogeno, il grado di danno tissutale. Per eliminare l'infiammazione dei reni, il trattamento antibiotico può essere effettuato con farmaci di una delle 4 generazioni:

  1. La prima e la seconda generazione sono prescritte per il trattamento di pazienti con processi infiammatori severamente pronunciati;
  2. La terza generazione: farmaci potenti con qualità farmacologiche migliorate. Gli antibiotici per l'infiammazione dei reni e la sindrome da dolore forte della serie delle cefalosporine consentono di far fronte a forme più gravi della malattia;
  3. La quarta generazione - antibiotici ad ampio spettro, prescritti per l'infiammazione dei reni e della vescica. Nominato nelle ultime fasi, quando la malattia è estremamente trascurata.

Gli antibiotici per le malattie renali e della vescica di qualsiasi generazione hanno una serie di controindicazioni. Non sono prescritti per insufficienza renale e storia allergica aggravata. Se i farmaci vengono prescritti in modo errato, può verificarsi dolore ai reni dopo gli antibiotici.

fluorochinoloni

I fluorochinoloni sono farmaci suddivisi in due generazioni. Gli antibiotici per dolore nei reni (i nomi - Tsifran, Ofloksatsin, Pefloksatsin) della prima generazione sono nominati in casi di emergenza, quando c'è una probabilità di morte.

I preparativi della seconda generazione sono rilevanti nelle forme croniche della malattia nella fase di esacerbazione stagionale. Quali antibiotici da prendere in caso di infiammazione dei reni, in ogni caso, è deciso solo dal medico curante, tenendo conto della particolare storia del paziente.

aminoglicosidi

Gli aminoglicosidi sono antibiotici, che sono prescritti per le malattie dei reni e della vescica nel caso in cui la malattia sia causata dal bacillo pseudomonas, dallo stafilococco, dagli enterococchi, dalla shigella, dall'emofilo, dalla salmonella e dalla legionella. I farmaci hanno un effetto antibatterico locale. Non assegnato a gravidanza e allattamento.

I farmaci sono tossici. Le medicine sono prescritte solo se non esistono altri agenti antibatterici con l'effetto desiderato in natura.

Ad esempio, la pielonefrite renale grave comporta il trattamento con antibiotici aminoglicosidici. Forme semplici di infezione da streptococco vengono trattate con farmaci antibatterici di azione più delicata.

macrolidi

I macrolidi sono una classe di farmaci antibatterici che sono simili nei loro effetti farmacologici sulle penicilline. Esistono tre categorie: macrolidi con 14 membri, 15 membri e 16 membri. Può essere di origine naturale e semi-sintetica.

In ogni caso, il medico decide di prescrivere precisamente le iniezioni per l'infiammazione dei reni o degli antibiotici sotto forma di compresse per eliminare i processi infiammatori.

nitrofurani

I nitrofurani sono farmaci antibatterici sintetici che sono i secondi più popolari dopo i sulfonamidi. Gli antibiotici per le malattie renali sono abbastanza efficaci, i nomi dei fondi possono essere trovati nelle liste dei farmaci antibatterici più efficaci in nefrologia. Elimina rapidamente batteri gram-negativi e gram-positivi, alcuni anaerobi, micosi.

Prima di scegliere quali antibiotici da bere in caso di malattia renale a un paziente, il medico fa riferimento alla sua storia di possibili controindicazioni. Stiamo parlando di gravidanza, allattamento, intolleranza individuale ai componenti del farmaco.

Controindicazioni all'uso di antibiotici

Tutti gli agenti antibatterici sono accompagnati da una serie di controindicazioni che devono essere considerate quando si sviluppa un regime terapeutico per il trattamento di un paziente:

  1. la gravidanza;
  2. L'allattamento al seno;
  3. Insufficienza epatica acuta;
  4. Insufficienza renale acuta;
  5. Intolleranza individuale alle droghe;
  6. Età dei bambini (ogni tipo di antibiotico ha il suo limite di età).

È anche accertato che l'assunzione una tantum di alcol e agenti antibatterici è inaccettabile. Il medico curante si impegna non solo a spiegare quali antibiotici bere durante l'infiammazione dei reni, ma anche a parlare del limite di tempo per qualsiasi tipo di alcol.

Indicazioni per l'assunzione di agenti antibatterici

La diagnosi immediata, la corretta selezione di agenti antibatterici e lo schema corretto della loro ricezione determinano in gran parte il successo nella lotta contro i processi infettivi nei pazienti nefrologici. Gli antibiotici sono prescritti obbligatoria nei seguenti casi:

  • Esiste il rischio di transizione da una forma acuta di patologia ad una cronica;
  • Recidiva di patologie croniche, accompagnata da complicanze;
  • Se altri farmaci non aiutano a far fronte ai sintomi e alle manifestazioni che si verificano durante l'infiammazione dei reni (gli antibiotici da prendere in ogni caso sono decisi dal medico curante);
  • Forme gravi e trascurate della malattia;
  • Basso stato immunitario, quando il corpo del paziente non è in grado di resistere alle infezioni;
  • Al fine di prevenire i fattori di rischio nei pazienti con malattie renali croniche;
  • Rischio di sepsi, grave intossicazione del corpo.

Ci sono anche situazioni speciali in cui è richiesto anche l'uso di farmaci antibatterici. Ai pazienti in emodialisi vengono prescritti farmaci antibatterici per via endovenosa al fine di evitare lo sviluppo di infezioni associate a catetere.

A causa dell'alto rischio di batteriuria e di malattie infettive ricorrenti del sistema urinario in pazienti sottoposti a trapianto di rene, è prescritto un numero di antibiotici. I pazienti sono soggetti a una procedura di riorganizzazione prima del trapianto. Dopo l'intervento chirurgico, i farmaci antibatterici più appropriati sono selezionati per i pazienti.

Principi generali del trattamento antibiotico in nefrologia

La dose di antibiotico è calcolata in modo tale che la concentrazione massima del principio attivo sia osservata negli organi soggetti a effetti terapeutici. In alcuni casi, i farmaci iniziano con le cosiddette "dosi d'urto", indebolendo gradualmente il livello di concentrazione.

L'importante ruolo svolto dalla durata della terapia antibiotica. Il periodo minimo di ammissione è di 5 giorni. In media, ci vogliono 7-10 giorni per gli antibiotici per eliminare completamente tutti gli agenti infettivi.

Se possibile, l'antibiotico viene prescritto solo tenendo conto dei risultati dell'urina di baccoseum. L'analisi aiuta a identificare il tipo di agente patogeno, la sua concentrazione nel corpo e altri dati preziosi. Se le condizioni del paziente sono critiche e non c'è modo di attendere i risultati (ci vogliono 3 giorni per bacposi), viene prescritto un farmaco antibatterico ad ampio spettro. Ad esempio, ceftriaxone è un antibiotico popolare per la malattia renale che è in grado di eliminare la stragrande maggioranza dei potenziali agenti causali delle infezioni del tratto urinario.

Se al secondo terzo giorno di terapia antibiotica il paziente non migliora, lo schema del trattamento terapeutico viene adattato ai nuovi dati. Nelle forme gravi della malattia, è possibile combinare diversi antibiotici di diversi tipi contemporaneamente.

Antibiotici e gravidanza

Durante la gravidanza, i farmaci antibatterici possono essere utilizzati, ma solo secondo le indicazioni e tenendo conto di tutte le caratteristiche del corpo del paziente. Qualunque sia il dosaggio e il tipo di farmaco, il trattamento avviene solo sotto la supervisione di un medico in un ospedale.

Nel primo trimestre, gli antibiotici cercano di non prescrivere in linea di principio. Durante questo periodo, il rischio di danni al nascituro è estremamente alto. Il secondo e il terzo trimestre sono più sicuri, ma a queste fasi possono sorgere difficoltà.

Ci sono situazioni in cui l'assunzione di antibiotici è vitale:

  1. Pyelonephritis in gravidanza;
  2. Gravi processi infiammatori che influenzano la salute della futura mamma e del suo feto;
  3. Processi purulenti;
  4. Complicazioni di processi infiammatori (sepsi, infezione del sangue);
  5. La presenza di numerosi focolai con agenti infettivi e infiammazione totale dei tessuti.

Gli agenti antibatterici non sono una minaccia per la donna incinta stessa, ma per il feto che porta.
La maggior parte dei farmaci è in grado di superare la barriera placentare e danneggiare il bambino.

Gruppi di antibiotici per donne incinte: droghe approvate e droghe illecite

Tutti gli antibiotici possono essere suddivisi in tre categorie globali:

  1. Farmaci che sono completamente vietati a ricevere, perché l'effetto tossico sul feto è dimostrato e fortemente pronunciato;
  2. Le medicine sono consentite per l'uso, ma i loro effetti non sono completamente compresi;
  3. Farmaci che possono essere utilizzati (l'assenza di un effetto dannoso è dimostrata).

L'elenco delle droghe proibite forma i seguenti antibiotici:

  • Tetracicline (tossiche per il fegato del bambino)
  • Fluorochinoloni (danneggia le articolazioni)
  • Claritromicina (esistono prove di effetti tossici sui frutti degli animali)
  • Aminoglicosidi (possono causare sordità in un bambino)
  • Cloranfenicolo (inibisce il midollo osseo fetale)
  • Dioxidina (effetto mutageno sul feto)

Le droghe sono ammissibili, ma in casi estremi:

  • azitromicina
  • Furadonina (possibile solo nel secondo trimestre)
  • Metronidazolo (vietato nel primo trimestre, poiché può causare difetti cerebrali)
  • Gentamicina (solo per motivi di salute e nel dosaggio minimo)

Prodotti sicuri: penicillina e suoi analoghi, cefalosporine, eritromicina.